Sei sulla pagina 1di 31

1

CONTRATTO DI PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LAVORI



Ai sensi dell'Ordinanza d'Urgenza del Governo nr. 34/200 in materia di aggiudicazione
degli appalti pubblici, dei contratti di concessione dei lavori pubblici e dei contratti di concessione
dei servizi, con le successive modifiche ed integrazioni, e' stato stipulato il presente contratto di
lavori,
fra

IL CONSIGLIO LOCALE DEL PAESE, COMUNE DEL PAESE BEBA con sede a Beba
Veche nr. 292, codice fiscale 53906448, Contea di Timis, rappresentata dal Sindaco il Sig.
BOHANCANU IOAN in qualita' di COMMITTENTE, da un lato,
i
... ................ ........................... . denominazione dell'operatore economico con
sede a .................................................................. telefon/fax .............................................. numero di
registrazione presso il Registro del Commercio .................................................. codice fiscale
................................... conto bancario presso (banca) .........................................................
rappresentata dal Sig/Sig.ra............................................................................................... (nome e
cognome dell'amministratore), il/la quale ..............................................., in qualita' di appaltatore,
sull'altra parte.

Articolo 2. Definizioni
Nel presente contratto i seguenti termini saranno interpretati come segue:
a. contratto il presente contratto e tutti i suoi allegati;
b. committente e appaltatore - le parti contraenti, come sono denominate nel presente contratto;
c. prezzo del contratto - il prezzo da pagare all'appaltatore da parte del committente, in base al
contratto, per l'esecuzione completta e corretta dei tutti i suoi obblighi assunti tramite il contratto;
d. posizione delle opere - il luogo in cui l'appaltatore eseguisce l'opera;
II. forza maggiore - qualsiasi evento esterno, imprevedibile, assolutamente invincibile e inevitabile,
che non poteva essere previsto al momento della conclusione del contratto e che rende
impossibile l'esecuzione e, rispettivamente l'adempimento del contratto; sono considerati tali
eventi: guerre, rivoluzioni, incendi, inondazioni o qualsiasi altro calamita' naturale, le restrizioni
derivanti dalla quarantena, embargo, l'enumerazione non essendo esautiva ma dichiarativa. Non
e' considerato un evento di forza maggiore, come quelli di cui sopra che, senza creare una
impossibilita' della prestazione, rende estremamente costosa l'esecuzione degli obblighi da parte
di una delle parti;
a. giorno - giorno di calendario; anno - 365 giorni;
b. ordine amministrativo: qualsiasi istruzione od ordine impartito dal committente all'appaltatore
riguardanti l'esecuzione dei lavori;
c. addendum: documento che modifica i termini e le condizioni di esecuzione del contratto;
d. conflitto di interessi significa qualsiasi evento che influenza la capacita' dell'appaltatore di
esprimere una parere professionale obiettiva e imparziale, o che lo impedisce, in qualsiasi momento,
ad agire con priorita' per l'interesse del committente o con l'interesse pubblico generale del Progetto,
per qualsiasi motivo legato a possibili contratti futuri o in conflitto con altri impegni, passati o
presenti dell'appaltatore. Tali limitazioni sono applicabili anche a tutti subappaltatori, dipendento e
gli esperti che agiscono soto l'autorita' e il controllo dell'appaltatore;
e. Indennita' Generale: la somma, non espressamente prevista nel presente contratto, assegnata
dal giudice o convenita tra le parti a titolo di risarcimento da versare a favore della parte lesa a causa
di violazone del contratto di progettazione ed esecuzione lavori dall'altra parte;

2
f. penalta' contrattuale: risarcimento concordat nel contratto di prestazioni di servizi che deve
essere pagato da una parte all'altra parte contraente in caso d'inadempimento degli obblighi
contrattuali;
g. progetto: il progetto (la documentazione) su cui le opere vengono svolte in conformita' con le
disposizioni del presente contratto;
h. sezione di lavoro : obiettivo di costruzione, parte dell'obiettivo d'investimento con funzionalita'
distinta all'interno del suo complesso;
i. termine limite: periodi di contratto che inizieranno a decorrere dal giorno successivo a quello di
emissione dell'atto o dell'evento che rappresenta il momento d'inizio dei rispettivi periodi. Nel caso
in cui l'ultimo giorno del termine e' un giorno non lavorativo, il termine scade alla fine del successivo
giorno lavorativo;
j. garanzia di partecipazione: la somma di denaro che viene costituita dall'offerente al fine di
proteggere l'autorita' contraente al rischio di un suo possibile comportamento scoretto sul tutto il
periodo fino alla fine del contratto d'appalto;
k. garanzia di buona esecuzione: la somma di denaro che viene costituita dall'appaltatore per
garantire il committente sull'adempimento quantitativo, qualitativo e entro il termine convenuto
tramite il contratto;
l. garanzia dei lavori : il periodo di tempo tra la data di ricevimento al momento della
finalizzazione dei lavori e quella di collaudo definitivo;
m. granzia tecnica :
n. periodo di preventivo avviso per i difetti significa il periodo di tempo tra il momento
dell'individuazione del difetto e il momento della trasmissione all'appaltatore dell'avviso per i difetti
nelle opere o sezioni di lavori (se del caso) nell'intervallo di tempo tra la data di ricevimento
all'ultimazione delle opere o delle Sezioni di Lavori e l'accettazione finale, alla scadenza del periodo
di garanzia previsto per i lavori..

Articolo 3. Interpretazione
3.1 Nel presente contratto, salvo una diversa disposizione, le parole al singolare comprendono la
forma di plurale e viceversa, e le parole al genere maschile saranno intepretate come comprendente
anche il genere femminile e viceversa, dove il contesto lo consente.

3.2 Il termine "giorno" o "giorni" o qualsiasi riferimento ai giorni indica i giorni di calendario, se non
e'diversamente specificato.

3.3. Le clausole e le espressioni sono da intendersi con riferimento all'intero contratto.

CLAUSOLE GENERALI

Articolo 4. Oggetto del contratto
4.1.- Il Committente s'impegna a pagare l'appaltatore, per la progettazione, l'esecuzione,
l'ultimazione delle opere e la riparazione degli eventuali difetti, nei tempi e nelle modalita' indicati
nel presente contratto, l'importo di 123.951.608 euro (in lettere, centoventitremilioni novecento
cinquantuno mille seicentotto euro), l'IVA esclusa, rappresentando il valore di contratto accettato.
A tale importo si aggiunge l'imposta sul valore aggiunto determinata secondo la legge applicabile
al momento della conclusione del contratto, l'importo di 29.748.385 euro (in lettere: ventinove
milioni sette cento quarantotto mille trecentoottantacinque euro).
4.2.- Il pagamento dell'imposta sul valore aggiunto e' effettuato in conformita' con i previsti della
legge applicabile.

Articolo 5. Prezzo del contratto

3
5.1. Il prezzo concordato per l'esecuzione del contratto, pagabile all'appaltatore da parte del
committente, secondo il cronoprogramma dei pagamenti, e' di 123.951.600 euro, oltre l'IVA, dove si
agiunge l'IVA di 29.748.384 euro.

5.2. Il prezzo concordato per l'esecuzione del contratto, rispettivamente lavori di esecuzione,
pagabile all'appaltatore da parte del committente, secondo il cronoprogramma dei pagamenti, e' di
120.233.052 euro, oltre l'IVA, dove si aggiunge l'IVA di 28.855.932,48 euro.
Lotto 1 ROMANIA progettazione 1.397.302,704 euro ed esecuzione 45.179.454,1euro
Lot 2 UNGHERIA progettazione 1.184.971,33 euro ed esecuzione 38.314.073,26 euro
Lot 3 SERBIA progettazione 1.136.273,95 euro ed esecuzione 36.739.524,64euro

Articolo 6. Durata del contratto
Il presente contratto entra in vigore alla data della sottoscrizione dalle parti e ha effetto fino alla
stesura del verbale di consegna finale dei lavori contrattati e il rilascio della garanzia bancaria di
buona esecuzione.

Articolo 7. L'esecuzione del contratto
7.1. L'esecuzione del contratto ha l'inizio dopo la costituzione della garanzia di buona esecuzione.
7.2. L'esecuzione del contratto verra' eseguita in conformita' con la cronoprogramma di esecuzione e
le relative allegati del presente contratto
7.3. I termini di esecuzione delle opere che rappresentanto l'oggetto del presente contratto sono :
- Fase 1 preparazione progetto tecnico;
- Fase 2 - documentazione per l'ottenimento di permessi e autorizzazioni;
- Fase 3 dettagli di esecuzione;
- Fase 4 - l'esecuzione dei lavori secondo il progetto.

Articolo 8. Documentazione del contratto
8.1. I documenti del contratto sono quelli elencati di seguito e rappresentano parte integrante del
presente contratto:
a) proposta tecnica;
b) proposta finanziaria;
c) garanzia di buona esecuzione;
d) l'elenco dei subappaltatori;
e) cronoprogramma di esecuzione del contratto;
Altri documenti che fanno parte del contratto:
(vengono elencati anche gli altri documenti che sono considerati dalle parti come rappresentando
parte del contratto, visto le disposizioni dell'articolo 95 della Decisione del Governo n. 925/2006.)
- l'elenco dei subappaltatori;
- contratti di associazione;
- strumento di garanzia per la costituzione della garanzia di buona esecuzione;
- l'impegno fermo di sostegn da parte di un terzo.

8.2. Nel caso in cui, durante l'esecuzione del contratto, si e' costatato che alcuni elementi dell'offerta
tecnica sono inferiori o non soddisfano i requisiti previsti dal capitolato prestazionale, prevarranno le
disposizioni previsti dal capitolato prestazionale.

Articolo 9. Tutela del patrimonio culturale nazionale
9.1 - Tutti ifossili, monete, oggetti di valore o qualsiasi altro artefatto o oggetti di interesse
archeologico o geologico scoperti nel sito delle opere sono considerati di proprieta' assoluta del
committente e saranno affidate alla sua cura ed autorita'.

4

9.2 - L'appaltatore ha l'obbligo di adottare tutte le precauzioni necessarie per i propri lavoratori o
qualsiasi altra persona per non rimuovere o danneggiare gli oggetti di cui al punto 9.1., e subito dopo
la scopera e prima della loro rimozione, di notificare il committente con riguardo alla scoperta e di
adempire le disposizioni ricevuti dal committente sulla loro rimozione. Se a causa di queste
disposizioni l'appaltatore subisce ritardi e/o spese aggiuntive, quindi, attraverso comune accordo, le
parti convengono:
a) qualsiasi prolongazione della durata di esecuzione per cui l'appaltatore ha il diritto;
b) il totale delle spese aggiuntive, che verranno aggiunte al prezzo del contratto.

9.3 - Il committente ha l'obbligo, immediatamente che a preso a conoscenza della scoperta degli
oggetti di cui al punto 9.1., di informare in questo senso gli organi di polizia e la Commissione dei
Monumenti Storici.

Articolo 10. Obblighi generali dell'appaltatore
10.1. Codice di condotta
1. L'appaltatore dovra' sempre agire lealmente, imparziale e come un consulente di fiducia del
committente secondo le regole e/o il codice di condotta della sua professione, con la necessaria
discrezione. Esso dovra' astenersi da fare dichiarazioni pubbliche riguardanti il progetto o i lavori
esecutati senza la previa approvazione del committente, e di partecipare a qualsiasi attivita' che
sono in conflitto con i suoi propri obblighi contrattuali in relazione ad essa. Non impegnera' il
committente in alcun modo senza il suo preventivo consenso scritto e presentera' tale obbligo in
modo chiaro ai terzi, se sara' il caso.

