Sei sulla pagina 1di 4

I PROMESSI SPOSI

Marco Candiani ha liberamente tradotto lopera del Manzoni rimata in versi milanesi composta da 500 sestine
pari a 3000 endecasillabi.
Con traduzione a fronte in lingua italiana I Promessi Sposi
Premessa
Rinunciare, se non addirittura disprezzare i dialetti, tutti i dialetti, tradire le proprie radici e
rinnegare il passato.
Mi auguro sia scomparsa per sempre lerrata e spocchiosa concezione per cui si considerava il
dialetto una storpiatura della lingua uffciale e una forma inferiore di espressione.
Rendiamoci conto, una volta per sempre, che la distinzione tra lingua e dialetto un problema di
indole essenzialmente pratica e non ha nulla di scientifco.
Il dialetto semplicemente un linguaggio che, per ragioni storiche e politiche, non ha fatto
carriera.
Il poeta lucano Albino Pierro scrisse nel dialetto della sua Tursi, un idioma disceso direttamente
dallantico greco; e una sua candidatura fu posta per il Nobel.
Benedetto Croce e P.P. Pasolini defnirono il nostro Delio Tessa uno dei maggiori poeti del 900
indipendentemente dal linguaggio usato.
Qualcuno sosterr che la difesa del passato in generale e del dialetto in particolare sterile
nostalgia.
Pu essere, ma la nostalgia un sentimento umano e come tale merita rispetto.
lautore
Marco Candiani
Vun de quij ramm che fann el lagh de Cmm,
el guarda vers mezzd e tra quij mont
el se restring e poeu el cambia nmm
prpi in del sit in doe se ved on pont.
L han faa depsit trii bei canalon
nassuu sul san Martin e l Resegon.
El ciamen Resegon perch el ghha i dent
me resega ( me disen a Milan)
e de Milan l come on ornament
che se l bell par de tocall coi man.
La stria la incomincia tra quij mont
na sera de november , al tramont.
Tra quij montagn, sora on sentee a basej,
el don Abbondio el ndava quiett quiettin
incontra a duu bravasc taja-canej.
Ma nanca el se insognava el pr pretin;
l el segutava a biass el breviari
vardand on poo el sentee e on poo per ari.
Uno di quei rami che formano il lago di Como,
volge verso mezzogiorno e tra quei monti
si restringe e quindi cambia nome
proprio nel posto dove si vede un ponte.
L han fatto deposito tre bei canaloni
nati sul san Martino e il Resegone.
Lo chiamano Resegone perch ha i denti
come resega [sega] (come dicono a Milano)
e di Milano come un ornamento
che se bello sembra di toccarlo con le mani.
La storia inizia tra quei monti
una sera di novembre, al tramonto.
Tra quelle montagne, sopra un sentiero a gradini,
don Abbondio andava quieto quieto
incontro a due bravacci tagliagole.
Ma neppure immaginava il povero prete;
egli continuava a biascicare il breviario
guardando un po il sentiero e un po per aria.
Ma dpo ona voltada del sentee
lavria pagaa per minga trovass l;
chiss se lavria faa per torn indree,
f fnta de nagtt e scompar.
Quei eren temp balss, temp impostor,
de rgn, de cattiveri e traditor.
Eren poggiaa al murett i duu malnatt
con dent in de la zenta on cortelasc.
El pret per tacc-lit e per combatt
el se saria ligaa fn i duu brasc.
Per el pensava frsi p anca vess
che sia minga m el s interess.

