Sei sulla pagina 1di 14

Norma Italiana

N O R M A I T A L I A N A C E I

CNR

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE

AEI

ASSOCIAZIONE ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

Data Pubblicazione



Edizione
Classificazione Fascicolo

COMITATO
ELETTROTECNICO
ITALIANO

Titolo
Title

CEI EN 60904-6

1996-12

Prima
82-6 2931

Dispositivi fotovoltaici

Parte 6: Requisiti dei moduli solari di riferimento

Photovoltaic devices

Part 6: Requirements for reference solar modules

APPARECCHIATURE ELETTRICHE PER SISTEMI DI ENERGIA E PER TRAZIONE

N
O
R
M
A

T
E
C
N
I
C
A
CEI - Milano 1996. Riproduzione vietata.

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del presente Documento pu essere riprodotta o diffusa con un mezzo qualsiasi senza il consenso scritto del CEI.
Le Norme CEI sono revisionate, quando necessario, con la pubblicazione sia di nuove edizioni sia di varianti.
importante pertanto che gli utenti delle stesse si accertino di essere in possesso dellultima edizione o variante.

SOMMARIO

La presente Norma, parte sesta della Pubblicazione IEC 904, ssa i requisiti per la scelta, la calibrazione,
la marcatura e le precauzioni duso dei moduli solari di riferimento. Essa deve essere considerata come

complemento della Pubblicazione IEC 904-2.

DESCRITTORI

DESCRIPTORS

Dispositivi fotovoltaici

Photovoltaic devices;

Moduli solari

Solar modules;

Moduli solari di riferimento



Reference solar modules;

Requisiti

Requirements;

Calibrazione

Calibration;

COLLEGAMENTI/RELAZIONI TRA DOCUMENTI

Nazionali

CEI EN 60904-1:1994-12; CEI EN 60904-2:1994-12;

Europei

(IDT) EN 60904-6:1994-11;

Internazionali

(IDT) IEC 904-6:1994-09;

Legislativi

INFORMAZIONI EDITORIALI

Norma Italiana

CEI EN 60904-6

Pubblicazione

Norma Tecnica

Carattere Doc.



Stato Edizione

In vigore

Data validit

1995-10-1

Ambito validit

Europeo

Varianti

Nessuna

Ed. Prec. Fasc.

Nessuna

Comitato Tecnico

82-Sistemi di conversione fotovoltaica dellenergia solare

Approvata dal

Presidente del CEI

in Data

1996-12-3

CENELEC

in Data

1994-10-4

Sottoposta a

inchiesta pubblica come Documento originale

Chiusa in data

1994-7-31

Gruppo Abb.

3

Sezioni Abb.

C

Prezzo Norma IEC

31 SFr

ICS

31.260;

CDU
LEGENDA

(IDT) La Norma in oggetto identica alle Norme indicate dopo il riferimento (IDT)
CENELEC members are bound to comply with the
CEN/CENELEC Internal Regulations which stipulate
the conditions for giving this European Standard the
status of a National Standard without any alteration.
Up-to-date lists and bibliographical references con-
cerning such National Standards may be obtained on
application to the Central Secretariat or to any
CENELEC member.
This European Standard exists in three official ver-
sions (English, French, German).
A version in any other language and notified to the
CENELEC Central Secretariat has the same status as
the official versions.
CENELEC members are the national electrotechnical
committees of: Austria, Belgium, Denmark, Finland,
France, Germany, Greece, Iceland, Ireland, Italy, Lu-
xembourg, Netherlands, Norway, Portugal, Spain,
Sweden, Switzerland and United Kingdom.
I Comitati Nazionali membri del CENELEC sono tenu-
ti, in accordo col regolamento interno del CEN/CENE-
LEC, ad adottare questa Norma Europea, senza alcuna
modifica, come Norma Nazionale.
Gli elenchi aggiornati e i relativi riferimenti di tali Nor-
me Nazionali possono essere ottenuti rivolgendosi al
Segretario Centrale del CENELEC o agli uffici di qual-
siasi Comitato Nazionale membro.
La presente Norma Europea esiste in tre versioni uffi-
ciali (inglese, francese, tedesco).
Una traduzione effettuata da un altro Paese membro,
sotto la sua responsabilit, nella sua lingua nazionale
e notificata al CENELEC, ha la medesima validit.
I membri del CENELEC sono i Comitati Elettrotecnici
Nazionali dei seguenti Paesi: Austria, Belgio, Dani-
marca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda,
Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Por-
togallo, Regno Unito, Spagna, Svezia e Svizzera.

