Sei sulla pagina 1di 2

Riassunto dell’articolo letto in classe: Ore 10,

lezione di coca

I liceali di Treviso spacciavano. I ragazzi tiravano prima di


entrare in classe. Al Liceo classico Cavova, un ragazzo alla
lavagna, il professore gli chiede di disegnare un triangolo.
Ma il ragazzo non lo fa, e rispose cantando mentre la classe
applaude. Prima di entrare in classe il ragazzo ha tirato
cocaina, l’ha fatto anche altre volte per il compito in classe,
per lui la coca è concentrazione,con lo stesso pensiero ci
sono altri ragazzi sempre minorenni. Da ciò a un gruppo di
liceali venne l’idea di commerciare droga. A Treviso sniffare
da giovani è normale, il meccanismo era questo:ogni
ragazzo versava una quota che partiva da 30 euro per
arrivare a 200 a procurarsi la roba era il boss del gruppo,
dopodiché si comprano le sostanze e se le dividono. Dalla
televisione avevano imparato che non dovevano mai parlare
a cellulare e dovevano usare un codice anche in chat ad
esempio la coca era la bamba, l’ecstasy era la “b” e così via.
La ketamina era la droga del momento con questa ti senti
invincibile e consiste in un anestetico per cavalli molto
potente con effetto a breve durata, è la più tipica e viene
definita “vicina alla morte”. E’ molto pericolosa se viene
usata con le altre sostanze tipo l’eroina ecc…Gli
appuntamenti per spartirsi la droga li prendevano a
ricreazione via sms. Una ricerca della società di psicologia ci
dice che a Treviso si ha il record nazionale di psicofarmaci e
droghe. Il mondo dei minorenni è allucinante. Una ragazza ci
racconta che un’altra ragazza per far soldi sufficienti per la
droga faceva sesso a pagamento nel bagno della scuola. Per
quanto riguarda i genitori erano pochi ad accorgersene,
anche se qualche mamma sveglia c’era.. si accorse che
qualcosa non andava e che i cellulari all’ultima moda, e gli
abiti alla moda erano stranezze. Alla squadra mobile
servivano settimane per capire il giro, misero sotto
controllo i cellulari e i computer dei ragazzi. Un sabato sera
i ragazzi furono incastrati perché nella loro automobile
furono trovate alcune bottigline di acqua drogata. I ragazzi
sono stati denunciati.

A Napoli la dose arriva a domicilio


La dose di eroina, le siringhe,il cotone ecc…e magari anche
il posto appartato,se paghi è già pronto basta pagare in

1
contanti e non fare domande. A Napoli ogni angolo ha un
suo spacciatore e ogni palazzo ha quello che cerchi. Per
quanto riguarda i prezzi si va dai 15 ai 100 euro, basta un
sms e la roba ti arriva a domicilio. La guardia di Finanzia a
Napoli ha più volte intercettato carichi di polvere bianca
provenienti dall’Oltre Oceano.