Sei sulla pagina 1di 12

Fondazione Enaip Lombardia

Centro Servizi Formativi e per il Lavoro di Milano


Via dei Giacinti, 31
Tel. 02-41200!3 " #a$ 02-412%3240
&iacinti'enaip.lom(ardia.it
Sito )e(* ))).enaiplom(ardia.it
+,-M. . -.G,L/M.+T0
1.L C.+T-, S.-V020 F,-M/T0V0 . 3.- 0L L/V,-,
10 M0L/+,
/nno #ormativo 2013-2014
Co&nome e +ome
Cor4o

Versione settembre 2013 Pagina 1
Fondazione Enaip Lombardia
-.G,L/M.+T, 1.L C.+T-,
/ - 0L C,+T-/TT, F,-M/T0V,.
Questo documento vuole essere un punto di partenza per migliorare qualitativamente il lavoro, le relazioni, l'apprendimento e il comportamento
professionale di tutti coloro che nel Centro sono presenti: operatori e allievi. Entrambi i contraenti sono titolari di 10-0TT0, e di 1,V.-0, ed il
rispetto di entrambi che garantisce una convivenza civile: il rispetto delle regole, degli altri, di s, della struttura e delle attrezzature presenti.
l Centro ha la finalit! di erogare servizi formativi e per il lavoro a persone aventi bisogni ed esigenze diverse. E' necessario che o&ni per4ona
fornisca o&ni &iorno un C,+T-056T, 3,S0T0V, "un impegno mantenuto, un buon rapporto con i colleghi, una proposta alla soluzione di un
problema...#.
n conclusione, la situazione che auspichiamo un C,+T-/TT, che sancisca le reciprocit! fra il Centro e le $ersone che lo frequentano nel dare
e nel ricevere. l contratto vincola le parti sino al raggiungimento dello scopo "termine del corso o del servizio, obiettivo formativo o educativo# e le
condizioni che lo mantengono attivo stanno nel reciproco impegno e responsabilit! dei contraenti. $er alcuni corsi il Contratto sar! esplicitato nel
dettaglio e sottoscritto dalle parti.
5 - -.G,L. ,-G/+022/T0V. . 10 C,M3,-T/M.+T,.
/rt. 1 - 04crizione ai cor4i ed ai 4ervizi
%&iscrizione ai corsi ed ai servizi si considera effettiva, quando sono stati forniti alla 'egreteria del Centro tutti i dati richiesti e sono state pagate le
quote previste. l mancato perfezionamento dell&iscrizione non consentir! di usufruire di tutti i servizi e di conseguire la certificazione finale.
/rt. 2 - Fre78enza alle attivit9
%a frequenza alle attivit! obbligatoria. partecipanti ai corsi ed ai servizi sono tenuti a rispettare gli orari e le norme secondo le indicazioni
ricevute, all&inizio di ogni servizio, dalla (irezione del Centro.
/rt. 3 - -itardi e a44enze
ritardi e le assenze saranno annotate dai formatori sugli appositi registri. l verificarsi di assenze nella misura superiore al )*+ delle ore corso
"salvo diverse comunicazioni fornite#, potr! comportare, ad insindacabile giudizio della (irezione e dei formatori, la non ammissione agli esami
finali o il mancato rilascio della certificazione finale. ndicazioni precise saranno fornite per ogni corso dal coordinatore dello stesso.
,itardi all&entrata o uscite anticipate saranno segnate sul registro del corso- se superiori ai .*& comporteranno la perdita dell&intera ora di lezione.
n caso di assenza dalle lezioni per oltre * giorni consecutivi, per essere riammessi si richiede un&autocertificazione che attesti di non aver contratto
malattie infettive o, in caso contrario, di avere superato il periodo di rischio di contagio.
/rt. 4 - 3a84e e intervalli
(urante le pause di lavoro gli allievi minorenni sono sottoposti alla diretta sorveglianza e responsabilit! del formatore che ha lezione in quel
momento. /utto il personale del Centro autorizzato al controllo dei comportamenti ed a segnalare quelli anomali.
/rt. ! - /cce44o alle a8le ed ai la(oratori
partecipanti ai corsi ed ai servizi possono accedere ai laboratori solo in presenza del formatore che deve tenere la lezione. n caso di assenza del
formatore, dovranno attendere nell&atrio o nel corridoio. 0ei laboratori, nella gestione delle attrezzature e dei materiali, sempre richiesta
attenzione, consapevolezza, rispetto delle procedure e delle disposizioni date dai formatori.
formatori forniranno le informazioni necessarie all'utilizzo di tali strutture e verificheranno eventuali inadempienze.
1gli allievi richiesto di osservare le regole e le procedure fornite dai formatori nell'uso delle attrezzature e dei materiali individuali e collettivi. l
dettaglio delle indicazioni qui riportate presente nel ,egolamento d&uso dei laboratori, esposto in ogni laboratorio ed illustrato all&inizio delle
attivit! dai formatori. /utti sono chiamati a prenderne visione ed ad osservarlo scrupolosamente.
/rt. : - -i4arcimento danni
Chiunque, all&interno o all&esterno della struttura del Centro, si rende volontariamente o involontariamente responsabile di atti che arrechino danni a
cose o a persone, sar! perseguito secondo le norme disciplinari e di legge- sar! inoltre chiamato al risarcimento pecuniario dei danni rilevati.
/rt. % - Le&&e 24;<2000 - +8ove norme di t8tela del diritto d=a8tore - >t8tela del 4o#t)are?
/utte le persone che, a diverso titolo, hanno accesso all&uso dei computer e delle reti informatiche nel Centro dovranno sottoscrivere una
dichiarazione di responsabilit! personale sulla tutela del soft2are. n mancanza di tale documento non sar! consentito l&accesso alle risorse
informatiche.
