Sei sulla pagina 1di 40

1

Il cammino verso l'amore



Deepak Chopra



Il cammino verso l'amore....................................................................................... 1
1 - Ravvivare una storia d'amore ....................................................................... 2
2 - Il cammino ................................................................................................... 6
Che cos' il cammino?.................................................................................... 6
Meditare sul cuore .......................................................................................... 7
Meditazione avanzata .................................................................................... 8
3 - Lo spirito dell'amore romantico ................................................................. 10
Il segreto dell'attrazione ............................................................................... 11
L'ansiosa ricerca ........................................................................................... 12
Per amare sii amabile ................................................................................... 12
L'infatuazione ............................................................................................... 14
Il tenero corteggiamento .............................................................................. 15
Una lotta tra amore ed ego ........................................................................... 15
Intimit: l'innocenza del desiderio ............................................................... 16
L'intimit col S ............................................................................................ 17
4 - Come arrendersi .......................................................................................... 19
Quando lasciarsi andare: ............................................................................. 20
In che cosa lasciarsi andare: ........................................................................ 20
Come lasciarsi andare: .................................................................................. 21
Lasciarsi andare fisicamente ........................................................................ 21
Lasciarvi andare mentalmente: .................................................................... 21
Lasciarsi andare emotivamente: ................................................................. 22
5 - L'attaccamento veramente amore? ......................................................... 25
6 - Ci vuole la passione .................................................................................... 28
Il silenzio di Shiva ........................................................................................ 32
Dare ascolto allo spirito ............................................................................... 34
7 - L'estasi ........................................................................................................ 36
La vera estasi ................................................................................................ 37
Raggiungere l'estasi ..................................................................................... 38




2
1 Ravvivare una storia d'amore

Siete stati creati affinch per tutta la vita siate totalmente amati e
totalmente amabili.

Nello spirito non subite limiti da parte del tempo e dello spazio, non siete
intaccati dall'esperienza. Nello spirito siete puro amore. Il motivo per cui non vi
sentite totalmente amati n totalmente amabili che non vi identificate con la
vostra natura spirituale. Il vostro senso dell'amore ha perso una cosa di cui non
pu fare a meno: la sua dimensione pi elevata.


Se ripristinate questa parte perduta di voi stessi:

1) La mente, il corpo e lo spirito si unirebbero e questa unione potr creare
l'amore che avete da dare.

2) Voi e l'essere amato vi unireste e questo potr creare l'amore che avete da
condividere.

Nella sua natura pi profonda, ogni persona destinata ad essere l'eroe o
l'eroina di un'eterna storia d'amore.

Saprete di aver pienamente sperimentato l'amore quando vi trasformate
nell'amore questo lo scopo spirituale della vita.


Il doloroso bisogno creato dalla mancanza d'amore
pu essere infatti soddisfatto soltanto
imparando di nuovo ad amare e a essere amati.

L'unione del s e dello spirito non solo possibile ma inevitabile, e ha un
significato spirituale che si misura meglio con ci che si pu fare: e sono tante
cose.

L'amorefattoperguarire.
L'amorefattoperrinnovare.
L'amorefattopermettercialsicuro.
L'amorefattoperinfondercilasuaforza.
L'amorefattoperportarcipiviciniaDio.


Quando troverete il vostro cammino spirituale, troverete anche la vostra storia
d'amore.

3
Quando litigate col vostro partner, litigate con voi stessi. Ogni difetto che
vedete in lui o in lei, va a toccare una vostra debolezza che rifiutate di riconoscere.
Ogni conflitto che scatenate una scusa per non affrontare un conflitto dentro di
voi. Il cammino verso l'amore sgombra il campo da un errore monumentale che
fanno milioni di persone: l'errore che qualcuno 'l fuori' vi dar qualcosa che non
sia gi vostro. Quando davvero trovate l'amore, trovate voi stessi.

I dubbi riflettono l'ego, che limitato nel tempo e nello spazio; l'amore riflette
Dio, eterna essenza divina. La promessa suprema sul cammino verso l'amore
che camminerete nelle luce di una verit che si estende al di l di ogni verit che
la vostra mente attualmente conosce. Per molte persone innamorarsi sembra un
avvenimento accidentale, mentre in termini spirituali non lo affatto: anzi il
punto d'ingresso al viaggio eterno verso l'amore.


Quando si ha fiducia che l'amore sia davvero al centro della nostra natura, si
prova la pace completa. In questa pace c' un seme di dolcezza che si pu sentire
al centro stesso del cuore, e da questo seme, con pazienza e devozione, si alimenta
lo stato supremo della gioia, conosciuto come estasi.


Tutte le relazioni sono, in definitiva, relazioni con Dio.


1) Un uomo e una donna possono riflettere l'amore divino nel loro amore
reciproco.

2) Amare la persona cara il modo in cui si ama Dio.

3) L'amore umano sopravvive alla morte.

4) L'esperienza diretta dello spirito l'unico fondamento durevole dell'amore.


Nonostante tutte le prove contrarie, in qualche modo profondo siamo stati
creati per l'amore fino ai recessi pi intimi dell'animo umano. L'essere umano
uno specchio di Dio. Il nostro essere e l'Essere di Dio sono uno solo. Noi non
siamo osservatori passivi della realt, ma creatori, come Dio. La maschera della
materia nasconde la nostra vera natura, che pura consapevolezza, pura
creativit. puro spirito. Come la luce che si irradia da un fal, cos la realt si
irradia da noi, e la nostra scelta di emanare amore o non-amore.

Per noi molto pi naturale creare dall'amore che dal non-amore. Per i Veda gli
esseri umani nascono nella beatitudine, vivono nella beatitudine e tornano di
nuovo nella beatitudine dopo la morte. Essere davvero innamorati porta sempre a
una nuova percezione: chiunque pu testimoniare l'estasi improvvisa e la grande
felicit che rende cos dolce una storia d'amore.
4

Quando vi percepirete come spirito, non proverete semplicemente
amore - sarete l'amore.

L'espressione "la vita amore e l'amore vita" ha radici talmente antiche che
nessun'altra idea pi venerabile. Eppure questo un amore con cui oggi
abbiamo perduto il contatto, distratti come siamo dall'attrazione sessuale, dalle
emozioni instabili e dai dogmi religiosi. L'amore basato sull'esperienza dello
spirito ci offre la possibilit di tornare alla nostra vera natura.

Essendo completamente personale, il vostro s anche completamente isolato e
separato da ogni altro s. Ma in realt voi siete il S, creato dallo stesso spirito che
nella forma infinita chiamato Dio. Il S un'esperienza reale, vicina a noi come
l'aria che respiriamo. Il S la fonte dell'amore e quindi pi reale delle cose che
bloccano l'amore: rabbia, timore, egoismo, insicurezza e sfiducia.

La persona che amate riflette la vostra parte di amore universale. Se imparate
a guardare abbastanza in profondit, vedrete che la vostra realt soltanto
amore.

Fate un patto con l'Amore, un patto con lo spirito: tutte le affermazioni che
seguono diventeranno vere per voi:

L'amorefattoperguarire.
L'amorefattoperrinnovare.
L'amorefattopermettercialsicuro.
L'amorefattoperinfondercilasuaforza.
L'amorefattoperdarcituttalaricchezzadell'universo.
L'amorefattoperrendercisicuri,senzadubbi.
L'amorefattoperscacciareognitimore.
L'amorefattopersvelarel'immortalit.
L'amorefattoperportarelapace.
L'amorefattoperarmonizzareledifferenze.
L'amorefattoperportarcipiviciniaDio.

Il vero amore pi pericoloso di quanto la maggior parte della gente sia pronta
ad ammettere. Suscita lo stesso disagio dei sogni nei quali ci si ritrova nudi in
mezzo alla folla. Se innamorarsi significasse entrare in tutte le stanze oscure
dell'anima, nessuno di noi si arrischierebbe. D'altra parte amare un'altra persona
comporta aprire il nostro intero essere. Ci che rende possibile il rischio lo
spirito. Esso il voi reale, al di l di ogni divisione tra il bene e il male, tra il
desiderabile e l'indesiderabile, tra l'amabile e il non amabile. L'amore rivela
questa realt, ed per questo che innamorarsi una condizione benedetta.

Il cammino verso l'amore inizia quando ci si rende conto
che la separazione, la solitudine e il dolore dell'isolamento
5
non sono reali.

Che cosa aspettiamo? Qual la cosa reale, se non quell'inondazione di immagini
su idilli, sesso e piacere infinito di cui l'amante ideale ci dovrebbe far dono? In
realt siamo noi il dono e siamo noi i donatori. La dualit sempre stata
un'illusione. Non c' nessuno che ti sta aspettando l fuori. Ci siete solo tu e
l'amore che rechi a te stesso. Nello spirito sei unito con tutte le altre anime, e il
solo scopo della separazione che tu raggiunga quell'unit.

Allunga una mano attraverso il muro della separazione, che sia verso un amico,
l'innamorato, la famiglia o un estraneo, agire nel nome dell'amore, che ce ne
rendiamo conto oppure no.

Smetti di desiderare e di sperare. E rivolgi i tuoi sforzi a ci che reale. La
dualit cos fragile che pu crollare da un momento all'altro. Nella nostra
immaginazione crediamo che l'amore sia una cosa separata da noi. In realt non
c' altro che amore, una volta che siamo pronti ad accettarlo.

6
2 Il cammino

In Occidente ci che in genere chiamiamo amore soprattutto un sentimento,


non un potere. Questo sentimento pu essere delizioso, perfino estatico, ma ci
sono molte cose che l'amore pu fare e i sentimenti no.

Quando l'amore e lo spirito sono uniti assieme,
il loro potere pu compiere ogni cosa.
Allora amore, potere e spirito sono una cosa sola.

Ripristinare la dimensione spirituale nell'amore significa abbandonare il
concetto di un s limitato con la sua limitata capacit di amare e riguadagnare il
S con la sua illimitata capacit di amare. Il S che veramente voi fatto di pura
consapevolezza, pura creativit, puro spirito. La sua versione dell'amore libera
da tutti i ricordi o le immagini del passato. Oltre tutte le illusioni c' la sorgente
dell'amore, un campo di puro potenziale. Questo potenziale siete voi.


Che cos' il cammino?

La cosa pi preziosa che potete portare all'interno di qualsiasi rapporto il
vostro potenziale spirituale. ci che avete da offrire quando iniziate a vivere la
vostra storia d'amore ad un livello pi profondo. Vedere voi con gli occhi
dell'amore rende naturale vedere anche gli altri nello stesso modo. Sarete in
grado di dire alla persona amata:

SeiilsegretodelsegretodiDio.
Seilospecchiodelladivinabellezza.
(Rumi)

La meta del cammino di trasformare la vostra consapevolezza dalla
separazione all'unit.

Nell'unit percepiamo solo amore,
esprimiamo solo amore,
siamo solo amore.

