Sei sulla pagina 1di 7

Veglia di preghiera per la vita nascente

Unicona della Vergine col Bambino si trova ai lati dellaltare con una luce accesa.
Si predispone per lesposizione eucaristica
Canto iniziale
Ingresso dei celebranti
Esposizione eucaristica con incensazione
INIZIO DELLA VEGLIA
Cel. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
T. Amen.
Cel. Lamore del Padre, che Ges ci ha rivelato per mezzo dello Spirito Santo, vita per il
mondo e ci raccoglie insieme nella Comunione dei Santi.
l Signore sia con voi.
T. E con il tuo spirito.
V.G. !ccogliamo volentieri linvito del Santo Padre "enedetto #$ a ringraziare il Signore
che, con il dono di tutto se stesso, ha dato valore e senso a ogni vita umana e a invocare la
sua protezione su ogni essere umano chiamato allesistenza. Siamo consapevoli dei pericoli
che oggi minacciano la vita umana a motivo della cultura relativista e utilitarista che o%%usca
la percezione della dignit& propria di ogni persona umana, 'ualun'ue sia lo stadio del suo
sviluppo. Come (Popolo della $ita) cele*riamo 'uesta veglia chiedendo al Signore la grazia
della conversione dei cuori e dando testimonianza ecclesiale di una %orte cultura della vita e
dellamore.
(breve silenzio di adorazione
!ett. "alla lettera enciclica #Evangelium Vitae$ di Giovanni %aolo II +nn. , e ,-,.
Il Vangelo della vita sta al cuore del messaggio di Ges. Accolto dalla Chiesa ogni giorno
con amore, esso va annunciato con coraggiosa fedelt come buona novella agli uomini di
ogni epoca e cultura.
All'aurora della salvezza, la nascita di un bambino che viene proclamata come lieta
notizia! "Vi annunzio una grande gioia, che sar di tutto il popolo! oggi vi nato nella citt
di #avide un salvatore, che il Cristo $ignore% &'c (, )*+)),. A sprigionare -uesta
"grande gioia% certamente la nascita del $alvatore. ma nel /atale svelato anche il
senso pieno di ogni nascita umana, e la gioia messianica appare cos0 fondamento e
compimento della gioia per ogni bimbo che nasce &cf. Gv )1, (),.
'a rivelazione del Vangelo della vita ci data come bene da comunicare a tutti perch2 tutti
gli uomini siano in comunione con noi e con la 3rinit &cf. )Gv ),4,. /eppure noi potremmo
essere nella gioia piena se non comunicassimo -uesto Vangelo agli altri, ma lo tenessimo
solo per noi stessi.
Il Vangelo della vita non esclusivamente per i credenti! per tutti. 'a -uestione della vita
e della sua difesa e promozione non prerogativa dei soli cristiani. Anche se dalla fede
riceve luce e forza straordinarie, essa appartiene ad ogni coscienza umana che aspira alla
verit ed attenta e pensosa per le sorti dell'umanit. /ella vita c' sicuramente un valore
sacro e religioso, ma in nessun modo esso interpella solo i credenti! si tratta, infatti, di un
valore che ogni essere umano pu5 cogliere anche alla luce della ragione e che perci5
riguarda necessariamente tutti.
Il Vangelo della vita per la citt degli uomini. Agire a favore della vita contribuire al
rinnovamento della societ mediante l'edificazione del bene comune. /on possibile,
infatti, costruire il bene comune senza riconoscere e tutelare il diritto alla vita, su cui si
fondano e si sviluppano tutti gli altri diritti inalienabili dell'essere umano. /2 pu5 avere
solide basi una societ che 6 mentre afferma valori -uali la dignit della persona, la
giustizia e la pace 6 si contraddice radicalmente accettando o tollerando le pi diverse
forme di disistima e violazione della vita umana, soprattutto se debole ed emarginata. $olo
il rispetto della vita pu5 fondare e garantire i beni pi preziosi e necessari della societ,
come la democrazia e la pace.
