Sei sulla pagina 1di 9

Denti del giudizio come campi di disturbo

Articolo della Dott.


ssa
Montserrat Noguera
La persona che per prima richiam lattenzione sulla possibilit che i denti del giudizio potessero
agire come campi di disturbo fu il dottor Adler. Ho avuto il piacere di conoscerlo nella sua clinica di
Lloret De Mar circa nel 1984 e fui sorpresa di come una persona, gi avanti negli anni, potesse
mantenere lentusiasmo di un bambino al momento di scoprire un focus tonsillare in un paziente con
diagnosi di artrite reumatoide. Il lavoro sui campi di disturbo e sui focus fu una delle passioni della
sua vita, di pari passo con quella per gli animali e per il mare. Il dottor Adler mor novantenne nel
novembre del 1996.
La traduzione in spagnolo del libro originale in tedesco del
dottor Adler, la si pu scaricare gratuitamente in formato pdf dal sito www.terapianeural.com
Il dottor Adler era molto attratto dagli animali, e nella propria casa aveva anche delle scimmie. In
esse scopr che posteriormente al dente del giudizio vi era uno spazio, lo spazio retromolare. Da ci
la sua deduzione che, con levoluzione della specie, la man-
dibola degli esseri umani si sia andata riducendo di grandezza, ed in molti casi il dente del giudizio
ha carenza di spazio. Non solo ci sono focalita per gli ottavi inclusi, spesso solo loccupazione dello
spazio retromolare pu essere sufficiente a generare disturbi ed irritazione a carico del trigemino.
Sappiamo che lodontone comprende il dente, la gengiva, il tessuto connettivo, losso alveolare,
larteria, la vena, il nervo, il vaso linfatico, e forma parte del sistema di regolazione di base di
Pischinger, e che esso funziona come un tuttuno tanto che qualsiasi infiammazione o disturbo a
carico di un odontone determina una irritazione a carico di tutto il sistema.
Il danno che tale disturbo recher allorganismo dipender dalla capacit di resistenza e di
regolazione dellorganismo stesso. In alcuni casi un disturbo lieve pu determinare patologie gravi;
in altri casi una lesione apparentemente grave da come risulta allimmagine radiografica, non
determina nessun problema apparente, anche se sappiamo come presto o tardi possa produrlo. E
comunque difficile da stabilire quando ci possa avvenire in quanto un sovraccarico aggiuntivo che
va a colpire lorganismo, sia esso anche di tipo emotivo e non facilmente evidenziabile, pu rompere
lequilibrio del sistema e portare ad un disturbo il quale talvolta non possibile superare nonostante
si vada a trattare il campo di disturbo di base.
Da qui limportanza dellEAV per diagnosticare campi interferenti (foci) anche prima che possano
determinare disturbi clinicamente evidenti, o quando questi siano presenti, o nel seguire il corso di
una malattia.
Il dottor Adler ci insegna che i campi interferenti dovuti allottavo odontone esplicano la loro azione:
tramite il sistema nervoso vegetativo per irritazione del nervo trigemino
I
tramite lostruzione del flusso del sistema linfatico
I
tramite blocchi energetici a livello del sistema dei meridiani rappresentati nella tavola che Voi tutti
I
conoscete di Voll e Kramer
tramite la relazione con i cinque elementi della medicina tradizionale cinese
I

Il primo ed il secondo odontone sono in relazione con i Meridiani di Rene e Vescica; il terzo odontone
con i Meridiani di Fegato e Vescica Biliare; il quarto ed il quinto odontone superiore con il sesto e
settimo inferiore sono in relazione con i Meridiani dellIntestino Crasso e del Polmone; il quarto e
quinto inferiore con il sesto e settimo superiore sono in relazione con i Meridiani di Milza-Pancreas e
dello Stomaco.
Le relazioni energetiche dellottavo odontone sono con: cuore, intestino tenue, sistema ormonale,
psiche e, tramite la relazione con ludito, anche con il rene e le ghiandole surrenali secondo Beisch.