Mentre ha luogo la trasformazione interiore, ogni cammino deve avere qualche
forma esteriore che lo sostenga. In India la natura di una persona la porta allo
stile di cammino appropriato per la propria realizzazione. Alcuni sono
intellettuali e quindi adatti al cammino della conoscenza (gyana). Altri sono pi
devoti e adatti al cammino dell'adorazione (bhakti). Alcuni sono motivati verso
l'esterno e sono adatti al cammino dell'azione (karma).

7
Queste tre forme non si escludono l'una con l'altra; a livello ideale, si
potrebbero includere nel proprio stile di vita periodi di studio, di adorazione e di
servizio. Tutti tre gli approcci sarebbero allora integrati in un singolo cammino.

La scintilla dell'amore tutto ci di cui avete bisogno per sperimentare l'amore
in tutto il suo potere e la sua gloria, in tutti i suoi aspetti, terreni e divini. L'amore
spirito, e tutte le esperienze d'amore, per quanto sembrino insignificanti, sono
in realt inviti alla danza cosmica. All'interno di ogni storia d'amore si nasconde il
corteggiamento degli dei e delle dee.

La freschezza della vita l'amore e nient'altro. Quando due persone riescono a
crescere in questa conoscenza, la promessa di una felicit duratura diventa reale.

L'amore ha il potere di guarire, di rivelare l'essenza divina, di ripristinare la
fede nel proprio Essere, di portare l'armonia a tutti i livelli dell'esistenza, e tutti
questi effetti sono ben al di l delle sensazioni. Sono risultati tangibili basati
sullo spirito.

Sul cammino spirituale, o sadhana, l'esperienza dell'amore porta una
guarigione che non diretta verso questa o quella malattia, ma verso l'intera
persona; quindi ognuno di noi sperimenter i suoi effetti in maniera diversa.
L'assenza dell'amore tanto devastante quanto la sua presenza benefica.


Esercizi d'amore

Lo scopo degli esercizi seguenti quello di rendere il vostro cuore abbastanza
puro da essere testimone dello spirito. Puro, non significa buono e virtuoso;
significa libero dalle impurit, senza giudizi di valore.


Meditare sul cuore

Sedetevi comodi in una stanza tranquilla, da soli, badando di scegliere un
momento in cui vi sentite calmi e non pressati dalla fretta. Il mattino presto
l'ideale, dato che avete la mente vigile e fresca; cercate di evitare la sera tardi,
quando la vostra consapevolezza vicina al sonno. Chiudete gli occhi e
concentrate l'attenzione in mezzo al petto, dove si trova il cuore.

Siate consapevoli del vostro cuore come di uno spazio. Non cercate di udire il
battito cardiaco o qualsiasi altro suono che pensate venga fatto nel pompare il
sangue. Il centro del cuore che volete trovare un punto di consapevolezza dove
entrano i sentimenti. Nella sua forma pi pura vuoto, senza peso e
preoccupazioni, pervaso di pace e di una luce sottile. Questa luce pu apparire
bianca, dorata, rosa pallido o azzurrina. Ma, di nuovo non sforzatevi di trovare
una luce di qualche tipo. In questo momento non state cercando di percepire la
8
purezza del centro del cuore; tutto ci che occorre percepire qualsiasi cosa
esso contenga.

Lasciate che la vostra attenzione si mantenga su quel punto con facilit,
respirate delicatamente e percepite il respiro che arriva al centro del cuore.
Adesso potreste aver voglia di visualizzare una morbida luce color pastello, o una
freschezza che vi pervade il cuore. Lasciate che il respiro entri ed esca e nel
frattempo chiedete al vostro cuore di parlarvi. Non formulatelo come un ordine,
ma semplicemente come una delicata intenzione che il vostro cuore si esprima.
Per i seguenti cinque o dieci minuti restate seduti ad ascoltare. Il vostro cuore
comincer a rilasciare emozioni, ricordi, desideri, paure e sogni a lungo tenuti
chiusi l dentro, e mentre lo far voi scoprirete che state prestando attenzione.

Potreste essere colpiti immediatamente, come da un lampo, da una forte
emozione, positiva o negativa, o da un ricordo dimenticato. La respirazione
potrebbe cambiare. Potreste sospirare o trattenere il respiro. Lasciate che
l'esperienza sia come si presenta. Se vi mettete a fare sogni a occhi aperti o
scivolate nel sonno, non preoccupatevi, basta che poi riportiate l'attenzione al
centro del cuore. Che vi parli con tristezza o paura, con gioia o piacere, il suo
messaggio ugualmente benefico.

L'oggetto di questa meditazione
prestare attenzione al vostro cuore.

Nel continuare questo esercizio noterete che si uniranno tra loro tre cose: la
meditazione, la purificazione e l'attenzione. State imparando a stare con il vostro
cuore per dare ascolto al suo significato spirituale: questa la meditazione. State
lasciando venire a galla del materiale represso: questa la purificazione. State
ascoltando il vostro cuore senza dare giudizi e senza manipolazioni: questa
l'attenzione.

Poich questo processo come lavare una camicia per rivelarne il biancore, non
preoccupatevi se appaiono forti emozioni negative o anche un disagio fisico.
Ditevi che tali sensazioni se ne stanno andando; inviatele ad andarsene con calma
e senza difficolt. Se iniziano a levarsi voci di paura, collera o dubbio, invitatele ad
andarsene con tutta la calma che vogliono.



Meditazione avanzata

Dopo alcuni giorni o settimane in cui vi sarete esercitati in questa meditazione,
saprete che vorrete farla diventare una parte permanente della vostra routine
quotidiana. Credo che prestare attenzione al cuore sia una valida aggiunta a
qualsiasi programma spirituale; vivere dal centro dello spirito una meta
costante per chiunque si trovi sul cammino. A mano a mano che il vostro
9
programma progredir, noterete che le sensazioni, i pensieri, i ricordi, i sogni
a occhi aperti e le manifestazioni fisiche casuali cominceranno a diminuire. Il
centro del cuore si riveler pian piano com' realmente: silenzio, pace, un caldo
splendore, o una luce tenue.

Anche se questi barlumi sono fuggevoli, scoprirete che le cose cominceranno a
cambiare per voi, al di fuori della meditazione. Comincerete a camminare con
passo pi elastico. In certi momenti, senza che ve lo aspettiate, proverete una
sensazione di dilatazione al petto; potreste aver voglia di fare respiri profondi,
appaganti. Di tanto in tanto vi sentirete inondati da sprazzi di eccitazione e di
benessere.

Tutti questi sono segni che la contrazione che molte persone mantengono
attorno al centro del cuore si sta allentando. Il centro del cuore deve sentirsi
aperto e rilassato. Prima che possiate ricevere profonde conoscenze spirituali,
dev'esserci questa apertura. La contrazione, la paura, la tensione sono cose che
impediscono allo spirito di entrare in voi. In verit, lo spirito non entra, dato che
sempre l. Ma creare il contatto come essere penetrati dalla luce e dal
discernimento; questo ci che chiamiamo il flusso dell'amore.

L'amore e lo spirito formano un collegamento ogni volta che meditate sul
cuore, fin dalla prima volta.

La meditazione avanzata approfondisce questa esperienza la rende pi conscia
e, se continuerete in questa pratica, troverete via via sempre pi facile arrivare al
cuore in cerca di consiglio e saggezza, o semplicemente per sentire che siete
amati. Non dovete parlare al vostro cuore con le parole, n il vostro cuore vi deve
parlare con le parole. Il linguaggio dello spirito viene a noi sotto forma di
silenziosa assicurazione, accettazione, pazienza e apprezzamento del fatto che
semplicemente esistiamo. A mano a mano che si sviluppano queste
caratteristiche, voi maturate nella vostra esperienza del centro del cuore.


10
3 Lo spirito dell'amore romantico


Chi non ama non conosce Dio, perch Dio amore.


In termini spirituali, innamorarsi un'apertura, l'opportunit di entrare in una
dimensione senza tempo e rimanervi, di imparare le vie dello spirito e di portarle
sulla terra. L'innamoramento porta a delle intuizioni profonde:

1) L'amore sa che esistete e ha a cuore la vostra esistenza.

2) Lo spirito senza tempo pu toccarvi in questo mondo del tempo.

3) Con una rinascita del cuore, vedrete un nuovo mondo.

4) L'amore non mai vecchio e si rinnova con ogni innamorato.

5) La carne e lo spirito possono condividere le stesse delizie.

6) Tutti sono innocenti alla luce dell'amore.

Quando vi innamorate, queste intuizioni vi arrivano come acqua fresca, eppure
sono antiche come il cammino stesso verso l'amore.

La sensazione dell'amore romantico cos travolgente che facile trascurare il
loro valore. Per gli innamorati la crescita interiore inizia in uno stato di
rapimento. Ci sono quattro fasi distinte nella esperienza amorosa:

Attrazione
Infatuazione
Corteggiamento
Intimit

e poi inizia il Rapporto



L'attrazione inizia quando una persona sceglie, tramite mezzi quasi sempre
completamente sconosciuti e inconsci, un'altra persona di cui innamorarsi.
Subito dopo segue l'infatuazione, durante la quale la persona scelta diventa
oltremodo desiderabile e domina tutti i pensieri. Se non vi sono barriere
insormontabili, arriver subito dopo la fase del corteggiamento, con cui
l'innamorato tender a creare nell'altro la stessa attrazione che prova su di s.

Se il corteggiamento ha successo, segue l'intimit. L'eccitamento sessuale, che
svolge una parte cos forte, ora autorizzato a essere soddisfatto.

11
L'innamoramento non accidentale: non ci sono accidenti nella vita
spirituale, solo schemi che non abbiamo ancora riconosciuto.

Ogni genere di amore basato sulla ricerca dello spirito.

L'innamoramento non riguarda due persone che si sono follemente innamorate
l'una dell'altra, quanto piuttosto due persone che cercano lo spirito una nell'altra.
Esso conduce a un'unione appassionata con la persona amata, ma la passione pi
profonda per il S, la fonte di ogni amore.


Il segreto dell'attrazione

C' un'enorme differenza tra l'innamorarsi senza rendersene conto, come colpiti
da un fulmine, e abbracciare il dono dell'amore con la piena consapevolezza che
quello ci che desidera fortemente la nostra anima, ci per cui viviamo, ci che
si mette al primo posto nella vita.



Sat chit ananda

Sat la verit eterna che sostiene tutto ci che esiste; quando pienamente
stabilita, non c' male o sofferenza perch niente separato dall'unit.

Chit la consapevolezza di quell'unit; la pienezza della pace che non ha la
possibilit di essere disturbata dalla paura.

Ananda la gioia suprema di trovarsi in questa consapevolezza; la beatitudine
immutabile a cui mirano tutti i barlumi d'estasi.


L'amore romantico diverso da tutte le altre forme d'amore
per l'intensit della beatitudine.


1) La beatitudine naturale nella vita, ma se la copriamo dobbiamo cercarla
negli altri.

2) Il dolore del desiderio una maschera per l'estasi della beatitudine.

