Sei sulla pagina 1di 9

VIVERE IL MESSAGGIO DI FATIMA

Fratel Gino
1. La Madonna a Fatima richiama i suoi figli
Quando un figlio non segue la strada retta, insegnata dai genitori, la prima, pronta a
intervenire e a richiamare, sempre la mamma. In mille modi essa cerca di far capire al
figlio il dispiacere che ha arrecato a suo padre e la gravit del disprezzo per tutto quello
che ha fatto e che fa per il suo bene. E al richiamo aggiunge anche i duri provvedimenti
che il padre prender se lui non cambia.
La Vergine di atima, !amma nostra, ha lasciato il cielo e coi suoi richiami luce per
tutti i suoi figli.
" #itornate sulla via della luce $, dice la !adonna, " fate quanto il vostro %adre vi dice. &e
non fate ci', per voi ci saranno i suoi provvedimenti( una nuova guerra si scatener sul
mondo, vi saranno distruzioni, fame, nazioni soppresse, la fede sar combattuta e
perseguitata. )utto questo sar scongiurato se ritornerete alla vita cristiana $.
2. La Madonna di Fatima prevedeva i nostri tempi
La !adonna di atima prevedeva i nostri tempi* si potrebbe meglio dire* i nostri tristi
tempi. Il +, maggio +-+. la !adonna lasciava il cielo e appariva a atima a tre semplici
bambini.
E che cose importanti diceva la !adonna/ Quando questi bambini han saputo che era la
!adonna le hanno chiesto subito * " !adre &anta, quando finisce questa guerra0 $.
La !adonna disse * " inir presto, ma se gli uomini non cambieranno vita e non faranno
ci' che io vi dico, a distanza di poco tempo ce ne sar un1altra peggiore. 2on solo gli
uomini moriranno sui campi di battaglia, ma la guerra passer dappertutto e far sue
vittime, ci sar la fame, la distruzione di citt e di nazioni intere $.
3i questo siamo testimoni tutti noi.
%oi la !adonna ha detto ancora * " &e gli uomini non faranno quello che io dico, l1ateismo
dilagher in tutto il mondo. 4i saranno i falsi profeti che semineranno il male e
cercheranno di distogliere gli uomini dalla verit e da 3io $.
E di questo siamo ancora testimoni noi. Quanto male c1 in questo mondo/ )utti i giorni
vediamo quello che sta succedendo.
La luce di 3io per mezzo di !aria venne ad illuminare il mondo, ma il mondo non volle
seguire questa luce e cos5 si trov' nel terrore delle tenebre, e tutto quanto era stato predetto
si avver'.
3. Che cosa ci Chiede la Madonna
La !adonna gi ci avvertiva di queste cose. !a l1uomo rimasto sordo.
4he la Vergine santa ci converta tutti, perch6 abbiamo bisogno di un1autentica
conversione.
4i chiese poche cose. 4i chiese una preghiera, e ce ne addit' una particolare* " 3ite il
#osario, dite il #osario/ $.
E anche ai bambini* " 3ite il #osario, bambini, perch6 la guerra finisca e i peccatori si
convertano $. 7ra arrivato anche il tempo in cui i cristiani hanno abbandonato anche il
#osario, hanno contestato il #osario. E1 triste/
4he cos1 il #osario0 E1 il 4redo* il nostro 4redo. #ecitato insieme con la !adonna, un
cristiano non pu' fare a meno, almeno per venti minuti, un quarto d1ora, dieci minuti, di
meditare tutti i giorni i misteri della nostra santa fede.
4. La Madonna contro il peccato
8i nel +-+. la !adonna vedeva che l1uomo, invece di amare il vero 3io, avrebbe amato
il falso dio, il peccato.
7ggi la parola 9peccato9 per la maggioranza degli uomini niente. 2on si ha paura del
peccato. 8uardate, i tre quarti dell1umanit, oggi, sono distrutti dal cancro* intendo cancro,
malattia fisica, in questo momento. )utti hanno paura.
Eppure c1 un altro cancro che fa continuamente versare tante lagrime, e di quello non si
ha paura. Io ne ho paura.
Ed il cancro vero, quello del peccato. L1altro, si sa, prima o dopo sar superato e d1altra
parte questo mondo una volta o l1altra dovremo pure lasciarlo. !a l1altra bestia, l1altro
cancro, quello veramente mi mette paura.