Che fussen per l a spett on quejvun
dess lera p onidea n on sospett,
perch, a part el pret, ghera nissun.
E al don Abbondio gh mancaa el boffett...
Disii quell che vorii, ma sacranon,
el pret el s mettuu in agitazion.
L stada na freguja de illusion
pens che fussen l a ciapp on poo daria.
L gh vegnuu la voeuja, col magon,
de dass onindulgenza sussidiaria
in del ved che quei seren vardaa
come per d: el riva el scior curaa.
Difatti lera ciara, quij duu l
seren drizzaa, e adess guardaven l.
I gamb del pret han cominciaa a trem
quand lor, con f decis, lhan serciaa-s.
Quanti paur, Signor, quanti penser
faa-s in del coo, compagn de tant ragner.
Vun de quij duu el ghe pienta i oeucc in faccia
Emm sentuu d che l el ghavria intenzion...
- e l el pr pret lusmava ona minaccia
de marid duu foeu con la fonzion...
L vera s n? ... parlemes ciar...
doman voeurom nissun sora laltar.
Ma s... ma n... cont on vosin strozzaa
el pret el bettegava instupidii
ghentri nagtt, hin lor che, desgarbiaa,
pienten pastiss... e... m mhann inciocchii...
Insc me pias! L lha capida tutta...
Se se sposassen... l se le ved brutta.
Ma dopo una curva del sentiero
avrebbe pagato per non trovarsi l;
chiss cosa avrebbe fatto per ritornare indietro,
far fnta di nulla e scomparire.
Quelli erano tempi birbanti, tempi bugiardi,
di guai, di cattiverie e traditori.
Erano appoggiati al muretto i due sgherri
e nella cintura un coltellaccio.
Il prete per litigare e per combattere
si sarebbe legato perfno le due braccia.
Per pensava forse pu essere
che non sia io il loro interesse.
Che per fossero l ad aspettare qualcuno
ora non era pi unidea n un sospetto,
perch, a parte il prete, non cera nessuno.
E a don Abbondio mancato il respiro...
Dite ci che volete, ma perbacco,
il prete si messo in agitazione.
stata una briciola di illusione
pensare che fossero l a prendere un po daria.
A quel punto gli venuto il desiderio, col magone,
di darsi unindulgenza sussidiaria
nel vedere che quelli si erano guardati
come per dire: arriva il signor curato.
Infatti era chiaro, quei due l
si erano drizzati, e adesso lo guardavano.
Le gambe del prete han cominciato a tremare
quando loro con fare deciso, lo hanno accerchiato.
Quante paure, Signore, quanti pensieri
aggrovigliati nella testa come tante ragnatele.
Uno dei due gli pianti gli occhi in viso:
Abbiamo sentito dire che lei avrebbe intenzione...
e l il povero prete percepiva una minaccia
di maritare due giovani con la funzione...
vero s o no?... parliamoci chiaro...
domani non vogliamo nessuno sopra laltare.
Ma si... ma no... con una vocina strozzata
il prete balbettava instupidito
...io non centro per nulla... sono loro che sgarbati,
fanno i pasticci... e ... io mi hanno ubriacato...
Cos mi piace! Lei ha capito tutto...
Se si sposassero... lei se la vedrebbe brutta.
Va ben per... me l che ghhoo de f?
Affari s! L on pret e lha studiaa...
con tr parll l se la p cavaa...
Nun lemm visaa, e insc l on mm salvaa.
In quella salta s lalter malnatt
che lera staa de part come distratt:
Femm minga tanti ciaccer, lha capii?
Doman in gesa l el f on bell nagtt
perch se n el restar sbertii
con vun di cortelasc che ghemm ch stt,
Sta citto, basta el fa lalter malnatt
me ciamen... bravi..., donca f n el matt...
el scior curaa l on mm de sentiment,
el ghha giudizzi, coeur, l mm donor...
e... el don Rodrigh le s, el sar content,
e giust per quell sar s debitor.
El pret a sent el nmm gh vegnuu mal
tant quant lavess veduu el s funeral.
I duu malnatt han ciappaa-s e via,
lassand el por curaa con i gamb mll
come sel fuss vesin a lagonia.
Lera stremii, sudaa... lera in tracll!
Del rest, lavrii capii con comprension
che l el ghaveva n on coeur de leon.
Rivaa coi s penser denter in c,
el ciama la Perpetua, giust insc,
per digh de minga nanca prepar
tond e tovaja, e digh de mettegh l
giust on biccer de vin, quell de cantina,
de casci-gi a fagh de medesina.
Se p sav sel ghha? El voeur parl?
O ghhoo de and on poo in gir per informamm?
El pret el ghe ispond: Lassom a st!
Te vedet n che son pesg don rottamm?
El par on mrt, l giald come on limon.
Perch el me dis nagtt... L on bell crappon!
Dismett de vosatt e parla pian...
l la mia vita che ghe va de mezz,
la vita don pr pret, minga don can.
Te voeutt sav...per f pettegolezz?
Quand el mha dii on quejcss hoo mai parlaa...
Ma poeu la tas per limpostoritaa .
Va bene, per... come devo fare?
Affari suoi! un prete e ha studiato...
con tre parole lei se la pu cavare...
Noi labbiamo avvertito, e cos un uomo salvato.
Sintromette laltro sgherro
che era stato in disparte come distratto:

Non facciamo tante chiacchiere, ha capito?
Domani in chiesa lei non far un bel nulla
perch altrimenti rimarr ucciso
con uno dei coltellacci che abbiamo qui sotto.
Stai zitto, basta dice laltro brigante
ci chiamano... bravi... dunque non fare il matto...
il signor curato uno che ha testa,
ha giudizio, cuore, uomo donore...
e... don Rodrigo lo sa, sar contento,
e proprio per quello sar suo debitore.
Il prete nel sentire il nome gli venuto male
come avesse visto il suo funerale.
I due bravi hanno preso e se ne sono andati,
lasciando il povero curato con le gambe molli
come se fosse vicino allagonia.
Era spaventato, sudato... Era in tracollo!
Del resto, avrete capito con comprensione
che lui non aveva un cuore di leone.
Arrivato coi suoi pensieri dentro casa,
chiama la Perpetua, giusto cos,
per dirle di non preparare neppure
piatto e tovaglia, e dirle di mettergli l
giusto un bicchiere di vino, quello di cantina,
da buttar gi a fargli da medicina.
Si pu sapere che cosa c? Vuole parlare?
O devo andare un po in giro ad informarmi?
Il prete le risponde: Lasciami stare!
Non vedi che sono peggio di un rottame?
Mi sembra un morto, giallo come un limone.
Perch non mi dice niente... un bel testone!
Smettila di gridare e parla piano...
la mia vita che ne va di mezzo,
la vita di un povero prete, non di un cane.
Vuoi sapere ...per far pettegolezzo?
Quando mi ha detto qualcosa non ho mai parlato
Ma poi tace per limpostura
Lee la ghaveva voeuja de sav
e l altrettanta voeuja de parl,
e insc el ghe cunta-s el s dispias
con pcch parll e tanto caragn.
Se fussi l andaria in del cardinal,
sfogass con l saria lideal.
Lei aveva voglia di sapere
e lui altrettanta voglia di parlare
e cos racconta il suo dispiacere
con poche parole e tanto piangere.
Se fossi in lei andrei dal cardinale,
sfogarsi con lui sarebbe lideale.