3) La beatitudine non una sensazione ma una condizione dell'essere.

4) Nello stato di beatitudine, si ama tutto.


12
Eppure ananda spesso l'ultima cosa che pensiamo di trovare, perch
prima di innamorarci c' un angoscioso periodo di desiderio. Questa condizione
l'aspetto negativo dell'amore romantico, ma anche il suo vero inizio, perch
senza la separazione e il desiderio, non ci sarebbe attrazione.


L'ansiosa ricerca

Quando inizia una storia d'amore, pi inebriante di qualsiasi immagine perch
distilla amore e desiderio, brama appassionata e tenera sofferenza, la gioia dovuta
al tocco di un momento e l'agonia di una separazione che dura un attimo.

Per la gran parte di noi, la ricerca dell'amore guidata da due potenti forze
psicologiche: la fantasia di una storia d'amore ideale e la paura che falliremo e
non saremo pi amati. Il vero amore inizia con le iterazioni quotidiane che hanno
in s il seme della promessa, non con l'estasi completa. Il seme facile da non
vedere, e niente ci acceca pi delle immagini mentali fisse. Allo stesso modo, se ce
ne andremo in giro chiedendoci ansiosamente se qualcuno sceglier proprio noi
da amare, non diventeremo mai attraenti per nessuno, perch niente uccide una
storia d'amore pi della paura.

Sforzarsi di essere attraenti solo una forma di disperazione che gli altri
scorgono, non importa quanto facciate per nasconderla.

Nonostante la loro natura frustrante, da queste due motivazioni che sono
spinti molti uomini e donne quando cercano l'amore. Possiamo per trovare un
altro modo per accostarci all'amore, senza fantasia e senza paura, senza ascoltare
la spaventosa voce dentro di noi che trova il modo di tenere lontano l'amore.


Per amare sii amabile

Non possiamo tener confinata la storia d'amore a uno stato emozionale;
dobbiamo definirla come una resa al mistero dello spirito (sat chit ananda)
perch in realt essa va cercata sotto il tumulto della emozione. uno stato in cui
la nostra relazione primaria non con la persona amata ma con il nostro io.
Quindi, la storia d'amore comincia quando si riesce a mostrare la nostra anima a
un'altra persona. Una persona amabile qualcuno che spontaneo, a proprio
agio con se stesso, che emana la semplice, genuina umanit che rende chiunque
davvero attraente.

Anche per quelli di noi che sono stati amati adeguatamente da piccoli e quindi
sono in contatto con la propria amabilit, portarla alla luce incredibilmente
difficile nel clima sociale attuale. Alla fine, se riuscirete a considerare voi stessi
come spirito riuscirete nel vostro scopo perch lo spirito amore. Al di l di ci
13
che chiunque possa farvi pensare o sentire di voi stessi, il vostro spirito
incondizionato si erge splendente di un amore che niente pu oscurare.

Ci che crea la storia d'amore
la capacit di considerarvi amabili.

Se foste in grado di mostrare la piena grandezza del vostro essere, la vostra vita
intera sarebbe un idillio, una lunga storia d'amore dedicata all'estasi e alla gioia.

Per Dio, quando vedrai la tua bellezza sarai l'idolo di te stesso.(Rumi)


Niente pi bello della naturalezza. Da sola contiene il mistero e il fascino che
fanno scoccare la storia d'amore. Il vostro essere contiene ombre e accenni di
significato, misterioso fin nel nucleo pi interno. Per essere autentici, dovete
essere tutto ci che siete, senza tralasciare nulla. All'interno di ognuno c' luce e
tenebra, il bene e il male, l'amore e l'odio. Il gioco di questi opposti ci che fa
muovere costantemente la vita in avanti, il fiume della vita si manifesta in tutti i
suoi cambiamenti da un opposto all'altro.

Se riuscite veramente ad abbracciare questi opposti dentro di voi, sarete
autentici, e a mano a mano che la vostra autoaccettazione si espander fino a che
non vi sar nulla di cui provare vergogna, nulla da nascondere, la vostra vita
assumer la generosit e l'amore propri di un grande amante.

Essere desiderabili significa
essere a vostro agio con l'ambiguit che in voi.

L'ambiguit suprema che ognuno di noi esprime non che possiamo essere
buoni e cattivi, amorevoli e scostanti, ma che siamo spirito e carne allo stesso
tempo. Niente pu essere pi ambiguo di questo, n pi attraente.

Lo spirito sempre con me. Vuole alleviare il mio dolore. Lo fa non abolendo i
ricordi dolorosi ma collocandomi totalmente nel presente, dove il passato non
esiste.

La capacit di Dio di amarci limitata solo dalla nostra capacit di ricevere
quell'amore qui e subito. Per ricevere l'amore di Dio abbiamo solo bisogno di
aumentare la nostra capacit di ricevere l'amore che viene riflesso nelle nostre
relazioni intime.

Ogni giorno lasciamo passare innumerevoli occasioni in cui l'amore prova a
farsi avanti: in altre parole voltiamo le spalle allo spirito. La persona amata sta
per dirti qualcosa di carino, o toccarti con affetto, o chiederti come ti senti.
Osserva quante volte a questo seme non permesso crescere, come fai in fretta a
interrompere quel gesto o a darlo per scontato. In questo modo limiti l'amore che
ricevi, piuttosto di nutrire il suo debole inizio.
14

Ricevere un gesto d'amore
come vederci offrire una porzione di Dio.

Comincia a parlare di pi dell'amore in generale con tutti coloro che sono
affettuosi con te: questo argomento piacer loro pi di quanto ti immagini.
Quando trovi una persona sinceramente amorevole, ti accorgi di essere nel suo
cuore non perch hai un certo aspetto o perch agisci in un certo modo, ma
perch lui sta seguendo la propria natura: amare gli altri per lui il modo pi
facile di essere.


L'infatuazione

Quando l'attrazione raggiunge il suo massimo, inizia la fase conosciuta come
infatuazione. lo stadio pi delirante dell'amore (immortalato da Romeo e
Giulietta). il momento delle emozioni esagerate e dello sfrenato ottimismo. Gli
innamorati infatuati non pensano che alle loro emozioni inebrianti, tanto da non
riuscire quasi a mangiare o a dormire, e il lavoro diventa solo una distrazione dal
loro amore che li consuma.

In termini spirituali, essere infatuati significa vedere un'altra persona come Dio,
un essere divino da adorare. Nell'India antica, vedere davvero il divino e bagnarsi
nel suo splendore era chiamato "bhakti", devozione. Il parallelo tra l'ebbrezza di
un innamorato e quella di un santo impossibile da non notare. in questa fase
di infatuazione che gli innamorati dicono di adorarsi. Il travasarsi di uno spirito
in un altro produce un rapimento estatico al massimo dell'intensit.

1) Fondersi con un'altra persona illusione; fondersi con il S la realt
suprema.

2) Se l'infatuazione follia, la sanit mentale impallidisce al suo confronto.

3) La visione infatuata degli innamorati come la visione sacra dei santi.

La metafisica dice che il mondo immanente e trascendente. Immanente
significa "materiale, che cambia, soggetto al tempo". Trascendente significa
"eterno, senza tempo, oltre il materiale". L'innamorato vede un mondo pi reale
perch guarda le cose ordinarie e trova la luce spirituale che in realt le illumina.
Il resto di noi perde la trascendenza e quindi sostiene che non esiste; facciamo il
meglio che ci riesce, eppure non possiamo rivendicare la verit dalla nostra parte.

Il problema non se comincerete a trascendere la vostra vecchia realt quando
vi innamorerete, perch questo certo. Ci che conta veramente se questo
durer. La visitazione dello spirito un fenomeno sottile, e molto delicato. O lo
spirito vi prende con s o si allontana rapidamente.
15

Il tenero corteggiamento

Il corteggiamento non semplicemente il tempo necessario a conquistare
l'amore di qualcuno. A un livello pi sottile unisce le percezioni di due persone.
Sotto il conversare e le tenere emozioni degli innamorati, viene messa alla prova
la fragile nascita dello spirito. Nell'India antica, l'equivalente spirituale di questa
fase era chiamato "satsang", una parola che si pu tradurre come "la compagnia
della verit", oppure in modo meno letterale, "la condivisione dello spirito".

Il satsang degli innamorati spesso ha luogo in silenzio, il che avviene anche per i
grandi santi; semplicemente essere alla loro presenza ci infonde lo spirito di Dio.
Le persone che si sentono sinceramente a proprio agio le une con le altre sono in
grado di parlare delle loro paure, speranze e desideri, ma la comunione degli
innamorati molto pi intensa. Il corteggiamento una nascita condivisa, una
rara opportunit di scambiarsi ci che c' di pi innocente in ognuno dei due
partner. L'intimit permette a un uomo di dire a una donna cose che non sapeva
nemmeno esistessero dentro di s, e lo stesso accade per la donna.

La consapevolezza pu essere condivisa. L'amore che Dio vi d, potete darlo a
qualcuno che amate. La comunione la base della fiducia.

L'ignoto il territorio degli innamorati.



Una lotta tra amore ed ego

Quando due persone si incontrano nel satsang, possono portare la pienezza dei
loro S pi elevati, oppure ci che la maggior parte di noi porta nel
corteggiamento non la pienezza ma il bisogno. Quando il bisogno domina
sull'amore, il fragile filo dello spirito si spezza. Il bisogno indica una carenza
dentro di noi, un pezzo mancante che qualcun altro deve fornire. Nessuno pu in
realt entrare dentro di voi e sostituire un pezzo mancante.

Nel corteggiamento decidiamo o di prendere in prestito qualcosa da un altro o
di diventare realmente ci che l'altro rappresenta. Nella comunione si pu
diventare ci che si percepisce, se il satsang abbastanza profondo. Coprirete di
bende i vostri bisogni pi profondi o li guarirete davvero? Soltanto il lungo
viaggio che vi aspetta risponder a questo, ma intanto il corteggiamento sgombra
la strada.

Il corteggiamento in genere si interrompe quando l'uno o l'altro dei due sente
che i suoi bisogni non vengono soddisfatti. Siamo una societ che ha coltivato il
sospetto del contatto intimo. Alcune intrusioni nello spazio personale sono
16
orribili ma il tradimento dello spazio estremamente disturbante anche
quando non viene fatta violenza. La questione reale, allora, come disinnescare il
senso di minaccia, tanto da permettere all'amore di ottenere fiducia.

Quando il corteggiamento ci chiede di coinvolgerci con un'altra persona,
inconsciamente la consideriamo una decisione che pu incidere sulla nostra
sopravvivenza, come se sentissimo di rinunciare alle nostre difese. I dubbi e la
sfiducia che nutriamo verso chi amiamo sono un riflesso della nostra convinzione
che la paura sia necessaria, che la sopravvivenza non sia possibile senza difese.