2. Durante l'esecuzione del contratto, l'Appaltatore si impegna a non pregiudicare le abitudini
politiche, culturali e religiose dominanti in Romania, nel rispetto dei diritti dell'uomo.
3. Nel caso in cui, l'appaltatore o uno dei suoi subappaltatori, il personale, gli esperti, agenti o i
suoi collaboratori offrano di dare, o accettano di offrire o di dare, o danno a qualsiasi persona, la
tangente, beni a titolo di regalo, facilita' o commissioni al fine di determinare o ricompensare
l'adempimento o l'inadempimento di qualsiasi atto o fatto concernente il presente contratto o
qualsiasi altro contratto stipulato con il committente, o per favorire o sfavorire qualsiasi persona in
relazione al presente contratto o a qualsiasi altro contratto stipulato con questa, il Committente
puo' decidere la recessione dal presente contratto, secondo la legge, senza arrecare alcun
pregiudizio ai diritti acquisiti in precedenza dall'appaltatore.
4. I pagamenti all'appaltatore derivanti dal Contratto costituiscono l'unico reddito o beneficio
che puo' derivare da esso, e sia l'appaltatore sia anche il suo personale impiegato o contrattato,
compreso il suo management e i dipendenti sul territorio, non accetteranno alcuna commissione,
sconto, indennita', pagamento indiretto o qualsiasi altra forma di compenso in relazione a o per
l'esecuzione degli obblighi previsti dal presente contratto.
5. L'appaltatore non avra' alcun diritto, direttamente o indirettamente, ad alcun indennizzo,
incentivo o commissione sul qualsiasi bene o procedura brevettata o proteggiate, utilizzati ai fii
del Contratto o del Progetto, senza la previa autorizzazione scritta da parte del Committente.
6. L'appaltatore e il suo personale sono tenuti al segreto professionale durante l'esecuzione del
Contratto, comprese le sue eventuali proroghe e dopo la sua cessazione. A tale riguardo, salvo
previo consenso scritto del Committente, l'Appaltatore e il suo personale impiegato o contrattato

5
da esso, compreso il management e i dipendenti sul territorio, non potranno rilevare a qualsiasi
altra persona o entita', alcuna informazione confidenziale divulga a loro o che sono consapevoli e
non renderanno pubblica alcune informazioni che si riferiscono alle raccomandazioni pervenute
durante o come risultato dell'esecuzione del presente contratto. Inoltre, l'Appaltatore e il suo
personale incaricato non utilizzeranno a danno del Committente le informazioni che sono state
fornite o risultati degli studi, testi e ricerche condotte durante o al fine d'esecuzione del presente
contratto.
7. L'esecuzione del Contratto non generera' spese commerciali straordinarie. Se sorgono tali
spese, tuttavia, si puo' risolvere il contratto ai sensi dell'art. del presente contratto. Le spese
commerciali straordinarie rappresentano le commissioni che non sono menzionate nel presente
contratto o che non derivano da un contratto valido stipulato con riguardo al esso, le commissioni
che non corrispondono ai servizi/opere eseguiti e legittimi, le commissioni pagate ad un
destinatario che non sia chiaramente identificato o le commissioni pagate ad una societa' che,
secondo ogni apparenza, e' una societa' intermediaria.
8. L'Appaltatore dovra' fornire al Committente, su richiesta, i documenti giustificativi delle
condizioni in cui viene eseguito il presente contratto. Il Committente dovra' condurre qualsiasi
documentale o indagine in loco che ritenga necessarie per raccogliere delle prove in caso di
dubbi circa l'esistenza di alcune spese commerciali straordinarie.
10.2. Conflitto di interessi
1. L'Appaltatore adotta tutte le misure necessarie per prevenire o fermare qualsiasi situazione che
puo' compromettere l'esecuzione obiettiva e imparziale del presente contratto. I conflitti d'interesse
potrebbero sorgere in particolare a causa d'interessi economici, appartenenza politica o di
nazionalita', i legami di parentela o di affinita', o qualsiasi altra connessione o comunanza d'interessi.
Qualsiasi conflitto di interessi sorto durante l'esecuzione del presente contratto deve essere notificato
per iscritto al committente, entro .. giorni dalla sua comparsa.

2. Il Committente si riserva il diritto di verificare se le misure adottate siano adeguate e, se
necessario, puo' richiedere misure supplementari. L'Appaltatore provvede affinche' il suo personale,
impiegato o da esso contrattato, compresi il management e i dipendenti del territorio, non si trovino
in una situazione che potrebbe generare un conflitto d'interessi. L'Appaltatore sostitura', entro 60
giorni e senza indennizzo da parte del Committente, qualsiasi membro del suo personale impiegato o
contrattato, compresi il management o i dipendenti del territorio, che si trovano in una situazione del
genere.

3. L'Appaltatore deve evitare qualsiasi contatto che possa compromettere la sua indipendenza o
quella del suo personale, impiegato o contrattato, compresi il management e i dipendenti del
territorio. Nel caso in cui l'appaltatore non mantiene la sua indipendenza, il committente, senza
pregiudicare il suo diritto ad ottenere la riparazione del pregiudizio che e' stato causato a seguito di
un conflitto d'interessi, potra' decidere la risoluzione di pieno diritto e con effetto immediato del
presente contratto, ai sensi dell'art. 69.

10.3. Legislazione de Lavoro e Programma di Lavoro
1. L'Appaltatore rispetta tutta la legislazione sul lavoro del personale, compresa la legislazione
vigente in materia di occupazione, orari di lavoro, salute, sicurezza sul lavoro, servizi sociali,
immigrazione ed emigrazione, e consentire a essi tutti i diritti legali.
2. L'Appaltatore deve consentire i livelli salariali e le condizioni di lavoro che non saranno inferiori a
quelli stabiliti nel ramo d'attivita' in cui svolge la sua attivita'.

6
3. L'Appaltatore costringera' i suoi dipendenti a rispettare tutte le leggi vigenti, comprese quelli
riguardanti la sicurezza sul lavoro.
4. L'attivita' nel cantiere non si svolgera'nei giorni festivi, giorni di riposo e le usanze religiose o di
altra natura, riconosciuti ufficialmente come essendo giorni non lavorativi o fuori delle ore normali
di lavoro indicati nel contratto, con le seguenti eccezioni:
a) diversamente specificato nel contratto;
b) la persona autorizzata dal committente offre il suo consenso;
c) l'attivita' e' inevitabile o e' necessaria per la tutela della vita o della proprieta' o per la
sicurezza delle opere, caso in cui l'appaltatore notifichera' immediatamente la persona autorizzata dal
committente.
5. L'Appaltatore informera' il committente sul suo programma di lavoro previsto per ogni settimana /
ogni mese per l'esecuzione del presente contratto, in modo che la sua persona autorizzata essere in
grado di pianificare e di garantire la continuita' della supervisione delle opere durante tutte le fasi del
contratto.

10.4. Facilita' per il personale e la forza del lavoro
1. L'Appaltatore dovra' fornire e mantenere tutto quello che e' necessario per alloggio insieme con le
agevolazioni sociali per il suo personale.
2. L'Appaltatore non permettera' ad alcun dei suoi dipendenti di abitare temporaneamente o
permanentemente in qualsiasi struttura che rappresenta parte delle opere permanenti.

10.5. Salute e sicurezza sul lavoro
1. L'Appaltatore deve nominare un funzionario responsabile della sicurezza e prevenzione degli
infortuni sul cantiere. Questa persona deve essere qualificato per tale responsabilita' e deve avere
l'autorita' di rilasciare disposizioni e di adottare tutte le misure necessarie per prevenire gli incidenti.
2. Durante l'esecuzione dei lavori, l'Appaltatore e' tenuto a sostenere l'attivita' della persona
responsabile per la prevenzione degli incidenti, al fine di esercitare la sua responsabilita' e l'autorita'.
3. L'Appaltatore e' il solo responsabile nel caso d'incidenti sul lavoro, eventi o incidenti pericolosi,
malattie professionali causate o prodotte da macchinari tecnici (attrezzature, impianti, ecc.), i
processi tecnologici utilizzati o impegnati, o dai suoi lavoratori o quelli delle societa' impegnate a
svolgere le loro attivita' per esso (subappaltatori), ai sensi della Legge della Sicurezza e della Salute
sul lavoro nr. 319/2008 e delle Norme metodologiche di attuazione della Legge nr. 319/2016,
approvato dalla Decisione del Governo n. 1425/2006, insieme con qualsiasi modifica legislativa
emersa nel corso dell'esecuzione del presente contratto.
4. In caso d'incidenti sul lavoro, eventi o incidenti pericolosi durante l'attivita' svolta dall'appaltatore,
esso deve comunicare e indagare su incidenti di lavoro, eventi, secondo la legge, e' registrera' presso
l'Ispettorato Territoriale di Lavoro di giurisdizione.
5. L'Appaltatore dovra' tenere un registro e di preparare relazioni sulla salute, sicurezza e le
agevolazioni sociali delle persone, ai sensi dei requisiti della persona autorizzata dall'appaltatore.
6. L'Appaltatore deve registrare solo gli eventi prodoti ai propri dipendenti.

10.6 Personale e le attrezzature
1. Il personale dell'appaltatore avra' le qualifice, le competenze e l'esperienza adeguati per i settori
rispettivi di attivita'.
2. La persona autorizzata dal committente puo' richiedere all'appaltatore di rimuovere (o disporre di
essere rimossi) qualsiasi persona impiegata sul cantiere, che:
a) persiste in un comportamento improprio o mancanza di responsabilita;
b) svolge le sue funzioni con incompetenza o negligenza;
c) viola qualsiasi disposizione del presente contratto;

7
d) persiste in un comportamento che mette in pericolo la sicurezza, la salute o la tutela
dell'ambiente.
3. L'Appaltatore trasmette alla persona autorizzata dal committente i dettagli riguardanti ogni
categoria di personale e ogni tipo di attrezzatura esistente sul cantiere.

10.7. Obblighi dell'appaltatore sulla progettazione
10.7.1. L'appaltatore ha l'obbligo di svolgere il lavoro di progettazione delle opere che rappresentano
l'oggetto del presente contratto, con progettisti qualificati, ingegneri e altri professionisti, che
soddisfano i requisiti indicati dalle specifiche tecniche, allegati al presente contratto.

10.7.2. L'appaltatore deve assicurare che se stesso, i progettisti ed i suoi subappaltatori hanno
l'esperienza e la capacita' necessaria per la progettazione.

10.7.3. L'appaltatore si assume la sua responsabilita' per la disponibilita' dei suoi progettisti di
partecipare alle discussioni con il committente e/o la persona da lui autorizzata, ogni volta sara'
necessario, durante lo svolgimento del contratto e fino alla scadenza della garanzia di buona
esecuzione del contratto.

10.7.4. Sulla base delle specifiche tecniche fornite dal committente, l'appaltatore ha l'obbligo di
garantire la preparazione e l'ultimazione di tutti i progetti necessari secondo i casi, e.g. tutela /
trasferimento delle utenze affettati dai lavori, fatta eccezione quelli per cui il committente offre
integralmente la necessaria progettazione.

10.7.5. L'Appaltatore ha l'obbligo di sviluppare un progetto tecnico coerente e conforme ai requisiti
delle specifiche tecniche e disegni forniti dal committente, in base alla documentazione di gara che
ha portato alla conclusione del presente contratto.

10.7.6 L'Appaltatore ha il diritto di fornire successivamente informazioni su fasi di progetto a
condizione che ciascuna fase presentata esca completa in modo che puo' essere esaminata e
approvata separatamente da parte del committente, come parte integrante del progetto complessivo di
esecuzione dei lavori.

10.7.7. L'Appaltatore ha l'obbligo di garantire che tutti gli aspetti sulla progettazione dei lavori
soddisfano i requisiti del committente e sara' responsabile per la progettazione dei lavori ad uno
standard che puo' essere verificato dalla persona autorizzata da parte del committente che agisce in
qualita' di supervisore dei progetti.

10.7.8. Il termine in cui il committente notifica il suo accordo sui documenti previsti di cui al punto
10.1.6 e' di 120 giorni dal loro ricevimento.

10.7.9. L'Appaltatore ha l'obbligo di progettare tutti i lavori (temporanei o permanenti) necessari per
realizzare l'oggetto del presente contratto.

10.7.10. L'Appaltatore ha l'obbligo di sviluppare il progetto in conformita' con gli standard tecnici e
i requisiti legali in materia di progettazione dei lavori di costruzione e sull'ambiente.

10.7.11. Nel caso in cui durante l'esecuzione del contratto occorrono modifiche agli standard e/o
alla legislazione applicabile per la preparazione del progetto, l'appaltatore notifichera' il committente
e (se del caso) presentera' proposte per l'implementazione / aggiornamento.


8
10.7.12. Nella situazione in cui, secondo all'art. 10.1.10, il committente decide che deve attuare le
nuove norme, le proposte per l'implementazione diventeranno l'oggetto di un addendum, firmato
dalle parti contraenti con rispetto dei previsti legali in materia, alla sua stipulazione.

10.7.13. L'appaltatore deve risolvere le non conformita' e le incongruenze rilevate dalla persona
autorizzata dal committente, il quale supervisore del progetto.


10.8. Principali obblighi in materia di esecuzione delle opere
10.8.1. L'Appaltatore ha l'obbligo di eseguire e completare i lavori e di rimediare i difetti nascosti,
con l'attenzione e la spedizione dovuti, in conformita' con gli obblighi assunti tramite il presente
contratto.

10.8.2. L'Appaltatore ha l'obbligo di sorvegliare i lavori, di fornire la manodopera, i materiali,
impianti, attrezzature e tutti gli altri elementi, sia di natura temporanea o definitiva, necessari per
l'esecuzione del presente contratto, nella misura in cui la necessita' della loro fornitura e' prevista dal
contratto o si puo' ragionevolmente dedurre dal contratto.

10.8.3. L'Appaltatore e' pienamente responsabile per la conformita', la stabilita' e la sicurezza delle
tutte le operazioni eseguite sul cantiere, cosi come per i metodi di esecuzione utilizzati, con rispetto
delle disposizioni e regolamenti legali in materia di qualita' della costruzione.

10.8.4. L'Appaltatore ha l'obbligo a fornire al committente, prima di iniziare l'esecuzione delle opere,
per l'approvazione, il calendario dei pagamenti necessari per l'esecuzione delle opere, nella loro
ordine di esecuzione tecnologica.

