Sei sulla pagina 1di 28

Direttore responsabile Daniele Tamburini Societ editrice: Immagina srl via San Bernardo 37 - Cremona Amministrazione e diffusione: via

ia San Bernardo 37 - Cremona tel. 0372 435474 - fax 0372 597860


Direzione e redazione: via S.Bernardo 37, Cremona - tel 0372 454931 redazione@ilpiccologiornale.it Stampa: I.G.E.P. Srl - Industria Grafica Editoriale Pizzorni - Cremona pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it
Aut. del Tribunale di Cremona n 5/2013 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it
PICCOLO
il
www.ilpiccologiornale.it
Anno I n. 21 VENERDI 23 MAGGIO 2014 Periodico 0,02 copia omaggio Non riceve alcun finanziamento pubblico
Edizione chiusa
alle ore 21
a pagina 22

NEL FINE SETTIMANA


SI CONCLUDE
IL FESTIVAL MONTEVERDI
SETTIMANALE

pagine 6-7
Galimberti: Subito un patto per il lavoro, la vera emergenza. Perri: Abbiamo posto le basi per lo sviluppo della citt, ora la faremo funzionare
Il 25 maggio si vota per le elezioni amministrative. Alle urne dalle 7 alle 23. Lo spoglio, per le Comunali, inizier alle 14 di luned
FACCIA A FACCIA PRIMA DEL VOTO
PAURA DALLA THAILANDIA
a pagina 10
LANALISI DI GIORGIO ALBERA
CENTRO STORICO
a pagina 4
a pagina 3

Navigazione sul Po:


Cremona rischia
di restare isolata
Venditori abusivi,
le proteste
dei commercianti
on ho ancora visto facsi-
mili di scheda elettorale,
ma suppongo che sia un
lenzuolo: 11 aspiranti
sindaco, mai cos tanti ... Certo
che questa frammentazione con-
corre a rendere probabile il bal-
lottaggio. Vedremo luned, ma ora
tiriamo le somme della campagna elettorale, fin
qui vissuta. C indubbio ottimismo in casa cen-
tro sinistra: Galimberti ha lavorato bene (lo
avevamo gi riconosciuto), ha incontrato tante
persone e ora, per dire, la gente lo riconosce. Lo
saluta quando lo incontra per strada (e questo
ancora importante: vanno sicuramente bene i
social networks, la rete etc., ma ancora si d
credibilit a chi si incontra di persona e a cui si
stringe la mano). E infatti, con il crescere della
sua popolarit aumentata la sua credibilit.
Parla in termini di speranza, formula proposte
concrete di rilancio di reperimento di risorse...
Certo, dalla sua c il fatto che pu promettere,
non ha ancora fatto i conti con quanto abbia
inciso negli enti locali la realt dei tagli e
dellassottigliamento delle risorse, per riesce a
convincere e dare speranza. Si ipotizza pure il
ricorso, in certa misura, al voto disgiunto: frut-
to di fratture insanabili da una parte e di scelte
ponderate dall'altra. E in casa centro destra? L
ferma la convinzione di andare al ballottaggio
e di riuscire a farcela: si confida sul fatto che la
Lega, alla fine, nonostante tutto quel che suc-
cesso nel corso del mandato e le parole dure di
questi giorni, appoggerebbe Perri. Sono per
forti le critiche, dallinterno, per una campagna
elettorale non adeguata, poco efficace. Ma Per-
ri sereno, c la sicurezza che potr recupera-
re. Una previsione mi sento di farla: in pochi
supereranno lo sbarramento del 3% e, in questo
caso, le possibilit di apparentamento si ridi-
mensionerebbero. Poi, c lincognita astensio-
ne: come giocher? E laccoppiata con le ele-
zioni europee invoglier o sfavorir il recarsi
alle urne? Insomma, una gara incerta: se la gio-
cheranno fino in fondo. Saranno di fronte Ga-
limberti, con una visione del futuro improntata
a speranza, e Perri, che punta sul lavoro da por-
tare a termine e rivendica quel che ha fatto in
questi cinque anni. La speranza di una svolta
contro la solidit di una esperienza. Vedremo
luned: a tutti i candidati, diciamo in bocca al
lupo. Agli elettori diciamo: andiamo a votare,
che fondamentale per la democrazia.
N
Adesso si vota per il futuro della citt
LEDITORIALE di Daniele Tamburini
CULTURA
SALUTE
a pagina 20

E arrivato
il caldo: anziani
pi a rischio
EUROPA: ANGELO CIOCCA
INTERVISTA A MASSIMO TERZI
a pagina 8
a pagina 9

Le politiche
della Ue ci hanno
svantaggiato
Parco Monasteri,
un volno
per leconomia?
UN PENSIONATO CREMONESE PARLA DAL PAESE
ASIATICO DOVE E IN ATTO UN COLPO DI STATO
BASKET SERIE A
a pagina 23 a pagina 18

Pagelle alla Vanoli
Tanti i promossi
con voti molto alti
Cremo a Bolzano
per conquistare
la finale dei playoff
VOLLEY A1
a pagina 25

La Pom riparte
dalla schiacciatrice
Valentina Zago
CALCIO LEGA PRO
L
O

S
P
O
R
T
SA GIOVANNI IN CROCE
pagine 15

Festa in Rocca,
inaugurazione
spettacolare

di Laura Bosio
merge sempre di pi il ma-
lessere dei commercianti cit-
tadini per la presenza di nu-
merosi venditori abusivi, che
sempre pi spesso esercita-
no la propria attivit soprattutto nel
centro storico. Una presenza che dan-
neggia il commercio cittadino - eviden-
zia Antonio Pisacane, segretario Asvi-
com per l'area cremonese -. Purtroppo
un problema che risulta difficile da
arginare. I blitz delle forze dell'ordine
sono efficaci, ma il giorno dopo siamo
daccapo. Del resto, tutto ci che abu-
sivo rappresenta qualcosa di illegale e
non pu essere tollerato. Tutti devono
rispettare le regole. Il problema sta
anche nel numero: Un abusivo dan-
neggia poco, dieci danneggiano tanto
- continua Pisacane -. Il commercio ri-
sente di queste attivit. Senza contare
che alcuni infastidiscono le persone,
inducendole ad allontanarsi dalle stra-
de del centro. Molto conta anche come
queste persone si pongono: tanti sono
gentili e non infastidiscono la gente, ma
ve ne sono alcuni che sono fastidiosi
ed invadenti, ottenendo l'effetto di al-
lontanare le persone dal centro storico.
Credo sia un problema che vada risolto
prima di tutto dal punto di vista sociale:
queste persone non dovrebbero essere
messe nella situazione di dover vivere
di espedienti. Ci vorrebbe una rete so-
ciale che permettesse loro di vivere di-
gnitosamente e legalmente. Se questo
non accade perch c' qualcosa che
non va.
Insomma, una situazione che genera
tensioni. Una presa di posizione appel-
lo arrivata anche dai giovani delle as-
sociazioni di categoria locali, e in parti-
colar modo da quelle del commercio:
La situazione disastrosa e il dilagare
dellabusivismo un problema sempre
pi pesante spiega Marco Stanga
(Gruppo giovani Confcommercio).
Una situazione che molto si riper-
cuote sul commercio ambulante.
Ascoltiamo Agostino Boschiroli, presi-
dente di Anva Confesercenti.
La situazione leggermente miglio-
rata grazie alle forze dell'ordine, ma
siamo ben lontani dall'aver risolto il
problema - evidenzia -. Siamo di fronte
alla mancanza di una presa di posizio-
ne forte da parte della politica nei con-
fronti dell'abusivismo commerciale.
Verso i commercianti in regola la tolle-
ranza zero e non si pu sgarrare.
Dall'altra parte, invece, ce n' fin troppa
nei confronti degli abusivi. Si tratta di
persone che aggirano la legge e rifiuta-
no di regolarizzarsi. Gli abbiamo pi
volte proposto di avviare le pratiche per
mettersi in regola, offrendo anche il
nostro supporto, ma abbiamo ricevuto
dinieghi e derisione. Si nascondono
dietro il possesso di una licenza come
venditori itineranti, ma questo non
sufficiente: per vendere vi sono nume-
rosi adempimenti burocratici e fiscali a
cui far fronte per essere in regola. Le
numerose azioni portate avanti dall'as-
sociazione contro gli abusivi non hanno
sortito effetti. In passato sono anche
stato minacciato e aggredito per le mie
battaglie - continua Boschiroli -. Dietro
queste situazioni vi sono spesso delle
vere e proprie organizzazioni criminali.
Senza contare che questi soggetti,
sentendosi impuniti, pensano di poter
fare quello che vogliono. Dal mercato
ormai la polizia li tiene lontani, perch la
tensione tra ambulanti regolari e abusi-
vi si taglia con il coltello.
La situazione degenerata da tem-
po dichiara il direttore di Confeser-
centi, Giorgio Bonoli -. Le forze dell'or-
dine si sono impegnate per arginare il
fenomeno, soprattutto al mercato, ma
non facile riuscire a controllare tutto,
tanto pi che quando li si manda via
tornano poco dopo.
La polizia municipale di Cremona
impegnata con progetti straordinari di
intervento finalizzati al contrasto di
queste situazioni. Teniamo sotto con-
trollo la situazione, attraverso un moni-
toraggio continuo - spiega Fabio Balla-
rino German, comandante della Poli-
zia municipale di Cremona -. Il nostro
controllo si concentra in particolar mo-
do ad evitare che arrivino da fuori citt
nuovi abusivi. C' una progettualit che
prevede la presenza costante, il presi-
dio del centro e i blitz, al fine di scorag-
giare questo fenomeno. Senza contare
che chi vende merce contraffatta com-
mette reato, e bisogna contrastarli.
Abbiamo fatto numerosi sequestri di
merce non conforme, e anche quando
la merce regolare ci mobilitiamo per
evitarne la vendita.
Notevole stato il successo degli
interventi fatti al mercato: Riusciamo a
garantire che tutto si svolga senza la
presenza degli abusivi, e siamo tra i
pochi mercati il Lombardia ad avere
ottenuto questo risultato - continua
German -. Ogni mercoled e sabato
mattina presidiamo i banchetti con 6-7
operatori, tra ufficiali e agenti. Un presi-
dio di questo tipo lo garantiamo anche
durante la presenza di eventi particola-
ri, come stato per il mercato euro-
peo.
Siamo riusciti ad avere un mercato
'ripulito' dagli abusivi - aggiunge il vice
comandante, Pierluigi Sforza -. Siamo
riusciti ad ottenere risultati molto positi-
vi.
Molto importante anche il coordi-
namento interforze avviato per contra-
stare il fenomeno degli abusivi all'ospe-
dale; un coordinamento diretto dal que-
store Vincenzo Rossetto. Il coordina-
mento prevede limpiego, in modo al-
ternato e in sinergia, di personale di
polizia, carabinieri, guardia di finanza e
polizia locale, da mattina a sera, per
disincentivare la presenza degli abusivi
che, avvicinando molti cittadini intenti
recarsi allospedale, proponevano og-
getti vari in vendita o chiedevano dena-
ro con la scusa di aiutare gli utenti
dell'ospedale a parcheggiare.
E
Grazie allimpegno delle forze dellordine la situazione migliorata, soprattutto al mercato e davanti allOspedale di Cremona
Venditori abusivi, c tensione tra i commercianti
Oltre dodicimila agricoltori,
fra cui trecento cremonesi, so-
no stati protagonisti a Milano
Fiera del maxi raduno di Coldi-
retti, con il Presidente naziona-
le Roberto Moncalvo, in un in-
contro che ha coinvolto tutte le
Federazioni del nord Italia e
che ha rappresentato la prima
vera prova di anticipo dellEx-
po 2015.
La tutela del vero Made in
Italy, il valore della legalit e le
discutibili norme che lEuropa
impone alle produzioni agroali-
mentari italiane, la battaglia di
Coldiretti contro la contraffa-
zione agroalimentare che in-
ganna il cittadino e danneggia
gli agricoltori sono stati i temi
pi caldi dellintensa giorna-
ta, che ha visto la partecipazio-
ne, tra gli altri, del Ministro del-
le Politiche Agricole Maurizio
Martina, dei Governatori di tut-
te le Regioni, del Commissario
Generale di sezione per il Padi-
glione Italia Expo 2015 Diana
Bracco, del procuratore Gian-
carlo Caselli presidente del
comitato scientifico dellOsser-
vat or i o sul l a cr i mi nal i t
nellagroalimentare, di Paolo
Barilla, Vice Presidente Barilla
S.p.A. e Barilla Center for Food
and Nutrition Foundation e di
molti altri rappresentanti del
mondo economico, istituziona-
le, della cultura e dello spetta-
colo.
La delegazione di Coldiretti
Cremona era guidata dal Presi-
dente Paolo Voltini e dal Diret-
tore Tino Arosio, e comprende-
va anche alcuni giovani im-
prenditori che hanno portato la
propria esperienza, come Se-
rena Antonioli (che in un video
proposto alla numerosissima
platea ha raccontato limpegno
dei suinicoltori italiani per pro-
durre i veri prosciutti Made in
Italy, ed ha sottolineato la ne-
cessit di difendere queste
produzioni da ci che entra
anonimo dallestero per poi es-
sere spacciato per italiano),
Carlo Recchia (fra i protagoni-
sti allopen space anticipando
Expo dedicato alla innova-
zione Made in Italy anticrisi che
punta sui cibi della salute,
presente con i suoi prodotti
tratti da unantica variet di
mais corvino), Gianni Rancati e
Piercarlo Barilli (che allopen
space hanno portato il succo e
la salsa di pomodoro del Con-
sorzio Casalasco, assoluta-
mente non ogm e con un con-
tenuto maggiore di licopene),
Claudia Cabrini (che, in maglia
gialla, era tra i giovani chiamati
sul palco accanto al Presidente
Moncalvo e alla Delegata na-
zionale di Giovani Impresa Ma-
ria Letizia Gardoni).
Antonio Pisacane (Asvicom): Una presenza che danneggia il commercio cittadino.
Tutto ci che abusivo rappresenta qualcosa di illegale e non pu essere tollerato
CREMONA
Vengono recapitati in questi giorni i bollet-
tini precompilati per il pagamento del Cano-
ne per l'occupazione di spazi ed aree pubbli-
che permanenti (Cosap) per il 2014. Anche
per il 2014 sono confermate le tariffe 2013.
Il canone deve essere pagato entro il 30 giu-
gno 2014, secondo le modalit indicate nel-
la lettera di accompagnamento al bollettino.
PAGAMENTO ENTRO IL 30/6
Cosap, in arrivo i bollettini
Confermate tariffe del 2013
Coldiretti, in 300 a Milano per il vero made in Italy
di Michele Scolari
pochi giorni dalle
elezioni si torna a
parlare del Grande
Fiume, sempre al
centro delle crona-
che per numerosi problemi. A
tornare sul tema del Po Gior-
gio Albera, presidente della so-
ciet Porto polo logistico di
Cremona, con una lettera invia-
ta nei giorni scorsi dove, relati-
vamente alla balneabilit del
Po, sottolinea la possibilit di
trasformare Cremona in una
citt dacqua a capo di un
grande progetto per la balnea-
zione del Po (finanziabile dalla
Ue con la direttiva che impone
standard elevati di qualit delle
acque di fiumi e laghi entro il
2020), e che ha ricevuto anche
i l benest are del mi ni st ro
dellAmbiente Luca Galletti, in
visita questa settimana a Cre-
mona.
Ma pi in generale, il presi-
dente insiste sulla mancanza di
un progetto a vasto raggio, in
grado di rilanciare il Grande
Fiume in senso economico-tu-
ristico-ambientale, a comincia-
re dalla navigazione. Una ne-
cessit sulla quale ha recente-
mente insistito anche Gianluca
Galimberti (candidato sindaco
per il centrosinistra) con il
Contratto di Fiume, finalizza-
to al recupero della nostra sto-
ria che ci radica come citt di
fiume. Attualmente la naviga-
zione quasi a zero osserva
Albera. - Da un lato perch sul-
la navigazione si riverberano le
conseguenze della crisi econo-
mica, il crollo dei prezzi e la
concorrenza del trasporto su
gomma dimportazione stranie-
ra; dallaltro perch manca
un progetto industriale che va-
lorizzi la navigazione, unita-
mente a opere da decine di
milioni di euro in via di realizza-
zione che per sono assoluta-
mente inutili. Il Po uno dei
fiumi pi navigabili dEuropa
prosegue il presidente e, in
questo senso, pu essere para-
gonato al Danubio. Con un po
di manutenzione si potrebbe
rendere navigabile quasi tutto
lanno. Naturalmente servono i
fondi per la riqualificazione del
tratto Cremona-Mantova, circa
una ventina di milioni di euro.
Anche sulla questione della re-
gimazione il presidente esprime
il proprio punto di vista: sono
per il fiume a corrente libera
come lo ha fatto la natura, con
al massimo la realizzazione di
opere lievi ma sempre nel ri-
spetto dellecosistema fluviale.
Aipo ha un progetto da 70 mi-
lioni di euro che prevede la co-
struzione di pennelli lungo il
fiume e sarebbe in grado di
consentire la navigazione tra i
250 e i 300 giorni lanno. Ma
questo progetto non si guarda
con sufficiente lungimiranza. Si
preferisce lavorare intensa-
mente su altri progetti come la
conca di Isola Serafini, il ripo-
polamento con gli storioni o la
conca di Valdaro a Mantova:
opere bellissime, nelle quali pe-
r non vedo una ricaduta sulla
sal ute del l a navi gazi one e
delleconomia territoriale: sia
per la mancanza di un progetto
industriale che valorizzi la navi-
gazione, sia per la transitabilit
bloccata a Cremona per 150
giorni lanno.
Ma la navigazione non ri-
guarda soltanto il commercio,
bens anche il turismo. Le navi
da crociera che un tempo sali-
vano e scendevano lungo il fiu-
me sono quasi praticamente
scomparse, perch nessuno si
preoccupato di fare ci che
chiedevano gli armatori. Con il
risultato che ora anche questo
settore ormai fermo, senza
ricadute sul territorio.
Ad aggravare questo quadro
sono poi le numerose urgenze
ecologiche, soprattutto la puli-
zia delle sponde. Si registra un
crescente inquinamento delle
sponde del fiume con rifiuti di
ogni sorta. E sono quasi sem-
pre i cittadini, i volontari delle
associazioni, a sobbarcarsi le
operazioni di ripulitura e risiste-
mazione dei tratti inquinati.
E quindi necessario, anzi-
tutto, smetterla di investire in
opere sganciate da qualsiasi
logica territoriale, orientando i
soldi pubblici in progetti inter-
relati che abbiano una reale va-
lenza per il territorio, in grado di
riqualificare il Grande Fiume e
ridare priorit alla navigazione.
Altrimenti per la nostra citt il
prezzo da pagare sar alto (co-
me anche nel caso dei problemi
relativi alle ferrovie): la condan-
na per il porto di Cremona al
definitivo isolamento con ulte-
riori enormi danni per lecono-
mia del territorio.
A
Le navi da crociera che un tempo salivano e scendevano lungo il fiume sono quasi scomparse...
Lanalisi di Giorgio Albera: Basta sprecare i soldi pubblici in opere senza ricadute economiche sul territorio
Navigazione: Cremona rischia lisolamento
Cronaca Venerd 23 Maggio 2014
4
La Giunta comunale ha appro-
vato il progetto preliminare per la-
vori di manutenzione straordinaria
del Cavo Morbasco. La spesa pre-
vista di 400.000,00 euro. Tali la-
vori saranno possibili in quanto il
Comune riuscito ad intercettare i
fondi stanziati da Regione Lom-
bardia (ente competente in materia
di difesa del suolo e delle risorse
idriche) che ha approvato il Pro-
gramma di interventi prioritari di
manutenzione dei corsi dacqua e
difesa del suolo nei bacini lombar-
di per il triennio 2013 2015. Il
Comune di Cremona stato indivi-
duato quale ente attuatore e re-
sponsabile della completa attua-
zione dellintervento e degli adem-
pimenti per il monitoraggio delle
sue fasi attuative nel pieno rispetto
della normativa vigente in materia
di lavori pubblici. Padania Acque
Gestione S.p.A., societ parteci-
pata del Comune di Cremona, ha
predisposto il progetto prelimina-
re, con lo scopo, da un lato di mi-
gliorare la funzionalit idraulica del
corso dacqua e dallaltro di miti-
gare il rischio di esondazioni in
prossimit del centro abitato. A
partire dallo studio idrologico della
citt di Cremona del 2012, sono
stati individuati i seguenti due
obiettivi: migliorare il funzionamen-
to delle zone di esondazione del
Morbasco gi esistenti nel tratto a
monte della citt, per ridurre i fe-
nomeni di allagamento a valle; ri-
pristinare la sezione idraulica del
Morbasco dove questa stata for-
temente ridotta per la crescita di
vegetazione o la presenza di osta-
coli al deflusso.
LAVORI NEL CAVO
MORBASCO
E ancora inascoltato
il progetto dellAipo
in grado di rendere
navigabile il fiume
per 300 giorni lanno