Chi crede che nessuno lo amer mai sta proiettando la sua mancanza di
accettazione sugli altri. La convinzione interiore "io non sono amabile" cos
dolorosa che non pu essere affrontata, e un modo di diminuire quel dolore di
smettere di attribuirla a se stessi. Allora si decide che sono gli altri a sbagliare.
Loro ci hanno delusi, loro non pensano che siamo abbastanza bravi, loro non
hanno il desiderio di amarci. In realt non ci sono loro, ma solo proiezioni.

Il motivo per cui l'ego e l'amore sono incompatibili si riduce a questo: non
potete portare il vostro ego nel terreno sconosciuto dove desidera condurvi
l'amore. Se seguite l'amore la vostra vita diventer incerta, e l'ego brama la
sicurezza. Dovrete arrendervi a un'altra persona e per l'ego la propria volont vale
pi di quella di chiunque altro. L'amore render ambigui i vostri sentimenti, e
l'ego desidera sentirsi certo nel giudicare tra giusto e sbagliato. Dell'amore sono
proprie molte altre esperienze che non possono essere comprese dall'ego: un
innamorato confuso, spontaneo, vulnerabile, esposto, senza pregiudizi,
imprudente, stupendo e sempre nuovo.

Il viaggio dell'amore potrebbe terrorizzare se non avessimo la passione a
infonderci coraggio. "Il cieco coraggio" degli innamorati, viene spesso chiamato.
Sarebbe pi esatto chiamarlo la cieca saggezza degli innamorati, perch la
certezza dell'ego un'illusione.

L'incertezza la base della vita.



Intimit: l'innocenza del desiderio

La questione che aleggia sull'intimit, la fase successiva della storia d'amore, il
desiderio. Il desiderio una forza stimolante dietro l'amore, ma non coincide con
l'amore, e dove le due cose divergono, sorgono molti conflitti. L'antica parola
sanscrita per il desiderio kama, resa famosa dal libro sull'arte erotica
"kamasutra". Una formula che ho imparato in India sostiene che la vita resa
perfetta raggiungendo quattro cose: artha, kama, dharma e moksha. Artha la
salute, kama il soddisfacimento dei desideri, dharma il giusto modo di
lavorare o di mantenersi, e moksha la liberazione dell'anima.
17

Sul cammino dell'amore, tutti e quattro gli scopi della vita vengono soddisfatti,
ed qui che sorgono i problemi, dato che per molti difficile accettare che il
desiderio sia legittimo. Il desiderio rimane macchiato da implicazioni di egoismo
e di impulsi bassi, L'unico luogo della vita dove la maggior parte di noi si sente
libero di esprimere il kama nell'idillio. Il desiderio erotico che fa parte
dell'amore romantico ispira ogni innamorato a fondersi con l'amato, e questa la
naturale consumazione dell'attrazione fra due persone.


1) La soddisfazione del desiderio naturale e non bisogna averne vergogna.

2) L'estasi uno stato dell'anima trasmesso attraverso il corpo.

3) L'unione consiste in due persone che si aprono allo stesso Essere.


Queste intuizioni si basano su un modo di accostarsi al desiderio privo di colpa
o di inibizione. L'insegnamento tradizionale ci ha resi ciechi al fatto che carne e
spirito sono due poli che fanno parte della stessa realt.

Il sesso vi permette di unire i bisogni del s con la libert del S.

La parola kama usata per descrivere non solo il desiderio sessuale ma anche il
desiderio di essere uniti a Dio. Implicitamente questo lo stesso kama che fa s
che desideriate essere uniti con il vostro S. Se riusciste ad ascoltare la voce dello
spirito in ogni momento, udreste che la vostra natura divina vi desidera tanto
quanto voi la desiderate.



L'intimit col S

La passione deve contenere la resa per essere autentica

Ma arrendersi a che cosa? La sensualit fisica, l'estasi spirituale, la fioritura
erotica, quando tutto ci converge, l'atto sessuale diviene sacro, e ci che sacro
contiene il piacere pi profondo.

L'intimit nel senso fisico viene abitualmente considerata come avere un
orgasmo. Ma, indipendentemente da quanto sia eccitante, un orgasmo rimane
una sensazione centrata sull'ego. La vera intimit l'espressione di s condivisa.
Perch un uomo sia intimo con una donna, entrambi devono essere in grado di
lasciarsi andare nello stato speciale a cui porta l'orgasmo, anche se non possono
letteralmente condividere le stesse sensazioni. L'orgasmo non una cosa fissa.
Per alcune persone un abbandono, per altre un'apertura, per altre ancora una
18
contrazione. In tutti questi casi per, c' uno spostamento di esperienza che
non solo piacevole ma in qualche modo profondamente trasformante.

I maestri spirituali ci dicono che nell'orgasmo si intravede molto da vicino lo
stato di illuminazione, che totalmente libero, estatico e illimitato. O, perlomeno,
cos pu accadere.

Di rado crediamo di meritare il piacere senza limiti.
Allora, come possiamo dare amore senza limiti, o riceverne?


Se siete capaci di attraversare la vita senza resistenza, scoprirete che la vita in s
casta. Ha una purezza che comprende l'amore e il sesso, e non c' divisione fra
loro, tranne che nel condizionamento distorto della societ. Questo argomento ha
una base spirituale molto profonda. Per la maggior parte del tempo, le nostre
preoccupazioni sul sesso comprendono il pensarci e il parlarne, eppure il sesso
non una parola o un pensiero. Non separato in alcun modo dal flusso della
vita; il suo impulso sorge, chiede di essere soddisfatto e sparisce senza lasciare
tracce di colpa e di vergogna, a meno che non siamo noi ad aggiungerle, con le
nostre convinzioni.

La differenza tra sesso, amore e castit non esiste, essi sono una sola cosa. In un
mondo dove imitare le idee e i valori degli altri ci viene imposto in un migliaio di
modi, il sesso diventato un mezzo per sfuggire a noi stessi. una forma di
altruismo che per molte persone l'unica vera forma di meditazione. Tale la
promessa dell'intimit, che pu condurci in un luogo dove l'esperienza dello
spirito genuina e innegabile.

Qualsiasi cosa vi aspettiate che il sesso sia, tender a diventarlo.




19
4 Come arrendersi

Spiritualmente, nessun'azione pi importante della resa. Arrendersi
l'impulso pi tenero del cuore, che si sprigiona dall'amore per offrire tutto ci che
desidera l'amato. Arrendersi essere pronti a ci che sta succedendo ora, senza
imporre aspettative. Arrendersi la fiducia che il potere e la forza dell'amore pu
compiere di tutto, anche quando non riusciamo a prevedere l'esito di una
situazione.

Ma arrendersi all'ego di un'altra persona, per quanto la si ami, non un atto
spirituale. Nella resa c' un significato pi profondo, pi mistico. A livello
dell'ego, due persone non possono desiderare esattamente la stessa cosa, sempre.
Ma a livello dello spirito, non possono che desiderare sempre la stessa cosa. Lo
spirito non coinvolto in queste preoccupazioni. Desidera vita, amore, libert e
opportunit creative. Questo un livello completamente diverso di desiderio, e
quando lo raggiungete potete condividervi con un'altra persona senza conflitto.
Tale condivisione l'essenza della resa.

Tra l'ego e lo spirito c' un baratro. Sembrerebbe impossibile colmarlo, poich
lo spirito e l'ego sono totalmente all'opposto, invece unirli possibile tramite la
resa, e l'unica forza che pu farlo l'amore, e vi si entra non appena si sceglie di
far parte di una relazione.

L'unione lo scoprire che la persona amata non fuori di voi, solo fuori del
vostro ego, e sta esprimendo dei bisogni che non sono la sua essenza.
Nell'essenza, voi e lei non siete separati, dato che bisogni, gusti, desideri e
mancanze sono tutti al di fuori dell'essenza.

Nello spirito non ci sono accidenti del caso, tutto ci che vi accade attorno un
riflesso del vostro attuale stato spirituale. Se questo confuso, ansioso e
dubbioso, allora nella vostra vita il potere del dharma limitato. Siete separati
dalle leggi naturali destinate a sostenere ogni persona dalla nascita alla morte.
Senza dharma non ci pu essere amore, perch l'amore una parte della forza che
sostiene il dharma. Una vita vissuta nel dharma pu attingere all'amore senza
limiti. Il dharma una guida acuta, flessibile, che cambia continuamente, sempre
sensibile al prossimo passo destinato a voi e a nessun altro.

L'amore e l'ego sono incompatibili. La resa deve iniziare dalla scala minore,
dalla pi intima. Comincia con voi e qualcuno che amate, imparando a stare
insieme senza resistenze o paure. Esistono cammini infiniti (tanti quante sono le
persone al mondo), eppure, come un filo invisibile che fa da guida, ogni cammino
deve seguire la Via che porta allo spirito.


Esercizio d'amore: lasciarsi andare
Anche se non ve ne rendete conto, la realt non una cosa fissa. Ognuno di noi
abita una realt separata. La vostra mente mantiene la vostra personale versione
20
della realt rinforzandola con convinzioni, aspettative e interpretazioni. La
vostra mente blocca il libero flusso della forza vitale. Lasciarsi andare vi libera da
questa stretta insistente e quando vi lasciate andare possono entrare nuove forme
di realt.

Lasciarsi andare un processo. Dovete sapere quando applicarlo, che cosa
lasciar andare e come. La vostra mente non vi mostrer alcuna di queste cose;
ancor peggio, il vostro ego cercher di impedirvi di fare dei progressi, dato che
crede dobbiate tener duro per sopravvivere. Il vostro unico alleato nel lasciarvi
andare lo spirito, che vede la realt nel suo insieme e quindi non ha bisogno di
creare realt parziali basate sulla limitazione. Lasciarvi andare nello spirito lo
scopo degli esercizi che seguono.

Questo un cammino formato da tanti piccoli passi. La consapevolezza inizia a
sostituire le reazioni. Una reazione automatica; si richiama a convinzioni fisse e
ad aspettative, a immagini di dolori e piaceri del passato, rimaste nella memoria,
in attesa di guidarvi nelle situazioni future.

Ogni volta che siete tentati di reagire nella solita vecchia maniera, chiedetevi se
desiderate essere un prigioniero del passato o un pioniere del futuro. Il passato
chiuso e limitato; il futuro aperto e libero.


Quando lasciarsi andare:
I momenti cruciali per lasciarsi andare sono proprio quando sentite l'impulso
pi forte a non farlo. Tutti noi siamo tesi quando prendono il sopravvento la
paura, la collera, l'orgoglio e la sfiducia. Eppure queste forze non hanno una
validit spirituale. Nei momenti in cui siete pi spaventati, adirati, testardi o
sfiduciati, siete in balia dell'irrealt. Il vostro ego vi costringe a reagire in base al
passato, accecandovi rispetto a nuove possibilit qui e subito.

Quando sentite di non farcela, quando sentite che vi accadono sempre cose
brutte, quando vi sentite soli e non amati, questo il momento di lasciarsi andare.
Le cose positive possono accadere in qualsiasi momento. Lo spirito ha una buona
soluzione per qualsiasi situazione, se riuscite ad aprirvi a esso.