/rt. ; - 1.L&4 1:<2003 - T8tela della 3rivac@ -
3gni persona che accede ai corsi e ai servizi della sede dovr! sottoscrivere una dichiarazione di consenso al trattamento dei dati personali, nelle
modalit! previste dal (.%gs .456)778. $er correttezza, e sulla base delle norme della privac9, assolutamente vietato utilizzare i cellulari per fare
foto o riprese, se non per motivi didattici- altres: vietato diffondere in rete, sul 2eb, foto o riprese fatte nel Centro con immagini
che ledano la dignit! ed i diritti di inviolabilit! personale di ogni persona.
/rt. - 1.L&4 ;1<200; -T8tela della 4ic8rezza e della 4al8te dei lavoratori 48i l8o&Ai di lavoro -
Versione settembre 2013 Pagina 2
Fondazione Enaip Lombardia
0ello svolgimento delle attivit! formative e dei servizi per il lavoro il personale e i partecipanti6utenti sono tenuti ad osservare e a fare osservare le
norme sulla salute, la sicurezza e la prevenzione degli infortuni, facendo uso dei dispositivi di protezione individuale, dei mezzi di prevenzione
disponibili, delle segnalazioni di pericolo e di emergenza esposte nel Centro.
0elle attivit! di laboratorio gli allievi, ed in genere gli utenti dei servizi, sono equiparati ai lavoratori- pertanto hanno i doveri definiti negli art. )7
"3bblighi dei lavoratori# del (.%gs ;.6)77;.
n ogni percorso formativo saranno svolti moduli di formazione alla sicurezza. 1nnualmente verranno effettuate delle prove di evacuazione della
sede, alla quale parteciperanno tutti i presenti, operatori ed utenti. n caso di malore di una persona o di un pericolo immediato si deve velocemente
avvisare il personale della sede o la segreteria- nel Centro sono presenti degli addetti all&emergenza che hanno il compito e le competenze per
intervenire rapidamente.
/rt. 10 - Le&&e 3<2003 - 1ivieto di #8mo
n applicazione della %egge 86)778 severamente vietato fumare in ogni locale del Centro- tutto il personale del Centro tenuto a rilevare
eventuali mancanze e a segnalarle alla (irezione che prender! provvedimenti in base ai vigenti dispositivi normativi e di %egge.
/rt. 11 - 1.L&4 231<2001
Enaip %ombardia si dotato di un proprio Codice Etico che definisce le regole di comportamento generale per dipendenti, i collaboratori esterni, gli
allievi6utenti dei servizi e le modalit! di controllo sulle attivit! svolte. l mancato rispetto del Codice Etico pu< comportare delle sanzioni- un
3rganismo di =igilanza interno ha il compito di vigilare sul suo rispetto. l Codice Etico pubblicato sul sito 222.enaiplombardia.it .
/rt. 12 - Com8nicazioni tele#onicAe
0el Centro non presente un telefono pubblico. /uttavia per gravi necessit! ed emergenze possibile usufruire, a richiesta, del telefono della
'egreteria. 0on sono consentite comunicazioni telefoniche agli studenti da e per l&esterno durante le ore di lezione. n caso di gravi motivi la
'egreteria annoter! la chiamata e la recapiter! prontamente all&interessato. (urante le lezioni non consentito tenere accesi telefoni cellulari,
palmari, o altri dispositivi non funzionali alle attivit! formative.
/rt. 13 - F8rti e<o 4marrimento di o&&etti
'i declina ogni responsabilit! per il furto o lo smarrimento di oggetti personali o valori, avvenuto nel Centro. 'i chiede comunque di segnalare fatti e
situazioni di questo tipo alla (irezione o alla 'egreteria.
/rt. 14 - 64o dei parcAe&&i
'i chiede a tutti di parcheggiare correttamente le auto e le moto negli appositi spazi, sia all&interno del Centro, sia all&esterno, lasciando sempre
libero l&accesso agli ingressi per permettere il passaggio di eventuali mezzi di emergenza "ambulanze, autopompe ecc.#. n caso di impossibilit! di
parcheggiare nelle zone adiacenti al Centro, debbono essere usati i parcheggi pubblici presenti nelle vicinanze. parcheggi interni al Centro non
sono custoditi in nessuna fascia oraria, pertanto non si assume alcuna responsabilit! per eventuali furti e6o danni causati da terzi ai mezzi durante
la manovra o la sosta.
/rt. 1! - +orme a&&i8ntive
Eventuali norme integrative alle presenti regole organizzative e di comportamento, che si rendessero necessarie per il miglioramento della
convivenza nel Centro, saranno comunicate dalla (irezione.
C - 6T0L022, 1.GL0 0M30/+T0
/rt. 1: - 0mpianto di ri4caldamento
3gni ambiente del Centro ha una regolazione autonoma del riscaldamento. $er quanto riguarda gli ambienti di uso comune la regolazione della
temperatura sar! effettuata dal personale dei servizi ausiliari. %a stessa regolazione nell'ambito della classe o dei laboratori affidata a chi di volta
in volta usa tali spazi.
'i raccomanda pertanto: di mantenere la temperatura dell'aula attorno ai .;>)7 gradi attraverso la regolazione del termostato- di spegnere il
termostato "tasto 3063??#, oppure portare la temperatura a zero quando si esce dall'aula- di chiudere sempre le porte dei servizi nei quali per
motivi di igiene sono lasciate aperte le finestre di aerazione- di mantenere chiuse le porte di accesso all'edificio per evitare lo scambio termico "in
inverno#.
/rt. 1% - 0mpianto l8ci
'i raccomanda di controllare che le luci siano spente quando si abbandona l'aula o il laboratorio.