Quanto dolore sta seminando nel mondo il peccato/ Quanto odio/ Quanta disonest/
Quante lagrime di dolore fa versare/
2el tempo addietro quando si leggeva la &toria &acra e si leggeva di 4aino e di :bele ; io
mi ricordo ; mi faceva male.
7ggi nel cuore di tanti uomini, anche uccidere il proprio fratello diventata una cosa da
niente. Questo il cancro.
5. Il peccato la morte
&e c1 l1amore non c1 peccato.
&e 3io lo amo, non lo posso offendere. 2oi si offende 3io perch6 ci manca l1amore verso
3io. 4he cosa fa il cadavere0
Il cadavere ha un cervello, per' non agisce pi<, non pensa pi<. =a degli occhi, per' non
vede pi<. =a delle orecchie, per' non sente pi<. =a un cuore, ma non batte pi<, non ha pi<
amore, non ha pi< desiderio, non ha pi< volont. E1 un cadavere. Quanti cristiani sono dei
cadaveri/ 4risto non l1hanno pi< nella mente, non l1hanno pi< nel pensiero, non l1hanno pi<
nel cuore.
2on hanno pi< affetto per Lui, non hanno pi< desiderio di seguire Lui, non hanno pi<
amore per Lui.
Il loro pensiero, oggi, l1unico ; sembra quasi che non ce ne siano altri ; il piacere della
carne.
. !"erdonate le nostre colpe...#
Io la mattina recito la prima parte del santo #osario, cio cinque misteri.
Quando non sono disturbato ci metto un1ora. %erch60
%erch6 medito il 8loria al %adre, medito 8es< che perdona le nostre colpe ; e chi non
peccatore0 ; e prego che porti al cielo le anime pi< bisognose della sua misericordia.
:llora penso a quei peccatori ciechi, proprio ciechi e sordi, che non vogliono pi< sentir
parlare della via della salvezza.
%oi penso anche alle anime sante del %urgatorio che chiedono aiuto a 3io, perch6 anch1io
faccia parte di quella pena.
$. !Li%erateci dal fuoco dell&inferno...#
)ra i castighi materiali del peccato la !adonna fa vedere quello eterno dell1inferno.
2oi peccatori oggi scherziamo troppo sull1inferno. !olti poi non ci credono affatto.
I santi al solo pensiero dell1inferno tremavano solo gli sciocchi vogliono scusare i loro falli
col dire che non esiste, oppure si fanno un infernetto di mezza portata.
2on giudicate l1eterno con l1umano.
%regate di pi<, mortificatevi di pi< * solo cos5 si vedono le cose nella luce di 3io.
'. ("ortate al cielo tutte le anime...(
Il mio cuore sar attaccato a 3io soltanto se lo distacco da tutto ci' che non 3io.
Il mio cuore deve essere attaccato alle cose di lass< e solo cos5 sapr' vivere bene in mezzo
alle cose di quaggi<.
Il cielo non fatto con le cose della terra che sono misere e limitate, ma fatto delle cose
infinite e dalla bellezza che esce dal cuore di 3io.
)utto ci' che non amore a 3io lo caccer' da me come il peggiore serpente che vorrebbe
iniettare in me la morte attraverso il suo veleno.
). *ei doni dei Magi il messaggio di Fatima
Quando sollevo gli occhi sul mondo d1oggi vedo l1Erode del Vangelo ingigantito * quante
realizzazioni grandiose e meravigliose nel mondo d1oggi, ma anche quanta avidit,
prepotenza, maniacit in coloro che detengono il potere nel campo politico, o militare, o
scientifico, o ideologico/
La frenesia della bandiera 9laicit9 rasenta la pazzia e si contrappone con violenza a 3io.
2ei !agi amo vedere oggi tutti coloro che con attenzione e umilt scrutano i segni dei
tempi e cercano di capire il messaggio di amore e di sofferenza che 3io ancora oggi vuole
dare, e cos5 non si assoggettano alla mentalit atea e prepotente. 2ella stella con gioia
raffiguro tutti voi e tutti coloro che con fede e sincerit hanno segnato una strada luminosa
di fede, speranza e carit in questo mondo tanto oscuro.
2ei doni descritti dall1 evangelista !atteo, oro, incenso e mirra, vedo con luminosit il
messaggio della !adonna di atima* oro che raffigura distacco dalla cupidigia di
possedere e consumare, non un distacco amaro, ma il distacco che dalle proprie scelte sa
donare agli altri( incenso che significa la preghiera intensa, fiduciosa, quotidiana,
colloquio
filiale con 3io( mirra, che penitenza, croce, scelta dolorosa per vivere fedelmente il
cristianesimo e presentare il volto splendente di 8es< risorto.