CENELEC 1994 Copyright reserved to all CENELEC members. I diritti di riproduzione di questa Norma Europea sono riservati esclu-
sivamente ai membri nazionali del CENELEC.
Comitato Europeo di Normalizzazione Elettrotecnica
European Committee for Electrotechnical Standardization
Comit Europen de Normalisation Electrotechnique
Europisches Komitee fr Elektrotechnische Normung

C E N E L E C

Secrtariat Central:
rue de Stassart 35, B - 1050 Bruxelles

Eur opi sche Nor m Nor me Eur openne Eur opean St andar d Nor ma Eur opea

EN 60904-6

Novembre 1994

Dispositivi fotovoltaici

Parte 6: Requisiti dei moduli solari di riferimento

Photovoltaic devices

Part 6: Requirements for reference solar modules

Dispositifs photovoltaques

Partie 6: Exigences relatives aux modules solaires de rfrence

Photovoltaische Einrichtungen

Teil 6: Anforderungen an Referenz-Solarmodule


CONTENTS INDICE

Rif. Topic Argomento Pag

.

NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12

Pagina iv

GENERALIT

1

Scopo

....................................................................................................

1

Normativa di riferimento

.............................................................

1

DESCRIZIONE

1

SCELTA

1

MISURA DELLA TEMPERATURA

2

COLLEGAMENTI ELETTRICI

2

CALIBRAZIONE

2

FOGLIO DATI

2

MARCATURA

3

PRECAUZIONI NELLUSO DEI MODULI DI RIFERIMENTO

3

UN METODO DI CALIBRAZIONE DEI MODULI DI
RIFERIMENTO PER CONFRONTO CON UNA CELLA DI
RIFERIMENTO PRIMARIA SPETTRALMENTE ADATTATA

4

Luce solare naturale

......................................................................

4

Simulatore

...........................................................................................

4

Procedura di prova

........................................................................

4

UN METODO ALTERNATIVO PER LA CALIBRAZIONE DEI
MODULI DI RIFERIMENTO

5

Altre Pubblicazioni Internazionali menzionate
nella presente Norma con riferimento alle
corrispondenti Pubblicazioni Europee

7

1

GENERAL

1.1

Scope

...................................................................................................

1.2

Normative references

..................................................................

2

DESCRIPTION

3

SELECTION

4

TEMPERATURE MEASUREMENT

5

ELECTRICAL CONNECTIONS

6

CALIBRATION

7

DATA SHEET

8

MARKING

9

CARE OF REFERENCE MODULES

10

A METHOD FOR CALIBRATION OF REFERENCE MODULES
AGAINST A SPECTRALLY MATCHED PRIMARY
REFERENCE CELL

10.1

Natural sunlight

..............................................................................

10.2

Simulator

...........................................................................................

10.3

Test procedure

...............................................................................

11

AN ALTERNATE METHOD FOR THE CALIBRATION OF
REFERENCE MODULES
ANNEX/ALLEGATO

ZA

Other International Publications quoted in
this Standard with the references of the
relevant European Publications
ANNEX/ALLEGATO
NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12

Pagina v

FOREWORD

The text of document 82(C0)76, as prepared by
IEC Technical Committee 82: Solar photovoltaic
energy systems, was submitted to the
IEC-CENELEC parallel vote in March 1994.
The reference document was approved by
CENELEC as EN 60904-6 on 4 October 1994.
The following dates were xed:


latest date of publication of an identical na-
tional Standard

(dop) 1995/10/01


latest date of withdrawal of conicting na-
tional Standards

(dow) 1995/10/01

Annexes designated normative are part of the
body of the Standard.
In this Standard, annex ZA is normative.

ENDORSEMENT NOTICE

The text of the International Standard
IEC 904-6 (1994) was approved by CENELEC as
a European Standard without any modication.