/rt. 1; - /4cen4ore
E& riservato al trasporto dei materiali ed a facilitare l'accesso ai piani superiori delle persone che hanno difficolt! nell'uso delle scale. $ertanto B
vietato 8n 48o 8tilizzo improprio. Quando chiuso si pu< chiedere la chiave in 'egreteria.
/rt. 1 - Fotocopiatrice
1gli allievi B vietato l&uso della fotocopiatrice, il cui utilizzo delegato al personale di servizio incaricato ed ai formatori.
/rt. 20 - 1i4tri(8tori a8tomatici
'ono in funzione distributori automatici "bevande calde, bevande fredde e snac@#, il cui funzionamento pu< essere a moneta o a chiave elettronica
personale prepagata, che pu< essere richiesta in 'egreteria con il versamento di una cauzione che sar! resa con la restituzione della stessa.
/rt. 21 - 64cite di 4ic8rezza
%e uscite di sicurezza sono da utilizzare solo in caso di evacuazione rapida dell&edificio- non possono essere quindi utilizzate per scopi diversi, per
evitare danneggiamenti che ne mettano a rischio l&utilizzazione nei momenti di vera emergenza.
Versione settembre 2013 Pagina 3
Fondazione Enaip Lombardia
1 - L/ 36L020/ 1.LL/ ST-6TT6-/
/rt. 22 " 38lizia
%a pulizia degli spazi affidata al personale dei servizi ausiliari od al servizio di pulizia. 1 tutti comunque richiesto di contribuire al mantenimento
delle condizioni di pulizia attraverso l&utilizzo degli appositi contenitori per i rifiuti, posti all&interno ed all&esterno del Centro: cos: come di contribuire
a mantenere gli spazi puliti, provvedendo al termine delle lezioni a ripristinare le condizioni iniziali.
. - /CC.TT/20,+.
1l momento della presentazione dei documenti per l'iscrizione ad una qualsiasi attivit! del Centro, ogni partecipante firma una copia del presente
regolamento, per conoscenza e accettazione integrale di tutti gli articoli in esso contenuti.
(ata ?irma del corsista ?irma del genitore (per gli allievi minorenni)
/rt. 23 - Con#erma e approvazione
l6la sottoscritto6a dichiara di aver preso visione delle condizioni previste dai precedenti articoli e, ai sensi degli artt. .8A. e .8A) del Codice Civile,
dichiara di approvare specificamente i capitoli:
/ > l Contratto ?ormativo- 5 > ,egole organizzative e di comportamento "1rtt.: . scrizione ai corsi- ) ?requenza alle attivit!- 8 ,itardi e assenze- A
pause e intervalli- * 1ccesso alla aule ed ai laboratori- 5 ,isarcimento danni- B %egge )A;6)777 >0uove norme di tutela del diritto d&autore> "tutela
del soft2are#- ; (.%gs .45678 > /utela della $rivac9- 4 (.%gs ;.67; >/utela della sicurezza e della salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro>- .7
(ivieto di fumo- .. (.%gs )8.67.- .) Comunicazioni telefoniche- .8 ?urti e6o smarrimento di oggetti- .A uso dei parcheggi- .* 0orme aggiuntive#- C
> Ctilizzo degli impianti- 1 > $ulizia della struttura- . > 1ccettazione "1rt. . Conferma e approvazione#
(ata ?irma del corsista ?irma del genitore (per gli allievi minorenni)
L05.-/T,-0/ S6L T-/TT/M.+T, 1.0 1/T0 >1.L&4 1:<2003?

%a informiamo che utilizziamo i dati generali che la riguardano esclusivamente per finalit! didattiche, amministrative e contabili legate alla sua
partecipazione ad un nostro servizio, anche quando le comunichiamo a enti terzi, come la ,egione %ombardia o altre amministrazioni pubbliche.
nformazioni dettagliate, anche in ordine al suo diritto di accesso ed agli altri diritti sono riportati sul sito 222.enaiplombardia.it, sotto la voce
D%iberatoria privac9 per allievi ed utentiE.
(ata ?irma del corsista ?irma del genitore (per gli allievi minorenni)
L05.-/T,-0/ 6T0L022, 0MM/G0+.
l6la sottoscritto6a
Fenitore dell&allievo
scritto al corso
presso la ?ondazione Enaip %ombardia
con la pre4ente a8torizza
la ?ondazione Enaip %ombardia ad utilizzare in qualunque forma e modo, in talia ed all&estero, senza limitazioni di spazio e di tempo e senza
compenso, le registrazioni audio o video effettuate con mezzi digitali o tradizionali delle attivit! formative "teoriche o di laboratorio#.
%e registrazioni potranno essere fatte direttamente da operatori di Enaip %ombardia, da altro personale sempre autorizzato da Enaip %ombardia o
da operatori o societ! incaricate dagli enti pubblici finanziatori e6o sponsor dei servizi realizzati presso il Centro.
Versione settembre 2013 Pagina 4
Fondazione Enaip Lombardia
0el garantire la piena titolarit! dei diritti sul materiale di cui sopra, si dichiara altres: la piena disponibilit! o l&assenza di vincoli reali o personali
all&utilizzo.
(ata ?irma
'i precisa che titolare del trattamento dei dati la ?ondazione Enaip %ombardia. %&indirizzo a cui rivolgersi per ogni problema riguardante il
trattamento dei dati :
?ondazione Enaip %ombardia, =ia %uini * G )7.)8 H%103, tel. 7)>;;.)AA7), e>mail sederegionale I enaip.lombardia.it .