Giorgio Albera
foto Michele Scolari
i anl uca Gal i mbert i
chiude la propria cam-
pagna elettorale, con
la festa in programma
in piazza Stradivari ve-
nerd, dalle 17 alle 22. Una cam-
pagna elettorale che partita con
largo anticipo e che ha puntato
molto sul lavoro dei volontari.
Tantissimi gli appuntamenti e gli
incontri del candidato sindaco
con tutta la Citt.
Galimberti, ci fa un primo e
breve bilancio di questa cam-
pagna elettorale, per lei imma-
gino intensa...
Questi mesi di campagna
elettorale mi hanno cambiato in
meglio perch ho incontrato il
meglio delle persone. E' stata
una campagna nuova, trasparen-
te, sobria, condotta con entusia-
smo e competenza. Non abbia-
mo mai alzato i toni, non abbiamo
fatto polemiche. Non per buoni-
smo, ma per raccontare un nuovo
stile che sar anche il metodo di
governo della citt: saper pren-
dere decisioni, ascoltando i citta-
dini e costruendo progetti con-
creti. I numeri? Dopo le primarie,
gli incontri sono stati 191, oltre
3.100 le persone incontrate. Il si-
to ha fatto 104.869 visualizzazioni
di pagina. Come coalizione ab-
biamo speso circa 16.000 euro
per l'intera campagna elettorale,
mentre la mia lista Fare nuova la
citt fin dall'inizio ha pubblicato
spese ed entrate sul sito.
Cinque anni fa Perri era il
nuovo che avanza, ovviamen-
te per quanto riguarda il pro-
getto di amministrazione. Sta-
volta questo appellativo spetta
a lei: una responsabilit non da
poco
La novit una delle parole
chiave che noi, in questa cam-
pagna elettorale, abbiamo tra-
sformato in azione. Una novit
di metodo, innanzitutto. Quello
del l 'ascol to-azi one, ovvero
coinvolgere i cittadini per poi
elaborare progetti concreti, met-
tendo insieme idee competenti
e seria partecipazione. Traspa-
renza, entusiasmo e sobriet
sono stati gli altri elementi di
novit che noi porteremo al go-
verno di questa citt.
Da pi parti si avanzano dub-
bi sulla tenuta di una coalizio-
ne, quella di centrosinistra, che
vede insieme anime molto di-
verse, dalle pi moderate e cat-
toliche a quelle pi a sinistra:
come riesce a tenere insieme
un gruppo con tante diversit?
Da pi parti e in pi occasio-
ni, abbiamo sempre ribadito che
siamo una coalizione unita, per-
ch costruita sui contenuti e non
sui tatticismi politici. Con le altre
forze della coalizione ci sono
davvero tantissimi punti in comu-
ne, dalla coesione sociale alla
trasparenza, dal welfare di comu-
nit alla legalit. Le forze della
coalizione e le persone che le
compongono arrivano da storie
diverse, certo. Ma questa diver-
sit anche ricchezza e c' l'in-
telligenza e la volont di lavorare
insieme per il bene della citt.
Questo ci che ci unisce.
La possibilit di istituire un
registro delle unioni civili viene
fortemente caldeggiato da ta-
luni e guardato con diffidenza
da altri. Cosa pensa di fare?
Ho perso il conto di quante
volte, dall'inizio della campagna
elettorale, ho gi risposto a que-
sta domanda. Il registro delle
unioni civili non mi sembra uno
strumento concreto, ma ne capi-
sco anche il significato simbolico.
Si vorrebbe che su questi temi
solo lopinione di un sindaco con-
tasse? Non sar cos. Questo il
tempo del confronto, il mio impe-
gno, anche in luoghi istituzionali
come il Consiglio comunale, sar
quello di garantirlo. Contrapposi-
zioni ideologiche senza capacit
di confronto hanno spesso impe-
dito di costruire soluzioni: forse
anche per questo la centralit
della famiglia spesso solo nelle
dichiarazioni strumentali di alcuni
e laffermazione di diritti sociali
importanti non ancora raggiun-
ta. Concretezza nel combattere le
discriminazioni e nelladottare ve-
re politiche rivolte alle famiglie e
volont di confronto civile, senza
slogan, nelle istituzioni prima che
nelle piazze, sono una risposta
chiara, frutto di un percorso lun-
go e di esperienza personale.
Alcuni sondaggi la danno de-
cisamente avanti rispetto al
suo avversario, Oreste Perri.
Secondo lei si andr al ballot-
taggio o pensa di poter vincere
al primo turno?
Noi speriamo di vincere al pri-
mo turno. Abbiamo percepito
grande e crescente entusiasmo
in questa nostra campagna elet-
torale. Certo, ci rendiamo conto
che undici candidati sindaci sono
davvero molti. Per noi, questo
indicazione della frammentazione
che c' in citt. Se si andr al se-
condo turno, affronteremo i pros-
simi quindici giorni con lo stesso
entusiasmo, la stessa carica di
novit e lo stesso impegno ad
unire le forze.
Parliamo di programma: il
suo motto, Fare nuova la cit-
t, promette grandi cose. In
che modo intende rinnovare
Cremona, in concreto? Cosa
dovr cambiare?
Dovremo cambiare tantissime
cose. Due su tutte. Occorre una
riforma della macchina comuna-
le, a partire dalle energie positive
che in Comune ci sono e coinvol-
gendo chi vi lavora. Sto lavoran-
do alle deleghe assessorili che
dovranno essere assegnate in
modo tale che gli assessori lavo-
rino insieme, facciano squadra.
Solo cos, a cascata, possiamo
avere effetti positivi sui diversi
uffici. E, secondo, lanciare un
patto sul lavoro che in citt una
grande emergenza. Su questo,
abbiamo proposto passi concreti
da fare. Ne ricordo due: dobbia-
mo riprendere in mano la partita
di Expo perch non c' pi tempo
da perdere e il Comune deve es-
sere protagonista; dobbiamo ri-
prendere in mano e concludere il
Polo Tecnologico.
Lei ha parlato spesso di fare
rete, di lavorare insieme. Sono
per le stesse cose che ha
sempre ribadito anche lattuale
sindaco Perri. In che modo lei
pensa di poterlo fare? Nel caso
venisse eletto, che cosa far
nei primi 100 giorni?
`Quello che ha fatto questa
amministrazione, come capacit
di lavorare insieme, sotto gli
occhi di tutti. Noi, in questa cam-
pagna elettorale, abbiamo speri-
mentato come si pu ascoltare i
cittadini avendo un metodo e co-
me si pu far incontrare interessi
diversi, per arrivare a progetti
condivisi. Questo sar il metodo
che adotteremo se saremo al go-
verno della citt. Nei primi cento
giorni? Elaborare un patto per il
lavoro, rivedere mobilit e fare un
piano della manutenzione (dicia-
mo cosa facciamo in quanto tem-
po), favorire accesso al credito e
riprendere in mano il fondo soli-
dariet, costruire pi porte di ac-
cesso ai servizi e un progetto per
linfanzia.
G
Domenica 25 maggio si vota. Proponiamo le interviste ai candidati sindaco Galimberti e Perri e le dichiarazioni di voto degli altri candidati
Ci uniscono lintelligenza e la volont di lavorare insieme per il bene della citt
Venerd 23 Maggio 2014
6
Subito un patto per il lavoro:
in citt una grande emergenza
verso il voto - elezioni amministrative
Nei primi
cento giorni:
loccupazione,
la mobilit,
il piano della
manutenzione,
favoriremo
laccesso al credito
e il fondo
di solidariet
Votate Movi mento per Cremona
Scotti Sindaco perch partendo da pic-
coli passi vogliamo creare una grande
citt. Tra i nostri punti salienti: sicurezza,
impresa e lavoro, cultura e turismo,
commercio, ambiente, snellimento della
burocrazia, welfare e sport. La passione
per il mio territorio e la condivisione di
un nuovo progetto per Cremona, mi
hanno condotto con alcuni amici, ad in-
traprendere la via di un impegno civile
per la nostra comunit. Ora, da cittadi-
no, lontano dagli schieramenti partitici,
non voglio e non posso pi attendere il
necessario o quanto promesso e mai
realizzato. Se sarete con me in questo
cammino, vivremo insieme, passo dopo
passo, i cambiamenti che vogliamo, co-
minciando dalle piccole cose.
Il voto utile quello per il cambia-
mento: rilanciare Cremona partendo
dai cremonesi. Siamo tre candidati
che si stanno giocando la partita per
diventare sindaco. Gli altri due gi li
conosciamo: la sinistra ha governato la
citt per lunghi anni, ha affossato il
commercio con i centri commerciali e
sbagliato la viabilit. Questa ammini-
strazione guidata da Perri ha spalanca-
to le porte agli immigrati e ha aumen-
tano le tasse e i parcheggi a pagamen-
to. Per vincere servir il ballottaggio,
ma gi dal voto di domenica i cremo-
nesi possono scegliere con convinzio-
ne la strada del rilancio. Io ho soluzioni
concrete, competenza, idee chiare e la
forza di rinnovamento dei giovani.
Cremona Citt Nova rappresenta
il voto utile: perch votare per chi
ha gi fallito ieri serve solo a lamen-
tarsi domani; perch fidarsi di chi si
dimostrato incompetente fa male
alla nostra citt; perch credere ai
venditori di fumo lascia le mani pie-
ne di niente; perch fidarsi di chi
promette l'impossibile garanzia di
fallimento. Cremona Citt Nova
una lista libera da condizionamenti,
concreta nelle proposte, compe-
tente nelle persone. E' il vero voto
utile per chi crede che uscire dalla
stagnazione si pu. E' la sola ga-
ranzia di sviluppo per la nostra citt
Cremona Citt Nova riparte dai cit-
tadini, per i cittadini, con i cittadini!
Torna a credere, ricomincia a lottare,
questo lappello agli elettori. Non siamo
un voto di scambio, non siamo il centro-
destra o il centrosinistra che andranno al
ballottaggio poich gi designati. Votate
per rendere forti i vecchi sogni, votate
CasaPound Italia. Noi consideriamo no-
stro dovere, per la rinascita della nostra
citt e, di conseguenza, della nazione,
operare per linteresse del popolo italia-
no, perch ne abbiamo a cuore il destino,
la bellezza e la dignit sociale. Nostre
priorit, le basi per costruire una famiglia:
casa di propriet attraverso il Mutuo So-
ciale, graduatorie agevolate per gli appal-
ti pubblici alle aziende cremonesi e detas-
sazione per le nuove imprese nei primi
cinque anni di attivit. Senza dimenticare
listruzione pubblica e gratuita per i nostri
figli, che possa tornare, un giorno ai livelli
di eccellenza.
Chiediamo ai cittadini elettori di votare la
nostra lista perch l'unica realmente di sini-
stra, visto la scelta di Rifondazione e Sel di
appoggiare direttamente Galimberti, il candi-
dato del Pd. La giunta di Perri insieme a
quella di centro-sinistra, che l'ha preceduta,
sono state direttamente responsabili della
devastazione, sociale e ambientale, della
nostra citt. Inoltre denunciamo pubblica-
mente quelle liste che, per una manciata di
voti, fanno leva sul razzismo. Le altre liste
minori, in un eventuale ballottaggio, tente-
ranno di appoggiare il candidato che promet-
ter loro qualche poltrona. Noi invece invite-
remo i cittadini a partecipare attivamente alle
lotte che stanno nascendo anche sul nostro
territorio; lotte in difesa del lavoro e dei diritti,
contro i saccheggi e privatizzazioni che,
chiunque vinca queste elezioni, porter
avanti.
Carmine sCotti
alessandro zagni
laura Carlino
gianluCa galli
mirko seniga
movimento Per Cremona
lega nord
Cremona libera
Cremona Citt nova
CasaPound italia Cremona
Partito di alternativa Comunista
niziata tardi rispetto al suo
avversario, la campagna
elettorale di Oreste Perri
stata, nell'ultimo mese, de-
ci samente i ntensa, con
molti incontri con i cittadini: dai
quartieri alle associazioni di cate-
goria, dalle scuole al terzo setto-
re, fino alle piazze e al mercato.
Per la conclusione della campa-
gna elettorale, Perri ha dato ap-
puntamento, prima, per un aperi-
tivo presso il comitato elettorale,
quindi la festa di chiusura prose-
guir alle ore 21 in piazza Roma
A due giorni dalla scadenza
elettorale, le chiedo un breve
bilancio della campagna eletto-
rale. Una campagna iniziata in
ritardo, rispetto a Galimberti
Nessun ritardo. Sto ancora
facendo il sindaco ed mio dove-
re continuare a farlo sino all'ulti-
mo giorno. I miei competitor han-
no avuto la necessit di farsi co-
noscere. La mia campagna elet-
torale stata all'insegna della
sobriet e dell'incontro con la
gente, nei quartieri, nelle vie e nei
luoghi di aggregazione. Ma non si
discostata molto da quanto ho
quotidianamente fatto in questi
cinque anni. Perch alla fine a
contare sono i fatti, e durante la
mia amministrazione di fatti ce ne
sono stati moltissimi.
Il nostro direttore, Tamburini,
nell'editoriale del numero scor-
so sosteneva che, a suo avviso,
lei ha ricevuto poco supporto
dai partiti che compongono la
sua coalizione. Cosa mi dice a
proposito?
Pur condividendo le decisioni
con i partiti e le liste civiche che
mi sostengono, ho mantenuto la
mia autonomia personale pre-
stando attenzione alle esigenze
della citt e ai bisogni dei singoli
cittadini.
Cinque anni fa lei rappresen-
tava la novit, per quanto fosse
una persona gi molto cono-
sciuta. Stavolta Galimberti a
ricoprire questo ruolo: ritiene,
per questo, di essere svantag-
giato?
Non mi sento affatto svantag-
giato, anzi. I risultati del lavoro
compiuto dalla mia amministra-
zione sono sotto gli occhi dei
cremonesi. Abbiamo ottenuto
grandi risultati nonostante molte
difficolt, non da ultima quella
economica: il Comune di Cremo-
na ha subito un taglio di trasferi-
menti statali del 46,3%. Nono-
stante questo abbiamo investito
84 milioni di euro in opere pubbli-
che, di cui 51 milioni ottenuti da
finanziamenti europei e statali, e
contributi di privati.
Non solo, abbiamo ridotto la
spesa pubblica, tagliando colla-
borazioni esterne (-65%), costi di
rappresentanza (-87,9%) e inden-
nit (-23,4%). Abbiamo messo in
pratica un nuovo e concreto me-
todo di amministrare, coinvolgen-
do i privati nel nostro progetto di
citt. Il mio lavoro di questi anni
la dimostrazione di chi sono. For-
se non sono una persona nuova
nella politica, ma resto una per-
sona che fa politica al servizio dei
cittadini, senza avere apparte-
nenza partitiche di nessun tipo.
Ho stima di Galimberti, ma fac-
cio fatica a vedere in lui il nuo-
vo: dietro ci sono le stesse per-
sone che hanno governato la cit-
t per cinquant'anni, lasciandola
in pessime condizioni. Il buco di
piazza Marconi, che oggi stentia-
mo a ricordare guardando la bel-
lezza del Museo del Violino, re-
ster per sempre l'emblema di
quel tipo di politica.
Alcuni suoi alleati sono poi lon-
tani dalla sua storia e dal suo
credo di persona cattolica. Mi
vengono in mente le parole pro-
nunciate da Vendola a Cremona
contro il mondo cattolico e da cui
lui non si nessun modo distac-
cato.
In passato lei si pi volte
lamentato delle eccessive in-
gerenze da parte dei partiti e
innegabilmente ha subito le
pressioni dei cos detti poteri
forti: oggi come sono i rapporti
con le componenti della coali-
zione? Pensa di riuscire, se vin-
cer, a governare la citt man-
tenendo l'autonomia necessa-
ria?
Una cosa che mi ha contrad-
distinto dai miei predecessori
che ho applicato il metodo della
competenza. Non ho guardato
all'appartenenza politica, non mi
sono fatto influenzare, sono stato
trasversale, ho sempre ascoltato
tutti. Ma alla fine, l'ultima decisio-
ne sempre stata la mia, senza
condizionamenti, ma con l'obiet-
tivo dell'interesse della nostra cit-
t.
I sondaggi riportano Galim-
berti in vantaggio su di lei: le
risulta? E' preoccupato?
I sondaggi sono come le pre-
visioni del tempo, a volte sbaglia-
no. Ricordo gli errori macroscopi-
ci in cui sono incorsi nelle ultime
votazioni. Non sono preoccupa-
to, il lavoro di cinque anni il no-
stro miglior biglietto da visita,
quello che ci rende affidabili. Mi
presento alle elezioni con sereni-
t, data dalla consapevolezza di
avere fatto il massimo possibile i
risultati sono sotto gli occhi di
tutti.
Parliamo di programma: lei
ha detto di volersi ricandidare
perch lasciare adesso sareb-
be come interrompere una gara
a met. Quali sono le sue prio-
rit? Ci sono degli errori da
correggere?
Con il primo mandato abbia-
mo dovuto porre rimedio a situa-
zioni critiche lasciate irrisolte per
anni dalle precedenti ammini-
strazioni, ci siamo concentrati a
porre le basi dello sviluppo della
citt che vogliamo, ora giunto il
momento di presentarla e farla
funzionare. Solida nelle sue radi-
ci e proiettata nel mondo con le
sue eccellenze. Alcune cose so-
no da migliorare ancora: ci can-
didiamo anche per questo. Su
ogni scelta ci abbiamo sempre
messo la faccia e abbiamo cer-
cato la massima condivisione
con tutti i cittadini.
Lei ha pi volte dichiarato
che, in caso di ballottaggio,
non apprezza il mercato dei
voti: come pensa di comportar-
si, se si verificher tale condi-
zione?
Se andremo al ballottaggio ci
confronteremo sui programmi e
sulle idee che sono l'unico pre-
supposto per coalizzare davvero
una maggioranza. La mia storia di
sindaco lo insegna.
La Lega ha deciso di correre
da sola, ma in molti ipotizzano
un successivo apparentamen-
to, in fase di ballottaggio: riu-
scirete a seppellire l'ascia di
guerra e tornare a lavorare in-
sieme, dopo tutto quello che
successo in questi anni?
Come ho appena detto le co-
alizioni si devono formare sulla
condivisione di programmi. E con
quello della Lega abbiamo punti
in comune. Staremo a vedere, mi
auguro che l'interesse verso la
citt e il buon senso prevalgano.
I
Domenica 25 maggio si vota. Proponiamo le interviste ai candidati sindaco Galimberti e Perri e le dichiarazioni di voto degli altri candidati
Ho applicato il metodo della competenza, senza guardare allappartenenza politica
7
Abbiamo posto le basi per lo sviluppo
della citt. Ora la faremo funzionare
verso il voto - elezioni amministrative
Al ballottaggio
ci confronteremo
sui programmi.
Con la Lega
ci sono punti
in Comune.
Spero prevalga
linteresse
verso la citt
Il mio invito a votare, in un momento
cos difficile, ha un duplice valore: il
valore di ogni cittadino e il valore di
ogni cittadino che rappresento. Non
basta argonemtare e protestare, ne-
cessario che ognuno, con il proprio
voto, testimoni la propria lealt e ap-
partenenza a questa citt. I prossimi
cinque anni saranno cruciali per Cre-
mona, e il voto di domenica vale qundi
due volte, perch chi sar eletto dovr
essere persona capace e cremonese
doc, nella testa e nel cuore. Se crede-
te nella ripresa economica della citt,
con il vostro voto potete testimoniarlo,
votando Terzo Polo, che ha puntato la
propria campoagna elettorale sul re-
cupero economico, commerciale e
turistico di Cremona.
I cremonesi devono votarci perch
siamo un gruppo di non politici, ai qua-
li interessa soltanto il bene del cittadi-
no e non stiamo n a destra n a sini-
stra. Non ci interessa la poltrona a tutti
i costi. Il nostro programma va dallo
stop del consumo del suolo, all'atten-
zione all'ambiente, sallo stop dell'ince-
neritore al sostegno al sociale, dalla
viabilit e all'attenzione agli animali. Se
si vuole cambiare la citt si deve votare
Verdi. il nostro motto "Cremona cam-
bia". Votare ancora i soliti noti - che poi
sono ancora quelli che ci governano
da Roma pur non essendo stati votati
dal popolo - mi pare un perseverare in
errori gi fatti. La gente che si lamenta
abbia il coraggio da dar vita al cambia-
mento. Votate i Verdi.
Il MoVimento 5 Stelle si presenta alla
citt con grandi aspettative. I nostri par-
lamentari, i nostri consiglieri regionali e
comunali sono gli unici che si autoridu-
cono lo stipendio e sono gli unici che
combattono concretamente contro gli
sprechi della politica. Invitiamo i cittadini
cremonesi a riflettere su queste semplici
considerazioni, prima di sprecare il voto
in nome dell'abitudine, della paura di
cambiare, della pigrizia che ostacola la
capacit di mettersi in gioco in prima
persona. A Cremona il MoVimento 5
Stelle vuole prendere esempio dalle pa-
role di Severn e guidare i nostri concitta-
dini ad un risveglio prima di tutto morale,
oltre che culturale, economico e sociale.
Abbiamo bisogno del vostro voto, ma
soprattutto del vostro sostegno.
Votaci perch mettiamo al centro Te,
come abbiamo gi fatto negli scorsi 5
anni di amministrazione, proponendo il
quoziente familiare, con le battaglie per il
rispetto dell'ambiente e per la tutela del
territorio, insistendo per il taglio dei costi
della politica; ma lo faremo anche in futu-
ro e con maggior decisione se i cittadini
cremonesi ci sosterranno e ci daranno fi-
ducia! Sar centrale il tema del rilancio
dell'economia e del commercio, in una
citt che rischia di morire. Penseremo a
come trovare un posto di lavoro per i
giovani. Noi sappiamo come sfruttare le
eccellenze della nostra Citt per portare
turismo e creare opportunit di crescita.
Ridurremo il carico fiscale per i cittadini
mantenendo la qualit dei servizi erogati
dal Comune.
Pietro enrico signorini
Juri alessandro Brocchieri
Maria lucia lanfredi
giusePPe foderaro
terzo Polo per cremona
Verdi
MoVimento cinque stelle
Popolari Per litalia - udc
Domenica 25 maggio, dalle 7 alle 23
coMe si Vota
Il cittadino pu esprimere il proprio voto in tre modi diversi:
1. tracciando un segno solo sul simbolo di una lista, asse-
gnando in tal modo la propria preferenza alla lista contrasse-
gnata e al candidato Sindaco da quest'ultima appoggiato;
2. tracciando un segno sul simbolo di una lista, eventual-
mente indicando anche la preferenza per uno dei candidati
alla carica di Consigliere appartenenti alla stessa lista, e
tracciando contestualmente un segno sul nome di un candi-
dato Sindaco non collegato alla lista votata: cos facendo si
ottiene il cosiddetto "voto disgiunto";
3. tracciando un segno solo sul nome del Sindaco, votando
cos solo per il candidato Sindaco e non per la lista o le liste
a quest'ultimo collegate.
Nei Comuni con pi di 15.000 abitanti eletto Sindaco al pri-
mo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta
dei voti validi (almeno il 50% pi uno).
gli scrutini
Lo scrutinio delle elezioni europee inizier subito dopo la
chiusura della votazione, mentre lo spoglio delle schede per
le elezioni comunali inizier alle ore 14 del luned successivo.
quando si Vota
alessandro zagni: stop al consumo di suolo
m5s, festaal cittanovadi fine campagnaelettorale
Stop al consumo di suolo
e massimo impegno nel recu-
pero degli immobili dismessi.
E' questo il punto fondamen-
tale emerso dall'incontro tra
Alessandro Zagni, candidato
sindaco della coalizione che
unisce Lega Nord e Cremo-
na Libera con Zagni e Giovan-
ni Bassi, geologo, presiden-
te della sezione cremonese
dell'associazione Italia Nostra.
Ancora in questi ultimi anni -
ha detto Zagni - si dato il via
libera a nuove edifcazioni, sia
di carattere commerciale che
abitativo, delle quali Cremona
non aveva assolutamente bi-
sogno, considerato che le sti-
me parlano di circa 1.500 al-
loggi vuoti in citt. L'unico
effetto ottenuto con questa
politica stato quello di raf-
forzare il deprezzamento de-
gli immobili, gi intenso a cau-
sa della crisi. La mia proposta,
che ho illustrato e condiviso
con il presidente di Italia No-
stra - ha proseguito Zagni -
di riqualifcare aree e strutture
dismesse, ovunque siano, in
centro come nei quartieri peri-
ferici. Anzich costruire nuovo
cemento e rubare terreno ver-
de, dobbiamo rammendare i
tanti contenitori vuoti, avvan-
taggiando con incentivi coloro
che ristrutturano perseguen-
do fnalit di risparmio ener-
getico ed energia pulita. Gli
edifci cos recuperati dovran-
no poi essere messi a dispo-
sizione, attraverso contratti
di afftto a canone concorda-
to o bandi di edilizia residen-
ziale agevolata, con accesso
prioritario per le famiglie e le
giovani coppie. Purtroppo tut-
ti coloro che hanno un lavoro
precario o che, peggio, sono
disoccupati, non riescono ad
ottenere i mutui dalle banche
e nella migliore delle ipotesi
sono costretti a trovare solu-
zioni abitative fuori dalla cit-
t. Noi vogliamo che Cremona
torni a ripopolarsi trattenendo
i giovani, offrendo loro acces-
so alla casa e opportunit di
lavoro.
Alle ore 24 di venerd 23
maggio si chiuder la cam-
pagna elettorale in vista del-
le consultazioni europee e lo-
cali in programma domenica
25 maggio. A partire dalle ore
18, il MoVimento 5 Stelle Cre-
mona occuper la piazza an-
tistante Palazzo Cittanova, in
corso Garibaldi, con gazebo,
tavolini e schermi per la proie-
zione in streaming del grande
evento di piazza San Giovanni
a Roma, ultima tappa del #Vin-
ciamoNoiTour. Grazie alle of-
ferte dei nostri volontari, ver-
r messo a disposizione un
buffet con bibite e generi ali-
mentari - fa sapere la candida-
ta Lucia Lanfredi -. Da Roma,
inizieranno a parlare i nostri
senatori, i nostri deputati e i
nostri candidati alle elezioni
europee, poi, dalle ore 21, toc-
cher a Beppe Grillo rendere
ancora pi vivo e consapevo-
le l'entusiasmo crescente del
#VinciamoNoiTour, con l'ope-
razione sorpasso ai danni del
Pd che gi entrata in esecu-
zione. La manifestazione avr
luogo in qualsiasi situazione
atmosferica, dato che stata
messa a disposizione anche la
saletta al piano terra di Palaz-
zo Cittanova.
cronaca Venerd 23 Maggio 2014
8
L'agricoltura sociale pu rap-
presentare una nuova opportunit
per le imprese, per i lavoratori:
consente infatti di sperimentare
nuove pratiche di welfare, di tute-
la e valorizzazione dell'ambiente.
Se ne parlato mercoled sera in
un convegno durante il quale si
fatto il punto sul ruolo del Parla-
mento e degli enti locali in questo
scenario, con la partecipazione
dell'onorevole Franco Bordo e
della capolista di 'Sinistra per
Cremona', Rosita Viola. Li abbia-
mo intervistati.
On. Bordo, quali sono i van-
taggi per gli Enti Locali della
proposta di legge per l'Agricol-
tura Sociale da lei presentata?
LAgricoltura Sociale unisce
bisogni, identit, tutele ed istanze
di libert per tutti i cittadini, indi-
pendentemente dalle loro pi o
meno elevate abilit. In questo si
ritrova il valore del lavoro non solo
come fonte di reddito individuale,
ma anche come elemento fon-
dante di una societ pi giusta e
coesa. La legge pu essere una
risorsa per i nostri Enti Locali, che
avranno a disposizione uno stru-
mento operativo attraverso il qua-
le applicare le politiche di welfare
in ambito territoriale, e la concreta
opportunit di intercettare fondi
europei destinati a questo tipo di
agricoltura.
Rosita Viola, capolista di Si-
nistra per Cremona-Energia Ci-
vile, come intendete utilizzare
questa legge nel Comune di
Cremona?
Lagricoltura sociale pu offri-
re diversi servizi finalizzati a per-
seguire il benessere delle persone
e quindi rispondere ad un pi am-
pio bisogno di politiche di welfa-
re; le attivit sono finalizzate a
generare benefici inclusivi, favo-
rire percorsi terapeutici, riabilitati-
vi e di cura; sostenere linseri-
mento sociale e lavorativo delle
fasce di popolazione svantaggia-
te e a rischio di marginalizzazio-
ne; favorire la coesione sociale, in
modo sostanziale e continuativo.
Il nostro sistema di welfare sem-
pre pi in difficolt e una legge
come questa utile per non solo
per il welfare ma anche per pro-
muovere opportunit lavorative.
I servizi territoriali, le asso-
ciazioni di categoria, sono
pronti per recepire tale innova-
zione?
La legge per lAgricoltura So-
ciale, considerata la vocazione
agricola del nostro territorio, po-
trebbe offrire enormi potenzialit
per sviluppare attivit strutturate
per la comunit. Nel nostro pro-
gramma proponiamo un Piano
Verde, per creare nuove opportu-
nit lavorative, coniugando tradi-
zione e innovazione sociale, inte-
grazione tra citt e campagna, tra
agricoltura e agglomerati residen-
ziali. E necessario per un cam-
bio culturale e maggiori investi-
menti in questa direzione da parte
non solo del Comune ma anche
di tutti gli attori del territorio. Il
Comune ha molti strumenti per
favorire questo processo: orti ur-
bani, promozione dei gruppi di
acquisto solidale, prodotti biolo-
gici nelle mense scolastiche e
aziendali, filiera corta e marchi di
qualit ecologica per la distribu-
zione.. Purtroppo in questi anni
abbiamo assistito da parte della
Giunta Perri ad una aumento della
cementificazione e ad iniziative di
facciata in ambito ambientale
