Sei sulla pagina 1di 19

Com-prendere l'Altro.

Una proposta di collaborazione tra sapere antropologico e servizi per


migranti
Barbara Caputo
Il progetto Com-prendere l'Altro, condotto dall'associazione PluriVersi grazie a un
finanziamento comunale ex-lege 40 nel corso dell'anno 0!"-0!4, e c#e ci #a $isti colla%orare con
il ser$izio di &tnopsic#iatria di corso Ple%isciti, e con il Centro 'epressione 'onna dell'(spedale
)acedonio )elloni, #a $oluto sperimentare le modalit* di una possi%ile colla%orazione tra
l'antropologia, scienza della cultura e dell'Altro culturale, e i saperi di cura e sostegno c#e si
ri$olgono agli immigrati+ ,'antropologia solitamente circoscri$e le sua in$estigazioni in un am%ito
teorico e accademico, ma lo scopo del progetto - stato di applicarla concretamente all'am%ito
sanitario e in particolare psicoterapeutico, in modo da rendere .uesta disciplina, in una citt* come
)ilano, c#e - cos/ fortemente in$estita da una popolazione immigrata, un sapere pratico e
applica%ile, in grado di inserirsi in progetti di integrazione, inclusione sociale e ser$izi alla persona+
0i tratta, in .uesto caso, di rendere comprensi%ile l'Altro culturale, c#e comun.ue non - mai
radicalmente di$erso dal 1oi occidentale, ampliando l'am%ito e le possi%ilit* della comprensione
mediante il $eicolare e tradurre forme di $ita altre, c#e possono presentare aspetti a noi ignoti o
poco comprensi%ili+ & .uesto non mediante una trasmissione formale e teorica di casi o situazioni
altri, ma entrando nel $i$o delle storie di $ita delle persone c#e transitano dai ser$izi, depositando$i
i loro tra$agli e cercando un accoglimento e risposte complesse alle loro esigenze, in un mondo c#e
giace alla confluenza tra il paese di origine e .uello di accoglienza, e con esiti c#e non sono mai del
tutto pre$edi%ili+ ,a cultura del paese d'origine - sempre infatti a geografia $aria%ile, risultato di
complessi incroci storici e culturali, nei .uali spesso l'(ccidente rientra per influenza diretta o
indiretta+ 0i tratta dun.ue, a nostro a$$iso, non tanto di dispensare saperi generici sulle culture,
come ci $iene spesso c#iesto 2un esempio tipico - .uello di parlare della famiglia o dei rapporti di
genere in una determinata area geografica, anc#e piuttosto ampia3, e c#e d'altra parte non esistono,
o anc#e se esistono sono destinati a risultare poco utili, ma di incrociare, per tro$are una risposta al
%isogno di progettualit* e di %enessere delle persone, e una $ia di s%occo a loro sofferenze
esistenziali, somatic#e e4o psic#ic#e, la $aria%ilit* culturale e .uella delle storie di $ita in modo
estremamente duttile, soprattutto nei casi in cui la storia culturale e .uella della migrazione sono in
primo piano nel %isogno di cura, o l'approccio culturale risulta indispensa%ile perc#5 il paziente
ela%ori la sua sofferenza, consentendo un partage culturale c#e pu6 costituire un in$olucro
protetti$o per il paziente 2)oro 0078 !!03+
Vi - anc#e la necessit* di esplicitare modalit* di colla%orazione tra cura dell'Altro e conoscenza
culturale in un campo in cui spesso esistono solo indicazioni e scenari teorici, in modo da indicarne
delle possi%ili modalit* in una citt* come )ilano, in cui la colla%orazione e la congiunzione tra
!
antropologia e ser$izi agli immigrati - ancora scarsamente diffusa+ Crediamo .uindi fortemente c#e
.uesto atto di esplicitazione, c#e a$$iene con un metodo etnografico, nel senso di una restituzione
densa della sperimentazione a$$iata, costituisca una parte fondante del progetto, e ci auguriamo c#e
.uesta fase sperimentale possa condurre a una ulteriore diffusione di un sapere antropologico
pratico ed efficace nel $i$o dei ser$izi e se possi%ile della societ* milanesi+
A%%iamo ritenuto .uindi opportuno scegliere un am%ito particolare nel .uale a%%iamo
la$orato, .uello di un caso di possessione, per mostrare come si sia cercato di operare sulla
singolarit* del caso e allo stesso tempo di esplorare un fenomeno culturale di ampio respiro,
tracciando una rete di coordinate c#e possano ser$ire come scatola degli attrezzi per una
comprensione del fenomeno+ & riteniamo c#e la restituzione del la$oro s$olto, costituita da .uesto
testo, costituisca parte integrante del la$oro stesso, e possa contri%uire a indicare, attra$erso la
singolarit* del caso, le possi%ili direzioni in cui l'antropologia pu6 supportare gli operatori dei
ser$izi nel loro la$oro con gli immigrati, fornendo allo stesso tempo un parere su singoli casi e
pro$$edendo scenari pi9 ampi, c#e per6 non siano mai generici e astratti, ma sempre legati alla
concretezza delle $ite+ Intendiamo inoltre fornire dei contenuti anc#e a coloro c#e non #anno
partecipato direttamente al progetto+
Tra psiche e cultura: un caso di possessione
,a$orare all'incrocio tra cura della psic#e e interpretazione antropologica - compito
complesso e non facile+ ,'intreccio disciplinare tra psicoterapia e antropologia - genericamente
etic#ettato come etnopsic#iatria 2pu6 anc#e essere definito come etnopsicoanalisi o
psicologia4psic#iatria transculturale, secondo gli indirizzi e tal$olta senza distinzioni c#iare3,
termine piuttosto ampio in un am%ito teorico e pratico in cui si fanno rientrare .uei dispositi$i
psicoterapeutici relati$i a persone con una cultura non occidentale+ 'i ci6 c#e concretamente accade
in .uesto am%ito per6 si conosce poco+ &sistono indu%%iamente in am%ito milanese momenti di
super$isione dei casi clinici o formati$i in cui si possono coniugare psic#iatria o psicoterapia e
conoscenza delle culture, soprattutto in am%ito di psicoterapia adolescenziale, l/ do$e sono presenti
competenze antropologic#e dirette o indirette 2mutuate perlopi9 dall'etnopsic#iatria francese3+
:esta in genere poco s$iluppata una riflessione meno teorica e pi9 attenta alla singolarit* dei casi
clinici, e una metodologia pi9 organica, ampia, di$ersificata e diffusa su come
psic#iatria4psicoterapia e antropologia possano colla%orare insieme, in casi alternati$i al dispositi$o
etnopsic#iatrico classico, c#e $ede un gruppo allargato di coterapeuti includente anc#e persone
pro$$iste di competenza antropologica+ A nostro a$$iso si entra ancora troppo poco nel $i$o dei
singoli casi allo scopo di comprendere come i due saperi, .uello attinente alla psic#e e .uello
culturale, possano agire tra di loro, entram%i ascoltandosi e apprendendo reciprocamente+ In senso
pi9 ampio, ci pare importante andare ad analizzare, nel .uadro pi9 generale dell'antropologia
medica, come diagnosi medica, concezioni culturali del paziente, storia di $ita, prescrizione della
medicina, possano interagire o confliggere tra loro+
Proprio a .uesto fine ci pare .ui importante delineare come si - s$olta una colla%orazione in am%ito
clinico tra psic#iatria, psicologia e antropologia, portando l'esempio della colla%orazione con il CP0
di corso Ple%isciti relati$amente alla presa in carico di un paziente in un'ottica di rete, e nel
confronto circolare di interpretazioni psicoterapeutic#e e antropologic#e+
Il caso del gio$ane congolese c#e .ui c#iameremo )ic#el - em%lematico in .uanto mette
alla pro$a le classic#e categorie di comprensione psicoterapeutica, ma c#iama in causa anc#e
l'antropologia, solitamente deputata a osser$are fenomeni c#e #anno una loro precisa denotazione
culturale nel loro luogo di origine, allo sforzo di reinterpretare .uegli stessi fenomeni in un .uadro
inedito e di$erso, c#e - .uello del paese di migrazione, nell'am%ito di un $issuto di solitudine e di
un .uadro clinico+ 0i tratta di un caso molto interessante in .uanto em%lematico, relati$o a un

am%ito poco studiato, .uello dell'intreccio tra manifestazioni di possessione e fenomeno migratorio+
)+ - in carico presso il centro di &tnopsic#iatria del CP0 di corso Ple%isciti, afferente all'(spedale
1iguarda, dal no$em%re 0!, con una diagnosi principale di 'istur%o post-traumatico da stress
complesso, e una in co-mor%idit* di sindrome dissociati$a 2categorizzazione IC'-!0 di 0indrome di
;rance e di possessione3, a causa di una serie di manifestazioni di difficile interpretazione e c#e
#anno costituito l'oggetto della colla%orazione psico-antropologica+ Ci6 c#e appare rile$ante e c#e
ric#iede dei tentati$i di spiegazione di tipo antropologico - l'inconsueto complesso di
manifestazioni, c#e non pare possi%ile arginare con i farmaci+ <ueste non sem%rano potersi del
tutto iscri$ere, almeno a nostro a$$iso, nell'ordine delle categorie psicopatologic#e classifica%ili
secondo criteri occidentali, e paiono .uindi ric#iedere un altro - aggiunti$o o complementare -
ordine di spiegazione+ <uel c#e - certo - c#e gli stessi terapeuti, pur emettendo una diagnosi %en
precisa, risentono la necessit* di poter comprendere meglio .uei fenomeni c#e lasciano spiazzati
loro e gli operatori della comunit* c#e accoglie )ic#el+
,a storia di )+ - per molti $ersi .uella di tante persone c#e arri$ano in Italia con la speranza di
poter tro$are una situazione materiale fa$ore$ole e c#e in$ece si ritro$ano, nel suo caso in modo
particolare, a discendere la scala sociale in modo precipitoso e immediato+ )+ arri$a nel 0!0 in
Italia in et* piuttosto gio$ane, dalla :epu%%lica 'emocratica del Congo, nella speranza di ottenere
uno status da rifugiato 2attualmente dic#iara $entidue anni sul passaporto, ma pare a$erne sei di
pi93+ Il suo - un arri$o pi9 pri$ilegiato di altri8 il ragazzo $iene infatti accompagnato in aereo a
)alpensa dallo zio, c#e gli #a pagato il %iglietto e c#e poi - ritornato in Congo+
)+ racconta c#e i suoi genitori, piuttosto %enestanti a causa del ritro$amento da parte del padre di
un diamante, sono stati uccisi nel 00= dai guerriglieri nel corso del conflitto del >i$u, c#e #a $isto
contrapporsi il go$erno e i ri%elli di ,aurent >unda nel >i$u 1ord e nel >i$u 0ud+ In seguito a
.uesto tragico e$ento il ragazzo a$re%%e iniziato a occuparsi del negozio di famiglia a >ins#asa,
mentre gli zii si prende$ano cura di lui e dei fratelli+ )a dopo essere stato temporaneamente
imprigionato con l'accusa di essere un fa$oreggiatore dei ri%elli ed essere stato fortunosamente
aiutato da una guardia, )+ si sare%%e cos/ spa$entato da decidere di lasciare il Congo e di $enire in
Italia+
Altre ipotesi concorrono a ricostruire la storia di )ic#el+ ?na di .ueste - c#e, essendo lui il
primogenito, soggetto a un accudimento particolarmente attento da parte della famiglia, c#e #a
