Sei sulla pagina 1di 1

Gianluigi Nuzzi

da Milano
bPer portare Unipol e le
coop rosse al comando di Bnl,
nei momenti decisivi dellasca-
lataGianni Consorte pot con-
tare su coperture politiche,
salde alleanze con i vertici dei
Ds, assai interessati ai destini
dellabancae quindi partecipi.
Lo si capisce dalla telefonata
intercettatatraConsorteePie-
ro Fassino, segretario dei Ds,
anticipata sabato scorso da Il
Giornale e di cui oggi siamo in
grado di fornire ulteriori ele-
menti. Ma lo si evince anche
dal brogliacciodelleintercetta-
zioni, come quella del 18 lu-
glio con il vice direttore de
LUnit Rinaldo Gianola. Ecco
il suntodal brogliaccio: Gian-
ni dice che lui ha la maggio-
ranza(di Bnl, ndr), dice di non
aver fatto una mossa senza
preavvertire la Consob. Rinal-
do chiede se Abete ha fatto
delleporcateafavoredi Del-
laValleedegli altri, Gianni di-
ce che si troveranno dei gran-
di scheletri. Gianni dicechein-
tanto lui inizia a far partire le
denunce verso chi lha calun-
niato. Rinaldo chiede se sul
frontepolitico, Fassinoegli al-
tri, lui siacoperto. Gianni dice
s.
La liaison con gli esponenti
dei Ds, le coperture emergono
intutta la loro consistenza an-
che dagli appuntamenti o dal-
le telefonate intercettate del-
lallora presidente di Unipol
con esponenti di primo piano
dellaQuercia: DAlema, Fassi-
no, il tesoriereSposetti. Inpar-
ticolare, i colloqui registrati
sul telefonino di Consorte con
Fassino sono cinque per oltre
venti minuti complessivi di dia-
logo. La telefonatadellasvolta
dovrebbe essere quella del 18
luglio. In mattinata, alle 12,
Unipol comunica al mercato
che, sciolto il cosiddetto con-
tropatto degli immobiliaristi,
si prepara a lanciare unOpa
obbligatoria suBnl incontanti
a2,7euro. LAnsalancialano-
tizia alle 12.21. Dopo unora
Consorte si dedica ai suoi rap-
porti politici. Prima si sente
tre volte con il senatore dei Ds
Latorre, gi assistente di Mas-
simoDAlema, poi chiamaFas-
sino, chetralaltroavevasenti-
to proprio la sera prima alle
23.30. Entrambi sembrano
soddisfatti conunFassinoinso-
litamente diretto: E allora
siamo padroni di una ban-
ca?, si lasciascappare eCon-
sorte: chiusa, s, fatta. Il
segretariodei Dsmostraunat-
timo desitazione. Capisce di
essersi mostrato troppoeufori-
co al telefono e allora preferi-
scecorreggersi: Sietevoi i pa-
droni dellabanca, io noncen-
tro niente. Consorte: S, s
fatta, stataunavicenda, cre-
dimi, davvero durissima... pe-
rsai... (parolaincomprensibi-
le, ndr). EFassinocheconvie-
ne: Gi, ormai proprio fat-
ta.
FASSINO, BNLELECOOP
Il segretariodei Dsvuol per
capire bene come verr gesti-
toil passaggiodi quotedal con-
tropatto agli alleati di Unipol.
E se c certezza del controllo
della banca. A Consorte chie-
de il quadro della situazione:
Allafineemerge- spiegaCon-
sorte - che abbiamo diciamo
quattro coop.... Fassino: E
quanto prendono? Consorte:
Quattro cooperative il 4 per
cento. Fassinoancoranonco-
noscei dettagli dellequoteche
verranno cedute e chiede se il
4percentosiaperciascunaco-
operativa. Consorte: No, no,
no. Luno per cento luna. E
Fassinoripete: Uno per cento
per quattro. Consorte: Pro-
priocos. Fassino: Questeco-
operativechepoi sonoAdriati-
ca, Liguria, Piemonte e Mode-
na. Consorte: Poi ci sono
quattro istituti di credito ita-
liani che sono al 12%. Infine
banche estere come Nomura,
Credit Suisse e Deutsche Bank
che hanno lun per cento, lal-
tracircail 14,5. EFassinoat-
tento che ripete: 14 e mez-
zo. Consorte: S, poi c an-
che Gnutti e Hopa... il 4,99%.
Marcellino Gavio e Pascotto...
all1 e mezzo. Fassino sem-
bra come prendere nota: In-
sieme?. Consorte: Certo, e
poi Unipol chiude al 15%.
