Sei sulla pagina 1di 3

Charles Darwin

Charles Robert Darwin (Shrewsbury, 12 febbraio 1809 Londra, 19 aprile 1882) stato
un naturalista e geologo britannico, celebre per aver formulato la teoria
dell'evoluzione delle specie animali e vegetali per selezione naturale agente sullavariabilit dei caratteri
ereditari, e della loro diversificazione e moltiplicazione per discendenza da un antenato comune.Pubblic la
sua teoria sull'evoluzione delle specie nel libro L'origine delle specie (1859), che il suo lavoro pi noto.
Raccolse molti dei dati su cui bas la sua teoria durante un viaggio intorno al mondo sulla
nave HMS Beagle, e in particolare durante la sua sosta alle Isole Galpagos. Da scolaro lesse il libro The
Natural History of Selburne
[1]
, testo diffuso in quel tempo, contenente le osservazioni di campagna scritte dal
naturalista Gilbert White, considerato uno dei padri fondatori della storia naturale. Darwin ne rest
affascinato ed inizi a collezionare insetti, rocce e minerali, ad osservare gli uccelli dei dintorni del paese e a
praticare la caccia.Nel 1818, terminate le scuole primarie, fu ammesso alla Shrewsbury School, la rinomata
scuola del dottor Samuel Butler a Shrewsbury, dove mostr maggiore interesse per la geometria e la
matematica, trascurando lo studio dei classici antichi, che non riuscivano a coinvolgerlo pienamente. Nel
tempo libero collezionava uova di uccelli, insetti e assieme al fratello Erasmus eseguiva esperimenti chimici
nel capanno degli attrezzi, nel giardino della loro casa: luogo in cui i due fratelli erano stati relegati dal padre,
che non sopportava gli odori nauseabondi prodotti dagli stessi esperimenti. Si ritrov, grazie a tale attivit,
col soprannome di Gas.Nel 1825, due anni prima di completare gli studi, all'et di sedici anni, fu iscritto dal
padre all'universit di Edimburgo, presso la facolt di Medicina. La rozzezza della chirurgia del tempo ed il
suo disgusto per la dissezione lo portarono ad abbandonare la Scuola di Medicina nel 1827, senza laurearsi.
Durante il suo soggiorno ad Edimburgo, Charles segu anche le letture di ornitologia di Audubon
[2]
e trovava
modo di imbarcarsi in mare con i pescatori di ostriche di Newhaven e compiere ricerche negli stagni locali,
che gli fruttarono la sua prima relazione scientifica di fronte ad una societ studentesca, la Plinian
Society.
[3]
Nello stesso periodo Darwin conobbe lo zoologo lamarkiano Robert Edmond Grant, il quale aveva
letto anche le opere del nonno Erasmus, in particolare il trattato Zoonomia, ed esercit una notevole
influenza sulla formazione scientifica di Charles. Il padre deluso degli insuccessi negli studi di medicina e
preoccupato per il suo futuro, lo sped nel 1828 nel Christ's College a Cambridge, sperando in una sua
carriera ecclesiastica. A Cambridge, Darwin fu fortemente influenzato da personalit scientifiche
quali William Whewell e il botanico ed entomologo John Stevens Henslow. Questa esperienza, unitamente
all'interesse per le collezioni di coleotteri, che raccoglieva durante le sue frequenti escursioni in campagna,
lo indirizz verso la storia naturale, incoraggiato anche da suo cugino William Darwin Fox. Riguardo agli
studi, se da un lato studiava lo stretto necessario per superare gli esami del suo corso universitario, dall'altro
leggeva i libri dei naturalisti dell'epoca, fra cui Herschel e quelli del naturalista esploratore Alexander von
Humboldt. Darwin, durante gli anni trascorsi a Cambridge studi Teologia diplomandosi con relativa pace del
padre, ma nel contempo si dedic allo studio della Botanica (sotto John Stevens Henslow). Nell'estate
del 1831, terminati gli studi e superati gli esami finali, accompagn il grande geologo Adam Sedgwick in
un'escursione nel Galles del nord, dove fece un'interessante esperienza sul campo di rilievi stratigrafici.