pre$isto anc#e l'in$io presso scuole costose, si sia cercato un miglioramento del suo status
attra$erso l'emigrazione, una $olta s$anita la possi%ilit* dell'iscrizione alla @acolt* di )edicina a
causa del fallimento del test di ingresso+ Altra possi%ile ipotesi c#e - stata formulata - c#e )+ a%%ia
lasciato il Congo a causa di uno scarso controllo della sessualit*, forse per a$ere messo incinta una
ragazza+ Il paziente si - $antato pi9 $olte di a$er potuto a$ere in patria tutte le ragazze c#e $ole$a,
s$olgendo una $ita sessuale molto soddisfacente anc#e grazie alla sua disponi%ilit* di denaro, c#e lo
aiuta$a a sedurre le ragazze+
&' molto importante a nostro a$$iso ricostruire la storia di $ita del paziente al fine di coglierne i
punti di adesione alla storia e alla $ariegata configurazione culturale della possessione+ ,'arri$o in
Italia segna per )ic#el l'inizio di un periodo altamente pro%lematico e desta%ilizzante c#e si
assomma pro%a%ilmente a $issuti traumatici precedenti+ )+ racconta di un padre spesso aggressi$o e
puniti$o, a causa di una puntura da mosca tz5-tz5, c#e addirittura gli mette$a il sale sulle ferite
.uando lui si face$a male, e di una madre intrusi$a e molto controllante in campo sessuale, fino a
fare ipotizzare ai suoi terapeuti un rapporto di natura incestuosa+ A .uesto si aggiunge una storia di
pro%a%ili punizioni per comportamenti trasgressi$i fatte passare come apparenti pri$ilegi+ 'opo il
suo arri$o il ragazzo dorme per .ualc#e giorno in 0tazione Centrale ed entra poi nel giro dei
dormitori pu%%lici di )ilano, prima .uello di $ia 0aponaro, poi .uello di $iale (rtles do$e le
condizioni sono migliori e do$e inizia a fare una formazione come (peratore 0ocio 0anitario, per
poi lasciare in fa$ore di un la$oro come cameriere+
Il primo segno di malessere e di mutamento nelle sue condizioni interne arri$a dopo a$er rice$uto la
"
notizia di do$er ritornare nel dormitorio di $ia 0aponaro, dopo la scadenza del termine dei dieci
mesi di residenza in $iale (rtles+ 'urante un pro%a%ile momento dissociati$o )+ cade a terra
$agando per la citt* e si frattura l'osso or%itale+
,e manifestazioni pi9 forti e durature, .uelle c#e portano )+ a sta%ilizzare la sua condizione di
posseduto, cominciano a $erificarsi dopo il secondo diniego per la concessione dello status di
rifugiato+ )+, c#e #a cominciato a fre.uentare i testimoni di Aeo$a di )ilano, $a in %agno mentre si
tro$a presso il domicilio uno di loro e sente una $oce c#e gli intima di %ere l'ac.ua del Bater+ In
.uesta occasione non lo fa ma si ritro$a nudo senza ricordare come sia successo+ In una narrazione
alternati$a di )+ la forza gli $iene trasmessa attra$erso la 0im del cellulare, c#e in un momento di
ostilit* spacca+
1el corso del terzo episodio dissociati$o )+, mentre si tro$a al ristorante, %e$e l'ac.ua del Bater e l/
#a la sensazione di a$ere incorporato la forza - .ualit* di cui a$remo modo di discutere
ampiamente - $erso la .uale #a un atteggiamento am%i$alente+ In un primo momento )ic#el #a
paura di .uesta intrusione e pensa di do$ersene li%erare, in seguito matura la con$inzione c#e la
forza, c#e - di origine italiana, lo protegger* nel paese di accoglienza+ :icorrente nel corso di .ueste
manifestazioni - la formula, c#e parre%%e di carattere sincretico, C#i pu6C 0olo 'io pu6+ &'
con$into c#e .uesta forza sia posseduta anc#e dai testimoni di Aeo$a, c#e loro possano a$ergli
praticato della magia nera, e c#e il possesso di .uesta si possa e$incere da rig#e c#e si tro$ano e si
intra$edono sulla fronte delle persone+ ;ale supposizione, comunicata ai ;estimoni di Aeo$a, causa
per6 il suo allontanamento dalla comunit* religiosa, poic#5 i suoi confratelli ritengono c#e a sua
$olta )+ a%%ia praticato della magia e c#e .uesto costituisca un e$ento inaccetta%ile+ )+ $iene
anc#e allontanato dal suo la$oro come cameriere, in seguito a manifestazioni di transe e di
aggressi$it* contro gli oggetti+ 'all'Africa i suoi parenti tentano anc#e di eseguire dei riti di
guarigione a distanza tramite 0DEpe+
In seguito ai primi episodi iniziano a $erificarsene altri in presenza di altre persone, gli operatori
della comunit* c#e lo accoglie, gli altri ospiti, e gli psicologi del ser$izio di &tnopsic#iatria c#e lo
seguono, la psicoterapeuta Valentina 0tirone e lo psicoterapeuta in formazione 1iccol6 ,a$elli, una
serie di manifestazioni comportamentali e somatic#e c#e non mancano di suscitare l'in.uietudine e
la perplessit* di c#i lo #a in carico+ 1el maggio 0!" )+ $iene rico$erato con una diagnosi di
sindrome psicotica acuta per alcuni giorni, ma nel corso del rico$ero mostra sorprendentemente un
.uadro asintomatico+
<uello c#e gli psicoterapeuti c#iamano il sintomo consiste in una serie di manifestazioni c#e )+
mostra prima in comunit*, spa$entando gli altri ospiti, poi all'inizio e alla fine delle sedute, e c#e
sono ricorrenti e tipic#e, come $edremo, delle manifestazioni di possessione+ )+ c#iude gli occ#i,
emette dei colpi di tosse, $a in apnea e mostra tensione addominale, si irrigidisce, urla dopo una
serie di $ocalizzi gutturali, riprende il respiro+ ,a manifestazione della forza - caratterizzata
anc#e da comportamenti sessualizzati+ )+ talora si strofina i genitali in pu%%lico, e gli capita di
denudarsi in stato dissociati$o da$anti ad altre persone+ 1el suo racconto la forza inizia a
manifestarsi con un formicolio nei genitali per poi arri$are alla testa, e comprende dei formicolii al
%raccio+ )ic#el mostra di poter passare molto facilmente dallo stato di coscienza a .uello di
transe4dissociazione e $ice$ersa, altra caratteristica tipica dei fenomeni di possessione, e dic#iara di
sentirsi un'altra persona+
Il rapporto di )+ con le sue manifestazioni, e l'interpretazione c#e ne d*, - contro$erso e si e$ol$e
nel corso del tempo+ In un primo tempo il ragazzo dic#iara di considerarsi malato e %isognoso di
cura occidentale, perc#5 .uesto fenomeno gli - successo in Italia, e teme di stare peggio se curato
con la sua medicina di cui #a paura+ )+ sostiene in .uesto frangente di non essere mai entrato in
contatto con .uesto tipo di manifestazioni, ma in seguito ammetter* di a$ere a$uto dei guaritori in
famiglia, c#e .ueste pratic#e erano osteggiate dal padre c#e era ;estimone di Aeo$a, e c#e se il
padre gli a$esse passato la forza sare%%e stato meglio per lui perc#5 non a$re%%e sofferto+ )+ $uole
infatti di$entare forte anc#e lui, di$enire una $ersione pi9 forte di se stesso, sostiene di do$er essere
4
in grado di accogliere .uesta forza+
0i decide in %ase alla ric#iesta dei terapeuti di iniziare un confronto tra loro e gli antropologi
Far%ara Caputo e ,orenzo ''Angelo, c#e a$r* luogo nel corso di una serie di incontri+ )a come
condurre il confrontoC ,'ipotesi di partenza - c#e i sintomi e le manifestazioni risc#iano di rimanere
muti se non $engono sottoposti a un tentati$o di lettura e interpretazione culturale, c#e in molti
am%iti $anno ancora costruite, consentendo cos/ un la$oro di co-costruzione culturale tra terapeuta e
paziente 2)oro 0078 G43+
Ci6 in cui pu6 consistere un'etnopsichiatria al vivo - un incontro di tipo complementarista, secondo
l'indicazione di Aeorges 'e$ereux, iniziatore della disciplina, tra punti di $ista psicoanalitici,
antropologici e anc#e %iomedici 2riteniamo a .uesto proposito c#e sia di particolare importanza
esplicitare oltre alla diagnosi .uali farmaci siano stati prescritti3+ ,'approccio di tipo
complementarista si %asa sulla fecondazione reciproca dei concetti 2'e$ereux !7==8 !3 poic#5 -
impossi%ile scindere lo studio della Cultura da .uello dello psic#ismo, precisamente perc#5
psic#ismo e Cultura sono due concetti c#e, %enc#5 interamente distinti, si tro$ano in un rapporto
reciproco di complementarit* #eisen%erg#iana 2i%id8 H"3, nel .uale l'osser$azione modifica
l'oggetto osser$ato+ In effetti il metodo complementarista presuppone, e addirittura esige, la
coesistenza di di$erse spiegazioni, ciascuna delle .uali - .uasi esausti$a all'interno del suo .uadro
di riferimento, ma appena parziale in uno di$erso 2i%id8 IIII3+
)a come de$e essere impostato il punto di $ista antropologico in rapporto a una situazione clinicaC
Il comportamento dellJAltro, tanto meno i distur%i mentali da cui - e$entualmente affetto, non possono
essere spiegati nella loro totalit* sulla %ase della cultura del suo gruppo, non di$ersamente da .uanto
lJinconscio non permetta di interpretare la totalit* dei fatti umani+ ;utta$ia, senza mai saturare il campo delle
interpretazioni, lJappartenenza culturale pu6 ri$elarsi una categoria decisi$a, o strategica, nella cura+ Come
pensare dun.ue opportunamente nella pratica .uotidiana dei ser$izi il rapporto fra distur%i mentali nella
popolazione immigrata e domanda di curaC Come articolare la relazione fra culture di appartenenza e
strategie terapeutic#eC
2Feneduce 00=3

0i cerca .uindi di ragionare intorno al sintomo, c#e appare agli occ#i degli antropologi mostrare
le caratteristic#e dei fenomeni di possessione, e alle sue possi%ili interpretazioni+ Il la$oro c#e
a%%iamo fatto - stato .uello di confrontarci man mano c#e il caso di )+ si anda$a e$ol$endo nel
corso degli incontri clinici e della sua $ita in comunit*, e iniziare a formulare delle ipotesi relati$e
alla cultura, ma anc#e alla storia migratoria e al suo intreccio con i segnali manifestati, man mano
c#e la sua storia si anda$a delineando+ In seguito si - deciso di approfondire il campo attra$erso uno
studio e la proiezione di documentari riguardanti casi sulla possessione, allo scopo di poterne
mostrare in maniera age$ole differenti declinazioni, con le loro somiglianze e differenze, cercando
di fornirne una documentazione .uanto pi9 possi%ile significati$a+
Ci6 c#e appare di centrale importanza in .uesto caso, e c#e interroga terapeuti e antropologi, - il
peculiare contesto in cui si s$olgono le manifestazioni dissociati$e di )+ , e cio- non nel suo paese,
in un .uadro rituale %en preciso, ma in un contesto di solitudine relati$amente a un contesto
culturalmente coerente, anc#e se in pu%%lico o nel corso di incontri clinici+ Come $anno dun.ue
interpretateC 0i ricorre innanzitutto alle categorie c#e #anno a c#e $edere con i fenomeni di
possessione, collegandole con il percorso %iografico e la situazione migratoria di )ic#el+
,a prima ipotesi formulata - .uella c#e la forza, con l'esteriorizzazione delle sue