10.8.5. L'Appaltatore ha l'obbligo ad archiviare, presso il cantiere, una copia del presente contratto,
una copia della documentazione di esecuzione, le modifiche e le altre comunicazioni emesse ai sensi
del presente contratto, per la loro consultazione da parte dell'Ispettorato di Stato per l'edilizia e da
persone autorizzate dal committente, alla loro richiesta.

10.8.6. L'Appaltatore ha l'obbligo di mettere a disposizione del committente, entro i termini indicati
negli allegati del contratto, i quaderni di misurazioni (gli allegati) e, secondo del caso, in circostanze
concordati, i disegni, calcoli, verifiche dei calcoli e quasiasi altro documento che l'appaltatore e'
tenuto a preparare o sono richiesti dal committente.

10.8.7. (1) L'Appaltatore ha l'obbligo a rispettare ed eseguire le disposizioni del committente su
qualsiasi questione sottopostagli o meno nel contratto. Nel caso il cui l'appaltatore ritiene che le
disposizioni del committente sono irragionevoli o inadeguati, egli ha il diritto di opporsi per iscritto,
senza che queste obiezioni assolvergli dall'obbligo di eseguire gli ordini ricevuti, a meno che non
entrino in conflitto con i previsti legali.
(2) Nel caso in cui il rispetto e l'applicazione delle disposizioni di cui al punto (1) provoca
difficolta' nell'esecuzione che necessita costi aggiuntivi, questi costi saranno coperti a carico del
committente.

10.8.8. (1) Nel caso in cui una delle parti rileva un errore o un difetto di natura tecnica dentro un
documento redatto per essere utilizzato per l'esecuzione dei lavori, la parte in causa ha l'obbligo di
notificare tempestivamente l'altra parte sull'errore o mancanza.
(2) Nel caso in cui durante l'esecuzione dei lavori si rilevano errori, omissioni, ambiguita',
differenze o mancanze nella progettazione, essi e i lavori saranno rimediati a carico dell'appaltatore.

9

10.8.9. L'Appaltatore ha l'obbligo di ottenere tutte le approvazioni per i piani di sistematizzazione, di
zonizzazione o altra autorizzazione analoga per opere permanenti e tutte le altre autorizzazioni
descritte negli allegati al presente contratto.

10.8.10. L'Appaltatore ha l'obbligo di trasmettere tutte le comunicazioni, di pagare tutte le tasse,
imposte e onorari e di ottenere tutti i permessi, le licenze e le approvazioni in conformit con le
disposizioni legali vigenti per la progettazione, l'esecuzione e l'ultimazione dei lavori e la rettifica di
eventuali difetti. L'Appaltatore dovra' indennizzare il committente e lo assicurera' contro le
conseguenze dovuti all'inadempimento degli obblighi.

10.8.11. (1) L'Appaltatore e' responsabile per la mappatura coretta dei lavori avuto riguardo i reperi
forniti dal committente, come anche la fornitura di tutte le attrezzatura, strumenti, dispositivi e delle
risorse umane necessarie per svolgere tale responsabilita'.
(2) Nel caso in cui, surante l'esecuzione dei lavori, si rilieva un errore nella posizione, le
quote, dimensioni o l'allineamento di qualsiasi parte del lavoro, l'appaltatore ha l'obbligo a
correggere l'errore rilevato.

10.8.12. Durante l'esecuzione dei lavori e d'eliminare dei difetti nascosti, l'appaltatore ha l'obbligo di:
a) prendere tutte le misure per l'assicurazione di tutte le persone le cui presenza nel cantiere
e' autorizzata e di mantenere il cantiere (purche' sia sotto il suo controllo) e i lavori (finche' non sono
stati completati e occupati da parte del committente) nel stato d'ordine necessario per evitare ogni
pericolo per tali persone;
b) procurare e mantenere a sue spese tutte le dispositive d'illuminazione, di protezione, di
recinzioni, allarme e guardia, quando e dove necessario o richiesto dal committente o da altre
autorita' competenti, al fine di proteggere le opere o di garantire il comfort dei residenti;
c) adottare tutte le ragionevoli misure necessaruie per il rispetto dei tutti requisiti di legge
in materia di tutela ambientale sul cantiere e fuori e per prevenire eventuali danni o disagi causati
alle persone, proprieta' pubbliche o altri, derivanti dall'inquinamento, rumori o altri fattori generati
dal suo funzionamento;
d) assicurarsi che le emissioni, gli scarichi di superficie e i rifiuti derivanti dalla loro
attivita' non supereranno i valori ammessi dalle disposizioni di legge vigenti.

10.8.13. L'Appaltatore determinera' il modo di trattamento dei difetti che occorrono nell'esecuzione
dei lavori, per sua colpa, al fine di garantire il livello di qualita' richiesto. Le soluzioni proposte per
porre rimedio devono essere controllati e approvati da una persona autorizzata da parte del
committente.

10.8.14 L'Appaltatore e' responsabile del mantenimento in buono stato delle opere, dei materiali,
delle attrezzature e le strutture che vengono messi in opera, dalla data di ricevimento dell'ordine di
iniziare dei lavori e fino alla sottoscrizione del verbale di consegna delle opere.

10.8.15. (1) L'Appaltatore ha l'obbligo di istituire un sistema di assicurazione della quantita' per
dimostrare la conformita' con i requisiti del presente contratto, il sistema che sara' in conformita' con
i dettagli previsti di cui all'allegato. Il committente o una persona da lui autorizzata da esso, avra' il
diritto di controllare qualsiasi aspetto del sistema di qualita'.
(2) I dettagli di tutte le procedure e i documenti di conformita' saranno inviati al committente
al fine di informarlo, prima d'iniziare di ogni fase di progettazione e di esecuzione. Al rilascio di un
documento di natura tecnica indirizzato al committente o al suo rappresentante, e' necessario che tale
documento porti il previo consenso del committente.

10
(3) La conformita' al sistema di garanzia della qualita' non dispensa l'appaltatore da alcuno
dei suoi doveri, obblighi o responsabilit ai sensi del presente contratto.

10.8.16. (1) L'appaltatore ha l'obbligo di pagare tutti i costi e le spese per le vie d'accesso con
destinazione speciale e/o temporanea che possono essere necessari, compresso quelle d'accesso nel
cantiere. Inoltre, l'appaltatore deve ottenere, a suo rischio e spese, qualsiasi altro servizio aggiuntivo
al di fuori del cantiere, che puo' essere necessario per l'esecuzione dei lavori che rappresentano
l'oggetto del presente contratto.
(2) L'appaltatore e' responsabile (nella relazione tra le parti) delle opere di manutenzione,
che possono essere necessarie in conseguenza dell'uso dalla sua parte delle strade di accesso.
(3) L'appaltatore ha l'obbligo di fornire tutte le indicazioni e cartelli lungo le strade di
accesso e di ottenere il permesso dalle autorita' competenti per la segnaletica e indicatori e di
utilizzare queste strade; l'appaltatore non sara' responsabile per i reclami derivanti dall'uso delle
strade d'accesso.

10.8.17. (1) Durante l'esecuzione delle opere e la riparazione dei vizi nascosti, l'appaltatore ha
l'obbligo, nella misura consentita dalle disposizioni del presente contratto, di non ostacolare
inutilmente e impropriamente:
a) il comfort dei residenti; o
b) le stade d'accesso, mediante l'utilizzo e l'occupazione delle strade o delle vie pubbliche o
private che servono gli immobili di proprieta' del committente o di qualsiasi altra persona.
(2) L'Appaltatore sara' tenuto a pagare indennizzi per risarcimenti a favore del committente
contro tutti i reclami, procedimenti giudiziari, danni, costi, commissioni e spese, di qualsiasi natura,
derivanti da o in connessione con l'obbligo previsto di cui al punto (1), la cui responsabilita' ricade
all'appaltatore.

10.8.18. - (1) L'Appaltatore ha l'obbligo di utilizzare in modo ragionevole le strade o ponti di
comunicazione con o che si trovano lungo strada del cantiere e di prevenire i danni o la loro
distruzione dal proprio traffico o del uno dei suoi subappaltatori; l'appaltatore deve scegliere le rotte,
scegliera' e utilizzera i veicoli, limitera' e distribuira' i carichi, in modo che il traffico supplementare
che risultera' inevitabilmente dalla movimentazione dei materiali, attrezzature, impianti o simili, da e
verso il cantiere, che dovrebbe essere limitato per quanto possibile in modo da non causare danni o la
distruzione delle strade e ponti in questione.
(2) Qualora la natura dei lavori richiede l'utilizzo da parte dell'appaltatore, del trasporto di
acqua, le disposizioni di cui al punto (1) saranno interpretate nel modo in cui, tramite "strada" si
intende compresi conca, banchina, molo o altra struttura relativa ad un corso d'acqua e tramite
"veicolo" si intende qualsiasi imbarcazione, e tali disposizioni si applicano di conseguenza.
(3) Nel caso in cui si verificano danni o distruzioni di qualsiasi ponte o strada che comunica
con o si trova lungo del cantiere, a causa del transporto dei materiali, attrezzature, impianti o simili,
l'appaltatore ha l'obbligo di risarcire il committente contro tutti i reclami sui danni di tali ponti o
strade.
(4) Salvo quanto diversamente previsto nel presente contratto, l'appaltatore e' responsabile e
paghera' il consolidamento, la modifica o il miglioramento, al fine di agevolare il trasporto dei
materiali, attrezzature, impianti o simili, di qualsiasi strada o ponte comunicante con o che si trovano
lungo del cantiere.

10.8.19. (1) Durante l'esecuzione dei lavori, l'appaltatore e' obbligato:
a) evitare, quanto possibile, l'accumulo di ostacoli inutili nel cantiere;
b) depositare o ritirare qualsiasi macchinaio, attrezzatura, impianto, eccedenza di materiali;

11
c) raccogliere o rimuovere dal cantiere i reliti, le macerie o le opere temporanee di qualsiasi
genere, ce non sono piu' necessari.
(2) L'Appaltatore ha il diritto di trattenere in loco, entro al fine del periodo di garanzia, solo
i materiali, le attrezzature, impianti o opere temporanee, che sono necessari per l'adempimento dei
propri obblighi durante il periodo di garanzia.

10.8.20. L'appaltatore e' responsabile, secondo i suoi obblighi, per difetti occulti di costruzione, che
si verificano entro 10 anni
1
dalla consegna delle opere e, dopo il completamento del questo periodo,
per tutta la durata della costruzione, per i difetti alla struttura di resistenza dovuti alle non conformita'
ai progetti e dettagli di esecuzione delle opere.

10.8.21. L'Appaltatore si impegna a risarcire il committente contro qualsiasi:
a) reclami o azioni legali derivanti dalla violazione dei diritti di proprieta' intellettuale
(brevetti, denominazioni, marchi registrati, ecc.), relative alle attrezzatura, materiali,
impianti o macchinari utilizzate per o in connessione con l'esecuzione dei lavori o
incorporati nelle opere; e
b) danni interessi, costi, oneri e spese di qualsiasi natura, salvo tale situazione in cui una
violazione di tal genere e' dovuta dal rispetto del progetto o del capitolato preparato dal
committente.
10.8.22. (1) L'Appaltatore ha l'obbligo di rispettare tutta la legislazione sul lavoro che si applica al
proprio personale, compresa quella concernente il lavoro, assunzione, alla salute, la sicurezza sul
lavoro, i servizi sociali, l'immigrazione e l'emigrazione, secondo dei casi, e consente a essi tutti i
diritti legali.
(2) L'Appaltatore richiedera' i propri dipendenti di rispettare la legislazione vigente, comprese
le leggi che si riferiscono alla sicurezza sul lavoro.
(3) L'Appaltatore adottera' tutte le misure necessarie per l'impiego di tutto il personale e
manodovra, e di pagare, di assicurare il loro vitto, alloggio e trasporto.

10.8.23. L'Appaltatore e' obbligato a fornire al committente, al termine dei lavori, i seguenti:
a) fattura fiscale;
b) stato dei lavori;
c) verbale di consegna;
d) i documenti di qualita', conformita' e garanzia per i materiali messi in opera;
e) i certificati di omologazione tecnica per i materiali acquistati dall'estero;
f) certificazioni di collaudi, misurazioni, verifiche, compresi per i materiali importati;
g) il dossire del lavoro contenente tutte le registrazioni dichiarati nella PCCVI.

Articolo 11. Obblighi del committente
11.1. All'inizio dei lavori il committente ha l'obbligo di ottenere tutti i permessi e le autorizzazioni
necessari per l'esecuzione dei lavori.
11.2. (1) Il Committente ha l'obbligo di fornire all'appaltatore, a titolo gratuito, se non diversamente
concordato, i seguenti:
a) la planimetria del lavoro, libera da ogni impegno;
b) le superficie di terreno necessari per depositi e l'organizzazione del cantiere;
c) le vie d'accesso stradale e i collegamenti a ferroviari;
d) i collegamenti per le utenze (acqua, gas, elettricita', fognature, ecc.), fino al limite del
cantiere.