In che cosa lasciarsi andare:

La cosa in cui lasciarsi andare quella a cui sentite di dovervi maggiormente
abbarbicare. Paura, collera, testardaggine e sfiducia si dipingono come vostre
salvatrici. In realt queste energie vi rendono solo pi chiusi in voi stessi.



21
Come lasciarsi andare:

Nelle situazioni difficili, o eccessivamente emotive, nessuno si lascia andare.
Non siete superuomini, ma quando la collera, la paura, il dubbio, la depressione,
la sfiducia, l'ostinazione sono cos potenti che non avete scelta se non cedere a
loro, rendetevi conto che state avendo una reazione estrema.

Ditevi: "Sto tenendo duro, ma questa esperienza non me. solo una
esperienza che passer, e quando sar passata la lascer andare. Anche nelle
situazioni pi estreme, potete essere desiderosi di lasciarvi andare, il che di per
se stesso un grosso passo.

Il pi delle volte, per, non vi trovate in situazioni eccessivamente dure, e il
processo di abbandono pu avere inizio.



Lasciarsi andare fisicamente

Dovete impegnarvi in un programma a lungo termine, che sia attraverso la
meditazione, lo yoga o innumerevoli altre scelte. Lo stress continuo, quindi
anche ridurre lo stress richiede continuit. Potete ascoltare il corpo; ascoltare il
respiro; usare il suono primordiale; fare lunghe passeggiate e ascoltare il silenzio.

Nel breve periodo sciogliere lo stress significa rilassarsi. Fate respiri profondi,
misurati, lasciando che il fiato esca liberamente nell'espirazione. Sdraiatevi, se
potete, e permettete al rilassamento di agire per tutto il tempo necessario.
Sintomi di buon rilassamento sono sbadigli, sospiri, singhiozzi silenziosi, tosse,
starnuti e sonnolenza. lasciate che il corpo si abbandoni a una qualsiasi di queste
cose.

Potete ridere, gridare, urlare, camminare, nuotare, fare un lungo bagno, ballare
e fare aerobica. Al corpo non piace tenersi lo stress; lo fa essenzialmente spinto
dalla mente. Distogliere la mente dalla situazione e far s che il corpo rilasci le sue
energie in eccesso un passo prezioso.



Lasciarvi andare mentalmente:

La mente tiene duro con credenze, aspettative e interpretazioni. Ci vuole una
vita per costruire queste reazioni condizionate, ma smantellarle avviene momento
dopo momento. Questo il momento giusto per cominciare. Usate le formule
seguenti a seconda delle necessit:

22
Questa non che una esperienza, io sono qua sulla terra per avere
esperienze. Niente sbagliato.

1) Il mio S pi elevato sa che cosa sta succedendo. Questa situazione a mio
vantaggio, anche se adesso non riesco a capirlo.

2) Le mie paure possono avverarsi, ma il risultato non mi distrugger.
Potrebbe perfino essere positivo. Aspetter e vedr.

3) Adesso ho una forte reazione, ma non il mio vero io. Passer.

4) Qualsiasi cosa abbia paura di perdere destinata ad andarsene. Star
meglio quando entreranno nuove energie.

5) Qualunque cosa dica la paura, niente mi pu distruggere. Quando le
persone cadono non si rompono, rimbalzano.

6) Il cambiamento inevitabile. Resistere al cambiamento non funziona.

7) Ecco qui qualcosa per me, se ho la consapevolezza di trovarlo.

8) Le cose che temo di pi sono gi accadute.

9) Non voglio tener duro. Il mio scopo di lasciarmi andare e accettare ci che
arriver.

10) La vita sta dalla mia parte.

11) Sono amato, quindi sono in salvo.

Leggere Sutra, pensieri di Luise o di Eillen, libri sacri. Queste non sono frasi
fatte, sono nuove convinzioni che, se sostenute con sincerit, chiamano lo spirito
ad aiutarvi. Per costruire una nuova realt, avete bisogno di nuove strutture
mentali. Dovete distruggere il noto per permettere all'ignoto di farsi avanti.


Lasciarsi andare emotivamente:

Le emozioni sono pi ostinate dei pensieri. La colla che vi tiene saldi alle vostre
vecchie convinzioni e aspettative l'emozione. Il vostro ego traccia una linea nella
sabbia e insiste che non sopravvivrete alle emozioni profonde che sorgeranno se
passerete quella linea.

Sopravvivrete a qualsiasi emozione; davvero, tutto ci che considerate troppa
paura, troppa perdita, troppa umiliazione, troppa disapprovazione, troppo rifiuto
hanno gi avuto luogo. Avete oltrepassato la linea tante volte, altrimenti non
23
sapreste dove e come tracciarla. C' una legge nell'inconscio secondo la quale
tutto ci che evitate torner, e pi lo evitate, pi forte torner.

Anzich resistere a qualsiasi emozione, il modo migliore per dissiparla di
entravi in pieno, abbracciarla e vedere attraverso la vostra resistenza.

Le emozioni dolorose non tornano per motivi esterni. Ritornano perch fanno
parte di voi; siete voi a crearle, prima di sospingerle via. Ogni emozione che
sperimentate vostra. Tutti noi facciamo l'errore di credere che qualcosa "l
fuori" ci renda timorosi, collerici, depressi, ansiosi e cos via. In verit gli eventi
"l fuori" sono solo cause contingenti. la vera causa di ogni emozione "qua
dentro" e questo significa che il lavoro interiore la pu sanare.


Anche dopo anni di guarigione emozionale, ci saranno momenti in cui sarete
certi che responsabile qualcun altro, se vi sentirete in un certo modo. Dedicarsi
al lavoro interiore significa rifiutare di accettare sempre questa prospettiva, non
importa quanto spesso ritorni. Spiritualmente, siete voi i creatori della vostra
realt. Siete voi gli interpreti, i veggenti, chi prende la decisione, chi fa la scelta.
Quando vi trovate dominati da un'emozione negativa, cercate dapprima di
liberarla fisicamente, dato che gli effetti corporei sono la met e anche pi di ci
che sentite.


1) Invece di affermare che la vostra emozione negativa, chiedetele che cosa
ha da dirvi. Le emozioni ci sono per essere utili.

2) Invece di spinger via un'emozione, ditele che desiderate considerarla pi
attentamente.

3) Se una sensazione travolgente, ditevi: "La voglio superare, prima di
prenderla in considerazione".

4) Se riconoscete che certe situazioni suscitano sempre la stessa reazione,
chiedete che cosa avete bisogno di imparare.

5) Ogni volta che vi ritrovate a tracciare una linea nella sabbia, smettete di
farlo. Resistere serve solo a rendere le cose peggiori. Lasciate che
l'emozione salga. Liberatela piangendo, gridando, perdendo le staffe,
tremando di paura... tutto quello che capita.


Le emozioni vengono e vanno. Rendetevi conto che ognuna ha un ritmo, e
concedete a voi stessi di essere in quel ritmo. Il modo migliore per non annegare
cavalcare l'onda. A mano a mano che inizierete a padroneggiare l'arte di lasciarvi
andare, con pazienza, impegno e amore la vostra realt cambier.

24
Non ha scelta. Le cose "l fuori" sono sempre uno specchio di ci che
accade "qui dentro". Lasciandovi andare perderete molte cose del passato, ma
troverete voi stessi. Troverete un s che non sar fatto di convinzioni, aspettative
e interpretazioni, perch queste cose vengono e vanno. Sar un S permanente,
radicato nella consapevolezza e nella creativit. Una volta che lo avrete catturato,
avrete catturato il mondo.



25
5 L'attaccamento veramente amore?

Il processo del lasciarsi andare tutto ci di cui lo spirito ha bisogno per entrare
nella vostra vita. Il resto una maturazione dell'unione tra il s e il S. Non
importa quanto amore cominciate a sentirvi dentro, dovete ancora rifletterlo sulla
persona amata.

La resa non sar compiuta finch non vi arrenderete completamente alla
persona amata. Per riuscirvi dovete rinunciare a tutto ci che vi priva dell'amore e
coltivare tutto ci che proviene dall'amore.

Il modo in cui le persone si privano dell'amore l'attaccamento. Nella sua
forma pi blanda, l'attaccamento il desiderio di stare con qualcuno di speciale.
Se guardate pi in profondit vedrete che l'amore e l'attaccamento non sono la
stessa cosa.

1) L'amore concede alla persona che amate la libert d'essere diversa da voi.
L'amore non impone pretese.

2) L'amore si espande oltre i limiti di due persone.

3) In uno stato di unione, il S fornisce un amore incondizionato, il che
significa che nessun tradimento o abbandono ci potrebbe far del male.
Quando siamo in unione nessuno pu veramente lasciarci.

4) L'attaccamento una forma di dipendenza basata sull'ego, l'amore non-
attaccamento basato sullo spirito.

5) Pi siete non attaccati, pi potete veramente amare.

6) L'azione che non lega proviene direttamente dall'amore; ogni altra azione
viene direttamente dal passato.

7) Lottare con il karma non vi liberer dalla sua influenza vincolante. La
libert pu essere raggiunta solo ricordando chi siete in realt.

8) In realt siete spirito senza limiti, oltre la portata del karma.

Il karma stato interpretato erroneamente come fatalismo. Se siete fatalisti,
credete che nessuna azione intrapresa far differenza. Il karma implica
esattamente l'opposto. Una parte cruciale della teoria del karma che "come
seminate, cos raccoglierete". Quando Cristo impart questo insegnamento,
afferm la versione vera del Karma. Seminare e raccogliere sono metafore per la
causa e l'effetto; l'insegnamento che qualsiasi cosa mettiate nell'universo, il
risultato sar proporzionato. Se date denaro, avrete indietro denaro, se date
amore, riceverete amore.

26
L'universo, sotto la grazia di Dio, visto come un luogo dove nessun debito
resta insoluto. Per chiunque abbia imboccato il cammino spirituale c' una
meravigliosa ricompensa nello scoprire che la promessa di gioia, pace,
conoscenza e creativit eterne vera. Se vivete secondo il presupposto che c' una
Via, la Via verr aperta. questo che intendeva Cristo dicendo: "Chiedete, e vi
sar dato... bussate, e vi sar aperto".

La maggior parte di noi entra in una relazione per trovare sicurezza;
desideriamo stare con qualcuno che ci faccia sentire sicuri. Ma stare con un'altra
persona, anche su un piede di parit, non risolve la paura. Spiritualmente la
risposta alla paura semplice: siete gi salvi. Se vi sentite davvero al sicuro, la
paura non sorge.