senza idee innovative che potes-
sero attrarre risorse per il welfare
e per il lavoro.
SEL Franco Bordo: Si ritrova il valore del lavoro come elemento di una societ coesa. Rosita Viola: Un pino verde per creare lavoro coniugando tradizione e innovazione
Agricoltura sociale, una nuova
opportunit per il territorio
di Giulia Sapelli
appuntamento con le elezio-
ni europee quest'anno
particolarmente sentito an-
che dalla popolazione, forse
resasi conto negli ultimi anni
di quanto sia diventato importante con-
tare qualcosa tra le potenze europee.
Ne parliamo con Angelo Ciocca (Lega
Nord), candidato alle elezioni europee
nella circoscrizione Nord-Ovest. Pur-
troppo in Italia la politica non ha mai
dato la giusta considerazione alle ele-
zioni europee, che ha sempre conside-
rato come "il cimitero degli elefanti",
mandando avanti tutti i vecchi e facen-
do s che l'Italia fosse penalizzata. In
questi ultimi anni l'Unione Europea non
ha fatto la forza dei Paesi che la com-
pongono, ma solo di alcuni: i pi forti,
infatti, hanno lucrato sulle digrazie di
quelli pi deboli, come l'Italia. Ma se c'
un'Europa che mette mattoni nello zaino
di alcuni Paesi, qualcosa non va. Pur-
troppo ci troviamo in un'Europa che
blocca le nostre risorse nelle emergenze
clandestini, non permettendoci di anda-
re avanti. Per questo necessario che
vengano elette persone che siano moti-
vate, che abbiano passione e coraggio.
Cosa ci ha portato a trovarci in una
situazione cos difficile, nei rapporti
con l'Europa?
Tutto questo accaduto perch la UE
ha messo in campo delle politiche che
hanno ucciso il nostro Paese. Basti pen-
sare alla volont di privilegiare una agri-
coltura di quantit piuttosto di una agri-
coltura di qualit. O ancora, l'aver av-
vantaggiato le multinazionali a discapito
del piccolo artigianato, o la grande di-
stribuzione organizzata rispetto ai nego-
zi di vicinato. Ci troviamo in un'Europa
che punta a rendere sempre pi povero
il nostro popolo, perch in questo modo
pi facile controllarlo e comandarlo,
spingendolo verso il business della glo-
balizzazione. Se la gente ha pochi soldi,
si concentrer pi facilmente nel rispar-
mio che comporta la grande distribuzio-
ne organizzata, e non acquister i pro-
dotti locali, un po' pi costosi ma di
qualit migliore. In questo modo si con-
tinuer ad affossare la nostra econo-
mia.
Una delle vostre battaglie portanti
quella del "Basta euro"...
Vogliamo che l'Italia torni ad avere la
propria sovranit monetaria. La moneta
unica ci mette spesso in difficolt e con-
sente alla Germania di approfittarsene.
Basta vedere quello che sta accadendo
con l'immigrazione clandestina: un co-
sto che ricade tutto sulle spalle dell'Ita-
lia. Basta pensare che gli stranieri in
carcere costano all'italia un miliardo di
euro, mentre 200 milioni il costo dei
clandestini. Tutte risorse che devono
tornare alle politiche attive del lavoro.
Questa per me una battaglia molto
importante. Per questo ho girato uno
spot, nei giorni scorsi, che ha gi fatto il
giro del mondo sul web, in cui cinque
stranieri di diversi Paesi, nella propria
lingua di provenienza, spiegano ai loro
connazionali come stanno davvero le
cose in Italia, facendo notare che non
il Paese delle grandi opportunit come
molti vorrebbero far credere. Spiegano
che la situazione qui difficile, e che
non vi sono grandi opportunit. Questo
lavoro dovrebbe farlo il Governo italia-
no, invece su questi temi abbiamo solo
una grande assenza.
Inoltre venerd, insieme a una delegazio-
ne di disoccupati, mi reco a Lampedu-
sa, facendo al contrario il "viaggio della
speranza", e avarcando sulle coste stra-
niere, per sensibilizzare innanzitutto
quei Paesi sulla reale situazione del no-
stro Paese, ma anche per sensibilizzare
il Governo Italiano e quello europeo a
riflettere sulla situazione. Basta buttare
soldi nell'emergenza clandestini, quan-
do in Europa nessuno fa niente per mi-
gliorare la situazione.
L
Angelo Ciocca, candidato alle europee per la Lega Nord: In Italia la politica non ha mai dato la giusta considerazone alle elezioni europee
INteRVIStA AL CANdIdAto SINdACo oReSte BINI, deLLA LIStA BoNemeRSe UNItA
La Ue ha fatto politiche che ci hanno svantaggiato
A Bonemerse sono tre le liste
civiche e altrettanti i candidati
sindaco che si contenderanno,
domenica 25 maggio, la guida
dell'amministrazione cittadina
per il prossimo quinquennio
2014- 2019. La lista Bonemer-
se Strade Nuove, con l'archi-
tetto Angelo Garioni, la lista
2014 Bonemerse Ora com-
posta da tanti giovani che desi-
derano attivarsi per il bene del
Paese, con candidato sindaco
James Carminati e la lista Bo-
nemerse Unita che rappresenta
l'attuale maggioranza, che com-
prende il sindaco uscente Luigi
Guarneri, e propone come can-
didato sindaco il geometra Ore-
ste Bini, vice sindaco e asses-
sore allo sport e servizi sociali
della giunta uscente. Lo abbia-
mo intervistato.
Dottor Bini, nella brochure
di presentazione della sua lista
leggo: Con e per Bonemerse,
tra passato, presente e futu-
ro. Ci parli del passato, del
presente e soprattutto del fu-
turo di Bonemerse.
Il nostro intento sempre
stato quello di offrire servizi per
migliorare la qualit della vita dei
nostri concittadini. In questi anni
abbiamo raggiunto molti degli
obiettivi che ci eravamo prefissa-
ti e contemporaneamente siamo
riusciti a soddisfare tutte le esi-
genze e i bisogni della nostra
gente che si sono presentati. Og-
gi dobbiamo tenere conto che la
situazione politicoamministrati-
va impostaci dal Governo impo-
ne una riduzione delle risorse e
una limitata autonomia finanzia-
ria imposta dal Patto di Stabilit.
Quindi, oggi, c' l'assoluta ne-
cessit di razionalizzare ed otti-
mizzare i costi di tutta l'attivit
amministrativa, senza per questo
ridurre la quantit e la qualit dei
servizi erogati. Il nostro obiettivo
sar di ricorrere ai contributi
pubblici provinciali, regionali e
europei, mantenendo cos il livel-
lo di tassazione attuale.
E per il futuro?
Per quanto riguarda il futuro
ci candidiamo per amministrare
Bonemerse perch siamo ani-
mati, come ieri, da spirito di ser-
vizio, esperienza e competenza:
questi saranno i nostri punti di
forza. Quindi punteremo in parti-
colare alla salvaguardia della sa-
lute dei cittadini, adeguandoci al
Patto dei Sindaci Europei e ade-
rendo al piano dei rifiuti del co-
mune di Cremona che prevede
la Tariffa Puntuale (paghi quanto
butti). Un altro punto importante
del nostro programma, che pen-
sa al futuro dei nostri figli, riguar-
da la formazione e la cultura, con
l'offerta didattica integrativa,
l'incentivazione delle manifesta-
zioni culturali, la gestione della
biblioteca. Vogliamo inoltre rea-
lizzare una zona WI-FI gratuita.
Per il sociale?
Intendiamo porre una atten-
zione particolare ai servizi sociali:
alle persone, alle famiglie, ai di-
sabili ed agli anziani; per questo
continueremo a sostenere le as-
sociazioni di volontariato locale.
Quali opere volete mettere in
atto a livello di infrastrutture e
urbanistica?
Tra le opere che intendiamo
realizzare, c' l'ampliamento del
cimitero, la riqualificazione di al-
cuni locali della scuola, la realiz-
zazione dell'arredo urbano di via
Roma e Piazza Mazzini. Tra cose
presentate nel nostro program-
ma, mi piace evidenziare, la que-
stione della sicurezza, attraverso
l'istallazione di telecamere in
punti strategici del Paese. Preve-
diamo anche di migliorare il reti-
colo idrico che attraversa il terri-
torio comunale per prevenire i ri-
schi di allagamenti. Particolare
attenzione verr posta alle esi-
genze delel attivit produttive:
agricole, artigianali e industriali e
delle attivit turistico-commer-
ciali attraverso la partecipazione
ai distretti del commercio. Insom-
ma, lavoreremo per far fronte ai
problemi reali di Bonemerse e dei
suoi abitanti.
punteremo sulla salvaguardia della salute
adeguandoci al patto dei sindaci europei
Esperienza e competenza i nostri punti di forza
Una delle grandi sfide che dovr
affrontare chiunque vincer le
elezioni quella del rilancio del
centro storico, che da troppo
tempo sta affrontando una crisi
pesante che si traduce nella chiusura di al-
cune attivit, in particolare negozi. Le pro-
poste dei candidati sindaco sono molteplici.
Tuttavia per il rilancio di una parte di citt,
non si pu non prendere in considerazione il
suo sviluppo complessivo: ne convinto
l'architetto Massimo Terzi, gi assessore
comunale ma da tempo fuori dai giochi del-
la politica.
La strategia urbanistica ha bisogno che fi-
nalmente si capisca che, nella citt esisten-
te, sono rintracciabili opportunit uniche ed
indispensabili per un suo sviluppo.
Mi sto accorgendo che in questi anni il cen-
tro storico versa in uno stato di abbandono,
imbruttimento, scarsa manutenzione: si
tratta di un progressivo moto centrifugo che
sta svuotando il centro, facendo venir meno
quello che noi architetti chiamiamo "effetto
citt", portandola ad una pericolosa ed ine-
sorabile omologazione.
Qual la causa di questo fenomeno?
Siamo in presenza di una crisi economi-
ca drammatica ed il settore immobiliare sta
pagando, pi di tanti altri, la scarsa pro-
grammazione del passato e la grave man-
canza di risorse necessarie per gli investi-
menti. Ma la crisi economica non lunica
causa dello stato attuale delle cose: c,
sostanzialmente, una citt rinunciataria e
fatalista e poco propensa ad affrontare que-
sti temi ed una politica paralizzata dai limiti
del patto di stabilit e dalla mancanza ormai
cronica di finanziamenti.
Come se ne pu uscire?
Cercando di fare una programmazione
che non riguardi i cinque anni di mandato,
ma che preveda progetti complessi e di
lunga prospettiva, che lentamente portino a
un radicale cambiamento della citt. Citt
che deve essere considerata nel suo com-
plesso. In centro storico vi sono delle op-
portunit per creare un polo attrattivo, che
possa arginare il moto centrifugo di cui par-
lavo. Tale svuotamento prodotto dal fatto
che i centri commerciali periferici sono di-
ventati magneti attrattori, in quanto il centro
storico ha il deficit della scomodit e della
scarsa convenienza. Tuttvia esso mantiene
una sua suggestione, suscitando sensazio-
ni positive. Il problema, che queste sensa-
zioni si percepiscono solo in piazza del
Duomo... questo a non andare. Palazzi
pubblici e privati, chiese, luoghi, storie, cul-
tura locale, paesaggi urbani, se adeguata-
mente rivalutati ridarebbero a Cremona una
luce vera, pi autentica, non solo ridotta
allidentificazione con la nostra bellissima
Piazza Duomo. Credo che si possa ritenere
che il recupero dell estetica e della buona
architettura, oggi, non risponda pi soltanto
a finalit edonistiche e culturali perch, di
fatto, in qualche modo diventa un fattore di
investimento capace di apportare redditi e
promuovere flussi economici. I contenitori
storici proposti per una riflessione circa la
loro possibile destinazione duso sono
estremamente eterogenei e di diverso valo-
re.
In concreto, quale soluzione propone?
Due sono i comparti fondamentali da
sempre necessitanti di particolari attenzioni:
lambito del Vecchio Ospedale e quello
delle Ex Caserme. Tralasciando momen-
taneamente il primo, bisognoso di un pi
difficile e delicato completamento nelle de-
stinazioni duso, quello delle ex Caserme,
meglio conosciuto come Parco dei Mona-
steri , sicuramente la parte che, per le
condizioni di grave degrado in cui giace, gli
studi approfonditi, lelaborazione tecnica, e
lavvio di lavori recenti che gli sono stati
dedicati, meriterebbe un impulso maggiore
al recupero, con il coordinamento di un pro-
getto complessivo pubblico di lunga pro-
spettiva e di grande respiro che lasci una
traccia forte nella citt e coinvolga soggetti
diversi, pubblici e privati.
Stiamo parlando di strutture come Santa
Monica, San Benedetto, Santa Chiara, l'An-
nunziata, Corpus Domini che costituiscono
la parte occidentale del centro storico e
possono diventare un polo di attrattiva per
tutta la citt. L'importante che tutti venga-
no visualizzati in un progetto complessivo, e
non individualmente.
Del Parco dei monasteri in molti hanno
parlato, ma senza che poi nessuno arri-
vasse a mettere in atto un progetto defi-
nitivo...
Naturalmente non si pu improvvisare
nel definire la destinazione di questi grandi
contenitori, che dovranno avere funzioni
che siano adeguate alle tipologie da recu-
perare ed avere una radice solida nellambi-
to economico della citt ed una ricaduta
che duri nel tempo.
Mi sembrerebbe logico, quindi, candidar-
lo allinterazione fra attivit formativa, istru-
zione, ricerca, sperimentazione tecnologica
e collegarlo con la produzione perch di-
venga sede privilegiata di sostegno e pro-
mozione della filiera produttiva locale e dei
caratteri identitari della citt e del territorio.
La condizione pi felice quella che questi
chiostri, che sono contigui ed in successio-
ne, vengano concepiti come un unico
campus, scaturente dalla possibilit di
concatenazione di luoghi di grande sugge-
stione.
Questa zona diventerebbe cos una gran-
de cerniera urbana con una duplice funzio-
ne di pontetra centro storico, citt moder-
na e parco del Po e del Morbasco, o come
anello di quella concatenazione di ele-
menti di altissimo valore architettonico, ar-
cheologico ed ambientale che forma la co-
rona pi esterna del centro storico tra il sito
del castello e larea di Porta Po. Lo , inol-
tre, nella misura in cui il suo spazio di con-
nessione e relazione si dilatato aggiun-
gendo, ai monasteri di Santa Monica, San
Benedetto, Corpus Domini e Santa Chiara il
convento dellAnnunziata, che,se proprio si
ritiene che un ex convento sia la sede ap-
propriata, si presterebbe molto meglio ad
ospitare gli eventuali uffici di una Provincia
riconfezionata per la presenza di un vicino
parcheggio multipiano e di un facile acces-
so dalla via Massarotti. Questo permette-
rebbe di tornare al progetto di recupero di
Santa Monica per destinarlo al progetto
esecutivo iniziale, gi in fase di avanzata
attuazione (che doveva accogliere la facolt
di Paleografia Musicale); avviare levacua-
zione di San Benedetto dal gattile; permet-
tere, come si fece per il vecchio Ospedale
, un immediato uso di spazi verdi attrezzati
da parte di un quartiere che ne privo e,
quindi, inserire quei lotti nei percorsi pedo-
nali di attraversamento della citt.
Un progetto ambizioso ma anche pa-
recchio costoso...
Solo un inserimento in un quadro di ne-
cessit territoriali regionali con destinazioni
di livello superiore ed il ricorso ai fondi della
Comunit Europea si potrebbe pensare di
intervenire. Le politiche europee, infatti, og-
gi prevedono il rilancio del tema delle politi-
che urbane come volano del rilancio econo-
mico. Il recupero di questi edifici non solo
un elemento storico ed estetico, ma uno
strumento per il rilancio dell'economia della
citt, nella misura in cui porter nuovi posti
di lavoro ai giovani e nuove tipologie di atti-
vit. Se si ragione senza lavorare con l'an-
goscia di dover finire il mandato con dei
trofei da mostrare, credo che qualcosa di
buono possa essere fatto.
U
Lappello dellarchitetto cremonese Massimo Terzi ai candidati sindaco: Un progetto che non deve essere dimenticato
Occorre mettere in atto
una programmazione
che non riguardi
solo i cinque anni
di mandato,
ma che preveda progetti
di lunga prospettiva
Parco monasteri, un volano per leconomia?
Cronaca
Venerd 23 Maggio 2014
9
Finalmente la primavera
arrivata, e con essa la voglia
di muoversi, viaggiare, passa-
re un fine settimana fuori
porta e fare le prime vacanze.
Il Cta Acli promuove una serie
di gite e viaggi per tutti i
gusti.
Dal 29 maggio al 2 giu-
gno - VIAGGIO A PRAGA LA
CITT INCANTATA. Si visite-
ranno inoltre: Cesky Krumlov,
Kutna Hora ed il Castello di
Konopiste.
Dal 13 al 15 Giugno - un
viaggio in Istria - Itinerario
dellepoca veneziana. Si visite-
ranno: Parenzo, Pola, Isole
Brioni e Rovigno
Dal 06 al 27 luglio SOG-
GIORNI ESTIVI AL MARE A
SCANZANO JONICO - Sog-
giorni settimanali e quindicinali
a Scanzano Jonico in Basilicata
presso il Villaggio Portogreco
4***.
Dal 12 luglio al 9 agosto
soggiorni quindicinali ad
Andalo presso lHotel Stella
Alpina 3***.
Dal 10 al 17 Agosto - Un
Tour in Germania da Carlo
Magno alla Lega Anseatica. Si
visiteranno: Treviri, Aquisgrana,
Colonia, Brema, Lubecca, Berli-
no e Heidelberg.
Dal 20 al 24 Agosto - un
viaggio per visitare le meravi-
glie dellUgheria speciale. Si
visiteranno: Sopron, Fertod,
Pannonhalma, Budapest e
Gadollo.
Dal 28 al 30 Agosto - Un
viaggio in Germania e la
Baviera insolita. Si visiteranno:
Altotting, Passau, Berchtesga-
den e Salzberwerk.
Le iscrizioni e tutte le infor-
mazioni relative agli eventi
saranno fornite presso la
sede di via Cardinale G. Mas-
saia, 22 o contattando i
numeri di tel. 0372.800423,
800429. Le iniziative sono in le
nostre iniziative sono in colla-
borazione con il CTA di Crema
(Piazza Manziana 17. Crema
tel. 0373/250064).
Sito: www.ctacremona.it
di Vanni Raineri
a Thailandia piom-
bata nel caos, col col-
po di mano delleser-
cito che ha imposto la
legge marziale e cen-
surato televisioni, radio e giornali.
Una delle tante rivoluzioni dallal-
tra parte del globo, si penser,
ma si tratta di un luogo dove tan-
ti italiani hanno scelto di vivere, e
tra questi non sono pochi i cre-
monesi. La Farnesina per il mo-
mento si limitata a sconsigliare
ai nostri connazionali di scegliere
il paese dellEstremo Oriente co-
me meta turistica, ma la tensione
alta e la preoccupazione che la
situazione possa precipitare pu-
re, soprattutto con gli sviluppi
delle ultime ore.
Lesercito ha preso liniziativa
ufficialmente per impedire che i
due gruppi che si contendono il
potere potessero scatenare una
guerra civile vera e propria, ma
risulta difficile capire dove possa
sfociare uno stallo (armato) di
questo tipo. Per ora l'obiettivo
mantenere lordine a qualunque
costo, di fatto i soldati presidiano
i luoghi strategici della capitale
Bangkok e, nel paese, le localit
che considerano a rischio di ri-
bellione. Inoltre impediscono alla
polizia di mantenere lordine pub-
blico, perch la considerano im-
parziale.
Gli attriti fra i due gruppi non
sono tanto di tipo religioso (sono
tutti buddhisti), e il paese si man-
tiene unito soprattutto attorno al-
la figura del re, lamato Rama IX
sul trono dal lontano 1946. I di-
sordini da allora sono stati fre-
quenti, fino al sanguinoso mag-
gio nero del 1992. Nel 2001 vin-
sero le elezioni i democratici (i
rossi) di Thaskin Shinawatra,
le cui riforme a vantaggio dei po-
veri provocarono il malcontento
dei conservatori (i gialli). Dopo il
terribile tsunami del 2004, nel
2006 si verific un colpo di stato
militare che costrinse allesilio
Thaskin. Le elezioni del 2007 fu-
rono vinte dai seguaci di Thaskin,
ma la Corte Costituzionale sciol-
se il governo per brogli bandendo
i capi del partito. Dopo una nuova
parentesi militare, a vincere le
elezioni del 2011 furono ancora i
rossi, guidati da Yingluk Shi-
nawatra, sorella di Thaskin dive-
nuta primo ministro. E siamo ai
giorni nostri: in maggio la Corte
Costituzionale lha destituita ri-
gettando il paese nel caos. I
gialli hanno infatti annunciato di
voler scendere in piazza il prossi-
mo 26 maggio per dare lultima
spallata a quel che resta del go-
verno, i rossi in nome della de-
mocrazia hanno annunciato con-
tromanifestazioni. Per evitare gli
scontri, i militari guidati dal gene-
rale Prayuth Chan-ocha hanno
deciso di intervenire, precisando
che il loro non un colpo di stato,
sta di fatto che le maggiori poten-
ze mondiali si sono gi mosse
chiedendo garanzie sul rispetto
delle regole democratiche. Il tira e
molla costante: i rossi vincon-
so regolarmente a mani basse le
elezioni, i gialli occupano pa-
recchi posti che contano anche
nelle forze dell'ordine e si oppon-
gono al governo dei rivali. Stavol-
ta, a detta degli esperti, il periodo
di transizione potrebbe durare a
lungo, ma la paura di feroci scon-
tri di piazza realistica.
Fatto questo preambolo per
chiarire la situazione politica,
concentriamoci sui nostri concit-
tadini che, per un verso o per
laltro, vivono momenti di grande
preoccupazione. Abbiamo infatti
sentito sia un cremonese che vive
in Thailandia che una thailandese
trapiantata nella nostra provincia.
Il cremonese in questione
uno dei tanti pensionati che han-
no deciso di piantare le tende in
questo paese ricco di bellezze
naturali e di spiagge stupende, e
dove una modesta pensione in
euro pu rendere benestanti. Non
si trova vicino a Bangkok, ma in
una bellissima isola. Fino a qual-
che tempo fa viveva vicino al ma-
re, la paura di nuovi tsunami lha
spinto in collina. Innanzitutto, gli
chiediamo qual la situazione:
Io sto bene, per quanto riguarda
la situazione politica qui in Thai-
landia molto confusa, tanto che
pure io mi informo attraverso i
giornali italiani e mi confronto con
miei connazionali che vivono qui.
Gran parte dei fatti si svolge a
Bangkok, dove ora l'esercito ha
imposto la legge marziale, anche
se non c' stato un colpo di stato
(arriver poche ore dopo il collo-
quio, ndr). Per il momento la po-
polazione thai che vive qui, cos
come gli stranieri, non coinvolta
nei disordini, inoltre la presenza
di turisti al momento minima
perch siamo in bassa stagione.
Naturalmente speriamo tutti che
la situazione torni alla normalit.
In verit di turisti non ne dovreb-
bero arrivare nemmeno nei pros-
simi giorni, date le indicazioni dei
vari Ministeri degli Esteri. Il nostro
interlocutore preferisce, ovvia-
mente, mantenere lanonimato,
richiesta che noi rispettiamo: Io
vivo qui, non vorrei avere proble-
mi non conoscendo esattamente
la situazione e gli equilibri di po-
tere.
Ci sono anche non pochi thai-
landesi dalle nostre parti. Una di
loro venne in Italia in tenera et,
ma la madre si divide ancora tra
Thailandia e Italia, dove trascorre
i sei mesi pi caldi. Mia madre
afferma la giovane donna arri-
vata in aereo circa un mese fa,
ma gi allora in aeroporto cera
un clima pesante. Sono contenta
che ora sia qui. I rossi hanno
fatto riforme che hanno soddi-
sfatto le fasce pi povere della
popolazione, ma i gialli non
consentono loro di governare.
Nel pomeriggio di ieri la situa-
zione precipitata: l'esercito ha
preso il controllo del governo e il
colpo di stato stato annunciato
in diretta tv. L'esercito si prende-
r carico di fare le riforme. In
Thailandia ormai coprifuoco:
nessuno potr lasciare il proprio
domicilio tra le 22 e le 5, e gli
stranieri dovranno circolare muni-
ti di passaporto. La Costituzione
stata sospesa e i leader delle
proteste di piazza e alcuni politici
tra cui l'ex vicepresidente sono
stati portati in una base dell'eser-
cito. I rossi hanno annunciato
rappresaglie.
Il maggio nero del 1992 pro-
voc tanti morti e feriti, parados-
salmente a ridosso del monu-
mento alla democrazia che fu re-
alizzato da Silpa Bhirasri. Costui
altri non era che litaliano Corra-
do Feroci, scultore che si affer-
m in Thailandia, dove tuttora
amatissimo, e dove cambi il no-
me diventando cittadino thailan-
dese. Un monumento che a di-
stanza di quasi un secolo simbo-
leggia la speranza di una conqui-
sta ancora lontana a venire.
L
Cronaca Venerd 23 Maggio 2014
10
Parlano una thailandese che vive da noi e un pensionato cremonese che ha scelto di vivere nel Paese dove in atto un colpo di Stato
Thailandia, la paura di un testimone
Sopra contraddizioni in salsa thai: bellezze naturali convivono con l'esercito nelle strade. Sotto il monumento alla democrazia dell'italiano Feroci
Gionata Agisti
o scorso mese di marzo, la no-
stra intervista allassessore alle
Risorse economiche, Morena
Saltini, port alla spiacevole
scoperta che, anche questa
volta, le tasse locali sarebbero aumenta-
te. Il disavanzo comunale ammonta, in-
fatti, a 2,5 milioni di euro e, per colmarlo,
lamministrazione Bonaldi ha pensato di
concentrarsi di nuovo sui possessori di
seconde case e le categorie produttive.
Questanno, per di pi, sebbene rinviata
a ottobre notizia proprio di questi
giorni -, entrer in scena la Tasi, lennesi-
ma imposta locale per lilluminazione, la
manutenzione e la sicurezza pubbliche
che, per i possessori di seconde abita-
zioni e immobili aziendali, invece di sosti-
tuire lImu, andr ad aggiungervisi, con
un ulteriore aggravio per le tasche di
questi contribuenti.
Nel caso dei proprietari di seconda
casa, affittata, lImu scender dal 9,8 per
mille dellanno scorso al 9,6 ma a questa
tassa va sommata laliquota minima della
Tasi, pari all1 per mille dellimponibile. Di
questo 1 per mille, il 70% sar a carico
dei proprietari e il 30% degli inquilini,
perch lamministrazione ha ritenuto che
tutti debbano contribuire, affittuari com-
presi. In totale, quindi, i proprietari pa-
gheranno il 10,3 per mille.
La pi alta aliquota applicabile della
Tasi, che corrisponde al 2,5 per mille,
lamministrazione lha riservata invece
per chi possiede una sola abitazione, a
cui andr ad aggiungersi un ulteriore 0,8
per mille, previsto dalla legge che, nel
caso di Crema, servir al Comune come
copertura per la detrazione a favore dei
proprietari di immobili dal modesto valo-
re catastale. Infine, decidendo ancora
una volta di non aumentare le tariffe a
domanda individuale per chi si avvale di
questi servizi, di fatto lamministrazione
le mette a carico dellintera comunit.
Lunica eccezione rappresentata dal
costo delle mense scolastiche, che era
fermo al 2011 e sar ritoccato del 4,5%.
Proprio riguardo ai servizi a domanda
individuale, non mancano mal di pancia
nella stessa maggioranza: un consigliere
comunale del Pd, Emilio Guerini, si gi
dichiarato insoddisfatto dalla scelta ope-
rata dalla giunta di mantenere inalterate
le tariffe per la scuola materna Montes-
sori, un istituto per cui, pi volte, su
questo giornale, abbiamo chiesto che si
intervenisse facendone ricadere i costi
soprattutto su chi utilizza la struttura. La
mia valutazione questa commenta
Guerini: Se guardiamo al settore delle
scuole materne, vediamo che lofferta
gi pi che sufficiente, addirittura supe-
riore al numero dei loro utenti. Ha senso,
quindi, che il Comune continui a sforzarsi
di mantenere un livello cos elevato per la
Montessori, definita un istituto a cinque
stelle, senza al contempo adeguarne le
tariffe? La maggioranza ha deciso di rin-
viare laumento tariffario allanno prossi-
mo, con il rischio che chi dovr pagare di
pi si trover a farlo tutto dun colpo,
senza gradualit
Sulla questione, interviene la stessa
assessore Saltini: Avremmo voluto ri-
toccare gi da questanno le tariffe di
materna e nido ma abbiamo deciso ap-
punto di attendere il nuovo strumento
Isee che, lanno prossimo, ci permetter
di applicare nuove tariffe variabili, a se-
conda del reddito dellutente del servizio.
Una vera novit in questambito .
A essere molto critico sullimpostazio-
ne generale del bilancio previsionale
2014 Simone Beretta, capogruppo di
Forza Italia in Consiglio comunale: Le
fantasiose dichiarazioni della Saltini e
della Bonaldi, che promettevano un forte
contenimento della spesa, non hanno
partorito alcunch di significativo. Anche
questanno, il bilancio corrente a pareg-
gio lo otterranno con lunico e sbagliato
modo che conoscono: le solite e sempre
pi eccessive tasse. Ecco a cosa servi-
ranno gli 80 euro di Renzi.
Ma continua il capogruppo di Forza
Italia: Hanno penalizzato i proprietari
delle seconde case, come se fossero
tutte persone ricche, quando cos non
e, rinunciando ideologicamente a incide-
re sui servizi a domanda individuale,