manifestazioni, corrisponda a una sensazione di protezione spirituale c#e pu6 a$ere anc#e dei
ris$olti terapeutici+ ,'uni$erso c#e attornia )ic#el - testimoni di Aeo$a, psicoterapeuti - e lui stesso
sono in$estiti da un campo di forza am%i$alente, c#e a lui tocca gestire e dominare+ 1el la$oro di
confronto circolare psico-antropologico ci si tro$a d'accordo, anc#e facendo riferimento
all'esperienza con altri pazienti, sul fatto c#e )+ stia tentando di tenere insieme parti scisse e non
integrate, il .ui e il l*, di tro$are un nuo$o s5, un nuo$o assetto in una realt* c#e al paziente sta
G
sfuggendo, una rinegoziazione c#e sia in s5 curati$a, in una ricerca di senso c#e si s$olge in una
dimensione transnazionale, andando a recuperare elementi tradizionali e familiari sopiti o
accantonati, ma mai del tutto dimenticati, forse in un tentati$o di crescere c#e non pu6 non ricordare
.uel percorso indi$iduale caotico c#e soggiace a ogni storia iniziatica 2Kell !7778 "=3, e do$e il
caos culturalmente riconosciuto e .uello c#e si manifesta nella $ita di )+ mostrano dei punti di
coincidenza+ In situazioni tradizionali di possessione l'iniziato - infatti c#iamato a dominare il
disordine c#e pare essersi impossessato della sua $ita per arri$are a un nuo$o tipo di personalit* e
incorporare forze dal carattere am%i$alente, pericolose e %enefic#e al tempo stesso+
In .uesto tentati$o di integrazione appare centrale la .uestione della mimesi, l'essere4di$entare come
l'altro, c#e caratterizza anc#'essa storicamente i fenomeni di possessione, con l'incorporazione, in
senso letterale L .uindi usando il corpo come strumento e registro espressi$o - sia di entit*
soprannaturali sia di %eni e figure della modernit*+ Attra$erso la selezione di figure dell'alterit*
gruppi e indi$idui attra$ersano i confini delle culture, nel tentati$o al tempo stesso di go$ernare
l'alterit*, addomesticandone il potenziale minaccioso e la $iolenza, e di forgiare un'identit*,
mediante atti creati$i 2Feneduce 00M ;aussig !77"3+ )ic#el afferma di essere europeo, spende
molti soldi in $estiti c#iedendone anc#e alla famiglia in Congo, esce con ragazze italiane
adattandosi alle a%itudini locali, c#e pre$edono di dedicare un certo periodo di tempo a una
relazione, e riesce a dispetto delle sue condizioni a intrattenere relazioni con di$erse donne+ ,a sua
tensione $erso l'(ccidente - pro%a%ilmente .ualcosa c#e era gi* presente in Congo+ I fenomeni di
possessione si possono allora configurare come una pratica transizionale in cui )+ cerca di
conciliare $arie realt* e$idenziando fenomeni di continuit* e molteplicit*, e dimostrando di $i$ere
in una delle possi%ili modernit* contemporanee c#e non sono mai scisse da legame con la
tradizione+ ,' altro da me #a la capacit* di fare cose c#e gli umani non fare%%ero e la possessione
dimostrere%%e c#e lui sta di$entando altro, una persona 2ancora3 sessualmente potente e .uindi
generati$a di nuo$e possi%ilit* identitarie+ Viene .ui da pensare, per analogia, al sm camerunense,
sostanza ancestrale contenuta nell'addome, c#e costituisce il principio della trasformazione, ossia
sim%oleggia la capacit* di entrare in contatto con il mondo delle forze notturne, occulte 2<uaranta
00"8 G!3+ In $irt9 del sm, anc#e in assenza di riti di iniziazione, il corpo pu6 essere considerato
come un feticcio c#e di$iene $eicolo di forze so$rannaturali, un sal$adanaio di risorse di potere
c#e altro non sono c#e i fluidi corporei, sali$a, sangue e sperma+ In contesti do$e il potere
costituisce anc#e un mezzo di accesso all'alterit*, e do$e alterit* significa anc#e accesso a forme di
prestigio sociale, la sessualit - una posta in gioco fondamentale nel processo di costruzione
dell'identit* gio$anile 2<uaranta 00"8 G=3 e un modo di dare $isi%ilit* al proprio potere+ 0e
leggiamo in .uesta c#ia$e le esternazioni di sessualit* di )ic#el, forse possiamo arri$are a
comprendere come la riconnessione con l'accesso alla sessualit* rappresenti per lui una posta in
gioco alta in termini di identit*, prestigio e potere, soprattutto in un contesto di accesso all'alterit*
.ual'- .uello del suo paese di accoglienza, pur nella contraddizione con le istanze sessualmente
restritti$e dei testimoni di Aeo$a+
In .ualc#e modo pro%a%ilmente )+ tenta un rimodellamento di s5 attra$erso l'esperienza della
possessione, c#e come in altri casi di migrazione, attiene $ite segnate dalla sofferenza 2Feneduce,
;aliani 00!3, e nella .uale il corpo - l'arena in cui si mostrano i conflitti, e si ri$ela un desiderio
c#e - anc#e .uello colletti$o del lignaggio, della famiglia, e di modelli di %enessere e di prosperit*,
attra$erso un mezzo c#e non - .uello dell'accesso alla soggetti$it*, nel senso di una riflessione sul
05 2.ui non entriamo nel merito della teoria lacaniana3, ma .uello dell'imitazione e
dell'identificazione 2Pandolfo 0008 !"H3, un mezzo c#e andre%%e ampiamente esplorato+
&' importante sottolineare come il corpo $ada decodificato .uale fonte e terreno di esperienza, e
come mediante l'incorporazione dell'esperienza, la trasformazione dell'esperienza in fenomeni
corporei e relazione con il mondo, si costruisca una struttura oggettuale della realt* , tracciando
connessioni tra noi e i nostri mondi, e consentendo .uindi di leggere un significato esistenziale,
una modalit* di essere nel mondo 2Csordas 00"8 43+
N
Il corpo di$iene luogo di memoria di legami occultati o dimenticati impossi%ili da recidere ma non
facilmente integra%ili alle sfide del presente, alle nuo$e alterit* di cui si $a all'incontro 2Feneduce,
;aliani 00!3, in un tentati$o di conciliare appartenenze e mondi c#e a$$iene in solitudine e c#e si
cerca di socializzare da$anti ad altri immigrati, operatori e terapeuti, in una condizione am%i$alente
c#e comprende malattia e immigrazione, e c#e si traduce nei processi di mimesi e nei
rispecc#iamenti culturali+ Il corpo, con i suoi segnali e le sue emozioni, - dun.ue sim%olicamente
significante, e .ualun.ue sia il percorso terapeutico c#e si decide di intraprendere ci pu6 narrare del
percorso culturale e %iografico del soggetto, esperienza incarnata, e del suo farsi legame tra mondi+
Al tempo stesso per i terapeuti di )ic#el la forza pu6 essere anc#e un modo di manifestare .uella
parte negati$a c#e non riuscire%%e a tirar fuori altrimenti, tutta la tristezza, la ra%%ia e lo sconforto, a
causa di un legame di de%ito e di riconoscenza c#e lui sente di a$ere $erso l'(ccidente, e di un
atteggiamento di padroneggiamento di s5 c#e tende a essere .uasi sempre gentile e sedutti$o+ Ci6
c#e - interessante e importante $edere - come nelle manifestazioni della forza di )ic#el si
incanalino sia il tentati$o di integrare parti attinenti, anc#e, all'identit* culturale, sia una parte pi9
prettamente personale ed emoti$a c#e #a a c#e $edere con l'espressione di sentimenti rimossi+
?n'altra parte del confronto molto significati$a #a riguardato la possi%ile interpretazione dei
comportamenti di )+ come isterici+ ,e manifestazioni somatic#e mostrate da )+ sem%rano
corrispondere in effetti, cos/ come .uelle espresse nel corso dei rituali di possessione, a .uei sintomi
dell'isteria classica c#e oramai in (ccidente non sono pi9 si manifestano pi9 e sono anc#e stati
deru%ricati in .uanto tali dal '0), il manuale di classificazione psic#iatrica, nel !7H=, per lasciare
il posto alla definizione di distur%i di con$ersione e somatoformi, senza tutta$ia escludere il ricorso
all'uso del termine isteria nella pratica discorsi$a corrente e anc#e clinica+
1el corso dell'incontro noi sosteniamo c#e introducendo nel caso di )+ il discorso e la definizione
di isteria si risc#ia di pri$ilegiare un discorso medico, mentre in .uesto caso le manifestazioni di )+
paiono rimandare a una .uestione di identit* e di conflittualit* interiori+ &' da sottolineare inoltre
c#e il discorso dell'isteria - inoltre anc#'esso frutto di una costruzione scientifica e storica %en
precisa, .uella occidentale+ Per :o%erto Feneduce e 0imona ;aliani 200!3 l'utilizzazione di assunti
e termini della psicologia e psic#iatria occidentale non - adeguata a dar conto delle rappresentazioni
di persona e psic#ismo c#e soggiacciono all'esperienza della possessione+
:isulter* utile ai fini del nostro la$oro e$idenziare come la definizione di isteria sia un prodotto
storico e culturale della clinica occidentale, frutto di una costruzione scientifica+ Come )ic#el
@oucault #a a$uto modo di ricostruire nella sua Storia della follia, l'isteria $iene descritta
medicalmente gi* nel 0ettecento+ Intesa come categoria mor%ifica dello spirito, e assimilata
all'ipocondria e agli stati con$ulsi$i, conser$a sempre un carattere sfuggente, talora considerata una
malattia dei ner$i, talora dell'immaginazione, e spesso, l'isteria $iene concepita mediante la $alenza
metaforica dell'eccesso di ardore come caratteristica sentimentale femminile+ In parte, per6, -
ricondotta anc#e alla presenza di umori freddi e stagnanti, in %ase all'eredit* medica greco-romana+
,e - proprio l'eccesso di mo%ilit*, al contrario della malinconia c#e conduce all'immo%ilit*+ 0e
ancora nel IVII secolo permangono le credenze sulla mo%ilit* della matrice 2utero3 di origine
ippocratica, .ueste $engono progressi$amente medicalizzate per essere ricondotte fino all'epoca di
Pinel ad un effetto sui ner$i, oppure allo stomaco, e non alla natura intrinseca dell'organo+ 1el
=
diciottesimo secolo, con il sopra$$ento di una morale della sensi%ilit* su di una dinamica dello
spazio corporeo, l'isteria $iene considerata in modo definiti$o come follia+

Con il contri%uto di
Freuer e @reud agli inizi del 1o$ecento, c#e definirono l'isteria come l'espressione di conflitti
inconsci con$ertiti in manifestazioni e linguaggio corporei, .uesta #a rappresentato una delle
manifestazioni esemplari del disagio mentale 2@reud 0073+ ;ale definizione, come a%%iamo
constatato in .uesto caso, - tanto ampia da arri$are ad includere le s$ariate manifestazioni di
possessione c#e #anno luogo in differenti e numerosi contesti geografici e culturali+ & d'altra parte,
nel corso del secondo rico$ero di )ic#el, le sue manifestazioni, c#e puntualmente si $erificano nel
corso dei collo.ui psic#iatrici, $erranno considerate soprattutto come esi%izioni+
Anc#e alcuni antropologi #anno sta%ilito un'analogia tra fenomeni di possessione e isteria+
!