IMMOBILIARISTI FUORI
C da festeggiare. Consorte
indicati i prossimi soci, elenca
leconquisteportateacasa. Pri-
mo: Gli immobiliaristi sono
totalmente fuori. Ma Fassino
interrompe, pensa al futuro:
Tuorache operazione fai do-
po questo?. E Consorte an-
nuncia il lancio dellOpa, al-
lepoca previsto per settem-
bre. Fassino sorpreso: Hai
gi lanciato lOpa obbligato-
ria?. Consorte: Gi, proprio
al medesimo prezzo delle ces-
sioni delleazioni degli immobi-
liaristi. Fassino: 2,7 eu-
ro?. Consorte: Via ogni spe-
culazione, sono trattati tutti
uguali. Per leggepotevamofa-
re a 2,55. Fassino: Bbva co-
sa offre? Consorte. 2,52 in
azioni, noi offriamo in instant
cash. Fassino: Cazzo. Poi
Consorte svela il piano: Inre-
alt noi abbiamo gi in mano
il 51%, ovvero la maggioran-
za ancor prima del lancio del-
lOpa. Fassino vuol capire me-
glio e chiede: Noi abbiamo il
15 pi 4 delle Coop fa il 19 a
noi, e come arrivi al 51 tu?.
Consorte lo tranquillizza:
Con le banche pi.... E il se-
gretario: Ah s, questa som-
maqui, fail 51certo. Consor-
te si mostra ancor pi chiaro:
Quelle aziende ci hanno rila-
sciato un diritto a comprare i
lorotitoli dietronostrasempli-
cerichiestasedallOpanondo-
vessero arrivare azioni. Fas-
sino: Ho capito. Consorte:
Quindi noi comeUnipol pren-
diamocomunqueil 51. Fassi-
no. Ho capito. Consorte:
Se invece dallOpa ci arriva-
no le azioni, quelli se le tengo-
no. Fassino: Se tu arrivi al
51 in altro modo loro si tengo-
no quello. Unipol ha gi con-
quistato Bnl: basta lanciare
lOpa con lok di Bankitalia.
Un bel colpo dellingegnere,
unoperazione che nessuno
aveva n immaginato n pen-
sato.
I COMPAGNI PARVENU
Ma bloccare la strada agli
spagnoli pu esser letto come
unazione a difesa degli inte-
ressi italiani. Nessun proble-
ma: Abbiamo zittito i parve-
nu - gongola Consorte - quelli
che sostenevano che era
unazione nazionalistica.
Eh... ci sono tre banche inter-
nazionali: Nomura, quarta
nel mondo, Suisse tra le pri-
meinEuropa. Anchequi Fas-
sinoguardapii profili concre-
ti e chiede: Possibili ricorsi in
sede giudiziaria? temendo
magari laviacrucisdei lodigia-
ni nella scalata Antonveneta.
Consorte ancora tranquilliz-
za: Noi ad oggi non ne vedia-
moneancheuno.... Il segreta-
rio Ds non si convince, teme
qualchericorso: Cioil fatto-
riflette - che contestualmente
siano avvenute tutte queste
cessioni.... Ma Consorte si
mostrastrasicuro: Questoil
concerto fra gli alleati con le
quote gi in mano. Poi lOpa
senza penalizzare nessuno.
EFassino Bene, bene.
LORADELLARIVINCITA
Conil 51%giintascaConsor-
tevuolequalcherivincitaemedi-
ta di denunciare uno per uno
tutti quelli che lhannoosteggia-
to con accuse per lui infondate.
Ma Fassino pragmatico gli d
consigli, gli indicacomemuover-
si. Lofrenapensandoagli obietti-
vi pi importanti da raggiunge-
re: Prima di denunciare - lo
esorta - aspetta. Prima portia-
moacasatutto. Poi conBnl sot-
to lombrello Unipol se ne
riparler. Anche perch siamo
soloagli inizi. Per Fassinogli im-
prenditori che sostengono il
Bbvaorasi scatenerannoanco-
ra di pi. Ieri hai visto il... No,
ieri non lhai visto, hai lavorato
tuttoil giorno. Ieri il Solehafatto
unintera pagina contro di me.
Per Consorte al foglio dellaCon-
findustriaguardanolascalatadi
Unipol inchiavesolamentepoliti-
ca: Questi dicono: cazzo, ades-
so i Ds, oltre ad avere il mondo
delle coop, Unipol, oltre ad ave-
re il Monte dei Paschi, che non
cos, hanno anche la banca Bnl.
Il ragionamentodemenzialeche
fannoquestoqui.
COMPORTATEVI BENE
AFassino pare importare po-
co. InsisteinveceperchConsor-
te rimanga concentrato sugli
obiettivi. Bisognaportareacasa
tutto. Elostimola: Vabeneein-
tanto noi lavoriamo, ma perch
poi demenziale?. Consorte:
No, noi sosterremo che de-
menziale. Fassino ritiene pi
importanteindicarelapropriali-
nea politica, e suggerisce come
comunicare la svolta: Voi
avete fatto unoperazione di
mercato, quello che ho sempre
sostenuto io. Industriale. Con-
sorte recepisce al volo: Indu-
striale e di mercato. Fassino:
Esatto, oradovetecomportarvi
bene. Preoccupatevi bene di co-
mecomunicateinpositivoil pia-
noindustriale. Il segretarioesi-
ta tra il noi e il voi: Perch
il problemaadessodimostrare
che noi abbiamo... che voi avete
un piano industriale. Consor-
te: No, ma noi labbiamo vera-
mente!. E Fassino laconico:
Ehloso, bisognafarlo.