hanno perso la scommessa sul conteni-
mento della spesa pubblica, mettendo a
rischio non solo il decoro della citt e il
portafoglio dei cittadini, ma il bilancio
stesso. Ci sono costi non pi sostenibi-
li.
Ed ecco alcuni esempi di tagli non ef-
fettuati: Gli asili nido non possono per-
dere 700mila euro allanno, fra laltro in
immobili di propriet, quando altri soddi-
sfano la stessa domanda sussidiaria-
mente e certamente alla fine ne traggono
anche un utile. Il Montessori non pu
permettersi di perdere 350mila euro
allanno, quando mi risulta che tutte le
altre scuole materne paritarie non posso-
no chiudere i loro bilanci in rosso. Le far-
macie municipali: vanno alienate, anche
perch la loro funzione sociale tale che
una buona convenzione tra il Comune e
le farmacie private la garantirebbe ugual-
mente. E cos per la scuola musicale
Folcioni (cos come per il museo (perdita
di 350-400mila euro) e la biblioteca.
Questultima, se ricollocata al centro cul-
turale S. Agostino, consentirebbe impor-
tanti risparmi di gestione, tali da permet-
tere di sopportare facilmente linvesti-
mento per il trasferimento. Insomma,
dobbiamo abituarci a pensare diversa-
mente rispetto al passato, ma questa
amministrazione ormai fuori tempo
Lintervista rilasciata al Nuovo Tor-
razzo da Agostino Guerci subito do-
po la conferenza stampa di Forza Italia
e del comunicato del capogruppo del
Nuovo Centrodestra, ha infiammato la
discussione ele polemica intorno alle
farmacie comunali. Guerci ha detto di
aver consegnato durante lanno, 70mi-
la euro al comune per le persone pi
bisognose e altri 70mila sono stati in-
vestiti nel nuovo punto vendita di Ca-
saletto Vaprio, ammortamenti detratti;
quindi, il consuntivo 2013 non di
3.500 euro come scritto nero su ban-
co nel bilancio, ma molto di pi. A
questo punto,la domanda dobbligo:
quali i conti delle farmacie comunali?
Su una questione, Forza Italia non
dubita: Lutile di bilancio un dato
indiscutibile e inalienabile. Il condizio-
nale ammonterebbe non esiste in bi-
lancio. Le regole contabili non le stabi-
lisce il presidente Guerci, ma la legge.
Il resto fantasia creativa per non dire
fuffa. Lutile che il presidente dichiara
di avere dato al comune di 70.000 eu-
ro, in anticipo nel corso del 2013,
quello del 2012 o del 2013? Perch la
domanda viene spontanea: come pu
un Cda anticipare soldi al comune se
non sa quale sar il risultato finale del
suo bilancio. Certamente un bel ri-
schio. E ci sar stata lautorizzazione
del collegio sindacale? E come lavreb-
be autorizzata? Attendiamo con pa-
zienza infinita il bilancio per capire.
Qual , dunque, la verit? La verit
che nel 2012 lazienda farmaceutica
municipale ha chiuso il bilancio con
99.000 euro di utile, nel 2013 con
3.500: una situazione incettabile e pa-
radossale. E peraltro incomprensibile
che a fronte di un aumento di fatturato
nel 2012 e nel 2013 per lapertura della
farmacia di Gallignano, acquisita dal
precedente Cda, lutile sia crollato.
Sul banco degli accusati, anche la
questione del personale. Ecco la spie-
gazione, secondo Forza Italia: Il diret-
tore dazienda che aveva vinto un re-
golare concorso se n andato, ed
stato sostituto da uno a progetto deci-
samente molto pi costoso. Incredibi-
le! Aspettando tre mesi avrebbero
potuto usufruire del rientro dalla ma-
ternit della seconda arrivata al con-
corso e non avrebbero speso un euro
in pi rispetto a prima.
Infine la farmacia in via Samarani,
che ri strutturata permetterebbe
allazienda di poter risparmiare 25.000
euro di affitto ma, soprattutto - non fi-
niamo mai di ripeterlo - potrebbero gi
essere in funzione 4-6 ambulatori per
medici generici e specialisti, per 8-9
mila pazienti che farebbero natural-
mente aumentare il fatturato delazien-
da. Fra laltro ci sarebbe stata anche
lopportunit di creare una area poli-
funzionale che si poteva adibire anche
a recupero fisioterapico; avremmo gi
convenzioni in essere per visite spe-
cialistiche calmierate e ospitato dietro
compenso regionale il 118 come av-
venuto a Soresina e a Cremona.
C stato il tutto esaurito luned per la
serata nella quale Forza Italia ha portato
a Crema tre dei candidati alle prossime
elezioni europee: Licia Ronzulli, euro-
parlamentare uscente, Claudio Pe-
drazzini, capogruppo del partito in Re-
gione, e Valerio Bettoni, bergamasco,
candidato indipendente. Forza Italia era
rappresentata dal coordinatore provin-
ciale Mino Jotta, da Simone Beretta,
Antonio Agazzi, Enzo Bettinelli e
dallassessore provinciale Gianluca Pi-
notti.
Rivolgendosi alle 200 persone pre-
senti, Jotta ha sottolineato che bisogna
essere grati e leali a Berlusconi, al qua-
le stata impedita fortemente la libert
dazione, risultato di un complotto in-
ternazionale che finalmente venuto
alla luce del sole da fonti internaziona-
li. Ronzulli e gli altri eurocandidati han-
no rimarcato l'obiettivo di questi ultimi
giorni di campagna elettorale: convin-
cere la gente ad andare a votare. Da
una parte perch c' la convinzione che
molti elettori che sono indecisi se anda-
re ai seggi siano propensi a votare For-
za Italia. Lo ha sottolineato Pedrazzini,
secondo il quale, il grande pericolo re-
sta lastensionismo, soprattutto da
parte dei giovani. Tutti coloro che si
sono avvicendati al microfono hanno
sottolineato che votare Forza Italia si-
gnifica impedire lascesa di Grillo e dei
grillini che sono lontani dagli interessi
reali del Paese, che non si pu governa-
re a colpi di spot. Non stato rispar-
miato neppure Renzi e la sua politica
degli annunci. La fiducia dei cittadini
verso l'esecutivo si sta incrinando.
Ma stato affrontato in modo con-
creto il problema della rappresentanza
e il dito stato puntato verso i vertici
del partito: Il Cremasco e il Cremonese
non possono non avere una rappresen-
tanza, sia in Regione che in Parlamento.
E' una lacuna che chiediamo venga
colmata.
Lo scorso 15 maggio un
gruppo di insegnanti e dirigenti
scolastici lituani ha visitato il ni-
do comunale di Crema. La dele-
gazione, composta da dodici
educatori di diverse citt della
nazione, nel contesto di un pro-
getto di scambio e di confronto
internazionale, ha chiesto alla
cooperativa Aurora Domus di
poter visitare alcuni servizi per
la prima infanzia ritenuti partico-
larmente significativi. Lo staff li-
tuano ha inteso visitare in Italia
strutture educative di varie fa-
sce di et e di vari ordini e gradi,
che utilizzano strumentazioni o
metodi particolari e innovativi di
approccio alle conoscenze in
tutte le differenti fasi della vita.
E stata deferita alla procura della
Repubblica una 44enne residente a
Tradate (VA), barista a Lambrate di
Milano, risultata legale rappresentan-
te della discoteca Charlie Brown di
Offanengo lungo la Circonvallazione,
poich ritenuta responsabile delle
violazioni al codice penale ed al testo
unico delle leggi di P.S. in quanto -
sprovvista della dichiarazione di agi-
bilit e collaudo - apriva abusivamen-
te un luogo di trattenimento, nella
fattispecie una sala da ballo e in as-
senza di autorizzazione del sindaco,
somministrava bevande. La signora
stata diffidata a riaprire fino al rilascio
delle autorizzazioni previste. Lammi-
nistrazione comunale di Offanengo
stata informata per quanto di compe-
tenza.
L
Tasse comunali: arrivate al top
Imu e Tasi. Mal di pancia in casa Pd. I costi che la Bonaldi non ha voluto tagliare
Utile farmacie si trasforma in giallo
C il tutto esaurito (200 persone)
alla cena elettorale di Forza Italia
Vewnerd 23 Maggio 2014
11
Morena Saltini (assessore al Bilancio) Simone Beretta di Forza Italia Emilio Guerini (Pd)
Solo 3.500 euro come dice il documento economico o 143.500 euro?
Lituani a scuola dai cremaschi Charlie Brown, chiusa discoteca
CREMA
di Gionata Agisti
onostante il contesto
economico e banca-
rio risulti ancora in
crisi profonda e si ri-
scontrino pochi se-
gnali incoraggianti per il prossi-
mo futuro cos si legge nella
relazione del cda di Banca Cre-
masca, il nostro istituto ha
chiuso il bilancio 2013 con un
risultato in positivo, grazie a un
utile netto di oltre 1,9 milioni di
euro. Un po meno, rispetto al
2012, il cui utile era pari a 2,4
milioni. Un trend che sta prose-
guendo anche nel primo quadri-
mestre di questanno e che in-
duce la dirigenza dellistituto di
credito a un cauto ottimismo.
I dati relativi al bilancio 2013
sono stati presentati allassem-
blea dei soci, lo scorso 18 mag-
gio, nella palestra di via Toffetti,
a Ombriano. Il buon risultato
della Bcc cremasca, cos come
quello della maggior parte delle
banche di credito cooperativo,
testimonia una tipologia di ban-
ca che si sta dimostrando effi-
ciente. Infatti, in un quadro par-
ticolarmente negativo, come
quello attuale, che ha compor-
tato una contrazione degli im-
pieghi del 3,44%, rispetto al
2012, emerge come le Bcc sia-
no comunque riuscite a soste-
nere in modo soddisfacente i
soci e la clientela, soprattutto le
imprese e le famiglie.
Da segnalare, infatti, che
listituto cremasco ha visto au-
mentare la propria compagine
sociale: dai 2.816 soci del 2012
ai 2.862 del 2013. Significativo
anche laumento della raccolta
diretta, a dimostrazione della
sempre maggior fiducia dimo-
strata dalla clientela: in questo
ambito, infatti, si passati dai
510 milioni circa di euro del 2012
ai 529 milioni dellanno scorso.
In questa fase economica par-
ticolarmente critica, ha spiega-
to il presidente, Francesco Gi-
roletti, stato necessario mol-
tiplicare gli sforzi per mettere in
campo iniziative che consentis-
sero alle aziende produttive, ve-
ro motore trainante dellecono-
mia nazionale, di poter contare
sulla vicinanza del sistema coo-
perativistico. in questottica
che le Bcc della provincia di
Cremona, insieme allAssocia-
zione Industriali, hanno deciso
di dar vita alla seconda edizione
del prgetto Insieme per il terri-
torio, che aveva gi dato buoni
risultati nel 2011.
Il progetto ha previsto una
prima fase di raccolta, tramite
lemissione di bond territoriali,
collocati in brevissimo tempo, e
una seconda fase - tuttora in
corso - di impiego delle risorse
raccolte - aumentate del 50%
dalle Bcc aderenti - alle aziende
locali, per nuovi investimenti ma
anche a sostegno della liquidit
aziendale. Grazie al progetto
continua Giroletti, stato crea-
to un plafond complessivo di 15
milioni di euro, disponibili per le
aziende a tassi agevolati. Ma
non tutto: per supportare il
mercato delle piccole e medie
imprese edili, particolarmente in
difficolt, Banca Cremasca ha
continuato a finanziare le ristrut-
turazioni immobiliari, sulla spinta
del decreto sviluppo. Con
lamministrazione provinciale,
poi, rimasto in vigore il proto-
collo di intesa, per snellire e faci-
litare liter delle anticipazioni
della cassa integrazione ai di-
pendenti di imprese in crisi.
Tutto questo, grazie a una
solidit patrimoniale, frutto di
anni di attenta e prudente ge-
stione, unita alla profonda cono-
scenza della nostra clientela,
che ci ha consentito di mante-
nere un buon equilibrio tra soffe-
renze e impieghi. Alla presenta-
zione del bilancio, erano presen-
ti anche il vice presidente di
Banca Cremasca, Giuseppe
Capellini; il direttore, Cesare
Cordani; il presidente del colle-
gio sindacale, Mario Tagliaferri
e il vice presidente della federa-
zione lombarda delle Bcc, Gio-
vanni Pontiggia.
Vi rivolgo un caloroso appel-
lo stato linvito di Pontiggia ai
presenti. Seminate fiducia nei
vostri territori. Dobbiamo essere
i primi a farlo, perch ce lo dico-
no i dati: pur essendo in presen-
za di alcuni risultati negativi, da
parte di qualche Bcc, dovuti al
nostro impegno prioritario in di-
fesa del territorio, grazie al lavo-
ro fatto negli anni, il sistema co-
operativo stato in grado di
compensare queste perdite. Ep-
pure, il nostro modello, un mo-
dello speciale, non favorito
dalle regole europee, pensate
per le grandi banche. Per que-
sto, dobbiamo chiedere a chi ci
rappresenter in Europa di vigi-
lare, perch non si rischi di rima-
nere schiacciati dagli interessi
della finanza, che altra cosa,
rispetto al mondo del credito.
I carabinieri di una stazione del
Cremasco hanno ricevuto la se-
gnalazione di un tentato furto al
bar del centro sportivo. Erano le
16,45; qualcuno ha telefonato al
comandante della stazione infor-
mandolo che aveva visto scappa-
re due giovani. Sul posto sono
arrivate la pattuglia del pronto in-
tervento carabinieri di Crema e un
vigile urbano del paese. I quali
accertavano che due ragazzini
della zona avevano rubato alcune
lattine di bibite e, scappando,
avevano perso uno dei loro zaini
contenente anche il telefono cel-
lulare. Al termine delle verifiche, i
carabinieri hanno segnalato alla
procura della Repubblica presso
il Tribunale dei minori di Brescia
due ragazzi di 13 anni e una ra-
gazza di 12 anni. Risulta avessero
forzato una porta del bar ed erano
stati sorpresi dal gestore che li
aveva messi in fuga. Il danno di
qualche centinaio di euro.
I carabinieri del luogo ben co-
noscono le problematiche situa-
zioni familiari dei minorenni che
richiedono interventi socio-assi-
stenziali. I ragazzi rintracciati han-
no ammesso lidea di prelevare
alcune lattine di coca-cola. Ave-
vano scavalcato la recinzione e
con un mattone avevano rotto il
vetro della porta dingresso. Il ru-
more aveva attirato lattenzione
dei presenti della vicina polispor-
tiva chemettevano in fuga i ragaz-
zi. Recuperate le bibite che sono
state restituite al proprietario del
bar. Gli oggetti dei ragazzi persi
durante la fuga, e recuperati, so-
no stati restituiti ai genitori in ca-
serma. Il telefono era della ragaz-
zina. Il comandante della stazione
ha informato anche il sindaco del
vicino comune cremasco.
Lazienda ospedaliera di Cema e luniver-
sit degli studi di Milano annunciano laper-
tura delle iscrizioni alla preparazione al test
dingresso per le lauree delle professioni
sanitarie corso di laurea in infermieristica per
lanno accademico 2014-2015. Laccesso
alle lauree delle professioni sanitarie obbli-
gatoriamente subordinato al superamento
del test dingresso che si terr il 3 settembre
2014 presso luniversit degli studi di Mila-
no.
Prepost corso Gratuito propedeutico al
test: Modalit: simulazioni del test con
correzione guidata Quando: 10 e 11 luglio
2014 Dove: settore didattico di Citt studi
- via Golgi 19 (MM2 Piola o Lambrate) Po-
sti disponibili: 450 Iscrizioni: per parteci-
pare occorre scaricare il modulo, disponibile
dal 22 maggio, dal sito www.cosp.unimi.it
Inviare il modulo debitamente compilato via
mail allindirizzo cosp@unimi.it o via fax (02
503.12146) la possibilit di accesso al cor-
so vincolata al tempestivo invio della mo-
dulistica richiesta sino ad esaurimento posti.
I PrePost sono dei corsi gratuiti, organizzati
da studenti di medicina, in preparazione ai
vari test per accedere alle professioni sanita-
rie, per ulteriori info: www.testbuster.it o alla
pagina FB TESTBUSTERS, ove sono dispo-
nibili anche simulazioni online.
Domenica 18 maggio, durante i
servizi preventivi lungo la Paullese
per contrastare labuso di sostan-
ze alcoliche da parte degli auto-
mobisti, sono state sequestrate
sei auto, ritirate cinque patenti per
guida in stato di ebbrezza, accer-
tata una infrazione per mancanza
della RcAuto. Deferiti in stato di li-
bert alla procura della Repubbli-
ca per guida in stato di ebbrezza,
un 34enne turco della provincia di
Milano e un impiegato 57enne di
Mulazzano. Un operaio 50enne di
Milano ha rifiutato laccertamento,
ma non gli ha evitato il ritiro della
patente e il sequestro amministra-
tivo della Suzuki.
Domenica 25 maggio ci sar la XIII.ma Giornata
nazionale del Sollievo. La manifestazione promossa
dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autono-
me, dal ministero della Salute e dalla Fondazione Nazio-
nale Gigi Ghirotti. Principale obiettivo mettere al
centro la persona sofferente e informare i cittadini
dellesistenza della legge n. 38 del 2010 che tutela e
garantisce laccesso alla terapia del dolore e alle Cure
palliative. La Giornata ha lo scopo di accrescere anche
la cultura del sollievo dalla sofferenza, come afferma-
zione del diritto a non soffrire di dolore inutile.
Verranno allestiti due gazebo informativi in piazza
Garibaldi dalle 9 alle 18 e allospedale di Crema dalle
ore 9 alle ore 12 con la presenza di medici e infermieri
operanti nella Rete di Cure Palliative e di volontari della
ACCP per dare informazioni e distribuire materiale.
Nella settimana nazionale della sclerosi multipla, si
svolger la 1 edizione dell'iniziativa Ospedali a porte
aperte, con il patrocinio e la collaborazione di AISM
(Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e delle sezioni
sul territorio, dedicata alle donne affette da questa pa-
tologia e ai loro caregiver, con lobiettivo di offrire un
piccolo ma concreto aiuto nella gestione di questa ma-
lattia. Apputamento per marted 27 maggio nella Sala
Polenghi dellOspedale di Crema dalle ore 9 alle ore 13
dove si terr la tavola rotonda e confronto con gli
esperti della Sclerosi Multipla dal titolo: Il volto femmi-
nile della malattia.
N
Crema
Venerd 23 Maggio 2014
12
Giornata nazionale
del sollievo:
domenica, i gazebo
Guida in stato
debbrezza:
patenti ritirate
Sclerosi multipla:
ospedale di Crema
a porte aperte
Da sinistra: Mario Tagliaferri, Giuseppe Capellini, Giovanni Pontiggia, Cesare Cordani e il notaio
Giovanni Barbaglio. Al microfono, il presidente Francesco Giroletti. Il pubblico (a destra)
Minorenni assetati rubano coca-cola
Banca Cremasca: utile a 2 milioni
Assemblea dellistituto per lapprovazione del bilancio 2013. Sostegno a famiglie e imprese. Soci in aumento
La Popolare di Crema ha inaugurato i
locali rinnovati della filiale di Spino d'Ad-
da in viale della Vittoria. Presente al ta-
glio del nastro il sindaco di Spino d'Ad-
da, Paolo Daniele Riccaboni, che ha
partecipato all'evento insieme a i clienti
e gli ospiti della Banca. Intervenuti an-
che i giovani e giovanissimi calciatori
dellUsd Spinese Oratorio, la societ
sportiva cittadina, invitati con le famiglie
e gli accompagnatori per ufficializzare il
sostegno offerto alla squadra da parte
dellAssociazione Popolare Crema per il
Territorio. All'inaugurazione hanno par-
tecipato per la Popolare di Crema oltre
al direttore della filiale Dario Bianches-
si, il responsabile dellArea Affari Crema,
Paolo Gallinari, Piero Ferrari, respon-
sabile Sviluppo, e Carlo Lombardi, re-
sponsabile del servizio Privati della
divisione Bpl.
Il sindaco di Spino, Paolo Riccaboni, taglia il nastro dinaugurazione
insieme agli esponenti della Banca Popolare di Crema
Un momento dellanimazione offerta, allesterno
della filiale, ai piccoli atleti dellUsd Spinese
PopCrema inaugura i nuovi locali della filiale di Spino
Infermieri: al via le iscrizioni per i test dingresso. I PrePost
Milonga solidale domenica 25 mag-
gio, all'Arci di Santa Maria, a Crema. E il
classico appuntamento annuale della
Milonga di Santa Crus che si tiene in
concomitanza con la consolidata festa
dellAnffas: si baller dalle 19.30 alle 24.
Come di consueto sar possibile de-
gustare pizze e salamelle. L' intero rica-
vato andr totalmente a favore dell'Anf-
faa. Musicalizza Walter El Zorro Gris.
Ancora Milonga e Festa di chiusura
dellanno scolastico il 14 giugno. Si bal-
ler sulla pista esterna del Santa Crus di
Santa Maria dalle 20.30 alle 24. Si esibi-
ranno gli allievi di Santa Crus e i maestri
Alberto e Sabrina. Sar anche l'occasio-
ne per conoscere i nuovi maestri del
prossimo anno anche se rimane inteso
che Alberto e Sabrina saranno sempre
legati al Santa Crus. In caso di maltem-
po, l'evento si svolger all'interno nel
consueto salone.
C tempo fino al 9 giugno
per iscriversi al campus estivo
di attivit calcistica dellAC
Crema 1908. Il Camp si terr
in due turni - il primo dal 16 al
20 giugno e il secondo dal 23 al
27 giugno 2014 - al centro
sportivo Angelo Dossena di via
Toffetti ai Sabbioni, a Crema. Il
primo Summer Camp dellAC
Crema destinato ai bambini
dai 7 ai 12 anni e ha come fina-
lit principale quella di far di-
vertire i piccoli in un contesto
che faciliti l'approccio corretto
ai compagni e al calcio.
Ogni attivit proposta stata
studiata per consolidare speci-
fici obiettivi motori, e per far in
modo che i piccoli atleti lavori-
no per sperimentare nuove tec-
niche di allenamento, per con-
dividere una vera passione per
questo sport e per laggrega-
zione a cui esso porta. Lo staff
tecnico composto da perso-
ne esperte e altamente qualifi-
cate - ci sono laureati e laure-
andi in scienze motorie e dello
sport - e ogni attivit sar coor-
dinata dallallenatore della pri-
ma squadra Maurizio Luc-
chetti.
LA.C Crema Summer Camp
offre inoltre a tutti i bambini
partecipanti lopportunit di
praticare linglese in modo effi-
cace unendo divertimento e
apprendimento. A tal proposito
docenti di madre lingua inglese
coinvolgeranno i bimbi in disci-
pline didattiche sul campo, an-
che durante le attivit sportive.
La quota di partecipazione
individuale settimanale di 100
euro la settimana e comprende:
il kit dabbigliamento A.C. Cre-
ma 1908, il servizio di ristora-
zione a pranzo e lattestato di
partecipazione. Le iscrizioni si
possono effettuare presso la
sede dellAC Crema 1908 in via
G. Di Vittorio n.6 a Crema (area
ex Olivetti) dal luned al venerd
dalle 17 alle 19 e il sabato dalle
10alle 12. Per informazioni:
Giada 360/ 1043001
dalla redazione
ono aperte le iscrizioni al
Centro Prima Infanzia A
Piccoli Passi (ex Ludo-
teca) per lanno educati-
vo 2014/15, fino alle ore
24 del 30 maggio. Il Centro Pri-
ma Infanzia - aperto dal luned
al venerd dalle 8.30 alle 12.30 -
un servizio socio-educativo
per la prima infanzia che, a sup-
porto delle famiglie, offre spazi e
risorse adeguate per favorire il
gioco, la socializzazione, lesplo-
razione e la conquista dellauto-
nomia.
Il Centro accoglie un numero
massimo di 24 bambini/e priori-
tariamente residenti nel Comu-
ne di Crema, di et compresa
tra 18 mesi (compiuti entro il 31
dicembre 2014) e 36 mesi, sud-
divisi in tre gruppi di accesso
set t i manal e. La domanda
discrizione pu essere presen-
tata esclusivamente mediante
procedura informatizzata colle-
gandosi allindirizzo internet del
Comune di Crema www.comu-
necrema.it e mediante accesso
al link Servizi scolastici on line.
Per qualsiasi informazione,
supporto ed aiuto nella compi-
lazione on-line possibile rivol-
gersi allUfficio amministrativo
dei Servizi sociali dal luned al
venerd dalle 9 alle 12 e il pome-
riggio, dal luned al gioved, su
appuntamento, contattando lo
0373/218714. Sul sito www.co-
munecrema.it alla voce La Citt,
Servizi Educativi - Centro Prima
Infanzia possibile visionare e
scaricare il fac-simile della do-
manda discrizione, la brochure
informativa, la Guida al servizio,
le Norme di frequenza, linfor-
mativa sulla privacy, il Piano Ta-
riffario.
Si comunica, inoltre, che fino
al 6 giugno possibile effettuare
liscrizione allAsilo Nido Comu-
nal e per l anno educati vo
2014/2015, con ambientamenti
nei mesi di settembre e ottobre
2014, sede di Via Braguti-sede
di Via Dante/Pesadori. Le do-
mande (sia nuove iscrizioni che
riconferme) devono essere pre-
sentate mediante iscrizione on-
line collegandosi allindirizzo in-
ternet www.comunecrema.it ed
accedendo al link Servizi scola-
stici on line.
Per gli utenti che non dispon-
gono di computer, accesso in-
ternet ed indirizzo di posta elet-
tronica, possibile rivolgersi
allufficio amministrativo dei
Servizi sociali del Comune di
Crema (Via Manini, 21) dal lune-
d alvenerd dalle ore 9 alle ore
12 e il pomeriggio, dal luned al
gioved, su appuntamento, con-
tattando lo 0373/218714.
Sono previste due Giornate
aperte i giorni venerd 23 mag-
gio, dalle 18 alle 19.30, presso
la sede di via Dante/Pesadori, e
sabato 24 maggio, dalle 10 alle
ore 12, presso la sede di via
Braguti. I genitori potranno visi-
tare la struttura, incontrare il
personale, raccogliere informa-
zioni sullorganizzazione del
servizio.
I carabinieri di Crema hanno arrestato
N.R., 32 anni, marocchino senza fissa
dimora, disoccupato, con dodici alias, e
A.G., 36 anni, milanese, residente a Mi-
sano Gera dAdda (Bg) disoccupato, re-
sponsabili detenzione ai fini spaccio so-
stanza stupefacente in concorso.
I due sospetti spacciatori, in Campisi-
co di Capralba, sono stati sorpresi in
possesso di un sacchetto in cellophane
contenente grammi 28 grammi di eroina,
300 euro, materiali utili alla preparazione
e al confezionamento delle dosi richie-
ste, telefoni cellulari per i contatti. Il tutto
stato sequestrato.
S
CREMA
Domenica, tango argentino per lAnffas con la milonga solidale
Crema Vebnerd 23 Maggio 2014
13
Diabetici:
lo screening
continua
Iscrizioni aperte fino al 9 giugno. Il programma. Gli obiettivi. Le opportunit
Il primo AC Crema Summer Camp per bambini
Centro prima infanzia: come e quando iscriversi
A piccoli passi (ex ludoteca). Viene accolto un numero massimo di 24 bambini dai 18 ai 36 mesi
La Camera di Commercio di
Cremona ha aderito alliniziativa
promossa da Google e Unionca-
mere che prevede l'assegnazione
di borse di studio di 6.000 euro
ciascuna per due giovani che per 6
mesi opereranno allinterno della
Camera con il compito di affianca-
re le piccole e medie imprese nel
percorso verso la digitalizzazione.
Dopo un percorso formativo rea-
lizzato da Google e Unioncamere,
anche in collaborazione con lAgen-
zia Ice, i giovani selezionati aiuteranno le imprese dei
territori a sfruttare le opportunit offerte dal web per far
conoscere, nel mercato interno e a livello internaziona-
le, le eccellenze del made in Italy.
Lopportunit rivolta a giovani di et non superiore
a 28 anni in possesso di diploma di laurea di ogni indi-
rizzo, conseguito con una votazione non inferiore a
95/110, o laureandi che abbiano sostenuto tutti gli esa-
mi previsti dal piano di studio con una votazione non
inferiore a 27/30, con residenza o
sede degli studi universitari e acca-
demici in Lombardia. I giovani do-
vranno dimostrare di avere compe-
tenze di economia, marketing e ma-
nagement, competenze di gi tal i
orientate al web marketing e avere
conoscenza della lingua inglese, del
territorio e del contesto economico-
sociale dellarea nella quale si candi-
deranno a operare.
Per partecipare allassegnazione
della Borsa di studio, i candidati de-
vono compilare il formulario online, seguendo le istru-
zioni della procedura telematica in esso contenute, ac-
cessibile dal sito http://www.unimercatorum.it/eccel-
lenze-in-digitale/ e inviarlo debitamente compilato
allindirizzo di posta elettronica certificata: eccellenze.
indigitale@legalmail.it l termini per presentare le candi-
dature scadono il 28 maggio alle ore 14.. Le domande
di partecipazione saranno valutate da unapposita
commissione nazionale.
LAssociazione Diabetici
del Cremasco, dopo las-
semblea daprile e il grande
inizio delle cerimonie di
commemorazione del XXV
di Fondazione (eventi che
si concluderanno solo alla
fine del 2014), ha ripreso
domenica scorsa, il proprio
volontariato di prevenzio-
ne con lo screening gratu-
ito alla popolazione di Ca-
saletto Ceredano in colla-
borazione con lAvis di Ba-
gnolo Cremasco che coor-
dina le realt territoriali limi-
trofe.
Oltre 100 le misurazioni
di glicemia, colesterolo e
pressione arteriosa effet-
tuate sulla cittadinanza che
si presentata, attenta a
un tacito accordo popola-
re di adesione a quanto
lassociazione svolge con
competenza e disinteresse
su tutto il territorio crema-