1
Ai sensi dell'art. 29 della Legge nr. 10/1995 sulla qualit d'edilizia, con le successive modifiche ed integrazioni.

12
(2) Le spese per il consumo delle utenze e per contatore o altri dispositivi di misurazione
sono a carico del committente.

11.3 Il committente e' pienamente responsabile per l'accuratezza dei documenti e ogni altra
informazione fornita all'appaltatore, cosi come per le sue disposizioni e forniture.

11.4 Il committente ha l'obbligo di esaminare e valutare le opere che diventano nascosti, entro e non
oltre 120 dalla notifica dell'appaltatore.

Articolo 12. Sanzioni per l'inadempimento colposo degli obblighi
12.1 - Nel caso in cui, per sua colpa esclusiva, l'appaltatore non adempia i suoi obblighi assunti
tramite il presente contratto, il committente ha il diritto a detrarre dal prezzo del contratto, a titolo di
penale, una somma pari al 0,1% del prezzo contrattuale per ogni giorno di ritardo fino al compimento
effettivo degli obblighi.

12.2 - Nel caso in cui, il committente non salda le fatture entro 30 giorni dalla scadenza del periodo
convenuto, allora esso e' tenuto a pagare, a titolo di penale, una somma pari al 0,1% del pagamento
non effettuato per ogni giorno di ritardo, fino al compimento effettivo degli obblighi.

12.3. - Le penali dovuti cominciano a decorrere di diritto dalla data di scadenza degli obblighi assunti
ai sensi del presente contratto.

12.4. - Per il pregiudizio causato da inadempimento o la cattiva esecuzione degli obblighi assunti,
che supera il valore massimo dei penali che possono essere percepiti, in aggiunta, le parti devono i
danni - ineressi nelle condizione del diritto comune.

12.5. - L'inottemperanza dalle parti dei loro obblighi derivanti dal presente contratto da' il diritto alla
parte lesa di trattare il contratto risolto di diritto senza altre formalita' e senza alcun atto giudiziale o
extragiudiziale. Il presente patto commissorio di quarto grado ha' effetto dalla data di scadenza degli
obblighi inadempiuti.

12.4 - Il committente si riserva il diritto di recesso dal contratto, in qualsiasi momento, mediante
comunicazione scritta inviata all'appaltatore, senza alcun indennizo, nel caso dell'apertura di
falimento contro di lui sotto le condizioni d'insolvenza, con le successive modifiche ed integrazioni,
a condizione che tale recesso non pregiudica o affetta il diritto di azione o pretesa dall'appaltatore. In
questo caso, esso ha il diritto di richiedere il pagamento solo per la parte del contratto gia' eseguita
fino alla risoluzione unilaterale del contratto.

CLAUSOLE SPECIFICHE

13. Garanzia di buona esecuzione del contratto
13.1 L'Appaltatore si impegna a costituire la garanzia di buona esecuzione del contratto per un
importo di , per il periodo .., sotto forma .. (strumento di
garanzia rilasciato ai sensi della legge da una societa' bancaria o da una compagnia di assicurazioni,
pagamenti successivi al conto alla disposizione del committente, bonifico bancario), fina all'entrata
in vigore del contratto (entro giorni dalla sottoscrizione del presente contratto).

13.2. (1) Nella situazione in cui le parti convengono la prolungazione del periodo di esecuzione dei
lavori appaltati, per qualsiasi motivo (compresa la forza maggiore), l'appaltatore ha l'obbligo di

13
prorogare la validita' della garanzia di buona esecuzione, entro e non oltre 30 giorni dalla data di
entrata in vigore dell'addendum.
(2) La garanzia di buona esecuzione che si estendera' sara' valida dalla data di scadenza del
periodo iniziale di proroga del termine dell'esecuzione e fino alla sottoscrizione del verbale di
consegna.

13.3 - Il committente si impegna a sbloccare la garanzia di partecipazione e a rilasciare l'ordine di
inizio del contratto solo dopo che l'appaltatore ha dimostrato la costituzione della garanzia di buona
esecuzione.

13.4 - Il committente ha il diritto di fare pretese sulla garanzia di buona esecuzione, nel limite del
pregiudizio causato, se l'appaltatore non adempia, adempia con ritardo o non correttamente gli
obblighi assunti tramite il presente contratto. Prima di emettere una preteza sulla garanzia di buona
esecuzione, il committente e' tenuto a comunicare all'appaltatore la sua intenzione, pur sottolineando
gli obblighi che non sono stati rispettati.

13.5 Il committente si impegna a restituire la garanzia di buona esecuzione come segue:
a) 70% del valore della garanzia, entro 14 giorni dalla conclusione del verbale di consegna
all'ultimazione dei lavori, se non sono sollevate fino a quella data pretese su di essa, e il rischio di
difetti nascosti e' minimo;
b) il restante 30% del valore della garanzia, fino alla scadenza del periodo di garanzia dei lavori
eseguiti, sulla base del verbale di collaudo definitivo.
I verbali di collaudo definitivo potranno essere redatti anche per parti di lavoro, se essi sono
fisicamente distinte e funzionali.
13.6 - La garanzia tecnica e' distinta dalla garanzia di buona esecuzione del contratto.

13.7. - Garanzia bancaria di restituzione dell'anticipo
1. L'Appaltatore ha l'obbligo di costituire una garanzia sulla restituzione dell'anticipo nel quantum
del valore richiesto a titolo di anticipo, la cui validita' sara' di ........................................ .

2. L'Appaltatore puo' richiedere una proroga della validita' della garanzia di restituzione dell'anticipo
nel caso in cui . (indicare le circostanze).

3. Il committente si impegna a sbloccare la garanzia di restituzione dell'anticipo alla data
dell'adempimento integrale degli obblighi contrattuali derivanti dall'anticipo.


14. Progettazione.
14.1. L'Appaltatore ha l'obbligo di iniziare a fornire servizi per la preparazione della documentazione
tecnico economica afferente e secondo il cronoprogramma di pagamenti e di esecuzione (progetto
per il permesso di costruzione + progetto tecnico, dettagli, ecc.) / documentazione d'intervento / per
l'obiettivo, entro 30 giorni dalla costituzione della garanzia di buona esecuzione.

14.2. Nel caso in cui l'appaltatore subisce ritardi e/o comporta costi aggiuntivi, esclusivamente
dovuti all'appaltatore, le parti concluderanno:
a) la prolongazione del termine di prestazione del servizio; e
b) la spesa complessiva, se del caso, che verra' aggiunta al prezzo del contratto.


14
14.3 - (1) I servizi resi in base al contratto o, se del caso, ogni fase dello stesso, prevista di essere
completata entro il termine previsto dal cronoprogramma di esecuzione del contratto, devono essere
completati entro il termine concordato dalle parti, che sara' calcolato a partire dalla data di inizio
della prestazione dei servizi.
(2) Nel caso in cui:
a) ogni motivo di ritardo che non e dovuto all'appaltatore; o
b) altre circostanze anomale che possono sorgere, per cause diverse dalla violazione del
contratto da parte dell'appaltatore;
danno il diritto di richiedere l'estensione del periodo del contratto o qualsiasi fase dei lavori, allora le
parti esamineranno, per comune accordo, il periodo di prestazione e firmeranno un addendum.

14.4 - Nel caso in cui, durante l'adempimento del contratto, l'appaltatore non rispetta il
cronoprogramma di cui all'art. 7, esso ha l'obbligo di notificare tempestvamente, il committente. La
modifica dei dati / periodi d'esecuzione assunti e' fatta con il consenso delle parti, tramite addendum.

14.5 - Ogni ritardo nell'esecuzione del contratto da' il diritto al committente di rivendicare sanzioni
all'appaltatore, a meno che il committente e' d'accordo con la prolongazione del periodo di
esecuzione.

15. L'installazione, l'organizzazione, la sicureza e l'igiene del cantiere
15.1. L'installazione del cantiere
15.1.1. L'appaltatore acquista a sue spese e rischio i terreni che potrebbero essere necessari per
l'installazione del cantiere, nella misura in cui coloro che sono stati essi a disposizione
dell'appaltatore non sono sufficienti.

15.1.2. L'Appaltatore si assume tutte le modifiche nella costituzione e manutenzione delle strutture
nel cantiere, tra cui le strade di accesso, le strade di servizio che non sono aperti al traffico pubblico.

15.1.3. Nel caso in cui l'accesso al cantiere non puo' essere raggiunto che solo sull'acqua o dragaggio,
costruzione di dighe, l'appaltatore dovra' fornire gratuitamente al committente e/o alla persona
autorizzata da lui, come anche i suoi dipendenti, una imbarcazione ogni tanto sara' necessario.

15.1.4. L'Appaltatore deve espunere presso il cantiere un pannello contenente le informazioni
richieste dalla legge.

15.2. Stoccaggio di terre da scavo
15.2.1. a. L'Appaltatore acquista a sue spese e rischio, i terreni che potrebbere essere necessari per
luogo di deposito temporaneo della terra scavata, in aggiunta ai terreni che il committente mette alla
sua disposizione a titolo di luogo di stoccaggio permanente o temporaneo.
b. L'Appaltatore deve presentare l'elenco dei questi terreni, con il previo consenso del
committente, che puo' rifiutare l'autorizzazione o subordinamento alle disposizioni speciali presi,
soprattutto per sistemazione di depositi se le motivazioni d'interesse generale, come la tutela
ambientale, lo imporrono.

15.3. Sicurezza e la salute del cantiere
15.3.1. L'Appaltatore adotta tutte le misure relative alla propria sicurezza, del suo personale e dei
terzi, al fine di evitare gli incidenti sul cantiere. Esso prendera' in considerazione tutti i regolamenti e
le istruzioni della autorita' competenti.
15.3.2. L'Appaltatore assicura l'illuminazione e la pulizia del cantiere sia all'interno che all'esterno.
Nella misura in cui sara' necessario, l'appaltatore assicurera' anche la recinzione del cantiere.

15

15.3.3. L'Appaltatore adotta tutti i provvedimenti necessari per che i lavori che si svolgono non
rappresenti pericolo per terzi o traffico pubblico, se non e' deviato.

15.3.4. I punti di attraversamento pericolosi lungo i canali di comunicazione devono essere protetto
con pannelli temporanei o qualsiasi dispositivo idoneo. Le strade di accesso devono essere illuminati
e sorvegliati, se necessario.

15.3.5. L'Appaltatore adotta tutte le misure necessarie per garantire l'igiene degli impianti destinati al
personale, anche attraverso l'installazione di reti di approvvigionamento idrico potabile e servizi
igienico - sanitari, se la complessita' del cantiere lo richiede.

15.3.6. Tutte le misure di sicurezza e igiene di cui sopra sono a carico dell'appaltatore.

15.3.7. Nel caso in cui l'appaltatore non adempie i suoi obblighi specificati in alto e senza violazione
le competenze delle autorita' competeni, il committente, a spese dell'appaltatore, puo' adottare
le misure necessarie prima che la notifica per mancato adempimento degli obblighi produca i
suoi effetti.

15.3.8. In caso di emergenza o di pericolo, tali misure saranno adottate senza preavviso.

15.3.9. L'intervento delle autorita' competenti o del committente non esonera l'appaltatore dalle sue
responsabilita'.

15.3.10. Il committente informa l'appaltatore su tutti i guasti causate del personale d'intervento nel
cantiere che impediscono il corretto svolgimento della propria attivita'.

15.3.11. L'Appaltatore adotta tutte le misure necessarie per porre rimedio ai problemi riscontrati.

15.4. Misure contro il lavoro sommerso
15.4.1. L'appaltatore o qualsiasi membro dell'associazione deve imporre al suo personale di indossare
in ogni momento, all'interno del cantiere, un elemento d'identificazione, contenente informazioni
sulla persona e il datore di lavoro.

15.4.2 L'Appaltatore o qualsiasi membro dell'associazione e' obbligato di stabilire un registro di
registrazione che deve contenere tutti i dipendenti che hanno accesso al cantiere.

15.4.3. Il registro di cui al punto 15.4.2. deve essere tenuto aggiornato e disponibile per la persona
autorizzata dal committente e tutte le autorita competenti.

15.4.4. L'Appaltatore informa i suoi subappaltatori che questi obblighi si applicano anche a loro. Egli
rimane responsabile della loro osservanza durante l'intero periodo di esecuzione dei lavori.

15.4. Segnalazione del cantiere e guardia del traffico pubblico
15.4.1. Quando i lavori affettano il traffico pubblico, la segnalazione dell'utilizzo da parte del
pubblico deve rispettare le normative in materia. Questa viene realizzata sotto il controllo dei
competenti servizi da parte dell'appaltatore, quest'ultimo essendo responsabile per la fornitura e
l'installazione di pannelli e dispositivi di segnalazione senza violazione dell'articolo 15.3.4..