PREFAZIONE

Il testo del documento 82(C0)76, come preparato
dal Comitato Tecnico 82 IEC: Solar photovoltaic
energy systems, stato sottoposto alla procedura
di voto parallelo IEC-CENELEC nel marzo 1994.
Il documento di riferimento stato approvato dal
CENELEC come EN 60904-6 il 4 Ottobre 1994.
Sono state ssate le seguenti date:


data limite di pubblicazione di una Norma na-
zionale identica

(dop) 01/10/1995


data limite entro la quale le Norme nazionali
contrastanti devono essere ritirate

(dow) 01/10/1995

Gli Allegati deniti normativi costituiscono parte
della presente Norma.
Nella presente Norma lAllegato ZA normativo.

AVVISO DI ADOZIONE

Il testo della Norma Internazionale
IEC 904-6 (1994) stato approvato dal CENELEC
come Norma Europea senza alcuna modica.
NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12

Pagina vi
NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12

Pagina 1 di 8

1

GENERAL

1.1

Scope

This Part of IEC 904 gives requirements for
the selection, packaging, calibration, marking,
and care of reference solar modules. It is in-
tended to supplement IEC 904-2.

1.2

Normative references

The following normative documents contain
provisions which, through reference in this
text, constitute provisions of this Part of
IEC 904. At the time of publication of this
Standard, the editions indicated were valid.
All normative documents are subject to revi-
sion, and parties to agreements based on this
Part of IEC 904 are encouraged to investigate
the possibility of applying the most recent
editions of the normative documents indicat-
ed below

(1)

. Members of IEC and ISO main-
tain registers of currently valid International
Standards.

2

DESCRIPTION

A reference solar module is a specially calibrat-
ed module which is used to measure natural or
simulated irradiance or set simulator irradiance
levels for measuring the performance of other
modules having similar spectral response, opti-
cal characteristics, dimensions and electrical cir-
cuitry.

3

SELECTION

A module selected for calibration as a reference
module shall meet the following requirements:
1) its photovoltaic characteristics shall be sta-
ble (see clause 9);
2) it should not contain by-pass diodes;
3) if it is made from discrete cells, they shall
be matched in short-circuit current and ll
factor within


2%;
4) the short-circuit current of the reference
module shall vary linearly with irradiance
over the range of interest.

(1)

Editors Note

: For the list of Publications, see Annex ZA.