Terminato questo lavoro in Galles, il ragazzo fu raccomandato da Henslow come accompagnatore di Robert
Fitzroy, capitano della nave Beagle che era in partenza per una spedizione cartografica di cinque anni
attorno alle coste del Sud America. Nel lungo periodo trascorso tra mari e terre, egli ebbe modo di sviluppare
quelle capacit osservative e analitiche che gli hanno reso possibile la formulazione di un principio biologico
rivoluzionario apparentemente contro intuitivo, ma che doveva rivelarsi l'unico modo veramente scientifico di
interpretare le dislocazioni e le variet delle specie viventi nei differenti contesti. La possibilit di lavorare
durante la spedizione direttamente sul campo d'indagine gli permise di studiare di prima mano sia le
caratteristiche geologiche di continenti ed isole, sia un gran numero di organismi viventi e fossili. Egli
raccolse metodicamente un gran numero di campioni sconosciuti alla scienza: tali campioni, conferiti
al British Museum, erano gi di per s un notevole ed ineguagliato contributo scientificoNel suo viaggio visit
le isole di Capo Verde, le Isole Falkland (o Isole Malvinas), la costa del Sud America, le Isole Galpagos e
l'Australia. Di ritorno nel 1836, Darwin analizz campioni di specie animali e vegetali, che aveva raccolto, e
not somiglianze tra fossili e specie viventi della stessa area geografica. In particolare, not che ogni isola
dell'arcipelago delle Galpagos aveva proprie forme di tartarughe e specie di uccelli differenti per aspetto,
dieta, eccetera, ma per altri versi simili.Nella primavera del 1837 ornitologi del British Museum informarono
Darwin che le numerose e piuttosto differenti specie che egli aveva raccolto alle Galpagos appartenevano
tutte a un gruppo di specie della sottofamigliaGeospizinae, all'interno della famiglia Fringillidae, cui
appartengono anche i comuni fringuelli. Ci, unitamente alla rilettura del saggio del 1798 di Thomas
Malthus sulla popolazione, innesc una catena di pensieri che culminarono nella teoria dell'evoluzione per
selezione naturale e sessuale. Darwin ipotizz che, ad esempio, le differenti tartarughe avessero avuto
origine da un'unica specie e si fossero diversamente adattate nelle diverse isole. Sulla base di tali riflessioni,
ed in sintonia con i Principi di geologia di Charles Lyell e il Saggio sui principi della popolazione di Malthus
(in cui si teorizzava il concetto di disponibilit di risorse alimentari intesa come limite alla numerosit delle
popolazioni animali), Darwin scrisse gli Appunti sulla trasformazione delle specie. Ben consapevole
dell'impatto che la sua ipotesi avrebbe avuto sul mondo scientifico, Darwin si mise ad indagare attivamente
alla ricerca di eventuali errori, facendo esperimenti con piante e piccioni e consultando esperti selezionatori
di diverse specie animali. Nel 1842 stese un primo abbozzo della sua teoria, e nel 1844 inizi a redigere un
saggio di duecentoquaranta pagine in cui esponeva una versione pi articolata della sua idea originale sulla
selezione naturale. Fino al 1858 (anno in cui Darwin si sarebbe presentato alla Linnean Society di Londra)
non smise mai di limare e perfezionare la sua teoria.Con la teoria evoluzionistica Darwin dimostr che
l'evoluzione l'elemento comune, il filo conduttore della diversit della vita. Secondo una visione evolutiva
della biologia, i membri dello stesso gruppo si assomigliano perch si sono evoluti da un antenato comune.
Secondo questo modello lespecie sono originate in un processo di discendenza con variazione. Fatto
ancora pi importante, nel suo trattato sull'origine delle specie, Darwin propose la selezione naturale come
meccanismo principale con cui la variazione porta alla speciazione e dunque all'evoluzione di nuove
specie.La teoria evoluzionistica di Darwin si basa su tre presupposti fondamentali:
1. Riproduzione: tutti gli organismi viventi si riproducono con un ritmo tale che, in breve tempo, il
numero di individui di ogni specie potrebbe non essere pi in equilibrio con le risorse alimentari e
l'ambiente messo loro a disposizione.
2. Variazioni: tra gli individui della stessa specie esiste un'ampia variabilit dei caratteri; ve ne sono di
pi lenti e di pi veloci, di pi chiari e di pi scuri, e cos via.
3. Selezione: esiste una lotta continua per la sopravvivenza tra gli individui all'interno della stessa
specie e anche con le altre specie. Nella lotta sopravvivono gli individui pi adatti, cio quelli che
meglio sfruttano le risorse dell'ambiente e generano una prole pi numerosa.
Darwin afferm che l'evoluzione di nuove specie avviene attraverso un accumulo graduale di piccoli
cambiamenti. Ciascuna specie presenta un proprio adattamento all'ambiente evolutosi mediante la selezione
naturale; comprendere in che modo gli adattamenti si sono evoluti per selezione naturale il compito
della biologia evoluzionistica. Darwin pubblic altri trattati scientifici, tra cui la spiegazione della formazione
degli atolli corallini nel Pacifico del sud e il resoconto del suo viaggio a bordo del HMS Beagle.La Zoologia
del viaggio della H. M. S. Beagle venne pubblicata, in cinque volumi, fra il 1839 e il 1843. In quel periodo,
Darwin ebbe una fitta corrispondenza scientifica con Alfred Russel Wallace, che si trovava a lavorare
nelle Isole del Pacifico meridionale. Nel giugno del 1858, Wallace gli espose una propria teoria
dell'evoluzione. Nello stesso periodo, alcuni amici di Darwin lo persuasero a rendere pubbliche le sue idee.