16
15.4.2. Se l'esecuzione dei lavori comporta la deviazione del traffico, l'appaltatore e' responsabile,
alle stesse condizioni, per l'esecuzione e manutenzione della segnaletica alle estremita' dei tratti dove
il traffico viene interrotto e della segnaletica delle strade deviate.

15.5. Mantenimento delle reti di comunicazione e flusso d'acqua
15.5.1. L'Appaltatore dovra' gestionare l'esecuzione secondo le istruzioni impartite e delle restrizioni,
in particolare quelli che si riferiscono alle reti di comunicazione e del flusso d'acqua, in modo da
mantenere il normale funzionamento di tutti i tipi di reti che attraversanno il cantiere.

15.5.2. Nel caso in cui l'appaltatore non adempia gli obblighi di cui sopra e senza violare le
competenze delle autorita' competenti, il committente, a spese dell'appaltatore, potra'
prendere le misure necessarie prima della notifica sull'inadempimento degli obblighi produca
i suoi effetti.

15.5.3. In caso di emergenza o di pericolo, tali misure saranno addottate senza preavviso.

15.5.4. L'intervento delle autorita' competenti o del committente non esonera l'appaltatore dalle sue
responsabilita'.

15.6. Costrizioni particolari per l'esecuzione dei lavori in prossimita' delle aree protette
Se l'esecuzione dei lavori viene svolta in prossimita' delle aree protette o in possesso di certificati di
protezione ambientale, l'appaltatore deve prendere, a suo rischio e spese, le misure necessarie per
ridurre, per quanto possibile, gli effetti che possono causare difficolta' di accesso, rumore dei motori,
vibrazioni, fumo e polvere.


15.7. Demolizione degli edifici
15.7.1 L'Appaltatore non puo' demolire gli edifici all'interno del cantiere prima di notificare
il committente. La notifica sara' inviata ad esso 120 giorni prima, e non ricevimento di
una risposta da parte del committente sara' considerato accordo sulla demolizione
degli edifici.
15.7.2 Per quanto riguarda la scelta dei materiali, l'appaltatore si conformera' alle
disposizioni della legislazione in materia sul riutilizzo o il recupero dei materiali
provenienti da demolizione o smontaggio.

15.8. L'uso degli esplosivi
15.8.1 L'Appaltatore adotta a suo rischio e spese, tutte le misure necessarie che l'uso degli
esplosivi non presenta alcun rischio per il suo personale o altre persone e non provoca
danni alle cose, proprieta' o dintorni.
15.8.2 Durante l'esecuzione dei lavori e soprattutto dopo l'esplosione, l'appaltatore deve
esaminare i frammenti scavati e i strati superiori del "cratere" che alcune parti di
roccia o altri elementi non cadere o scivolare direttamente o indirettamente nel
cratere.

15.9. Gestione dei rifiuti nel cantiere
Principi generali
a. Il recupero o lo smaltimento dei rifiuti ottenuti dai lavori che rappresentanto l'oggetto del
presente contratto, sono la responsabilita' del committente come produttore di rifiuti e
dell'appaltatore come possessore dei rifiuti durante l'esecuzione dei lavori.

17
b. L'appaltatore, rimane il produttore dei suoi rifiuti dal punto di vista degli imballaggi dei
prodotti utilizzati e quelli risultati dei suoi interventi.
c. L'Appaltatore esegue le operazioni previsti dalla legislazione in materia di raccolta,
trasporto, stoccaggio, l'eventuale scarico dei rifiuti derivanti dalle opere che rappresentanto
l'oggetto del presente contratto, secondo le disposizioni legali.
d. Per i rifiuti pericolosi saranno utilizzati i moduli specifici previsti dalla legislazione
vigente.
e. Prima d'inizio dei lavori, il committente presenta all'appaltatore, tutte le informazioni che
ritiene necessarie per il recupero e lo smaltimento dei rifiuti, come previsto dalla legge vigente.
f. L'Appaltatore adottera' permanente misure per rimuovere del materiale non coinvolto nei
lavori.
g. Durante lo stato d'avvanzamento dei lavori, l'appaltatore dovra' disimpegnare il sito
messo alla sua disposizione per l'esecuzione dei lavori, dai rifiuti risultati.

16. L'inizio e l'esecuzione delle opere
16.1. (1) L'Appaltatore ha l'obbligo di avviare le opere alla data di consegna del sito e
sottoscrizione del verbale di consegna.
(2) La consegna del sito vera' eseguita entro e non oltre 120 giorni dalla data della
costituzione della garanzia di buona esecuzione del contratto.
(3) Ai fini di consegnare il sito, almeno 120 giorni prima della scadenza del termine di cui
all'art. 15.1. comma (2), il committente, tramite il suo rappresentante mandatato, emettera' un ordine
scritto d'inizio dei lavori tramite cui richiederea' la presentazione dell'appaltatore ai fini di
consegnare il sito, di firmare il verbale di consegna e avviare l'esecuzione dei lavori.
(4) L'Appaltatore ha l'obbligo a prendere in consegna il sito, firmare il verbale di consegna e
di iniziare l'esecuzione dei lavori entro e non oltre alla scadenza del termine di cui all'articolo 15.1.
comma (2), sotto pena di pagare penali per ogni giorno di ritardo per un importo di 0,1% del valore
del contratto, l'IVA esclusa.
(5) L'Appaltatore non deve penali per non presa in consegna entro il termine di cui all'art.
15.1. comma (2), se cio e' dovuto alla colpa del committente (compresa la mancanza di trasmissione
dell'ordine d'inizio dei lavori), o un caso di forza maggiore.
(6) La mancanza dell'appaltatore per prendere in consegna il sito e d'iniziare l'esecuzione dei
lavori contrattati entro 120 giorni dalla scadenza del termine di cui all'art. 15.1. comma (2), comporta
la risoluzione del contratto con la conseguenza del blocco della garanzia di buona esecuzione e,
aggiuntivo, il pagamenti dei danni - interessi per la differenza tra il valore della garanzia di buona
esecuzione costituita e il valore del pregiudizio effettico causato al committente. La risoluzione
avviene di diritto, senza costituzione in mora e senza dover necessario di compiere alcuna formalita'.
(7) Le conseguenze di cui all'articolo 15.1. comma (6) non avranno efficacita' nel caso in cui il
superato del termine e' a causa del committente (compresa la mancanza dell'ordine d'inizio dei
lavori) o un caso di forza maggiore.
(8) Prima dell'inizio di esecuzione dei lavori, si concluderanno accordi sul rispetti delle
condizioni PSI [Prevenzione e lotta antincendio, ambientali e SMM [Sistema di gestione
ambientale]. L'accesso nel cantiere e l'inizio dell'esecuzione dei lavori non e' consentita senza queste
convenzioni.

16.2. L'Appaltatore deve informare il committente e l'Ispettoratto di Stato per l'edilizia, lavori
pubblici, urbanistica e sistemazione ambientale sulla data dell'effettivo inizio dei lavori.

16.3. (1) L'appaltatore ha l'obbligo di svolgere e completare le opere secondo il cronoprogramma
generale di esecuzione e al termine stabilito. I dati provvisori previsti dal cronoprogramma di
esecuzione sono considerati dati contrattuali.

18
(2) L'Appaltatore, su richiesta del committente, presentera', entro massimo 120 giorni dalla
data di consegna del sito e la sottoscrizione del verbale di consegna, il cronoprogramma di
esecuzione di dettaglio, redatto nell'ordine tecnologico di esecuzione. Nel caso in cui, durante
l'avanzamento dei lavori, essi non corrispondono con il cronoprogramma generale di esecuzione dei
lavori, su richiesta del committente, l'appaltatore presentera' un cronoprogramma rivisito, ogni volta
che il precedente cronoprogramma non e' conforme allo stato reale di esecuzione, per il
completamento dei lavori alla data indicata nel presente contratto. Il cronoprogramma rivisto non
esonera l'appaltatore di alcun obbligo assunto tramite il presente contratto. Questo cronoprogramma
comprende :
(a) l'ordine in cui l'appaltatore intende svolgere i lavori, presentazione dei documenti del
prestatore, l'approvvigionamento, la produzione, l'ispezione, consegna nel cantiere;
(b) i periodi di revisione e qualsiasi altra trasmissione, approvazioni e accordi specificati nei
requisiti del committente;
(c) la sequenza e la tempistica delle ispezioni e delle prove previste nel contratto, e
(d) una relazione giustificativa che deve includere:
(i) una descrizione generale dei metodi che l'appaltatore intende attuare e principali
fasi di esecuzione dei lavori; e
(ii) i dettagli comprendenti le stime ragionevoli dell'appaltatore sul necessario del
personale, per categorie, il numero dei macchinari dell'appaltatore e necessari sul
cantiere per il completamento di ciascuna fase principale dei lavori.
(e) tutti i dati, la tempistica e i principali obiettivi del contratto, in particolare la data d'inizio
dei lavori, il termine per l'ottenimento del permesso di costruzione e la durata d'esecuzione;
(f) la data in cui l'appaltatore ha previsto l'ultimazione dei lavori;
(g) connessioni logiche e le dipendenze esistenti tra le attivita';
(h) la strada o le strade critiche;
(i) le date in cui l'appaltatore richiede alcun tipo d'informazione o qualsiasi altra informazione
che il committente e' obbligato a fornire ad esso, compreso i dati d'accesso alle diverse
sezioni del cantiere;

Tutti i programmi generali successivi indicheranno, oltre a quello gia' menzionato:
(j) il reale progresso realizzato su ciascun'attivita' e l'impatto che questa lo ha sui lavori
restanti e
(k) qualsiasi modifica della durata dell'esecuzione derivante da una proroga del termine
concesso dalla persona autorizzata da parte dal committente.

16.4. Se entro 30 giorni dopo la ricezione del cronoprogramma, la persona autorizzata dal
committente non da' comunicazione all'appaltatore, menzionando che il programma non e' conforme
al contratto, l'appaltatore deve agire in conformita' con esso e gli altri obblighi da rispettare secondo
le disposizioni del presente contratto.

16.5. Nel caso in cui la persona autorizzata dal committente, presenta un avviso all'appaltatore che
indica che il cronoprogramma non soddisfa (necessariamente) le disposizioni del presente contratto o
il progress dei lavori e le intenzioni dichiarate, l'appaltatore presentera' ad esso un programma
aggiornato, entro 120 giorni.

16.6. Nelle condizioni in cui l'appaltatore non riesce a presentare alcun programma di esecuzione
entro il termine convenuto, si applichera' una penale a decorrere dalla data in cui il cronoprogramma
di esecuzione dei lavori dovrebbe essere presentato e fino la data in cui il cronoprogramma di
esecuzione soddisfacente e' presentato.


19
16.7. L'Appaltatore fornira' alla persona autorizzata da parte del committente gli aggiornamenti
settimanali del cronoprogramma di esecuzione, tramite cui conferma la durata, luogo e la natura di
ciascun'attivita' che verra' svolta nel cantiere durante la settimana successiva. Il personale del
committente ha il diritto di pianificare l'attivita' secondo il cronoprogramma dell'appaltatore.

16.8. L'Appaltatore deve presentare alla persona autorizzata da parte del committente, la
cronoprogramma dei lavori per ogni settimana e mese del periodo di esecuzione del contratto. Le
mancanze costatate nelle attivita' alla fine di settimane o mese pianificate, saranno correte nel
cronoprogramma successivo eliminando ogni mancanza del prossimo periodo, o in altro modo,
l'appaltatore deve indicare per iscritto le ragioni per cui il rimedio delle mancanze non puo' essere
raggiunto.

16.9. Nelle condizioni in cui lo sviluppo di un'attivita' registrata, entro un mese, non raggiunge un
livello minimo di 10% del valore / quantita' programmata, la persona autorizzata dal committente
puo' richiedere all'appaltatore, mediante avviso, di fornire una giustificazione per il disavanzo. Se
l'appaltatore non puo' giustificare la causa del tale deficit, esso e' passibile di una penalita'
equivalente.

16.10. Nel caso in cui l'appaltatore si trova nel ritardo con l'inizio dei lavori, il completamento dei
preparativi o se non adempia gli obblighi previsti, il committente ha il diritto di fissare un termine
entro di cui l'attivita' deve entrare in normale e di avvertire che, in caso d'inadempienza, alla
scadenza del termine fissato, il presente contratto sara' risolto.

16.11. Nelle condizioni in cui l'appaltatore non riesce ad ottenere il permesso di costruzione, entro o
prima della data stabilita da esso nella cronoprogramma di esecuzione, il committente ha il diritto di
imporre una penalita'.

16.12 - (1) Il committente ha il diritto di sorvegliare lo svolgimento dei lavori e di determinare la
loro conformita' alle specifiche contenute negli allegati al presente contratto. Le parti contraenti
hanno l'obbligo di notificare, per iscritto, una all'altra, l'identita' dei loro rappresentanti, certificati
professionalmente per questo scopo, rispettivamente il responsabile tecnico con l'esecuzione, da
parte dell'appaltatore e il responsabile dei lavori o, se del caso, un'altra persona fisica o giuridica
certificata secondo la legge, da parte del committente.
(2) L'Appaltatore ha l'obbligo a fornire l'accesso al representante del committente al luogo dei
lavori, in officine, magazzini e dovunque si sviluppano le attivita' relative all'adempimento degli
obblighi assunti tramite il presente contratto, compreso per la verifica delle opere nascoste.