GENERALIT

Scopo
Questa Parte della Norma IEC 904 fornisce i re-
quisiti per la scelta, limballaggio, la calibrazione,
lidenticazione e le precauzioni duso dei mo-
duli solari di riferimento. Essa deve essere con-
siderata come un completamento della Norma
IEC 904-2.
Normativa di riferimento
I documenti citati qui di seguito contengono clau-
sole che, se citate esplicitamente in questo docu-
mento, sono valide anche per la presente Parte
della Norma IEC 904. Al momento della pubblica-
zione di questa Norma erano valide le edizioni in-
dicate. Tutti i documenti normativi sono soggetti a
revisione; pertanto, qualora vengano stilati accor-
di basati su questa Parte della Norma IEC 904, le
parti interessate sono invitate a vericare se
possibile utilizzare le edizioni pi recenti dei do-
cumenti normativi indicati nel seguito
(1)
. I membri
di IEC e ISO mantengono aggiornato lelenco del-
le Norme Internazionali in vigore.
DESCRIZIONE
Un modulo solare di riferimento un modulo cali-
brato in maniera particolare utilizzato per misura-
re lirraggiamento naturale o simulato o per ssa-
re i livelli di irraggiamento di un simulatore per la
misura delle prestazioni di altri moduli dotati di ri-
sposta spettrale, caratteristiche ottiche, dimensioni
e circuiteria elettrica simili.
SCELTA
Un modulo selezionato per essere calibrato come
modulo di riferimento deve soddisfare i seguenti
requisiti:
1) la sua caratteristica fotovoltaica deve essere
stabile (vedi paragrafo 9);
2) non dovrebbe contenere diodi di antiparallelo;
3) se costituito da celle distinte, esse devono
presentare correnti di corto circuito e fattori di
riempimento (FF) con differenze contenute
entro il 2%;
4) la corrente di corto circuito del modulo di ri-
ferimento nel campo di irraggiamento di inte-
resse deve variare in maniera lineare con lir-
raggiamento.
(1) N.d.R. Per lelenco delle Pubblicazioni, si rimanda allAllegato ZA.
CEI EN 60904-6:1996-12
14
35.000
NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12
Pagina 2 di 8
Luso del modulo di riferimento deve essere limi-
tato ai casi seguenti:
1) quando gli errori introdotti dalla non perfetta
coincidenza della risposta spettrale (errore di
disaccoppiamento spettrale) fra modulo di rife-
rimento e moduli in prova (cio i moduli da mi-
surare utilizzando il modulo di riferimento per la
regolazione dellirraggiamento) sono minori di
1%. Lerrore di disaccoppiamento spettrale
deve essere calcolato come stabilito nella Nor-
ma CEI EN 60904-7;
2) quando le dimensioni, la realizzazione mec-
canica e la circuiteria elettrica del modulo di
riferimento e dei moduli in prova sono suf-
cientemente simili e pertanto sono minime le
differenze dovute alla difformit di irraggia-
mento del simulatore, alle riessioni interne
e alla distribuzione di temperatura.
MISURA DELLA TEMPERATURA
Saranno adottati sistemi per la determinazione
della temperatura equivalente di cella (ECT) se-
condo la relativa Norma IEC con una precisione
1 C.
COLLEGAMENTI ELETTRICI
I collegamenti elettrici al modulo di riferimento
devono rispondere ai requisiti stabiliti dalla Nor-
ma EN 60904-1.
CALIBRAZIONE
Ciascun modulo di riferimento deve essere cali-
brato in termini della sua corrente di corto circui-
to in condizioni di prova normalizzate (STC).
Nel paragrafo 10 viene descritto un metodo per la
calibrazione dei moduli di riferimento.
La risposta spettrale relativa e il coefciente di
temperatura della corrente di corto circuito dei
moduli di riferimento devono essere misurati di-
rettamente o dedotti da misure fatte su celle solari
incapsulate rappresentative del modulo in accor-
do alle modalit descritte nelle corrispondenti
Norme IEC.
FOGLIO DATI
Ogni volta che un modulo di riferimento viene
calibrato, su un foglio dati devono essere registra-
te le seguenti informazioni:
costruttore;
designazione del modello;
numero di serie;
data di costruzione;
tipo e dimensioni delle celle;
costruzione e dimensioni del modulo;
The use of the reference module shall be re-
stricted to the following:
1) where errors introduced due to spectral re-
sponse mismatch between the reference
module and test modules (i.e., modules to
be measured using the reference module
for setting the irradiance) are less than
1%. The spectral mismatch error shall be
calculated according to the future Standard
IEC 904-7;
2) where the dimensions, mechanical con-
struction and electrical circuitry of the ref-
erence module and test modules corre-
spond sufciently so as to minimize
discrepancies due to simulator non-uni-
formity, internal reections or temperature
distribution.
4 TEMPERATURE MEASUREMENT
Means shall be provided for determining the
equivalent cell temperature (ECT), according to
the relevant IEC Standard to a precision of
1C.
5 ELECTRICAL CONNECTIONS
The electrical connections to the reference
module shall be designed to meet the require-
ments of IEC 904-1.
6 CALIBRATION
Each reference module shall be calibrated in
terms of its short-circuit current at standard test
conditions (STC).
A method of calibrating reference modules is
described in clause 10.
The relative spectral response and the tempera-
ture coefcient of the short-circuit current of
reference modules may be measured directly,
or deduced from measurements made on repre-
sentative encapsulated solar cells as described
in the relevant IEC Standards.
7 DATA SHEET
Each time a reference module is calibrated, the
following information shall be recorded on a
data sheet:
manufacturer;
model designation;
serial number;
date of manufacture;