0+F,-M/T0V/ 3.- L/ S/L6T. . L/ 3-.V.+20,+. 1.0 -0SCC0

n tutti i corsi di formazione professionale una parte importante della formazione viene svolta all&interno di laboratori professionali e durante i tirocini
nelle aziende convenzionate.
l (ecreto n. ;. del )77;, di tutela della salute sul luogo di lavoro, proprio per questo, considera gli studenti dei corsi professionali dei DlavoratoriE
sia durante le lezioni pratiche nei laboratori interni sia durante i tirocini in azienda, ed, in quanto tali, li sottopone ai vincoli ed alle norme della
sicurezza sul lavoro.
Enaip %ombardia applica, come tutte le aziende, il (ecreto ;., per garantire sia ai propri operatori che a tutti gli studenti il diritto alla salute ed alla
sicurezza. 3gni sede quindi ha un proprio documento di valutazione e prevenzione dei rischi ed un sistema di sicurezza interna.
%a salute e la sicurezza pu< essere garantita maggiormente da una piena collaborazione tra Enaip %ombardia, gli studenti e le loro famiglie, con
una corretta e reciproca informazione preventiva.
=i segnaliamo pertanto alcune informazioni e delle pratiche che vi chiediamo di effettuare.
V/CC0+/20,+. /+T0T.T/+0C/
l tetano un rischio grave che pu< per< essere facilmente eliminato attraverso la vaccinazione antitetanica, che viene normalmente fatta nelle
strutture sanitarie pubbliche, gi! al momento della nascita- per essere efficace per< deve essere fatto un primo richiamo al 5J anno e poi ogni dieci
anni, a partire dal .5J. 'ulla base di quanto dispone la %. )4) del .458, la vaccinazione antitetanica obbligatoria per le seguenti professioni:
- lavoratori a&ricoli, #ale&nami, operatori della ri4torazione, re4ta8ratori, t8tti &li addetti del 4ettore meccanico.
Fli studenti che si iscriveranno a corsi di questi settori dovranno avere #atto la vaccinazione antitetanica, ed il richiamo al .5J anno.
$ur non essendo obbligatoria per altre attivit! professionali, tuttavia a tutti gli allievi, in modo particolare quelli dei corsi in ((? "che nel programma
scolastico hanno anche delle attivit! espressive e motorie#, a loro maggiore tutela, si consiglia caldamente di effettuare la vaccinazione antitetanica
presso il proprio servizio sanitario.
/LL.-G0.
n alcune attivit! professionali sono presenti rischi di manifestazioni allergiche che possono essere provocate sia da allergie a sostanze naturali sia
da allergie a sostanze chimiche. 0el caso vi siano situazioni di predisposizione o di confermata presenza di patologie allergiche, vi chiediamo di
informare sempre la (irezione del Centro per definire insieme ed in modo concordato le misure da adottare per la prevenzione e la riduzione del
rischio.
-0SCC0 1.-0V/+T0 1/ L/V,-0 0+ /LT.22/
n alcune attivit! professionali, che richiedono lavori su impalcature, in cantiere o utilizzando scale o trabatelli, vi possono essere dei rischi maggiori
per le persone che hanno in corso, anche se in forma iniziale, alcune specifiche malattie che comportano alterazioni del senso di equilibrio o dello
stato di coscienza "diabete, asma ecc.#. %a presenza di queste patologie non comporta necessariamente l&impossibilit! di fare un lavoro di questo
genere- tuttavia, per una maggiore sicurezza reciproca, dello studente e nostra, anche in questo caso vi chiediamo di informare sempre la
(irezione del Centro- insieme ed in modo concordato verranno prese le misure per portare a termine il corso di studio evitando le situazioni di
pericolo e di rischio.
T6T.L/ 1.LL/ M/T.-+0T/=
1lcuni laboratori pratici ed alcuna attivit! di lavoro possono comportare dei rischi per le donne in gravidanza, fin dall&inizio della maternit!. %a %egge
*. del )77. prevede espressamente delle tutele specifiche alle lavoratrici madri e tra queste vi l&obbligo di allontanamento dalle situazioni che
possono avere delle conseguenze negative sulla salute della madre e del nascituro. $oich tutte le allieve, durante le attivit! pratiche di laboratorio
ed il tirocinio in azienda, sono considerate agli effetti della sicurezza delle DlavoratriciE, anche a loro si applica la citata %egge *.6)77..
%e studentesse, e le loro famiglie nel caso di minorenni, sono quindi tenute a segnalare al piK presto alla (irezione del Centro l&eventuale avvio di
una maternit!. $er loro si metteranno in atto, in modo concordato, dei percorsi di studio personalizzato che non comportino dei rischi per la salute.
Queste situazioni verranno sempre trattate con la massima riservatezza.
Versione settembre 2013 Pagina 5
Fondazione Enaip Lombardia
(ata ?irma del corsista ?irma del genitore (per gli allievi minorenni)
-.G,L/M.+T, 10 L/5,-/T,-0, " 3/-T. G.+.-/L.
Le re&ole per l=i&iene e la 4ic8rezza
0ei laboratori si applicano le norme per la prevenzione e la sicurezza previste dal (ecreto ;.6)77. per i luoghi di lavoro- questo vuol dire che:
- Fli allievi impegnati nelle attivit! pratiche di laboratorio sono considerati a tutti gli effetti dei %1=3,1/3, e, in quanto tali sottoposti ai
diritti ed ai doveri previsti dal decreto ;.6)77.- in caso di mancato rispetto delle norme gli allievi possono incorrere nelle sanzioni
previste dal decreto-
- docenti assumono il ruolo di $,E$3'/, sono cio incaricati di far rispettare le regole per l&igiene e la sicurezza, applicando le norme
ed il presente regolamento.
