Sei sulla pagina 1di 2

La Prima Guerra Mondiale

IL PRIMO DOPOGUERRA

Il periodo che segu la fine della Prima Guerra Mondiale viene conosciuto come "primo dopoguerra". La fine del conflitto
mondiale aveva ridisegnato la geografia dell'Europa e lasciato10 milioni di morti sulle trincee di tutto il mondo e lasciato
nazioni con grandi le difficolt economiche.
Le industrie che avevano prodotto materiale bellico durantre la Grande Guerra dovevano essere riconvertite mentre
il bilancio pubblico era stremato da un indebitamento vertiginoso. Il dopoguerra fu caratterizzato da un forte malessere
sociale aggraveto da un elevata inflazione.
Le dure sanzioni poste alla Germania al termine della 1 Guerra Mondiale e le condizioni di molte nazioni al, furono le
condizioni di base che permisero il nascere di regimi totalitari nel cuore dell'Europa: il fascismo in Italia, il nazional-
socialismo o nazismo in Germania, il franchismo in Spagna.

LA CONFERENZA DI PACE DI PARIGI
La Conferenza di Pace di Parigi ebbe luogo il 18 gennaio del 1919 e vide escluse le potenze sconfitte. In quella sede si
scontraronoClemenceau, presidente francese, che voleva la distruzione totale della Germania, e Wilson, presidente degli
USA, che desiderava un nuovo ordine mondiale, fondato sullequilibrio e sulla autodeterminazione dei popoli.
La conferenza di Parigi diede origine a 5 trattati diversi. Quello pi importante, il Trattato di Versailles, costrinse la
Germania a fare quanto segue:
concedere alla Francia il bacino della Saar per quindici anni;
restituire alla Francia lAlsazia e la Lorena;
ridurre lesercito e a creare una fascia smilitarizzata sul confine sud-occidentale;
cedere lo Schleswig del nord alla Danimarca;
pagare ingenti danni di guerra.
Il Trattato di Saint-Germain sanc invece la scomparsa dellimpero asburgico ed il suo smembramento, dal quale nacquero
molti nuovi Stati.
LItalia ottenne il Trentino e lAlto Adige, Trieste e lIstria, ma fu costretta a rinunciare alla Dalmazia.

IL TRATTATO DI VERSAILLES
Il Trattato di Versailles venne firmato nella la Sala degli Specchi del Palazzo di Versailles, il 18 gennaio del 1919. Fu una
sorta di premessa alla creazione della Societ delle Nazioni. Lo scopo dellorganizzazione era di arbitrare i conflitti tra le
nazioni, in modo da evitare che le animosit tra le varie potenze mondiali sfociassero in un secondo conflitto.
Il trattato di Versailles pose anche grandi limitazioni alle forze armate tedesche, che non poterono superare le 100000
unit. Fu stabilita una commissione che doveva determinare le esatte dimensioni delle riparazioni pagate dalla Germania. Nel
1921, la cifra fu ufficialmente fissata in 33.000.000.000 di dollari. I problemi economici che questi pagamenti comportarono
rappresentarono una delle cause della fine della Repubblica di Weimar e della dittatura di Adolf Hitler.

L'ITALIA NEL DOPOGUERRA
In Italia il dopoguerra fu segnato dallavvento del fascismo. Furono anni segnati da una profonda crisi sociale ed economica.
Il Governo Nitti, stretto tra lopposizione della Destra e della Sinistra, si dimostr incapace di risolvere laquestione di Fiume,
che era stata occupata da Gabriele DAnnunzio Annunzio nel 1919. Nitti diede le proprie dimissioni.
Giolitti risolse il problema fiumano, con il Trattato di Rapallo del 1920, ma la sua neutralit nei confronti dei socialisti e dei
fascisti ebbe come unica conseguenza lincoraggiamento di manifestazioni violenze.
In Italia il dopoguerra fu segnato dall'ascesa al potere di Mussolini, capo del partito Fascista, che approfitt della crisi,
conquistando il potere con un colpo di mano, attraverso la famosa Marcia su Roma, nel 1922.
Nel 1924, lassassinio del deputato socialista Matteotti fece vacillare governo fascista. Mussolini, nonostante tutto, riusc
comunque a mantenere il potere e ad instaurare la dittatura, abolendo ogni libert costituzionale.

il 23 marzo 1919 nascono a Milano i fasci di combattimento. Questo movimento politico, guidato da Benito
Mussolini, all'inizio non ottenne grande successo. Nel 1921 il movimento diventa partito e scaglia contro i
socialisti e gli appena nati comunisti italiani. Il 28 ottobre 1922 Mussolini con 300.000 uomini intraprende la
marcia su roma, il re vittorio emanuele terzo lo proclama capo di governo. Il 10 giugnio 1924, in seguito ad
una denuncia di brogli e violenze, il deputato giacomo matteotti viene assassinato e poco dopo Mussolini
proclama le leggi fascistissime che decretano la dittatura a viso aperto.
Il 23 marzo 1919 nascono a Milano i fasci di combattimento. Questo movimento politico, guidato da Benito
Mussolini, all'inizio non ottenne grande successo. Nel 1921 il movimento diventa partito e scaglia contro i
socialisti e gli appena nati comunisti italiani. Il 28 ottobre 1922 Mussolini con 300.000 uomini intraprende la
marcia su roma, il re vittorio emanuele terzo lo proclama capo di governo. Il 10 giugnio 1924, in seguito ad
una denuncia di brogli e violenze, il deputato giacomo matteotti viene assassinato e poco dopo Mussolini
proclama le leggi fascistissime che decretano la dittatura a viso aperto. Allo scoppia della seconda guerra
mondiale Mussolini si dichiara inizialmente neutrale nonostante il patto d'acciaio stipulato cn hitler. Durante
la guerra l'italia non ebbe importanza rilevante, si limit a dare aiuti alla germania e ad imprendere
campagne militari fallimentari come la grecia . Il 29 aprile 1945 Mussolini viene catturato ed ucciso dai
partigiani decretando la fine del fascismo. Un carattere fondamentale del fascismo era il suo fare
affidamento sulla propaganda.



HITLER PRIMA PARTE
Allo scoppio della prima guerra mondiale si arruol volontario nell'esercito germanico (non austriaco)
divenne caporale e fu decorato con la croce di ferro....
Finita la guerra, senza arte ne' parte, si aggreg a quelle associazioni di ex combattenti che mal
sopportavano l'umiliazione della disfatta e la debolezza del governo di Weimar ed il suo partito
nazionalsocialista cominci ad avere fortuna e a godere di un certo seguito....a lui, fin dalla prima ora si
unirono Goering Hesse.
Era talmente tanto occupato con la poetica che sua nipote (non consanguinea) innamorata di lui,, ma dallo
stesso rifiutata, si tolse la vita...
- Nel 1933 and al potere vincendo regolarmente le elezioni e chiamato al ruolo di cancelliere dal vecchio
presidente Hindemburg. Ma subito fece cadere la maschera incendia do il Reichstag (il parlamento tedesco)
- Si fece strada nella politica anche con altri metodi brutali, ad esempio facendo sgozzare nella notte dei
lunghi coltelli il suo alleato Rohem con 5000 celle sue SA, fino a quel momento pi forti ed agguerrite delle
SS di Hitler
- Altre notti importanti furono la notte dei cristalli quando vennero distrutte le attivit commerciali di autori
comunisti, gay, ebrei e non ariani in genere...