16.13. L'Appaltatore dovra' informare tempestivamente il committente della possibilita' di eventi
futuri che possono verificarsi e le circostanze che possono influenzare negativamente i lavori,
possono aumentare il prezzo del contratto o causare ritardi nell'esecuzione dei lavori. Il committente
puo' richiedere all'appaltatore di trasmettere una stima dell'effetto previsto dei questi eventi o
circostanze menzionati e/o una proposta per risolverli.

16.14 - (1) I materiali posti in opera devono essere della qualita specificata nella documentazione di
esecuzione, le verifiche e le prove dei materiali utilizzati nell'esecuzione dei lavori e le condizioni di
accettazione provvisoria e della riconsegna finale (qualitativa') sono descritti nell'allegato / allegatii
al contratto (capitolati, Piano di Controllo della Qualita', Ispezioni e Collaudi).
(2) L'Appaltatore ha l'obbligo di fornire tutti gli strumenti, le attrezzature ed i materiali
necessari per la verifica, misurazione e collaudo dei lavori. Le spese con le prove e le verifiche,

20
compreso manodovra correlata, sono a carico dell'appaltatore, ad eccezione le prove e le verifiche
richieste dal committente e non previste nel preventivo dell'offerta.
(3) Le prove non previste e ordinate dal committente per la verifica di alcuni lavori o
materiali posti in opera sono a carico dell'appaltatore se si e' constatato che i materiali non sono
conformi qualitativamente o che manodovra non e' conforma al contratto. In caso contrario, il
committente deve sostenere queste spese.

16.15. Le opere, i componenti, i materiali ed i prodotti saranno conformi alle specifiche, disegni,
indagini, modelli, campioni e gli altri requisiti previsti dal contratto, che deve essere alla
disposizione del committente (il suo rappresentante) per idendificare, durante l'esecuzione.

16.16. L'Appaltatore e' il solo responsabile di fronte al committente per la fornitura e posta in opera
dei materiali e per le eventuali carenze che potrebbero verificarsi a seguito del loro montaggio.

16.17. L'Appaltatore garantisce che i materiali, forniture e le attrezzature utilizzate sono nuovi, di
alta qualita', standardizzate e facilmente sostituibili in un breve periodo di tempo. I materiali, le
forniture e le attrezzature utilizzate devono essere conformi alle specifiche tecniche e alle
regolamentazioni e norme europee e alle disposizioni del capitolato d'oneri.

16.18 (1) L'Appaltatore ha l'obbligo di non coprire i lavori che diventano nascosto senza
l'approvazione del committente.
(2) L'Appaltatore ha l'obbligo di notificare il committente, qualora tali lavori, comprese le
fondazioni, sono completati, per essere esaminati e misurati.
(3) L'Appaltatore ha l'obbligo di scoprire qualsiasi parte o parti del lavoro, alla disposizione
del committente, e di ripristinare questa parte o parti del lavoro, se del caso.
(4) Nel caso in cui si accerta che il lavoro e di qualita' conforma ed e' stato esecutato secondo
la documentazione di esecuzione, le spese per la scoperta e il restauro del lavoro sono a carico del
committente, e in caso contrario, a carico dell'appaltatore.

17. Il ritardo e la sospensione dei lavori
17.1 - Nel caso in cui:
a) il volume o la natura dei lavori imprevisti; o
b) le condizioni climatiche eccezzionalmente sfavorevoli; o
c) qualsiasi altro motivo di ritardo che non e' dovuto all'appaltatore e non si e' verificato
dalla violazione del contratto da parte di esso, danno il diritto all'appaltatore di richiedere
una proroga del termine di esecuzione dei lavori o di parte di essi, mediante consultazione,
le parti stabiliscono:
- ualsiasi estensione della durata di esecuzione che l'appaltatore ha il diritto;
- il totate dei costi aggiuntivi, che verranno aggiunti al prezzo del contratto.
17.2.- (1) La sospensione dell'esecuzione dei lavori per il motivo di cui al punto b) dell'articolo 17.1.
e' fatta all'ordine scritto del committente;
(2) Lo spostamento del termine del contratto verra' calcolato tenendo conto del periodo di
sospensione, dove si aggiunge un termine aggiuntivo valutata congiuntamente per il rientro in ritmo
normale.
17.2 - Senza pregiudicare il diritto dell'appaltatore previsto, esso ha il diritto di sospendere i lavori o
di rallentare il ritmo dell'esecuzione se il committente non paga entro 30 giorni dalla scadenza del
termine fissato dalla legge, e in questo caso notifichera' per iscritto il committente.

17.3. Il committente potra', in qualsiasi momento, disporre all'appaltatore, mediante previa notifica,
la sospensione di una parte o dei tutti i lavori. Durante la sospensione, l'appaltatore e' tenuto a

21
proteggere, preservare e sorvegliare la parte o tutti i lavori contro qualsiasi deterioramento, perdita o
degradazione.

17.4. Nel caso in cui l'appaltatore registra ritardi e/o costi aggiuntivi a seguito della sospensione dei
lavori e/o in conseguenza della loro ripresa, l'appaltatore inviera' al committente una comunicazione,
essendo legittimo, a seconda dei casi:

(a) ad una proroga della durata di esecuzione, se il completamento dei lavori e' o sara' ritardato, e
(b) al pagamento dei costi aggiuntivi, che saranno inclusi nel prezzo contrattuale.

17.5. L'Appaltatore non avra' il diritto ad una proroga della durata di esecuzione e/o al pagamento dei
costi aggiuntivi cosi come sono previsti dalla legislazione se essi sono verificati in conseguenza del
rimedio delle conseguenze degli errori nel proggetto elaborato dall'appaltatore, dei lavori o materiali
impropri o delle conseguenze dell'omissione dell'appaltatore di proteggere, conservare o garantire la
sicurezza.

18. L'ultimazione e la ricezione della documentazione tecnico - economica / documentazione di
approvazione

18.1. La documentazione tecnica che rappresenta l'oggetto del presente contratto deve essere forita al
committente, presso la sua sede, entro i termini di cui all'articolo 7 del presente contratto, in 4 copie,
tanto i pezzi scritti che anche i quelli disegnati. Eventuali copie supplementare richieste dal
committente saranno resi contro una tasse a suo carico.

18.2. Il ricevimento dei documenti verra' effettuato a base di bolla di consegna per i pezzi scritti e
quelli disegnati, sulla base di un verbale di consegna dei documenti, per ogni fase giustificativa,
firmato dal committente al momento della consegna.

18.3. Nel caso in cui si verificano alcune mancanze o incongruenze nella documentazione
consegnata, il committente reclamera' le obbiezioni dovuti entro i limiti del tema di progettazione e
gli obblighi (missioni) assunti dall'appaltatore, eseguendo i regolament e le normative vigenti, entro e
non oltre 120 giorni dal ricevimento del lavoro. La mancata opposizione entro questo termine
presume l'accettazione della documentazione nella forma consegnata.

19. L'ultimazione ed accettazione delle opere

19.1 - L'insieme dei lavori o, se del caso, una parte di essi, previsto come completato entro un
termine convenuto dal cronoprogramma di esecuzione, deve essere completato entro il periodo
concordati, che viene calcolato a partire della data di inizio dei lavori.

19.2 - (1) Al completamento dei lavori, l'appaltatore ha l'obbligo di comunicare per iscritto al
committente sull'adempimento delle condizioni di riconsegna, richiedento la convocazione della
commissione di riconsegna.
(2) Sulla base delle situazioni dei lavori eseguiti e confermati e degli accertamenti eseguiti in
loco, il committente dovra' stabilire se le condizioni per la convocazione della commissione di
riconsegna sono soddisfatte. Nel caso in cui si constata che ci sono lacune o carenze, essi saranno
comunicate all'appaltatore, fissando anche i termini per il loro rimedio e completamento. Dopo
l'accertamento del rimedio su tutte le lacune e carenze, ad una nuova richiesta dell'appaltatore, il
committente deve convocare la commissione di riconsegna.


22
19.3. La commissione di riconsegna ha l'obbligo di accertare lo stato di avanzamento del contratto
tramite la correlazione dei suoi regolamenti alla documentazione di esecuzone e i regolamenti
vigenti. A seconda dei risultati, il committente ha il diritto di approvare o rifiutare la riconsegna.

19.4 - L'accettazione puo' essere fata anche per parti del lavoro, fisicamente e funzionalmente
distrinti.

19.5. Riconsegna dei lavori e sezioni di lavori

1. Se i lavori sono suddivisi in sezioni, l'appaltatore potra' richiedere allo stesso modo, l'emissione di
un certificato di presa in consegna all'ultimazione dei lavori per ogni settore.

2. Entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione da parte dell'appaltatore, il committente:
a. rilascera' a favore dell'appaltatore il certificato di riconsegna all'ultimazione dei lavori,
indicando la data in cui i lavori/sezione dei lavori sono stati completati in conformita' con i previsti
del contratto, ad eccezione dei minori lavori rimasti non ultimati e che non influiscono
sostanzialmente l'utilizzo dei lavori/sezione per la loro destinazione.
b. respingera' la richiesta presentando i motivi e specificando i lavori necessari da eseguire da
parte dell'appaltatore, per rendere possibile l'emissione del certificato di riconsegna all'ultimazione
dei lavori.

3. Le procedure per la riconsegna dei lavori o sezioni di lavori si completeranno con i requisiti della
legislazione vigente sulla riconsegna.

19.6. Riconsegna delle sezioni di lavori

1. Il committente puo' emettere un certificato di riconsegna all'ultimazione dei lavori per qualsiasi
sezione delle opere permanenti ma non utilizzera' alcuna sezione delle opere che solo come misura
temporanea specificata nel contratto o concordata da entrambe le parti.
2. Se il committente utilizza una certa sezione delle opere prima del rilascio del certificato di
riconsegna:
(a) la sezione che viene utilizzata sara' considerata come riconsegnata dalla data in cui e' stato
iniziato il suo utilizzo;
(b) l'appaltatore cessera' di avere responsabilita' per quella parte di sezione dalla data d'inizio
il suo utilizzo, quando la responsabilita' verra' trasferita al committente;
(c) su richiesta dell'appaltatore, la persona autorizzata dal committente rilascera' un certificato
di riconsegna all'ultimazione dei lavori per questa sezione.

20. Prove all'ultimazione dei lavori (Tali clausole saranno inclusi a seconda della natura dell'oggetto del
contratto)

20.1. Prima di iniziare le prove all'ultimazione dei lavori, l'appaltatore presentera' al committente i
documenti conformi all'esecuzione e alle istruzioni di esercizio e manutenzione in modo che il
committente possa sfruttare, mantenere, smontare, rimontare, regolare e riparare questa sezione dei
lavori.
20.2. Tale sezione non sara' ritenuta come compleata ai fini di riconsegna, secondo il contratto, fino a
quando questi documenti non saranno inviati al committente.
20.3. Il Committente:
a) deve fornire il necessario di elettricita', attrezzature, carburante, manodopera, materiali e il
personale con l'esperienza e la qualifica adeguati, per effettuare le prove all'utlimazione dei lavori;

23
b) deve effettuare le prove secondo i manuali operativi e di manutenzione fornite dall'appaltatore e
ogni orientamento che esso e' richiesto a garantire durante le prove.
c) deve effettuare le prove nella presenza del personale dell'appaltatore.

20.4. Le prove all'ultimazione dei lavori saranno eseguite dopo la riconsegna da parte del
committente dei lavori o sezioni di lavori. Il committente comunichera' la sua intenzione
all'appaltatore 120 giorni prima dalla data in cui saranno eseguite le prove. Salvo i casi in cui si e'
convenuto diverso, queste prove saranno effettuati entro 120 giorni dopo tale data, nel giorno o nei
giorni stabiliti dal committente.

20.5. Nel caso in cui l'appaltatore non e' presente alla data e nel luogo indicato, il committente puo'
procedere con le prove, che saranno considerati come essere fatti nella presenza dell'appaltatore, ed
esso accettera' i risultati come essenti corretti.

20.6. I risultati delle prove all'ultimazione dei lavori saranno preparate e valutate da entrambe le
parti. Verra' eseguita una valutazione adeguata per l'effetto dell'utilizzo preliminare dei lavori da
parte del committente.

20.7. Nel caso in cui, per motivi non imputabili all'appaltatore, una prova dopo l'ultimazione dei
lavori o una sezione dei lavori, non puo'essere completata entro 120 giorni (simile alle situazioni per
il Periodo di Notifica dei Difetti) , o altro perodo convenuto dalle parti, si ritiene che i lavori o la
sezione dei lavori hanno superato la prova dopo l'ultimazione.