sco. Presenti gli infermieri e
il cardiologo, tutti volontari
dellassociazione.
Perch prevenire non
certo curare, ma appunto
per questo la prevenzione
pu essere daiuto a non
farsi trovare impreparati,
nellevenienza di un possi-
bile insorgere dello stato
di diabetico. Perch il dia-
bete non una malattia, lo
sottolineiamo e ripetiamo
in continuo, ma pu essere
lanticamera irreversibile,
se sottovalutata, di patolo-
gie collaterali, vera e pro-
pria malattia del secolo.
Prossimi screening nelle
mattinate: 25 maggio a Iza-
no e 1 giugno a Madigna-
no. A tutti la raccomanda-
zione di presentarsi a digiu-
no, anche se non indispen-
sabile.
Due borse di studio per giovani digitali
Due arresti
per spaccio
a Capralba
Il presidente Enrico Zucchi
E iniziato venerd 23 maggio il tradizionale appuntamento con la Festa Anf-
fas di Crema. Per due fine settimana, presso il circolo Arci di Santa Maria (in
via Mulini), i volontari dell'associazione saranno impegnati a raccogliere fondi
per il gruppo di Crema. Tutte le sere funzioner un servizio pizzeria e rosticceria,
accompagnato da buona musica e ballo liscio.
Sabato 24 la volta del liscio di Gino e la sua band. Domenica, la Milonga di
Santa Crus. Venerd 30 maggio si apre con i 3AQ e la loro musica rock e cover.
Sabato 31 maggio tocca al liscio, con Della Frera. Domenica 1 giugno, nel po-
meriggio, l'appuntamento con la grande tombolata; alla sera sul palco saliran-
no i White Noise Blues in Motion.
Si chiude il 2 giugno, con un'altra serata di musica con Luca e ospiti a sopre-
sa. In caso di maltempo, il servizio sar al coperto. Tutto il ricavato sar devo-
luto al Laboratorio Anffas di Crema.
Anche il liscio allArci di S.Maria
CASALMAGGIORE
Venerd 23 Maggio 2014
14
casalmaggiore@ilpiccologiornale.it
di Vanni Raineri
rima che cali il sipario sulle po-
lemiche politiche e si alzi il si-
lenzio imposto nelle 24 ore
che precedono il voto, si regi-
strano le ultime scintille fra i
candidati sindaco di Casalmaggiore.
Lultimo confronto va in onda in due
tranches su Cremona 1: la prima sta-
ta trasmessa mercoled e ieri in replica,
la seconda oggi alle 18,20 con repliche
alle 19,50 e 23,50. Allappuntamento te-
levisivo si sono presentati per solo 4
dei 6 candidati: Filippo Bongiovanni,
Matteo Rossi, Claudio Silla e Luca
Storti. Mancavano Adamo Manfredi (il
M5S, si sa, alquanto allergico alla tv,
nonostante il trionfo vespiano del leader
Grillo) e Orlando Ferroni, impegnato
nel corso della registrazione con la visi-
ta casalese del vice presidente della
Regione Lombardia Mario Mantovani.
Dalla prima parte del dibattito si
avuta conferma della linea scelta dai
candidati. Claudio Silla, sindaco uscen-
te, ha rivendicato le scelte dellammini-
strazione che lo ha visto protagonista in
diversi ruoli dal 1999 ad oggi, sottoline-
ando per che la continuit si affianca
alla novit di 21 inediti candidati consi-
glieri nelle due liste di appoggio. Filippo
Bongiovanni apparso pi a suo agio
rispetto al dibattito nella sede Avis, par-
lando alla telecamera e rimarcando, ri-
spetto alle Comunali del 2009 in cui era
a capo della sola lista della Lega Nord,
il carattere civico delle forze che lo so-
stengono, ed indicando nel lavoro e
nella sicurezza i pilastri della proposta
politica. Matteo Rossi ha proseguito
imperterrito nella linea adottata sin
dallinizio, che rifiuta ogni scontro con
lavversario e si propone di avanzare
proposte realistiche senza promesse
facili da fare quanto difficili da mante-
nere. Rossi ha ricordato lopposizione
costruttiva fatta in Consiglio e la volon-
t di coinvolgere i cittadini dimostrata
dai tanti incontri organizzati su diverse
tematiche dal Listone. Ha infine sottoli-
neato come siano le sue in fondo le
uniche liste civiche in gara. Storti infine
ha puntato tutto sui temi forti di Destra
Sociale: rispetto delle regole e sicurez-
za legata al decoro urbano. E controlli,
in particolare sulla gente in piazza che
non si capisce come viva e con cosa.
Gli assenti si sono dati da fare in di-
verso modo. Ferroni come detto ha
ospitato lultimo dei tanti volti noti della
politica giunti a Casalmaggiore: in sala
Giovanni Paolo II lassessore alla sanit
lombarda Mantovani ha lanciato un ap-
pello contro la sinistra che sa solo alza-
re le tasse e ha garantito sul futuro
dellospedale Oglio Po. I pentastellati
anche stavolta si sono affidati ad un
comunicato, col quale precisano come
trovare i fondi per finanziare le propo-
ste. Intanto un no ad un palazzetto dello
sport della spesa di 3,2 milioni, a favore
di una palestra polisportiva che costi la
met. S invece ad una piscina scoper-
ta, per ora osteggiata dalla lobby delle
associazioni private. Le risorse rispar-
miate sarebbero utilizzate per piste ci-
clabili. No infine ad eventi con scarso
ritorno di pubblico (teatro).
Lesito del voto dipender da diversi
fattori. Ad esempio le due forze che si
ispirano al centrodestra (Bongiovanni e
Ferroni) hanno sin qui evitato attacchi
frontali, ma di fatto rischiano di favorire
laccesso al ballottaggio di Rossi. Que-
sti ha preferito concentrarsi sulla pro-
posta politica, e gli va dato atto della
primogenitura del progetto Casalmag-
giore al centro del casalasco, poi lar-
gamente imitato. Leader, anche di un
territorio, lo si diventa non per autopro-
clamazione, ma perch si riconosciuti
in quel ruolo dagli altri. Il timore che,
passate le elezioni, si torni al vecchio
clich e allincapacit di fare rete, co-
me di moda dire oggi.
Al ballottaggio poi sar possibile per
gli esclusi apparentarsi con le liste vin-
citrici. Ma questo un tema che (proba-
bilmente) affronteremo da luned.
P
Il concerto Journey across Europe
presso il Teatro Comunale ha di fatto
inaugurato la 18 edizione del Casal-
maggiore International Music Festival,
che questanno si svolger dal 7 al 27
luglio. Protagonista della serata inau-
gurale del festival lensemble da came-
ra dei Mainzer Virtuosi, giovani musici-
sti provenienti da Europa e Canada: la
coreana Yena Lee, lungherese gnes
Langer, la bulgara Irina Borissova, ed
infine il kazako Samson Tsoy. Giovani
stelle del panorama internazionale che
ritroveremo nel calendario estivo.
Questanno - annuncia Massimo
Araldi, Fondatore del Festival - propor-
remo circa 50 appuntamenti in alcune
delle location pi prestigiose nelle terre
del Po, tra Cremona, Mantova e Par-
ma. Un palinsesto musicale di grande
respiro, interpretato da oltre 100 giova-
ni talentuosi provenienti da tutto il
mondo che, grazie allamministrazione
comunale e alla generosit degli im-
prenditori del casalasco, potranno fre-
quentare a Casalmaggiore un training
di perfezionamento unico in Europa.
Sono estremamente soddisfatto -
aggiunge Claudio Silla sindaco di Ca-
salmaggiore - del sodalizio nato tra
lamministrazione comunale e lAsso-
ciazione Amici del Casalmaggiore In-
ternational Music Festival che ci vede
uniti in un obiettivo comune, valorizza-
re il nostro territorio.
Il Festival parte integrante di un
percorso di perfezionamento pensato
per le stelle nascenti della musica clas-
sica, che arrivano da oltre 20 paesi del
mondo per frequentare a Casalmag-
giore un intenso programma estivo di
training unico in Europa perch focaliz-
zato sullaffinamento delle capacit di
esecuzione dal vivo messe alla prova
con una esibizione al giorno.
Grazie ad un format che fonde in un
unico modello esibizione e training,
Casalmaggiore ha infatti saputo attrar-
re ad oggi oltre mille musicisti e docen-
ti.
E un piacere- conclude Anne Shih
Direttore Artistico del Festival - ritorna-
re a Casalmaggiore, un luogo veramen-
te speciale non solo per lalto profilo
professionale dellintera organizzazio-
ne ma anche per il clima di grande ac-
coglienza e ospitalit che consente ai
giovani musicisti di lavorare con gran-
de gioia e passione.
Anti ci pato anche i l cal endari o
delledizione 2014 che annovera, tra
laltro il suggestivo Teatro allAntica di
Sabbioneta (MN), citt patrimonio Une-
sco, il moderno Auditorium Arvedi
allinterno del Museo del Violino di Cre-
mona, il Museo Diotti di Casalmaggio-
re, la sontuosa Reggia di Colorno, Villa
Medici del Vascello a San Giovanni in
Croce e la Chiesa di San Benedetto a
Priorato (PR) sulla Via Francigena.
Dopo lanteprima in Teatro, presentata ledizione al via il 7 luglio
LInternational Festival 2014 si apre al territorio
Ultimo giorno di dibattiti prima che cali il silenzio nelle 24 ore che precedono il voto. Oggi in tv 4 candidati
Ed ora, la parola agli elettori
SOLAROLO RAINERIO La crisi e le
nuove opportunit di lavoro nel campo
del sociale e il reinserimento lavorativo di
chi ha affrontato con successo la cura al
cancro. Su questi temi si svolta merco-
led alla Clochette la conviviale del Rotary
Club Casalmaggiore Oglio Po.
Due le relazioni: nella prima il dottor
Ruggero Grigatti, direttore della Roger
School-Alta scuola di marketing relazio-
nale (azienda leader nella formazione di
giovani talenti) ha spiegato come in fon-
do la situazione di crisi che viviamo sia
ciclica: Da 40 anni si parla di economia
malata, ma in 2-5 anni si pu sistemare
leconomia personale. Come? Ad esem-
pio facendo impresa nel sociale no profit.
Grigatti anche vice presidente della
Fondazione I bambini delle fate che si
occupa di disabilit infantile. Presidente
quel Franco Antonello che col figlio An-
drea stato ospite in diverse trasmissio-
ni televisive, spiegando e mostrando co-
me un figlio autistico possa vivere la
propria vita in modo splendido se circon-
dato da una famiglia che lo sostiene. Ci
non sempre possibile, da qui il ruolo
della Fondazione, che d sostegno alle
famiglie in difficolt. Tra laltro fare lim-
prenditore nel sociale porta anche a nuo-
vi posti di lavoro, in quanto comporta
luso della tecnologia. Grigatti ha anche
portato tanti esempi di persone che gra-
zie alla creativit sul web fatturano oggi
pi di multinazionali. Quanto alla Roger
School, utilizza un metodo proprio di al-
cuni stati evoluti: lallievo studia e si inse-
risce nelle aziende senza pagare, lo far
solo detraendo una parte dei guadagni
futuri.
In seguito il dottor Stefano Giordani,
esperto di Medicina del lavoro e oncolo-
gia, ha illustrato limportanza di dar se-
guito alle cure coi farmaci a chi viene da
una esperienza di tumore. Tante sono le
persone che si portano dietro disturbi sia
fisici che psicologici, ed importante per
la loro guarigione lo stile di vita. La malat-
tia mette in crisi lequilibrio della persona,
e comporta perdita di fiducia e minore
efficienza fisica e lavorativa. Quindi ali-
mentazione, attivit fisica, interventi psi-
cologici e terapie complementari (ad
esempio lo yoga) riabilitano i cosiddetti
(termine da lui stesso coniato) onconauti.
Oggi si occupa di un corso di riabilitazio-
ne di tre mesi che pu essere seguito da
un ulteriore corso di mantenimento, ed
ha auspicato che tale corso possa entra-
re a far parte pienamente nel percorso di
cura del tumore. I medici ha concluso
devono tornare a prescrivere anche lo
stile di vita, non solo le medicine, sotto-
lineando che laumento di persone inte-
ressate alla riabilitazione in grande au-
mento perch ormai oltre la met dei
malati di cancro riesce a guarire dalla
malattia.
Lavoro e malattia
ROTARY
La chiusura dell'edizione 2013 sul sagrato del Duomo di Casalmaggiore
Da sinistra Grigatti, il presidente Leonardo
Stringhini, Giordani e l'assistente
del governatore Giuseppe Torchio
Fiesse, Corada parla di Risorgimento
Sar la figura di Giancarlo Corada,
gi presidente della Provincia e sinda-
co di Cremona, ad inaugurare venerd
prossimo, 30 maggio, la tre giorni di
rievocazione risorgimentale organiz-
zata a Fiesse, comune bresciano ai
confini del cremonese.
Alle ore 21 di venerd 30, presso la
Sala Civica S. Filippo, Corada terr
una conferenza sul tema Garibaldi,
Garibaldini ed esercito nel Risorgi-
mento Italiano. La rievocazione (nella
foto a sinistra un precedente nel 2012)
proseguir sabato 31 con i canti risor-
gimentali proposti dal coro Citt di
Brescia, e domenica 1 giugno con la
spettacolare rievocazione storica in
costumi depoca della Battaglia del
Volturno, nel pomeriggio alle 16 pres-
so l'associazione Amici de la Gambe-
ra in zona Boschetto al Ponte.
Nelloccasione, alle 13, spiedo gari-
baldino a 13 euro (prenotazioni al
338-7612252).
14
di Vanni Raineri
uona la seconda... almeno
si spera. Dopo il rinvio di ini-
zio mese, stavolta tutto
pronto per dare il via a I Sa-
pori della Bassa, serie di
iniziative che si tengono tra oggi e do-
menica attorno alla centrale piazza
Dante Alighieri, e che sfoceranno nel
grande spettacolo di riapertura di Villa
Medici del Vascello
Il programma come detto ampio, e
ricalca in buona parte (ma con alcune
variazioni) quello gi predisposto per il
2, 3 e 4 maggio. Oggi, venerd 23, alle
9 si inaugurer presso i giardini pubbli-
ci I Sapori Kids, novit che prosegui-
r nei tre giorni di festa con diversi ap-
puntamenti. Alle 18,30 prevista
linaugurazione della manifestazione
alla presenza delle autorit e con lani-
mazione del Gruppo Sbandieratori e
Musici Terre dei Gonzaga. Alla stessa
ora verranno aperti gli stand gastrono-
mici, e alle 19 il Ristotenda ospiter la
cena a cura dellAssociazione Gli
Amici dei Sapori. Dalle 21 concerto
degli Strada Facendo.
Domani gli stand gastronomici apri-
ranno gi alle 9. Seguiranno alle 10 le
prove di tiro con larco (al salame) da
parte del Gruppo Arcieri La Fenice nel
cortile del teatro Gallerani, quindi ini-
ziative per piccoli e grandi, degustazio-
ni varie e cena dalle 19 al Ristotenda.
Alle 20,30 Scricciolo in concerto,
saggio finale degli allievi della scuola di
musica di San Giovanni in Croce, quin-
di alle 21,30 spazio a Baila!, rasse-
gna di balli latino-americani proposti
da diverse scuole.
Domenica 25 maggio si ripeteranno
lapertura degli stand e il tiro con lar-
co, quindi il Ristotenda aprir anche
per il pranzo alle ore 12. Per chi vorr,
alle 12,30 lOsteria La Fornace di Sola-
rolo Rainerio preparer I Sapori della
Fornace. Degustazioni e nuovi appun-
tamenti con I Sapori Kids condurran-
no allora della cena, che sar consu-
mata dalle ore 19 nel Ristotenda. Alle
21 il Grande Spettacolo di Riapertura
di Villa Medici del Vascello. Da segna-
lare che sabato dalle 15 alle 18 e do-
menica dalle 10 alle 14 sar possibile
effettuare visite guidate a Villa Medici
del Vascello.
B
Una panoramica della bella festa nel giardino della rocca che si tenne nel luglio 2013
Domenica sera alle ore 21 chiusura della manifestazione con lo spettacolo di riapertura di Villa Medici
I Sapori della Bassa al via
Casalmaggiore
Venerd 23 Maggio 2014
15
Piadena: il candidato di Forza Nuova, Panzeri, chiede un voto di coraggio
PIADENA Dopo aver presentato le liste di Iva-
na Cavazzini e Luciano Di Cesare, chiudiamo il
cerchio con Forza Nuova, che candida a sindaco
di Piadena Annamaria Panzeri.
Chiedo ai cittadini di Piadena - esordisce il
candidato - un voto di coraggio e non di comodo.
Piadena ha conosciuto una realt emergente come
Forza Nuova, alternativa ad una classe dirigente
che abbiamo gi visto, nella sua doppia versione
centro-destra e centro-sinistra. C' chi pensa di
spostarsi da una poltrona allaltra per un altro giro
di valzer - prosegue Panzeri - e chi invece un
pensionato, un pre-pensionato o un esodato della
politica. Noi ci abbiamo messo la faccia, in questi
mesi. Abbiamo aperto una sede, diventata un pun-
to di riferimento per tanti cittadini, piadenesi e non;
organizzato raccolte e distribuzione di alimenti per
famiglie italiane in difficolt con liniziativa solida-
riet nazionale che Forza Nuova ha attuato in tutta
Italia; fatto da cassa di risonanza per le ragioni di
cittadini piadenesi alle prese con stranieri che non
osservano le regole; presentato e fatto protocollare
in Comune un piano di rilancio agricolo denomina-
to piano Denominazione Comunale, in collabora-
zione con lassociazione Lega della Terra. Ora
chiediamo di diventare protagonisti di questo cam-
biamento.
Questa la composizione della lista di Forza Nuo-
va: Rudy Bruschi Robusti, Ornella Franceschi,
Franco Deantoni, Cesare Mambriani, Fabiano
Cavalieri, Davide Montani, Antonello Stabile,
Silvia Guarneri, Riccardo Bianchera, Fabio Ma-
gnelli e Franco Maffezzoni.
Annamaria Panzeri, classe 1977, laureata in
Giurisprudenza ed dipendente di Cariparma
Crdit Agricole. I punti salienti del programma in-
vestono la necessit di maggiori controlli degli
stranieri, il recupero del patrimonio agricolo, la si-
stemazione e il ripristino delle aree verdi attraverso
cittadini disoccupati e lesclusione di Equitalia nel-
la gestione della tassazione.
FAVALLI: RESPINTAISTANZADI MUNICIPIA
UN TOUR ALLASCOPERTADI SABBIONETA
MARTIGNANA, INAUGURAIL CIRCOLO ACLI
Nuova sentenza favorevole allingegner
Guido Favalli nella vertenza che lo oppone
allunione di comuni Municipia. I fatti risalgono
a 6 anni fa, quando dopo le dimissioni di Fa-
valli dallunione, questa riut di corrisponder-
gli alcuni compensi, motivando la scelta con
la mancanza del parere della Sovrintendenza
ritenuto necessario. Il giudice del Lavoro die-
de ragione allingegnere, accogliendone il de-
creto ingiuntivo e obbligando lunione a corri-
spondere le spettanze. Municipia per decise
di contrattaccare imputando a Favalli un dan-
no di immagine. Marted il tribunale ordinario
di Cremona ha rigettato in sede civile la richie-
sta, obbligando anche Municipia a sostenere le
spese processuali.
Ho sempre scelto il basso prolo afferma
lingegner Favalli - e ho sempre condato nella
giustizia. Il mio comportamento dopo sei anni
stato premiato. Ho fatto in coscienza il mio la-
voro e ho sofferto la situazione per alcuni anni,
non nutro per alcun risentimento personale.
SABBIONETA Primavera 2014 a Sab-
bioneta, la serie di proposte turistico-cultu-
rali predisposte dallUfcio del Turismo, volge
al termine con gli ultimi appuntamenti. Doma-
ni, sabato 24 maggio alle ore 15, sar possibi-
le partecipare (al costo di 2 euro aggiuntivo al
prezzo del biglietto di ingresso ai monumenti)
al tour urbanistico alla scoperta della citt-for-
tezza e della citt del Principe, della durata di
unora, a cura di Marcella Luzzara.
MARTIGNANA PO Linvito alla Pentecoste
della Presidenza provinciale Acli per mercole-
d 28 maggio a Martignana Po, dove don Bru-
no Bignami e il parroco don Fabio Santam-
brogio concelebreranno la Santa Messa alle
ore 18,30 che preceder la benedizione della
nuova sede del Circolo Acli Enrico Anelli pre-
sieduto da Cesarino Rosa. Nella sala Giovan-
ni Paolo II verr poi presentato il libro di don
Bignami Don Primo Mazzolari, parroco dIta-
lia. Inne alle ore 20 cena insieme preparata
dai soci del circolo (quota 10 euro, prenotazio-
ni entro luned 26 maggio allo 0372/800422).
Per chi vorr partecipare da Cremona, il ritrovo
per il trasporto condiviso per le 17,30 presso
la sede provinciale Acli.
TORRICELLA DEL PIZZO Splendida giornata
baciata dal sole e dal successo per il 2 Raduno
mezzi militari Storici, che si tenuto presso lAgri-
turismo Torretta. Un corteo di una ventina di mezzi
militari si disposto sullargine maestro, sorvolato
da un biplano acrobatico PITTS che per alcuni mi-
nuti ha offerto spettacolari acrobazie. Sia il biplano
che gran parte dei mezzi provenivano da Parma. Il
corteo si inoltrato nella bella golena del Po, che
divide proprio Casalasco e Parmense, ed rientra-
to in paese per la celebrazione di una Messa al
campo. Quindi il pranzo conviviale, al termine del
quale il presidente della 34 RedBull Italia ha
ringraziato la famiglia Fadani-Buoli proprietaria
dell'Agriturismo Torretta per l'ospitalit donando
un pensiero per ricordare questa magnifica giorna-
ta e consegnando al sindaco di Torricella del Pizzo
Emanuel Sacchini il gagliardetto dell'associazio-
ne. A seguire i partecipanti hanno visitato il Museo
Amarcord- Strumenti Musicali Meccanici per poi
chiudere la giornata con una sfilata per le vie del
paese passando anche per la frazione Bosco Piaz-
za, sempre in golena.
Torricella del Pizzo - Decine di partecipanti al 2 raduno storico
Parata di mezzi militari in Torretta
CANNETO SULLOGLIO - Presso il Campo
Sportivo Comunale, in concomitanza con la mani-
festazione Tuttingioco 2014, torneo europeo di
calcio a 5 per diversamente abili organizzato
dall'A.S. Fuorigioco di Canneto, c' stata la conse-
gna ufficiale di un defibrillatore donato al Comune
da parte del Rotary Club Piadena Oglio Chiese.
Questo strumento di fondamentale importanza
verr collocato stabilmente al Campo Sportivo in
dotazione all'U.S. Cannetese (di cui numerosi vo-
lontari hanno gi partecipato al corso per il suo
utilizzo) ed a favore delle numerose associazioni
sportive che operano nel territorio. Erano presenti il
Presidente del Rotary Club Manlio Troletti insieme
al socio cannetese responsabile del progetto Mau-
rizio Turrini ex dirigente dell'US Cannetese, il sin-
daco Pierino Cervi, gli assessori allo Sport Angelo
Appiani e alla Cultura Barbara Alberini, la presi-
dente dell'U.S. Cannetese Milva Monica Iaconelli
insieme a vari appassionati rappresentanti del
gruppo, e il presidente dell'Ass. Fuorigioco Fran-
cesco Zucca. Numeroso il pubblico presente ac-
compagnato dalla vivacit di una delegazione di
allievi dell'Istituto Comprensivo di Canneto.
Il Rotary Piadena Oglio Chiese dona
un defibrillatore al Comune di Canneto
A sinistra il candidato sindaco Annamaria Panzeri, a destra il gruppo di candidati consiglieri
Speciale Sposi
Venerd 23 Maggio 2014
16
Un mese prima
Gli sposi si recano al Comune per la promessa e le pubblicazioni.
Gli sposi fanno stampare i men (se non compreso nel servizio
del rinfresco).
Gli sposi iniziano ad organizzare la disposizione dei tavoli e com-
pilano il tableaux.
Tre settimane prima
Gli sposi fanno un sopralluogo della chiesa e del luogo del ricevi-
mento.
Gli sposi confermano i musicisti e i cantanti per il rito e il ricevi-
mento.
La sposa acquista il cuscinetto portafedi.
Due settimane prima
Gli sposiverificano le adesioni al ricevimento, eventualmente sol-
lecitando gli indecisi.
Gli sposi confermano il ricevimento con il numero preciso degli
invitati.
Gli sposi verificano l'arrivo delle bomboniere.
Lo sposo ritira le fedi, sceglie e ordina il bouquet.
Durante lultima settimana
Gli sposi ritirano l'abito e gli accessori, che vanno verificati nei
minimi dettagli.
Gli sposi prendono appuntamento con il parrucchiere per lultimo
ritocco di taglio e il colore dei capelli.
Gli sposi confermano tutti gli appuntamenti per il giorno della
cerimonia: parrucchiere, estetista, autista, fotografo, fiorista, musi-
ca in chiesa, intrattenimento al ricevimento.
Gli sposi preparano la valigia per il viaggio di nozze.
Gli sposi incaricano qualche parente o amico di occuparsi dei
dettagli il giorno della cerimonia.
Un giorno prima
Gli sposi controllano il luogo del ricevimento: disposizione dei
tavoli, le decorazioni i segnaposto.
La sposa affida ad una persona di fiducia loccorrente per ritoc-
care il trucco, un paio di scarpe comode e un paio di calze di ri-
serva.
Poche ore prima
La sposa si fa mettere a punto pettinatura, trucco, manicure prima
di indossare labito.
Gli sposi indossano i loro abiti da cerimonia.
La sposa riceve il fotografo e si fa fotografare nella sua casa.
Lo sposo consegna al testimone le fedi nuziali.
Lo sposo prepara lofferta per la chiesa, in busta.
Lo sposo fa consegnare il bouquet a casa della sposa.
Gli ultimissimi preparativi
hi ha deciso di sposarsi nel 2014
star ormai definendo gli ultimi pre-
parativi per la cerimonia: dalle fedi
ai fiori, ma anche le ultime questio-
ni burocratiche, come le pubblica-
zioni in chiesa. La burocrazia, in effetti, un
fattore da non trascurare: per il matrimonio
non servono molti documenti, ma quelli ne-
cessari non vanno dimenticati.
DOCUMENTI PER IL MATRIMONIO CIVILE
Oggi per il matrimonio civile, occorre che
uno dei due fidanzati, circa due mesi prima del
matrimonio, si rechi presso l'ufficio di Stato
Civile del Comune di residenza, per firmare un
documento (con i dati personali degli sposi),
chiedente l'appuntamento per la promessa di
matrimonio. Sar l'ufficio stesso a richiedere
tutta la documentazione che necessita, dopo
di che contatter personalmente i futuri sposi
per fissare con loro la data del giuramento.
A questo punto tutto pronto per il Consen-
so. Per questo occorrono un testimone e un
genitore, (entrambi muniti di un documento di
identit valido), in assenza del genitore occor-
re una copia integrale dell'atto di nascita, rila-
sciata dal comune di nascita, tale documento
si richiede o personalmente o tramite un pa-
rente munito di un documento di identit del
richiedente.
I testimoni possono essere anche gli stessi
che presenzieranno al matrimonio.
Le pubblicazioni verranno esposte per 8
giorni consecutivi alla porta della casa comu-
nale (nei comuni di residenza di entrambi gli
sposi); nell'atto saranno indicate le complete
generalit degli sposi ed il luogo ove intendo-
no contrarre matrimonio.
Funzione della pubblicazione quella di
portare a conoscenza di tutti l'intenzione dei
nubendi di contrarre matrimonio affinch
chiunque vi abbia interesse possa fare oppo-
sizione.
Concluse le pubblicazioni gli sposi dopo
quattro giorni otterranno il "nulla osta" al ma-
trimonio che per essere valido dovr essere
celebrato entro 180 giorni, pena la decadenza
di validit dei certificati.
Casi particolari.
Per il matrimonio con o tra minorenni ma
che abbiano almeno 16 anni: occorre il decre-
to di autorizzazione del Tribunale dei minore.
Per il matrimonio con un divorziato o en-
trambi: occorre copia integrale dell'atto di ma-
trimonio precedente, completa dell'annotazio-
ne della sentenza di annullamento; Tale anno-
tazione viene rilasciata dal Tribunale del comu-
ne dove e' stato celebrato il matrimonio, previa
autorizzazione della Procura della Repubblica
competente.
Per il matrimonio con o tra cittadini stra-
nieri: occorre il nulla osta del Consolato o dell'
Ambasciata del paese di origine.
DOCUMENTI PER IL RITO RELIGIOSO
Per il rito religioso gli sposi dovranno pro-
curarsi oltre ai documenti necessari per il ma-
trimonio civile anche questi documenti:
Certificato di Battesimo: da richiedere nel-
la parrocchia in cui avvenuto il battesimo.
Certificato di cresima: nel caso in cui sul
certificato di battesimo sia menzionata anche
la data della cresima non c' bisogno di un
ulteriore documento, se cos non fosse, lo si
deve richiedere nella parrocchia in cui si sta-
ti cresimati. Se non si stati cresimati occorre
ricevere il sacramento prima del matrimonio
Certificato di libero: occorre solo se uno
degli sposi o ambedue, dopo il compimento
del 16 anno di et, abbiano vissuto almeno
un anno in una diocesi diversa da quella
dell'attuale domicilio.
Attestato di frequenza del corso matrimo-
niale: l'attestato garantisce l'avvenuta fre-
quenza, da parte degli sposi, del corso pre-
matrimoniale che si svolge con modalit e
frequenza diverse a discrezione delle varie
parrocchie.
Ottenuti tutti i documenti, i fidanzati devono
presentarsi nella parrocchia prescelta.
Il parroco stabilir una serie d'incontri per la
preparazione al matrimonio per dichiarare il
suo consenso alle nozze. Dopo tale colloquio
verranno affisse le pubblicazioni religiose che
dovrannoessere visibili per otto giorni presso
la Parrocchia ove saranno celebrate le nozze.
Per sposarsi in una chiesa diversa da quel-
la degli sposi occorre il nulla osta ecclesiastico
da richiedere al Vicariato.