La ferita pi vasta che potete avere la ferita della separazione, il trauma di
perdere l'amore, lo spirito, Dio. Questo il buco nero originario; vi strappa via
dalla sorgente di amore, di pace e di gioia. Chi non ha sanato questa assenza
primordiale non avr energia per affrontare la vita: il buco nero parr indebolirne
il significato, assieme a ogni possibile ottimismo; ci sar un senso diffuso di paura
che, anche se non percepito direttamente, far scorrere via la vitalit
dell'esistenza. Questa condizione conosciuta come disperazione. Avvicinarsi al
buco nero originario d come risultato sensazioni di devastazione, di
deprivazione, di essere spellati fino all'osso, e un'immane paura della morte.

La peggiore esperienza che possiate immaginare avvicinarvi a un buco nero:
quindi lo ricoprite con strati e strati di difese. Nessuna di tali difese positiva,
sono tutte negative, alcune molto pi negative di altre. Ma una volta che avete
affrontato le vostre paure sulla sopravvivenza, non rimane pi niente a cui
aggrapparsi: proprio davanti a voi avete un buco nero.

I buchi neri vengono sanati riempendoli di spirito. Nonostante siano
terrificanti, i buchi neri sono soltanto mancanza d'amore.


Le seguenti affermazioni esprimono un atteggiamento di guarigione:

1) Non mi manca niente.

2) La paura sempre sbagliata, anche se accadono cose brutte, esse
aumenteranno la mia conoscenza e la mia forza.

3) Sono io che mi devo prendere cura della mia vita. Posso farcela.

4) Lo spirito sempre mio alleato.

5) In ogni caso io sono completo.

Innamorarsi toglie il dolore immediato della perdita e d un assaggio di ci che
si prova a essere pieni e interi. La saggezza ci dice che questo solo temporaneo.
27
L'amore proveniente da una fonte esterna non pu mai essere elevato al di
sopra del terreno del cambiamento. L'unico rapporto eterno che ogn'uno ha con
il supremo S.

Il vero lavoro spirituale invece soddisfare voi stessi questa mancanza, il che
una specie di processo circolare. La mente pu essere addestrata all'amore di s
mostrandole ripetutamente che il supremo S un porto sicuro d'amore e di
protezione. Il supremo S non pu proteggervi fino a che non cercate la sua
sicurezza; tale processo inizia quando dedicate tempo ed energie all'amore per voi
stessi.

L'amore per voi stessi aumenta quando vi rifiutate di seguire gli impulsi dettati
dalla collera e dalla paura, avete fiducia che l'universo stia dalla vostra parte, fate
nascere i vostri desideri dal cuore e osservate il supremo S portarli a
compimento, siete convinti di essere completi in voi stessi e di voi stessi, date
retta alla tenerezza e alla dolcezza del vostro amore per gli altri, ponete
l'attenzione su energie positive in ogni situazione, onorate i vostri bisogni senza
dover cercare approvazione all'esterno, e coltivate la pace del silenzio interiore.

Se porrete queste cose al primo posto nei vostri rapporti, aiuterete la persona
amata a sviluppare amore per s, anzich aspettarvi che l'amore sia diretto
costantemente verso di voi. Ma siamo noi la fonte dell'amore, che colma fino a
straripare. Quando avrete fatto il vostro lavoro spirituale, riempirete i buchi neri
che vi tengono lontani da quella fonte. Lasciarsi andare, anche se fa paura all'ego,
significa in realt immergersi nell'infinito oceano dell'amore. Non c' modo di
ottenere una vera soddisfazione, un vero appagamento, se non tramite il S.


28
6 Ci vuole la passione

Che cos' la vostra storia in termini di S e S, due spiriti che si uniscono?
Poich nel vostro supremo S non vi manca niente, in un primo momento potr
sembrare che non ci sia bisogno per il vostro S e per quello della persona che
amate di mettersi in relazione. Ma in verit il fatto stesso che possiate amarvi l'un
l'altra nella vostra natura umana, corporea, ha la sua origine nello spirito.

Il vostro matrimonio un gioco del divino. Due spiriti fanno finta di essere
separati per la pura gioia di unirsi nell'amore.

L'unione sessuale imita la creazione divina. Ci che esprimete attraverso la
vostra passione l'amore di Dio per Dio.

L'intensit del desiderio sessuale un pallido riflesso della brama repressa che
spinge ognuno di noi alla ricerca dell'amante supremo, il S. La passione non
personale, anche se la scatena un'altra persona; la passione universale. Quando
Rumi dichiara che "tutte le particelle del mondo sono innamorate e in cerca di
amanti", conferisce passione perfino alla forza di gravit. Allo stesso tempo
restituisce allo spirito una delle sue caratteristiche pi importanti: il potere.

Senza potere lo spirito potrebbe irradiare amore e ispirazione, ma non
cambierebbe il modo in cui le cose si svolgono; sarebbe un'astrazione di gran
lunga pi lontana degli avvenimenti quotidiani. Ma l'Anima dotata del suo
singolare tipo di potere, che in sanscrito si chiama Shakti.

Shakti il principio femminile della creazione, la moglie di Shiva, che
rappresenta il principio maschile. Shiva non agisce nel mondo: immanifesto e
invisibile. Shakti la creazione visibile, come la madre che cura il figlio, conscia
di ogni movimento, per quanto minuscolo, nell'universo manifesto.

Nel nostro amore sessuale rimettiamo in azione queste due forze, e ogni volta
che ci sentiamo amati, di fatto sentiamo l'attenzione della madre, consorte,
seduttrice e amante cosmica.

L'amore divino di Shiva e Shakti l'unica cosa reale: tutto il resto apparenza.
Shakti scorre attraverso il creato come impulso evolutivo che impedisce all'ordine
di frammentarsi nel caos, ma la sua esistenza cos intima che nessuno
strumento la pu captare. La creazione continua finch esiste l'universo; il
modo in cui lo spirito esprime eternamente l'amore per la vita.

Shakti la passione cosmica, e ogni volta che provate passione per qualsiasi
cosa esprimete Shakti attraverso voi stessi.

Provare passione per il vostro lavoro o per la politica o anche per il sesso non
lo stesso che provare passione per la vita. Shakti la vita stessa; presente in ogni
pulsazione ritmica dell'esistenza. Una passione per la vita implica che voi siete la
29
passione; nel vostro stesso essere. Quindi il modo pi naturale di essere
appassionarsi.

La passione erotica non uno stato permanente, ma un'apertura che ci
permette di oltrepassare i confini temporanei dell'ego ed entrare nella storia
d'amore di Shiva e Shakti. La sessualit un'opportunit di essere in unione, oltre
le limitazioni del s dominato dall'ego.

La passione l'energia che l'amore crea con nessun altro scopo
che se stesso.

L'energia nata dall'amore creativa - rende nuovo tutto ci che tocca. Per
vedere quanto siete appassionati, guardate intorno a voi ci che avete creato.

La fonte della passione in voi stessi.

Quando la passione si affievolisce dev'essere ravvivata
alla sua fonte.

Spiritualmente, il maschio il completamento della femmina. Una volta che
questo sar accettato, potr aver luogo il risveglio della spiritualit maschile,
poich occorre una infusione di energia femminile prima che i nostri corpi e le
nostre menti possano fondersi completamente con la sfera silenziosa della pura
consapevolezza.

Accettando Shakti un uomo pu essere veramente Shiva.

Shivasilenzio,Shaktipotere.
Shivacreativit,Shakticreazione.
Shivaamore,Shaktiamare.


L'amore maturo consiste nell'essere capaci di vedersi nella persona
amata e nel vedere la persona amata in noi.

Quando le due energie cosmiche, Shiva e Shakti, sono collegate, il flusso della
passione fornisce un potenziale creativo illimitato. I poli del silenzio e del potere
innestano una tensione tra loro, come il desiderio fra un uomo e una donna che
pu essere soddisfatto solo con lo scambio di amore. La corrente che li collega la
forza creativa dell'universo, che concentrata in voi pi che altrove. Voi siete il
motivo per cui scorre questa corrente, non ha bisogno di nessun altro.

Solo quando Shiva e Shakti si sposeranno in voi, sarete in grado di partecipare
a un matrimonio sacro con qualcun altro.

Shakti la forza che pu creare dal nulla.
30

Gli yogi riferiscono di un'energia che durante la meditazione sale come un
formicolio su per la spina dorsale; il suo nome Kundalini, uno dei mille nomi
della madre divina. La presenza di questa energia d direttamente la conoscenza
di Dio, la percezione di altri mondi, e l'estatica fusione con il divino.

Shakti il potere nascosto che trasforma la materia in vita. la scintilla divina,
il flusso dell'amore di Dio.


I cinque poteri di Shakti sono:

ChittaShakti:laconsapevolezzadiDio
AnandaShakti:labeatitudinediDio
IchaShakti:ildesideriodiunirsiaDio
GyanaShakti:laconoscenzadiDio
KriyaShakti:l'azionedirettaversoDio


Se la voce di Dio vi parla, i suoi poteri si esprimono cos:

ChittaShakti:Iosono
AnandaShakti:Iosonoimmensamentefelice
IchaShakti:Iovoglio
GyanaShakti:Ioso
KriyaShakti:Ioagisco


Qualsiasi flusso dello spirito, da amante ad amante, dalla mano dell' artista
alla sua tela, da un musicista al suo strumento, pu esprimere potere spirituale.


Un matrimonio sacro riceve la sua passione ed energia anche dalle cinque
Shakti, e nello stesso ordine in cui Dio le ha scoperte. Porre chiaramente le vostre
priorit spirituali significa preservare l'essere al primo posto e l'azione all'ultimo.
Essere in questo caso significa identificarsi con lo spirito; azione significa
identificarsi con la carriera, il risultato e il quotidiano dare-e-avere della vita.

"Io sono" viene prima perch rende il momento presente quello pi perfetto da
vivere. "Io sono immensamente felice" permette di rendere grazie alla vita con un
cuore colmo di gioia. "Io voglio" fa realizzare i desideri a cui si tiene di pi. "Io so"
permette la fiducia totale e l'accettazione di s. "Io agisco" rende la creativit lo
scopo quotidiano.

Bisogna avere la rassicurazione che quel flusso di vita pu sgorgare attraverso di
noi a tutta forza. Questo stato di unione l'esistenza suprema. Quando si
31
raggiunge la danza cosmica i poteri di Dio come creatore-madre si instillano
completamente in noi.


Chitta (Io sono)

Chitta la consapevolezza divina nella sua forma pi semplice. Quando la
vostra mente non presa da pensieri e da emozioni, riposa in se stessa, da sola.
La semplice consapevolezza una qualit divina, perch in Chitta le distrazioni
che nascondono lo spirito sono spazzate via. Al posto di questioni complesse e di
conflitti, percepite l'amore come unica realt. Capite che siete sempre stati nutriti
e sostenuti; non avete pi bisogno di giustificare la vostra esistenza. la qualit
originaria di Dio l'autosufficienza, il silenzio.