Cosa debbono fare gli allievi in laboratorio "obblighi dell&art. )7 del decreto ;.6)77.#:
- $rendersi cura della propria sicurezza e salute e di quella delle altre persone presenti nel laboratorio, su cui possono ricadere gli effetti
delle loro azioni od omissioni, conformemente alla formazione avuta, alle istruzioni ricevute, ai mezzi utilizzati-
- Contribuire all&adempimento degli obblighi previsti a tutela della salute e sicurezza-
- 3sservare le disposizioni e le istruzioni impartite dalla (irezione del Centro e dai docenti6preposti-
- Ctilizzare correttamente macchine, utensili, sostanze e dispositivi di sicurezza e protezione-
- Ctilizzare correttamente ed in modo appropriato, non rimuovere o modificare senza autorizzazione, i dispositivi di sicurezza, di
segnalazione, ecc.-
- 0on compiere di propria iniziativa operazioni o manovre che non sono di loro competenza e che possono compromettere la sicurezza
propria e delle altre persone presenti-
- $artecipare ai programmi di formazione e di addestramento alla sicurezza svolti in classe e nel Centro-
- 'egnalare al docente6preposto le deficienze delle macchine, degli impianti o dei dispositivi, nonch qualsiasi condizione di pericolo di cui
vengano a conoscenza.
l mancato rispetto delle norme sulla sicurezza da parte degli allievi pu< comportare una sanzione da *7 a 877 L.
Cosa debbono fare i docenti di laboratorio "obblighi dell&art. )7 del decreto ;.6)77.#:
- 'ovraintendere e vigilare sull&osservanza da parte dei singoli allievi dei loro obblighi ed applicare le disposizioni di legge ed il presente
regolamento- controllare l&utilizzo da parte degli allievi dei sistemi di protezione delle apparecchiature e dei dispositivi di protezione
individuale- in caso di inosservanza informare la (irezione del Centro per gli opportuni provvedimenti-
- (are istruzioni, nel caso di emergenza o di pericolo, per l&abbandono del laboratorio o della zona pericolosa.
-e&ole per l=acce44o al la(oratorio
%&accesso ai laboratori consentito agli allievi solo se accompagnati da un formatore incaricato di svolgere la lezione o da un suo eventuale
sostituto. Fli orari di entrata od uscita sono quelli previsti dal calendario della propria classe- vanno sempre rispettati per evitare ritardi che causano
disagi nella gestione del laboratorio.
Fli allievi devono indossare le tute da lavoro ed avere con s gli attrezzi e gli strumenti personali, compresi i dispositivi di protezione ad uso
personale "($#. 0on possono essere portati nel laboratorio viveri, materiali o strumenti anche tecnologici che possano costituire un pericolo per la
salute e la sicurezza.
Comportamenti ed attivit9 vietate nei la(oratori
l laboratorio, per quel che riguarda la sicurezza, equivale ad un posto di lavoro in azienda- gli allievi debbono mantenere comportamenti di
correttezza e di attenzione, verso gli altri e verso le attrezzature- sono pertanto assolutamente vietati comportamenti "giochi, scherzi ecc.# che
possano mettere a rischio la salute propria, dei compagni e dei formatori.
0ei laboratori, per motivi di igiene e per prevenire rischi per la salute, assolutamente vietato consumare bevande ed ogni genere alimentare.
noltre, al termine delle lezioni di laboratorio e prima di mangiare o bere qualsiasi cosa, bene lavarsi sempre accuratamente le mani.
0el laboratorio devono essere rispettate le norme di sicurezza: assolutamente vietato utilizzare le attrezzature "macchine e strumenti# senza
i dispositivi di protezione- altres: assolutamente vietato modificare o manomettere le protezioni sulle attrezzature- vietato compiere manovre o
azioni che contrastino con le corrette norme antinfortunistiche e di igiene.
E& vietato eseguire lavori sotto tensione- non possono essere eseguiti lavori non elettrici in vicinanza di linee elettriche o di impianti elettrici con parti
attive non protette.
0ei laboratori, come in ogni altro spazio interno del Centro, assolutamente vietato fumare ed usare apparecchi a fiamma libera "come accendini#.
6tilizzo delle attrezzat8re
/utte le attrezzature vanno utilizzate nelle modalit! previste dai manuali d&uso del produttore o delle buone regole, sotto il controllo del formatore di
laboratorio.
Fli allievi debbono sempre utilizzare, dove sono richiesti, i dispositivi di protezione individuale "($#, specifici per il singolo laboratorio "camice,
scarpe antinfortunistiche, guanti ecc.#.
(urante la lezione l&allievo tenuto ad utilizzare le risorse messe a disposizione secondo le indicazioni del docente, con la massima cura ed
attenzione- ogni altro uso difforme dal piano di attivit! didattica vietato.
Versione settembre 2013 Pagina 6
Fondazione Enaip Lombardia
(urante le attivit! di laboratorio gli allievi sono tenuti a rispettare il piano di lavoro e le attivit! decise dal formatore- espressamente vietato l&uso
delle attrezzature per attivit! diverse da quelle stabilite.
1l termine di ogni lavoro responsabilit! dell&allievo riporre le attrezzature utilizzate verificandone lo stato di qualit!, comunicando eventuali
ammanchi o danneggiamenti al formatore. %a mancata e tempestiva segnalazione render! l&allievo direttamente responsabile del risarcimento del
danno provocato.
Fli eventuali rischi presente nel laboratorio sono indicati da appositi cartelli segnaletici, appesi alle pareti o posti sulle singole macchine.
0on possono essere fatti interventi su macchine od attrezzature in funzione o sotto tensione- tutti gli interventi debbono essere fatti a Dfermo
macchinaE, con le protezioni inserite. E& vietato pulire, oliare od ingrassare a mano gli organi o gli elementi in moto di attrezzature di lavoro. E&
vietato compiere su organi in moto qualsiasi operazione di riparazione o registrazione.
Fli allievi non possono utilizzare macchine per la movimentazione dei carichi "carrelli elettrici, muletti ecc.#.
