Sei sulla pagina 1di 4

Capitolo 26

LA CIRCOLAZIONE
Con sistema circolatorio si intende una struttura di trasporto che, tramite un fluido,
trasporta le sostanze nutritive in tutto lorganismo.
-Gli organismi unicellulari sono privi di sistema circolatorio, le cellule infatti
assumono le sostanze nutritive direttamente dallambiente.
Il sistema circolatorio pu essere aperto o chiuso.
-Negli organismi con sistema circolatorio aperto, un liquido composto da sangue
(emoglobina) e liquido interstiziale (linfa), bagna direttamente i tessuti interni.
Questo liquido viene chiamato emolinfa e si muove spinta dai movimenti muscolari
dellanimale o da un cuore di struttura semplice collegato ai vasi.
-Negli organismi con sistema circolatorio chiuso il sangue pompato dal cuore e
rimane chiuso allinterno di vasi tubolari per tutto il suo percorso.
IL SITEMA CIRCOLATORIO UMANO formato da 3 componenti: il cuore, i vasi
sanguigni, il sangue.
Il cuore e i vasi sanguigni costituiscono il sistema cardiovascolare.
Esso svolge 4 funzioni principali:
-il trasporto di sostanze nutritive, in cui il sangue si carica di sostanze nutritive che
vengono assorbite dal sistema digerente e vengono portate a tutti i tessuti
dellorganismo per essere assorbite dalle cellule;
-il trasporto di ossigeno,
-il mantenimento della temperatura corporea,
-la circolazione degli ormoni.
Il sangue lascia il cuore percorrendo le arterie. Dalle arterie il sangue passa poi in una
rete di arterie pi piccole, da qui viene spinto in una rete di capillari in cui avviene lo
scambio di gas con i tessuti.
Dopo il suo viaggio nei capillari il sangue passa in piccole vene che si riuniscono in
vene pi grandi che riportano il sangue al cuore.
Arterie e vene sono distinte in base alla direzione in cui il sangue scorre al loro
interno.
Le arterie trasportano il sangue lontano dal cuore mentre le vene lo trasportano verso
il cuore.
L arteria pi grande dellorganismo laorta attraverso la quale il cuore pompa il
sangue in tutto il corpo.
Le arterie ampliano di poco il loro diametro durante il battito cardiaco e tornano
subito alla forma originaria.
Le pareti delle arterie sono formate da 3 strati di tessuti: lo strato pi interno
formato da cellule endoteliali a diretto contatto con il sangue.
Le arteriole hanno un diametro pi piccolo, i loro muscoli si stringono o si rilassano
in risposta a messaggi nervosi che controllano il flusso e la pressione del sangue.
I capillari sono microscopici vasi sanguigni che connettono le arteriole con le venule
e sono formati da un unico strato sottile di cellule. Il contatto tra la parete dei capillari
e la membrana dei globuli rossi permette la diffusione dei gas, delle sostanze nutritive
e di quelle di rifiuto.
Le venule sono piccole vene che raccolgono il sangue dai letti capillari e lo portano
al cuore attraverso vene maggiori.
Le pareti delle vene hanno uno strato sottile di muscoli e fibre elastiche perch
quando il sangue raggiunge le vene, la forza impressa dal battito cardiaco diminuita.
La diminuzione di pressione rende pi difficile la risalita del sangue verso il cuore.
Questo movimento avviene quando i muscoli si contraggono e premono sulle vene e
ne facilitano il movimento. Inoltre le vene pi grandi contengono una valvola che
impedisce al sangue di tornare indietro.

