Sei sulla pagina 1di 10

ACTA

UNIVERSITATIS PALACKIANAE OLOMUCENSIS


FACULTAS PHILOSOPHICA
PHILOLOGICA 88
ACTA
UNIVERSITATIS PALACKIANAE OLOMUCENSIS
FACULTAS PHILOSOPHICA
PHILOLOGICA 88
ROMANICA OLOMUCENSIA XVI
Numero monograco
Dalla letteratura al lm
(e ritorno)
Atti del convegno internazionale
Olomouc, 2021 ottobre 2005
1. vydn
Editors Alessandro Marini, Ji pika, Lenka Kovov, 2006
ISBN 80-244-1439-2
ISSN 0231-634X
Si ringraziano:
Istituto di Cultura Italiana a Praga
Orrero, a. s.
Facolt di Teologia dellUniversit Palack di Olomouc
e il suo preside uscente doc. Petr Chalupa, Th.D.
Ristorante Konvikt
5
ACTA UNIVERSITATIS PALACKIANAE OLOMUCENSIS
FACULTAS PHILOSOPHICA
ROMANICA OLOMUCENSIA XVI 2006
ISBN 80-244-1439-2 ISSN 0231-634X
INDICE
Prefazione ......................................................................................................................... 9
RELAZIONE INTRODUTTIVA
Nicola Dusi (Universit di Modena e Reggio Emilia)
Forme, materie e sensorialit nella traduzione intersemiotica:
il caso Fanny e Alexander ............................................................................................... 13
PROBLEMATICHE, INFLUSSI, RITORNI
Lucia Re (University of California, Los Angeles)
Il futurismo tra letteratura, guerra, e cinema: Thas di A.G. Bragaglia (1917) ............... 33
Eusebio Ciccotti (Universit di Foggia e Roma Tre)
Entrare e uscire dallo schermo: tra letteratura, cinema scritto e cinema ........................ 51
Alfredo Luzi (Universit di Macerata)
La Notte di Campana: la scrittura come sinergia artistica e dinamica iconica ............... 65
Federica Ivaldi (Universit di Pisa)
Fra lo schermo e la pagina: Teorema di Pier Paolo Pasolini ........................................... 75
Costantino Carlo Maria Maeder (Universit catholique de Louvain)
Vista, rivelazione e morte - Note su Verga, Cavalleria rusticana e il cinema muto ....... 87
Joanna Szymanovska (Universit di Varsavia)
Il sogno meccanico, oppure dellarte di narrare per mezzo di immagini: i soggetti
cinematograci di Alberto Savinio ................................................................................. 97
Gherardo Ugolini (Humboldt-Universitt zu Berlin)
Pasolini: dalla tragedia al cinema ................................................................................. 107
6
Antonio Donato Sciacovelli (Scuola di Studi Superiori Dniel Berzsenyi,
Szombathely)
Leredit del Decameron: dal cult al trash (e ritorno)? ................................................. 119
Jon R. Snyder (University of California, Santa Barbara)
Amor nello specchio tra teatro e cinema ....................................................................... 125
Andrea Baldi (Rutgers University, New Brunswick)
Gli amori difcili tra cinema e letteratura: la riduzione lmica dellAvventura
di due sposi di Calvino .................................................................................................. 137
Hanna Serkowska (Universit di Varsavia)
Braghetti e Bellocchio a confronto: a che cosa pu servire limmagine di una terrorista
a distanza di 25 anni? .................................................................................................... 149
DUE AUTORI
Pirandello
Etami Borjan (Universit di Zagabria)
Il cinema secondo Pirandello ........................................................................................ 161
Alessandro Marini (Universit Palack, Olomouc)
Una metamorfosi allegorica: La giara di Paolo e Vittorio Taviani ............................... 171
Cezary Bronowski (Universit di Copernico, Toru)
Ridere e non ridere - una trasposizione tematica della novella Tu ridi
di Luigi Pirandello: verso una nuova tipologia del riso ................................................ 179
Abele Longo (Middlesex University, Londra)
Inuenze pirandelliane nel Ritorno di Cagliostro di Cipr e Maresco .......................... 187
Tabucchi
Michela Meschini (Universit di Macerata)
Immagini, sogni e visioni: interferenze cinematograche nella narrativa
di Antonio Tabucchi ...................................................................................................... 201
Anna Osmlska-Mtrak (Universit di Varsavia)
Domani un altro giorno, ossia i motivi cinematograci nella narrativa
di Antonio Tabucchi ...................................................................................................... 209
Patricia Peterle (Universidade Estadual Paulista, San Paolo)