0ei laboratori informatici, l&attivit! al videoterminale non deve in ogni caso superare le )7 ore settimanali.
Movimentazione ed 8tilizzo di 4o4tanze e materiali
%&eventuale movimentazione manuale di carichi deve essere fatta secondo le regole e con i limiti previsti dalle norme.
Eventuali sostanze chimiche debbono essere conservate in luogo separato, in contenitori integri- la loro manipolazione deve avvenire solo in
presenza del formatore ed utilizzando i dispositivi di protezione richiesti.
,rdine e p8lizia
0el laboratorio, il posto di lavoro, le attrezzature e gli strumenti di lavoro debbono essere tenuti in ordine ed, al termine del loro utilizzo, vanno puliti
correttamente e riordinati. $er non diffondere polveri e sostanze, rendendole per queste ancor piK pericolose, in ogni caso assolutamente vietato
utilizzare per la pulizia dei posti di lavoro e delle attrezzature sistemi ad area compressa.
Termine delle lezioni in la(oratorio
1l termine di ogni lezione ogni formatore tenuto alla consegna delle chiavi in segreteria ed alla verifica dello stato dei laboratori con segnalazione
alla (irezione di eventuali manomissioni o danneggiamenti.
.vac8azione in ca4o di pericoli
%e vie di uscita dal laboratorio, da utilizzare nel caso di emergenza, debbono sempre rimanere sgombre.
0el caso di principio di incendio, di malore od infortunio di una persona nel laboratorio il formatore deve avvertire immediatamente la (irezione o gli
addetti all&emergenza. 'e vi una situazione di pericolo il laboratorio deve essere evacuato, rispettando le procedure previste nel piano di
emergenza del Centro.
(ata ?irma del corsista ?irma del genitore (per gli allievi minorenni)
-.G,L/M.+T, L/5,-/T,-0, 10 0+F,-M/T0C/
1e#inizioni
=iene considerato la(oratorio di in#ormatica qualunque spazio per attivit! didattiche contenente $ersonal Computer utilizzabili dagli allievi dei
vari corsi e dagli utenti dei servizi forniti dalla sede formativa. 'ono inclusi i laboratori che hanno tecnologie e soft2are per usufruire della rete
0?3,H1/C1 E01$ e dei servizi di accesso ad 0/E,0E/.
La(oratorio aperto una forma di servizio che prevede per la concessione di uso del laboratorio secondo modalit! concordate dall&allievo o dal
singolo utente con i responsabile del servizio od un tutor e finalizzate al sostegno ed all&integrazione di competenze professionali.
-e4pon4a(ilit9
%a responsabilit! dell&applicazione del presente regolamento di ogni formatore che utilizzi un laboratorio informatico secondo la pianificazione
prevista nel Centro. l laboratorio una risorsa usata da molte persone, la sua funzionalit! ed efficienza dipendono anche dalla responsabilit! di
ciascun allievo nell&applicare le regole definite.
-e&ole di 8tilizzo
%&accesso al laboratorio inoltre consentito per lo svolgimento di esercitazioni individuali "laboratorio aperto# concordate dall&allievo con il
formatore, nel rispetto della pianificazione di uso delle risorse. 3gni allievo tenuto a firmare l&apposito registro sia in ingresso che in uscita.
(urante le lezioni o le attivit! di laboratorio aperto, ogni allievo tenuto ad utilizzare le risorse a disposizione secondo le indicazioni fornite dal
formatore o dal coordinatore6tutor- ogni uso non previsto nel piano di attivit! didattica del formatore o nel programma di laboratorio aperto non
consentito.
0el rispetto della legge di tutela del soft2are e per garantire l&efficienza dei laboratori non consentita ogni operazione atta a modificare la
configurazione e lo stato di funzionamento delle risorse hard2are e soft2are messe a disposizione. n modo particolare:
a. %&utilizzo del personal computer, o postazione di lavoro, subordinata all&inserimento di una pass2ord, associata ad un codice utente
"login#. l login e la pass2ord sono rilasciate, dal formatore, ad ogni allievo,
b. 0ella gestione individuale della pass2ord si dovranno osservare le regole standard previste dalle norme sulla protezione dei dati
"caratteristiche, riservatezza, tempi di cambio e rinnovo#.
Versione settembre 2013 Pagina 7
Fondazione Enaip Lombardia
c. l responsabile dell&amministrazione del sistema ha la facolt! di accedere in qualunque momento ai dati tracciati da ciascun utente.
d. 0on consentito installare autonomamente programmi provenienti dall&esterno n di scaricati da nternet, neppure nel caso di soft2are
gratuito "free2are# o dimostrativo "demo share2are#.
e. 0on consentito l&utilizzo di programmi diversi da quelli distribuiti o installati ufficialmente dal responsabile dell&amministrazione del
sistema.
f. 0on consentita l&installazione e l&uso, se non autorizzato dal formatore, di alcun dispositivo di memorizzazione, comunicazione od altro
"carte di memoria, supporti di memorizzazione o lettori C'M, modem, ecc.#.
g. 0el caso di uso autorizzato di dispositivi esterni, l&allievo tenuto a verificare preventivamente la presenza di virus con l&ausilio degli
strumenti a sua disposizione.
h. E& vietato l&utilizzo di strumenti informatici privati "portatili# salvo esplicita autorizzazione del responsabile delle attivit!.
i. E& fatto obbligo a ciascun utente di mantenere in ordine gli spazi di rete condivisi eliminando i file obsoleti od inutili.
N. E& vietato l&uso dei sistemi personali di posta elettronica, attraverso account personali su provider che operano su nternet- i soli sistemi di
posta elettronica autorizzati sono quelli utilizzati per la didattica e residenti sul personal computer in uso.