,o
psicosociologo ed etnologo francese Aeorges ,apassade 200H3 #a ro$esciato la prospetti$a,
asserendo l'uni$ersalit* dei fenomeni di transe .uali forme culturali c#e si %asano su una capacit*
psic#ica uni$ersale, e c#e l'isteria non sia c#e una delle declinazioni storic#e della transe, frutto del
modo di produzione capitalistico ed erede storico delle manifestazioni di stregoneria e possessione
dia%olica, c#e costituire%%ero a suo a$$iso dei fenomeni di transe indotta dagli stessi in.uisitori+ Al
tempo stesso per6 asserisce c#e talora possono esser$i alcune manifestazioni culturalizzate di
isteria, .uali i rituali salentini della taranta eseguiti fino agli anni 0essanta 2do$e sare%%e stata
performata la figura classica dell'arco isterico3 e .uello della )adonna dell'Arco tuttora esistente, e
anc#e c#e in alcune culture, .uando non - presente da parte del posseduto una gestualit* rituale ma
.uesta - piuttosto impro$$isata, si tratti piuttosto di fenomeni di isteria c#e di transe $era e propria+

Altri antropologi 2C#arutE !7H=,!77=M (ng !7H=, !7HH3, #anno pi9 recentemente sottolineato come
la classificazione di persone o fenomeni come isterici a%%ia a c#e $edere con precisi contesti
sociali, storici e rapporti di forza, e come sia dun.ue ridutti$o e astorico ridurre determinate
manifestazioni al solo sintomo+ <ueste letture non sono .uindi in grado di comprendere la
specificit* dei contesti storico-culturali n5 di cogliere il $alore politico di discorsi e pratic#e con i
.uali i gruppi su%alterni o gli indi$idui pi9 $ulnera%ili di un determinato gruppo o societ*
esprimono il proprio malessere e cercano di rinegoziare o cam%iare i rapporti sociali con i gruppi
dominanti+ 2Caputo, ''Angelo8 0!"3+ 0i pone al tempo stesso nel nostro caso la .uestione della
storia e delle espressioni di un soggetto c#e - sia sofferente sia portatore di una storia e una cultura,
c#e si esprime nel linguaggio della possessione, all'incrocio tra malattia e manifestazioni culturali
c#e non si possono ridurre a a nostro a$$iso a una mera classificazione psicopatologica occidentale+
'al confronto tra psicologi e antropologi $iene fuori l'esigenza di do$er decostruire e ricostruire
continuamente i riferimenti teorici e culturali specifici c#e danno fiducia e sicurezza, per aprirsi
all'altro, e se il mo$imento $iene colto pu6 atti$are una dinamica+ Vi - dun.ue una forte esigenza di
osser$are se stessi nell'interazione con l'altro, c#e caratterizza sia gli antropologi sia gli
psicoterapeuti, e di continua capacit* di sospendere le categorie impiegate+ Per fare a$anzare il
dialogo i curanti de$ono decostruirsi e cercare di capire come sono $isti dal paziente+ Come
affermano Feneduce e ;aliani, la sfida nel la$oro etno-clinico sta, secondo noi, in .uesto8 negli
sforzi di costruire una ideologia condi$isa e continuamente negoziata con c#i ci sta di fronte,
paziente, immigrato, africano, e, forse, in alcuni casi, anc#e spirito incarnato, senza imporre
!
Alfred )etraux, per esempio, non #a du%%i in proposito+ In Voodo in Haiti 2!7=3 egli infatti afferma c#e8 Oi sintomi
della fase di apertura della trance sono c#iaramente psicopatologiciP

e .uesti sintomi, dal suo punto di $ista, si
conformano alla concezione clinica dellJisteria+ )5traux a$e$a operato un confronto con l'isteria poic#5 i fenomeni a
cui a$e$a assistito erano caratterizzati da spasmi, con$ulsioni e agitazione corporea, comportamenti parossistici,
difficolt* di respirazione e delirio+ Allo stesso modo, Aananat# (%eEeseDere, antropologo influenzato dalla prospetti$a
psicoanalitica, in un suo li%ro dedicato alla possessione spiritica femminile nello 0ri ,anDa, afferma perentoriamente
c#e Omolte di .ueste donne sono, in termini puramente clinici, delle isteric#eP 2!7H!8 =G3+ ,a stessa concezione
patologica ricorre in maniera altrettanto decisa nei noti studi di I+ )+ ,eBis sullo sciamanismo+ In Ecstatic Religion
2!7H73, lJantropologo riprende esplicitamente gli studi di @reud e Freuer per cercare una spiegazione al perc#5 dei
fenomeni di possessione+

0i $eda per .uesto il documentario on-line sui rituali della )adonna dell'Arco con Aeorges ,apassade
2#ttps844BBB+Eoutu%e+com4Batc#C$Q@ClN7)G.iRs3+
H
proiezioni e categorizzazioni proprie alle nostre discipline 2Feneduce, ;aliani 00!8 "43+ & in
effetti i terapeuti nel corso degli incontri si limitano a porre domande a )ic#el senza $oler imporre
una loro interpretazione, cercando di ricostruire il senso c#e il paziente esprime+
Al di fuori dei collo.ui clinici l'oggetto forza $iene esaminato secondo differenti prospetti$e+
)ic#el ammette di $olere spa$entare gli altri allo scopo di proteggersi mostrandosi pi9 forte+ ,a
forza pu6 essere interpretata come oggetto interno persecutorio nel senso di una parte distrutti$a
del 05 2anc#e .ui non entreremo nel merito della teoria Dleiniana3, .ualcosa di sgrade$ole e pesante
c#e si %utta fuori, e in .uesto caso toccarlo comporta un pericolo di disgregazione, oppure si pu6
adottare una $isione antropologica della .uestione, il fatto c#e )ic#el mediante l'esternazione della
forza cerc#i di go$ernare una parte oscura e contraddittoria di s5 secondo modalit* culturalmente
sperimentateC 1ei collo.ui )ic#el spiega c#e per lui forza significa anc#e $iolenza, aggressione, e
forse .uesto #a a c#e $edere con le figure familiari+ Vi pu6 essere inoltre accanto a .uesta parte
anc#e una personalit* sofferente e depressi$a espressa in modo autentico, anc#e mediante le scuse
c#e )+ ri$olge .uando lascia fuoriuscire le manifestazioni della forza+ ,a forza sem%ra .uindi
assommare in s5 differenti istanze indi$iduali, c#e ric#iamano differenti interpretazioni tra il
registro psicoanalitico e antropologico, psic#ico e identitario, e c#e possono tutte concorrere a
spiegare il nodo in cui si tro$a )ic#el, andando incontro in .uesto senso anc#e alla
caratterizzazione di moltiplicazione del possi%ile c#e si $erifica nella possessione 2Feneduce,
;aliani 00!8 43+
Attra$erso la forza, )+ sem%ra $oler far coesistere di$erse forme di umanit* e di alterit*, c#e
conglo%ano il suo mondo passato e presente, dalle tradizioni magic#e familiari, alla religione
paterna e materna, al suo desiderio di (ccidente con tutte le frustrazioni di cui - portatore, fin forse
al linguaggio nosologico del paese di accoglienza, c#e pre$ede determinate espressioni di malessere
e terapia+ ,e sue manifestazioni seguono in effetti il filo %iografico delle tra$agliate $icende italiane
e transnazionali+ Vi - una recrudescenza molto forte del sintomo in occasione di un incontro di
rete, nel .uale )+ pu6 sentire messa a repentaglio la sua $ita in Italia, considerato il duplice diniego
per la ric#iesta d'asilo+ ,/ comincia a dare pugni nella parete, al tempo stesso c#iedendo scusa a uno
dei terapeuti e ri$olgendo sguardi accesi 2truci3 a tutte le donne, sostenendo
contemporaneamente di stare %ene nel dire c#e $ole$a andare a un appuntamento, e dimostrando in
.uesto senso ancora una $olta una capacit* di mantenere una soglia alta di ritorno alla coscienza+
Altro fattore di recrudescenza - la prospetti$a di un matrimonio di )+ alla fine del 0!" con una
donna congolese c#e gli era stata scelta dalla famiglia+ Il progetto era c#e la moglie sare%%e andata
in @rancia, a$re%%ero fatto un figlio insieme e poi lui l'a$re%%e raggiunta+ In .uesto caso lo star
male di )+ parre%%e a$ere lo scopo di non fargli assumere responsa%ilit* e farsi continuare a
sostenere dalla famiglia+
<uesta duplicit* pare rispecc#iarsi anc#e nell'iter clinico di )+ 0e il la$oro psicoterapeutico #a a
c#e fare con il tro$are un filo dotato di senso, dagli incontri psic#iatrici lui mutua un senso e un
lessico pi9 occidentalizzato, lo incorpora e lo riporta in psicoterapia, in modo da sentirsi partecipe
della terapia usando il linguaggio medico, ma al tempo stesso $edendo i suoi terapeuti come
depositari di forza+ Come dice Pandolfo a proposito delle terapie dei Sinn in )arocco c#e $engono
effettuate insieme a .uelle psic#iatric#e classic#e, nei multipli e contraddittori mondi della
modernit* la soggetti$it* si costruisce in entram%i i siti 2Pandolfo 0008 !43+ Possiamo anc#e
ipotizzare, con Feneduce e ;aliani 200!8 "43, c#e la mancanza di condi$isione del teatro $issuto
della possessione porti a fare oscillare il discorso e la ricerca di cure $erso la %io-medicina+
;ra le ipotesi possi%ili, il pro%lema c#e si pone - di .uale cura esercitare in un contesto complesso
c#e $ede riunirsi attorno a )ic#el psicoterapeuti del CP0, operatori e altri a%itanti della comunit*
c#e lo accoglie, la sua psic#iatra e i mem%ri dell'5.uipe del CP0+ Ali piscoterapeuti $edono
proiettare su di s5 differenti parti del paziente, aggressi$a, depressi$a o performati$a+ )+ ricomincia
a mostrare i suoi sintomi da$anti agli altri in.uilini della comunit* di accoglienza, spa$entandoli,
senza c#e le medicine c#e gli $engono somministrate in dosi piuttosto forti sortiscano effetto+ 1on
7