Un viaggio nellimmaginario portoghese: Tabucchi e Tanner ...................................... 217
7
Bruno Ferraro (Universit di Auckland)
Sostiene Pereira di Antonio Tabucchi e Marcello Mastroianni .................................... 225
GENERI, ADATTAMENTI
Paolo Musu (Istituto per la Cinematograa e la Televisione R. Rossellini, Roma)
Dalla sceneggiatura al lm ............................................................................................ 235
Joanna Janusz (Universit della Slesia, Katowice-Sosnowiec)
Trasposizioni lmiche del Pasticciaccio gaddiano: traduzione intersemiotica
o adattamento? .............................................................................................................. 247
Roberto Ubbidiente (Humboldt-Universitt zu Berlin)
Vedere il libro, leggere il lm. Il BellAntonio da Brancati a Pasolini ......................... 255
Guendalina Sertorio
Il Generale Della Rovere di Indro Montanelli e Roberto Rossellini ............................ 265
Aneta Chmiel (Universit della Slesia, Katowice-Sosnowiec)
Il tradimento creativo. I motivi letterari di Le tentazioni del dottor Antonio ............... 275
Ludovico Fulci (Universit di Breslavia)
Gattopardi e garibaldini al convento ............................................................................. 283
Catherine Ramsey-Portolano (American University of Rome)
Da Cain a Visconti: un percorso contro il mito del maschio fascista ........................... 291
Tiziana Littam (Liceo Scientico Cavalleri, Parabiago) e Claudia Speziali
(Liceo Artistico Olivieri, Brescia)
Un nuovo canone risorgimentale: Visconti e lunit incompiuta .................................. 301
Michele Sit (Universit Pzmny, Piliscsaba)
Emozioni ed immagini tra le parole: dal libro di Margaret Mazzantini Non ti muovere
allomonimo lm di Sergio Castellitto ......................................................................... 311
Angelo Pagano (Scuola di Studi Superiori Dniel Berzsenyi, Szombathely)
Strutture del fumetto e del cinema ................................................................................ 319
Ji pika (Universit Palack, Olomouc)
Dario Fo a la descoverta del cartone animato: Johan Padan ........................................ 339
Marie Vodov (Universit Palack, Olomouc)
Parola e immagine due aspetti di una storia ............................................................... 343
8
Jolanta Dygul (Universit di Varsavia)
Ladri di biciclette: manipolazione propagandistica ...................................................... 351
Andrea Santurbano (Universit di Roma Tre)
Rapporti fra letteratura e cinema, teoria e pratica delladattamento:
Europa vs America ........................................................................................................ 359
Enrica Silvia De Felice (Universit di Bayreuth)
I rapporti intermediali nel lm The pillow Book di Peter Greenaway .......................... 369
Eliisa Pitksalo (Scuola di Studi Superiori Dniel Berzsenyi, Szombathely)
Figure del linguaggio cinematografico ......................................................................... 379
Indice dei nomi ............................................................................................................. 385
9
ACTA UNIVERSITATIS PALACKIANAE OLOMUCENSIS
FACULTAS PHILOSOPHICA
ROMANICA OLOMUCENSIA XVI 2006
ISBN 80-244-1439-2 ISSN 0231-634X
PREFAZIONE
Il Novecento il secolo della sperimentazione, della moltiplicazione dei linguaggi,
della velocit dellinformazione e dellinterscambio culturale. il secolo del labirinto
e dellavanguardia, del pastiche e dellallegoria, di una ricerca intellettuale tesa a dare
ordine e significato al reale, alla dimensione alienante del moderno, alla vastit disorientante
e spesso vuota dellarchivio di esperienze e incontri, di letture e visioni. La formulazione
di nuove estetiche, la tendenza allinnovazione formale, la contaminazione e laffermarsi
di una modalit allegorica che registri la problematicit della trasmissione del senso sono
tra i segni pi evidenti di una trasformazione profonda, che mette in crisi lo statuto di
unarte unitaria e la rappresentazione compiuta dellesperienza del soggetto nellambito
delle tradizionali estetiche della corrispondenza. Affrontare il Novecento significa dunque
affrontare la molteplicit, interrogarsi sulla traducibilit dei linguaggi, sulla commistione
di retoriche e generi.