1+. Le ,uattro ruote per camminare sulle vie di -io
Le quattro ruote sono la preghiera, i sacramenti della confessione e della 4omunione, la
penitenza e la santificazione della festa.
Le ruote non sono soltanto tre* con tre ruote si cammina male. 4i vuole anche la quarta,
perch6 una macchina con quattro ruote cammina meglio.
7ra mettiamo la quarta, ed che la domenica dobbiamo andare alla santa !essa.
La santificazione della domenica un atto di riconoscenza a 3io.
Ed giustissimo. 2on c1, oggi, uomo che vada a lavorare sotto padrone e che al sabato
non riceva la paga. 4i vuole lo stipendio. E se lo stipendio non viene a tempo, o non viene
intero, ecco, si accampano i diritti, ed giusto anche quello, non dico di no.
!a ce lo dimentichiamo che lass< c1 nostro %adre, e che anche un padre di famiglia un po1
di diritti li pretende dal suo figlio0 %otrebbe dire* " )u vieni sempre a chiedere, ma poi non
mi dai mai niente0 $.
:bbiamo respirato sette giorni. 2on giusto alla domenica togliersi un po1 il cappello e
dire* " &ignore, sono venuto a ringraziarti per i sette giorni che mi hai dato $.
In fondo 3io si accontenta di poco.
11. La preghiera
La !adonna, !adre amorosa, ci ha indicati i mezzi validissimi per essere buoni cristiani.
Il primo la preghiera.
Ecco il grande mezzo per parlare con 3io e rimanere a Lui uniti.
I nostri fratelli &anti, i quali come noi sono passati su questa terra, avendo capito il valore
della preghiera, sono stati grandi uomini di preghiera.
>n tale, di stile 9 moderno 9, mi ha saputo dire in questi giorni che la preghiera una
perdita di tempo e che, del resto, oggi tutto preghiera. ?uona scusa per non pregare.
Vi assicuro che da quel giorno prego sempre il &ignore con queste parole* " &ignore,
quando le mie ginocchia si piegano davanti a )e, allontana da me il pensiero che stia
perdendo del tempo.
La !adonna, poi, come preghiera, ha insistito sulla recita del santo #osario.
12. .itorniamo al /anto .osario0
41 bisogno che ci aggrappiamo tutti al manto della !adonna* che tutti torniamo a tenere il
#osario in mano/
!a se non lo riprende in mano il pastore, non si pu' pretendere che lo riprenda la pecora.
4ari sacerdoti, non l1avete pi< voi il #osario in mano. !a non ce l1hanno neanche le vostre
famiglie cristiane/ E ve le vedete andare a rotoli.
2on c1 pi< il #osario di !aria nelle famiglie, ma ci avete visto arrivare il divorzio, le
separazioni, le discordie.
2ella famiglia non c1 pi< la preghiera, e la mancanza di preghiera li tiene lontani anche
dai sacramenti.
3ove mancano queste cose, preghiera e sacramenti, state tranquilli, ci manca tutto. E
anche la famiglia va a rotoli.
13. Fintantoch1 nelle nostre mani non torner2 la dolce corona...
4he triste tempo il nostro/ %erch60 %erch6 abbiamo perduto 3io.
E guardate, non c1 via di salvezza. &e vogliamo essere salvi la via una sola* !aria
&antissima col suo 4uore Immacolato.
!a fintantoch6 nelle nostre mani non torner la sua dolce corona ; io ci spero poco ; la
salvezza sar un1 illusione.
&e ci ritorna la corona del #osario, allora si medita un po1 di pi< la nostra vita cristiana,
allora capiremo un po1 di pi< le virt< cristiane, e tanta cattiveria del nostro cuore andr via
perch6 diventeremo pi< virtuosi, sapremo esercitare di pi< la carit, sapremo essere meno
egoisti, sapremo distaccarci da tante cose materiali che ci portano ad un1 inquietudine
continua. Impareremo ad osservare di pi< i 4omandamenti di 3io, a seguire di pi< la
4hiesa fondata da 8es< 4risto, ad essere luce per tutti gli uomini nostri fratelli.