Cel. Preghiamo.
/ 0io, che sei amore in%inito, in%ondi nel tuo popolo un amore sincero, e %a che con %ermo
proposito e azione coerente sempre rispetti e protegga linviola*ile dignit& delluomo che
Cristo stesso, con il suo sangue, ha redento e no*ilitato. Per lui, che vive e regna nei secoli
dei secoli.
T. Amen.
!iturgia della %arola
!ettura del libro della Genesi (3,!"#$
Il $ignore #io chiam5 l'uomo e gli disse! 7#ove sei87. 9ispose! 7:o udito la tua
voce nel giardino! ho avuto paura, perch2 sono nudo, e mi sono nascosto7. 9iprese!
7Chi ti ha fatto sapere che sei nudo8 :ai forse mangiato dell'albero di cui ti avevo
comandato di non mangiare87. 9ispose l'uomo! 7'a donna che tu mi hai posto
accanto mi ha dato dell'albero e io ne ho mangiato7. Il $ignore #io disse alla
donna! 7Che hai fatto87. 9ispose la donna! 7Il serpente mi ha ingannata e io ho
mangiato7.
Allora il $ignore #io disse al serpente!
7;oich2 hai fatto -uesto,
maledetto tu fra tutto il bestiame
e fra tutti gli animali selvatici<
$ul tuo ventre camminerai
e polvere mangerai
per tutti i giorni della tua vita.
Io porr5 inimicizia fra te e la donna,
fra la tua stirpe e la sua stirpe!
-uesta ti schiaccer la testa
e tu le insidierai il calcagno7.
Parola %i Dio
Salmo responsoriale (Salmo &
& gran%e, o Dio, il tuo nome su tutta la terra
= $ignore, $ignore nostro,
-uanto mirabile il tuo nome su tutta la terra<
Voglio innalzare sopra i cieli la tua magnificenza,
con la bocca di bambini e di lattanti!
hai posto una difesa contro i tuoi avversari,
per ridurre al silenzio nemici e ribelli.
>uando vedo i tuoi cieli, opera delle tue dita,
la luna e le stelle che tu hai fissato,
che cosa mai l'uomo perch2 di lui ti ricordi,
il figlio dell'uomo, perch2 te ne curi8
#avvero l'hai fatto poco meno di un dio,
di gloria e di onore lo hai coronato.
Gli hai dato potere sulle opere delle tue mani,
tutto hai posto sotto i suoi piedi.
3utte le greggi e gli armenti
e anche le bestie della campagna,
gli uccelli del cielo e i pesci del mare,
ogni essere che percorre le vie dei mari.
= $ignore, $ignore nostro,
-uanto mirabile il tuo nome su tutta la terra<
'lleluia
In 'ui era la vita e la vita era la luce degli uomini.
'a luce splende nelle tenebree le tenebre non l?hanno vinta.
!ettura del vangelo secondo Giovanni (Gv ()(*+.,*(-
In principio era il Verbo,
e il Verbo era presso #io
e il Verbo era #io.
@gli era, in principio, presso #io!
tutto stato fatto per mezzo di lui
e senza di lui nulla stato fatto di ci5 che esiste.
In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini.
'a luce splende nelle tenebre
e le tenebre non l?hanno vinta.
Veniva nel mondo la luce vera,
-uella che illumina ogni uomo.
@ra nel mondo
e il mondo stato fatto per mezzo di lui.
eppure il mondo non lo ha riconosciuto.
Venne fra i suoi,
e i suoi non lo hanno accolto.
A -uanti per5 lo hanno accolto
ha dato potere di diventare figli di #io!
a -uelli che credono nel suo nome,
i -uali, non da sangue
n2 da volere di carne
n2 da volere di uomo,
ma da #io sono stati generati.
@ il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi.
e noi abbiamo contemplato la sua gloria,
gloria come del Aiglio unigenito
che viene dal ;adre,
pieno di grazia e di verit.
