Sei sulla pagina 1di 5

IL PERCORSO DEL SOLE NEI 12 SEGNI E LE FATICHE DI ERCOLE

Introduzione
Il Sole, attravero il uo !i!li!o attraverare i 12 e"ni zodia!ali, #a e$%re i%irato $iti e
ra!!onti i$&oli!i !#e narrano le !aratteriti!#e %ro%rie di !ia!un e"no atrolo"i!o o 'ae
olare(
) indu&&io !#e e!ondo il e"no in !ui i trova, il Sole i !olora di deter$inate !aratteriti!#e,
in analo"ia !on la 'ae e%rea dal !i!lo naturale(
L*Ariete !o+ are&&e il %ri$o %untare dei "er$o"li, !#e in Toro a!,uitano 'orza e ta&ilit-,
volu$e e otanza( La 'ae Ge$elli !orri%onde all*i$%ollinazione, alla 'e!ondazione !#e
avviene %er via aerea "razie al vento o tra$ite "li inetti. una volta avvenuta la 'e!ondazione,
il %ro!eo %roe"ue nella "etazione del Can!ro, $aterno e nutritivo, $entre il Leone
$aturer- il 'rutto ai ra""i del Sole di %iena etate( Il ra!!olto i !o$%ie in /er"ine, !e"liendo,
e%arando, analizzando( La 0ilan!ia, !o$%iuto il lavoro, o%ende l*attivit- %er %rendere delle
de!iioni in 'unzione dei riultati ottenuti nel !i!lo %re!edente( Nella 'ae S!or%ione !i1 !#e 2
tato "iudi!ato inutile dev*eere eli$inato( 3a inie$e alle 'o"lie, adeo !ade an!#e il e$e,
!#e i$%utridendo nel terreno %er$etter- la rina!ita della ve"etazione nel !i!lo u!!eivo(
Durante il Sa"ittario, i ara, i dioda, i lavora %er l*avvenire, %roiettati nel 'uturo( Nel
Ca%ri!orno, ,uando il Sole 2 nel %unto %i4 &ao, il e$e !o$%ie un lavorio interiore !#e lo 'ar-
5a%rire5, %unteranno le %ri$e radi!i !#e %er$etteranno lo !a$&io !on l*a$&iente !ir!otante,
!#e avverr- nella 'ae A!,uario( Nell*ulti$o e"no, i Pe!i, avviene lo vilu%%o verti!ale, la
%ianti!ella %in"e vero l*alto, !er!ando la lu!e( /err- alla lu!e in Ariete, e un nuovo !i!lo
ri!o$in!ia(
3a ,ueto $odello analo"i!o e i$&oli!o di de!rizione dei %ro!ei naturali, e!ondo divere
tradizioni %otre&&e eere an!#e !oniderato !o$e la de!rizione del %ro!eo evolutivo
iniziati!o( 6n %ro!eo !i!li!o, !#e ri%rende o"ni volta e$%re u"uale a 7 teo e%%ure
di''erente, un !er!#io !#e a$%lia la !urva del uo ra""io ad o"ni 'ine !i!lo e!ondo un altro
livello(
Le 12 'ati!#e di Er!ole, o Era!le, are&&ero in ,uet*otti!a il ra!!onto $itolo"i!o di !ia!una
'ati!a iniziati!a i$&ole""iata an!#e dai 12 e"ni zodia!ali, l*analo"ia del lavoro interiore !#e il
neo'ita deve !o$%iere u 7 teo, u%erando, e"no %er e"no, "li ota!oli %oti dalle 12
%rove, ino a %oter ra!!#iudere in 7, in un*unit- in!indi&ile, tutt*e dodi!i i e"ni(
Ad o"ni !i!lo, il neo'ita !o$%ie u 7 teo un lavoro %ara"ona&ile a ,uello del !i!lo
ve"etativo. la Natura, %er !#i a le""erla, %u1 eere %e!!#io analo"i!o dei %ro!ei evolutivi
