Sei sulla pagina 1di 2

Luned 4 novembre 2013, la nostra classe 1A si recata in gita con la classe

5 della scuola primaria alla Selva di Gallignano.


La Selva di Gallignano uno dei pochi lembi relitti di vegetazione autoctona ancora
presente nella fascia collinare delle Marche. Il bosco considerato "area floristica
protetta" ai sensi della L.R.52/74 ed riconosciuto "emergenza botanico-vegetazionale
di eccezionale interesse" dal Piano Paesistico Ambientale Regionale. Inoltre dal 1998
"oasi faunistico-venatoria" della Provincia su segnalazione del Comune di Ancona.
Infine nel 2000 stato istituito lOrto Botanico Selva di Gallignano, gestito
dallUniversit Politecnica delle Marche.
Appena scesi dallo scuolabus abbiamo incontrato il guardaboschi che ci ha dato
tante informazioni sulla Selva, raccomandandoci un comportamento rispettoso
verso la natura che ci apprestavamo a scoprire: non buttare cartacce e non
strappare piante. Lungo il sentiero, il guardaboschi ci ha presentato molte
piante: il corbezzolo, con i suoi frutti rossi e fiori bianchi; la rosa canina, con
bacche rosse ovoidali, lisce e rosse, ricche di vitamina C; la berretta da prete
con il frutto rosso simile al berretto del prete; il biancospino, dalle bacche rosse
velenose; gli alberi del fosso, come il salice e il pioppo bianco.
Siamo, cos, arrivati ad una zona piana con un laghetto. A terra, una sedia e una
coperta di nylon, su cui ci siamo seduti. E arrivata una donna di mezza et,
vestita in modo particolare e con un cesto a braccetto. Questa dama del 500 ci
ha parlato di Niccol Macchiavelli, grande scrittore e storico italiano. La signora
ci ha mostrato un cappello simile a quelli francesi, raccontando di averlo
trovato dietro a un albero, forse dello stesso Macchiavelli.
La dama ci ha anche parlato di una pianta magica, la mandragola. Si trova,
anche, nel terzo film di Harry Potter: essa come un piccolo albero che quando
la si estrae da un vaso, emette un urlo che pu portare alla morte. Ecco perch
gli abitanti di Hogwart devono usare i paraorecchie. Inoltre, nellantichit si
credeva che la mandragola fosse un umanoide per via delle sue radici
accavallate che le conferivano un aspetto quasi umano.
Dopo questo strano incontro, abbiamo fatto merenda e poi siamo stati lasciati
con un ragazzo delluniversit che ci ha presentato alcune piante aromatiche e
officinali dellorto botanico, con cui anticamente si preparavano medicine, si
tingevano i vestiti e si cucinava.
Abbiamo, cos conosciuto, la profumatissima Lavanda; la Ginestra Tinctoria, da
cui si ricavava il colore giallo; il Guado, una delle piante tintorie pi antiche da
cui si otteneva il colore blu; la Salvia domestica che ora viene usata in cucina,
ma un tempo anche in medicina ed, infine, la Calendula gialla, che ha usi
cosmetici e svolge unazione calmante per le scottature.
Con lOrto Botanico finita la nostra visita e siamo ritornati a scuola.
Ecco le emozioni che abbiamo provato:
Luscita mi piaciuta molto perch ho conosciuto molte piante e il loro uso nei tempi antichi come medicinali.
Gabriele DAndrade
La Selva di Gallignano la conoscevo, ma stamattina lho guardata con occhi diversi. Francesco Crescenzi
Lemozione pi bella stata quella di osservare e sentire gli odori della natura e di accarezzare i cani. Stefano
Di Molfetta
E importante rispettare la natura perch fonte di vita per tutti noi.. Sembra meraviglioso che il regno
vegetale possa dare tutti questi benefici!!! Un mondo senza piante sarebbe un mondo privo di ossigeno, dove
noi non esisteremmo Naomi Musto
Mi piaciuto osservare il paesaggio nei suoi minimi particolari per vedere quanto era bello essere nella
natura. Giorgia Bellucci
Le emozioni che ho provato sono state tante perch sentire il vento in faccia, il fruscio delle foglie e il
cinguettio degli uccellini mi ha dato un senso di gioia e tranquillit Maria Teresa Martini
Questa gita stata bellissima perch bellissima la natura!!! Sofia Baldetti
Il primo consiglio della prof stato Osservate, siate curiosi, cos ho fotografato tutto quello che ho osservato
e non sono abituata a vedere. Ho capito che le piante, esseri sottovalutati sono fondamentali alla vita
delluomo Ero affascinata da tutta quella natura che mi avvolgeva, dal suo profumo e dalla sua
bellezza Alexandra Gitto
Questa gita stata fantastica!!! Roberto Principi
La gita stata molto divertente, anche se il tempo a disposizione era poco e non siamo riusciti a visitare tutta
la selva Anna Tansella
E stata unesperienza interessantissima!!!! Carlo Luciani
Nonostante la confusione delle due classi, io mi sono meravigliata di tutto quello che ci hanno spiegato..
Anna Lamura
Appena sono arrivata alla selva mi si sono illuminati gli occhi Ho scoperto tante informazioni utili e
interessanti e ho pensato a un senso di libert e al colore giallo, che mi fa pensare alla luce del sole che serve
per far crescere le piante, abbellisce la selva e , anche, la luce degli occhi delle persone. Benedetta Galvani
Questa gita stata bellissima perch siamo stati a contatto con la natura, imparando ad amarla e rispettarla.
Chiara Paladini
Mi sono divertita un sacco con i miei compagni Jhaslene Compra
Siamo stati tutto il giorno in mezzo alla natura, fra gli alberi con colori caldi e illuminati dal sole Con
tutti quei colori autunnali mi sentivo felice. Angelica Tabossi
Durante il sentiero ho notato molto verde che in citt non c. Alessio Polenta