14. 3n ,uarto d&ora a Maria4 il .osario ,uotidiano
4onsacrate ogni giorno un quarto d1ora al #osario di !aria.
4ercate di darglielo questo quarto d1ora. E1 un quarto d1ora, guardate che cosa richiedono i
misteri, e non sia quella una preghiera ciancichiata in qualche modo ...
:lle volte, quando vado a letto presto, metto la sveglia alle @,,A. !i alzo, mi dico un
#osario. 4i metto un1ora.
?eh/ 2el santo #osario ci trovo la ?ibbia, tutto quel grosso volume messo l5 nella forma
pi< semplice. 4i trovo i quattro Vangeli. Quindi ci trovo la venuta di 4risto, la mia
redenzione, la mia vita cristiana, e inoltre la mia vita religiosa, perch6 l5, nei misteri del
#osario, c1 l1umilt, c1 il distacco dalle cose della terra, c1 la carit nel trattare con gli
altri. 41 tutto.
:llora comincio a pensare* ma mi comporto bene0 accio io come dice il Vangelo, come
dice questo #osario0 %enso al %adre 2ostro0 ...
15. 5alidit2 del .osario
La preghiera che la !adonna ; specialmente la !adonna invocata sotto il titolo di
!adonna di atima ; desidera di pi< il #osario.
7ggi questa preghiera molto combattuta* la combattono coloro che si dicono sapienti.
Essi l1hanno gi abbandonata perch6 per loro una preghiera che non dice pi< niente, un
inutile ripetersi di parole.
!i fanno pena, mi fanno veramente pena.
2el #osario della !adonna c1 contemplata la vita di 8es<, la vita di !aria e la nostra vita
cristiana. Quindi cosa validissima.
%erch6 il cielo insiste tanto sulla recita del #osario0
%erch6 nei misteri del #osario c1 tutto il Vangelo. !a purtroppo il santo Vangelo poco
conosciuto, poco meditato, e di conseguenza anche poco vissuto.
E1 proprio nella recita al #osario che si torna al Vangelo, si torna ad essere veri discepoli
di 8es<.
Il 4uore Immacolato di !aria un mare di grazia che si riversa sulle anime a Lei
consacrate
1. II /anto Curato d&6rs e il .osario
La !adonna viva, non morta.
4on la !adonna si parla e si conversa quando si prega, e in particolare quando la si prega
col santo #osario, perch6 il #osario mi fa meditare e mi fa chiedere aiuto per mettere in
pratica quello che ho meditato.
Quando si tratt' di ordinare sacerdote il santo 4urato d1 :rs, per la poca capacit nello
studio, il vescovo chiese* " &a dire il #osario0 $. 8li fu risposto * " !olto bene $. :llora il
vescovo disse* " 7rdiniamolo ch sar un buon prete $.
Quando un postulante, un frate, una suora, un seminarista, non ama il #osario, mandatelo
via perch6 non sar mai un buon prete o una buona suora.
1$. II .osario in famiglia
:desso stiamo dicendo il santo #osario, ma vi siete mai resi conto perch6 in tante famiglie
3io non pu' entrare0 &apete perch60
%erch6 nelle nostre famiglie non si prega pi<. 2elle nostre famiglie non si va pi< ai
sacramenti e lentamente si diventa dei materialoni. E poi la materia ci soffoca, ci acceca,
ed eccoci nel buio.
!a quanto era bella quella famiglia raccolta davanti al quadro della !adonna, tutti riuniti,
anche i bambini, e si insegnava il %adre 2ostro e l1 :ve !aria, e dicevano il #osario/
La corona della !adonna ce la siamo tolta dalle mani( i nostri bambini talvolta non sanno
neppure che cos1.
!a, cari genitori, non mettiamo pi< in mano ai bambini il #osario della !adonna, e a +B
anni vostro figlio che cosa avr in mano0 &tar sempre cos5 senza far niente0
2on avete messo loro in mano l1arma dell1amore, e dovrete vedere nelle loro mani l1arma
dell1 odio, la pistola. E non sar questo anche per colpa dei genitori0
1'. Il .osario e i giovani
Qui siete tutti giovani. Vorrei farvi una domanda. Vorrei chiedervi che cosa vuole la
societ oggi da voi.
4on le chiacchere vi dicono che vogliono persone oneste, ma, strizzando l1occhio maligno
vi dicono* " #agazzi, cercate di essere disonesti( altrimenti non si fanno i processi,
altrimenti non c1 il danaro che gira.