Requisiti richiesti dalla legge per con-
trarre matrimonio:
Aver compiuto il 18 anno d'et per en-
trambi; tale et pu essere abbassata a 16
anni con decreto del Tribunale dei Minori a
condizione che il giudice abbia accertato la
maturit psichica del minore e che incorrano
gravi motivi.
La sanit mentale per cui l'interdetto per
infermit di mente non pu contrarre matrimo-
nio.
La libert di "status" cio la mancanza di
un vincolo derivante da un precedente matri-
monio che abbia effetti civili.
L'inesistenza di rapporti di parentela o
affinit tra gli sposi.
La donna deve attendere almeno 300
giorni dallo scioglimento o l'annullamento o la
cessazione degli effetti civili del precedente
matrimonio. Non dovr attendere tale termine
se: il matrimonio sia stato dichiarato nullo per
impotenza di uno dei coniugi; quando il matri-
monio non stato consumato; quando lo scio-
glimento avvenuto dopo tre anni di effettiva
separazione.
C
Verso le nozze: occhio alla burocrazia
A pochi mesi dal gran giorno bene ricordarsi dei documenti, che sono diversi per chi sceglie di sposarsi in Comune o in chiesa
rima di arrivare al gran giorno bisogna
essere certi che tutto sia pronto, a par-
tire dalla casa in cui si andr ad abitare.
Vediamo allora come fare ad arredare
la casa in maniera rapida e sicura.
Che si tratti di un monolocale o di un maxi ap-
partamento, la cosa fondamentale che le scelte
in fatto di arredamento seguano tutte lo stesso sti-
le, in modo da dare armonia e continuit allam-
biente.
Il gusto dei futuri padroni di casa deve essere la
bussola per guidare la scelta, ma attenzione a non
esagerare e soprattutto prima di decidere visitate
pi negozi possibili e soprattutto a non scordare
nessun particolare. Verificate il reale ingombro dei
mobili che avete scelto, per visualizzare meglio
laspetto finale della casa. I pi tecnologici potran-
no cimentarsi con i rendering e le configurazioni di
arredamento virtuale disponibili online, ma un me-
tro e un rotolo di nastro di carta restano sempre
unalternativa efficace.
Una volta che si deciso con chiarezza quello
che si vuole e soprattutto la disposisione del mo-
bilio nella casa, si possono iniziare a chiedere e
preventivi. Pu essere utile tenersi aggiornati su
sconti, promozioni e vendite speciali negli outlet o
dopo le fiere: con un po di fortuna si pu arrivare
a risparmiare fino al 60% del prezzo.
Fondamentali sono le luci: a questo proposito il
supporto di un professionista dellilluminotec-
nica potrebbe rivelarsi una spesa tuttaltro che
superflua. Evitare di ritrovarsi senza prese e
punti luce nei posti giusti non ha prezzo.
Attenzione alle tempistiche: inutile pensare
di differire nel tempo larrivo dei nuovi mobili.
Solitamente anche chi ha ordinato tutto con il
dovuto anticipo, spesso ci si trover con una
serie di consegne a pochi giorni l'una dall'altra,
magari proprio a ridosso del giorno del matri-
monio. In questi casi indispensabile mantene-
re la calma, cercando di non sovrapporre nello
stesso giorno le strutture che richiedono molte
ore per essere montate.
E se non fate in tempo a preparare tutto en-
tro il giorno delle nozze? Nessuno problema.
Per i primi tempi sar sufficiente pensare sol-
tanto alle cose essenziali e tutto il resto verr
arredato ed ordinato con calma nei mesi suc-
cessivi all'insediamento. Le cose essenziali so-
no innanzitutto l'arredamento della cucina e
della camera da letto. In un secondo momento,
con calma, ci si potr dedicatr al salone ed alle
altre stanze. Anche il bagno andr sistemato a
dovere, mentre tende e lampadari possono
aspettare.
Potrete sceglierli con cura, affrontando la
spesa con i soldi che gli invitati vi avranno do-
nato, come regalo per il matrimonio.
P
La casa degli sposi: attenzione alle tempistiche
17
Venerd 23 Maggio 2014
Speciale Sposi
Per evitare di trovarvi con
lacqua alla gola portatevi avanti
e non aspettate lultimo momen-
to per scegliere i cadeaux de
mariage, aprite la vostra lista
nozze: questa la regola del per-
fetto matrimonio, secondo il ce-
lebre Enzo Miccio. Una scelta
originale per la lista nozze
quella legata al design e all'illu-
minazione. Bertolotti Illumina-
zione offre a tutti gli sposi questa
opportunit.
Oggi oltre alla possibilit di
depositare la vostra lista diretta-
mente al punto vendita, potete
creare la vostra Lista online, sce-
gliendo pezzo per pezzo per
"comporre" la vostra casa con
gusto ed eleganza. "La nostra
consulenza sar gratuita - fanno
sapere dall'azienda -. Infine, ba-
ster cliccare per dare vita ad
una lista creata su misura per voi
e per i vostri invitati nell'area
wedding. In questa area del sito,
potrete verificare quali regali so-
no gi stati acquistati e quali so-
no ancora disponibili, seguendo
cos lo stato d'avanzamento del-
la vostra lista, e ogni qualvolta vi
verr fatto un regalo, riceverete
una notifica direttamente sul vo-
stro indirizzo di posta elettroni-
ca". La lista potr essere modifi-
cata dagli sposi in qualsiasi mo-
mento.
"Anche i vostri invitati potran-
no comodamente visionare da
casa la vostra lista e decidere se
acquistare i vostri regali dal no-
stro sito, pagando tramite boni-
fico bancario, o direttamente
presso il nostro showroom -
spiega ancora l'azienda -. I rega-
li presenti in lista inoltre, potran-
no essere divisi in quote libere,
in modo da offrire a tutti la pos-
sibilit di partecipare ai regali,
anche quelli pi impegnativi.
A fine lista potrete decidere
se acquistare o meno i regali che
i vostri invitati non avranno scel-
to, e al momento della chiusura
Bertolotti Illuminazione, ti rega-
ler un buono acquisto pari al
5% del valore della tua lista rela-
tivo ai prodotti acquistati.
I regali possono essere ritirati
in base alle vostre esigenze pre-
vio accordo col punto vendita.
Oltre alle luci puoi aggiungere
anche sedie e complementi per-
che' Bertolotti Illuminazione oggi
anche arredo!
www.bertolottiilluminazione.it
Bertolotti illuminazione... e arredo
Luce e design nella vostra lista nozze
Cremo a Bolzano per restare in corsa
di Matteo Volpi
i ritorna l, al Druso di Bolzano, tempio di
mille battaglie in cui domenica sar vietato
sbagliare. Il cammino non certo brillante
delle ultime settimane, a differenza di
quello che vuol farci credere mister Dioni-
gi, non aiuta certo ad essere ottimisti. Da un mese
e mezzo a questa part, la Cremonese non ha di
fatto pi vinto una gara al novantesimo. Lultima
vittoria nei tempi regolamentari risale infatti al 13
aprile scorso (2-1 in casa con il Vicenza), nonostan-
te la sofferta esultanza al termine della lotteria dei
calci di rigore contro lAlbinoLeffe. Dopo un buon
inizio, la cura Dionigi di fatto si bloccata: molti
giocatori sono logicamente stanchi, anche perch
sono stati ruotati poco ed ora si tratta di raccoglie-
re tutto quello che si ha, per quello che purtroppo
dovrebbe essere lultimo sforzo. In compenso, ri-
spetto a qualche mese fa, il popolo grigiorosso
tornato a crederci in modo forte. Per la trasferta di
Bolzano saranno in molti a
mobilitarsi per iniettare la
giusta carica ad una squa-
dra che nei momenti del
bisogno ha senza dubbio il
suo dodicesimo uomo in
campo. Per contro, tutta-
via, ci sar un avversario
molto ostico. Il Sdtirol vi-
sto domenica scorsa allo
Zini senza dubbio una bella squadra, ben or-
chestrata tatticamente da mister Rastelli, vivace in
fase offensiva, ma magari meno esperta per gare
di questa importanza. Domenica, in casa grigioros-
sa, ci sar davvero bisogno di tutti. Anzitutto dei
titolari, tra cui mancher sicuramente Caracciolo
per squalifica (probabile in questo senso il ritorno
al centro della difesa di Minelli), ma anche di chi
magari entrer in corsa come Casoli, pronto ad en-
trare in corsa sulla destra per provare a cambiare
marcia, Caridi in qualit di jolly offensivo e perch
no, forse proprio del temuto ex Campo, elemento
in grado di trovare sempre e comunque la giocata
vincente. Aldil dei nomi, per, servir soprattutto
la voglia di fare limpresa e di dare una soddisfazio-
ne meritata a tutti quei tifosi che faranno mille sa-
crifici per non far mancare il loro apporto, come
sempre stato nei momenti importanti. Questa Le-
ga Pro sta ancora stretta ai progetti grigiorossi,
oppure no? E ora di giocare a carte scoperte.
S
Speciale Playoff Lega Pro
Il gol del pareggio di Visconti
(fotoservizio Luigi Dassi)
Semifinale di ritorno domenica in Alto Adige che mette in palio la finale: serve una grande prestazione
Le semifinali dei playoff di Prima Divisione sono in programma il 18 e il 25 maggio. La finale, invece,
si giocher il 1 e il 7 giugno: la vincente sar promossa in serie B.
allenatore: DaVIDe DIonIGI 3-5-2
KIeM
PeDerZolI
BaSSolI
FaCCHIn
FInK
MartIn
VerattI
tUrCHetta
CaPPellettI
MIneSSo
CoraZZa
BreMeC
4-3-3 allenatore: ClaUDIo raStellI
MInellI
BerGaMellI
aBBate
VISContI
BrUCCInI
aVoGaDrI
arMellIno
PalerMo
Della roCCa
BrIGHentI
DoMenICa a BolZano ore 18
arbitro: riPa Di NoCEra iNFEriorE
I grigiorossi sotto la curva
fonte: Wikipedia
DIretta SU raIPSort
Sfida fratricida dal pronostico incerto
di Fabio Varesi
contro fratricida e tra titani. Per la prima
volta nella storia della coppa dalle gran-
di orecchie, due squadre della stessa
citt sono protagoniste della finale che
mette in palio il titolo europeo per club. In
passato, ci sono state alcune finali tra due forma-
zioni della stessa nazione (tra le quali Milan-Juve
nel 2003), mentre il derby di Milano andato in
scena a livello di semifinali. Un evento straordina-
rio, anche per la qualit delle contendenti, che
hanno meritato di giorcarsi latto conclusivo della
Champions League, in programma sabato sera a
Lisbona. Di fronte il Real Madrid di Carlo Ancelot-
ti (alla sua quarta finale di Champions, due delle
quali vinte) e il sorprendente Atletico Madrid di
Diego Simeone, che dopo aver vinto la Liga, pun-
ta ad una fantastica doppietta, che si aggiunge-
rebbe al trionfo in Europa League datato 2012. Un
cerchio magico iniziato proprio con larrivo di Si-
meone alla guida dei Colchoneros, rimasti ai ver-
tici europei malgrado la cessione eccellente di
Falcao, perfezionata lestate scorsa. Difficile az-
zardare un pronostico. Per il Real la vittoria della
decima Champions diventata unautentica os-
sessione, che dura dal 2002 (data dellultimo suc-
cesso arrivato grazie a una magia di Zidane contro
il Bayer Leverkusen). Neppure Mourinho ha cen-
trato lobiettivo, che pu diventare realt grazie
alla sapiente regia di Ancelotti, bravo a sopporta-
re i malumori di una piazza ambiziosa e che non
accetta di arrivare seconda. Ma sul prato dello
stadio do Sport di Lisbona, il Real non potr di-
sporre di Cristiano Ronaldo, che arriva alla finale
non al meglio, anche se lo staff medico delle Me-
rengues far di tutto per permettergli di essere
protagonista davanti ai propri connazionali. Anche
altri giocatori del Real non stanno benissimo, ma
partite come queste fanno dimenticare i piccoli
acciacchi. Non va meglio allAtletico, che nellulti-
mo e decisivo turno della Liga (al Camp Nou di
Barcellona) ha perso il bomber Diego Costa, sicu-
ramente assente sabato sera, a causa di una le-
sione muscolare di primo grado al bicipite femo-
rale della coscia destra. Al suo posto giocher
David Villa, abituato ad essere decisivo nelle par-
tite che contano, soprattutto con la Spagna. Per
lAtletico (in finale di Champions dopo 40 anni)
loccasione delle vita e i giocatori di Simeone non
hanno alcuna intenzione di farsela sfuggire.
S
Speciale Champions League
Carlo Ancelotti, tecnico del Real
Il Real insegue il decimo trionfo, mentre lAtletico vuole accomodarsi sul trono europeo per la prima volta
ALLENATORE: DIEGO SIMEONE 4-4-2
MIRANDA
GABI
GODIN
COURTOIS
ARDA TURAN
FELIPE LUIS
THIAGO
RAUL GARCIA
JUANFRAN
KOKE
VILLA
CASILLAS
ALLENATORE: CARLO ANCELOTTI
SERGIO RAMOS
COENTRAO
VARANE
ISCO
KHEDIRA
CARVAJAL
MODRIC
DI MARIA
RONALDO
BALE
SABATO LISBONA ORE 20.45
ARBITRO: BJORN KUIPERS (OLANDA)
Diego Simeone, tecnico dellAtletico
fonte: Wikipedia
DIRETTA SU CANALE 5
Laura Bosio
ome i meteorologi avevano pro-
messo, la prima ondata di caldo
ha raggiunto anche l'Italia, con
temperature estive. Un momento
che molti aspettavano, ma che
per alcuni porta con s diversi rischi, so-
prattutto per gli anziani. I pi esposti al ri-
schio sono quegli anziani non pi comple-
tamente autosufficienti, magari sprovvisti di
quelle reti famigliari e sociali di sostegno o
che comunque non vengono seguiti ade-
guatamente - evidenzia il dottor Giorgio Ra-
gni, direttore dell'unit operativa di medici-
na generale Day Hospital Oncologico
dell'ospedale Oglio Po -. Ad aggravare la si-
tuazione, spesso queste persone soffrono
di patologie, come il diabete, l'ipertensione,
il deterioramento cognitivo, che incremen-
tano i rischi. Le frequenti ondate di calore a
cui negli ultimi anni assistiamo sempre pi
spesso nel periodo estivo, con altissimi pic-
chi di umidit nelle nostre zone, possono
dare luogo a disturbi di vario genere: cram-
pi, vertigini, senso di svenimento. Fino ad
arrivare al rischio maggiore, ossia il colpo di
calore.
Come riconoscerlo?
Vi sono dei sintomi indicativi. Il paziente
lamenta mal di testa, senso di vomito, debo-
lezza diffusa, alterazione del battico cardiaco,
pallore eccessivo della pelle, che risulta disi-
dratata. A volte si ha anche perdita di coscien-
za. Si tratta di sintomi evidenti, che neces-
sario imparare a riconoscere. Si tratta di uno
scompenso funzionale generalizzato, a volte
aggravato dalle patologie gi esistenti.
Perch gli anziani sono pi a rischio?
A parte le condizioni di maggiore fragilit
che sono sotto gli occhi di tutti, anche il fatto
che prendano molti farmaci, specialmente
diuretici, un problema non da poco: questi
infatti provocano disidratazione; una condi-
zione che poi aggravata dal fatto che l'an-
ziano normalmente consuma poca acqua. Per
un giovane pi facile combattere la disidra-
tazione, mentre un anziano difficilmente met-
te in atto autonomamente le misure preventi-
ve, come appunto bere molto.
A cosa bisogna stare attenti, allora?
Come abbiamo detto, fondamentale
l'idratazione. Gli anziani difficilmente bevono
pi di mezzo litro di acqua al giorno, mentre
bisogna fare in modo che ne consumino di
pi, anche inducendoli a bere succhi di frutta
o altri liquidi. Le persone anziane, infatti, per-
dono i meccanismi di adattamento al caldo,
non hanno pi la capacit di sudare, n lo sti-
molo della sete e pertanto necessario che
chi si prende cura di loro li spinga a bere, an-
che quando non ne hanno voglia, in quanto il
meccanismo della disidratazione si attiva si-
lenziosamente ed ha come unico avviso la
graduale diminuzione della diuresi. Anche il
consumo di frutta e verdura aiuta a mantene-
re la persona idratata.
Altra cosa impotante fare in modo che gli
ambienti in cui vive l'anziano siano sempre
ben ventilati. I ventilatori possono fornire refri-
gerio, anche se sarebbe meglio riuscire a cli-
matizzare l'abitazione. E' anche bene tenere
un termometro nel luogo in cui si trova l'anzia-
no, per mantenere controllata la temperatura,
e fare in modo che rimanga nelle stanze pi
fresche della casa.
Nelle ore pi calde, se non si ha un condi-
zionatore in casa, pu essere opportuno fare
bagni e docce o comunque frequentare am-
bienti condizionati possono aiutare l'organi-
smo a sopportare meglio il caldo quando si
torna a essere esposti a esso.
Naturalmente bisogna assolutamente evi-
tare di uscire nelle ore pi calde: le passeggia-
te all'aperto devono essere limitate alle ore
mattutine o serali. Bisogna prestare grande
attenzione anche alla dieta, preferendo pasti
leggeri, ricchi di frutta e verdura, perch ap-
portano acqua, vitamine e sali minerali.
Cosa bisogna fare in caso di emergen-
za?
E' bene intervenire tempestivamente, im-
parando a riconoscere i sintomi. Se si nota
che qualcosa non va bene controllare il bat-
tito cardiaco, l'idratazione della pelle, ecc. Nel
caso vi sia in atto un colpo di calore, bisogna
allertare i soccorsi medici.
Il paziente viene ricoverato e reidratato im-
mediatamente, attraverso una soluzione glu-
cosalina, che gli permetta di reintegrare le
perdite di liquido. Se il paziente non ha perso
conoscenza bisogna portarlo a bere, almeno
due litri di acqua al giorno.
Tornano le ondate di caldo: maggiormente a rischio sono gli anziani. Fondamentale lidratazione
C
Sollievo, domenica 25 maggio concerto al Cittanova per la giornata nazionale
Domenica 25 maggio si celebrer anche
a Cremona la XIII Giornata Nazionale del
Sollievo. Levento stato istituito nel 2001
con direttiva del presidente del Consiglio dei
Ministri per promuovere e testimoniare, at-
traverso idonea informazione e tramite ini-
ziative di sensibilizzazione e solidariet, la
cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e
morale in favore di tutti coloro che stanno ul-
timando il loro percorso vitale, non potendo
giovarsi di cure destinate alla guarigione.
La citt di Cremona pioniera in Italia nel-
la attivit di cure palliative, grazie alla fatti-
va collaborazione fra Azienda Ospedaliera e
Associazione Cremonese per la Cura del
Dolore Accs, ha ogni anno proposto inizia-
tive sempre diverse per la celebrazione del-
la giornata nazionale del sollievo. Questan-
no si pensato ad una iniziativa musicale
per introdurre il tema della musicoterapia,
disciplina di grande valore e di grande utili-
t nel sollievo dalla sofferenza.
LAzienda Ospedaliera di Cremona insie-
me ad allAssociazione Cremonese per la
Cura del Dolore ha organizzato il concerto
della Orchestra Sinfonico Popolare del
Cambonino, diretta dal Maestro Hector Raul
Dominguez, preceduto da una piccola intro-
duzione sui temi della giornata. Lappunta-
mento al Cittanova alle 11. LOrchestra si
esibir in un repertorio per lappunto vario
sia nel genere che nella orchestrazione, con
un programma definito solo a grandi linee,
spaziando dalla musica classica alla musi-
ca leggera.
Il concerto sar preceduto dal saluto
della direttrice dellOspedale, Simona Ma-
riani, e del direttore dellAccd, Antonio Au-
ricchio. Introdurr la giornata un intervento
della dottoressa Donatella Giannunzio, di-
rettore dellunit operativa di Terapia del
dolore. Seguir poi lintervento di Laura
Gamba, musicoterapeuta, sul tema La
musica come sollievo. Infine sar la volta
del concerto.
Rischio colpi di calore: come prevenirli
di Ermanna Allevi
Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)
Gentile naturopata, leggo da tempo la sua rubrica con interesse
e curiosit ed ho notato che ha un modo un p inusuale di affronta-
re i temi che le vengono sottoposti. Mi spiego meglio: se io leggo una
qualsiasi rivista a una domanda vengono dati almeno dieci rimedi in
risposta, lei fa l'opposto, vorrei capire meglio se possibile, perch mi
incuriosisce questo suo modo. Spero in una risposta, nell'attesa le
invio i complimenti e cordiali saluti. Rosa Maria
Gentile signora Rosa Maria, la professione del Naturopata con indiriz-
zo psicosomatico insegna che: esclusa dal punto di vista strettamente
medico (clinico) una patologia, la ricerca deve essere fatta con un altro
punto di vista , che quello del linguaggio del corpo. Se Il naturopata si
approccia al malessere considerando l'uomo come: corpo-mente-cuore-
anima, quello che non c' a livello clinico, c' sicuramente a livello emo-
zionale e quindi il disagio l'espressione di qualcosa che non in armo-
nia con tutto quello che una persona . Il lavoro del naturopata con indi-
rizzo psicosomatico non quello di sedare il sintomo , ma di accompa-
gnare la persona affinch comprenda il motivo dello stesso e questo
spesso sufficiente perch il malessere scompaia. Consigliare un rime-
dio non risolutivo , ma comprendere il perch dei propri disagi s. Na-
turalmente non viene escluso l'uso di uno o pi rimedi se ritenuti neces-
sari, ma senza escludere il percorso di comprensione. Capire chi siamo,
cosa vogliamo, cosa abbiamo perso , quali erano i nostri sogni, ecc, ca-
pire questo ci aiuta a ritrovare la nostra autenticit ed anche il nostro star
bene nel mondo e con il mondo.
Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a:
info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it
Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372.
Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.
Gentilissima dottoressa Subacchi sono la Sig.ra Giovannina ed ho
67 anni finiti, peso Kg. 65, altezza m.1,50 e le mie giornate le trascor-
ro tra i movimenti normali che si fanno per pulire una casa, lavoro an-
dando a lavoro in auto e spesso sono davanti al pc per scrivere fat-
ture e conti. Le sarei grata se potesse illustrarmi una dieta per la mia
et, non Le nascondo che mi fa paura la vecchiaia, soprattutto vor-
rei arrivarci nel migliore dei modi. Quanto dovrei pesare? La informo
che prendo da diversi anni una pillola la mattina per la pressione.
Rispondendo alla sua domanda, posso dire che la sua una condizio-
ne di sovrappeso abbondante, avendo un indice di massa corporeo di
28,8. Purtroppo, il lavoro che esercita non la aiuta in quanto trascorre pa-
recchio tempo davanti ad un computer. Per compensare questo dovreb-
be cercare di sfruttare tutte le occasioni che ci possono essere nella sua
giornata per muoversi, come parcheggiare pi lontano e fare un po di stra-
da a piedi o ritagliarsi ogni giorno almeno 20-30 minuti per attivit aerobi-
ca come passeggiate sostenute o tapis roulant o cyclette. In merito alla
sua alimentazione Le posso comunque consigliare di abbondare con frut-
ta e verdura (5 porzioni al giorno), di limitare il consumo di grassi e zuc-
cheri. Mantenga uno stile di vita sano sia dal punto di vista alimentare sia
dal punto di vista del movimento.
La dottoressa Annalisa Subacchi riceve a:
CREMONA: poliambulatorio MEDICENTER Cremona 0372-434988
GADESCO PIEVE DELMONA: Poliambulatorio MED c/o Ipercremona2 0373-803801
CREMA Poliambulatorio SANTA CLAUDIA c/o ipercoop GranRondo 366-4759134
MANERBIO Poliambulatorio Minervium Via Verdi 64 - Manerbio 366-4759134
Nutrizionista albo Sez. A n 061604
Master Nutrizione Fitness e Sport, Diete personalizzate,
test intolleranze alimentari, celiachia, breath test al lattosio
a cura della dottoressa Annalisa Subacchi
La dottoressa Subacchi risponde alle vostre domande scrivendo a:
info@nutrizionistabiologo.it oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it
www.nutrizionistabiologo.it Facebook: Lisa Nutrizionista Cell. 366-4759134
Salute
20
Venerd 23 Maggio 2014
CUP Centro Unificato di Prenotazione
Dove: padiglione n. 12, a fianco del
Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori
Orari di apertura al pubblico:
luned - venerd dalle 7.30 alle18.00
orario continuato,
il sabato dalle 8.00 alle 12.00;
Prenotazioni telefoniche: possibile
telefonare al numero verde 800.638.638,
da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00.
PRENOTAZIONI
CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP
Attraverso il CUP si prenotano tutte
le prestazioni ad eccezione delle seguenti,
che devono essere prenotate direttamente
presso le singole unit operative o servizi
come indicato di seguito:
ANATOMIA PATOLOGICA
secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati)
Dove: Poliambulatori, piano Terra.
Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare
contattare la segreteria dellAnatomia Patologi-
ca dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00.
Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00.
Consegna campioni istologici e citologici
La consegna dei campioni citologici urinari
prevista, presso il padiglione 5,
da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30;
per gli altri esami da luned a venerd
dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto).
RADIOLOGIA d
Dove: piano 1, corpo H (ala destra).
TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti
e richiesta di prestazioni con bollino verde
Le prenotazioni vanno effettuate
di persona o via fax.
Orario: da luned a venerd dalle
08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00.
Tel: 0372 405760.
Angiografia
Le prenotazioni vanno effettuate di persona.
Orario: da luned a venerd
dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367.
SENOLOGIA:
Screening mammografico preventivo
biennale Asl Cremona (45-69 anni)
Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled
dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata
al CUP dell'Asl 800 318 999.
Prestazioni con carattere di urgenza,
risonanze alla mammella, agoaspirati,
ecografie
Dove: piano 1, corpo M.
Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00.
Telefono: 0372 405614.
Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata
una nuova linea telefonica dotata
di risponditore automatico
in funzione 24 ore su 24: 0372 405612.
RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE
Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o
ascensore a sinistra vicino l'Ufficio
Informazioni nell'atrio di ingresso)
corpo M, monoblocco ospedaliero.
Orario: da luned a venerd
dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485.
MEDICINA DEL LAVORO:
Visite specialistiche di medicina del lavoro
Tel: 0372 405777 da luned a venerd,
dalle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente
presso lAmbulatorio Specialistico
di Medicina del Lavoro negli stessi orari.
CENTRO DIABETOLOGICO
Dove: piano 6, corpo H (lato destro),
monoblocco ospedaliero.
Orari: da luned a venerd
dalle 08.00 alle 13.30
(prima visita per inquadramento
diagnostico-terapeutico e visita di controllo
per monitoraggio metabolico e screening
delle complicanze croniche).
Per le prime visite preferibile che
la prenotazione avvenga di persona comunque
possibile prenotare telefonicamente
da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30.
Telefono: 0372 405715.
CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI
accesso diretto da parte dei cittadini,
con la richiesta del Medico di famiglia
o dello specialista.
Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale.
Orario: da luned a venerd
dalle ore 07.30 alle 10.30.
Telefono: 0372 405663 - 0372 405452
CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI
Monitoraggio delle terapie anticoagulanti.
previsto accesso con prenotazione al numero
0372 405666 - 0372 405663.
Dove: Presso la palazzina del Cup
Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd.
CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA
Test di tolleranza al lattosio e patch test
Accesso con impegnativa del medico curante
Le prenotazioni si effettuano telefonicamente
al numero 0372/408178 da luned a venerd,
dalle 10.30 alle 12; oppure di persona
presso lAmbulatorio di Allergologia (Padiglione
10) da luned a venerd dalle 9.00 alle 13.00.
IMMUNOEMATOLOGIA
E MEDICINA TRASFUSIONALE:
Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia
marziale endovenosa, preparazione di nuovi
emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale:
Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico.
Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero.
Tel: 0372 435887 - 0372 405461
dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd
GENETICA
Dove: piano 2 lato destro del monoblocco
ospedaliero. Prenotazioni telefoniche:
0372 405783
da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30.
MEDICINA LEGALE
Prenotazioni presso Direzione Medica
di Presidio piano Rialzato monoblocco
ospedaliero. Tel: 0372 405200.
PSICOLOGIA
Dove: settimo piano a sinistra.
Prenotazioni da luned a venerd
dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio
di Psicologia, oppure anche telefonicamente
agli stessi orari al numero 0372 405409.
ONCOLOGIA MEDICA
Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione i
n reparto da luned a venerd
dalle ore 8.00 alle ore 17.00.
Tel: 0372 405248.
TERAPIA DEL DOLORE
Dove: palazzina n. 9 La prenotazione
pu essere effettuata telefonicamente
al numero 0372 405330
dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd.
Negli altri orari possibile chiamare
lo stesso numero lasciando un messaggio
in segreteria telefonica con il nome e numero
di telefono: al pi presto sarete richiamati.
GLI ORARI
PRESIDIO OSPEDALIERO
DI CREMONA
NUMERI UTILI
COMUNE DI CREMONA
www.comune.cremona.it
Centralino: 0372-4071
Urp: 0372-407291
AMMINISTRAZIONE
PROVINCIALE
www.provincia.cremona.it
Centralino: 0372-4061
Urp: 0372-406233 -
PREFETTURA
Centralino: 0372-4881
CARABINIERI
Pronto intervento: 112
Centralino: 0372-5581
COMANDO FORESTALE
DELLO STATO
Centralino: 0372-410307
GUARDIA DI FINANZA
Pronto intervento: 117
Centralino: 0372-21576
Nucleo di polizia tributaria:
0372-28968
POLIZIA MUNICIPALE
Pronto intervento: 0372-454516
Centrale operativa: 0372-407427
POLIZIA STRADALE
Comando provinciale
Centralino: 0372-499511
QUESTURA
Pronto intervento: 113
Centralino: 0372-4881
VIGILI DEL FUOCO
Pronto intervento: 115
Centralino: 0372-4157511
PROCURA
Centralino: 0372-548233
OSPEDALE DI CREMONA
www.ospedale.cremona.it
Centralino: 0372-4051
Centro unificato
di prenotazione: 800 638 638
Emergenza sanitaria: 118
AZIENDA SANITARIA
LOCALE DI CREMONA
www.aslcremona.it
Centralino: 0372-4971
Urp: 0372-497215
NUMERI UTILI
COMUNE DI CREMA
www.comunecrema.it
Centralino: 0373-8941
Urp: 0373-894241
AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE
Urp Crema: 0373-899822
CARABINIERI Pronto intervento: 112
Centralino: 0373-893700
COMANDO FORESTALE DELLO
STATO Centralino: 0373-82714
GUARDIA DI FINANZA
Pronto intervento: 117
Centralino: 0373-256474
POLIZIA MUNICIPALE
Pronto intervento: 0373-250867
Centralino: 0373-894212
POLIZIA STRADALE
Centralino: 0373-897311
POLIZIA DI STATO
Centralino: 0373-897311
VIGILI DEL FUOCO: 115
Centralino: 0373-256222
PROCURA
DELLA REPUBBLICA
Centralino: 0373-878116
SERVIZI SOCIO-SANITARI
DISTRETTO DI CREMA
Centralino: 0373-899320
OSPEDALE DI CREMA
www.hcrema.it
Centralino: 0373-2801
Centro unico
di prenotazioni:
800 638 638
Emergenza sanitaria: 118
Crema
Cremona
Via Volontari del Sangue, Via Paracaccia - can-
tiere per la ristrutturazione della rete di distribuzio-
ne energia elettrica (Fine prevista: 30 giugno).
Via Livrasco - cantiere per la ristrutturazione del-
la rete di distribuzione energia elettrica (fine previ-
sta: 30 giugno).
Via delle Industrie, 31 - cantiere per la ristruttu-
razione della rete di distribuzione energia elettrica
(Fine prevista 13 giugno).
Via del Maris - cantiere per la ristrutturazione
della fognatura e della condotta dell'acqua potabile
(fine prevista: 14 agosto).
Via Poffa, Via Largo Benini, Via Carena - can-
tiere per la ristrutturazione della condotta del gas
metano (Fine prevista: 11 luglio).
Via Rosario - cantiere per la ristrutturazione della
rete di distribuzione energia elettrica (fine prevista:
30 maggio).
Via Giuseppina (tratto V.Buoso da Dovara-V.
Gelsomino) - cantiere per la ristrutturazione della
linea dell'illuminazione pubblica (fine prevista: 13
giugno).
Via Pernice - cantiere per la ristrutturazione della
condotta del gas metano (Fine prevista 31 maggio).
Via Lucchini - cantiere per la ristrutturazione del-
la condotta del teleriscaldamento (Fine prevista: 6
giugno).
NUMERI UTILI
COMUNE DI CASALMAGGIORE
www.comune.casalmaggiore.cr.it
Centralino: 0375 42668
AMMINISTRAZIONE
PROVINCIALE
Centralino: 0375-42233
CENTRO PER LIMPIEGO
Centralino: 0375-42213
CARABINIERI
Pronto intervento: 112
Centralino: 0375-284500
POLIZIA MUNICIPALE
Centralino: 0375-40540
POLIZIA STRADALE
Centralino: 0375-42288
GIUDICE DI PACE
Centralino: 0375-42273
OSPEDALE
Centralino: 0375-2811
Centro unico di prenotazioni:
800 638 638
Emergenza sanitaria: 118
MUSEO DIOTTI
www.museodiotti.it
Centralino: 0375-200416
MUSEO DEL BIJOU
Centralino: 0375-284423
TEATRO COMUNALE
www.teatrocasalmaggiore.it
Centralino: 0375-284434
DISTRETTO
SOCIO-SANITARIO
Direzione: 0375-284020
Distretto Veterinario:
0375-284029
Casalmaggiore
Taccuino Venerd 23 Maggio 2014
21
Via del Maris
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
14 Agosto
Via volontari
del Sangue,
via Paracaccia
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
30 giugno
Via Livrasco,
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
30 giugno
Via Delle Industrie,
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
13 Giugno
INGREDIENTI
Polpettine profumate al coriandolo
PER 4 PERSONE PREPARAZIONE
Il pesce
4 filetti di trota salmonata
6 fette di pancarre o
pane casereccio
Un ciuffo di basilico
6 cucchiai d'olio extraver-
gine d'oliva
Sale, Pepe
Insalata o patate prezze-
molate per accompagnare.
Filetti di trota
in crosta al basilico
Eliminate la crosta dal pane e poi frullate la mollica con le
foglie di basilico.
Aggiungete l'olio e mescolate.
Fate scottare i filetti di trota da entrambi i lati in una padel-
la antiaderente unta con un filo d'olio.
Disponete i filetti sulla placca rivestita di carta forno, con la
pelle rivolta verso il basso.
Regolate di sale e di pepe.
Cospargete i filetti col composto a base di pane e prezze-
molo, compattando bene il tutto.
Mettete in forno a 200 gradi per circa 5 minuti.
Servite caldo, accompagnando il tutto con insalata o pata-
te al prezzemolo.
PREPARAZIONE
INGREDIENTI
4 arrostini di pollo
Sale e pepe
Olio extravergine di oliva
Brandy
Rosmarino
Salvia
Una cipolla
Un cucchiaino di miele
Una manciata di mandorle
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
Ricette
Affettate la cipolla sottile, quin-
di mettetela a rosolare in un te-
game dai bordi alti con poco olio,
insieme a salvia e rosmarino.
Tritate le mandorle e aggiunge-
tele al composto, facendo roso-
lare ancora qualche minuto.
Aggiungete quindi gli arrostini
di pollo e lasciate cuocere per
cinque minuti, facendo rosolare
bene su tutti i lati.
Aggiungete ora circa mezzo
bicchiere di brandy e lasciate
sfumare.
Regolate di sale e pepe.
Diluite un cucchiaino di miele
in poca acqua calda, quindi ver-
sate il tutto sugli arrostini, copri-
te e lasciate cuocere per circa 40
minuti (i tempi di cottura dipen-
deranno dalla dimensione degli
arrosti).
Servite gli arrostini caldi e co-
sparsi del loro sugo.
Via Rosario,
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
30 maggio
Via Giuseppina
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
13 Giugno
Via Pernice
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
31 Maggio
Via Poffa
via Largo Bernini
via Carena
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
11 Luglioh
Uno spicchio d'aglio
400 g di ceci
Un cucchiaino
di coriandolo
Olio di semi
di arachidi
Una cipolla
2 cucchiaini
di semi di cumino
Sale e pepe
Frullate i ceci con una cipolla, uno spicchio
d'aglio, 2 cucchiaini di cumino e un cucchiaio di
coriandolo fresco tritato fino a ottenere un com-
posto omogeneo.
Salate, pepate e lasciate riposare il composto in
frigo per un'ora, quindi formate tante polpette
grosse come un'albicocca e friggetele in abbon-
dante olio ben caldo.
Sgocciolatele con un mestolo forato, passatele
su carta assorbente a perdere l'unto in eccesso e
servitele.
Arrostini di pollo al brandy con le mandorle
dalla redazione
possibile rileggere la
storia attraverso la musi-
ca? Domenica mattina
allAuditorium Giovanni
Arvedi del Museo del
Violino di Cremona (ore 11, ingresso
10 euro), il canto popolare protago-
nista di Ai preat (in friulano ho pre-
gato), un concerto di melodie e can-
ti tradizionali armonizzati da Mauro
Zuccante e interpretati dal coro da
camera del Conservatorio Antonio
Vivaldi di Alessandria, sotto la dire-
zione di Marco Berrini e con laccom-
pagnamento del Quartetto darchi
dellIstituto. Attraverso 14 brani, Ai
preat racconta un secolo e mezzo
di storia italiana e ripercorre unespe-
rienza collettiva legata ai tempi e ai
luoghi del nostro Paese; in un viag-
gio fra tradizione e contemporanei-
t, le canzoni diventano veri e pro-
pri documenti storiografici, in grado
di far percepire il suono del cambia-
mento e far rivivere le antiche voci
del popolo con gusto, misura, umilt,
emozione. La particolare cura degli
arrangiamenti e la presenza del quar-
tetto darchi illuminano di nuova luce
le melodie; una fulgida struttura poli-
fonica e una sontuosa ricchezza di
timbri, restituiscono la bellezza del
testo musicale in una sintesi attuale
fra poetica ed estetica. Direttore di
coro, direttore dorchestra e docen-
te di Esercitazioni Corali presso il
Conservatorio Vivaldi di Alessandria,
Marco Berrini ha vinto numerosi pri-
mi premi nei pi prestigiosi con-
corsi corali internazionali. Ospite di
importanti ensemble corali e colla-
boratore di Enti Lirici, affianca latti-
vit di direzione ad un intenso impe-
gno didattico. Il Quartetto darchi del
Conservatorio Antonio Vivaldi di
Alessandria, invece, nasce nella clas-
se di Musica dAssieme per Archi di
Maurizio Cadossi, riunendo nella for-
mazione classica giovanissimi stru-
mentisti (15-16 anni) che, dal 2010,
hanno allattivo esperienze di musica
da camera in varie formazioni, gra-
zie alla volont dei loro insegnanti,
Marcello Bianchi e Claudio Merlo.
E
Ai preat rielegge la storia attraverso la musica
Concerto di melodie e canti tradizionali domenica mattina allAuditorium del Museo del Violino
&
Cultura Spettacoli
Dal 25 maggio lIstituto civico musicale Folcioni di
Crema propone la settimana della musica: 25 maggio
ore 17.30 in sala G. Bottesini, classe di pianoforte
propedeutico; 26 maggio ore 21 in sala G. Bottesini,
classi di flauto, violino e pianoforte; 27 maggio ore 21
in sala ex Folcioni, classi di organo e pianoforte, 28
maggio ore 21 nei Chiostri del San Domenico, classi di
canto moderno e pianoforte moderno; 29 maggio ore
21 in Sala G. Bottesini laboratorio jazz e classe di
chitarra e il 30 maggio, cori e classi di pianoforte.
Settimana
della musica
al Folcioni
Si svolto sabato scorso, presso il Teatro
Comunale di Casalmaggiore, il concerto inaugura-
le Journey across Europe in occasione del qua-
le il Casalmaggiore International Music Festival
ha presentato al pubblico la sua XVIII edizio-
ne. Protagonisti della serata inaugurale del festi-
val, che prender il via luned 7 luglio, lensemble
da camera dei Mainzer Virtuosi, giovani musici-
sti provenienti da Europa e Canada, la coreana
Yena Lee, lungherese gnes Langer, la bulgara
Irina Borissova ed infine il kazako Samson Tsoy.
Giovani stelle del panorama internazionale che
ritroveremo nel calendario estivo. Unantologia
di brani celebri, quella proposta nel concerto di
sabato, da Rossini a Musorgskij e Sarasate sino
ai pi contemporanei Bartok, Kustovny e Briten,
che ha accompagnato il pubblico in un viaggio
ideale di suggestioni musicali differenti che pre-
annunciano la stessa cifra distintiva del festival:
un incrocio di stili e di generi per offrire al pubbli-
co uno sguardo trasversale sulla musica classica.
Anticipato anche il calendario delledizione 2014
che annovera, tra laltro il suggestivo Teatro allAn-
tica di Sabbioneta, citt patrimonio Unesco, lAu-
ditorium Arvedi allinterno del Museo del Violino
di Cremona, il Museo Diotti di Casalmaggiore, la
sontuosa Reggia di Colorno, residenza nel XVII
e XVIII secolo dei Duchi Farnese e poi di Maria
Luigia di Parma, moglie di Napoleone, la Rocca
Medici a San Giovanni in Croce, fortilizio quat-
trocentesco trasformato in villa dotata di un pre-
gevole parco allInglese; infine, la Chiesa di San
Benedetto a Priorato sulla Via Francigena.
Inaugurato il Casalmaggiore International Music Festival
Il concerto Ai preat
Ultimi appuntamenti del Festival Monte-
verdi. La chiusura affidata a Philipp Pickett
ed al suo ormai storico New London Con-
sort, sabato sera alle ore 21 all Auditorium
del Museo del Violino. Lo stesso Pickett,
domenica mattina alle ore 11, nel Ridotto del
Teatro Ponchielli, incontrer il pubblico per
svelare agli intervenuti aneddoti e curiosit
musicali. Lingresso libero.
IL PROGRAMMA Sabato sera appunta-
mento con The banquet of musick, con
musiche di John Playford, William Williams
e John Blow. Sul palco la New London con-
sort, composta da Simon Munday (trom-
ba), Penelope Spencer (violino), Sarah Mof-
fatt (violino), Catherine Roddam (viola), Hen-
rik Persson (viola da gamba), Heather Moger
(flauto), David Roblou (clavicembalo), Joan-
ne Lunn (soprano), Philip Pickett (flauto e
direttore). Come detto, Domenica alle 11 al
Ridotto del Teatro Ponchielli, Philipp Pickett
e il suo ormai storico ensemble New London
Consort allestiscono un banchetto musicale
di chiusura per il Festival Monteverdi, intrec-
ciando danze, ouverture e sonate strumenta-
li alle mad songs, uno dei generi pi intrigan-
ti del teatro della Restaurazione. Cantate in
miniature, che mettono in scena le delusioni
e i capricci damore.
Festival Monteverdi,
chiusura con Pickett
La New London Consort
Gioved 29 maggio nel Teatro del San
Domenico di Crema, si terr la data zero
dei Tiromancino, dopo il loro concertone del
1 maggio in piazza S. Giovanni a Roma,
per la loro nuova tourne prodotta da Mas-
simo Levantini per la Live Nation Italia. I
Tiromancino proporranno al pubblico una
scaletta che spazier tra i loro indimentica-
bili successi come La descrizione di un
attimo, Due destini, Per me importan-
te, solo per citarne alcuni e i brani del nuo-
vo disco. Un grande spettacolo curato an-
che nella parte visiva fin nel pi piccolo
dettaglio, visti anche lesperienza e il suc-
cesso di Zampaglione alla regia, sia sul
grande schermo che nei nuovi videoclip.
Sul palco Federico Zampaglione (voce, chi-
tarre e piano), Francesco Zampaglione (ta-
stiere, campionatori, moog e chitarre), Fran-
cesco Stoia (basso), Marco Pisanelli (batte-
ria) e Antonio Marcucci (chitarre e cori).
Tiromancino
live a Crema
E arrivato il grande giorno della festa di
piazza per la XVI edizione del Franco Ago-
stino Festival. Sabato sera alle ore 20.45
per le vie di Crema e poi al Campo di Marte
sfileranno tutte le classi partecipanti al la-
boratori del Fatf che si sono svolte durante
tutto lanno scolastico sul tema Noi
Sognat(t)ori. Quattro bande e incursioni
teatrali di attori di strada della Compagnia
Brincadera e dellassociazione Dimidimitri
suoneranno e presenteranno mini spetta-
coli e installazioni varie con illustrazioni di
Riccardo Bianchi sotto la regia di Nicola
Cazzalini. Alle 21.45 in piazza Garibaldi a
Crema spettacolo Sogno della Compa-
gnia dei Folli. Si tratter, sempre per la regia
di Nicola Cazzalini, di un viaggio fantastico
fra i molteplici personaggi che popolano il
Sogno e la Volta Celeste: uccelli variopinti,
strane macchine volanti, astri, mezzi mira-
bolanti a propulsione pirotecnica...
Sabato sera festa
di piazza del Fatf
di Tiziano Guerini
Luned 26 maggio alle 20.45 al
San Domenico, per il Caff Lette-
rario, incontro con un personaggio
straordinario, intervistato da Lucia-
na Cisbani: Meri Lao, un libro poco
normale per una vita avventuro-
sa. Meri Lao, vissuta molto in Ame-
rica Latina e per il resto del mondo,
ha scritto molto. Dopo alcuni libri sul
tango, uno sulle sirene ora ci offre un
libro dal titolo: Dizionario maniacale
del sette. Sono parole tratte da una
Bustina di Minerva che Umber-
to Eco ha interamente ed eccezio-
nalmente dedicato a questo sag-
gio non troppo normale, che gli
appassionati di letteratura di Crema
avranno modo di sentire raccontato
direttamente dallautrice Meri Lao,
saggista, commediografa, pianista,
compositrice, 3 cantautrice.
Il Dizionario contiene 707 voci
e copiose immagini a colori che rin-
tracciano la presenza del nume-
ro 7 nelle civilt pi distanti del pia-
neta. Elenchi sgranati di 7 famo-
si e di 7 poco conosciuti si intrec-
ciano, apportando nuove possibili-
t combinatorie e inattesi significati.
In rigoroso ordine alfabetico si vede
il 7 passare dallinsetto alle costel-
lazioni e attraversare la geografia,
la matematica, la letteratura, lar-
te, la musica, la religione, la scien-
za, la storia, la psicologia, la reto-
rica, i linguaggi, le fiabe, i giochi, le
tradizioni popolari, lo sport, i fumet-
ti, i manga, il cinema. A coronamen-
to di unesplosiva attivit creatrice,
Meri Lao ha ricevuto nel 2001 il Pre-
mio Tenco per lopera di diffusione
della canzone latinoamericana, nel
2007 il Premio Musica Europa alla
Carriera del Versilia Jazz Festival e
nel 2008, il premio Capri dellEnig-
ma Letteratura.
La saggista Meri Lao ospite al Caff Letterario
Luned sera al San Domenico presenter il libro Dizionario maniacale del sette
Si concluso la scorsa domenica il Festival della
filosofia di Crema denominato Crema del pensie-
ro. Anche questa IX edizione ha visto una buona
partecipazione del pubblico, specialmente allavvio,
con la lectio del filosofo Carlo Sini e alla sera del
sabato con il teologo Vito Mancuso.
Il Comandamento esplorato questanno Non
desiderare la donna daltri si presentava oggetti-
vamente ostico per una approfondita riflessione fi-
losofica, eppure tanti sono stati gli argomenti che
hanno interessato gli appassionati. La presenza or-
mai tradizionale al Festival del filosofo della scienza
Giulio Giorello che ha dialogato con il critico cine-
matografico Fabio Canessa, sabato mattina davan-
ti ad una folta rappresentanza di studenti cremaschi
dopo la visione di un filmato di Martin Scorsese sul
tema del senso del possesso maschile nei confron-
ti della donna, stata poi ribadita la domenica mat-
tina con gli stessi protagonisti a discutere dellulti-
mo libro dello stesso Giorello, scritto con il genetista
Edoardo Boncinelli Noi che abbiamo lanimo
libero(ed. Longanesi). Lultimo incontro ha visto
protagonista il filosofo milanese Salvatore Natoli,
che ha dispensato da par suo consigli di vita e ri-
flessioni morali. Unottima edizione! Intanto questi
sono i numeri estratti - a partire dal primo premio -
della sottoscrizione a premi del Festival: 1) n. 0538,
2) n. 0536, 3) n. 0529, 4) n. 0832, 5) n. 0451, 6) n.
0136, 7) n. 0692, 8) n. 0774, 9) n. 0674, 10) n. 0148,
11) n. 0431, 12) n. 0026.
Buona partecipazione di pubblico per Crema del pensiero
La saggista Meri Lao
Quarto concerto della rassegna
concertistica (in programma da maggio
a giugno) Venti di primavera, promos-
sa dalla scuola di musica Claudio
Monteverdi di Crema. Mercoled 28
maggio alle ore 21, sar la chiesa di
San Bartolomeo ai Morti a Crema ad
ospitare Tu chiamale se vuoi... conta-
minazioni, con musiche di Trullu, An-
dres, Lupi, Hndel, Henson-Conant.
Ad esibrsi allarpa Michela La Fauci,
accompagnata da Fabrizio Trullu al pia-
noforte. Lultimo appuntamento con la
rassegna poi per venerd 6 giugno
(sempre nella chiesa di San Bartolo-
meo ai Morti) con Musica dellanima.
Venti di primavera mercoled sera