%irituali, !#e ono naturali, e$%li!i, a%%arendo !o$%lei e inde!i'ra&ili oltanto all*azione
razionale delle notre $enti, in tentativi intellettuali !#e e%arano !i1 !#e non lo 2, $iti'i!ando
e tendendo il velo dell*illuione ulla e$%li!it- delle !oe(
Il $ito
Era!le era 'i"lio di 8eu e Al!$ene, $o"lie di An'itrione( Nato a Te&e, l*ira i$%la!a&ile di Hera,
"eloa del tradi$ento del !onorte, l*avre&&e %ere"uitato %ri$a an!ora della ua na!ita(
Poi!#7 al 'i"lio della ua rivale era tata %ro'etizzata una "loria i$$ena e, detinato, %er
na!ita, a re"nare u di un vato re"no, ella %er$ie !#e, nel %arto "e$ello di Al!$ena,
Eurit2o, !on!e%ito da An'itrione, na!ee %ri$a di Er!ole, !on!e%ito da Giove( In 'orza della
%ri$o"enitura, Eurit2o, "overn1 u 3i!ene e %re!rie al 'ratello le 'a$oe dodi!i 'ati!#e,
dalle ,uali Hera %erava non %otee, alla lun"a, u!ire in!olu$e(
Il 'ato %er1 "io!1 uno trano !#erzo alla dea, detinata ad allattare il %i!!olo Era!le( E"li,
u""endo dal eno di Hera addor$entata, le 'e!e $ale( Sve"liatai, la dea allontan1 il
&a$&ino, $a "o!!e del uo latte !addero ulla volta !elete, la!iando la !ele&re 5tra!!ia5
!ono!iuta !on il no$e di via Lattea(
L*eroe %o1 3e"ara, 'i"lia del re di Te&e, dalla ,uale e&&e nu$eroi 'i"li( La 'a$a di Era!le
intanto i a!!re!eva e$%re %i4, ed Euriteo, Preo!!u%ato di eere !alzato dal
e!ondo"enito ottenne l*i$$an!a&ile aiuto di Hera, %er ota!olare il 'ratello( L*eroe, !ol%ito da
i$%rovvia 'ollia, otto la $alva"ia in'luenza della dea, u!!ie i uoi 'i"li e la loro $adre, %er
%oi re!ari, %entito, %reo l*ora!olo di Del'i, %er a%ere !o$e e%iare ,uella !ol%a( L*ora!olo
rivel1 !#e doveva %reentari %reo il re Euriteo, di 3i!ene, e ervirlo( Euriteo ,uindi
ae"n1 ad Era!le die!i !o$%iti i$%oi&ili, !ui e ne a""iunero altri due, da !ui le le""endarie
Dodi!i Fati!#e(
Le Dodi!i Fati!#e
La ua %ri$a %rova 'u la lotta !ol leone di Ne$2a, $otro nato da Ti'one e da E!#idna e !#e
non %oteva eere u!!io !on neun*ar$a, %oi!#7 la ua %elle era invulnera&ile( Per vin!erlo,
l*eroe lo !otrine a ri'u"iari nella tana, do%o averlo enza riultato !ol%ito !on le 're!!e e
intontito !on i tre$endi !ol%i della ua !lava. ,uindi lo o''o!1 nella tretta delle ue &ra!!ia di
a!!iaio( Poi, !uoiatolo, i erv+ della %elle !o$e di una vete, ri!o%rendoi il !a%o !on la teta
della &etia(
Se!ondo l*inter%retazione della 0aile9, l*e%iodio %ie"a !o$e il !andidato all*iniziazione deve
u!!idere il leone della %eronalit-, %er 'ar %oto al diinteree, %er i$%arare a u&ordinari al
tutto( An!#e e!ondo il 'iloo'o O(3( Aivan#ov, l*e%iodio del leone ne$eo !orri%onde al ,uinto
e"no dello zodia!o( La %rova !onitere&&e nel 5vin!ere la 'ierezza or"o"lioa e l*otinazione