type and dimensions of cells;
construction and dimensions of module;
NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12
Pagina 3 di 8
schema del circuito elettrico;
organizzazione che ha effettuato la calibrazione;
luogo e data della calibrazione;
metodo di calibrazione (con riferimento alle
Norme corrispondenti);
identicazione della cella di riferimento primaria;
descrizione della sorgente luminosa;
parametri per la determinazione della tempe-
ratura equivalente di cella (vedere la corri-
spondente Norma IEC);
risposta spettrale relativa del modulo o di una
cella solare incapsulata rappresentativa;
coefciente di temperatura della corrente di
corto circuito;
valore di calibrazione della corrente di corto
circuito a S.T.C.;
valutazione dellincertezza di misura.
MARCATURA
Il modulo di riferimento deve portare un numero
di identicazione chiaro e indelebile per consenti-
re il riferimento al relativo foglio dati.
PRECAUZIONI NELLUSO DEI MODULI DI
RIFERIMENTO
La supercie anteriore del modulo di riferimento
deve essere tenuta pulita e priva di graf. Deve
essere protetta da danneggiamenti, contaminazio-
ni e degradazioni. Un modulo di riferimento che
presenti difetti che possono alterare la sua funzio-
nalit non deve essere usato.
I moduli di riferimento devono essere ricalibrati
almeno una volta ogni 12 mesi.
La calibrazione di un modulo di riferimento deve
essere vericata per confronto con un modulo di ri-
ferimento (o una cella) stabile ad intervalli di non
pi di tre mesi paragonando le loro correnti di corto
circuito in corrispondenza dello stesso irraggia-
mento. Se la variazione del rapporto fra le correnti
superiore a 1%, il (i) modulo(i) deve(devono)
essere ricalibrato(i). Se la corrente di corto circuito
di un modulo di riferimento variata di oltre il 5%
del valore della calibrazione iniziale, il modulo non
deve essere usato come modulo di riferimento.
electrical circuit layout;
calibration organization;
site and date of calibration;
calibration method (refer to relevant
Standards);
primary reference cell identication;
light source description;
parameters for the determination of the
equivalent cell temperature (see the rele-
vant IEC Standard);
relative spectral response of the module or
a representative encapsulated solar cell;
temperature coefcient of short-circuit
current;
calibration value of short-circuit current
at STC;
estimated uncertainty.
8 MARKING
The reference module shall carry a clear, in-
delible serial number for cross-reference to its
data sheet.
9 CARE OF REFERENCE MODULES
The front surface of the reference module
shall be kept clean and scratch-free. It shall be
protected against damage, contamination and
degradation. A reference module exhibiting
any defect which might impair its function
shall not be used.
Reference modules shall be recalibrated at least
once every 12 months.
The calibration of a reference module shall be
cross-checked against a stable reference mod-
ule (or cell) at intervals of no more than three
months by comparing their short-circuit cur-
rents under the same irradiance. If there is any
change in their current ratios beyond 1%, the
module(s) shall be recalibrated. If the
short-circuit current of a reference module has
changed by more than 5% of the initial calibra-
tion, the module shall not be used as a refer-
ence module.
NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12
Pagina 4 di 8
UN METODO DI CALIBRAZIONE DEI MODULI DI
RIFERIMENTO PER CONFRONTO CON UNA CELLA
DI RIFERIMENTO PRIMARIA SPETTRALMENTE
ADATTATA
Questo paragrafo descrive una procedura di cali-
brazione di un modulo di riferimento in luce so-
lare naturale o simulata per confronto con una cel-
la di riferimento primaria la cui calibrazione sia
basata su un radiometro o un rivelatore normaliz-
zato conforme al riferimento radiometrico mon-
diale (WRR) in vigore allatto della calibrazione. La
risposta spettrale della cella di riferimento prima-
ria e quella del modulo di riferimento da calibrare
devono essere quanto pi possibile simili.
Luce solare naturale
La calibrazione in luce solare naturale deve essere
effettuata nelle condizioni seguenti.
Tempo chiaro e soleggiato con irraggiamento
diffuso non superiore al 25% dellirraggiamento
globale.
Nessuna formazione osservabile di nubi in un
cono con 30 di semi apertura centrato attorno al
sole.
Irraggiamento totale (sole + cielo + riessione dal
terreno) non inferiore a 800 W m
2
, misurato
con la cella di riferimento primaria.
Valore di massa daria (AM) compreso fra 1,25 e
1,75.
Irraggiamento sufcientemente stabile in modo
tale che la variazione della corrente di corto cir-
cuito della cella di riferimento sia inferiore a
0,5% nellintervallo di tempo necessario per
una misura.
Simulatore
Se viene utilizzata luce solare simulata, il simula-
tore deve essere di classe A, in conformit alla
corrispondente Norma IEC, con lulteriore requisi-
to che la difformit dellirraggiamento deve essere
minore di 1%.
Procedura di prova
Prima della calibrazione misurare la risposta spet-
trale relativa e i coefcienti di temperatura della
corrente di corto circuito del modulo di riferimen-
to o di una cella solare incapsulata rappresentati-
va utilizzando le procedure indicate nelle corri-
spondenti Norme IEC.
10 A METHOD FOR CALIBRATION OF REFERENCE
MODULES AGAINST A SPECTRALLY
MATCHED PRIMARY REFERENCE CELL
This clause describes a procedure for calibrat-
ing a reference module in natural or simulated
sunlight against a primary reference cell whose
calibration is based on a radiometer or stand-