si tratta dun.ue solo di optare per una cura o l'altra in %ase a determinati parametri c#e si sceglie di
pri$ilegiare, ma di decidere anc#e in %ase a esigenze del contesto stesso, formato da una articolata
rete di attori pro$$isti di determinate competenze+
,a .uestione di )+ $iene allora affrontata nel corso di una 5.uipe congiunta tra operatori del Cps e
della sua comunit*, con gli psic#iatri c#e lo seguono+ <ui si propone di pro$are ad arginare la nuo$a
ondata di manifestazioni sintomatic#e con un rico$ero, e di ri$alutare gli aspetti della terapia
introducendo uno sta%ilizzatore dell'umore+ 0e da parte di alcuni componenti dell'5.uipe 2io e
l'assistente sociale3 $iene fatta la proposta di cercare di seguire il senso c#e )+ conferisce ai suoi
sintomi, pi9 .uindi nella direzione di una manifestazione di tipo culturale e tradizionale, da parte
del resto dell'5.uipe $iene per6 attestato c#e la situazione - a un li$ello di emergenza, a$$ertito
anc#e dalla psicoterapeuta c#e in sogno si - $ista aggredire da )+, e $iene proposto un nuo$o
rico$ero, in %ase a una diagnosi di psicosi 1A0, accettato dallo stesso )+, nel corso del .uale il
ragazzo continua a esprimersi da$anti agli psic#iatri mediante le manifestazioni a lui consuete, e
c#e $engono interpretate come espisodi dissociati$i, esi%izioni e fenomeni di possessione
istrionica+ ,a terapia proposta, a %ase di dosi non %lande di 'epaDin, Aloperidolo e 'iazepam, non
spegne per6 le manifestazioni di transe di )ic#el, c#e tutta$ia le confina solo nell'am%ito di .uegli
incontri nei .uali si sente pro%a%ilmente pi9 accolto+ Al tempo stesso le manifestazioni di transe si
e$ol$ono, presentando maggiori $er%alizzazioni, contenuti depressi$i, e aggressi$it* c#e prima
$eni$a negata e in seguito $iene ammessa+ Allo scopo di garantirgli un am%iente c#e risulti pi9
conteniti$o per lui e al tempo stesso pi9 protetti$o per c#i lo segue, $iene deciso di costituire un
setting allargato c#e comprende gli psicoterapeuti, la psic#iatra e l'educatrice+ ,a storia rimane in
di$enire e seguirne il decorso potr* sicuramente fornire indicazioni preziose ai fini delle %uone
pratic#e, c#e forniscano metodi alternati$i e pratica%ili rispetto all'etnopsic#iatria classica, e c#e
tengano in conto il contesto culturale del paziente e la sua declinazione in di$erse dimensioni della
sua espressi$it*+
Per .uanto attiene la parte di contri%uto antropologico, l'interpretazione di un caso clinico di .uesto
tipo, c#e si pone a nostro a$$iso oltre i confini della nosologia occidentale, $a tro$ata ai %ordi tra
la$oro di interpretazione antropologica e storia psic#ica e personale, tra $ita, cultura ed emozioni, in
un la$oro circolare, e nel .uale $iene mantenuta una prospetti$a complementarista, nel senso di un
la$oro disciplinare distinto+ 0i pu6 in .ualc#e modo ricostituire a nostro a$$iso un la$oro di 5.uipe
e di gruppo anc#e al di l* del gruppo terapeutico etnopsic#iatrico propriamente detto, nel .uale
mettere in circolo $irtuoso le interpretazioni attinenti alle di$erse discipline+
Transe e possessione in una prospettiva transculturale
Il caso di )+ #a portato a sentire l'esigenza di ampliare la portata della .uestione mediante un la$oro
di approfondimento sui fenomeni di possessione+ Il la$oro collaterale c#e - stato fatto - andato
maggiormente nel senso, se $ogliamo, di una psic#iatra transculturale, cio- tra una comparazione
tra di$ersi fenomeni di possessione c#e presentano una serie di somiglianze e differenze in di$erse
culture ed epoc#e+ &' stata .uindi proiettata una serie di documentari c#e #anno tutti a oggetto
fenomeni di trance e possessione, in di$ersi contesti geografici, ma c#e possono dare adito a di$erse
riflessioni collegate tra di loro+ ,es maTtres fous di Uean :ouc#M una testimonianza $isi$a di una
cerimonia di possessione marocc#ina AnaBa, 0#adoBs and illuminations, un documentario di
:o%ert ,emelson su un caso di possessione4psicosi di un anziano contadino %alineseM ,a taranta,
documentario %asato sulla ricerca di &rnesto 'e )artino sul rituale di possessione salentino,
accompagnato da una testimonianza e interpretazione di Aeorges ,apassade sul rito della )adonna
dell'Arco, nel corso del .uale si $erificano s$enimenti e attacc#i con$ulsi$i, nel senso di una isteria
culturalizzata c#e presenta delle similitudini con il tarantismo+
!0
Lila Gnawa e taranta salentina. La possessione in un contesto mediterraneo
?no degli aspetti pi9 salienti della storia di )+ - .uello dell'incorporazione e del controllo di forze
soprannaturali oscure o $itali come la sessualit*+ A .uesto scopo sono stati mostrati degli spezzoni
di un documentario sulla lila AnaBa, una cerimonia di possessione marocc#ina condotta da una
confraternita formata da suonatori e $eggenti neri, reputati essere discendenti di sc#ia$i e .uindi
attori pri$ilegiati nel $eicolare l'alterit*+ <uesti riti sono interessanti nel nostro caso da una parte
perc#5 presentano delle parentele e analogie con altri riti di possessione africani, dall'altro perc#5 i
posseduti cercano di go$ernare le forze c#e si impossessano di loro e ci consentono di rin$enire
analogie e formulare ipotesi a li$ello clinico+ <uesta cerimonia #a la peculiarit* di e$ocare nel corso
delle notti di possessione tutti gli ordini spiriti, dai santi4maestri4s#aED# musulmani come A%d el-
<ader al-Uilani alle forze pi9 oscure, caratterizzate dal colore nero, come 0idi )imoun e Ais#a
<andis#a, e addirittura entit* segrete c#e si manifestano sotto forme animali, come Fala Fala 'ima
e gli spiriti 0ergu, e c#e $engono e$ocate solo in casi rari a causa dell'estrema pericolosit*+ 1el
corso della lila $engono e$ocati i soffi $itali in circolazione nell'uni$erso e i sette elementi
fondamentali c#e costituiscono il mondo terrestre, in un cammino c#e ripercorre la creazione e
l'unit* del cosmo+
,a concezione dell'uomo soggiacente alle cerimonie di possessione - .uella di un insieme il cui
e.uili%rio precario dipende strettamente dalle energie alle .uali - costantemente sottomesso, forze
spirituali o materiali, $enti esteriori, o soffi interiori 2Kell !7778 !!H3+ ,ontano dall'essere una
sorta di insieme conc#iuso e autosufficiente, do$e il disagio $a cercato in cause interne, l'essere
umano - il prodotto di una complessa com%inazione tra forze interne ed esterne, c#e $ede il
concorso delle forze cosmic#e+ Per .uesto moti$o il rito ripercorre la completezza del cosmo e il
cammino della creazione+ 1ella possessione, a differenza delle religioni della sal$ezza, esiste per
Kell una concezione realista e pragmatica della creazione, nella .uale il mondo - imperfetto ma gli
spiriti, essendo $icini agli uomini, possono aiutarli a lottare contro le malattie+ 0i tratta tutta$ia di
forze am%i$alenti, c#e possono procurare tanto il %ene .uanto il male+ ,a loro forza - tale c#e la
loro credenza riesce a resistere a .ualsiasi tentati$o di neutralizzazione, e .uesto pu6 contri%uire a
spiegare perc#5 la credenza nella forza sia rimasta $i$a in )ic#el, e anc#e la sua am%i$alente
paura e attrazione rispetto ad essa+
1ella cerimonia di possessione - il corpo ad annunciare la $enuta degli spiriti mediante il disordine
c#e $i si manifesta, in una modalit* c#e rimane significante secondo una logica sim%olica+ Il corpo
del posseduto - testimone di una progressi$a padronanza di s5 c#e porta all'apparire di una
personalit* altra+ Fertrand Kell ritro$a tali caratteristic#e presenti secondo un filo transculturale in
culture e manifestazioni anc#e lontane tra di loro, incluse le cerimonie sciamanic#e 2e ci6 lo porta a
parlare di un complesso transculturale possessione-sciamanismo di $asta diffusione3, cos/ come
.uelle di una forza e di una $iolenza c#e a%itano e scuotono il corpo+ Ciononostante nel corso della
possessione pu6 permanere un li$ello di coscienza e di controllo dei propri atti+
Altrettanto significati$a - la dimensione sessuale+ 1el corso della cerimonia AnaBa sono soprattutto
le donne a emettere $ocalizzi e a inscenare danze c#e #anno carattere sessualizzato, ma la cerimonia
di possessione consente di far circolare tra tutti i partecipanti un'energia calda e fecondante c#e
deri$a dal legame con il soprannaturale+ Il furore sessuale - legato alle forze soprannaturali e al
disordine, ma in generale i riti di possessione sono caratterizzati da una trasgressione delle regole
c#e corrisponde a un disordine, il .uale pu6 essere anc#e espressione di conflitti+ Il disordine appare
in definiti$a come il cardine sim%olico, esplicati$o, generati$o di .uesti fenomeni+ Kell sottolinea la
presenza della dimensione del disordine come necessaria, parte di un ordine delle cose, dimensione
c#e $a padroneggiata e non neutralizzata, forza fecondante e creatrice e non sinonimo di caos,
segno di intensa energia, fattore di rigenerazione dell'ordine 2Kell !7778 ""=, Falandier !7HH3+ &'
l'immersione nel disordine, la discesa agl'inferi degli AnaBa c#e a$$iene tramite l'e$ocazione dei
!!