Parola %el 'ignore
(seduti * omelia
Traccia per lomelia
,. 1Che cosa l2uomo perch3 te ne ricordi41 +Salmo 5,6.. 0a sempre l2uomo si interroga sul
signi%icato della sua vita.
7. 1Cristo, che il nuovo !damo, proprio rivelando il mistero del Padre e del suo amore
svela anche pienamente l2uomo a se stesso e gli mani%esta la sua altissima vocazione1 +GS,
77.. l mistero che presto cele*reremo nella solennit& della Nascita di Ges Cristo, il
grande s8 di 0io alla vita umana. 1Con l2incarnazione il Figlio di 0io si unito in certo
modo ad ogni uomo... Nascendo da 9aria vergine, egli si %atto veramente uno di noi1 +GS,
77..
:. n 'uesti momenti, in modo speciale ed urgente, 1la Chiesa +che. sente di dover dare voce
con immutato coraggio a chi non ha voce1 %a una 1ria%%ermazione precisa e %erma del valore
della vita umana e della sua inviola*ilit&, ed insieme un appassionato appello rivolto a tutti e
a ciascuno, in nome di 0io; rispetta, di%endi, ama e servi la vita, ogni vita umana<1 +=$. 6..
10i%endere e promuovere, venerare e amare la vita un compito che 0io a%%ida a ogni
uomo1 +=$ >7.. =2 un diritto e un dovere di tutti. Soggetto insostitui*ile di tale diritto e di
tale compito la %amiglia, 1santuario della vita1.
>. ?uesto compito si riassume, in certo modo, nel cele*rare il vangelo della vita, nel
cele*rare il 0io che d& la vita, ed implica di cele*rarlo con la preghiera, la liturgia e i
sacramenti. 9a la cele*razione del vangelo della vita deve essere realizzata soprattutto
nell2esistenza 'uotidiana, vissuta nell2amore per gli altri e nella donazione di se stessi +c%r;
=$, 5:@5A.. Nel 1prendersi cura1 di tutta la vita e della vita di tutti +c%r. =$ 5B@C,..
9omento particolare di 'uesto compito la promozione di una cultura della vita, dove il
1popolo della vita1 +=$, B5@BC., con la sua innumerevole e ricca variet& di associazioni ed
istituzioni, chiamato a realizzare un servizio insostitui*ile nella societ&.
6. ?uesta $eglia di preghiera per la vita umana nascente vuole essere un grido di tutta
l2Dmanit& che si eleva verso 0io Padre, datore di ogni *ene, perch3 ogni vita umana sia
rispettata, protetta ed amata.
Supplica per la vita
V.G. Ei ringraziamo, 'ui e in ogni luogo, o 0io nostro, cele*rando la tua potenza di Signore
e Padre del genere umano. Eu, per mezzo dei pro%eti e dei sapienti di sraele ti sei
mani%estato come %onte della vita nel tuo agire gratuito e misericordioso a %avore delluomo.
Eu, per moltiplicare i tuoi %igli a immagine di Cristo, con disegno sapiente hai associato,
come ministri, alla tua opera di Creatore coloro che chiami alla missione di genitoriF e %in
dai suoi inizi guardi e accompagni con provvido e paterno amore la vita da loro trasmessa,
disponendo di circondarla di tenero a%%etto e di cura sollecita, nel rispetto della sua dignit&
inviola*ile e sacra.
(. C. Luomo e la donna, nella loro complementariet& e reciprocit&, sono limmagine del tuo
amore trinitario nelluniverso creato. G in te e grazie a te che la nostra vita attinge il suo
autentico ed originario signi%icato; tutto da te riceviamo come dono, in umilt& e li*ert& tutto
possediamo come dono e tutto a te restituiamo perch3 tutto in te trova la sua pienezza.
/. C. Eu domanderai conto della vita delluomo alluomo, a ognuno di suo %ratello, perch3
tu, Signore della vita e della morte, ci inviti al rispetto dellinviola*ilit& e integrit& della vita
%isica e ci hai lasciato 'ueste parole con cui il tuo Figlio Ges ci ha chiesto di %arci carico
del %ratello; H!merai il tuo prossimo come te stessoI.
