Sei sulla pagina 1di 3

PROGRAMMA DEL CORSO DI ANATOMIA ARTISTICA

DOCENTE: Gabriele Lamberti


www.gabrielelamberti.it


Si propongono tre temi che saranno svolti nel Corso di Anatomia Artistica tenuto dal prof. Gabriele
Lamberti durante lAnno Accademico 2012/13


! La maschera e il volto
Da Sofocle a Matthew Barney.
Mutuando il titolo da una fortunata commedia di Luigi Chiarelli, si propone uno studio sulla mimica e
il travestimento; sulluso simbolico della maschera e sul suo significato attraverso i tempi: dal teatro
classico greco alla performance contemporanea.
Allinterno di questo tema potranno trovare riscontro anche argomenti quali lIdentit e il Ritratto.

! Nani e Titani
La polarit dellinettitudine e la polarit del superomismo in un percorso attraverso le arti e gli stili, da
Leonardo da Vinci ai supereroi DC Comics e Marvel.
Il corpo inteso nella sua piccolezza e fragilit e nella sua presunta, immaginata superpotenza.
I limiti estremi della percezione e della cognizione del corpo.
Il nostro corpo, il nostro io mediocre e insufficiente, debole, fragile, imperfetto, caduco / Il nostro
corpo, il nostro io ciclopico, titanico, ipertrofico, superumano, centro e misura delluniverso.
Si cercher di sviluppare una riflessione su questi opposti, come appaiono nella rappresentazione
artistica, quali espressioni hanno generato; da quali teorie estetiche sono scaturiti questi due termini
opposti (queste differenti polarit), quali epoche li hanno supportati; che cosa rappresentano, che cosa
simboleggiano.
Lepoca attuale, il nostro tempo il tempo degli gnomi o dei ciclopi?

! Cos piccolo e fragile
mi ritrovai per una selva oscura
Riflessioni e studi sul tema della fragilit delluomo inserito in un universo sempre pi complesso.
Riflessioni sui limiti e la fragilit del nostro essere corporeo.
Riflessioni sul tema delluomo nello spazio figurativo. La figura umana nel paesaggio.
Il microcosmo del nostro corpo in rapporto col macrocosmo delluniverso.


Obbiettivi trasversali ai tre temi:

Il corpo come simbolo, metafora, mezzo di comunicazione artistica.
Conoscenza delle potenzialit espressive del corpo umano e del corpo animale. Conoscenza dei metodi
usati dagli artisti nella storia dellarte (con specifico riferimento al 900 e al 2000) per la
comunicazione mediante la morfologia del corpo inteso non come forma esclusivamente umana ma
anche il corpo degli animali fino allibridazione fra uomo e animale.
Saper rintracciare interferenze, rapporti, relazioni, intrecci fra le arti intese sia come arti visive quindi
pittura, scultura, performance, cinema, teatro, sia come arti della parola scritta, quindi letteratura
(specificamente la poesia e il romanzo) per rintracciare e individuare contiguit e continuit nella
concezione poetica e nella struttura semantica.
Osservare e comprendere come cambia la rappresentazione del corpo nellarte attraverso i secoli e
attraverso gli stili, partendo dallantichit fino ai giorni nostri, attraverso la proiezione immaginaria,
mitologica del corpo. Il corpo come oggetto di narrazione. Il corpo come luogo di metafora e di
suggestioni simboliche. Osservare, capire lestetica, il pensiero che sta dietro ad ogni modello di
rappresentazione della figura umana e produrre dei saggi di comprensione di questi modelli
rappresentativi. Il corpo come unit di misura, nei suoi limiti e nelle sue potenzialit, delluniverso che
sta attorno.