" #agazzi, non comportatevi bene, perch6 per creare questo caos di materialismo e per
tenere la nostra sedia bella comoda, sono necessarie due brutte cose, le quali sono sempre
unite come due sposi che si mettono reciprocamente l1anello* e quali sono le due brutte
cose che rovinano la nostra societ0 Il sesso e il denaro.
Essi sono sempre sposati.
&u questo giro di sesso e danaro ora si aggiunge anche la droga ed il resto* c1 chi mangia
sopra tutta questa corruzione/ $. Ecco che cosa vuole la societ.
&e non vogliamo diventare schiavi di certa gente, bisogna ricorrere di nuovo al celeste
?ambino, bisogna ricorrere di nuovo alla corona del #osario
1). .osario e Comunione 7ucaristica
Il #osario e la 4omunione quanti santi ci hanno dato in questi secoli/ Quanti santi che
davanti all1 Eucarestia hanno passato nottate intere in ginocchio nella chiesa/
7ggi 8es< solo.
!a anche gli uomini rimangono soli* quando perdiamo 8es< perdiamo la )esta.
2+. La Comunione riparatrice dei primi cin,ue sa%ati
Il secondo mezzo per essere buoni cristiani raccomandato dalla !adonna a atima una
vita dedita ai sacramenti dell1 Eucarestia e della %enitenza.
" ate spesso la santa 4omunione, specialmente con intenzioni particolari, nei primi
cinque sabati del mese. atela in riparazione al mio 4uore da voi tanto offeso $.
3obbiamo costatare purtroppo che questa nostra grande e santissima !amma stata fra
tutte le donne la pi< maltrattata e offesa.
#ipariamo il male recato a questo 4uore da noi e dagli altri.
Viviamo la nostra vita di sacramenti, specialmente la confessione e la comunione* cos5 nel
nostro cuore avremo sempre la luce.
2on pi< peccare, ma amare. 2on pi< chiacchere ma fatti per corrispondere all1 :more.
21. La preghiera non %asta sen8a la peniten8a
&e non facciamo mai la preghiera non ci si riesce. Quindi necessitano preghiere e
sacramenti. %er' non bastano. !olte persone mi dicono " Io prego, faccio sempre la
4omunione, per' mi accorgo che ricado sempre nelle stesse miserie $. &apete perch6 ci
cascano0 %erch6 manca ancora una parte importante, manca la penitenza.
4he cosa sar questa penitenza0 I santi ne hanno fatte diverse e in molte forme. 4he cosa
significa per noi penitenza0
Ve n1 una molto importante e molto facile per tutti* la penitenza dei nostri occhi.
%erch60 %erch6 se il nostro occhio puro, cio abituato a guardare le cose pure, buone,
belle, e scansa quelle che non sono da guardare, tutto il suo corpo sta nella luce, come dice
il &ignore. &e il mio occhio non puro, anche tutto il mio corpo sar nella tenebra, certo.
La preghiera e la 4omunione devono essere aiutate da quest1altra che si chiama penitenza
o mortificazione.
2on che dobbiamo andare sempre a testa bassa, che si andrebbe a sbattere contro la
gente. %er' se il televisore trasmette cose stupide e abbiamo il coraggio di chiudere( se
andiamo per strada e s1incontrano cose indecenti o dannose e si volge lo sguardo dall1altra
parte ... questa penitenza * la penitenza dei nostri occhi che ci di aiuto per raggiungere
la perfezione.
22. /ignificato della peniten8a
Il terzo mezzo raccomandato dalla !adonna per essere un buon cristiano la penitenza.
&enza sacrificio, senza rinuncia e mortificazione ben difficile poter essere dei buoni
cristiani.
Il cristianesimo amore, sacrificio, eroismo, rinnegamento di noi stessi.
4risto dobbiamo sempre testimoniarlo* ieri col martirio nel 4olosseo, oggi e domani con
un altro martirio, non con le chiacchere. Le chiacchere sono come la polvere, basta un
soffio di vento per portarle via.
I santi, che veramente hanno amato 3io coi fatti, hanno amato anche la penitenza.
:scoltiamo l1appello della !adonna* amiamo la penitenza. La penitenza non uccide, ma
fortifica l1uomo. >no cosa sola uccide e distrugge l1uomo* il vizio del peccato.