Queste sono le relazioni energetiche che condizionano i sintomi e le patologie che possono essere
determinate da uninterferenza dovuta ad un focus dellottavo odontone:
disturbi locali, come dolore in relazione alludito, otite, contrattura cervicale e della parte
I
superiore del trapezio, perdita di forza nel braccio, paresi e parestesie sempre a livello del braccio,
cefalea, vertigine, instabilit, nevralgia del trigemino
disturbi a distanza, in relazione agli organi interessati, come per esempio agorafobia,
I
claustrofobia, modifiche nel comportamento, epilessia, patologie psichiatriche. Adler diceva che
lottavo odontone si chiama dente del giudizio in quanto ne pu determinare la perdita.
Altri sintomi possono essere angina pectoris, infarto acuto del miocardio, disturbi del ritmo
I
cardiaco in rapporto alle connessioni con il cuore.
Disturbi digestivi come senso di gonfiore addominale, disturbi digestivi, pesantezza addominale
I
relativamente alla connessione con lintestino tenue.
Inoltre si pu avere sterilit, cisti ovariche, amenorrea, dismenorrea, endometriosi per il rapporto
I
con il sistema ormonale.
Tendenza al raffreddamento, disturbi ortostatici, ipotensione, allergia, malattie autoimmuni in
I
rapporto alle ghiandole surrenali.
Nefriti, cistiti recidivanti, incluso linsufficienza renale in rapporto al rene.
I
Si pu riscontrare anche dolore ed infiammazione articolare in rapporto al cuore, al braccio, al
I
gomito, alla zona cubitale, allarticolazione sacro-iliaca.
La lista lunghissima e potremmo affermare che in molte patologie lirritazione del trigemino uno
dei fattori eziologici o per lo meno si deve pensare a questa come un elemento di sovraccarico
dellorganismo.
Qui abbiamo fatto riferimento alle relazioni dirette, per dobbiamo pensare che una interferenza, col
diminuire della capacit di regolazione dellorganismo, pu determinare qualsiasi disturbo o far
peggiorare altre interferenze gi presenti. C poi da aggiungere che leffetto di due interferenze
non la loro somma, ma molto di pi in quanto si determina un effetto di tipo esponenziale.
In molti casi il trattamento da effettuare lestrazione del dente interessato. Dobbiamo comunque
tenere ben presente che, come qualsiasi altra azione effettuata sullorganismo, tale procedimento
non innocuo e, se non viene realizzato correttamente, pu determinare esso stesso un disturbo o
non migliorare la patologia esistente.
Come noto, in letteratura stata descritta linsorgenza di patologie autoimmuni poco tempo dopo
lestrazione di un ottavo. Pertanto ci va fatto solo quando si sia dimostrato che crei dei problemi, e
in ogni caso vanno valutate le condizioni generali del paziente. Se il test di EAV evidenzia dei valori
alterati si deve innanzi tutto procedere ad una terapia sulla base di consigli dietetici, con
lomotossicologia, lagopuntura o qualsiasi altro metodo che possa migliorare lo stato energetico del
paziente. A questo punto il chirurgo dovr decidere se si pu procedere allestrazione.
Nel caso si decida di estrarre pi di un ottavo si deve procedere nel modo seguente:
nella donna: iniziare con il dente 48; 3 mesi dopo passare al dente18; poi gli altri due a distanza di
I
un mese uno dallaltro
nelluomo: si inizia con il dente 38; poi il 28, poi il 48 e quindi il dente 18, seguendo gli stessi
I
intervalli di tempo descritti precedentemente.
Altro aspetto che si deve tenere presente in relazione
al giorno in cui si proceder allestrazione la fase
lunare. Per consentire una buona cicatrizzazione e
minimizzare gli effetti collaterali questa deve essere
in luna discendente, che corrisponde al momento in
cui l a l una si tuata pi i n basso ri spetto
allorizzonte. Questa fase non va confusa con la luna
decrescente, che corrisponde al periodo in cui la luna
passa da luna piena a luna nuova. Se lestrazione
prevista di un dente dellarcata superiore, non si
deve effettuare quando la luna in ariete; se
lestrazione in relazione allarcata inferiore non si
deve effettuare quando la luna in toro e, dato che ci stiamo riferendo agli ottavi e questi sono in
relazione con il cuore, nemmeno quando la luna nel segno del leone.