ard detector conforming to the current world
radiometric reference (WRR). The spectral re-
sponse of the primary reference cell, and that
of the reference module to be calibrated,
should match as closely as possible.
10.1 Natural sunlight
Calibration in natural sunlight shall be carried
out under the following conditions.
10.1.1 Clear, sunny weather, with the diffuse
irradiance not greater than 25% of the global
irradiance.
10.1.2 No observable cloud formations within a 30
half-angle cone surrounding the sun.
10.1.3 Total irradiance (sun + sky + ground reection)
not less than 800 W m
2
, as measured by the
primary reference cell.
10.1.4 Air mass between AM 1,25 and AM 1,75.
10.1.5 Radiation sufciently stable so that the variation
in reference cell short-circuit current is less than
0,5% over the time taken for a measurement.
10.2 Simulator
If simulated sunlight is used, the simulator
shall be of Class A in accordance with the rel-
evant IEC Standard, with the additional re-
quirement that the non-uniformity of irradi-
ance is less than 1%.
10.3 Test procedure
10.3.1 Before the calibration, measure the relative
spectral response and temperature coefcients
of short-circuit current of the reference module
or a representative encapsulated solar cell using
the procedures described in the relevant IEC
Standards.
NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12
Pagina 5 di 8
Montare la cella di riferimento primaria e il modulo
di riferimento sullo stesso piano e quanto pi vicini
possibile, sullo stesso supporto. Collegare gli stru-
menti per la misura della corrente e della temperatu-
ra. Regolare il supporto in modo tale che i dispositivi
risultino normali alla sorgente luminosa entro 5.
Controllare le temperature di cella sia della cella
primaria che del modulo a 25 C 2 C. Se ci non
praticamente fattibile, le letture delle correnti di
corto circuito devono essere successivamente ri-
portate a 25 C secondo la Norma CEI EN 60891.
Registrare simultaneamente le letture delle corren-
ti di corto circuito e delle temperature sia della
cella primaria che del modulo.
Ripetere le istruzioni di 10.3.4 no ad ottenere
cinque gruppi consecutivi di letture nei quali il
rapporto fra le correnti di corto circuito riportate a
25 C non vari pi di 1%.
Quando la calibrazione viene effettuata in luce
solare naturale le istruzioni date da 10.3.2 a 10.3.5
(inclusi) devono essere ripetute almeno due volte
al giorno in almeno tre giorni diversi.
A partire dai dati accettabili, calcolare il rapporto
medio:
Moltiplicare il valore di calibrazione della cella di
riferimento primaria per il rapporto medio calco-
lato per ottenere il valore di calibrazione del mo-
dulo di riferimento.
UN METODO ALTERNATIVO PER LA
CALIBRAZIONE DEI MODULI DI RIFERIMENTO
Questo paragrafo descrive unestensione della pro-
cedura data nel paragrafo 10 per la calibrazione dei
moduli di riferimento. Tale metodo elimina la pre-
scrizione di uno stretto adattamento della risposta
spettrale fra la cella di riferimento primaria e il mo-
dulo di riferimento ed necessario quando non
possibile alcun adattamento spettrale (come nel
caso di moduli di nuova tecnologia o quando la
calibrazione viene fatta per confronto con un pira-
nometro di precisione o un radiometro assoluto).
Questa estensione basata sulla calibrazione in
luce solare naturale o simulata, ed effettuata mi-
surando lirraggiamento spettrale della sorgente lu-
minosa nel corso della calibrazione ed effettuando
successivamente le correzioni relative alleventuale
disadattamento spettrale fra cella di riferimento pri-
maria e modulo di riferimento in accordo alla Nor-
ma CEI EN 60904-1.
10.3.2 Mount the primary reference cell and the refer-
ence module co-planar and in close proximity
on the same mount. Connect to the current and
temperature measurement instruments. Adjust
the mount so that the devices are normal to the
light source within 5.
10.3.3 Control the cell temperatures of both the prima-
ry cell and the module at 25 C 2 C. Where
this is not practical, readings of short-circuit cur-
rents must be subsequently corrected to 25 C
in accordance with IEC 891.
10.3.4 Record simultaneous readings of the short-cir-
cuit currents and temperatures of both primary
cell and module.
10.3.5 Repeat step 10.3.4 until ve successive sets of
readings are obtained in which the ratio of
short-circuit currents, corrected to 25 C, does
not vary by more than 1%.
10.3.6 When calibrating in natural sunlight, steps
10.3.2 to 10.3.5 inclusive, must be performed at
least twice a day on at least three separate days.
10.3.7 From the acceptable data, calculate the mean
ratio:
10.3.8 Multiply the calibration value of the primary
reference cell by the calculated mean ratio to
obtain the calibration value of the reference
module.
11 AN ALTERNATE METHOD FOR THE
CALIBRATION OF REFERENCE MODULES
This clause describes an extension of the proce-
dure given in clause 10 for calibrating reference
modules. This method eliminates the require-
ment for close spectral response matching be-
tween the primary reference cell and the refer-
ence module, and is necessary when no
spectral match is possible (such as with new
module technologies, or when calibrating
against a precision pyranometer or an absolute
radiometer).
This extension is based on calibrating in natural
or simulated sunlight, measuring the spectral ir-
radiance of the light source during the calibra-
tion, and subsequently correcting for any spec-
tral mismatch between the primary reference