20.8. Se i lavori o una sezione dei lavori, non hanno superato la prova dell'ultimazione, ciascuna delle parti
puo' richiedere la ripetizione nei stessi termini e condizioni. Se i risultati non corispondenti e la ripetizione
delle prove portanno alla produzione di costi aggiuntivi per il committente, l'appaltatore e' obbligato a loro
pagamento ed entro e non oltre fino alla scadenza dei 120 giorni.

20.9. Se i lavori o una sezione dei lavori non hanno superato la prova dopo l'ultimazione, l'appaltatore
propone correzioni o modifiche ai lavori o sezione dei lavori in questione, esso non ha il diritto di fare le
correzioni o le modifiche proposte senza il previo consenso del committente. Il committente comunica
all'appaltatore sulla concessione del diritto di accesso ai lavori o sezione dei lavori, entro 120 giorni dal
ricevimento della notifica inviata dall'appaltatore. Se l'appaltatore non riceve questa comunicazione durante
il Periodo di Notifica dei Difetti, esso sara' esonerato da tale obbligo e s'intendera' che i lavori o la sezione
dei lavori (come caso) hanno superato le prove all'ultimazione.

20.10. Se l'appaltatore ha registrato costi aggiuntivi a causa di un ritardo irragionevole dovuti al
committente sulla permissione di accesso ai lavori o attrezzature, all'indagine delle cause che hanno portato
ai risultati non conformi di una prova o di eseguire qualsiasi correzione o modifica, l'appaltatore deve
inviare una comunicazione al committente e avra' il diritto al pagamento dei costi aggiuntivi, che saranno
inclusi nel prezzo del contratto.

21. Periodo di garanzia dei lavori
21.1 - Il periodo di garanzia decorre dalla data di riconsegna all'ultimazione dei lavori e fino al
collaudo definitivo.

21.2 - (1) Durante il periodo di garanzia, l'appaltatore ha l'obbligo, seguendo le istruzioni fornite dal
committente, di eseguire tutti i lavori di modifica, ricostruzione o rimedio dei vizi e altri difetti la cui
causa e' la violazione delle clausole contrattuali.

24
2) L'appaltatore ha l'obbligo di svolgere tutte le attivita' di cui al comma (1), a proprie spese,
nel caso in cui essi sono necessarie a causa di:
a) l'uso dei materiali, impianti o manodovra non conformi al contratto;
b) un difetto di progettazione, dove l'appaltatore e' responsabile per la progettazione di una
parte del l'avoro;
c) negligenza o l'inadempimento da parte dell'appaltatore di uno degli obblighi espressi o
impliciti assunti tramite il presente contratto.
(3) Nel caso in cui i difetti non sono dovuti all'appaltatore, i lavori essendo eseguiti da esso in
base al presente contratto, il costo delle riparazioni sara' valutato e pagato come lavori supplementari.

21.3 - Nel caso in cui l'appaltatore non esegue i lavori di cui all'art. 20.2 comma (2), il committente
ha il diritto di assumere e pagare altre persone per l'esecuzioni dei questi lavori. I costi dei questi
lavori saranno recuperati da parte del committente dall'appaltatore o dedotte dagli importi dovuti ad
esso.

21.4. La garanzia tecnica dei lavori eseguiti e' di 48 mesi dalla sottoscrizione del verbale di
riconsegna all'ultimazione dei lavori e dopo aver raggiunto tale limite, sull'intera vita dell'edificio,
per i difetti strutturali di resistenza risultati dall'inosservanza delle norme di esecuzione (Legge
10/1995 sulla qualita' d'edilizia).

22. Modalita' di pagamento
22.1 - Il committente ha l'obbligo di pagare l'appaltatore entro 30 giorni dalla emissione della fattura
da parte di quest'ultimo.

(specificare la scadenza per il pagamento dalla emissione della fattura e, se del caso, il
cronoprogramma dei pagamenti)

22.2 - Nel caso in cui il committente non paga le fatture entro massimo 30 giorni dalla scadenza del
periodo concordato, l'appaltatore ha il diritto di sospendere l'esecuzione dei lavori o di ralentare il
ritmo di esecuzione e di beneficiare dell'aggiornamento della somma da pagare, fino al livello
corrispondente al giorno di pagamento. Immediatamente che il committente paga il valore ritardato,
l'appaltatore riprendera' l'esecuzione dei lavori entro e non oltre 30 giorni.

22.3 - (1) I pagamenti parziali devono essere effettuati su richiesta dell'appaltatore (il prestatore), al
valore dei lavori eseguiti secondo il contratto, entro e non oltre .. giorni. I lavori eseguiti devono
essere provati tramite una relazione sulle opere temporanee, redatta in modo da garantire un
controllo rapido e sicuro. Dalla relazione sulle opere temporanee il committente potra' effettuare
diminuzoni per i servizi resi dall'appaltatore e convenuti con esso. Altre diminuzioni non si possono
fare solo nei casi in cui essi sono previste nel presente contratto o in conseguenza della disposizione
di legge.
(2) Le situazioni di pagamento intermedio si confermano entro 120 giorni dalla loro
presentazione al committente.
(specificare il termine)
(3) I pagamenti parziali si effettuano generalmente con cadenza mensile, ma non influiscono
la responsabilita' e la garanzia di buona esecuzione dell'appaltatore e non sono considerati, da parte
del committente, come riconsegna dei lavori eseguiti.

22.4 - Il pagamento della fattura finale verra' effettuato immediatamente dopo la verifica e
l'accettazione della relazione di pagamento definitivo da parte del committente. Se la verifica viene

25
estesa per vari motivi, ma in particolare a causa di possibili controversie, il controvalore dei lavori
che non si trovano sotto la controversia verra' pagato immediatamente.

22.5 - Il contratto non sara' considerato terminato fino a quando il verbale di collaudo definitivo
verra' firmato dalla commissione di riconsegna, che conferma che i lavori sono stati eseguiti
conformemente al contratto. L'accettazione definitiva sara' eseguita secondo i previsti legali, dopo la
scadenza del periodo di garanzia. Il pagamento degli ultimi importi dovuti all'appaltatore per i lavori
eseguiti non sara' condizionato dal rilascio del certificato di collaudo definitivo.

22.6. L'appaltatore deve pagare il valore dell'imposta sul valore aggiunto (IVA) alle agenzie
governative competenti in Romania in conformita' alla legislazione vigente. Un imprenditore
appaltatore straniero deve nominare un rappresentante fiscale in Romania, che adempiera' i suoi
obblighi sul pagamento dell'imposta sul valore aggiunto. Ogni fatturazione con l'IVA presentata
dall'appaltatore deve essere redatta nella valuta Lei (RON).

23. Adeguamento del prezzo contrattuale

23.1. Per i lavori eseguiti, i pagamenti dovuti dal committente all'appaltatore sono quelli indicati
nella dichiarazione della proposta finanziaria, allegata al presente contratto.

23.2 Il prezzo del contratto potra' essere modificato soltanto se ci fossero modifiche legislative,
modifiche ai regolamenti tecnici o, sono stati rilasciati dalle autorita' locali, atti amministrativi che
hanno per oggetto l'instaurazione, la modifica o la rinuncia ad alcune tasse / imposte locali, il cui
effetto e' riflesso nell'aumento / diminuzione dei costi in base al quale e' stato costituito il prezzo del
contratto.

24. Assicurazioni
24.1. L'Appaltatore ha l'obbligo di stipulare un'assicurazione di responsabilita' civile professionale,
che coprira' il rischio di negligenza professionale nella progettazione dei lavori. Esso fara' tutti gli
sforzi per mantenere vigente l'assicurazione di responsabilita' civile professionale fino al collaudo
finale dei lavori eseguiti nell'ambito del progetto.
24.2. L'Appaltatore ha l'obbligo di informare il committente o il destinatario su qualsiasi difficolt
nell'estensione, il rinnovo e il restauro di quest' assicurazione.
24.3. (1) L'Appaltatore ha l'obbligo di stipulare, prima dell'inizio dei lavori, una assicurazione che
copra' tutti i rischi che potrebbero sorgere sul lavoro svolto, le attrezzature, le strutture di lavoro, i
materiali di magazzino, il proprio personale e i rappresentanti autorizzati per verificare, provare o
ricevere i lavori, e i danni o pregiudizi ai terzi persone fisiche o giuridiche.
(2) L'assicurazione sara' costituita con una compagnia di assicurazioni autorizzata. Il
controvalore dei premi assicurativi sara' a carico dell'appaltatore, nel capitolo "Costi Indiretti".
(3) L'appaltatore ha l'obbligo di presentare al committentte, ogni volta sara' rischiesta, la
polizza o le polizze di assicurazione e le ricevute di pagamento delle prime corrente (aggiornati).
(4) L'appaltatore ha l'obbligo di assicurarsi che i suoi subappaltatori hanno stipulato
assicurazioni per tutte le persone da lui assunte. Egli richiedera' ai suoi subappaltatori di presentare al
committente, su sua richiesta, le polizze assicurative e le ricevute di pagament delle prime corrente
(aggiornati).
24.4. L'appaltatore ha l'obbligo di assicurare le attrezzature per un importo almeno pari al valore
complessivo della loro sostituzione, compresa la consegna al cantiere. Per ogni apparecchiatura
dell'appaltatore l'assicurazione deve essere valida anche durante il trasporto nel cantiere e fino a
quando l'apparecchiatura non e' piu' necessaria all'appaltatore.

26
24.5 - Il contraente non e' responsabile per gli eventuali danni - interessi, indennita' pagabili per lege,
in relazione o in conseguenza di un infortuno o pregiudizio ai lavoratori o altre persone impiegate
dall'appaltatore, ad eccezione di un incidente o pregiudizio derivanti da colpa del committente, i suoi
agenti o dipendenti.


25. Emendamenti
25.1 - Le parti contraenti hanno il diritto, durante l'esecuzione del contratto, di concordare la
modifica delle clausole contrattuali, mediante un addendum, solo nel caso di circostanze che
pregiudicano i loro interessi commerciali legittimi e che non potevano essere previsti al momento
della stipulazione del contratto.

25.2 - Le parti contraenti hanno il diritto, durante l'esecuzione del contratto, di concordare, mediante
un addendum, di adattare le clausole interessati dai cambiamenti nella legge.

26. Subappaltatori
26.1 - L'appaltatore e' obbligato a stipulare contratti con i subappaltatori designati alle stesse
condizioni con il suo contratto stipulato con il committente.

26.2 - (1) L'appaltatore ha l'obbligo di presentare, alla conclusione del contratto, tutti i contratti
stipulati con i subappaltatori designati.
(2) L'elenco dei subappaltatori, insieme con i loro dati d'identificazione, rappresenta allegato
al contratto.

26.3 - (1) L'appaltatore e' pienamente responsabile di fronte al committente del modo in cui
soddisface il suo contratto.
(2) Il subappaltatore e' pienamente responsabile di fronte all'appaltatore del modo in cui
soddisface la sua parte del contratto.

26.4.. Qualsiasi convenzione tramite cui l'ppaltatore affida una parte della esecuzione del presente
contratto a terzi, e' considerata un contratto di subappalto.

26.4 - L'appaltatore potra' cambiare qualsiasi subappaltatore se esso non ha adempiuto la sua parte
del contratto o adempiuto inadeguato. Il camboamento del subappaltatore non modifichera' il prezzo
del contratto e sara' effettuato solo dopo la notifica del committente e il ricevimento
dell'approvaziona da parte dello stesso.

26.5.- Qualsiasi cambiamento del subappaltatore senza la previa autorizzazione da parte del
committente o qualsiasi conferimento dei servizi / lavori da parte del subappaltatore a terze persone
sara' considerata una violazione del presente contratto.

26.6.- L'accettazione del committente sulla modifica del subappaltatore sara' effettuata entro ..
giorni dalla data di ricevimento della notifica, motivando la sua decisione nel caso del rigetto
dell'approvazione.

26.5 - L'appaltatore non ha diritto di sostituire i subappaltatori designati nel caso in cui la loro
sostituzione comporta la modifica della proposta tecnica o finanziaria, allegata al presente contratto.

26.6 - L'appaltatore e' responsabile per gli atti e i fatti dei suoi subappaltatori e degli esperti, agenti, i
loro dipendenti, come fossero stati i suoi atti o fatti. L'approvazione da parte il committente del

27
subappalto di qualsiasi parte del presente contratto non sollevera' l'appaltatore dai suoi obblighi
derivanti dal presente contratto.

26.7- Nessun contratto di subappalto creera' rapporti contrattuali tra il subappaltatore e il
committente.

Articolo 27. Diritti di proprieta' intellettuale

27.1. Nella relazione tra le parti, l'appaltatore conserva il suo diritto d'autore e altri diritti di proprieta'
intellettuale sui documenti predisposti nella fase di progettazione.