Non credo che nessuno di voi si sia scandalizzato per ci che ho appena detto. Visitando la biblioteca
dellUniversit di Salamanca, una delle pi antiche dEuropa, mi sorprese il vedere in un affresco del
soffitto la rappresentazione dei segni dello zodiaco. E veramente un peccato che in nome di una
scienza mal intesa il mondo vada perdendo una gran quantit di conoscenza che gi aveva acquisito
nei tempi passati. Come persone di scienza dobbiamo fare il possibile per costruire una scienza con
coscienza.
La diagnosi va effettuata attraverso lo studio dellortopantomografia e tramite le misurazione
effettuate con lEAV. Potremo trovare valori alterati a livello del punto 2 del Vaso Linfatico in tutti i
casi, oltre a valori alterati per ci che riguarda i punti del Meridiano del Cuore, della Circolazione,
dellEndocrino, del Rene e del Vaso della Degenerazione Nervosa. E evidente che quanto pi
numerosi saranno i punti normalizzati dallimmissione della o delle fiale di Weisheitzahn nel
circuito di misurazione, tanto pi rilevante sar il grado di disturbo causato dal focus.
Il trattamento deve essere sia pre che postoperatorio e deve adattarsi ad ogni singolo paziente in
base alla propria sintomatologia. In ogni caso sempre da consigliare luso di preparati quali Arnica
Heel, Lymphomiosot, Coenzyme comp., Kieferostitis, Zahnsckchen, Mandibola feti, Echinacea,
Wobenzyme, infusioni di Vitamina C.
La terapia dovr consistere in farmaci di drenaggio, nosodi e preparati dorgano che posono
corrispondere alla sintomatologia locale della bocca ed alla sintomatologia relativa agli organi
interessati. Dopo lestrazione bene procedere a sedute di neuralterapia, se possibile due volta a
settimana per almeno due settimane.
Vado ora a presentare alcuni casi clinici che sono giunti alla mia osservazione:
Questa ortopantomografia quella di una donna di 44 anni che presentava dolore molto intenso
allemifaccia di sinistra, insonnia, tachicardia e crampi addominali. Al test EAV erano presenti valori
instabili a livello dei Meridiani di Circolazione, Cuore ed Intestino Tenue. Si pu notare come il
dente 28 sia incluso.
La sintomatologia scomparve con lestrazione di questo dente. Attualmente la paziente ancora
asintomatica.
In questa ortopantomografia si nota linclusione dellottavo superiore destro, e come gli altri ottavi
occupino lo spazio retromolare. Si tratta di una donna di 23 anni che presenta amenorrea da sei
anni. Al test di EAV si evidenziano valori elevati a livello del Vaso Linfatico e del Meridiano del Rene
di destra. Si procedette allestrazione degli ottavi secondo lordine descritto precedentemente
(48,18, 38, 28). In seguito allestrazione del dente 38 comparve la prima mestruazione dopo 6 anni.
Il mese seguente, con lestrazione del dente 28, nuova mestruazione. Da sei mesi il ciclo mestruale
regolare.
Questa radiografia, nella quale si vedono due ottavi posti orizzontalmente sopra il nervo
mandibolare, di un paziente di 33 anni affetto da cefalea dallet di 9 anni, che ha sofferto di otiti
recidivanti in et pediatrica ed un altra importante riacutizzazione a 28 ani. Riferisce algie a livello
del rachide cervicale, che si aggravano con il cambio del tempo, in situazioni di stress
(laggravamento in relazione alle variazioni di pressione atmosferica tipico dei campi di disturbo).