cell and the reference module according to
IEC 904-1.
I
sc
del modulo di riferimento a 25 C_I
sc
of reference module at 25 C
I
sc
della cella di riferimento primaria a 25 C_ I
sc
primary reference cell at 25 C
NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12
Pagina 6 di 8
Includendo 10.1 e 10.2, tale procedura, la quale
richiede uno strumento per la misura dellirraggia-
mento spettrale relativo (spettroradiometro), la
stessa di quella descritta in 10.3, con le seguenti
variazioni:
1) Al punto 10.3.2, montare lo spettroradiome-
tro, la cella di riferimento primaria e il modu-
lo di riferimento sullo stesso piano e quanto
pi vicini possibile.
2) Le istruzioni date da 10.3.4 devono essere seguite
nel seguente modo:
registrare simultaneamente le letture delle cor-
renti di corto circuito e delle temperature sia della
cella primaria e del modulo sia dellirragiamento
spettrale relativo della sorgente luminosa.
3) Le istruzioni date da 10.3.7 devono essere se-
guite nel seguente modo:
per i dati accettabili applicare ai valori misura-
ti di corrente di corto circuito del modulo di
riferimento il fattore di correzione per disadat-
tamento spettrale secondo quanto previsto
dalla corrispondente Norma IEC. Vericare
che vengano utilizzati serie corrispondenti di
dati per la corrente di corto circuito e per lir-
raggiamento spettrale.
La gamma di tutti gli integrali che compaiono nelle
equazioni della corrispondente Norma IEC dovrebbe
corrispondere alla gamma dellirraggiamento spettrale
misurato della sorgente luminosa.
Il valore risultante della corrente di corto circuito
la I
sc
del modulo di riferimento a 25 C.
Calcolare il rapporto medio:
Including 10.1 and 10.2, this procedure, which
requires an instrument to measure the relative
spectral irradiance (spectroradiometer), is the
same as described in 10.3, with the following
changes:
1) In step 10.3.2, mount the spectroradiometer
co-planar and in close proximity to the pri-
mary reference cell and reference module.
2) Step 10.3.4 has to be carried out as follows:
record simultaneous readings of the
short-circuit currents and temperatures of
both primary cell and module, and the rela-
tive spectral irradiance of the light source.
3) Step 10.3.7 has to be carried out as follows:
to the acceptable data, apply the spectral
mismatch correction factor in accordance
with the relevant IEC Standard to the meas-
ured short-circuit current values of the ref-
erence module. Assure the use of corre-
sponding data sets for short-circuit current
and spectral irradiance.
Note/Nota The range of all integrals in the equations of the rele-
vant IEC Standard should correspond to the range of
the measured spectral irradiance of the light source.
The resulting short-circuit current value is the I
sc
of the reference module at 25 C.
Calculate the mean ratio:
I
sc
del modulo di riferimento a 25 C corretto spettralmente_Spectrally-corrected I
sc
of reference module at 25 C
I
sc
della cella di riferimento primaria a 25 C_ I
sc
primary reference cell at 25 C
NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12
Pagina 7 di 8
Altre Pubblicazioni Internazionali
menzionate nella presente Norma con
riferimento alle corrispondenti
Pubblicazioni Europee
La presente Norma include, tramite riferimenti
datati o non datati, disposizioni provenienti da
altre Pubblicazioni. Questi riferimenti normativi
sono citati, dove appropriato, nel testo e, qui di
seguito, sono elencate le relative Pubblicazioni.
In caso di riferimenti datati, le loro successive
modiche o revisioni si applicano alla presente
Norma solo quando incluse in essa da una mo-
dica o revisione. In caso di riferimenti non da-
tati, si applica lultima edizione della Pubblica-
zione indicata.
Quando la Pubblicazione Internazionale stata modi-
cata da modiche comuni CENELEC, indicate con
(mod), si applica la corrispondente EN/HD.
ANNEX/ALLEGATO
ZA Other International Publications
quoted in this Standard with the
references of the relevant European
Publications
This European Standard incorporates by dated
or undated reference, provisions from other
publications These normative references are
cited at the appropriate places in the text and
the publications are listed hereafter. For dated
references, subsequent amendments to or re-
visions of any of these publications apply to
this European Standard only when incorporat-
ed in it by amendment or revision. For undated
references the latest edition of the publication
referred to applies.
Note/Nota When the international publication has been modi-
ed by CENELEC common modications, indicated by
(mod), the relevant EN/HD applies.
Pubbl. IEC
IEC Publication
Data
Date
Titolo
Title
EN/HD Data
Date
Norma CEI
CEI Standard
891 1987 Caratteristiche I-V di dispositivi fotovoltaici in silicio
cristallino Procedure di riporto dei valori misurati in
funzione di temperatura e irraggiamento
Procedures for temperature and irradiance corrections to
measured I-V characteristics of crystalline silicon photovoltaic
devices
EN 60891 1995 82-5
904-1 1987 Dispositivi fotovoltaici Parte 1: Misura delle
caratteristiche fotovoltaiche corrente-tensione
Photovoltaic devices Part 1: Measurements of photovoltaic
current-voltage characteristics
EN 60904-1 1994 82-1
904-2 1989 Dispositivi fotovoltaici Parte 2: Prescrizioni per le celle
solari di riferimento
Part 2: Requirements for reference solar cells
EN 60904-2 1994 82-2
904 -7 1995 Part 7: Computation of spectral mismatch error introduced in the
testing of a photovoltaic device