Mercoled 28 maggio alle ore 9.30 in
sala Alessandrini a Crema, appunta-
mento con levento annuale Racconta-
re per vivere. Proiezione del documen-
tario riassuntivo realizzato da Gabriele
Pavesi. Il progetto Raccontare per vi-
vere, ideato dal Centro ricerca Alfredo
Galmozzi nel 2010 giunto alla 5 an-
nualit, coinvolge studenti e anziani del
territorio cremasco. Gli ospiti delle Rsa
condividono con i giovani le proprie
esperienze di vita, diventando in questo
modo testimoni di unepoca passata e
il progetto offre al sistema scolastico
lopportunit di relazionarsi alla storia
grazie a una didattica innovativa.
Raccontare per vivere, 5 edizione
SPORT
lo
Responsabile Fabio Varesi
Ribaltone al Giro dItalia. Uno straripante Rigo-
berto Urn Urn ha dominato i 41.9 km della cro-
nometro individuale da Barbaresco a Barolo e ha
cos conquistato la maglia rosa, ponendo la sua
candidatura per la vittoria finale. Lex leader della
corsa, Cadel Evans, ha comunque contenuto il
distacco ed giunto terzo a 136 dal vincitore. In
classifica generale laustraliano ora a 37 dal
colombiano Urn Urn. Oggi arrivo per velocisti a
Rivarolo Canavese, prima delle tappe montane.
Giro dItalia
Urn Urn
in maglia rosa
CICLISMO
lettere@ilpiccologiornale.it
di Giovanni Zagni
agelle di fine stagione che
magari ci aiuteranno a capire
quali siano, secondo noi, tra i
reduci di questa annata spor-
tiva, soddisfacente per i suoi
esiti finali, i giocatori su cui la societ
potrebbe puntare per una riconferma.
Ovvio che il mercato sempre di diffi-
cile lettura, nel qiale i pezzi migliori non
sono facili da agganciare, per cui
occorre anche un po di spregiudica-
tezza ed un pizzico di fortuna. Poi
allassemblaggio provveder il coach,
che ci auguriamo possa essere ancora
Cesare Pancotto, cui non ci sentiamo
di dare il voto, ma con questa dichia-
razione labbiamo gi promosso.
WOODSIDE Un bravo play con
tanto fosforo, cui forse difetta il cam-
bio di ritmo quando occorre, ma certa-
mente giocatore importante: voro 7,5.
MARCHETTI Il ragazzino ha trovato
spazio e lha meritato. Ovvio che deb-
ba maturare ancora, ma la testa sem-
bra quella giusta: 6,5.
RICH Si confermato atleta deter-
minante. Forse troppo egoismo in
qualche frangente, ma anche capace
di fare squadra: 7,5.
ZAVACKAS Con lui la squadra ha
cambiato faccia. Solidit e concretez-
za su un fisico forse un po logoro: 7.
JACKSON Dopo un inizio di cam-
pionatosottotono esploso. Fonda-
mentale in attacco: 7,5.
NDOJA Il professionista che tutti
vorrebbero in squadra: 7.
JOHNSON Ultimo arrivato, ma
quanta voglia e determinazione: 6.
CHASE Con i guai che ha superato
nel corso della stagione, meriterebbe il
massimo dei voti e la riconoscenza di
tutti, ma ci pare che gli anni comincino
a far sentire il loro peso: sv.
SPRALJA Le caratteristiche sono di
una guardia in un fisico da pivot, con
quel che ne consegue nel bene e nel
male: 6,5:
KELLY Bravo nei movimenti offensivi
in area, ma incapace di trovare la con-
centrazione se non per qualche spraz-
zo. Da rivedere la fase difensiva: 6-.
Cos anche noi abbiamo riassunto il
nostro pensiero, cercando di essere
stati il pi obiettivi possibile, magari fin
troppo buoni!
Comunque spesso, dopo il cambio
di allenatore, abbiamo visto anche un
buon basket e la salvezza arrivata in
anticipo. Al PalaRadi vedremo ancora
la serie A e con i tempi che corrono,
non poco...
Quasi tutti promossi a pieni voti
Pagelle di fine stagione: i migliori sono stati Woodside, Rich e Jackson. Bene anche Ndoja
Giudizio positivo anche per coach Cesare Pancotto, che ha pilotato la squadra biancoblu a una tranquilla salvezza
P
BASKET A
Milano sta scoprendo quanto siano
complicati i playoff, anche se affrontati da
grandissima favorita. I quarti di finale con-
tro la matricola Pistoia dovevano essere
una semplice formalit ed invece, pur vin-
cendo entrambi match casalinghi, in gara 2
ha dovuto recuperare uno svantaggio di 11
punti in avvio del secondo quarto. Poi la
qualit dellOlimpia ha avuto la meglio, ma
la sfida di mercoled sera conferma che
Milano dovr sudarsi
lagognato scudetto,
anche se franca-
mente impensabile
che alla squadra di
coach Banchi possa
sfuggire il 26 trionfo
tricolore della sua glo-
riosa storia. Si por-
tato sul 2-0 anche il Banco di Sardegna
Sassari, che in gara 2 ha spazzato via
Brindisi, dopo che i pugliesi avevano sfio-
rato limpresa in gara 1. Nellaltra parte del
tabellone, ha fatto scalpore il ko interno di
Siena con Reggio Emilia, a conferma della
difficile situazione psicologica dei toscani.
NBA Mentre Miami e Indiana si trova
sull1-1 nella finale della Eestern Conferen-
ce, a ovest San Antonio avanti 2-0 su
Oklahoma (in gara 2 Belinelli ha segnato 8
punti e catturato 7 rimbalzi).
Quarti: Milano e Sassari
sono ora in vantaggio 2-0
Jason Rich
Sono ore di passione per gli appassio-
nati cremaschi della palla a spicchi. Sabato
sera alle ore 21, lErogasmet Crema scen-
der in campo sul parquet di Lissone per
gara 1 delle finali del campionato di
Divisione Nazionale C, finale che designe-
r la seconda squadra promossa dopo la
Co.Mark Bergamo. I leoni biancorossi arri-
vano allo scontro decisivo nelle migliori
condizioni possibili, forti di un record di 12
vittorie nelle ultime 14 partite e dopo aver
eliminato la favorita Imola in un acceso
turno di semifinale. Mai nessuna formazio-
ne maschile cremasca era riuscita a gua-
dagnare laccesso alla quarta serie del
basket nazionale (che diventerebbe terza
in caso di accorpamento tra Legadue Gold
e Legadue Silver, ndr) e limpresa stata
gi sfiorata lo scorso anno, quando gli
uomini di Galli si arresero in tre combattuti
inconti ad Orzinuovi. Anche in questa sta-
gione la formazione cremasca arriva allat-
to finale del campionato con il pronostico
contro, in virt del fatto che, avendo la
Cocoon Lissone il vantaggio di poter
disputare leventuale bella sul proprio
campo, sar necessario allErogasmet
imporsi almeno una volta in trasferta.
Interessante il duello tra il talentuoso pac-
chetto esterni brianzolo, forte del giovane
playmaker Meroni, a lungo assente per
infortunio e tornato in grande spolvero per
i playoff, il capitano Formentini e lex
Cremona e Orzinuovi, Cacciani, giocatori
con molti punti nelle mani e quello crema-
sco, nel quale oltre al combattivo Cardellini
spicca il capocannoniere biancorosso
Galiazzo, giocatore talentuoso che pu
decidere lesito del match, ben assistito
dalle ali Colnago e Rambaldi. Sotto le
plance si ritroveranno due compagni e
avversari di tante battaglie, il capitano cre-
masco Denti e linossidabile ala forte bian-
cazzurra Radaelli, ex Vanoli Cremona,
questanno tornato su alti livelli di rendi-
mento. Pi muscolare ed atletico lo scon-
tro tra il centro di casa Danelutti e quello
cremasco Persico. Contro una formazione
ricca di talento e di alternative, con un
roster completissimo, sar fondamentale
per lErogasmet riproporre la grande inten-
sit difensiva sfoggiata negli ultimi incontri
e la capacit di mantenere la mente ben
salda sullobbiettivo, qualit che ha con-
sentito di porre rimedio alla pesantissima
situazione falli nel doppio scontro con
Imola. Per favorire lafflusso dei propri tifo-
si, il sodalizio cremasco ha organizzato un
pulmann per la trasferta brianzola, con
partenza dal PalaCremonesi sabato alle
ore 18.15 (per informazioni Gloria 329-
7051523). Manca oramai pochissimo per
l'appuntamento con la storia.
Marco Cattaneo
BASKET DNC
I PLAYOFF
Finale playoff, lErogasmet cerca limpresa
PLAYOFF - QUARTI
2 IMOLA
9 Reggio E.
5 CREMA
6 Milanotre
3 LISSONE
8 Nerviano
4 SARONNO
7 Bologna
71
66
56
56
47
67
54
46
54
76
67
71
78
74
80
72
SEMIFINALE
55
50
71
60
73
55
3 LISSONE 76 65 78
4 Saronno 61 72 61
La grinta del presidente Donarini
Ben Woodside
(foto Mario F. Rossi)
Gentile (Milano)
di Tiziano Guerini
rosegue il dopo-campionato
della Pergolettese, quasi a vo-
ler esorcizzare una conclusio-
ne amara culminata con lim-
mediata retrocessione.
Limpressione quella di voler racco-
gliere i cocci per cercare unaimpossibi-
le ricostruzione delle speranze con cui il
campionato era incominciato. Quelle
speranze possono certamente essere
ricostruite, ma nella dimensione diversa
della serie D. Dove ci aspetta un cam-
pionato interessante, anche se non di
livello paragonabile a quello della terza
serie dei professionisti. A meno che, il
27 di maggio, nella riunione del Consi-
glio Federale della Lega, che dar il via
ad una serie di ripescaggi di squadre
retrocesse con cui sostituire le squadre
che pure avrebbero diritto allex serie C,
ma che in un modo o in un altro non ne
possono sostenere lonere (are che non
saranno poche), arrivino buone notizie.
Certo la Pergolettese in fondo alla lista
dei possibili ripescaggi e non sar facile
che capiti loccasione; n, a dirla tutta,
non si sa fino a che punto la dirigenza
se lo auguri.
A giudicare dai primi accenni in ordi-
ne alle cessioni ed agli acquisti, parreb-
be proprio che realisticamente ci si pre-
pari ad un onesto campionato di quarta
divisione. Alessandro Baggi, difensore
del Fanfulla ai primi approcci gialloblu,
non ha impressionato e il portiere Maz-
zetti, gi dalla Pergolettese in prestito
nello scorso campionato al Crema, d
limpressione di una scelta minimale.
Contro la Primavera dellAtalanta (risul-
tato 2-1 a favore del Pergo con due gol
di Bertazzoli), grande sfoggio di Under
con Ardini, Bossi, Nufi e Rancati In
compenso grandi manovre in uscita:
oltre alle probabili cessioni di Jovine,
Davini, Grandi, Bardelloni meritevoli di
rimanere fra i professionisti pare ora
aggiungersi il nome di capitan Scietti. In
attesa dello svolgersi degli eventi la
scelta dellallenatore. Si vedr.
Le amichevoli che sembravano esse-
re in programma per questo fine setti-
mana sono state annullate e quindi lim-
pressione che, con qualche anticipo
sulla fine del mese, sia giunto finalmen-
te il rompete le righe per la squadra.
Una conclusione in tono minore come
del resto in tono minore stato il cam-
pionato della squadra cremasca. Non si
pu che migliorare!
Formila 1: domenica
si corre a Montecarlo
Come Marc Marquez nella MotoGp, anche la Merce-
des sta letteralmente dominando la Formula 1. Ormai il
duello per il titolo iridato piloti tra Hamilton e Rosberg,
unico motivo di interesse di una stagione ancor pi
noiosa di quelle che hanno visto il monologo della Red
Bull di Vettel. Si perch, in questo caso sono entrambe
le monoposto della scuderia tedesca a fare il vuoto. Gli
appassionati sperano che sul circuito di Montecarlo, ci
possano essere dei colpi di scena, ma visto che nel Gp
di Monaco i sorpassi sono cosa rara, se le Mercedes
partiranno davanti a tutte, difficilmente falliranno len-
nesima doppietta della stagione. E la Ferrari? A
Maranello si pensa gi al futuro, ma chiaro che si fa il
possibile per cogliere un risultato di prestigio e il miglior
tempo di Alonso nelle prove libere di ieri fa ben spera-
re. Sabato alle 14 sono in programma le qualifiche
(diretta su Sky Sport F1 e differita su Rai 2 alle 18.05),
mentre domenica alle 14 spazio alla gara (diretta su
Sky Sport F1 e differita Rai 2 alle 21).
DALLITALIA & DAL MONDO
Serie A Per ora non ha ottenuto la licenza Uefa
Il Parma rischia lEuropa
(F.V.) Dopo una lotta accesissima e ricca di colpi di scena, la corsa allultimo
posto per partecipare alla prossima Europa League potrebbe non essersi conclusa
con la fine del campionato. Il Parma, giunto sesto (grazie allerrore dal dischetto di
Cerci), potrebbe clamorosamente perdere lEuropa, non avendo conseguito la
licenza Uefa per la stagione 2015. La societ ducale ha gi fatto ricorso e il caso
verr discusso il prossimo 28 maggio dallAlta Corte di Giustizia, ma il Torino
spera in un clamoroso ribaltone. Pur meritando il ritorno in Europa, grazie a una
stagione incredibile, il Torino comunque arrivato alle spalle del Parme e sareb-
be un delitto che i ducali fossero privati del giusto premio per unannata sorpren-
dente. Staremo a vedere. Intanto in serie A impazza il toto allenatori. La notizia
pi clamorosa la scelta di Guidolin di lasciare la panchina dellUdinese.
38 E ULTIMA GIORNATA Catania-Atalanta 2-1, Chievo-Inter 2-1, Fiorentina-
Torino 2-2, Genoa-Roma 1-0, Juventus-Cagliari 3-0, Lazio-Bologna, 1-0 Milan-
Sassuolo 2-1, Napoli-Verona 5-1, Parma-Livorno 2-0, Udinese-Sampdoria 3-3.
CLASSIFICA Juventus* 102; Roma 85; Napoli 78; Fiorentina 65; Inter 60;
Parma 58; Torino, Milan 57; Lazio 56; Verona 54; Atalanta 50; Sampdoria 45;
Udinese, Genoa 44; Cagliari 39; Chievo 36; Sassuolo 34; Catania 32; Bologna 29;
Livorno 25. *Campione dItalia. In Champions, ai playoff di Champions, in
Europa League, retrocesse in serie B.
Serie B: Empoli e Cesena
in lotta per la promozione
A 180 dalla fine della stagione regolare, solo tre vedetti sono stati
emessi: Palermo in serie A, Reggina e Juve Stabia in Lega Pro. Per il
resto lotta fino alla fine per i posti playoff e per evitare i playout.
Domenica sera lEmpoli potrebbe essere gi in serie A, ma deve vin-
cere sul campo di un Cittadella ancora in corsa per la salvezza e
sperare che il Cesena non faccia altrettanto con il Latina. Non facile...
40 GIORNATA Bari-Cittadella 1-0, Empoli-Novara 3-1, Juve Stabia-
Crotone 2-2, Latina-Siena 0-3, Modena-Avellino 1-0, Padova-Pescara
2-1, Palermo-Carpi 1-2, Reggina-Cesena 1-2, Trapani-Ternana 2-1,
Varese-Brescia 1-2, Virtus Lanciano-Spezia 2-2.
41 GIORNATA (25-05 h 20.30) Avellino-Reggina, Brescia-Juve Sta-
bia, Carpi-Lanciano, Cesena-Latina, Cittadella-Empoli, Crotone-Trapa-
ni, Novara-Varese (24-05 h 20.45), Pescara-Modena (h 18), Siena-
Padova, Spezia-Bari, Ternana-Palermo.
CLASSIFICA PALERMO 82; Empoli 68; Cesena 65; Latina 64;
Modena 62; Bari (-4) 64; Crotone 59; Siena (-8), Virtus Lanciano,
Spezia 58; Trapani 57; Avellino 56; Carpi 55; Brescia 53; Pescara 51;
Ternana 48; Cittadella 45; Varese, Novara 43; Padova 38; Reggina 28
(-1); Juve Stabia 19.
Sport
Venerd 23 Maggio 2014
24
Pergolettese in attesa del nuovo allenatore
P
La conduzione tecnica il primo tassello da porre per la prossima stagione, che si annuncia difficile SERIE D
Una scoppola inaspettata che
vale la retrocessione in Prima
categoria. Che a Soragna non
sarebbe stato facile vincere e
confermarsi in Promozione si
sapeva, nonostante le due nette
vittorie nella stagione regolare,
ma che gi dopo 13 minuti di
fatto la disputa fosse in archivio
chi poteva sospettarlo? Luno-
due dei parmensi stato micidia-
le e porta la firma, oltre che della
bravura degli attaccanti ospiti,
degli errori della retroguardia
biancoceleste. La rete che ha
sbloccato il risultato scaturita
da una punizione da centrocam-
po che ha pescato tutto solo a
centro area, a pochi passi dalla
porta, il centravanti Concari, che
ha incornato in rete. Come si
possa lasciare solo lavversario
pi pericoloso su un cross annun-
ciato davvero inspiegabile.
Pochi minuti dopo il 2-0 stato
ancora peggio: un centrale difen-
sivo non allontana, laltro sbaglia
il tempo dellintervento; risultato,
attaccante solo davanti al portie-
re e gol. Con tre gol da rimontare
(si doveva vincere) si capito
subito che non cera pi nulla da
fare; lapproccio sbagliato alla
partita, come gi accaduto pi
volte nel recente passato, ha
condizionato pesantemente il
match. Gli errori poi non sono
finiti l: Brunoni prima ci ha messo
una pezza, poi alla mezzora si
inchinato al tris del Soragna. Il
match poi finito 4-1, con
Mariniello che ha firmato il 12 gol
stagionale con la solita punizione
dal limite. Il capitano sar proba-
bilmente uno dei pochi a lasciare
Casalmaggiore in estate: ha pa-
recchi estimatori e non sarebbe
giusto tarpargli le ali. La societ
per ha la ferma intenzione di
ripartire dal blocco dei giovani
della rosa uscente. Con un anno
in pi ed una categoria in meno
hanno tutto per tentare limme-
diata scalata. Certo che sarebbe
opportuno che la societ copris-
se le carenze di organico che
hanno creato sconquassi que-
stanno (complici, va aggiunto,
parecchi infortuni). Ad esempio
lattaccante centrale: il Soragna
si era rinforzato sul mercato di
gennaio con Concari e Testa, i
due attaccanti che hanno fatto la
differenza nello spareggio.
Dopo la vittoriosa amichevole con la Primavera dellAtalanta giunto il rompete le righe di un campionato da dimenticare
La Pergolettese impegnata nel corso della stagione
La Casalese ripartir dalla Prima categoria
PROMOZIONE
Piccolo ufcio in centro a Cremona, vicino agli ufci amministrativi
della citt. Completamente ristrutturato con niture molto curate,
riscaldamento autonomo e climatizzazione estiva.
Lufcio/studio formato da 2 locali oltre a antibagno e bagno dotato
di doccia, locale archivio e cantina al piano interrato.
Ottime possibilit di parcheggio a 100 m. Vendita in regime IVA.
Limmobile esente da spese di intermediazione per lacquirente
VENDESI UFFICIO
ZONA TRIBUNALE
Cell. 333 6865864
PLAYOUT
SECONDA DIVISIONE GIRONE A
Torres-Forl 1-0
Cuneo-Porto Tolle 1-2
Gare di ritorno domenica 25 maggio,
sempre alle ore 16
SECONDA DIVISIONE GIRONE B
Arzanese-Sorrento 4-0
Averna N.-Tuttocuoio 1-1
Gare di ritorno domenica 25 maggio,
sempre alle ore 16
A conclusione delle due gare, in caso
di parit nel punteggio, si terr conto
della differenza reti. Se la parit persi-
ste. si terr conto della classifica al
termine del campionato.
a Pom Casalmaggiore riparte
da Valentina Zago. La societ
del presidente Massimo Boselli
Botturi esce allo scoperto e d
il via alle manovre per la com-
posizione della squadra che parteciper
alla seconda stagione di A1, blindando
lattaccante mancina (di posto due), da
tre anni ormai in maglia rosa. Impossibile
privarsi di una giocatrice che in tre cam-
pionati, due in A2 e lultimo nella massi-
ma divisione nazionale, ha realizzato
complessivamente 1.278 punti, di cui
186 nel fondamentale di battuta che
proprio nella stagione di A1 con 45 aces
lha vista aggiudicarsi il primo posto in
classifica al termine della regular sea-
son. Numeri da capogiro e che fra laltro
le sono valsi gli interessamenti di nume-
rose squadre italiane e straniere, delle
quali la Vbc Pom ha inteso vincere la
concorrenza in rispetto del contratto
biennale, stipulato nella scorsa stagione
e che ancora la legava alla giocatrice e
alla stima e alla fiducia che nutre nei suoi
confronti. La stessa Zago, fra laltro, ha
sempre posto la squadra rosa in cima
alle proprie preferenze, confermando di
volere completare la sua crescita profes-
sionale a Casalmaggiore per pervenire
alla definitiva consacrazione ed arrivare
ad occupare un posto di primordine tra
i migliori opposti italiani. Siamo sempre
stati fermamente intenzionati a puntare
su Valentina spiega il presidente
Boselli labbiamo voluta in rosa sin dal
primo anno in A2, perch abbiamo intra-
visto in lei enormi potenzialit e i riscon-
tri che la stessa giocatrice ha fornito in
questi anni, ne sono la riprova. La con-
ferma del nostro opposto dimostra lin-
tenzione di potenziare la squadra, par-
tendo dai punti di forza dellultima sta-
gione e Valentina Zago lo senza ombra
di dubbio. La diretta interessata ester-
na cos la propria soddisfazione: Quello
che mi lega alla Pom un rapporto di
stima reciproca e continuare a prosegui-
re insieme era ovviamente il mio obietti-
vo. Lavorare in un ambiente che mi
conosce e che mi stima, mi aiuter a
continuare il mio percorso di crescita.
Si dividono, invece, le strade della
Pom e di Rossella Olivotto. La centrale
trentina si congeda dalla formazione
rosa dopo tre ottime stagioni.
La Pom riparte da Valentina Zago
Lattaccante mancina, che tanto bene ha fatto nellultima stagione, resta ancora alla Pom
Terminato un campionato ricco di soddisfazioni, la dirigenza casalasca gi impegnata nellallestimento della squadra
L
VOLLEY A1
Valentina Zago in azione
BOCCE
Il Brescia si aggiudicato la prima fase del
memorial Renato Ferri e ha cos raggiunto il
torneo principale, in programma domenica e
riservato agli Esordienti. Il Brescia si unisce alle
otto formazioni gi iscritte al torneo finale ed
stato inserito nel girone C con Atalanta e Chi-
evo Verona a Ripalta Cremasca. Gli altri rag-
gruppamenti saranno formati da Inter, Hellas
Verona e Torino (girone A), Juventus, Genoa e
Castelnuovo (girone B).
I RISULTATI Brescia-Sdtirol 1-1 (6-5 dcr),
Alessandria-Reggiana 0-3, Sdtirol-Alessandria
1-2, Brescia-Reggiana 4-2, Sdtirol-Reggiana
0-3, Alessandria-Brescia 1-1 (8-7 dcr).
Domenica si gioca il Renato Ferri
CALCIO GIOVANILE PALLANUOTO
La Bissolati ha finalmente ritrovato il sorriso,
battendo il Milano 2C per 11-7. Davanti al pubblico
amico i biancazzurri non potevano fallire un appun-
tamento molto importante ai fini della salvezza,
rispettando quello che era il piano gara preparato
alla vigilia. Gli ospiti hanno subto la determinazione
iniziale dei padroni di casa che si sono portati sul
4-1 con reti di Branca e Felissari e la doppietta di
Zoppi. La Bissolati poi nei due quarti successivi ha
controllato la situazione ribattendo colpo su colpo
ai milanesi che hanno provato a riaprire il match.
Nell'ultimo. Sabato proibitiva trasferta ad Aragno,
poi tre gare consecutive in casa con Torino, Monza
e Vigevano che decideranno la corsa alla salvezza
(le ultime due classificate scendono in Promozione.
14 GIORNATA Bissolati-Milano 2C 11-7, Busto
Arsizio-Canottieri Milano 6-5, Monza-Treviglio 11-2,
Varese-Torino 16-5, Vigevano-Aragno Rivarolesi
11-13.
15 GIORNATA (24-05) Aragno Rivarolesi-Bis-
solati (h 20.30), Milano 2C-Monza (h 20.15), Tre-
viglio-Torino (h 20), Varese-Canottieri Milano (h
19.30), Vigevano-Busto Arsizio (h 20).
CLASSIFICA Aragno Rivarolesi 34; Busto Arsi-
zio 32; Canottieri Milano 30; Monza 28; Varese 26;
Vigevano 19; Treviglio 14; Bissolati 9; Milano 2C,
Torino 6.
Marco Ravara
Bissolati, tre punti per sperare
Sport
Venerd 23 Maggio 2014
25
di Massimo Malfatto
Ormai diventata una usanza
per la bocciofila Oratorio di
Pianengo inaugurare il calenda-
rio estivo cremasco. Rispetto
alla edizione 2013 un paio di
modifiche, una gradevole laltra
un po indigesta per gli organiz-
zatori: il tempo mite che ha favo-
rito lo svolgimento della gara, la
sconfitta di un giocatore di casa.
Nel trofeo Luigi Saronni riser-
vato alle categorie A/B bella per-
formance di Luciano Pezzetti. Il
trescorese eliminava Alberto
Pedrignani (12-10) e Giuseppe
Zafferoni con un perentorio
12-1. Conquistava la finale
anche Paolo Gatti che simpo-
neva nei quarti su Franco Lupi
Timini (12-7) ed in semifinale su
Alessio Seri per 12-8. Nulla da
fare in finale per il portacolori
della Santamaria sconfitto da
Pezzetti per 12-5.
Parla scannabuese il trofeo
Golden Pack riservato alle
categorie C/D. Sul gradino pi
alto del podio salito Natale
Raimondi che eliminava, con un
doppio 12-9, prima il beniamino
di casa Giuseppe Dognini e suc-
cessivamente il bresciano
Antonio Fusetti. Dallaltra parte
del tabellone in evidenza Eros
Cazzaniga che nei quarti di fina-
le infliggeva un cappotto al
sergnanese Gianni Dossena
mentre in semifinale superava
Alfredo Branchi per 12-4. Match
di finale dove Raimondi simpo-
neva su Cazzaniga per 12-4. Ha
diretto la gara Gianpietro
Raimondi, arbitri di finale G.
Franco Capetti e Francesco
Lanzi. Stasera, direttore di gara
Franco Stabilini, finale del
memorial Rasseghini e Tersili
una regionale individuale orga-
nizzata dalla bocciofila Mcl
Offanenghese.
Pezzetti e Raimondi trionfano a Pianengo
Tutto pronto per il primo grande
evento boccistico cremasco. Domani va
in scena il memorial Don Natale Ginelli,
gara nazionale a coppie cat. A1/A. Un
notevole sforzo organizzativo e finanzia-
rio quello della bocciofila Asd Achille
Grandi, guidata dal presidente Rodolfo
Guerrini, che con questa manifestazione
desidera ricordare il parroco della
Parrocchia del Sacro Cuore e gli amici
scomparsi del circolo. Gara avvincente
per la presenza di parecchi campioni.
Iscritte 112 formazioni in rappresentan-
za di 61 societ, 20 comitati provinciali e
cinque regionali. Le fasi eliminatorie ini-
zieranno alle ore 14 e questo lelenco dei
bocciodromi con tra parentesi alcuni dei
probabili protagonisti e giocatori di casa
nostra. Saranno tre i gironi al bocciodro-
mo di via Indipendenza (Manghi, DAl-
terio G., Ricci, Clementi e Biazzi), due a
Caravaggio (DAlterio P., Paone, Pezzetti)
e due al comunale di Cremona dove
saranno in campo, tra gli altri, Marco
Luraghi, Selogna, Rizzardi, Menghini e
Passeri. Le altre batterie si disputeranno
alla Grandi (Bagnoli, Paolo Signorini e
Caccialanza), a Bagnolo Cremasco
(Maione, Rotundo e Pedrignani), a
Casirate dAdda (Visconti contro Cam-
polungo), a Scannabue (Bocchi) ed a
Capergnanica.
Gli ultimi due gironi erano previsti in
quel di Soresina, ma la concomitanza
con unaltra gara (recuperi con inizio
alle ore 17) ha costretto gli organizzato-
ri a rinunciare alle corsie soresinesi e a
spostarsi su quelle lodigiane della Zeni
e del Convegno di S. Giuseppe.
Finali in programma in serata sulle
corsie della bocciofila organizzatrice di
via De Marchi. Direttore di gara sar il
bergamasco Renzo Belotti, assistente
Franco Stabilini. Luned 26 ancora in
risalto la Achille la Grandi con il memo-
rial Cabini, regionale a coppie: finale
prevista per il 30 maggio.
M.M.
Sabato la Nazionale della Achille Grandi
GINNASTICA ARTISTICA
Vanessa Ferrari ora punta a Rio
La farfalla tornata. Con la grinta dei giorni migliori, la 24enne
ginnasta ha conquistato loro nel corpo libero (ex aequo con la
romena Iordache) agli Europei di Sofia, tornando sul tetto dEuropa
sette anni dopo il trionfo di Amsterdam. Sapevo che potevo farce-
la - ha affermato al termine della prova - stata una finale difficile,
perch gareggiando ogni giorno non semplice gestire le forze. Ho
fatto un leggero saltello in avanti nella prima diagonale, ma poi sono
riuscita a proseguire con la stessa grinta ed andata bene. Rio
2016? Vediamo, nella ginnastica importante fare un passo alla
volta, ma se va tutto bene io ci voglio provare. E vendicare la beffa
di Londra 2012, quando pur giungendo terza a pari merito con la
russa Mustafina, non le fu assegnato il bronzo a causa di punteggio
desecuzione pi basso. Una decisione della giuria crudele, che ha
privato Vanessa di una medaglia pi che meritata.
Vanessa Ferrari
(M.M.) E una prima parte di annata davvero spumeggiante quella
di Roberto e Mattia Visconti che a Pieve dOlmi hanno conquistato la
quinta vittoria, una pi bella e convincente dellaltra. Un successo
ineccepibile quello ottenuto dalla famiglia vaianese nel memorial
Giuseppe Raineri, Regionale giunta alla sua ventiduesima edizione
ed organizzata dalla bocciofila Le Querce. Superati agevolmente
Carini e Cantarini (12-3) i portacolori della Achille Grandi simponeva-
no sui trescoresi Frattini e Galantini per 12-7 ed in semifinale sconfig-
gevano Carniti e Lupi Timini per 12-6. Dallaltra parte del tabellone
cammino irto di problemi quello di Antonio Pettinari e Stefano Galluzzi
che eliminavano Galelli-Cavagnoli (12-10), nei quarti di finale Stringhini-
Dova (12-11) e sempre sul filo di lana avevano la meglio sui compagni
di societ Miglioli e Reghenzani. Finale a senso unico e netto il suc-
cesso dei Visconti per 12-5. Ha diretto la gara Vanni Capelli, arbitri di
finale Angelo Rotta e Roberto Soana.
MEMORIAL ALDOVINI Domani epilogo della gara regionale indivi-
duale organizzata dalla bocciofila Tranquillo con il patrocinio della sezio-
ne AIDO di Soresina. Tutta la fase finale della manifestazione si svolger
sulle corsie del bocciodromo soresinese sotto la direzione di Giuseppe
Mosconi: il programma prevede linizio alle ore 17 con i sei recuperi.
Show dei Visconti
Luciano Pezzetti (a sinistra) vincitore categoria A/B
Ai Campionati provinciali molti atleti
delle nostre societ hanno migliorato le