@. $er quanto riguarda l&uso di internet e della posta elettronica fatto divieto di:
visitare siti nternet contenenti materiale osceno, offensivo o altrimenti discutibile. Creare o inviare commenti, proposte o
materiali indecenti via nternet-
richiedere l'invio di e>mail ad uso personale o che non riguardano le attivit! corsuali-
inviare o ricevere qualsiasi materiale osceno, diffamatorio, offensivo o intimidatorio, allo scopo di disturbare, molestare
sessualmente o intimidire un'altra persona-
caricare, scaricare o altrimenti trasmettere soft2are o altro materiale protetto da cop9right appartenente a terze parti o a
Enaip %ombardia-
scaricare soft2are o file senza utilizzare le misure di protezione antivirus approvate da Enaip %ombardia-
interferire intenzionalmente con il normale funzionamento della rete, con la diffusione di virus nei computer e la trasmissione
di elevati volumi di dati tali da ostacolare l'utilizzo della rete da parte degli altri utenti-
esaminare, modificare o utilizzare file, documenti o nome utente di altri senza esplicita autorizzazione.
(urante le lezioni e le attivit! di laboratorio aperto non concesso agli allievi ed agli utenti disconnettere e6o spostare $C o parti di esso- tale
regola si applica anche per stampanti, scanner o qualsiasi altro dispositivo periferico condiviso.
0ei laboratori dotati di server didattico, tale postazione di uso esclusivo del formatore o del coordinatore6tutor del laboratorio aperto. %&uso non
consentito agli allievi senza esplicita autorizzazione.
1l termine del lavoro responsabilit! di ogni allievo chiudere la sessione di lavoro e spegnere il $C, utilizzando le modalit! previste dalle
caratteristiche hard2are e soft2are della macchina utilizzata. l formatore ed il coordinatore6tutor sono tenuti ad effettuare un controllo finale prima
di lasciare il laboratorio. Qualora non subentri un nuovo gruppo, il formatore o il coordinatore6tutor, sono responsabili della chiusura del laboratorio
e della consegna delle chiavi presso la segreteria. n caso di chiusura e di presenza di quadro elettrico, il formatore dovr! togliere l&energia elettrica
al laboratorio.
(urante l&uso di postazioni connesse alla rete E01$, severamente vietata qualsiasi azione che possa creare danni, malfunzionamenti o
modifiche della rete informatica E01$- inoltre severamente vietata qualsiasi azione contraria alla legge sulla privac9 e al diritto di autore "copia
di documenti, stampa o copia di dati riservati O #.
-e&ole per il controllo ed il mantenimento
3gni allievo, che all&inizio o durante una attivit! rilevi un guasto o una anomalia sulla postazione assegnata, lo segnaler! al formatore o al
coordinatore6tutor in quel momento responsabile, che provveder! ad attivarsi per il ripristino della funzionalit!.
Sic8rezza e 1.L&4 ;1<200;
l formatore o il coordinatore6tutor, responsabile dell&attivit!, organizzer! l&attivit! didattica che prevede l&uso di videoterminali, tenendo conto
dei limiti stabiliti dal (.%gs ;.6)77;.
1iritto d=a8tore, protezione del 4o#t)are, protezione dei dati per4onali
0ell&utilizzo degli strumenti informatici si applicano le norme previste dalla %. )A;6)777 sul diritto d&autore, dalla %. *.;6.44) sulla protezione del
soft2are, dal (.%gs .456)778 sulla protezione dei dati personali- in modo particolare si richiamano i divieti all&uso di soft2are personale, alla
duplicazione del soft2are, all&uso personale di siti nternet, alla diffusione di dati personali.
DANNI DOLOSI O CONSEGUENTI A COMPORTAMENTI SCORRETTI SARANNO ADDEBITATI ALLE PERSONE RESPONSABILI.
(ata ?irma del corsista ?irma del genitore (per gli allievi minorenni)
Versione settembre 2013 Pagina 8
Fondazione Enaip Lombardia
0+F,-M/T0V/ S6LL/ T6T.L/ 1.L 10-0TT, 1=/6T,-. " Le&&e 24;<2000
n ottemperanza della %egge )A; del .;67;6)777 che precisa le condizioni e le sanzioni penali, pecuniarie e detentive, per chiunque duplichi o
detenga soft2are non originale, %a informiamo che l&autore, o il datore di lavoro nel caso di rapporto di lavoro dipendente, titolare dei diritti
esclusivi di utilizzo economico del soft2are. diritti esclusivi riguardano il diritto alla:
riproduzione " consentita solo la copia di bac@>up#-
traduzione, adattamento, trasformazione ed ogni altra modifica-
distribuzione in qualsiasi forma, compresa la locazione-
%a invitiamo pertanto al rispetto delle disposizioni di %egge vigenti in materia, ed in particolare a prestare osservanza a quanto segue:
.. vietato effettuare riproduzioni, duplicazioni, imitazioni e qualsiasi tipo di adattamento o modifica dei soft2are di propriet! di Enaip
%ombardia o in uso presso lo stesso, o dei quali l&Ente ha comunque la legittima disponibilit!, e ci< sia in tutto che in parte, con
qualsivoglia mezzo e forma, per qualsivoglia scopo o necessit!-
). vietata la riproduzione di soft2are non originali sui computer di Enaip %ombardia- comunque vietato l&uso degli stessi come deposito
di soft2are non appartenente all&Ente-
8. vietato usare i computer di Enaip %ombardia per qualsiasi scopo diverso dall&attivit! alla quale gli stessi sono destinati dall&Ente, e ne
vietato qualsiasi uso personale-
A. vietato tenere computer personali nelle sedi Enaip %ombardia-
*. vietato visitare siti nternet contenenti materiale osceno, offensivo o altrimenti discutibile- creare o inviare commenti, proposte o
materiali indecenti via nternet-
5. vietato richiedere l'invio di e>mail ad uso personale o che non riguardano le attivit! corsuali- inviare o ricevere qualsiasi materiale
osceno, diffamatorio, offensivo o intimidatorio, allo scopo di disturbare, molestare sessualmente o intimidire un'altra persona-
B. vietato rivelare o rendere pubbliche informazioni riservate o coperte da cop9right comprese, tra le altre, informazioni finanziarie,
progetti per nuove attivit! e prodotti, strategie e piani di mar@eting, database e informazioni ivi contenute, elenchi di clienti, informazioni
tecniche sui prodotti, codici sorgente di soft2are, codici di accesso a computer6reti e relazioni commerciali.
