Sei sulla pagina 1di 25

Lenergia nucleare

Mila del Corno


Lenergia nucleare una forma di energia che
deriva da profonde modificazioni della
struttura stessa della materia. Scaturisce da
reazioni che avvengono nel nucleo dellatomo
in seguito a urti particolari
Tutta la materia esistente
nelluniverso, esseri viventi compresi,
costituita da atomi.
Al centro dellatomo, come abbiamo
visto, si trova il nucleo, formato da
particelle chiamate neutroni e protoni,
circondato da una nuvola
di elettroni che gli ruotano attorno.
In natura esistono 92 elementi chimici,
che vanno dal pi leggero, lidrogeno, il
cui nucleo contiene un solo protone, al
luranio, tra i pi pesanti il cui nucleo
contiene 92 protoni. Idrogeno e uranio
sono appunto i protagonisti delle
reazioni nucleari usate per produrre
energia: la fissione e la fusione.
Luranio per poter diventare un materiale
fissile che sia adatto a scopi nucleari, cio
che emetta una quantit sufficiente di
neutroni, deve essere arricchito
Questo procedimento piuttosto
complesso
luranio si presenta come un metallo
bianco-argenteo, lievemente radioattivo e
di poco pi tenero dellacciaio
da essa si ricava che la quantit di energia E
uguale alla massa di materia trasformata m
moltiplicata per una costante c che
corrisponde al quadrato della velocit della
luce (300.000 km/s)
La materia pu trasformarsi
in energia secondo la legge
fisica, scoperta da Albert
Einstein, che viene espressa
dalla formula: E=mc
ne consegue che anche da una
piccolissima quantit di materia (m) si
pu ottenere una enorme quantit di
energia (E)

Possiamo avere due tipi di reazioni:
la fissione nucleare (scissione, divisione)
la fusione nucleare
FISSIONE NUCLEARE
Si ha fissione (o scissione) nucleare quando
si riesce a dividere in due parti il nucleo
atomico di un elemento molto pesante,
detto elemento fissile, come quello
dellUranio (U 235, il numero atomino
rappresenta la somma dei protoni pi i
neutroni).
Ci pu avvenire scagliando, mediante
complesse apparecchiature, neutroni
contro il nucleo, che viene spaccato. Come
risultato si ha la creazione di due atomi pi
piccoli e contemporaneamente lemissione
di una grande quantit di energia, secondo
la regola di Einstein.
I prodotti della scissione hanno una massa
pi piccola di quella del nucleo originale:
questo significa che una parte, sebbene
piccola, della materia si trasformata in
energia; infatti, i frammenti, di solito due, pi
qualche neutrone, si muovono rapidamente
(energia cinetica) e urtando ci che li
circonda, per attrito, generano calore
(energia termica). Abbiamo ottenuto
produzione di energia sotto forma di calore.
Questa energia, opportunamente
sfruttata, permette di produrre
vapore acqueo utile a far girare le
turbine con le quali ottenere energia
elettrica.

energia termica
Se la quantit di materiale fissile
sufficiente, durante la fissione si
liberano altri neutroni, a loro volta
capaci di colpire nuovi nuclei,
innescando una reazione a catena che
pu essere tenuta sotto controllo
LA CENTRALE NUCLEARE
Le reazioni di fissione nucleare
vengono sfruttate per produrre
energia elettrica in una centrale
nucleare (al posto delle reazioni chimiche
dei combustibili tipiche delle centrali
termoelettriche).
Tali reazioni sono circa un milione di
volte pi energetiche a parit di
massa di combustibile.

Centrale di Fukushima
Centrale di Cernobyl
Il problema che si ha produzione di
scorie nucleari,) non facili da trattare.
Per le scorie si sono proposti tanti tipi di
trattamento, dal bruciamento alla
vetrificazione.
Al momento, l'unico modo serio di disfarsi
delle scorie metterle in bidoni
adeguatamente schermati, in posti
geologicamente stabili e adeguatamene
monitorati, esattamente quello che si fa
con i rifiuti chimicamente tossici.