(. C. Signore 0io, spesso luomo si lascia sedurre e stende le mani verso lal*ero della vita,
cadendo in *al8a della morte; tenta di %orzare il suo limite di creatura e s%ida te, unico
Signore e sorgente della vita. Guarda misericordioso a 'uanti negata la giustizia; a chi
de*oleF a chi non ancora natoF a chi non rispettato nella sua integrit& %isicaF a chi privato
del proprio diritto a crescere sanoF a chi negata la li*ert& di credere in te, di cercarti e di
adorartiF a chi non rispettato nella sua la dignit& e nellonore che gli dovuto.
Perdona e converti il cuore di 'uanti %inalizzano a interessi economici, sociali e politici, nel
nome di presunti progressi civili, la vita delluomo, del *am*ino, dellanziano, del malato.
/. C. Siamo 'ui a rinnovare il nostro impegno per il diritto alla vita; il diritto a crescere
sotto il cuore della madre dopo essere stati generatiF il diritto a vivere in una %amiglia unita e
in un am*iente morale %avorevole allo sviluppo della propria personalit&F il diritto a
maturare la propria intelligenza e la propria li*ert& nella ricerca e nella conoscenza della
verit&F il diritto a partecipare al lavoro per valorizzare i *eni della terraF il diritto a %ondare
li*eramente una %amiglia e ad accogliere ed educare i %igliF il diritto alla vita, dal suo
concepimento %ino al suo esito naturale, escludendo ogni a*orto procurato e ogni eutanasia.
V.G. n 'uesta tua Chiesa di 9ilano, santa Gianna "eretta 9olla accolse con animo gioioso
i doni che le %urono elargiti dalla grazia divina e lieta li %ece %rutti%icare con alacre impegno.
Si prodigJ esemplarmente nella sua pro%essione di medico %acendosi carico dei %ratelli pi
*isognosi, e con generosa dedizione seppe prendersi cura di tutti e di ciascuno onorare la
vita. $isse %edelmente il mistero dellamore sponsaleF sorretta dallo Spirito Santo, rimase
eroicamente %edele alla tua legge, e per lincolumit& del %rutto del suo grem*o, non esitJ a
donare, come segno di singolare a%%etto materno, la propria vita con %ede %orte e salda.
Dniti alla "eata $ergine 9aria, a santa Gianna e a tutte le madri sante nei cieli, con gioia ti
innalziamo, o Padre, la nostra preghiera per la vita e il canto della gratitudine e della lode.
T. Ei ringraziamo, Signore,
per la gratuit& della vita che doni senza condizioni.
"enedici chi laccoglie, chi lapprezza
e chi la o%%re al tuo servizio.
Perdona chi la ri%iuta, chi la disprezza
e chi la impiega per il male.
Con%orta chi la porta come una Croce
o si sente vicino alla %ine.
Sostieni la perseveranza di chi custodisce,
di%ende e promuove la vita umana.
n%ondi la %orza del tuo Spirito in tutti i medici,
in%ermieri, volontari
e in coloro che assistono chi so%%re nel corpo e nello spirito.
0ona speranza ai genitori
che si spendono con in%inita pazienza per i %igli
che stanno per nascere o che devono crescere.
0ona un cuore grande a chi cerca la tua volont&
nella propria vocazione. !men.
Canto
Cel. Fratelli e sorelle, al Signore che crea e dona la vita presentiamo le nostre intenzioni di
preghiera.
!ett. Preghiamo insieme e diciamo;
'ignore %ella (ita, ascoltaci.
Per la Chiesa, comunit& radunata dallamore del Signore; con la sua parola e le sue scelte
comunichi a tutti gli uomini la gioia e la missione a %avore della vita che nascono dalla
Pas'ua di Ges. Preghiamo.
