Sei sulla pagina 1di 5
UNITA ’ DI APPRENDIMENTO N°1 SITOGRAFIA: http://it.wikipedia.org/ GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA SAPERSI ORIENTARE

UNITADI APPRENDIMENTO N°1

SITOGRAFIA:

UNITA ’ DI APPRENDIMENTO N°1 SITOGRAFIA: http://it.wikipedia.org/ GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA SAPERSI ORIENTARE

GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA

SAPERSI ORIENTARE L’uomo ha sempre avuto necessità di spostarsi alla ricerca di cibo o di terre più ospitali e fertili, per ragioni di commercio o di conquista. Per orientarsi nei loro spostamenti, gli antichi cacciatori, marinai, mercanti, viandanti e pellegrini potevano disporre di alcuni punti di riferimento occasionali: un monte, un bosco, un fiume, un isolotto, una roccia caratteristica, un albero particolare…tutti segnali utili per non smarrirsi. Anche noi oggi ci comportiamo allo stesso modo. Se ci troviamo all’aperto possiamo trovare dei validi punti di riferimento in un laghetto, in un sentiero, nel muschio… Questa specie di erbetta, cresce sui tronchi degli alberi o sulle rocce dove non batte il sole:

quindi a NORD. Se invece siamo in città, un punto di riferimento può essere un’insegna, un cartello stradale, una piazza… Ma come facciamo se ci troviamo nel deserto o nel bel mezzo dell’oceano?

I PUNTI CARDINALI

nel deserto o nel bel mezzo dell’oceano? I PUNTI CARDINALI Sin dall’antichità l’uomo ha osservato il

Sin dall’antichità l’uomo ha osservato il movimento apparente del sole e ha notato che sorge sempre dalla stessa parte, a oriente e tramonta dal lato opposto, a occidente.

parte, a oriente e tramonta dal lato opposto, a occidente. Libro di geografia – classe 1°
parte, a oriente e tramonta dal lato opposto, a occidente. Libro di geografia – classe 1°

Libro di geografia classe 1° - Scuola secondaria di primo grado

Pagina 1

dal lato opposto, a occidente. Libro di geografia – classe 1° - Scuola secondaria di primo
I termini oriente e occidente derivano dal latino: ORIENTE→solem orientem, ovvero sole nascente OCCIDENTE→ solem

I termini oriente e occidente derivano dal latino:

ORIENTE→solem orientem, ovvero sole nascente

OCCIDENTE→ solem occidentem, ovvero sole morente. Dal latino derivano anche i termini meridione e settentrione:

MERIDIONE→ meridiem, mezzogiorno cioè il punto nel cielo ove si vede il sole a mezzogiorno SETTENTRIONE→ septem triones, “I sette tori da traino” cioè l’espressione con cui i Romani erano soliti chiamare le sette stelle che formano la costellazione dell’Orsa Maggiore. Per sapere esattamente dove ci si trova sono stati identificati questi quattro punti fondamentali da prendere come riferimento, i PUNTI CARDINALI, i punti cioè che servono da “cardine”, fondamentali per l’ORIENTAMENTO.

I punti cardinali sono chiamati in diversi modi:

ENTAMENTO. I punti cardinali sono chiamati in diversi modi: EST ORIENTE LEVANTE OVEST OCCIDENTE PONENTE

EST

ORIENTE

LEVANTE

OVEST

OCCIDENTE

PONENTE

SUD

MEZZOGIORNO

MERIDIONE

NORD

MEZZANOTTE

SETTENTRIONE

Ci sono anche quattro punti che indicano le posizioni intermedie: nord-est, sud-est, nord- ovest, sud-ovest

intermedie: nord-est, sud-est, nord- ovest, sud-ovest Libro di geografia – classe 1° - Scuola secondaria di
intermedie: nord-est, sud-est, nord- ovest, sud-ovest Libro di geografia – classe 1° - Scuola secondaria di

Libro di geografia classe 1° - Scuola secondaria di primo grado

Pagina 2

sud-est, nord- ovest, sud-ovest Libro di geografia – classe 1° - Scuola secondaria di primo grado
ORIENTARSI DI GIORNO Quando il cielo è sereno, per orientarsi di giorno è sufficiente prendere

ORIENTARSI DI GIORNO

Quando il cielo è sereno, per orientarsi di giorno è sufficiente prendere come punto di riferimento la posizione del sole. E’ un metodo approssimativo, ma se a mezzogiorno ci si volta nella direzione del sole, davanti a noi avremo il sud, alle spalle il nord, a destra l’ovest e a sinistra l’est.