@igli della @oresta, gli 0piriti 1eri, c#e porta a un'autentica rinascita+ 2Kell !7778 "403+ &' nel corso
dell'immersione nel disordine c#e il posseduto-malato pu6 di$entare altro,
& .uesto di$entare altro si annuncia appunto attra$erso $ocalizzazioni, posture del corpo, energia,
facendo riferimento a una $erit* impersonale e non umana+ ,a possi%ilit* di percepire nuo$e
immagini del s5 e deresponsa%ilizzarsi relati$amente ad esse consente la re$italizzazione del
malato+
:itro$iamo .uindi nel dispositi$o culturale della lila gli elementi c#e caratterizzano il percorso
indi$iduale e non completamente ritualizzato di )ic#el, il desiderio di controllo di forze oscure e
am%i$alenti c#e si manifesta palesemente attra$erso il corpo, e la messa in circolo di un'energia c#e
- anc#e sessuale e fecondante, in un processo c#e dal disordine porta all'ordine, e c#e consente la
manifestazione di un'alterit*+
,a proiezione del documentario ,a ;aranta, c#e #a a$uto la consulenza di &rnesto de )artino ed
- composto da materiali raccolti, o analog#i, al soggiorno etnografico c#e l'etnologo italiano
effettu6 con la sua 5.uipe nell'estate del !7G7, #a a$uto lo scopo di introdurre i riti di possessione
presenti per secoli e fino a .ualc#e decennio fa nel )eridione italiano, con manifestazioni tuttora
presenti in parte nel culto campano della )adonna dell'Arco, cercando di e$idenziare parentele e
analogie con i culti di possessione e alcune credenze religiose del )editerraneo, cos/ come il
pensiero e gli studi di 'e )artino relati$i alla taranta e riportati nel suo la$oro ,a terra del
rimorso relati$amente alla presa in carico di manifestazioni do$ute a momenti critici
dell'esistenza mediante complessi sim%olici e riti di transe musicali+
Il rito della taranta #a a c#e $edere con la credenza negli effetti del morso di un ragno, i cui sintomi
si manifestano a cadenza ciclica annuale in prossimit* della festa di 0an Pietro e Paolo il 7 giugno+
1ei giorni prossimi alla festa presso le case dei tarantati, c#e nella maggior parte sono tarantate, si
s$olgono dei riti musicali 2considerati da ,apassade come transe indotta3 per c#iedere a 0an Paolo
di concedere la grazia, mentre si cerca di placare la tarantata c#e %alla la danza della piccola taranta,
la tarantella appunto, eseguendo una complessa coreografia fatta di cicli di circa dieci-.uindici
minuti, al suon di musica e con l'ausilio di nastri colorati c#e corrispondono ai colori graditi al
ragno+ In seguito, nel giorno della festa di 0an Paolo, i tarantati si recano presso la cappella di 0an
Paolo a Aalatina e $i %e$ono un'ac.ua c#e si ritiene a%%ia $irt9 terapeutic#e+
,a credenza sui poteri terapeutici di 0an Paolo deri$a da una leggenda relati$a a un suo naufragio
nell'isola di )alta, nel corso del .uale il santo a$re%%e dimostrato di poter curare le malattie e di
essere immune dal $eleno dei serpenti+ ;ale leggenda mostra un'analogia con le storie relati$e ai
santi musulmani, i wali, c#e a$re%%ero il potere di tenere gli scorpioni lontani dai territori a%itati+ Il
potere immunitario rispetto al morso di animali $elenosi, serpenti e tarante, era $igente anc#e
nell'area di Aalatina, e in precedenza do$e$a esserlo stato anc#e in altre zone del 0alento+
,a credenza nel morso della taranta trarre%%e la sua origine da un fenomeno concreto, la presenza di
aracnidi nei campi, e sare%%e stata assimilata alla latrodectria, un'intossicazione da morso di
aracnide $elenoso+ I casi effetti$i di latrodectria in 0alento tutta$ia appari$ano piuttosto rari, e
soprattutto non a$re%%ero potuto presentare la ricorrenza annuale del sim%olico morso della taranta+
In effetti, il rituale della taranta si $erifica$a in estate, nel momento di maggior presenza nei campi,
ma anc#e in uno dei maggiori momenti critici dell'anno, c#e a$e$a a c#e $edere con il raccolto+
Cos/ come per 'e )artino erano proprio i momenti critici dell'esistenza L pu%ert*, amori e
matrimoni infelici, conflitti matrimoniali, lutti, miseria materialeL a innescare la possessione da
taranta, c#e $eni$a curata con una catartica musicale risalente all'antica Arecia e di origine
pitagorica+
&siste$a un'ampia $ariet* di tarante, pro$$iste di $arie grandezze, tipi di morso, tonalit* melodic#e,
colori, tonalit* affetti$e differenti 2%allerine, canterine o anc#e tristi o mute, c#e non
reagi$ano agli stimoli musicali3, nomi propri, famiglie e discendenti+ ,'effetto del loro morso pote$a
durare per tutta la $ita o estendersi alle loro discendenti+
!
1el corso delle manifestazioni di tarantismo i posseduti pote$ano udire suoni c#e anticipa$ano il
rito, parlare con la taranta o le tarante o 0an Paolo, figure c#e talora si confonde$ano+
'e )artino si dedic6 allo studio del tarantismo in linea con .uello c#e secondo lui era uno degli
scopi principali dell'etnologia, e cio- i superare i limiti umanistici della propria cultura+ In tal senso
sostenne c#e il tarantismo sfuggi$a a una definizione nosologica in senso stretto o c#e la
sorpassa$a, e c#e consiste$a nella risoluzione di una crisi ne$rotica culturalmente modellata, di
conflitti psic#ici irrisolti e latenti nell'inconscio, mediante un sim%olismo mitico-rituale
culturalmente ordinato+ 1el suo esame del fenomeno era tutta$ia presente un'am%iguit*, poic#5 non
sfuggi$a al ricorso all'uso di termini mutuati dal linguaggio nosografico, fino a scorgere nel
tarantismo una componente depressi$a+ Ci6 c#e risulta importante tutta$ia nella definizione del
tarantismo - c#e $i sia una sua componente c#e esula e sfugge rispetto alla circoscrizione
nosologica del fenomeno+ :i$elatore ai fini della comprensione del fenomeno era il $er%o locale
scazzicare, c#e per certi $ersi costitui$a una definizione della taranta+ 0cazzicare a$e$a a c#e fare
con una stimolazione a%norme degli affetti e dei %isogni corporei, tra i .uali era compreso un
prorompere incontrollato dell'impulso erotico 2'e )artino !7748 N43, c#e pote$a deri$are da un
morso della taranta nel pu%e+ Il tarantismo era tutta$ia in grado di operare una risoluzione dei
conflitti interiori mediante il rito e la sua iterazione annuale+ Come i posseduti in altri contesti
culturali, i tarantati incorporano un'alterit* c#e pu6 essere anc#e per sempre, portandoli a ripetere il
rito per s$ariate decine di anni, e c#e si ripete con il ricorrere del ri-morso ogni anno, in prossimit*
della festa di 0an Paolo+ All'epoca in cui l'5.uipe di 'e )artino osser$6 il tarantismo, .uesto era gi*
in $ia di disgregazione+ 1ella cappella di 0an Paolo a Aalatina non era pi9 consentito l'uso della
musica, e talora il rituale non $eni$a eseguito e i tentati$i di guarigione si limita$ano all'assunzione
di ac.ua terapeutica+ Ci6 a$re%%e comportato, secondo l'etnologo, la dissoluzione della risoluzione
sim%olica del sintomo e come unica $ia di ricorso .uella allo psic#iatra+
A dire di Aeorges ,apassade, sia il tarantismo sia i rituali della )adonna dell'Arco, figura
am%i$alente c#e, a differenza della )adonna tradizionale, pu6 fare del male a c#i non #a rispetto
per lei, costituiscono una forma di isteria culturalizzata c#e pu6 essere curata mediante rituali
terapeutici+ 'i .uesti rituali per6 nella festa della )adonna dell'Arco non sussistere%%ero c#e gli
s$enimenti e le con$ulsioni, consegnati dalla religione cattolica alla definizione di malore e al
trattamento medico+
ossessione e psicosi tra mimesi e incorporazione di storia e memoria
,Jincontro di formazione dedicato allo studio del fenomeno della possessione si - concentrato
sullJanalisi di ,es maTtres fous, un film documentario girato dallJantropologo e regista francese
Uean :ouc# a met* degli anni Cin.uanta+ Il film - forse uno dei pi9 contro$ersi tra .uelli girati dal
regista nel corso della sua lunga carriera+ )a, - proprio la sua pro%lematicit* a stimolare riflessioni
c#e possono essere utili anc#e in campo terapeutico per c#i si occupa di fenomeni di non immediata
traduci%ilit* culturale+
Il film #a sullo sfondo le $icende politic#e e migratorie dei 0ong#aE e degli Verma, ma si focalizza
sulle forme di adattamento di .ueste due comunit* del 1iger alla $ita ur%anizzata in una colonia
inglese, la Aold Coast 2lJattuale A#ana3+ In particolare, lJattenzione di :ouc# si concentra sul culto
KauDa c#e egli interpreta come il risultato dellJincontro tra le pratic#e e gli orizzonti di senso delle
due comunit* nigerine e la modernit*, c#e :ouc# identifica con i processi di ur%anizzazione in
atto in .uegli anni nelle principali citt* g#aniane+
,es maTtres fous mostra con accuratezza etnografica le $arie fasi del culto di iniziazione KauDa
durante le .uali i suoi adepti $engono posseduti dai di$ersi spiriti c#e riempiono la cosmologia di
.uesta setta religiosa+ Ali adepti di$entano cos/ i medium attra$erso i .uali gli spiriti possono
comunicare e mettere in scena un mondo sociale capo$olto, in cui gli $engono rappresentate in un
!"