lavvento del cinema, come messo in rilievo da Benjamin, a portare a compimento
il processo avviato dalla fotografia e a realizzare emblematicamente lidea di unarte
impura e contaminata: a livello ontologico, con lintrusione della riproduzione tecnica
nei procedimenti di elaborazione estetica, a livello espressivo, con la sovrapposizione di
retoriche legate a codici diversi, verbali, iconici, musicali.
Linevitabile modellarsi sul sistema delle arti maggiori proprio del cinema delle origini
costituisce dunque solo un ulteriore elemento di un quadro gi fortemente destabilizzato
dalla contaminazione estetica e espressiva. La storia del rapporto tra letteratura e cinema
ha s riconosciuto lautonomia estetica della scrittura cinematografica, ma ha anche ribadito
il carattere aperto e problematico dellintera questione: ne sono testimonianza la pluralit
di approcci interpretativi e la stessa variet terminologica delle definizioni (traduzione
intersemiotica, adattamento, trasposizione). E comunque il processo che avvicina e fonde
in modo cos intenso la letteratura e il cinema resta una delle manifestazioni pi complesse
e affascinanti della tendenza al sincretismo che attraversa il Novecento, quasi unallegoria
del suo cercare il senso nel confronto e nella mescolanza piuttosto che nellunit e nella
coerenza.
Questo volume, che raccoglie la maggior parte delle comunicazioni presentate al
convegno Dalla letteratura al film (e ritorno), svoltosi presso lUniversit Palack di
Olomouc il 20 e il 21 ottobre 2005, vuole essere un modesto contributo allesplorazione di
questa allegoria. La complessit e il carattere eterogeneo delloggetto di studio sono testi
moniati nella struttura stessa del volume, nella variet dei contributi in esso raccolti e nella
molteplicit dei metodi di ricerca che vi si utilizzano. Se nella relazione di apertura prevale
10
unimpostazione semiotica, la sezione Problematiche, influssi, ritorni comprende prospettive
molto eterogenee, volte ad indagare sia aspetti e problemi della possibile traduzione in
immagini del testo scritto, sia alcuni progetti di rilettura del passato da parte del cinema, sia
linfluenza da esso esercitata sulla biografia intellettuale dei letterati e il cosiddetto effetto
rebound, la ricaduta sulla letteratura di aspetti formali e strutturali propri della scrittura
cinematografica. Un carattere analogamente eterogeneo ha anche la sezione conclusiva
del volume Generi, adattamenti, comprendente studi di singole opere cinematografiche,
dei quali viene ricostruito il rapporto con lantecedente letterario e con il contesto storico-
culturale. Sempre in questa sezione, alcuni studiosi si avventurano su percorsi meno battuti,
come quelli che legano il cinema al teatro, al fumetto o al cartone animato, altri danno
conto di significative esperienze della cinematografia europea. Nella sezione intermedia,
Due autori, le proposte dei relatori hanno favorito una relativa omogeneit di contenuto,
indirizzandosi verso lo studio dellopera e delle sue trasposizioni cinematografiche di
due scrittori italiani particolarmente attenti allinterscambio tra le due arti, Pirandello
e Tabucchi.
Ringraziamo lIstituto Italiano di Cultura di Praga, la Presidenza della Facolt di
Teologia dellUniversit di Olomouc e la ditta Orrero di Litovel, che, con il loro sostegno,
hanno reso possibile lorganizzazione dellevento e la pubblicazione di questo volume.
Un ringraziamento particolare va a tutti coloro che, con il loro entusiasmo e la loro
partecipazione, hanno contribuito a fare delle due giornate di studio presso lUniversit di
Olomouc unoccasione di confronto intellettuale e di crescita scientifica. Ci auguriamo che
per tutti loro questo libro sia un piacevole ricordo del nostro convegno.
Alessandro Marini