Il fatto che la cefalea ha avuto inizio in giovanissima et perch i denti del giudizio iniziano la loro
crescita attorno ai 7 anni, tanto che alcune patologie ad esso correlate possono iniziare proprio a
tale et. E inoltre frequente registrare aggravamenti in relazione al periodo adolescenziale quando
in genere erompono tali denti. Il chirurgo maxillo-facciale aveva sconsigliato lestrazione e per tale
motivo non vi era stato miglioramento della sintomatologia. In questo paziente i valori al test di EAV
mostravano irritazione a livello dei punti del Vaso Linfatico e della Degenerazione Nervosa. Quando
visitai il paziente non vi erano valori alterati per ci che concerne il Meridiano del Rene, al contrario
di come ci si poteva attendere date le otiti recidivanti.
Questa lortopantomografia di una paziente di 59 anni che presenta disturbi digestivi alti con senso
di gonfiore, maldigestione, crampi. Si tratta di una paziente magra, che riferisce mancanza di
energie, uno stato come di sopore, dolori ossei. Si nota che il dente 48 preme sul nervo mandibolare
e che vi una cura canalare a carico del dente 15. Vi erano valori alterati a carico del Vaso Linfatico,
del Meridiano dellIntestino Tenue e del Meridiano del Rene. Il chirurgo maxillo-faciale ha
controindicato lestrazione del dente del giudizio per il rischio di lesionare il nervo. Intervendo su
modifiche a carico della dieta si riusciti ad ottenere un miglioramento della sintomatologia, per
non si pu dire che la paziente stia del tutto bene.
In questa ortopantomografia di una paziente di 26 anni si notano gli ottavi nello spazio retromolare.
Alla paziente era stata fatta diagnosi di endometriosi e non riusciva ad iniziare una gravidanza.
Anche due inseminazioni artificiali non ebbero lesito sperato. A questo punto si procedette
allestrazione dei denti del giudizio in quanto vi erano dei valori indicativi a livello del punto 2 del
Vaso Linfatico. Il dentista procedette alle estrazioni senza seguire lordine cui abbiamo fatto
riferimento in precedenza. Venne estratto un ottavo al mese e, dopo lestrazione del terzo, la
paziente rimase incinta. Attualmente ha un bambino sano.
Per non essere accusata di provocare unepidemia di estrazione dei denti del giudizio in Italia voglio
mostrarvi lortopantomografia di una donna in gravidanza, la quale ha gli ottavi nello spazio
retromolare ed inoltre portatrice del nono dente superiormente sia a destra che a sinistra. Non
rarissimo trovare pazienti con un nono odontone. I valori del Vaso Linfatico erano nella norma.
Ancora una volta dobbiamo notare che non esistono regole, e che non esistono malattie, ma malati, e
che ogni individuo rappresenta un sistema unico.
Ho visto molti casi in cui lottavo odontone costituiva un campo interferente. Talvolta ci si chiede,
spesso senza risposta, quale sia la relazione con la patologia del paziente. Questa la radiografia di
un paziente con un granuloma a livello del dente 38, e con una parodontopatia. Il paziente affetto
da epatite C; si alimenta comunque in modo sano ed vegetariano da circa 5 anni. Da un anno si
sviluppato un epatoma. Fino a che punto influisce la sua patologia odontoiatrica il relazione al
problema epatico?
Ricordo un paziente, del quale non ho la ortopantomografia, con gli ottavi inferiori inclusi, al quale
consigliai la loro estrazione, cosa che il paziente non volle fare per paura. Seppi poi dalla moglie che
il paziente aveva avuto due infarti del miocardio e che aveva fatto un by-pass aorto-coronarico. E
evidente che non possiamo sapere se il paziente avrebbe avuto lo stesso gli eventi coronarici in caso
di precedente estrazione degli ottavi, e se li avrebbe avuti alla giovane et in cui si sono verificati.
Per abbastanza frequente il riscontro di denti del giudizio inclusi in pazienti che presentano un
infarto del miocardio in giovane et.
Quando al dottor Adler si faceva notare che egli osservava tutte le patologie dal punto di vista dei
campi interferenti, rispondeva che vi era un solo caso peggiore di questo atteggiamento, ed era
quello di non tenere conto degli stessi campi interferenti.
Guarda il video Ernest Adler
Sintesi documentario Thalassa Televisione della Catalogna.
Fonte:
Articolo originale in spagnolo.
Sito web della Dott.
ssa
Montserrat Noguera Medicina-Biologica.net