loro prestazioni, evidenziando una cre-
scita nel rendimento. Domenica alla
Canottieri Bissolati si terr il trofeo
nazionale ed in contemporanea alla
Baldesio quello riservato ai Master.
Domenica 1 e luned 2 giugno sar poi
la volta del Trofeo Stradivari al Centro
di via Milano ed il 14-15 giugno la
Canottieri Baldesio chiuder il trittico
cremonese. Saranno banchi di prova
importanti per i Campionati regionali
estivi che si terranno in luglio a Milano.
TENNIS La milanese Todaro (Cor-
reggio), si aggiudicata il torneo Avis
femminile di terza categoria.
NUOTO
Trofeo nazionale al via
domenica alla Bissolati
Gli Esordienti del Brescia
BMX
Sciortino protagonista in Svizzera
Martti Sciortino, allievo secondo anno, andato a punteggio
pieno nella quinta tappa del circuito continentale di categoria
Cruiser 24 pollici, svoltasi lo scorso week end nella location di
Grandson, bellissima cittadina sul lago di Neuchatel in Svizzera.
Dopo aver vinto le batterie di qualificazione e la semifinale, Martti
ha posto il sigillo anche nel main-event regalando a s ed alla
squadra (Bmx Action Cremona) una bella soddisfazione sul gradi-
no pi alto del podio. Messo in cassaforte loro della 24 pollici,
latleta biancorosso ha tentato la doppietta anche nella categoria
olimpica 20 pollici, ma la maggior bagarre unita ad una sbavatura
allo start, hanno bloccato di un soffio a Sciortino il pass per la
finalissima, terminando al 5 posto in semifinale. Archiviata la tra-
sferta svizzera, le ruote volanti tornano in scena domenica con la
terza tappa del Giro bmx al bike Air di Vigevano.
Martti Sciortino
di Fortunato Chiodo
no spettacolo gigantesco. Di folla,
concorrenti, amore per la bicicletta. Il
pubblico si apre a fisarmonica. C lo
aspettavamo cos, perch avevamo
visto leffetto nelle precedenti edizioni
del Bracciale del cronoman a Romanengo,
evento di grandezza stellare voluto da Gian Luigi
Ferrari, presidente del Pedale Romanenghese,
che ha vinto unaltra scommessa, dimostrando
quanto questa terra possa essere ospitale e effi-
ciente. Pi di cinque ore di ciclismo, sensazioni
buone per tutti, tracciato tecnico, con duecento
atleti schierati, favoriti dal sole primaverile, cinque
corse a cronometro individuale. Che un crono-
man lo sanno anche i sassi, ma che qui beccasse
una sventola, non era ipotizzato. Non il colpo del
ko, ma comunque un colpo tremendo: lazzurro
piemontese Filippo Ganna, favorito della vigilia,
vincitore della precedente edizione, ha steccato il
trionfo di 8. E partito col piede giusto Manuel
Todaro, lo Junior milanese di Castano Primo, ha
fatto registrare il miglior tempo e dietro di lui, con-
solazioni per tutti, relegati a una manciata di
secondi. Ma il momento pi atteso e imprevedibi-
le, era certamente quello delle crono donne Allieve
e Juniores, impegnate nel Campionato lombardo.
Le carrozzerie sembrano disegnate da Bertone, il
volto sembra uscito da un fotoromanzo. E il
segno di Alice Gasparini, la 17enne Juniores di
Bizzarone (Como) che ha conquistato il secondo
trionfo stagionale della specialit lasciando alle
spalle la piemontese Carmela Cipriani di soli 4.
Ma la reginetta della specialit stata Lisa
Morzenti, 16 anni di Pedrengo (Bg), campionessa
italiana crono individuale, che a Romanengo si
laureata anche campionessa regionale donne
Allieve, alla sua quarta vittoria nel 2014.
Ho vinto lOlimpiade Giovanile in Olanda, mi
piace tremendamente questa specialit - ha detto
a fine prova - pensi che nella mia giovane carriera
ho corso 14 crono e le ho vinte tutte. Alle sue
spalle Marta Cavalli (Valcar Pbm) di San Bassano,
numero uno del ciclismo provinciale, una ragazzi-
na niente male. Elisa Longo Borghini, portacolori
del team norvegese Hitec Products, si aggiudi-
cata la cronometro femminile Elite, precedendo
Malgorzta Jasinska di 33, Elena Berlato di 53,
Rossella Ratto di 103, Tatiana Guderzo di 126
e Arianna Fidanza di 210.
Sono guarita dallincidente - ha rivelato la vin-
citrice - comincio a carburare a meraviglia, voglio
farmi trovare a puntino per il Mondiale spagnolo
su strada di Ponferrada. Non nascondo di aver
tifato sino allultimo respiro per Stefano Baffi (Uc
Cremasca), protagonista nella categoria Allievi,
prova vinta dal piacentino Luca Tortellotti (Cadeo
Carpaneto) che imposto su marco Murgano (Uc
Casano). Baffi, dicci qualcosa? Sono contento,
comincio ad ingranare, quarto nel Campionato
Lombardo cronometro a Monticelli Brusati, nel
Bresciano, una settimana fa e ancora quarto qui a
Romanengo qui per soli 3 secondi.
U
Bella prova del cremasco, 4 a 3 dal terzo posto. Tra le ragazze successi di Gasparini, Morzenti e Longo Borghini
Stefano Baffi ha sfiorato il podio
CICLISMO
Il podio con Lisa Morzenti
Sport
Venerd 23 Maggio 2014
26
Lo splendido scenario della pista ciclabile Ferrari e
Pedroni del Parco al Po di Cremona, stato teatro di una
mattinata di festa del sport giovanile, quantomai avvincente
e densa di contenuti tecnici ed agonistici, frizzante e spetta-
colare, valida per il 19 Trofeo Arvedi-Memorial Giampietro
Tambani. La manifestazione, perfettamente organizzata dal
CC Cremonese-Arvedi, ha peraltro richiamato nella citt tanti
virgulti dai 7 ai 12 anni. Ricco anche il parterre degli ospiti
donore. La disfida dei baby ciclisti ha incoronato lImbal-
plast di Soncino, che ha conquistato il trofeo a punti davanti
allUc Cremasca e alla Zeppi di Piacenza.
ORDINI DARRIVO G1: 1) Andrea Tentolini (Gioca in Bici
Oglio Po Casalmaggiore), 2) Stefano Ganini (Uc Cremasca),
3) Daniel Zanoni (Imbalplast Soncino), 4 Gabriele Fornoni
(Imbalplast), 5) Loris Galimberti (CC Cremonese 1891
Arvedi). G2: 1) Gabriele Durelli (Uc Cremasca), 2) Lorenzo
Mussi (idem), 3) Federico Bini (Gioca in Bici Oglio Po
Casalmag-giore), 4) Luca Gazzola (Gs Franco Zeppi); 5)
Giuseppe Grazioli (Polisportiva Madignanese). G3: 1) Mirko
Coloberti (Imbalplast), 2) Filippo Omati (Gs Franco Zeppi), 3)
Matteo Cattivelli (Polisportiva Madignanese), 4) Giuseppe
Cavagnoli (CC Cremonese-Arvedi), 5) Lorenzo Celano (Uc
Cremasca). G4: 1) Manuel Mosconi (Imbalplast), 2) Luca
Pollini (idem); 3) Matteo Chittofrati (Gs Franco Zeppi), 4)
Simone Barbieri (Imbalplast), 5) Elisa Roccato (CC
Cremonese-Arvedi). G5: 1) Manuel Orioli (Nuovi Orizzonti),
2) Nicola Rossi (Gs Franco Zeppi), 3) Riccardo Guffanti
(Nuovi Orizzonti), 4) Laurentiu Strimbanu (Uc Cremasca), 5)
Luca Belloni (Gs Franco Zeppi). G6: 1) Andrea Morandi
(Imbal-plast), 2) Gabriele Coloberti (Imbalplast), 3) Simone
Amighini (Polisportiva Madignanese), 4) Laura Oneda (CC
Cremonese-Arvedi), 5) Alessandro Omati (Gs Franco Zeppi).
Parco al Po, grande spettacolo con i Giovanissimi
Mirco Remondini, 16 anni di Pia-
cenza, in modo irresistibile ha battuto
al fotofinish il cremonese Davide
Gastaldi, che si fregiato del titolo di
Campione provinciale della categoria
Allievi, nellarrivo a due del 17 Trofeo
Jam-Jovis di Genivolta, organizzato
dalla Polisportiva Madigna-nese.
Terzo Simone Vezzoli. Musi lunghi,
tensione palpabile, limpresa dei bian-
corossi mancata, pazienza. Nel
dopocorsa lumore non era dei miglio-
ri: E andata purtroppo cos - ci ha
detto Gastaldi - i miei compagni mi
hanno protetto le spalle, sono scatta-
to con meno tempismo, ero in rimon-
ta, questo resta il segreto del nostro
lavoro. Ci voleva la prima vittoria
stagionale - ha invece commentato
Remondini - se cera ancora qualche
metro, Gastaldi era in rimonta e mi
avrebbe superato. La fuga di giorna-
ta cominciata al secondo dei cinque
giri in programma, con gli Allievi a
rinvendire i fasti di una scuola ancora
vincente. Ne ne vanno in otto, fra i
quali ci sono Andrea Pedroni, Davide
Gastaldi e Luca Rastelli del CC Cre-
monese-Arvedi e Simone Vezzoli del-
lUc Cremasca. I battistrada passano
indisturbati e arrivano a guadagnare
un vantaggio massimo di 2.
Allattacco dell ultimo giro cominciano
le manovre dei protagonisti, ci prova
dapprima ad allungare Rastelli, ma
viene inghiottito e ai duemila metri dal
telone darrivo ci provava Gastaldi
con ai mozzi a succhiare le ruote
Remondini, mentre nelle retrovie
Stefano Baffi era uscito dal gruppo
con un forsennato inseguimento che
gli valso un buon piazzamento.
Testa a testa tra Remondini e Gastaldi,
ma al fotofinish ha avuto la meglio il
primo. Stavolta il giudice ha stilato
lordine larrivo ufficiale senza conteg-
giare distacchi.
ORDINE DARRIVO 1) Mirco
Remondini (Vc Pontenure) km 63 in 1h
3752, media 38,624 km/h, 2) Davi-
de Gastaldi (CC Cremonese-Arvedi),
3) Simone Vezzoli (Uc Cre-masca), 4)
Roberto Piccinotti (Team Asc Brescia),
5) Luca Rastelli (CC Cremonese-
Arvedi), 6) Alessandro Zanichelli (Min-
cio Chiese), 7) Yuri Andrea Pedroni
(CC Cremonese-Arvedi), 8) Gabriele
Moreni (Mincio Chiese), 9) Stefano
Baffi (Uc Cremasca),10) Alessandro
Baldassarre (Team Asc Brescia).
Gastaldi bruciato dun soffio a Genivolta
Diego Bosini, quattordicenne cremonese,
uno dei migliori Esordienti in circolazione, ha
cotto a fuoco lento i sei battistrada e con una
sparata delle sue li ha inghiottiti come un aspi-
rapolvere, lungo linsidioso e nervoso tracciato
Prevalle-Nuvolento, che gli attaccanti doveva-
no affrontare quattro volte. Bosini allo sprint li
ha stecchiti tutti, centrando il terzo trionfo
stagionale, per la gioia del suo direttore spor-
tivo Roberto Ceruti, ex professionista e grega-
rio di Saronni. Il cremasco Paolo Rocco (Gs
Corbellini) invece giunto 7 a Brugherio,
sempre nella categoria Esordienti. Marta
Cavalli, Allieva cremonese della Valcar giunta
quarta a Gazzoldo degli Ippoliti, nel Mantovano.
MARECZKO SUONA LA SESTA Sesta vit-
toria stagionale del bresciano Jakub Mareczko
della Viris Maserati Sisal Matchpoint nel Trofeo
Citt di Castelfidardo, prima prova della Due
giorni marchigiana, battendo allo sprint
Nicolas Marini (Zalf Fior) e Luca Pacioni ( Team
Colpack). Impennata del trentino Andrea
Toniatti (Zalf Fior) nel Trofeo Santa Rita, secon-
da e ultima delle Due giorni, vinta davanti al
compagno di squadra Simone Andreetta,
mentre in terza posizione si piazzato il kaza-
ko Matevey Nikitin (Named Ferrol).
Grande prova di squadra della Bergamasca
Astro Semperlux nella classica Coppa Cano-
nico Cossali per Juniores svoltasi a Ghisalba,
nella Bergamasca vinta da Mario Meris per
distacco. Ha preceduto Damiano Pedrana
(Almeno) e il compagno Ivan Mirri.
Sfreccia Ottavio Dotti (Canturino) nella
Fagnanon Olona-Brinzio (Va): lo Junior coma-
sco ha vinto davanti al compagno di fuga
Michael Morandi (Biassono). Gran bella vittoria
per la veronese Contri Autozai, con lo Junior
Riccardo Verza, nellinternazionale Trofeo
Guido Dorigo a Solighetto. E andato al pisto-
iese Edoardo Sali (quarta vittoria stagionale) il
classico Trofeo Feralpi per Allievi.
MARTINELLI VOLA Davide Martinelli, bre-
sciano del Team Colpack, si preso la rivincita
sullucraino Malen Zmoka (Palazzago), supe-
rato di 15 nella prova del Bracciale del crono-
man svoltasi a San Giovanni di Livenza (Pn)
percorrendo i 28 km in 3511.
Terza affermazione stagionale
per lesordiente Diego Bosini
La volata sul traguardo di Genivolta
(foto Giuseppe Belli)
I vincitori
"
protesta
Inqualificabile attacco alla Caritas
e a don pezzetti per scopi elettorali
Egregio direttore,
sono impressionato dagli attacchi che il
centrodestra, con le sue supposte radici
cristiane, ha rivolto verso la Caritas e ver-
so don Pezzetti per laccoglienza data a
poveri cristi disperati che sono donne,
bambini, uomini, anziani persone.
Questo vergognoso atteggiamento non
pu che essere definito cannibale: sia
verso i profughi disperati che si sono ri-
volti alla solidariet cremonese, che ver-
so il mondo cattolico, il cui operato di
profonda carit si deciso non solo di
disconoscere ma anche di condannare.
Tutto questo a soli biechi fini elettorali. Il
centrodestra, con questo inqualificabile
atteggiamento, denuncia ancora una
volta tre tipi di lontanze: in primis quella
culturale e di sensibilit dalla gente della
citt di Cremona (luogo accogliente e
solidale da sempre), in seconda battuta
dalla Chiesa cremonese di cui la Caritas
e la sua azione sono espressione ed infi-
ne, ma con una sottolineatura di tragici-
t, dalla solidariet e compassione uma-
na. Da non credente, in grado comunque
di cogliere il grande senso umano del
messaggio cristiano, non posso che es-
sere esterrefatto da tutto ci e, parimen-
ti, sento il dovere di esprimere tutta la
mia solidariet a don Pezzetti e alla Ca-
ritas cremonese, agli ospiti e ai volontari
che animano la Casa di Accoglienza: per
questo convintamente ha partecisto
allincontro di mercoled 21 maggio pres-
so, appunto, la Casa di Accoglienza.
Fraco Bordo
Deputato di Sel
***
"
appello
Manifestiamo contro chi fa la guerra
e non contro quelli che scappano
Egregio direttore,
esprimiamo piena solidariet alla Caritas
Diocesana e a don Antonio Pezzetti per i
forti attacchi in merito allaccoglienza da-
ta ai profughi che arrivano a Cremona. Le
Acli conoscono da vicino il dramma di chi
costretto a lasciare il proprio Paese per
la povert, la fame o la guerra: sono mi-
gliaia, infatti, gli stranieri che ogni anno
frequentano gli sportelli Acli per chiedere
aiuto e tutele. Le Acli sono pertanto gi al
loro fianco e lo sono ancor di pi in questo
momento in cui si ripresentano gli arrivi
dei barconi e le morti dei naufraghi nel
Mediterraneo. Come insegna papa Fran-
cesco dovremmo solo vergognarci e pian-
gere di fronte a queste tragedie! E se fos-
simo noi al loro posto? Se toccasse a noi,
ai nostri figli buttarci per la disperazione
su un barcone e nelle mani di scafisti sen-
za scrupolo? E se una volta sbarcati per
miracolo su una spiaggia, ci sentissimo
dire: Questa casa nostra, andatevene!
Siete troppi, non c posto! Prima pensia-
mo ai nostri! Voi siete clandestini!. Se
siamo uomini poniamoci queste doman-
de. Se poi siamo cittadini che sanno leg-
gere la storia dovremmo sapere che le
guerre in corso sono alimentate dalle armi
fornite dai Paesi industrializzati (anche
lItalia) solo a scopo di lucro. Che dietro i
conflitti ci sono giochi geostrategici di po-
tenze internazionali. Che se la diplomazia
inerte o incapace di fermare le guerre
perch gli interessi in causa depongono a
favore della guerra e non della pace. Il
vero bersaglio da colpire, sono allora i go-
verni, gli organismi internazionali, i vari
signori della guerra che direttamente o
indirettamente hanno interesse a uccidere
e bombardare e non i poveri cristi che si
buttano in mare per scappare dai genoci-
di o dalle bombe intelligenti. Occorre ma-
nifestare contro chi fa la guerra, non con-
tro quelli che scappano e tanto meno
contro chi li accoglie. Da credenti poi sia-
mo chiamati a riconoscerci in ununica
famiglia umana e a vedere in ogni uomo,
un fratello. Da questo principio nasce la
pratica della giustizia e della solidariet.
La dottrina sociale ci insegna a rimuovere
le strutture economiche e finanziarie che
fabbricano la miseria di miliardi di persone
e le costringono a fuggire dal loro paese
in cerca di una vita migliore. Papa France-
sco esorta in continuazione ad andare
oltre la globalizzazione che produce scar-
ti umani. Aiutarli a casa loro, come dice
uno slogan, richiede che si facciano soli-
de politiche di cooperazione, di sviluppo
e di partenariato a partire dalla nostra cit-
t fino allOnu. Siccome non si sta ope-
rando in tale direzione, allora si nasconde
linadempienza sotto lo slogan. Sentirsi
fratelli significa riconoscere allaltro la mia
pari dignit di uomo e i miei stessi diritti.
La nostra costituzione e il Diritto Interna-
zionale dei Diritti Umani affidano anche ad
ogni cittadino la responsabilit della dife-
sa dei diritti umani. Riconoscere laltro
come persona, volere che abbia i mezzi
necessari per svilupparsi, lottare contro
ogni forma di discriminazione e violenza
un dovere che ci configura come persone,
comunit famiglia umana. Se il nostro im-
pegno personale per motivi vari non va in
questa direzione, stiamo almeno dalla
parte delle realt che difendono i diritti,
quando queste sono attaccate ingiusta-
mente come nel caso della Caritas.
le acli provinciali di Cremona
***
"
verso Il voto
la mancanza di virt civiche
in un politico imperdonabile
Egregio direttore,
in questi tempi sta montando tra la gente
linsofferenza , per non dire di peggio,
verso le varie caste che ci governano.
E una insofferenza che nasce dal rifiuto
degli alti emolumenti garantiti e degli
sfacciati privilegi di chi invece dovrebbe
essere il primo, il migliore, lesempio. Ma
alla questione economica si somma la
quotidiana constatazione dellassenza di
ci che si pretende in maggior misura dai
signori chiamati a gestire la cosa pubbli-
ca: i valori morali e civici. Transeat sulle
virt morali che fan parte della sfera per-
sonale nella quale una nazione laica non
pu e non deve intervenire, fino a quando
non sconfinano nel pubblico; ma la man-
canza di virt civiche per un personaggio
pubblico una colpa imperdonabile.
Questa generazione di politici (fortunata-
mente qualche caso positivo lo troviamo
ancora) ha palesato apertamente questa
assenza, divenendo nel contempo pro-
dotto ed esempio per i cittadini cos tra-
sformando una societ che era di mode-
sti signori virtuosi in una societ che di
vuoti ricchi corrotti. Come risalire la chi-
na? Come ricostruire una societ virtuosa
e una classe dirigente che ne sia degna
espressione? Le scorciatoie non esistono
se non nel bagaglio di qualche arruffapo-
polo e nelle fantasie oniriche dei credulo-
ni disposti ad ascoltarlo. La via maestra
quella di ricominciare con i ragazzi, con
i giovani: si riprenda da subito (in specie
dalle elementari) con lo studio serio e col
giusto valore della storia e delleducazio-
ne civica in tutti i gradi delle scuole pub-
bliche: fra qualche anno avremo dei cit-
tadini che conosceranno la Costituzione,
lordinamento ed il funzionamento dello
Stato ed avranno di nuovo il senso di Na-
zione. Solo cos saranno in grado di
esprimere una nuova classe dirigente e
politica degna di tale nome. Dobbiamo
restituire a questa citt e a questa nazio-
ne il senso del futuro. In una battuta Cre-
mona (e lItalia) se non futuro, non .
anselmo Gusperti
Terzo Polo per Cremona
***
"
presa dI posIzIone
non votare un diritto
anche a san Bassano
Signor direttore,
lo scorso 8 maggio a San Bassano il Con-
siglio comunale ha scandalosamente ap-
provato allunanimit lapplicazione del-
laliquota della tassa Tasi all1,7 per mille
(quella che di fatto sostituisce lImu mai
effettivamente abolita) e la quota percen-
tuale massima del 30% dovuta dallaffit-
tuario, quando, in questo caso, era possi-
bile una percentuale variabile dal 10 al 30
per cento. Si fatto cos un favore ai
proprietari di casa che affittano apparta-
menti. Non sono state applicate detrazioni
in base al reddito, in base ai figli a carico
e in base alla valutazione catastale aggior-
nata. La cittadinanza non ancora stata
informata per timore che le due liste subi-
scano contraccolpi elettorali. La delibera,
ad oggi, non appare ancora online sul sito
del Comune come dobbligo, perch?
(questo lo faremo presente al prefetto in-
sieme ad altro, nellesposto che stiamo
preparando sulle irregolarit della Giunta).
In altri Comuni come ad esempio Acqua-
negra e San Daniele Po sono state appli-
cate le aliquote minime (1 per mille e la
percentuale del 20 per cento a carico
delloccupante). Quindi a questo punto,
sanbassanesi aprite gli occhi domenica
prossima. Di fatto non ci sono due liste
contrapposte, ma ununica lista caratteriz-
zata dallinadeguatezza, dallincompeten-
za e dalla volont di far pagare ai cittadini
tasse che potrebbero essere diminuite in
base alla legge nazionale n. 147 dicembre
2013 art. 3.5. Il sindaco Lameri e la sua
Giunta mettono nuove tasse e nel frattem-
po inaugurano una palestra costosa e so-
stanzialmente inutile che pesa sui cittadini
almeno per 500.000 euro, soldi che pote-
vano essere destinati ad opere pi utili
come scuole, anziani, viabilit, ecc. Per-
ch la lista contrapposta (o sedicente tale)
al sindaco uscente ha votato questa deli-
bera? Che accordi ci sono tra le due liste?
Lista n. 1 e lista n. 2 sono due facce della
stessa medaglia: quindi perch votare?
Non votare un diritto. Chi non nota non
n multato n sanzionato. Non facciamo
raggiungere il quorum del 50 pi uno per
cento, cos fra sei mesi, quasi certamente,
si andr di nuovo al voto con la possibilit
di costruire una lista trasversale che rag-
gruppi gli interessi di tutti i cittadini contro
gli inciuci, la corruzione e larrogante inca-
pacit e incompetenza delle ultime due
Giunte durate 10 anni.
Basta sprechi san Bassano
***
"
verso Il voto
vogliamo coinvolgere i giovani
nelle politiche che li riguardano
Egregio direttore,
prima del 2009, anno in cui si insedi la
Giunta Perri, nella nostra citt si potevano
ascoltare concerti di qualit, sempre gra-
tis con artisti e musicisti famosi, le politi-
che giovanili del Comune di Cremona
creavano rete, mettevano in moto e pro-
ducevano scambi importanti, portando i
giovani cittadini cremonesi a confrontarsi
con le migliori esperienze musicali e arti-
stiche italiane ed europee. Nelle linee pro-
grammatiche per il suo mandato, la Giun-
ta Perri allora vincitrice, si prefissava nel
capitolo cultura e istruzione tra le altre
cose di promuovere la centralit dei gio-
vani nel contesto cittadino attraverso nuo-
vi strumenti di partecipazione in rete con
il territorio; valorizzare la creativit e lau-
tonomia giovanile creando spazi dedicati,
attivando laboratori di sperimentazione e
formazione, promuovendo momenti di
confronto stabili con le realt locali come
associazioni e scuole; favorire un rappor-
to di fiducia giovani-istituzioni, ampliando
i percorsi educativi del Servizio di Educa-
tiva Territoriale e dei Cag. Nulla di tutto ci
stato fatto. I Centri di Aggregazione Gio-
vanile sono stati chiusi e le politiche gio-
vanili si sono sempre pi chiuse su se
stesse lasciando fuori la maggior parte
delle realt e dei bisogni. Niente stato
pi fatto. Nessun concerto, nessuna ras-
segna, nessuna collaborazione, nessun
spazio, nemmeno per la fiducia verso i
giovani. Come Sinistra per Cremona
Energia Civile vogliamo promuovere il
coinvolgimento diretto e sempre meno
mediato dei giovani nelle politiche che li
riguardano adottando un modello volto
alla creazione di processi di programma-
zione dal basso che favorisca e sosten-
ga diversi strumenti di partecipazione
giovanile. Proponiamo di riaprire i Centri
di Aggregazione Giovanile adottando una
gestione partecipata e attiva, in collabo-
razione con le associazioni giovanili, valo-
rizzando lassociazionismo giovanile, at-
traverso percorsi di scambio di esperien-
ze e progetti comuni a livello transnazio-
nale, interregionale e locale. Ecco queste
sono solo alcune proposte chiare, con-
crete e subito attuabili, per riportare i gio-
vani al centro della vita nella nostra citt.
I giovani sono davvero un bene comune e
la nostra citt deve saper scommettere su
di loro. Io ho 31 anni e mi sono candidato
perch Cremona per i giovani un bene
comune, il mio bene comune.
davide zito
Candidato di Sinistra per Cremona -
Energia Civile
***
"
appello
Cerchiamo di togliere la patina
delloscurantismo dai nostri occhi
Egregio direttore,
finalmente domenica si vota, cos si smet-
ter di chiedere a Galimberti di prendere
le distanze dalle parole di Vendola, in visi-
ta a Cremona. Circa i temi etici, il candi-
dato del centrosinistra, si espresso
allinizio della campagna elettorale ed
inutile che ribadisca, per i disattenti, il suo
pensiero. Mi accorgo per che nessuno
ha mai chiesto al candidato del centrode-
sta come si senta ad essere sponsorizza-
to da un pregiudicato, anche questa, a
mio parere, sarebbe stata una domanda
interessante da porre. In ogni caso defini-
re sepolcri imbiancati quei signori che
allinterno della Chiesa predicano bene e
razzolano male, non mi pare unoffesa,
ma un dato di fatto. Che dire dei condizio-
namenti delle lobby gay denunciati da
alcuni giornali e che pare esistano allin-
terno delle gerarchie? E dellappartamen-
to di ben settecento metri quadri a dispo-
sizione del cardinale Bertone quando il
Santo Padre ne occupa settanta? E delle
suore che come delle servette si occupe-
ranno delle faccende quotidiane? Perce-
piranno almeno un compenso o sar tutto
dovuto? E lo stesso cardinale che anni fa,
a casa Vespa, per decidere quali fossero
le politiche pi utili per tutti loro, si sedeva
a tavola con un evasore, corruttore ed ora
anche pregiudicato e con un Casini che,
come altri moderati e cattolici, difendono
la famiglia perch di famiglie ne hanno
almeno due. In ogni caso non solo Ven-
dola a criticare un certo andazzo allinter-
no della Chiesa. Prima di lui lo hanno
fatto anche alcuni sacerdoti, come il com-
pianto Don Gallo e Mons. Di Piazza, che
non si sono tirati indietro nel condannare
le crociate politiche della Conferenza Epi-
scopale contro i temi etici. Cerchiamo di
togliere la patina delloscurantismo dai
nostri occhi per diventare finalmente cat-
tolici pensanti come auspicava il cardi-
nale Martini.
rosa Maria Marchesi
Cremona
Buongiorno avvocato,
sono una pensionata e per-
cepisco la pensione minima
e lufficiale giudiziario mi ha
notificato pignoramento
della mia pensione dovuto
al mancato pagamento di
un debito privato. Come
posso tutelarmi, conside-
rando che si tratta di una
pensione minima?
Giusy
***
In generale la pensione
pignorabile nei limiti di un
quinto. Il pignoramento del-
la pensione, tuttavia, non
pu avvenire nei confronti di
chi percepisce una pensio-
ne molto bassa. E quanto
stabilito dalla Corte di Cas-
sazione in una recente sen-
tenza (Cass. Sent. 18755
del 07-08-2013). Secondo
la Cassazione non si pu
pignorare la parte di pensio-
ne, di assegno o di indenni-
t necessaria per assicurare
al pensionato i mezzi ade-
guati alle esigenze di vita.
Tale parte di pensione at-
tualmente fissata in
525,89. Gi la Corte Costi-
tuzionale con le sentenze n.
468 del 22-11-2002 e n. 506
del 04-12-2002 aveva a suo
tempo stabilito limpignora-
bilit della pensione neces-
saria al sostentamento. La
legge, tuttavia, non ha mai
provveduto a quantificare
limporto impignorabile. Di
fronte a questo vuoto legi-
slativo, i giudici sono inclini
a considerare, quale minimo
vitale, il valore dellassegno
sociale. Questultimo, noto
anche come pensione casa-
linghe, in quanto viene ero-
gato dallInps anche in as-
senza di versamenti contri-
butivi, ha appunto lo scopo
di assicurare ai pensionati in
precarie condizioni econo-
miche un reddito sufficiente
per le minime esigenze della
vita. Lassegno sociale cor-
risponde ad 525,89 ed
proprio questo limporto
considerato minimo vitale
per la sopravvivenza. Il pen-
sionato, infatti, deve poter
godere di un trattamento
adeguato alle proprie esi-
genze di vita. Per cui ogni
pignoramento deve rispon-
dere a criteri di ragionevo-
lezza. Ragionevolezza che
stata appunto fissata in
525,89. Bisogna tuttavia,
fare attenzione al deposito
della pensione in banca, in
quanto, una volta deposita-
ta, essa potr essere pigno-
rata al 100%. Col deposito
della pensione sul proprio
conto corrente si realizza
infatti una confusione di tale
somma con gli altri risparmi
del debitore.
*avvocato stabilito
del Foro di Milano
emiliacodignola@libero.it
A cura di Emilia Rosemarie Codignola*
Si pu pignorare
la pensione minima?

previsioni meteo a cura di dominique Citrigno per spazIoMeteo.com e Meteowebcam.it
venerd 23 MaGGIo saBato 24 MaGGIo doMenICa 25 MaGGIo lUnedI 26 MaGGIo MartedI 27 MaGGIo
Venerd 23 Maggio 2014
27
Lettere & Opinioni
Per dire la vostra, scrivete a: lettere@ilpiccologiornale.it incomsc@gmail.com