27.2. (1) Tramite la sottoscrizione del presente contratto, l'appaltatore da' al committente licenza
permanente, trasferibile e non esclusiva ed esente da diritti, ai fini di copiare, utilizzare e trasmettere
i documenti predisposti dall'appaltatore, compreso la loro modifica e l'uso delle loro modifiche.
(2) La presente licenza:
a) e' vigente per tutta la vita programmata o effettiva (il piu' lungo dei questi due) delle parti
pertinenti del lavoro;
b) da' il diritto ad ogni persona che e' in possesso legale dei settori pertinenti delle opere da copiare,
utilizzare, e trasmettere i documenti dell'appaltatore ai fini d'ultimazione, gestione, manutenzione,
adattare, regolazione e demolizione dei lavori; e
a) nel caso in cui i documenti dell'appaltatore sono sotto forma di programmi per computer o altro
tipo di software, di permetterne il loro utilizzo su qualsiasi computer sul cantiere e altri siti previsti
dal presente contratto, compresi sui computer forniti e sostituiti dall'appaltatore.

27.3. I documenti dell'appaltatore e altri documenti di progettazione predisposti dall'appaltatore (o
per suo conto) non saranno, senza il suo consenso, copiati o trasmessi dal committente (o per suo
conto) ai terzi per essere utilizzati per scopi diversi da quelli consentiti dal presente contratto.

28. Cessione
28.1 - L'appaltatore non deve trasferire tutto o parte dei suoi obblighi assunti tramite il presente
contratto.
28.2 L'appaltatore potra' cedere il suo diritto di ricevere il corrispettivo per il lavoro svolto nelle
condizioni previste dal Codice Civile.
28.3 Le richieste di pagamento da terzi possono essere onorati solo dopo aver effettuato la
cessione ai senso dell'Articolo 23.2.

Articolo 29. Cessazione e risoluzione del contratto
29.1.- Il presente contratto cessera' automaticamente se entro 120 giorni dalla data dell'emissione
dell'ordine amministrativo d'inizio, l'appaltatore non ha iniziato l'esecuzione del contratto in
questione.
29.2.- Il presente contratto cessera' automaticamente se non ha generato alcun pagamento entro un
periodo di 120 giorni dalla sua sottoscrizione dalle parti. La cessazione opera di diritto, senza la
necessita' di alcuna formalita' o l'intervento delle autorita' o il tribunale.

29.3.- La risoluzione del presente contratto di servizi nelle condizioni di cui all'art. 20.1. e 20.2 non
produrra' alcun effetto sugli altri diritti del committente e dell'appaltatore ottenute nell'ambito
del presente contratto.


28
29.4.- In aggiunta ai motivi di risoluzione definiti di cui all'art. 20.1 e 20.2, il Committente potra'
risolvere il contratto con pieni effetti (de jure) dopo il preavviso di 120 giorni inviato
all'appaltatore, senza la necessita' e senza l'intervento di alcuna autorita' o tribunale, in qualsiasi
delle seguenti situazioni, ma non limitati a:
a) l'appaltatore non esegue il contratto in conformita' con i suoi obblighi;
b) l'appaltatore rifiuta o ometta di adempire le disposizioni emanate da parte del committente o
dal suo rappresentante autorizzato;
d) l'appaltatore trasmette per cessione il contratto o stipula contratti di subappalto senza il
consenso scritto del committente;
e) l'appaltatore diventa l'oggetto di una procedura d'insolvenza, liquidazione, amministrazione
giudiziaria o sotto il controllo di un'altra autorita', ha stipulato un accordo con i suoi creditori
sui pagamenti dei debiti, sospensione della sua attivita' commerciale, o si trova in una
situazione analoga derivante da una procedura simile regolata dalla legislazione o regolamenti
al livello nazionale;
f) l'appaltatore e' stato condannato per un reato connesso all'esercizio della professione mediante
una sentenza giudiziaria definitiva;
g) l'appaltatore e' in grave colpa professionale che possa essere provata con qualsiasi mezzo che il
committente puo' giustificare;
h) contro l'appaltatore e' stata pronunziata una sentenza dichiarata giudicata per frode, corruzione,
partecipazione ad un'organizzazione criminale o qualsiasi altra attivita' illecita che leda gli
interessi finanziari della Comunita' Europea;
j) qualsiasi modifica organizzativa che implica un cambiamento nella personalita' giuridica,
natura o il controllo dell'appaltatore, ad eccezione la situazione in cui tali variazioni sono
registrate in un addendum al presente contratto;
k) verificarsi qualsiasi altra forma d'incapacita' giuridica che impedisce l'esecuzione del presente
Contratto;
l) l'appaltatore non fornisce le garanzie o le assicurazioni richieste o la persona che fornisce la
garanzia o l'assicurazione non sia in grado do onorare i propri impegni.

29.5.- Nel caso in cui il Committente avvia la risoluzione del Contratto, esso ha il diritto di
recuperare dall'appaltatore, senza rinunzia agli altri rimedi cui ha diritto, qualsiasi danno o
pregiudizio fino ad un livello pari al valore del contratto.
29.6. Nel caso di risoluzione del contratto, il committente deve predisporre il report dei lavori
effettivamente svolti, l'inventario dei materiali, delle attrezzature e dei lavori temporanei, dopo
di cui verranno determinati gli importi da pagare in conformita' con il contratto, insieme con i
danni che devono essere sostenuti dall'appaltatore per colpa di cui e' stato risolto il contratto.
29.7. Nel caso di cui all'art. 29.6, il committente convochera' entro un periodo di massimi 120
giorni dalla risoluzione del contratto, la commissione di riconsegna, che condurra' la riconsegna
quantitativa e qualitativa dei lavori completati.
29.8.- Nel caso in cui qualsiasi delle parti viola le clausole del presente Contratto per
l'inadempimento degli obblighi che le incombono secondo il contratto, la parte lesa dalla
violazione (secondo caso, il Committente o l'Appaltatore) ha il diritto alle seguenti misure:
a) risarcimenti , e/o

29
b) risoluzione del presente Contratto;
29.9. I risarcimenti possono essere:
a) Compensazioni Generali; o
b) Penalita' contrattuali.
29.10. - In tutti i casi in cui il Committente e' legittimato ai risarcimenti, questi danni possono essere
trattenuti da qualsiasi importo dovuto all'appaltatore o potra' eseguirle la garanzia di buona
esecuzione, in conformita' con i previsti legali.
29.11. Seguito la risoluzione del contratto, il committente potra' decidere di continuare
l'esecuzione dei lavori ai sensi dei previsti legali sugli appalti pubblici.
29.12. - Sospensione del Contratto
1. Nel caso in cui l'esecuzione del Contratto e' soggetta a errori sostanziali, irregolarita' o frodi,
il Committente sospendera' l'esecuzione dei lavori.
2. Nel caso in cui gli errori sostanziali, irregolarita' o frodi sono imputabili all'appaltatore, il
Committente puo', in aggiunta alla sospensione, rifiutare il pagamento o puo' procedere al
recupero degli importi gia' versati, proporzionalmente alle gravita' degli errori, irregolarita' o
frodi.
29.13. - Risoluzione del Contratto dell'iniziativa dell'Appaltatore
1. A seguito un preavviso di 120 giorni presentato al Committente, l'appaltatore puo' recedere
dal presente Contratto, se il Committente:
a) non adempie il suo obbligo di pagamento degli importi dovuti ad esso secondo qualsiasi
certificazione da parte del committente, dopo la scadenza del termine limite stabilito nella
legge del presente contratto.
b) non adempie uno o piu' dei suoi obblighi rispetto ai quali e' stato notificato ripetutamente.
c) sospenda l'esecuzione del contratto o di qualsiasi sezione di esso per piu' di 120 giorni, per
motivi non specificati nel Contratto, o indipendentemente dalla colpa dell'appaltatore.
2. La risoluzione non pregiudica qualsiasi altro diritto del Committente o dell'appaltatore
ottenuto nell'ambito del presente Contratto.
3. Nel caso di tale risoluzione, il Committente dovra' indennizzare l'appaltatore per qualsiasi
perdita o pregiudizio subito. Questo pagamento non puo' avere un importo che
comporterebbe il superamento dei pagamenti totali effettuato nell'ambito del presente
Contratto, al valore specificato.
30. Forza maggiore
30.1 - La Forza maggiore e' stabilita da un'autorita' competente.
30.2 - La Forza maggiore esonera le parti contraenti dall'adempimento degli obblighi assunti tramite
il presente contratto, durante l'intero periodo essa e' vigente.
30.3 - L'adempimento degli obblighi contrattuali sara' sospeso durante l'azione della forza maggiore,
senza pregiudicare i diritti delle parti.
30.4 - La parte contraente che invoca la forza maggiore ha l'obbligo di notificare all'altra parte,
immediatamente e completamente, la sua produzione e di adottare tutte le misure a sua disposizione
per limitare le conseguenze.

30
30.5 - Nel caso in cui la forza maggiore dura o si prevede che agisce per un periodo di . mesi in
piu', ciascuna delle parti avra' il diritto di informare l'altra parte la risoluzione di pieno diritto del
presente contratto, senza che entrambe le parti possano pretendere risarcimenti dall'altra.
30.6- Non rappresenta una violazione degli obblighi del presente contratto da entrambe le parti nella
situazione in cui l'esecuzione degli obblighi sia impedita da circostanze di forza maggiore che si
verificano dopo la sottoscrizione del presente contratto dalle parti.
30.7.- L'Appaltatore non sara' responsabile per le penalita' contrattuali dovuti all'inadempienza, se e
nella misura in cui, il ritardo nell'esecuzione o altro inadempimento degli obblighi del presente
contratto e' il risultato di un evento di forza maggiore. Allo stesso modo, il Committente non
paghera' interessi per il ritardo del pagamento, per l'inadempimento o per il recesso dal contratto da
parte del committente, se e nella misura in cui il ritardo del Committente o altro inadempimento
degli obblighi e' il risultato di forza maggiore.
30.8- Se una delle parti ritiene che le circostanze di forza maggiore possono influire l'adempimento
dei suoi obblighi, comunichera' immediatamente all'altra parte, sulla natura, la durata probabiloe e
l'effetto probabile della circostanza di forza maggiore. In assenza d'istruzioni scritte e contrarie del
committente, l'appaltatore deve proseguire l'adempimento dei propri obblighi secondo il Contratto
per uanto ragionevolmente possibile e cerchera' tutti i mezzi ragionevoli alternativi per l'esecuzione
dei suoi obblighi che non sono interessati dalla causa di forza maggiore. L'Appaltatore non utilizzera'
tali mezzi alternativi che solo seguendo le istruzioni a questo proposito emessi dal committente, o
dalla sua persona autorizzata.
30.9.- Se l'appaltatore incorrera' costi supplementari a seguito la sua conformazione alle istruzioni
del committente o a seguito l'utilizzo dei mezzi alternativi di cui all'art. 28.7, il valore complessivo
relativo ai questi costi sara' certificato dal committente.

31. Soluzione delle controversie
31.1 - Il committente e l'appaltatore farano ogni sforzo per risolvere amichevolmente, mediante
negogiati diretti, ualsiasi disaccordo o controversia che dovesse insrgere tra di loro sotto o in
relazione al presente contratto.
31.2 - Se dopo giorni dall'inizio di tali trattative, il committente e l'appaltatore non
riescono a risolvere amichevolmente una controversia contrattuale, ciascuna delle parti puo'
richiedere che la controversia sia risolta dai tribunali della Romania.

32. Lingua del contratto
- La lingua del contratto e la lingua rumena.

33. Comunicazioni
33.1 - (1) Qualsiasi comunicazione tra le parti in merito alla esecuzione del presente contratto deve
essere presentata per iscritto.
(2) Qualsiasi documento deve essere registrato sia al momento della sua spedizione che anche
al momento del ricevimento.
33.2 - Le comunicazioni tra le parti possono essere fatte anche per telefono, telegramma, telex, fa o
e-mail, a condizione della conferma scritta di ricevimento della comunicazione.

34. Legge applicabile
34.1- Il contratto sara' interpretato secondo le leggi di Romania.
34.2. - L'Appaltatore rispetta e diventa soggetto a tutte le leggi e regolamenti vigenti in Romania
come anche i regolamenti direttamente applicabili della Commissione Europea, giurisprudenza della
Corte Europea di Giustizia e del Tribunale di Primo Grado e si assicurera' che il suo personale,
impiegato o contrattato da esso, il suo management, i suoi subordinati e dipendenti del territorio,
rispetteranno e saranno soggetti alle stesse leggi e regolamenti. L'appaltatore dovra' risarcire il

31
committente per eventuali pretese o azioni giudiziarie risultanti da qualsiasi violazione delle
disposizioni vigenti da parte dello stesso, il suo personale impiegato o contrattato da esso, il suo
management, i suoi subordinati e il dipendente del territorio.



Le parti hanno convenuto di stipulare oggi.............. il presente contratto in copie,
uno per

(viene precisata la data della sottoscrizione dalle parti)


Il Committente, L'Appaltatore,
............................. ..............................
(firma autorizzata) (firma autorizzata)

LS