CUORE
La pompa del sistema circolatorio umano il cuore.
Circolazione polmonare
1- il corso del sangue nel corpo incomincia quando il sangue ossigenato, proveniente
dai polmoni, entra nellatrio sinistro nel cuore (parte in alto a sinistra) attraverso le
vene polmonari
2- dall atrio sinistro passa attraverso la valvola nitrale (atrioventricolare sinistra).
Una volta che il ventricolo si riempito la valvola nitrale si chiude impedendo cos il
riflusso del sangue e il ventricolo si contrae
3-In tal modo il sangue attraversa lunica apertura rimasta, quella dellaorta, separata
dal ventricolo sinistro grazie alla valvola aortica semilunare che impedisce al sangue
di tornare indietro
4- Dallaorta si diramano molte arterie che trasportano questo sangue ricco di
ossigeno in tutte le parti del corpo facendo cos che avvenga la circolazione sistemica
(percorso del sangue ossigenato nei vari organi). Il sangue che sale nell aorta va in q
tre arterie che sono le arterie coronarie (che portano il sangue nel cuore), carotidee
(che portano il sangue nel collo e nella testa) e succlavie (che portano il sangue nelle
spalle e nelle braccia). Laorta scende poi anche nel tronco dove si diramano arterie
per fornire sangue ai vari organi.
Il sangue ritorna poi nella parte destra del cuore quindi dopo essere passato nel letto
capillare. Due grosse vene raccolgono il sangue della circolazione sistemica: la vena
cava superiore e la vena cava inferiore.
5- Queste vene scaricano il sangue deossigenato nellatrio destro.
6- Il sangue passa poi nel ventricolo destro attraverso la valvola tricuspide
(atrioventricolare destra)
7- Quando il ventricolo si contrae il sangue passa attraverso la valvola semilunare
polmonare fino ad arrivare al tronco polmonare, esso si dirama in diverse arterie che
portano il sangue deossigenato ai polmoni e viene ossigenato.
CONRAZIONE CARDIACA
La contrazione del cuore dipende da un gruppo di cellule muscolari chiamato nodo
senoatriale (pacemaker). Questi impulsi generati provocano una contrazione
immediata per entrambi i lati e va a stimolare un gruppo di cellule cardiache chiamate
nodo atrioventricolare trasmette limpulso a dei muscoli che si trovano nel setto che
separa le due parti del cuore. I muscoli allinterno del setto si chiamano fascio
atrioventricolare che si dividono in un ramo destro e uno sinistro e in questo modo
avviene la contrazione.
Il battito cardiaco dato dallalternarsi di contrazioni e rilassamenti che costituiscono
un ciclo cardiaco. Il battito cardiaco si pu esaminare attraverso il monitoraggio della
pressione sanguigna cio dalla forza esercitata dal sangue sulle pareti dei vasi.
Il momento di rilassamento dei ventricoli si dice diastole mentre la contrazione del
ventricolo sinistro termina con la chiusura della valvola semilunare aortica,
chiamata sistole.
DI CHE COSA FATTO IL SANGUE?
Il sangue composto da plasma, cellule e piastrine. Il plasma un liquido giallastro
costituito da acqua contenente varie sostanze raggruppabili in 3 categorie:
- Nutrienti, ormoni, gas e prodotti di rifiuto;
-Sali e ioni che svolgono 3 funzioni principali:
1
sono essenziali per il funzionamento
di nervi, muscoli e la formazione delle ossa,
2
svolgono un ruolo fondamentale n ei
movimenti di liquidi,
3
mantengono il pH equilibrato;
-Proteine. Il plasma formato quasi interamente di acqua ma contiene anche proteine.
La proteina pi abbondante lalbumina sierica, ci sono poi gli anticorpi immunitari
che fanno parte delle difese immunitarie, il fibrinogeno e la protrombina
fondamentali per la coagulazione.
Anche se il plasma liquido, per met occupato da cellule e frammenti di cellule
detti elementi figurati. I principali sono 3: i globuli rossi (eritrociti), i globuli bianchi
(leucociti), e le piastrine.
-Quasi tutto lo spazio interno di un globulo rosso occupato da emoglobina, privo
di nucleo e della capacit di produrre proteine infatti hanno una vita piuttosto breve.
Nuovi globuli rossi sono continuamente prodotti dalle cellule del midollo osseo.
-I globuli bianchi sono pi grandi, hanno un nucleo e non contengono emoglobina.
In base al loro aspetto vengono suddivisi in 2 gruppi: i granulociti, che presentano
piccoli granuli nel citoplasma e un nucleo lobato, e i agranulociti, che sono privi di
granuli nel citoplasma e hanno nuclei grandi ma non lobati.
-Le piastrine sono frammenti di citoplasma che regolarmente si staccano da alcune
grandi cellule del midollo osseo ed entrano nel circolo sanguigno. Il loro compito
quello della coagulazione, meccanismo che si innesca a seguito di un danno a un vaso
sanguigno o ad un tessuto. Quando si verifica una ferita le piastrine si accumulano
nella parte danneggiata minimizzando la perdita di sangue.