SALVARELIMMAGINE
Serve concordare un piano
di comunicazione su questa
operazione. Da diffondere co-
me di mercato e industria-
le. Allontanando ogni illazio-
ne su interessi politici. Fassi-
no: Fino adessostannoutiliz-
zando lidea che era soltanto
un problema di accaparrarsi
la banca e poi per non sanno
cosafarne, noncos. Consor-
te invece, suggerisce unalinea
piaggressiva: Noi invece so-
sterremo questa tesi: che loro
la banca la stavano svenden-
do. Il segretario daccordo.
E anche - incalza lallora
presidente di Unipol - che
lhanno gestita coi piedi deve
finire. Lo dir fra quattro o
cinque mesi quando avr vi-
sto dentro. Io adesso dico che
era unoperazione che stava
svendendo, visti i valori pro-
posti dalla Bbva, la banca
agli spagnoli, svuotandola di
contenuti perch come tutte
le banche, avrebbe portato
via tutte le attivit qualifica-
teaMadride avrebberoridot-
to la Bnl a una rete. Con noi
invece labancarimarraRo-
ma, gli portiamo un milione
di clienti, poi facciamo diven-
tare Unipol una delle prime
quattro banche italiane.
Fassinononhanulladaobiet-
tare: Bene. Il manager: E
dopo ci confrontiamo. Fassi-
no di nuovo: Bene. E Con-
sorte rincuorato: Bene, ero
sicuro che si poteva parlare.
Grazie. Fassino: Bene, ve-
diamoci presto ti chiamo per
fissare in settimana.
Consorte sicuro
Abbiamo zittito
i parvenu, quelli
che sostenevano
che era unazione
nazionalistica
Gli sponsor
Gianni, hai
le coperture
sul fronte
politico, Fassino
e altri? S
Leintercettazioni delletelefonatefattedallamministratoredimissionariodellUnipol rivelanoconquantaattenzionelaQuerciaabbiaseguitolascalataaBnl
Fassino a Consorte: aspetta a denunciare
Il segretarioDs al manager: Primaportiamoacasatutto. Tucheoperazionefai dopoquesta?Hai gilanciatolOpaobbligatoria?
da Milano
bLa smettete di chiamarmi voi gior-
nalisti nei giorni di festa? Sono a casa, in
famiglia... Tra poco devo an-
dare al cinema.
Scusi senatore Nicola Lator-
re, ma abbiamo contato una
decina di telefonate intercet-
tate tra lei, parlamentare Ds,
amico e gi assistente di DA-
lema, e Consorte nei giorni
decisivi per Bnl... a luglio...
E io che centro?.
quello che ci chiediamo an-
che noi. Come mai chiamava
Consorte?
Sono passati tanti mesi, non
lo ricordo. Certo ci sono state
delle telefonate, conosco Con-
sorte, questo mi pare inconfu-
tabile... E poi non mi ricorda-
vo cos tante telefonate....
Ci sono i brogliacci delle conversazioni
intercettate di Consorte. Senta, ma ve-
ro che passava il cellulare a Massimo
DAlema, al presidente del quale stato
assistente sino a un anno fa?
No, questo lo smentisco con assoluta
tranquillit. Lho letto anchio sui giorna-
li ma sempre nella formula dubitativa al-
trimenti avrei rettificato formalmente. Io
non ho mai passato il cellulare a DAle-
ma. un fatto impossibile. Anzi, chi so-
stiene questo vuol dire che non conosce
DAlema.
Non nel suo stile?
Ma le pare? Posso assicurarle che da
quando non sono pi suo assistente, da
quando sono stato eletto nel
dicembre 2005, non gli ho
mai passato il mio telefoni-
no.
Be, potrebbe capitare, a vol-
te tra amici, ci si trova insie-
me...
Le ripeto: non lo stile del
presidente. Si vede che non lo
conosce.
Mai detto il contrario. Ma
perch a luglio chiamava co-
s spesso Consorte?
Guardi, se mi indica delle da-
te precise... Non ricordo. Pos-
so per spiegare che non c
nulla da nascondere. Con Con-
sorte cerano rapporti norma-
li come tra un parlamentare e un impor-
tante manager del mondo cooperativo.
[GNu]
LINTERVISTA
E C O N O M I A E G I U S T I Z I A
Lexad: In
realtabbiamo
giinmano
il 51per cento
Il leader del Botteghino:
Laquestione ora dimostrare
che noi abbiamo... eh... che
voi avete unpianoindustriale
Latorre: nonsoperchchiamavo
Mai passatoil cellulareaDAlema
Il senatore diessino: Sono
trascorsi tanti mesi, non
ricordo. Di certo non
ho nulla da nascondere
SENATORE Nicola Latorre
L E S C A L A T E A L L E B A N C H E
il Giornale Luned 2gennaio2006 Il fatto 3