Sei sulla pagina 1di 1

Riflettere veramente sulla pena di morte un bene, poich su certi argomenti necessario

formare una coscienza propria. Cos la pena di morte ? Una punizione esemplare ? Un
modo per sfogare lodio e dimostrare il proprio potere ? Semplice intrattenimento o una
macabra scenografia ? uando nellantichit! un uomo uccideva con le proprie mani la vita
di un suo simile si sentiva in dovere di uccidere l altro per punirlo di un torto subito,
dun"ue agiva secondo #giustizia$. %l primo documento scritto riportante delle vere e
proprie leggi su ci& il codice di 'ammurabi( il re babilonese riteneva necessario punire
carnalmente ogni sorta di criminale facendo ampio uso della pena capitale anche per reati
minori come il furto, la lesione di un cittadino oppure il danneggiamento di una propriet!
altrui. uindi sembra che lessere umano abbia legalizzato la morte fin da tempo
immemore) ma cosa d! ad un uomo il diritto *+,-*+ e ./R-*+ di uccidere un altro uomo
per e"uit! e giustizia? uesta domanda stata posta innumerevoli volte, ma sembra che
luomo non riesca o non voglia trovare una risposta convincente capace di placare una
volta per tutte "uesto fenomeno. Sarebbe bello vivere in una societ! utopica dove ogni
uomo rispetta i diritti degli altri non perch gli viene imposto, ma perch sa che cos0
giusto e che gli altri ricambieranno "uesto pensiero. .a se siamo davvero, come
sosteniamo di essere, creature superiori perch dotate di ragione e sentimenti, dove
nascondiamo "uesta facolt! nei momenti in cui serve? -bbiamo ancora il coraggio di
definirci #superiori$ dopo che abbiamo ucciso un assassino o un ladro e mascherato il tutto
dietro il possente muro della giustizia? Centinaia di intellettuali di tutte le epoche hanno
affrontato "uesto tema e cercato di dare una risposta a "ueste domande. Uno dei pi1
famosi sostenitori dell abolizione totale e definitiva della pena di morte fu Cesare
2eccaria, che, nel suo( # 3ei delitti e delle pene$, afferma che piuttosto che una pena
immediata e definitiva "uale la pena di morte, preferibile una condanna pi1 lunga,
protratta nel tempo, "uale lincarcerazione o i lavori forzati, anche socialmente utili.
%nfatti una lunga condanna che porti alla privazione della libert! pare scoraggiare
eventuali criminali pi1 che una pena rapida.
uasi tutte le religioni del mondo professano comprensione e fratellanza e considerano
atto gravissimo l uccisione di un altro uomo) altre invece istigano apertamente all
#omicidio santo$ e giusto. Come si potrebbe amare un 3io che spinge a uccidere? 4oi
uomini in verit! ci appropriamo del diritto di uccidere a piacimento per tornaconto
personale, per capriccio o falsa giustizia anche divina, come accadde nelle crociate. Come
disse ,es1( #Chi senza peccato scagli la prima pietra.$ Se tutti dovessero ipoteticamente
obbedire al Cristo allora non vi sarebbero pi1 guerre e nessuno ucciderebbe pi1. 5urtroppo
uccidere parte intrinseca della natura umana, anche se vi sono delle leggi scritte.
*uomo, anche privatamente, pu& condannare a morte "ualcuno, pu& uccidere un6altra
persona perch reo di possedere valori e idee differenti 7le guerre sono come delle
condanne a morte di massa8. 5urtroppo "uello sulla pena di morte uno di "uei dibattiti
sui "uali non ci si pu& veramente esprimere se non se ne ha esperienza. %deologicamente
io stesso sono contrario alla condanna a morte, per& sono sicuro che, se un uomo
uccidesse la persona che amo di pi1, io stesso sarei tentato di eliminarlo, senza esitare
e ,oprattutto, senza rimorso, perch noi uomini siamo in parte animali , seppur dotati di
ragione9 e sentimenti.
1