Ananda (Beatitudine)

Ananda considerata la prima qualit di Dio a manifestarsi nella creazione,
scaturendo dal desiderio primordiale. La sua beatitudine, il suo amore, la sua
pace sono le forze creative pi potenti di Shakti. Ananda ci d la soluzione a ogni
sofferenza perch, anzich dover lottare contro il dolore, qualsiasi persona pu
entrare all'interno e trovare un livello di consapevolezza che la sofferenza non pu
raggiungere. Ananda il viso imperturbabile di Dio. Quando scoprite questo
aspetto dello spirito in voi, l'amore incondizionato diviene naturale come
respirare.


Icha (Io voglio)

Icha significa "volont" o anche "desiderio" o "intenzione". la volont il
secondo livello a emergere dalla beatitudine, perch quando siamo colmi di gioia,
qualsiasi cosa vi proponiate o desideriate dev'essere in linea col divino. A questo
livello non c' questione di desideri sbagliati o di comportamento volontario che
possa danneggiare voi o gli altri. Dio pu essere paragonata a qualcuno che
guarda in uno specchio che la circonda da tutte le parti, in modo che, ovunque
guardi, vede il proprio riflesso. Non c' niente da vedere oltre ci, quindi qualsiasi
cosa Dio crei solo una forma modificata della sua beatitudine. Icha come l'arco
che scocca la vita, dandole uno scopo e una direzione.


Gyana (Io so)

La conoscenza su Dio di due tipi: diretta e indiretta. Indirettamente possiamo
leggere le sacre scritture, ascoltare i sermoni, consultare le autorit e da queste
fonti farci un'idea ragionevole che Dio esiste. Ma un tale Dio non trasmette amore
sulla terra. Quindi niente sostituisce Gyana, che la conoscenza diretta del
divino. Invece di avere pensieri su Dio, condividete i pensieri di Dio. I suoi
32
pensieri possono essere soltanto su Se stessa. Gyana la mente in comunione
con lo spirito.


Kriya (Io agisco)

L'ultima Shakti la pi visibile. Quando Dio ha agito, ha fatto esistere il mondo
materiale. Anche se entrambe le parole significano "azione", kriya non la stessa
cosa di karma. Karma l'azione nata da causa ed effetto, l'azione che rafforza la
separazione. Kriya azione ispirata dallo spirito; abolisce la separazione e porta
la comunione. In un senso pi ampio, il cambiamento di comportamento esibito
da chi si accorto di Dio, passando dalla violenza alla pace, dal conflitto alla
serenit, dall'egoismo all'altruismo, ha luogo nel regno di kriya.

Questa l'ultima cascata del divino nella creazione. L'immobilit della pura
consapevolezza, si riversa nella beatitudine, la beatitudine nella volont, la
volont nella conoscenza e infine la conoscenza nell'azione.



Il silenzio di Shiva

Il silenzio di Shiva (immobile, senza causa prima, ineffabile, non attaccato) non
ci sembra certo il modello di potere maschile. Il potere maschile, per, non la
stessa cosa del comportamento dei maschi. L'aggressivit di un guerriero non
corrisponde a Shiva, che non ha bisogno di invadere, conquistare, sopraffare,
impossessarsi o competere. Anche se nel Bhagavad Gita viene chiamato
"distruttore di mondi", ci che si intende che Shiva al termine della creazione
riassorbe l'universo in s. Non un atto violento, ma il fondamento per una
nuova creazione, un nuovo pensiero. La divinit pu essere concepita in tre forme
diverse: Brahma il creatore dell'universo, Vishnu colui che lo mantiene e Shiva il
distruttore.

Sarebbe per un errore considerare o pensare a Shiva come a una specie di
vendicatore apocalittico, o anche a un essere al di fuori di noi. Dio ci dentro e la
divisione in tre parti del divino soltanto una immagine metaforica di qualcosa
che non pu essere diviso. Dio non qua o l, dentro o fuori. Shiva viene
compreso maglio come onnipresenza, una consapevolezza silenziosa che permea
ogni cosa. Delle tre divinit menzionate, soltanto Shiva identificato con Dio,
perch Dio onnipervasivo.

Dio manda costantemente segnali a tutti noi, ma poich la nostra seconda
attenzione non stata mai sviluppata, non li cogliamo. Eppure l'intuito reale
come qualsiasi altra facolt, una volta che l'avete sviluppato. Lo spirito
universale e costante, come la gravit, ma non ha limitazioni fisiche. Shiva si
riserva la completa libert di essere ci che desidera, dove, quando e come
33
desidera. La seconda attenzione pu scoprire le caratteristiche di Dio quando
comunica col mondo:

Diocrea.
Diodistrugge.
Dioproteggeemantienecichestatocreato.
Diocopreonascondelaproprianatura.
Diorivelaoscoprelaproprianatura.

Le cinque azioni di Shiva sono la cornice di qualsiasi esperienza spirituale
possiate avere; esse le danno significato e forma. Poich il significato
completamente personale, non vi sono due persone che possano trovarsi
d'accordo su quale azione sia stata manifestata in un dato momento, visto che
questa una comunicazione diretta tra il s e il S. Nascosta in ogni evento della
vostra vita c' una possibile epifania sull'amore, che comunica con voi dalla
sorgente.

Creazione:l'amorediDionuovo.
Distruzione:l'amorediDiovaoltrelamorte.
Mantenimento:l'amorediDiosostiene.
Occultamento:l'amorediDiovaoltrelaforma.
Rivelazione:l'amorediDionellaforma.

Lo spirito non smette mai di inviarci segnali della sua volont. Se la seconda
attenzione abbastanza perspicace, potete rendervi conto dello spirito che
incrocia il vostro cammino, scende su di voi, vi incoraggia o vi sussurra la verit
molte volte al giorno.


Creazione.

Dalla mia fonte nell'amore, Io creo situazioni che insegnano lezioni. Sono
sempre lezioni sull'amore. Niente creato fuori del mio spirito, ma solo dentro di
esso.

Distruzione.

Io distruggo le impurit che vi impediscono di percepire l'amore. Non esistono
ostacoli non creati da me. Poich hanno origine in me, gli ostacoli nascono
dall'amore, quindi una volta che trovate un livello pi profondo di comprensione,
essi scompaiono.

Protezione.

Fintanto che una situazione necessaria per lo scopo spirituale, Io la mantengo
e la proteggo.

34
Occultamento.

Nascondo chi sono se ci necessario per la crescita. Se conosceste gi
completamente voi stessi come spirito, non ci sarebbero cammino n crescita. In
questo mio ruolo Io dispongo i passi del cammino.

Rivelazione.

Mi rivelo se serve ad aprire nuove possibilit. Il tempo e lo spazio si palesano
continuamente. Se si palesassero come altro tempo e altro spazio, ci sarebbe una
ripetizione infinita del noto. Ma il tempo e lo spazio sono solo sipari del dramma
che si svolge dentro di essi, e questo dramma il palesarsi dello spirito, che
accade tramite la rivelazione.

Shiva non si nasconde,
perch non c' nessun luogo
dove l'Uno si possa nascondere.

Il pi grande segno dell'amore di Dio che Egli desidera essere conosciuto.

Shiva e Shakti sono eternamente sposati perch entrambi sono composti di
consapevolezza. Uno la consapevolezza che riposa nel silenzio; l'altra la
consapevolezza che fluisce nella creazione.

Voi siete la passione stessa, perch sposate silenzio e potere, le due polarit tra
le quali scorre la consapevolezza. Senza il flusso della consapevolezza ogni cosa
dentro e fuori di voi si ridurrebbe a un mucchio di materia morta. Quando
aspirate a entrare in un matrimonio sacro con qualcuno che amate, esprimete la
vostra natura e niente di meno.

Il miracolo dell'amore che provare un granello d'amore per una persona pu
improvvisamente rivelare il divino. Quando smetto di dare ascolto alla
separazione e seguo l'amore, la mia amata sar riflessa nel mio essere; prover
esuberanza, esaltazione e gioia che sgorgano dalla loro sorgente silenziosa. Le
manifestazioni d'amore si moltiplicheranno poich la mia innamorata diventer
sacra per me; ecco perch l'amore viene chiamato santo, perch esprime
tenerezza.

Dare ascolto allo spirito

Da un punto di vista spirituale siete sempre dei creatori. La minima situazione
della vostra vita non fatta "l fuori", ma "qua dentro", dalla fonte della vita, che
la consapevolezza. Le persone che credono sia il mondo materiale a far accadere
le cose sono semplicemente creatori inconsci: non si sono assunti la
responsabilit di essere artefici della propria vita.

35
La seconda attenzione vi d la capacit di assumere la funzione di autori
della vostra vita, ponendovi al centro del processo quotidiano di fare la realt che
percepite. Poich tutti noi siamo condizionati a credere che la natura operi
indipendentemente da ci che pensiamo, desideriamo, sognamo e proviamo,
rivendicare la paternit della nostra realt un processo graduale.
L'atteggiamento di un creatore si basa su queste cinque convinzioni:

1) Sono un recipiente vuoto. L'ispirazione mi riempie ogni giorno, ma non
sono qua per attaccarmi a ci che viene a me.

2) Sono qui per far passare l'energia da uno stato all'altro. Spero di spostarla
da uno stato pi basso a uno pi elevato, poich il mio proposito di
dirigere tutto verso lo spirito.

3) Non devo controllare il flusso di realt. Mi piego dove lo spirito mi ordina.

4) Provvede la pienezza dello spirito, ma non il mio ego.

5) Se la mia vita proviene dalla fonte della creazione, mi pu venire solo
bene. Tutto ci che viene dallo spirito viene dall'amore.

La societ non sempre in sintonia con una vita simile, ecco perch tutti gli
artisti e i veri innamorati hanno dovuto spingersi molto al di fuori degli schemi
consolidati delle convenzioni sociali.

Lo spirito il vostro unico e principale alleato
nella vostra ricerca di unione.
Le tattiche del non-amore non vi condurranno mai all'amore.


Lo spirito ti aspetta perch ti ricongiunga con lei. Lei sta oltre i confini che
hai imposto a te stesso. Non c' passione troppo grande che lei non possa
contenere; non ti perderai mai, tendendo all'infinito. Lei il pi tenero degli
infiniti, il suo solo desiderio di proteggerti e di portarti tra le sue braccia
dalla paura all'amore.



36
7 L'estasi

L'ascesa si basa sulla capacit dell'amore di espandersi oltre il mondo delle
limitazioni fino a quello della sconfinatezza. Prima della ascesa "Io" si riferisce a
un singolo individuo isolato nel tempo e nello spazio. Dopo l'ascesa, "Io" si
riferisce a un s che osserva il tempo e lo spazio senza sentirsene intrappolato:
siete sgusciati attraverso un frammento di tempo per trovare l'infinito.

Ascendere un processo, come innamorarsi o essere in un rapporto. Non siete
portati via in un "altro mondo". Questo mondo si trasforma in un paradiso di
realizzazione, sempre in pace, sempre nell'amore. Il processo dell'ascesa non fa
affidamento su niente di nuovo dentro di voi se non il lasciarvi andare sempre pi
fino a che non ci sia pi niente da lasciar andare; l'ascesa la fase finale nella
rinuncia dell'attaccamento alla separazione.