processo di mimesi le gerarc#ie della societ* coloniale dominante+ &J una rappresentazione per6
c#e, pur essendo in un contesto religioso, #a un paradossale effetto de-sacralizzante8 le gerarc#ie
coloniali $engono prese in giro, ridicolizzate nel loro aspetto grottesco, cercando per6 al tempo
stesso di impadronirsi del loro potere 20toller !77G3+
Il limite del film di :ouc# - c#e non cJ- una c#iara ed uni$oca interpretazione di .uesto fenomeno+
In tal senso, al di l* delle intenzioni del regista, esso si presta a possi%ili letture esotizzanti o peggio
ancora, razzializzanti+ &J $ero anc#e, per6, c#e :ouc# offre delle c#ia$i di lettura c#e $anno in
tuttJaltra direzione+ Con .uesto filmato egli sem%ra infatti suggerire lJidea c#e il rituale KauDa - una
forma di critica sociale dal %asso delle forme di oppressione e di alienazione prodotte dalla
societ* dominante 2in .uesto caso, la societ* coloniale francese ed inglese3+ Inoltre, per :ouc#
.uesto rituale di possessione pu6 essere considerato come una sorta di cura religiosa dalle forme di
de-umanizzazione delle societ* moderna, la .uale produce certamente ricc#ezza e modernit*, ma
moltiplica anc#e i disagi e le sofferenze mentali degli indi$idui+ Importanti ai fini di una pi9
approfondita interpretazione del culto KauDa sono gli studi di Paul 0toller, c#e e$idenzia come il
rituale di possessione sia una $era e propria incorporazione della storia 2e .uesta asserzione pu6
c#iaramente essere estesa ad altre situazioni3
Il documentario 0#adoBs and illuminations di :o%ert ,emelson - incentrato intorno alla $ita di
un anziano contadino %alinese, PaD >ereta, c#e mostra segni di possessione sin da gio$ane, ancor
prima del matrimonio+ I segni delle crisi di possessione4psicosi 2usiamo una duplice definizione in
.uanto nel corso del documentario il campo $iene lasciato aperto a una duplice e concorrente
ipotesi3 sono simili a .uelli $isti sino ad ora, iniziano con colpi di tosse e apnea+ Ali spiriti, c#e si
manifestano con $oci e om%re nere nei campi di riso, entrano nel corpo del contadino c#iedendogli
di prendersi cura di loro e di preparargli delle offerte, conducono PaD >ereta in uno stato simile al
sonno e frugano nella sua memoria+
<uesto documentario - di particolare interesse nel mostrare intrecci e aporie tra tradizione e
contemporaneit*, interpretazioni tradizionali del malessere di e interpretazioni medic#e,
incorporazioni di memoria %iografica, culturale e colletti$a+
,a malattia pu6 essere intesa in senso generale dai $icini di PaD >ereta come soggiacente alla legge
del Darma, il de%ito c#e $iene contratto in %ase agli errori commessi nel corso delle $ite precedenti+
(gni mem%ro della famiglia di #a una sua interpretazione differente del fenomeno+ ,a moglie -
spa$entata da .uesti fenomeni e dai ris$egli notturni dell'uomo c#e si agita per cacciare gli spiriti
agitando dei pezzi di stoffa, e tutta$ia agli spiriti non crede, mentre i figli #anno la tendenza a
creder$i+ Il fratello attri%uisce la malattia all'ingestione di anguille contaminate di pesticida &ndrin,
presenti nel !7= nei campi di riso 2e .uesto presenta, sorprendentemente, delle analogie con le
spiegazioni organic#e del morso della taranta salentina, come si potr* $edere pi9 a$anti3+ In effetti
PaD >ereta #a manifestato dei sintomi da intossicazione di &ndrin, .uali tac#icardia e cefalee+ )a la
narrazione della malattia - molto pi9 complessa, e include un e$ento molto drammatico della sua
%iografia, la morte della seconda figlia di cui era in attesa nel !7H"+ In .uell'occasione fu PaD >ereta
a incaricarsi di seppellire la %am%ina, e anc#e ad accollarsi psic#icamente il carico del lutto tanto da
perdere la parola, decidendo di andare a curarsi presso un guaritore tradizionale e sostando$i circa
un mese prima di recuperarne l'uso+
?no degli aspetti pi9 rile$anti mostrati dal documentario - come le crisi di PaD >ereta incorporino
memoria a differenti li$elli+ ?no - il li$ello culturale e tradizionale+ I disegni da lui tracciati delle
om%re c#e lo perseguitano mostrano uno spirito simile a :angda, di$init* femminile del pant#eon
induista %alinese, assimilata a 'urga o >ali, dotata di natura am%i$alente, e a capo di un esercito di
streg#e mal$age+ Il racconto dell'intossicazione da pesticida e della morte della figlia incorporano
memoria %iografica+ A .ueste memorie si aggiunge .uella storica 2ma anc#'essa fortemente
intrecciata alla dimensione %iografica3, relati$a alla repressione anticomunista del !7NG, un $ero e
proprio crimine contro l'umanit* stimato tra il mezzo e i tre milioni di $ittime, e c#e costitu/ l'inizio
!4
dei trentadue anni di dittatura di 0u#arto+ Pare c#e gli spiriti c#e tormentano PaD >ereta $ogliano
c#e lui di$enti un mem%ro del Partito Comunista per lasciarlo in pace+ )a il contadino risente
ancora troppo negati$amente delle memorie del passato, nel .uale era sor$egliato dalla polizia e
alcuni dei suoi amici furono uccisi, mentre al tempo stesso altri milita$ano tra le file dei carnefici+
,o stesso padre di PaD >ereta fu ucciso in modo orri%ile+ ?no degli spiriti c#e lo tormentano
sare%%e addirittura uno dei mem%ri della milizia+
Altro aspetto centrale - .uello dello slittamento tra interpretazione tradizionale e %iomedica della
malattia, e all'i%ridazione tra di$ersi tipi di spiegazione e di cura, non necessariamente coerenti l'un
con l'altro+ ,a psic#iatra diagnostica a PaD >ereta prima una psicosi acuta, e in seguito una
sc#izofrenia paranoide, prescri$endogli tre pillole di ;orazina al giorno, poi ridotte a una, c#e PaD
>ereta decide di eliminare sostenendo di star %ene+ Per il guaritore tradizionale c#e lo #a seguito la
prima $olta, la causa della malattia di PaD >ereta - la stregoneria, c#e $a curata con una ricetta
tratta da un li%ro tramandatogli dagli antenati+ Il contadino ritorna da lui all'epoca del documentario,
$enti.uattro anni dopo, ma interrogato da ,emelson sull'efficacia della cura tradizionale, risponde
di considerare pi9 efficace il farmaco+ )a $i - anc#e un altro rimedio, una uniforme militare con
elmetto c#e riesce a garantire a PaD >ereta sonni tran.uilli 2incorporazione del persecutoreC 'ifesa
sim%olica c#e #a a c#e $edere con il periodo della repressioneC3+ 'opo un periodo di ritiro sociale,
l'uomo riesce a reinserirsi in un am%ito sociale e a riprendere le fila della routine .uotidiana ,a
malattia di PaD >ereta, alla fine, sfugge all'inga%%iamento in una definizione sia di tipo psic#iatrico
da parte delle persone c#e la $i$ono da $icino, sal$o a .uella dello stesso >ereta, illuminaci,
illuminazioni+ Cos/ come la cura non consiste solo in una somministrazione farmacologica
accordantesi con una spiegazione tradizionale della malattia, ma anc#e in un rimedio sim%olico+ Ci6
mostra come possano coesistere differenti interpretazioni della malattia a tecnic#e di cura c#e
concorrono al %enessere del soggetto sofferente+
er concludere: sulla possessione in contesto di migrazione
<uale - la posizione c#e %isogna assumere di fronte al fenomeno della possessioneC Per Fertrand
Kell l'approccio antropologico non de$e essere costruito a margine di una situazione
psicopatologica+ ,'uni$erso della comunicazione con il soprannaturale - pensato come uno spazio
situato a margine dell'ordine sociale ordinario, e .uesta posizione classificatoria imprime una
connotazione molto specifica al contesto rituale+ 2W3 <uesto spazio del margine offre ipso facto a
numerosi indi$idui la possi%ilit* di tro$are, tanto sul piano sessuale c#e sociale, uno s%occo per
esprimere le loro frustrazioni, o come propone un'etnologa americana a proposito della possessione
in Africa, un luogo appropriato all'espressione di pulsioni legate allo stato liminale, $ale a dire di
stati situati alla frontiera tra l'inaccetta%ile e l'ammissi%ile 2Kell !7778 NH3, l/ do$e la trasgressione
pu6 dare adito a poteri straordinari+
'a una parte riteniamo giusto e opportuno indagare il fenomeno culturale in s5, nella sua cornice di
origine, dall'altra di considerare i fenomeni di possessione in contesto migratorio come un potente
motore di indi$idualizzazione, di asserzione di potere personale, con tutto .uanto .uesti processi
ine$ita%ilmente atti$ano in termini di dinamic#e psicologic#e 2Feneduce, ;aliani 00!8 "3, l/
do$e lo sci$olare nella filiera della follia anzic#5 in .uella della possessione, nel registro
idiosincrasico dell'alterit* anzic#5 in .uello della sua socializzazione 2W3 sem%ra in .uesti casi
essere meno connessa alla natura della crisi c#e non all'assenza di un contesto, di un $incolo, di un
tessuto sociale 2i%id+3, passando da un'antropologia della possessione a un'antropologia dei
posseduti 2c#e mostri, in altre parole, a partire dalle $icende di .uesti ultimi, dalle loro %iografie e
dai loro racconti, la struttura e il senso della prima3 2Feneduce, ;aliani 00!8 "G3, soggetti c#e
incarnano una conflittualit*, un'alterit* e un'asserti$it* c#e si mostra resistente alle terapie+ Il
fenomeno della resistenza al trattamento psicofarmacologico da parte di soggetti immigrati in
!G
Canada c#e si dic#iarano posseduti dai Sinn - stato rile$ato anc#e da Aadit 200=3, e mette a nostro
a$$iso alla pro$a le categorie nosologic#e psic#iatric#e, o .uelle interpretati$e psicoterapeutic#e,
ric#iedendone un ampliamento e una flessi%ilit* c#e includa anc#e dimensione %iografica, storica,
culturale e altre possi%ilit* e pensa%ilit* del soggetto e del corpo+
I fenomeni di possessione mettono in .uestione gli stessi concetti di persona e identit* c#e le
persone si danno, le loro articolazioni interne, i loro confini, le relazioni interno-esterno,
inter$enendo plasticamente su di essi+ A .uesto proposito la psicologia freudiana - stata sottoposta a
critic#e, per a$er diffuso e generalizzato un'idea c#iusa e coerente di coscienza, in riferimento al
.uale le categorie di conscio e su%conscio si stratific#ere%%ero in una $erticalit* gerarc#ica,
mantenuta tale dai meccanismi della repressione 2Pennacini 00!8 !03+ :ispetto a tale concezione
di persona la possessione consente di mettere in e$idenza altre modalit*, c#e #anno a c#e $edere