Metodologia:

I prerequisiti fondamentali per il corso sono:
passione, entusiasmo, curiosit, interesse, partecipazione, immaginazione, visionariet, apertura ed
elasticit mentale. richiesta la presenza alle attivit laboratoriali ma anche impegno nello studio
personale, individuale, domestico.
Ci si potr avvalere delle tecniche tradizionali quindi il disegno in tutte le sue forme, ma anche dei
mezzi tecnologici tradizionali e pi recenti, dalla fotografia alla ripresa video e alluso del web.
Il percorso didattico sar costruito insieme agli studenti in relazione allattivit svolta nellambito delle
altre discipline e sar finalizzato anche al percorso formativo e professionale individuato da ogni
studente.
Sar impostato come unopportunit di crescita collettiva e reciproca fra studente e docente.
Verranno effettuate visite a mostre e musei che risulteranno particolarmente interessanti rispetto ai temi
svolti durante il corso (compatibilmente ai tempi e ai mezzi di trasporto).

Agli studenti che intendono sostenere lesame si richiedono:

Un numero minimo di dieci lavori (esercitazioni sui temi proposti) per ciascuno dei tre temi
indicati nel Programma del Corso.

Una presentazione scritta dei propri elaborati, facendo riferimento ai tre temi proposti e a
qualcuna delle lezioni teoriche svolte (minimo una pagina in formato Word, font 12, interlinea
Singola, 57 righe, 500 parole).

Criteri di valutazione per lassegnazione del voto:

- Coerenza con i temi proposti nel Programma del Corso (30% del totale del voto).

- Capacit di elaborazione personale e originale dei temi proposti (30% del totale del voto).

- Realizzazione tecnica delle prove e uso dei mezzi espressivi (30% del totale del voto).

- Capacit espositiva dei contenuti, mediante la forma della scrittura (10% del totale del voto).


Le lezioni teoriche si svolgeranno il marted dalle ore 14 alle ore 16 (replica il mercoled dalle ore
10 alle ore 12).
Il ricevimento degli studenti e il percorso didattico individualizzato si terranno il marted dalle 11
alle 13 e dalle 16,30 alle 18; il mercoled dalle 14 alle 18.
Eventuali variazioni dorario, saranno comunicate agli studenti.


Bibliografia consigliata:
(Ulteriori testi saranno indicati durante il corso)

Guido Gozzano, La via del rifugio, Rusconi.
Giuseppe Ungaretti, in Vita dun uomo: LAllegria, Sentimento del Tempo, Mondadori.
Arthr Rimbaud, Une Saison en enfer (Una Stagione in inferno), Illuminations (Illuminazioni).
Mondadori.
Friedrich Nietzsche, La nascita della tragedia, Aldelphi.
Mircea Eliade, Sacro e profano, Boringhieri.
Sigmund Freud, Totem e tab, Boringhieri.
Renato Cartesio, Le passioni dellanima, Bompiani.
Alberto Savinio, Tragedia dellinfanzia. Adelphi.
Alberto Savinio, Linfanzia di Nivaso Dolcemare. Aldelphi.
Umberto Eco, Storia della Bellezza. Bompiani.
Umberto Eco, Storia della Bruttezza. Bompiani.
Fdor Dostoevskij, Lidiota. Garzanti.
Daniel Pennac, Storia di un corpo, Feltrinelli.
Mario Perniola, Il sex appeal dellinorganico Einaudi.
Jeffrey Deitch (cura e catalogo della mostra), Post Human. Castello di Rivoli. Torino.
Charles Frger, Wilder mann o la figura del selvaggio, PELITI Associati.
Roberto Marchesini, Karin Andersen, Animal appeal. Uno studio sul teriomorfismo, Perdisa.
Victor I. Stoichita, Breve storia dellombra. Dalle origini della pittura alla Pop Art, Il
Saggiatore.
Sergej M. Ejzenstejn, Walt Disney, Ediz. SE
Lea Vergine, Giorgio Verzotti (cura e catalogo della mostra), Il bello e le bestie, Metamorfosi,
artifici,e ibridi dal mito allimmaginario scientifico, Skira. (MART Rovereto).