@,. Quale penitenza0 La mortificazione degli occhi
&e non riusciamo a fare la penitenza straordinaria, cerchiamo di fare almeno quella
ordinaria* la mortificazione degli occhi e la mortificazione di non seguire l1attuale moda.
" &e il tuo occhio puro ; dice 8es< ; tutto il tuo corpo nella luce( se non puro tutto il
tuo corpo nelle tenebre $.
L1occhio fa come lo spazzino, prende, raccoglie e accumula tutto dentro di noi. 3a ci'
nascono i pensieri e i desideri non belli e si cade cos5 nel marciume del peccato.
!ortificher' i miei occhi. La luce bella e gli occhi sono cari, ma possono causare anche
tanto male per l1anima quando non sono controllati.
24. 9uale peniten8a: Evitare la moda indecente
>n1altra penitenza quella di non seguire l1attuale moda.
8i nel +-+. la !adonna diceva* " Verr introdotta una moda che offender molto mio
iglio $. 4are signorine, oggi parlate molto di vita comunitaria. !a se prima non facciamo
vita comunitaria con 3io, difficile farla col prossimo.
La nostra sorella !aria 8oretti, e altre sante, per non far vedere quello che non si deve
vedere, hanno lasciato trucidare il loro corpo dalla lama del coltello.
8es< benedetto ci dice* " 8uai a voi se date scandali/ E1 molto meglio per voi che vi
leghiate al collo una macina e vi anneghiate in fondo al mare $.
La Vergine santa ci faccia comprendere ed amare la virt< della penitenza, pietra
fondamentale per essere cristiani e farci riconoscere tali.
25. 9uale peniten8a: Il dovere quotidiano
La !adonna ci richiama ad una certa penitenza. Quale0 &apete quale0
%rima di tutto quella di fare bene ogni giorno il nostro dovere cristiano, dove ci troviamo.
)u, madre di famiglia, fa bene il tuo dovere di sposa cristiana nella tua casa.
In qualunque ambiente uno si trovi, deve santificarsi facendo bene le cose di tutti i giorni.
%oi, deve saper offrire quei sacrifiici che durante la giornata non mancano mai, e offrirli
sia per arricchire la propria anima, sia per aiutare le anime lontane da 3io a ritrovare la via
della casa del %adre.
2. 9uale peniten8a: Mortificare la lingua e l'udito
4he cosa abbiamo di nostro0 2iente. )utto di 3io.
4hi ci ha donato queste mani, queste braccia0 Iddio.
4hi ci ha donato queste gambe per poterci muovere0 Iddio.
4hi ci ha donato una lingua, la luce degli occhi, l1udito, l1intelligenza0 )utto di 3io.
3i nostro abbiamo solo una cosa* come li abbiamo usati questi doni e come
disgraziatamente possiamo averli sciupati.
%arliamo del dono della lingua, per che cosa Iddio ce l1ha donata0
%er parlare con Lui e chiamarlo 9 %adre 9. Quindi parlate con Lui, usatela per la preghiera.
%oi, per parlare a tutti i fratelli.
L1udito un dono di 3io* quanta gente che non sente/
E noi quanto tempo perdiamo per ascoltare chiacchere, per dar retta ai ciarlatani che
parlano alla televisione/ ...
2$. 9uale peniten8a: Mortificare l'intelligenza e il cuore
3io ci ha dato anche l1intelligenza libera per capire le cose.
4he grande dono/ %oter distinguere* questo bene, questo male.
!a come usiamo male anche questo grande dono di 3io/
)utto ci' che abbiamo dono di 3io. 2oi stessi siamo veramente un dono di 3io.
!a siamo un dono di 3io quando siamo tutti di 3io, quando non ci separiamo da 3io.
)utti i doni che 3io mi ha dati sono al suo servizio, al servizio dei miei fratelli per amore
di 3io. La cosa non difficile, molto facile. are del bene vuol dire essere liberi come
gli uccelli dell1 aria. : fare il male siamo degli schiavi.
2'. 9uale peniten8a: accontentarsi di quello che si ha
?isogna ricorrere di nuovo al santo #osario, perch6 le mani vogliono possedere qualche
cosa.
7 riprendete in mano la catena che vi parla di amore, o la fate cadere per prendere, forse,
la pistola, la quale vi parla di odio. Questo lo vediamo tutti i giorni.
2on tira una pistolettata chi recita il #osario, perch6 ha imparato che nel #osario ci sono i
misteri dell1amore, c1 la ?ibbia dell1amore, ci sono i profeti dell1amore, e c1 anche la
nostra vita cristiana, vita d1amore.