del Leone, e vilu%%are la ua no&ilt-, la ua "randezza, la ua rettitudine5(
) da notare !o$e la %elle del leone vinto da ora in avanti !otituir- in un !erto eno la 5divia5
di Era!le, l*a&ito !#e ervir- a !o%rirlo(
La e!onda 'ati!a !onitette nell*u!!iione dell*Idra di L2rna, dalle ette o, e!ondo le verioni,
nove tete, una delle ,uali i$$ortale, $entre le altre rina!evano a%%ena re!ie( Il !or%o
dell*Idra era, %er $et-, ,uello di una &ella nin'a, e, %er $et-, ,uello di un er%ente o dra"o(
Er!ole l*a''ront1. e do%o aver &ru!iato le ei otto tete $ortali, %er i$%edire !#e i
ri%rodu!eero, 'in+ il $otro(
L*Idra di Lerna ra%%reenta lo S!or%ione, an!#e !ono!iuto !o$e er%ente o dra"o, ede
atrolo"i!a dell*itinto euale( La %rova are&&e ,uindi il do$inio dell*itinto da %arte del
!andidato: l*Idra &en ra%%reenta la 'orza euale, alla ,uale, nonotante i !er!#i di ta"liare
le ue nu$eroe tete, ri!re!ono !on vitalit- 'rutante( Lottare !ontro l*itinto, ervendoi
e$%li!e$ente della re%reione e !er!ando di annientare ,ueta %otente 'orza oltanto !on la
volont-, non %orta alla vittoria: 2 ne!eario tra'or$are l*itinto in ,ual!o*altro, e l*eroe, %er
riu!ire, uer- il 'uo!o, i$&olo dall*a$ore a!ro(
Il terri&ile Cin"#iale d*Eri$anto, !#e devatava l*Elide e l*Ar!adia, 2 la terza %rova di Er!ole(
Ine"uita la 'iera 'ino alla !i$a del $onte Eri$anto, e"li l*a''err1 %er le ,uattro za$%e e la
%ort1 viva dinanzi ad Euriteo(
Se!ondo la 0aile9 l*e%iodio 2 in analo"ia !on il e"no della 0ilan!ia, %oi!#7, %er !atturarlo,
Era!le !otrine l*ani$ale a !endere dalla $onta"na tenendolo %er le za$%e %oteriori(
L*ani$ale %ere !o+ l*e,uili&rio, i$&olo del e"no in ,uetione( Se!ondo Aivan#ov inve!e
l*ao!iazione 2 !on la 'orza &ruta di 3arte, e ,uindi !on il e"no dell*Ariete. a ulteriore ri%rova,
e"li !ita una le""enda della $itolo"ia "re!a: 3arte in'atti %er 'erire Adone, del ,uale era
'urioa$ente "eloo, i tra'or$1 %ro%rio in !in"#iale(
Le due %ro%ote i %on"ono in %er'etta antino$ia: nella zodia!o !ia!un e"no 2 de!ritto e
!o$%letato dall*o%%oto: !oniderando la ruota, Ariete e 0ilan!ia ono due ra""i di uno teo
dia$etro(
La ,uarta 'ati!a !onit7 nel %rendere la !erva di Cerin2a, a&&ra!!iandola $entre tava %er
'u""ir"li lan!iandoi a nuoto nel 'iu$e Ladine( L*ani$ale, dai %iedi di &ronzo e dalle !orna
d*oro, a!ro a Diana, viveva ulle %endi!i del $onte Cerine( Ea i $uoveva !on tanta a"ilit- e
le""erezza nella !ora, tanto !#e neuno era $ai riu!ito a ra""iun"erla( Er!ole l*ine"ui %er
un anno %ri$a di riu!ire a %renderla(
An!#e %er ,ueta 'ati!a a&&ia$o due divere attri&uzioni. il Can!ro e il Ca%ri!orno, e"ni
!o$%le$entari in o%%oizione eatta$ente !o$e i %re!edenti( Se!ondo Aivan#ov la ,uarta