Nota_e La EN 60891 comprende la Modica A1 (1992) alla IEC 891.
EN 60891 includes A1 (1992) to IEC 891.
normative
normativo
NORMA TECNICA
CEI EN 60904-6:1996-12
Totale Pagine 14
La presente Norma stata compilata dal Comitato Elettrotecnico Italiano
e benecia del riconoscimento di cui alla legge 1 Marzo 1968, n. 186.
Editore CEI, Comitato Elettrotecnico Italiano, Milano - Stampa in proprio
Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 4093 del 24 luglio 1956
Responsabile: Ing. E. Camagni
Sede del Punto di Vendita e di Consultazione
20126 Milano - Viale Monza, 261
tel. 02/25773.1 fax 02/25773.222 E-MAIL cei@ceiuni.it
Lire 35.000
82 - Sistemi di conversione fotovoltaica dellenergia solare
CEI EN 60904-1 (CEI 82-1)
Dispositivi fotovoltaici. Parte 1: Misura delle caratteristiche fo-
tovoltaiche corrente-tensione
CEI EN 60904-2 (CEI 82-2)
Dispositivi fotovoltaici. Parte 2: Prescrizioni per le celle solari
di riferimento
CEI EN 60904-3 (CEI 82-3)
Dispositivi fotovoltaici Parte 3: Principi di misura per sistemi
solari fotovoltaici (PV) per uso terrestre e irraggiamento spet-
trale di riferimento
CEI EN 61173 (CEI 82-4)
Protezione contro le sovratensioni dei sistemi fotovoltaici (FV)
per la produzione di energia - Guida
CEI EN 60891 (CEI 82-5)
Caratteristiche I-V di dispositivi fotovoltaici in silicio cristallino
Procedure di riporto dei valori misurati in funzione di tempera-
tura e irraggiamento