#itorniamo in ginocchio e preghiamo il &ignore che questo celeste ?ambino, assieme alla
sua !amma, dia a tutti la forza di accontentarsi di quello che il buon 3io, per la sua santa
volont, ci d giorno per giorno, e di non essere mai attaccati alle cose che non ci
accontentano mai.
Quando c1 il necessario, c1 tutto. 4i basta. &e si pu' camminare con la macchina pi<
piccola, perch6 logorarsi il fegato per averne una pi< grande0
7ggi il mondo scontento, il mondo manca di pace. !a anche quell1altro mondo, quello
che dentro di noi, senza pace.
%erch60 %erch6 ci siamo fatti prendere dalla materia. E dove domina la materia non entra
Lui, lCautore della pace.
2). /ignificato ecclesiale dei messaggio di Fatima
Il quarto mezzo per essere buoni cristiani seguire il %apa.
In una delle apparizioni la Vergine &antissima confida ai tre bambini la persecuzione
contro la 4hiesa che si sta tramando e in particolare precisa* "Il %apa dovr molto
soffrire$.
In un1 altra visione la piccola 8iacinta dice " =o visto il %apa in ginocchio davanti ad un
crocifisso, che piangeva $.
acciamo sacrifici per il %apa. La !adonna si presa cura della persona del %apa, del
primo %apa, san %ietro* ma il %apa di oggi lo stesso %ietro di ieri.
4hi disubbidisce al %apa disubbidisce a %ietro, e chi non segue %ietro non buon cristiano.
4hi non con %ietro non un cristiano che fa parte viva della 4hiesa, ma un povero
cristiano che vive in una continua agonia* n6 vive n6 muore, ma solo agonizza.
4erchiamo di fare quello che dice la !adonna* " %regate per il %apa e fate sacrifici perch6
questa bianca figura di buon pastore guidi sempre con sicurezza le pecore a lui affidate
verso l1ovile della salvezza $.
%reghiamo per il %apa. &offriamo per il %apa. Viviamo e moriamo col %apa.
3+. -o%%iamo capire che il "apa la guida sicura
La !adonna vede 8es< ancora condannato a morte e ucciso. 4ertamente ha rivisto il
corpo insanguinato del suo iglio che si offriva in sacrificio per redimerci.
=a sentito quegli scalmanati che gridavano " 2on vogliamo che 4ostui regni su di noi $.
E1 un grido di condanna che il nostro secolo continua a ripetere. %er questo incontriamo
delle persone senza 3io, senza scrupoli di coscienza. Leggete le notizie dei giornali,
guardate questa nostra povera Italia. Quanta confusione/ Quanto male/ Quante lagrime/
4hi pu' essere una guida sicura0 E1 ancora atima che ci parla* il %apa.
La !adonna si presa cura del %apa. &apete perch60
%erch6 in mezzo a questo disorientamento, se non vogliamo andare nel buio pi< profondo,
dobbiamo capire che il %apa la guida sicura.
E1 dovere di ogni cristiano riascoltare %ietro e, con l1aiuto della !adonna, seguirlo in tutto
e per tutto.
:llora avremo una societ migliore, un1Italia migliore e anche un mondo migliore.
31. La consacra8ione a Maria
La Vergine &antissima, visti questi tempi e questi momenti tanto tristi, ci chiese anche una
cosa bellissima* "4onsacratevi al mio 4uore Immacolato$.
La consacrazione a !aria non consiste nel leggere una preghiera e poi uscire dalla chiesa e
continuare ad essere come prima.
2o. 4onsacrarsi alla !adonna vuol dire cambiar vita. Vuol dire conversione. Vuol dire
essere dei cristiani autentici.
#icordo qualche anno addietro* quante consacrazioni/ ... !a quante formule di parole/
La !adonna intende la consacrazione in questo modo* " &e non siamo stati finora dei
buoni cristiani, ecco inizia la nostra conversione. 3a ora in poi sar' un buon cristiano $.
La consacrazione a !aria il cambiamento della nostra vita.
3obbiamo vedere quello che abbiamo fatto nella nostra vita fino ad oggi di bene e di male.
&e abbiamo fatto delle azioni di cui la !adonna non contenta, ecco, con una buona
confessione si chiede perdono a 3io e coll1aiuto della !adonna si cambia vita.