ORIENTARSI DI NOTTE

E di notte? Come ci si può orientare quando non c’è il sole? Sono ancora gli antichi ad aiutarci; osservando il cielo, essi notarono due costellazioni dalla forma particolare: L’Orsa Maggiore e l’Orsa Minore, formate da sette stelle disposte a forma di carro. Ambedue le costellazioni si trovano a Nord, che in particolare è indicato da una stella dell’Orsa Minore: è la stella Polare.

La stella Polare

dell’Orsa Minore: è la stella Polare. La stella Polare Come si vede le possibilità di orientarci

Come si vede le possibilità di orientarci non ci mancano! In ogni caso, comunque, sarà sempre meglio avere con noi quel prezioso strumento che ben conosciamo: la BUSSOLA.

quel prezioso strumento che ben conosciamo: la BUSSOLA . Libro di geografia – classe 1° -
quel prezioso strumento che ben conosciamo: la BUSSOLA . Libro di geografia – classe 1° -

Libro di geografia classe 1° - Scuola secondaria di primo grado

Pagina 3

che ben conosciamo: la BUSSOLA . Libro di geografia – classe 1° - Scuola secondaria di
LA SCOPERTA DELLA BUSSOLA Documenti cinesi descrivono il funzionamento dell’ago calamitato, già noto in Cina
LA SCOPERTA DELLA BUSSOLA Documenti cinesi descrivono il funzionamento dell’ago calamitato, già noto in Cina

LA SCOPERTA DELLA BUSSOLA

Documenti cinesi descrivono il funzionamento dell’ago calamitato, già noto in Cina oltre 3.000 anni fa. Diffuso in India, fu conosciuto dai marinai arabi, che durante le crociate lo fecero conoscere ai Cristiani: fu così che la bussola giunse in Europa, dove subì importanti modifiche. I marinai inglesi la corredarono con la rosa dei venti. I marinai poi protessero l’ago calamitato con una scatoletta (in latino buxula).

La bussola è una scatoletta coperta da un vetro, contenente un ago con la punta calamitata, montato su un perno che gli permette di ruotare liberamente. Sul fondo della bussola è disegnata la rosa dei venti: si tratta di una specie di stella dove sono riportati i punti cardinali. Il suo nome deriva dal fatto che alcuni punti cardinali indicano anche la direzione dalla quale provengono i principali venti: il maestrale, ad esempio, soffia da Nord-Ovest…

La punta calamitata dell’ago viene attirata sempre verso Nord, perché il Polo Nord del nostro pianeta è magnetico cioè attira a sé le calamite.

COME SI COSTRUISCE UNA BUSSOLA?

Si prende il fondo di una bottiglia di plastica. Si riempie con 2 dita di acqua. Da un grosso tappo di sughero si ritaglia un dischetto, che si depositerà con cura sull’acqua. Sul sughero va attaccato un anellino di scotch, con la parte di colla rivolta verso l’esterno. Con l’accendino si scalda la punta di un ago (da cucito); dopo si strofina la punta dell’ago su un magnete, avendo cura di strofinare tutti i lati; poi lo si appoggia sull’anello di scotch e … automaticamente la punta dell’ago annerita dal fuoco si orienta verso il nord … proprio come in una bussola seria!

orienta verso il nord … proprio come in una bussola seria! Libro di geografia – classe
orienta verso il nord … proprio come in una bussola seria! Libro di geografia – classe
orienta verso il nord … proprio come in una bussola seria! Libro di geografia – classe

Libro di geografia classe 1° - Scuola secondaria di primo grado

Pagina 4

proprio come in una bussola seria! Libro di geografia – classe 1° - Scuola secondaria di
ESERCIZI PER CASA VERO O FALSO – TRACCIA UNA CROCETTA SU V SE L’AFFERMAZIONE E’

ESERCIZI PER CASA

VERO O FALSO TRACCIA UNA CROCETTA SU V SE L’AFFERMAZIONE E’ ESATTA, SU F SE E’ SBAGLIATA.

Il punto in cui si trova il sole a mezzogiorno indica il sud

 

V

F

La

Stella

polare

appartiene

alla

costellazione

dell’Orsa

minore

o

V

F

Piccolo Carro

 

Il punto cardinale est si chiama anche occidente o ponente

 

V

F

La parte del tronco degli alberi coperta da muschi è quella esposta a sud

V

F

La

rosa

dei

venti

rappresenta

i

quattro

punti

cardinali

e

quelli

V

F

intermedi

 

Il sud viene chiamato anche mezzogiorno e meridione

 

V

F

chiamato anche mezzogiorno e meridione   V F Libro di geografia – classe 1° - Scuola
chiamato anche mezzogiorno e meridione   V F Libro di geografia – classe 1° - Scuola
chiamato anche mezzogiorno e meridione   V F Libro di geografia – classe 1° - Scuola

Libro di geografia classe 1° - Scuola secondaria di primo grado

Pagina 5

e meridione   V F Libro di geografia – classe 1° - Scuola secondaria di primo