i$%rea dell*eroe are&&e in !orri%ondenza !on il e"no del Ca%ri!orno a !aua dell*ani$ale
ra%%reentato, !#e ra!!#iudere&&e un i"ni'i!ato i$&oli!o a''ine alla !a%ra, "li'o del de!i$o
e"no(
La 0aile9 ottolinea inve!e !o$e l*a%irante iniziato, !one"nando la Cerva, a!ra ad una
divinit- lunare, ad A%ollo, ra""iun"ere&&e un*e%anione olare di !o!ienza( 52 a%%unto il
%ro!eo in "io!o nel Can!ro: !i1 !#e in Ariete non era !#e itinto dovr- ri!on!entrari %er
%rodurre il uo 'rutto in Leone5(
La ,uinta 'ati!a !oniteva nel riu!ire ad eli$inare "li 6!!elli del La"o Stin'alo, !#e avevano
arti"li, &e!!o, ali e %enne di &ronzo, di !ui ei i ervivano, lan!iandole, !o$e di 're!!e(
I due autori !on!ordano nell*attri&uire l*i$%rea alla !on,uita delle ,ualit- %ro%rie del
Sa"ittario( La ta%%a 'u u%erata da Er!ole a&&attendo "li u!!elli !on un*idea, vale a dire ,uella
di riu!ire a %rodurre un uono ino%%orta&ile %er il loro udito(
La eta vede il notro eroe i$%e"nato nella !on,uita del Cinto d*I%%olita, re"ina delle
A$azzoni, alla ,uale era tato donato dal dio 3arte( La 'i"lia d*Euriteo re!la$ava tale !into
%er e tea, e %er !ar%irlo Er!ole 'u !otretto ad a''rontare le &elli!oe A$azzoni( Durante la
lotta e"li aain1 la re"ina, !ui tole il !into deiderato, an!#e e un*altra variante del $ito
a''er$a !#e e"li non l*u!!ie $a la diede in %oa a Teeo(
Entra$&i "li autori !on!ordano nell*analo"ia tra le A$azzoni e il e"no della /er"ine( 3a,
e!ondo la 0aile9, l*e%iodio dell*u!!iione della re"ina !otituire&&e uno !a!!o nell*iniziazione
di Er!ole, un errore(
Per la etti$a 'ati!a Era!le doveva %ulire le Stalle di Au"ia !#e l*o$oni$o re de"li E%ei non
aveva $ai %ulito( Sta&&io e leta$e vi i erano !o+ a!!u$ulati !#e l*i$%rea %areva davvero
i$%oi&ile( Au"ia in !o$%eno "li %ro$ie la de!i$a %arte delle &etie !#e vi erano
a$$aate( Er!ole riu!+ nel !o$%ito deviando nelle talle il !oro dei 'iu$i Al'eo e Peneo, !#e
%azzarono via, !on la violenza della loro !orrente, tutto l*enor$e udi!iu$e(
Le a!,ue dei 'iu$i ra%%reentere&&ero le A!,ue %irituali dell*undi!ei$o e"no, l*A!,uario,
a!,ue !#e are&&ero in "rado di %uri'i!are il u&!o!iente dell*uo$o(
L*ottava 'ati!a di Er!ole 2 la !attura del Toro dell*iola di Creta( Nettuno, %er %unire 3inoe re
di Creta di non aver ee"uito i a!ri'i!i ne!eari al uo !ulto, aveva $andato nell*iola un toro
'ero!ii$o, !#e l*eroe !attur1 vivo e !ondue a 3i!ene(
Il e"no del Toro ra%%reenta, !o+ !o$e del reto il uo o%%oto, lo S!or%ione, l*itinto
euale e "li itinti in "enere, la &rutale 'orza ani$ale della lotta %er la o%ravvivenza( ;ueto
e"no !#iude la !ro!e dei 'ii, !io2 dei e"ni !entrali di o"ni ta"ione: Leone, S!or%ione,