A mano a mano che ascendete,
il vostro amore si trasforma in estasi.

Provare l'estasi il privilegio di tutti coloro che hanno percorso il cammino fino
a questo punto, dove inizia l'ascesa. l'kstasis vuol dire "stare o porre fuori".
Dovete andare da qualche parte, per provare l'estasi, intraprendendo uno
straordinario viaggio in regni sconosciuti? ci che sembrano fare i mistici e i
poeti, andando a ripescare le loro esperienze estatiche come un carico prezioso da
una terra esotica. Oppure l'estasi talmente vicina che non la raggiungiamo
semplicemente perch nessuno ci ha mostrato come toccarla?

L'estasi la fase finale dell'intimit con voi stessi

Prima dell'ascesa, l'intimit viene raggiunta tendendo una mano verso qualcun
altro. Questo tendersi verso qualcuno implica un vuoto da colmare, e ci che
abbiamo imparato che questo vuoto, che sembra essere fra "me" e "te", in realt
dentro ognuno di noi. Quindi, ci che gli innamorati in verit guariscono
quando amano intimamente il rapporto con se stessi. Per tutto il tempo avete
cercato di amare voi stessi, guarire voi stessi, perdonare voi stessi e trovare Dio in
voi stessi. Tutti i rapporti esterni, che vengono e vanno nel tempo, servono questo
rapporto eterno. Alla fine la vostra ricerca conclusa. Arriva un momento in cui
sperimentate una fusione.

L'estasi pi forte di ogni separazione; l'ego cede il passo al fluire dell'essere.
Essere permanentemente in estasi detto "moksha", che in genere viene tradotto
come "liberazione". Pu esser chiamata anche ascesa, perch l'arrivo al termine
del viaggio d'amore vi identifica con il puro osservatore, testimone e veggente che
stato con voi durante ogni passo del cammino. Moksha pone fine alla schiavit
karmica; abolisce la memoria, il desiderio e l'identit individuali nell'oceano
cosmico. Eppure in qualche modo misterioso la liberazione non un'estinzione o
37
un annullamento ma una nuova nascita, una nascita nella pienezza. Quando
giunge moksha, l'individuo si rende conto di tre cose distinte:


Io sono Quello, Tu sei Quello,
Tutto questo Quello.

1) "Io sono quello" la prima rivelazione. Abolisce la separazione tra l'anima e
Dio. Questo il momento in cui la goccia si dissolve nell'oceano, quando
una persona guarda tutte le cose buone e cattive della sua esistenza e le
vede tutte uguali.

2) "Tu sei quello" la seconda rivelazione. Denota la natura sacra dell'essere
amato, perch "Tu" sia Dio sia l'innamorato. In questa rivelazione viene
costruito un ponte fra due anime. La visione celestiale del Creatore diviene
personale. Uno pu contemplare come un genitore amorevole ogni persona.

3) "Tutto questo quello" la terza rivelazione. un'espansione delle prime
due a comprendere ogni granello dell'universo. Questa espansione
conferisce l'unione totale, mentre l'ego individuale scopre di essere in realt
un ego cosmico. Anzich sentire che l'Io abita un corpo, percepisco me
stesso come consapevolezza infinita che si espande a velocit infinita
attraverso dimensioni infinite.


L'estasi vi porta completamente al di fuori dei vostri confini dell'ego.

Nell'estasi vi conoscete come ego cosmico, illimitato nel tempo e nello spazio.

La fine del viaggio dell'amore torna alla fonte d'ogni consapevolezza, potere ed
essere.

La moksha non una fine ma un inizio: iniziamo a vivere nella pienezza solo
dopo la liberazione.

Un'anima liberata cittadina dell'universo.



La vera estasi

L'estasi spirituale non una sensazione o un'idea, ma un cambiamento di
percezione nel quale avviene il diretto contatto con lo spirito. Il divino non ha
nulla a che fare con il dolore. Poich sta fuori (kstasis) l'involucro del tempo e
dello spazio, lo spirito non pu essere basato sui sensi. I nostri cinque sensi non
possono portarci dove risiede l'estasi. Ma appena la vera estasi inizia a
38
manifestarsi, i nostri sensi decisamente reagiscono. La reazione
completamente individuale e imprevedibile, poich l'intensa apertura erotica di
una persona pu corrispondere in un'altra a uno spaventoso crollo delle difese, e
ci che io percepisco come l'espansione dell'anima nello spazio infinito a voi pu
sembrare una terrificante caduta nel vuoto.

L'estasi la liberazione dell'individualit che torna nell'interezza. Qualsiasi cosa
vi porti pi vicini all'interezza vi porta pi vicini all'estasi.

Non c' che la strada della meditazione per raggiungere l'estasi. Per essere
genuina ogni meditazione deve portare la mente oltre la sua natura superficiale,
che irrequieta e caotica, alla sua natura pi profonda come la pace che
oltrepassa ogni comprensione.



Raggiungere l'estasi

La liberazione non mai casuale o accidentale. Assaggi di estasi vengono e
vanno, eppure raggiungere la quiete completa della mente significa percorrere il
cammino spirituale fino alla sua conclusione, con disciplina e fede.

L'espansione della coscienza la strada verso l'estasi.

L'amore vi trascina fuori dai confini dell'ego, e quando vi impegnate ad agire
per amore, siete in grado di vivere nello spirito. Fino a che non si imbocca il
cammino spirituale, pochi sono in grado di dare ascolto alla voce dello spirito, che
parla intuitivamente. Se soltanto la percepite, siete gi in uno stato di estasi che
permanente e incrollabile. Ma solo nei momenti in cui i vostri confini svaniscono
avete lampi di verit. Allora diviene possibile la conoscenza diretta intuitiva e
potete vedervi per ci che siete, sublimi ed estatici.

In realt, l'amore universale richiede solo una cosa, che il dolce punto nel cuore
si espanda fino a che la beatitudine e la pace diventino la natura della nostra vita.
Questo accade dapprima all'interno degli individui, poi nei rapporti basati sullo
spirito, infine si estende a intere famiglie e societ.

C' un mondo di differenza tra coloro che vivono nell'amore e coloro che lo
sfiorano in modo discontinuo. Forse la differenza maggiore questa caratteristica
chiamata estasi, che d la vera sensazione di respirare il respiro di Dio e di sentir
battere il Suo cuore nel nostro. L'intimit dell'estasi la pi privata delle storie
d'amore. L'essere diviene il vostro amato, e la vostra fusione con un'altra persona
segue con naturalezza.


39
Se si dovesse tracciare un modello qualsiasi di come si raggiunge l'estasi,
sarebbe forzatamente generico come il seguente:

1) Arriva il momento in cui la ricerca ha termine e inizia la realizzazione.
Dapprima la mente diviene consapevole della propria attivit standone in
disparte. Di solito siamo immersi nel dialogo interiore; il flusso di pensieri,
desideri, paure e fantasie che ci scorre in testa ci tiene fissati su un dramma
mentale che non ha conclusione. La mente trae la sua irrequieta energia
dalla nostra partecipazione, ed essere fissati sul proprio dramma mentale
ci che occorre per farlo svolgere.

In certi momenti per, una parte di noi si distacca dall'attivit mentale: la prima
fase dell'estasi proprio questa debole consapevolezza di essere testimone del
dramma piuttosto di un protagonista. L'osservatore ha iniziato a porre una
minima distanza fra se stesso e l'osservato.

2) Il secondo passo l'immobilit della mente. Fare qualsiasi cosa l'opposto
di stare immobili. Poich abbiamo passato la nostra vita intera nell'attivit,
non fare ci estremamente poco familiare. All'improvviso, uno si accorge
che il flusso di coscienza cessato, come quando si chiude un rubinetto.
L'attivit sessuale associata cos spesso all'estasi perch una delle poche
volte in cui le persone possono essere completamente distratte dalla loro
mente. Ci che crea l'immobilit della mente semplicemente il fatto che
l'osservatore sia in grado di continuare a stare da parte pi a lungo di un
momento. Ma se riusciamo a raggiungere la seconda fase, la quiete assume
un aspetto sorprendente. La nostra attenzione ci rivela che il silenzio ha il
proprio dinamismo.

La mente immobile, anche se vuota di pensieri, freme e vibra lo stesso. C' una
specie di fremente aspettativa che pu svolgersi in uno dei due modi. O nascer
un nuovo pensiero, o il debole tremore del silenzio condurr ad un silenzio pi
profondo.


3) Ma se la mente sceglie di gettarsi nel silenzio pi profondo, stato
raggiunto il terzo stadio. Questo silenzio pi profondo non freme, non pu
essere disturbato nemmeno dalla pi debole attivit. Lo si percepisce come
il pi soffice velluto nero o la caverna pi profonda e buia. Chiunque sia
arrivato fin qua adesso davvero "se ne sta fuori". Sarebbe altrettanto esatto
dire che state dentro, perch dentro e fuori hanno perduto la loro
differenza. Siete semplicemente l dov' l'estasi.


4) Il quarto e ultimo stadio non richiede niente di nuovo da parte vostra: una
volta che l'attenzione stata catturata dal silenzio pi profondo, la
trasformazione interiore completa. Qualsiasi cosa accada in seguito
emerge per conto suo. Si portati a faccia a faccia con il puro Essere, la
pura consapevolezza, la pura gioia. Si rivela ci che gli antichi termini
40
sanscriti chiamano "sat chit ananda", l'eterna coscienza della
beatitudine. Un santo cristiano potrebbe chiamare la stessa esperienza "il
volto di Dio"


Per coloro che hanno raggiunto l'ingresso all'estasi non c' motivo di chiedere di
pi. Nessuna trasformazione altrettanto onnicomprensiva, e dopo essere
ritornati al mondo di tutti i giorni il grande dono non sembra essere l'intensit
della gioia ricordata ma la rivelazione della verit. Un momento di genuina estasi
rimuove i dubbi di una vita, e permette di rendersi conto una volta per tutte che lo
spirito reale.

Sapete da un'esperienza di prima mano che siete l'essenza divina. In questo
senso l'estasi l'esperienza pi immediata eppure pi lontana. immediata
perch innegabile; lontana perch ci vorr una vita per ottenere l'estasi come
una realt permanente. per fortuna questo viaggio stesso a creare l'estasi,
essendo il cammino verso l'amore.

L'ispirazione
lo stato nel quale mente e cuore sono collegati.

Il momento presente la casa dello spirito; niente che si possa raggiungere
sotto forma di saggezza, amore e visione deve essere rimandato. Eppure tutti noi
rimandiamo il giorno in cui saremo amorevoli, saggi e ispirati dalla nostra
visione. Questo implica che il momento presente un luogo molto difficile da
raggiungere, nonostante il fatto evidente che noi siamo gi l.

Ogni secondo una porta per l'eternit. La porta viene aperta dalla percezione.

Ci che rende infinito ogni secondo il suo potenziale.

Potrebbero piacerti anche