Per la nostra societ&; riconosca, di%enda e promuova il valore dellamore reciproco, unico,
%edele come Hil sentimento pi *ello che il Signore ha posto nel cuore degli uominiI.
Preghiamo.
Per i giovani che %ormeranno nel Signore una nuova %amiglia; nella loro casa il Signore
Ges Hregni sopra tutti gli a%%etti, i desideri e le azioniI, perch3 la vita sia da loro stimata e
di%esa. Preghiamo.
Per gli sposi che attendono la nascita di una nuova vita; si sentano Hcolla*oratori di 0io
nella creazione e o%%rano a Lui %igli che Lo amino e Lo servanoI. Preghiamo.
Perch3 tutti noi viviamo nella riconoscenza a 0io per il dono della vita e nel riconoscimento
della sua dignit&, in ogni suo istante, dal concepimento alla naturale sua %ine. Preghiamo.
Santa Gianna, madre di %amiglia, attraverso lamore coniugale vissuto in pienezza, si %atta
segno dellamore del Signore per la Chiesa e per lumanit&. Ka amato e servito la vita come
madre e come medicoF ha insegnato nelle sue catechesi e nella sua pro%essione a circondarla
di rispetto pro%ondo dando lei stessa, in 'uesto, un esempio straordinario ed eroico. Noi ti
lodiamo, Signore e ti preghiamo.
Per i medici e per 'uanti operano a servizio del *ene comune; siano consapevoli che la
civilt& di un popolo si misura dalla sua capacit& di servire la vita e per 'uesto lavorino con
sollecitudine generosa. Preghiamo.
Cel. / 0io, Signore della vita, che ci hai ricolmato della %orza di Cristo, aiuta ogni uomo a
o%%rire la suprema testimonianza dellamoreF concedi al tuo popolo di onorare e di custodire
sempre con religioso amore la vita umana, segno e dono della tua *ont& senza %ine. Per
Cristo nostro Signore.
T. !men.
%reg0iera per la vita di Giovanni %aolo II
Cel. 9entre, come popolo pellegrinante, popolo della vita e per la vita, camminiamo
%iduciosi verso Hun nuovo cielo e una nuova terraI, volgiamo lo sguardo a Colei che per
noi Hsegno di sicura speranza e di consolazioneI.
Tutti. = Baria,
aurora del mondo nuovo,
Badre dei viventi,
affidiamo a 3e la causa della vita!
guarda, o Badre, al numero sconfinato
di bimbi cui viene impedito di nascere,
di poveri cui reso difficile vivere,
di uomini e donne vittime di disumana violenza,
di anziani e malati uccisi dall'indifferenza
o da una presunta piet.
Aa? che -uanti credono nel tuo Aiglio
sappiano annunciare con franchezza e amore
agli uomini del nostro tempo
il Vangelo della vita.
=ttieni loro la grazia di accoglierlo
come dono sempre nuovo,
la gioia di celebrarlo con gratitudine
in tutta la loro esistenza
e il coraggio di testimoniarlo
con tenacia operosa, per costruire,
insieme con tutti gli uomini di buona volont,
la civilt della verit e dell'amore
a lode e gloria di #io creatore e amante della vita.
Canto
Benedizione eucaristica
Cel. Preghiamo.
/ 0io che per la tua gloria e per la nostra salvezza hai costituito sommo ed eterno sacerdote
il Cristo tuo Figlio, concedi a noi, divenuti tuo popolo mediante il suo sangue, di
sperimentare nella cele*razione sacri%icale della sua memoria la %orza redentrice della croce
e della risurrezione. Per lui, nostro Signore e nostro 0io, che vive e regna con te, nellunit&
dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
3. !men.
Canto (Tantum ergo
Cel. l Signore sia con voi.
T. E con il tuo spirito. )*rie, eleison. )*rie, eleison. )*rie, eleison.
Cel. $i *enedica 0io onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo.
T. Amen.
Cel. !ndiamo in pace.
T. Nel nome %i +risto.
1iposizione e canto 2inale