A!,uario e Toro(
Se!ondo 0ar&ault la !ro!e ra%%reenta la 3ani'etazione: il uo "li'o, due ai, due !oordinate
!#e i in!ontrano, ra%%reenta lo %azio e il te$%o, 5il i$&olo dell*ordine del $ondo, la !ro!e
della 3ani'etazione !#e 'ia i valori di !i1 !#e i 'or$a e i vilu%%a5( La S'in"e are&&e
l*ani$ale $iti!o !#e e''i"ia i ,uattro valori: la teta 2 u$ana <A!,uario, l*uni!o e"no a 'i"ura
u$ana dello zodia!o=, il %etto 2 di toro, il !or%o di leone e le ali di A,uila <verione anti!a dello
S!or%ione, !ono!iuto an!#e !o$e Ser%ente, Dra"o o Feni!e=( An!#e il Tetra$or'o, la
ra%%reentazione i$&oli!a dei ,uattro evan"eliti, avre&&e lo teo i"ni'i!ato(
Dio$2de era il !rudele re dei 0itoni, !#e aveva l*a&itudine di nutrire le ue !avalle !on la !arne
dei viandanti $arriti( Co$e nona 'ati!a Er!ole u!!ie Dio$ede, !#e, %oi, 'e!e divorare dalle
ue tee !avalle( Per1 Euriteo, ,uando ee "li 'urono !ondotte innanzi, %re'er+ la!iarle in
li&ert-(
Sia la 0aile9 !#e Aivan#ov !on!ordano nell*ai$ilare le !avalle all*attivit- $entale, $a e!ondo
la %ri$a la 'ati!a 2 in analo"ia !on il e"no dell*Ariete, %er !ui l*i$%rea lo intradere&&e lun"o
la via dove *i$%ara a do$are i %ro%ri %enieri( L*autore &ul"aro inve!e attri&ui!e le !avalle di
Dio$ede ai Ge$elli e al deleterio uo dell*intelletto, 'a!olt- !#e uata %er e%arare, analizzare,
ea$inare, ezionere&&e la realt- ditru""endola( La 'ati!a are&&e ,uindi di $onito !ontro
l*e!!eiva 'idu!ia nella %ro%ria attivit- $entale: i %enieri, e!ondo l*autore, %oono davvero
diventare 'ero!i &elve !arnivore(
La de!i$a 'ati!a !onit7 nella !on,uita dei &uoi di Geri1ne, un $otruoo "i"ante !on tre
!or%i !#e %oedeva un ri!!o ar$ento !utodito da un dra"o !on ette tete e da un !ane
&i!i%ite. la 0aile9 a''er$a !#e ,ueta 'ati!a are&&e l*ulti$a, %oi!#7 "li donere&&e
l*i$$ortalit-: ea are&&e in analo"ia !on il e"no dei Pe!i, do$i!ilio di Nettuno, e!ondo il
$ito %adre %utativo del "i"ante( Aivan#ov otiene inve!e !#e la 'ati!a ia in analo"ia !on il
e"no del Can!ro, %oi!#7 i tre !or%i, ra''i"urando i tre a%etti %rin!i%ali della %eronalit-
dell*uo$o, 'ii!o, e$otivo e $entale, ra%%reentano la %eronalit-, in analo"ia !on la Luna !#e
"overna a%%unto il Can!ro(
L*undi!ei$a 'ati!a vede il notro eroe i$%e"nato nella !on,uita dei %o$i d*oro del "iardino
delle E%eridi( I %rezioi 'rutti erano !utoditi dal dra"o Lad1ne e da Atlante( Per venirne in
%oeo, Er!ole %ro%oe ad Atlante di re""ere %er lui, ulle %alle, il %eo del !ielo $a in
!a$&io ,ueti avre&&e dovuto !o"liere %er lui i %o$i( Atlante non avre&&e %i4 voluto li&erarlo,
$a Er!ole, !on un*atuzia, riu!+ a !avarela(