$er ragioni di sicurezza e tutela, le connessioni ad nternet effettuate attraverso i computer dei laboratori Enaip %ombardia vengono tracciate e i
logs delle connessioni stesse vengono archiviati su supporto magnetico, ad esclusiva disposizione della (irezione. 'i precisa inoltre che l&archivio
delle connessioni potr! essere reso disponibile all&1utorit! giudiziaria qualora la stessa ne facesse richiesta.
%a riproduzione di altre opere d&ingegno soggette al diritto d&autore "libri, cataloghi, musica, O# vietata salvo deroghe o limiti consentiti dagli autori
e dalla normativa.
1icAiarazione di li(eratoria*
l6la sottoscritto6a, presa visione della comunicazione sulla %egge )A;6)777 mi impegno al rispetto dei suoi contenuti nell&utilizzo dei computer di
Enaip %ombardia, consapevole delle sanzioni civili e penali che in caso contrario ne conseguono.
(ata ?irma del corsista ?irma del genitore (per gli allievi minorenni)
/6T,-022/20,+. /LL=6SC0T/
l sottoscritto genitore dell&alunno
(ella classe
/8torizza +on a8torizza
l centro ad anticipare l&uscita del6la proprio6a figlio6a, rispetto al normale orario di lezione, qualora il docente delle ultime ore di lezione risultasse
assente e non fosse possibile provvedere alla sua sostituzione con altro insegnante.
/8torizza +on a8torizza
l centro a far uscire il proprio figlio6a direttamente dalla $alestra qualora le lezioni di educazione fisica terminassero con l&ultima ora della giornata.
(ata ?irma del genitore
Versione settembre 2013 Pagina 9
Fondazione Enaip Lombardia
0+F,-M/20,+0 S6LL=,-G/+022/20,+. 1.L S0ST.M/ 10 3-.V.+20,+. 1.LL/ S/L6T.
>1.L&4 ;1<200;, art. 3:?
,esponsabile del 'ervizio di $revenzione e $rotezione
",'$$#:
Fiorgio ,CC1,(
Hedico Competente "Hedico del lavoro#: (r.ssa Elena ,30C1
,appresentante dei %avoratori per la 'icurezza ",%'#: (omenico 'C1%(1?E,,
1ddetti all&emergenza, 'ervizio antincendio: /iziana MCPP, sabella C1,,E,3, Edoardo CH1, Elide ?FC,E%%, Enzo
F1,3?3%, Haurizio F1=01, Haddalena F1P1, Hichele %1$1%3HME%%1,
Harco %C'1,(, Haria 3//3H103, (omenico 'C1%(1?E,,, Fabriella CF3
'1%1.
1ddetti all&emergenza, 'ervizio primo soccorso: /iziana MCPP, sabella C1,,E,3, Edoardo CH1, Elide ?FC,E%%, Haurizio
F1=01, Haddalena F1P1, 1nnamaria FC1/1, Harco %C'1,(, Haria
3//3H103, Cristiano ,CE=C/, (omenico 'C1%(1?E,,, Fabriella CF3
'1%1.
$reposti: Enzo F1,3?3% ed i formatori con incarico di docenza nei laboratori di informatica,
meccanica d&auto, elettricit! 6 elettronica.
-0C.V6T/
In data:
dichiaro
di aver ricevuto una copia del libretto:
D03,HE E (E ,EF3%1HE0/ (E% CE0/,3 'E,=P ?3,H1/= E $E, % %1=3,3 ( H%103&E
e di sottoscriverne ed accettare integralmente il contenuto.
0ome dell&allievo 6 partecipante al servizio
?irma dell&allievo 6 partecipante al servizio
?irma del genitore "per i minorenni#
l6la sottoscritto6a dichiara di aver preso visione delle condizioni previste dai precedenti regolamenti e, ai sensi degli artt. .8A. e .8A) del Codice
Civile, dichiara di approvare specificamente:
-e&olamento del CentroD Li(eratoria per il trattamento dei datiD Li(eratoria 84o imma&ineD 0n#ormativa 48lla 4al8te e la prevenzione dei
ri4cAiD -e&olamento di la(oratorio " 3arte &eneraleD -e&olamento del la(oratorio di in#ormaticaD 0n#ormativa 48lla t8tela del diritto
d=a8toreD 0n#ormativa 48ll=or&anizzazione del 4i4tema di prevenzione della 4al8te.
?irma dell&allievo 6 partecipante al servizio
?irma del genitore "per i minorenni#
Con l&augurio di un buon lavoroQ
l (irettore: Enzo F1,3?3%

Versione settembre 2013 Pagina 10
Fondazione Enaip Lombardia

Versione settembre 2013 Pagina 11
Fondazione Enaip Lombardia
Centro Servizi Formativi e per il Lavoro di Milano
Via dei Giacinti, 31
Tel. 02-41200!3 " #a$ 02-412%3240
&iacinti'enaip.lom(ardia.it
Sito )e(* ))).enaiplom(ardia.it


Versione settembre 2013 Pagina 12