con pi9 manifestazioni contemporanee della psic#e+ Con$ocare ed e$ocare altri mondi e lessici
culturali significa innescare un processo di dilatazione dei saperi e dei poteri della cura di cui non si
- i soli specialisti, istituendo uno spazio di negoziazione e a$endo la consape$olezza di essere
sottoposti a indagine da parte dell'altro 20pensieri, A#med 0!08 !0=3
''altra parte, come indicano Feneduce e ;aliani nel corso della loro analisi dei fenomeni di
possessione mostrati dalle loro pazienti nigeriane $ittime della tratta presso il Centro @ranz @anon,
si tratta anche di persone malate, oggetto di diagnosi psicopatologic#e c#e nella maggior parte dei
casi sono di psicosi, e al tempo stesso prese nelle trappole identitarie dell'essere come il Bianco,
imprigionate in processi di mimesi 2Feneduce, ;aliani, 00!8 N3+ ,a colla%orazione tra antropologi
e psicoterapeuti do$r* allora porsi all'incrocio tra disagio mentale, percorso %iografico e retroterra
storico-culturale, andando a cogliere in .uesto ampio paesaggio i punti precisi mediante i .uali pu6
essere interpretata la singola storia del paziente+
!erso un'antropologia applicata ai contesti di migrazione
Attra$erso una ricognizione del caso di )+ - stato possi%ile enucleare differenti temi di
fondamentale importanza c#e soggiacciono alla pratica etnopsic#iatrica, ma anc#e e soprattutto, in
senso pi9 ampio, all'antropologia, intesa come disciplina c#e indaga 2anc#e3 altre concezioni della
persona, del s5, del corpo, delle emozioni, dell'esperienza, e altre possi%ili manifestazioni della
psic#e, mettendole a disposizione di c#i opera in am%ito psic#iatrico e psicoterapeutico+
A%%iamo potuto, agganciandoci a un caso preciso, a una $ita concreta e unica, operare una
ricognizione di tematic#e differenti8 la dissociazioneM il corpoM la sessualit*M il di$entare altroM
l'isteriaM la mimesiM l'incorporazione della memoria e della storiaM il ricorso a elementi della
tradizione come risorsaM il decentramento delle categorie+ A%%iamo cercato in .uesto modo di poter
contri%uire a offrire una conoscenza del fenomeno della possessione e di costituire una piccola
cassetta degli attrezzi etnopsic#iatrica e antropologica, c#e fornisca un lessico iniziale per .uanto
attiene alcune categorie e un loro modo differente di intenderle ed esperirle+ Ci6 non - stato fatto,
come si pu6 constatare, ricorrendo a uno studio su di un fenomeno preciso di area 2ad es+ la
possessione in Congo3, ma attra$erso un'ampia ricognizione di tematic#e e una esplorazione di
contesti differenti, non solo culturali ma anc#e storici, c#e #a consentito di tro$are numerosi punti
di contatto ed enucleare tematic#e significati$e per comprendere il caso di )+ nella sua complessit*,
contri%uendo a leggere una serie di segnali differenti c#e forse altrimenti a$re%%ero continuato ad
a$ere un carattere caotico+ Proprio a .uesto scopo riteniamo sia opportuno a un inter$ento degli
antropologi in un la$oro applicato sulla malattia e sulla salute, ma anc#e sui soggetti migranti in
generale, c#e non consista 2.uantomeno non esausti$amente3 n5 in una formazione su studi di area,
n5 in una consulenza %i%liografica, c#e risc#ia di essere fuor$iante se non indirizzata mediante
c#ia$i di lettura c#e forniscano un .uadro pi9 ampio, indirizzando i soggetti della formazione, c#e
naturalmente #a sempre carattere di inter$isione, nel senso di un decentramento di categorie c#e
!N
solo una competenza antropologica pu6 operare+
<uesto ci porta a una .uestione pi9 ampia, c#e - .uella di costituire una %uona pratica relati$a
all'uso dell'antropologia in contesti di migrazione e con utenti migranti+
Come usare l'antropologiaC <uesta pu6 essere impiegata a nostro a$$iso non come un sapere
generico o teorico sulle culture, ma nel puntuale incontro con storie di $ita e con le peculiari scelte
dei soggetti di ricorso a risorse culturali e storie di $ita, usando il materiale culturale come le$a
terapeutica c#e apre al pensiero e alla comunicazione 2Feneduce, 0003+ :iportiamo a .uesto
proposito, estendendone il campo a tutti gli utenti immigrati e a tutti i ser$izi, alcune riflessioni
dell'etnopsic#iatra sulla formazione permanente+
,a domanda del personale sanitario - su .uesti temi ele$atissima+ )a .uesta formazione non do$re%%e
limitarsi ad aggiungere ulteriori contenuti, .uanto piuttosto accrescere il grado di consape$olezza critica e
addestrare a trattare temi, idiomi, .uadri clinici poco comuni nellJesperienza clinica, a insegnare lJutilit* di
una di$ersa XsemioticaX ma anc#e a ridurre i pro%lemi di ci6 c#e #o c#iamato il Xmancato incontroX fra utenti
stranieri e ser$izi di salute mentale+ ,a formazione etnopsic#iatrica do$re%%e promuo$ere pertanto un
costante impegno autoriflessi$o da parte degli operatori della salute mentale sulle proprie pratic#e e sulle
politic#e della diagnosi, e lJesplorazione 2di solito negletta3 della ragnatela di ragioni e cause 2sociali,
politic#e, sim%olic#e3 c#e #anno concorso a determinare il distur%o psicologico del cittadino straniero8 una
ragnatela spesso difficile da vedere e da percorrere allJinterno di una clinica c#e tal$olta separa e frammenta
anzic#5 congiungere e articolare+ 2Feneduce 00=3
Partendo da un singolo caso, si pu6 costituire una competenza culturale c#e si $a allargando per
cerc#i concentrici L operatori c#e seguono l'utente4paziente, am%iente professionale allargato,
pu%%lico pi9 generico - e c#e pu6 ser$ire al di l* del caso stesso, secondo un criterio di coerenza e
di necessit* aderente ad una situazione concretamente esistente+
Al tempo stesso seguire i singoli casi costituisce al tempo stesso una preziosa e unica possi%ilit* di
conoscere il contesto stesso cumulando un sapere $i$o e concreto, consentendo di operar$i al
meglio e di comprendere .uali ulteriori direzioni intraprendere+
In .uesto consiste la nostra proposta e il nostro orizzonte per un fare operati$o dell'antropologia nei
ser$izi agli immigrati+
,orenzo ''Angelo #a contri%uito alla stesura del testo per .uanto attiene alla parte sul documentario ,es
maTtres fous e numerose significati$e osser$azioni riportate in .uesto testo sono do$ute a lui+
:ingraziamo Valentina 0tirone e 1iccol6 ,a$elli, e anc#e )atteo Contini e )assimo ;ortora per il la$oro
congiunto su )+, oltre c#e il dott+ Carlo Pagani, responsa%ile del CP0 !!, e tutta l'5.uipe di etnopsic#iatria,
per la disponi%ilit*, le riflessioni, gli spunti, le osser$azioni e il la$oro s$olto insieme+
"ibliogra#ia
:o%erto Feneduce, 000, Politiche dell'etnopsichiatria e politiche della cultura, 0eminario di
Fucine 2Arezzo3, H luglio 000+
:o%erto Feneduce e 0imona ;aliani, 00!, n paradosso ordinato! "ossessione, corpi, migrazioni,
in Antropologia+ ,a possessione, )eltemi, :oma, pp+ !G-4+
:o%erto Feneduce, 00, #ranse e possessione in $frica! %orpi, mimesi, storia, Follati Foring#ieri,
;orino+
!=
:o%erto Feneduce, 00=, &igrazione e disagio psichico! 'e sfide dell'am(ivalenza! %ontri(uto alla
costruzione di servizi di salute mentale antropologicamente competenti, 0eminari Progetto L
o%ietti$o per la salute mentale, #ttp844BBB+psEc#iatrEonline+it4node4"N" +
Far%ara Caputo, ,orenzo ''Angelo, 0!", %orpi che protestano! no sguardo antropologico tra
isteria e possessione, in Costruzioni psicoanalitic#e, pp+ !"!-!44+
)arta Castiglioni, &leonora :i$a, Paolo Ing#illeri, 0!0, )ispositivi transculturali per la cura degli
adolescenti! n modello di intervento, @ranco Angeli, )ilano+
Aiordana C#arutE, !7H=, 'a folie entre histoire et anthropologie, ;errain n+H, pp+ ==-H!+
Aiordana C#arutE, !77=, *olie, mariage et mort! "rati+ues chr,tiennes de la folie en Europe
-ccidentale, Paris, 0euil+
)ic#ele Cometa, 004, )izionario degli studi culturali, )eltemi, :oma+
;#omas Csordas, 00", .ncorporazione e fenomenologia culturale, in Antropologia+ Corpi, pp+ !7
L 4+
&rnesto 'e )artino, !774, 'a terra del rimorso, Il 0aggiatore, )ilano+
Aeorges 'e$ereux, !7==, Essais d'ethnops/chiatrie g0n0rale, Aallimard, Paris 2trad+ it+ Saggi di
etnopsichiatria generale, 00=, Armando, :oma3+
0igmund @reud, 007, 12 Studi sull'isteria e altri scritti 2 133451367, -pere, Follati Foring#ieri,
;orino+
)ic#el @oucault, 0!, Storia della follia nell'et classica, )ilano, :izzoli+
Alfred )etraux, !7=, Voodoo in Haiti, 0c#oDen FooDs, 1eB YorD+
Amin )u#ammad Aadit, 00=, )emonic5possession phenomenon merits Scientific Stud/,
#ttp844psEc#neBs+psEc#iatrEonline+org4neBsarticle+aspx
articleidQ!!0=70Z:elated1eBsArticlesQtrue
Fertrand Kell, !777, "ossession et chamanisme, 'es ma8tres du d0sordre, @lammarion, Parigi+
Ioan )+ ,eBis, !7H7, Ecstatic Religion! $ Stud/ of Shamanism and Spirit "ossession, :outledge,
,ondra+
)arie :ose )oro et+ al+, 007, &anuale di psichiatria transculturale! )alla clinica alla societ,
@ranco Angeli, )ilano+
Aannat# (%eEeseDere, !7H!, &edusa9s Hair! $n Essa/ on "ersonal S/m(ols and Religious
E:perience, ?ni$ersitE of C#icago Press, C#icago+
Ai#Ba (ng, !7H=, Spirits of resistance and capitalist discipline! *actor/ women in &ala/sia, 1eB
YorD Press, Al%anE+
Ai#Ba (ng, !7HH, #he production of possession! Spirits and the multinational corporation in
&ala/sia, American &t#nologist, !G, !, pp+ H L 4+
0tefania Pandolfo, 000, ;#e t#in line of modernitE+ 0ome moroccan de%ats, in ;#imotE )itc#ell,
;uestions of &odernit/, ?ni$ersitE of )innesota, pp+ !!G-!4=+
Cecilia Pennacini, 00!, .ntroduzione, in Antropologia+ ,a possessione, pp+ = L !4+
I$o <uaranta, 00", $.)S, sofferenza e incorporazione della storia a <so' =provincia del <ord5
-vest del %ameroun>, Antropologia+ Corpi, pp+ 4"-=+
'ela :anci, 0!!, &igrazioni e migranti! Esperienze di cura a #erre <uove, @ranco Angeli, )ilano+
0imone 0pensieri, A%ou A#med, 0!0, $lcoolismo, possessione, migrazione! %orpi anomali,
:i$ista di Psicologia analitica, n+ !+ pp+ !0N L !!4+
Paul 0toller, !77G, Em(od/ing colonial memories! Spirits, possession, power, and the Hau?a in
@est $frica, :outledge, 1eB YorD+
)ic#ael ;aussig, !77", &imesis and alterit/! $ particular histor/ of the senses, :outledge, 1eB
YorD+
!H
!7