La 0aile9 aeri!e !#e, ra!!o"liendo i 'rutti della !ono!enza, Era!le a%%rendere&&e il !on!etto
di di!ri$inazione, ,ualit- in analo"ia !on i Ge$elli( 3a Aivan#ov, ri!ordando $olto
o%%ortuna$ente !o$e He%ero ia il no$e "re!o di /enere $attutina, %one la 'ati!a in
analo"ia !on il e"no della 0ilan!ia, il e"no dell*e,uili&rio(
La dodi!ei$a ed ulti$a 'ati!a, Era!le la !o$%ie !endendo all*In'erno dove e!ondo al!uni
u!!ide Cer&ero, e!ondo altre verioni lo %orta in!atenato al %overo Euriteo, !#e "li i$%oe di
ri%ortarlo u&ito all*In'erno( Per1 tutte le verioni !on!ordano nell*a''er$are !#e Er!ole riu!+
an!#e a li&erare Teeo do%o !#e vi era tato in!atenato %er!#7 aveva tentato di ra%ire
Proer%ina( La 0aile9 %one la 'ati!a in !orri%ondenza !on il Ca%ri!orno, ri!ordando !o$e ven"a
%ri$a dell*A!,uario, %er !ui l*u!!iione del Cane "uardiano de"li In'eri are&&e %reli$inare alla
'a$oa %ulizia delle talle, $entre il 'iloo'o &ul"aro %one l*a!!ento ulla li&erazione di Teeo e
ul e"no dei Pe!i, 5re"no del !ao e dell*inditinto, le tene&re dell* in!on!io dalle ,uali Er!ole
tra%%1 Teeo %er ri%ortarlo alla lu!e, alla !o!ienza5(
Al ter$ine di tutte ,uete 'ati!#e, 'inal$ente al notro eroe 'u !on!ea la li&ert-(
Il ra!!onto $itolo"i!o ter$ina narrando !#e %o1 Deianira, 'i"lia del Re Eneo( 3a Era!le non
era tro%%o 'ortunato !on le donne: un "iorno, dovendo "uadare un 'iu$e in !o$%a"nia della
$o"lie, %er eere $a""ior$ente li&ero di a''rontare le !orrenti i$%etuoe la!i1 Deianira !on
Neo, un Centauro, !#e, li"io alle ra''i"urazioni di ,uete !reature $itolo"i!#e la !ui natura
era e%arata tra a%irazioni di a""ezza < la $et- u$ana= e i$%uli &etiali <la $et- 'erina=,
non a%%ena l*eroe i allontan1 !er!1 di a%%ro'ittare delle "razie della i"nora( Era!le rea"+
i$$ediata$ente !ol%endo il !entauro !on una 're!!ia intinta !on il an"ue dell*Idra di Lerna, un
veleno $i!idiale ( 3a la !reatura e!o"it1 una ottile vendetta( 3entre $oriva, ra!!ont1 a
Deianira !#e il uo an"ue aveva il %otere di rendere un uo$o 'edele %er e$%re( La donna,
!ol%ita nel uo %unto de&ole, u&ito ra!!ole al!une "o!!e di ,ueto an"ue, !#e !onerv1 di
na!oto dal $arito( E, !o$e Neo aveva &en i$$a"inato, arriv1 il $o$ento in !ui la donna
o%ett1, du&it1, e i$$a"inando di %oedere il ri$edio %er l>i%oteti!a in'edelt- une le veti di
Er!ole !on il an"ue !#e aveva "eloa$ente !onervato( Il an"ue del Centauro era un veleno
$ortale %er Era!le: do%o la ua $orte, i %rovvide a ditru""ere la ua %arte $ortale,
!re$ando la al$a ul 3onte Eta ( Il uo %irito 'u ,uindi de'initiva$ente li&ero di riuniri al
%adre 8eu e a"li altri Dei dell>Oli$%o(
La ua !otellazione da allora ri%lende in !ielo(
Ali!e G(