Sei sulla pagina 1di 5

Universit di Pisa

Dipartimento di Fisica
a.a. 2013/14
Corso TFA
Tirocinio Formativo Attivo
classe di concorso A049
atematica e Fisica
!l ter"o principio della dinamica
e
il principio di conserva"ione della #$antit di moto
dott. Picerno %alvatore & a.a. 2013/14 & 'ela"ione di Fisica (enerale & pa) 1 di *
Indicazioni didattiche
Classe di destina"ione+ 3, -iceo %cienti.ico
Periodo di svol)imento+ secondo #$adrimestre
Prerequisiti disciplinari
Fisica+ )li al$nni /anno )i incontrato i concetti di massa0 posi"ione0 velocit0 accelera"ione0 sanno
operare con i vettori 1somma e di..eren"a2 sia )eometricamente 1vettori 3idimensionali2 sia
al)e3ricamente operando s$lle componenti0 conoscono il concetto0 .or"a e di sistema di ri.erimento
iner"iale.
atematica+ e#$a"ioni della retta e della para3ola0 si)ni.icato del termine dt, intervallo di tempo
in.initesimo0 si)ni.icato .isico di derivata e si)ni.icato .isico dei sim3oli
d s
dt
e
d v
dt
.
Introduzione
Per ill$strare il ter"o principio della dinamica 1o principio di a"ione e rea"ione o ter"o principio di
4e5ton2 ese)$iamo il se)$ente esperimento+ poniamo $n carrello di massa m
1
s$ $n piano
ori""ontale e sopra il carrello $na persona di massa m
2
0 in $na sit$a"ione ini"iale di #$iete6 ad $n
certo istante la persona ini"ia a camminare l$n)o il carrello.
Figura 1: Una persona inizia a camminare sopra un carrello
mettendolo in movimento in verso opposto
%perimentalmente osserviamo c/e il carrello si mette in moto nella stessa dire"ione della persona
ma in verso opposto.
%imilmente si osserva c/e c/e se si spara $n colpo di pistola0 la .or"a del )as prodotto dalla
dott. Picerno %alvatore & a.a. 2013/14 & 'ela"ione di Fisica (enerale & pa) 2 di *
com3$stione della polvere da sparo spin)e in .$ori il proiettile mentre la pistola rinc$la all7indietro.
8pp$re si pensi all7imp$)nat$ra di $n )rosso idrante c/e i pompieri devono a..errare saldamente0
poic/9 il )etto dell7ac#$a c/e .$oriesce spin)e ener)icamente il t$3o all7indietro6 o a d$e calamite
c/e0 posta l7$na vicina all7altra0 si attra))ono 1o si respin)ono2 reciprocamente.
T$tti #$esti .enomeni indicano la presen"a di .or"e c/e0 a)endo tra corpi intera)enti tra loro0 ne
ca$sano il movimento.
-7osserva"ione di #$esti ed altri analo)/i .enomeni /a portato alla .orm$la"ione del ter"o principio
della dinamica c/e p$: essere cos; en$nciato+
Terzo principio di Newton. Se un corpo esercita una forza su un secondo corpo, questo
esercita sul primo una forza opposta.
%e indic/iamo con

F
12
la .or"a esercitata dal primo corpo s$l secondo e con

F
21
la .or"a
esercitata dal secondo corpo s$l primo allora il ter"o principio di 4e5ton appena en$nciato si
scrive+

F
12
=

F
21
112
-e .or"e c/e a)iscono nell7intera"ione dei d$e corpi ven)ono indicate con azione e reazione0
se33ene #$esti nomi non vadano intesi nel senso di .or"a principale e secondaria. Per #$esto motivo
il ter"o principio di 4e5ton viene anc/e indicato come principio di azione e reazione.
%e i d$e corpi si trovano in $n sistema iner"iale e s$i d$e corpi a)iscono solo le .or"e F12 e F21
1#$indi i d$e corpi possono m$oversi li3eramente sotto l7a"ione di tali .or"e20 la 112 p$: essere
riscritta come m
1
a
1
=m
2
a
2
e determina l7accelera"ione a c$i ven)ono sottoposti i d$e corpi a
ca$sa della .or"a a)ente

F
12
o

F
21
.
-a rela"ione precedente0 in #$alsiasi istante0 se indic/iamo con v
1
e v
2
i mod$li della velocit
dei d$e corpi 1il carrello e la persona del primo esempio2 p$: essere riscritta+ m
1
d v
1
dt
=m
2
d v
2
dt

e0 se consideriamo la varia"ione di velocit s$3ita dai d$e corpi nell7intervallo di tempo dt diventa
m
1
d v
1
=m
2
d v
2
122
%e poi si considerano0 an"ic/9 le varia"ione di velocit in.initesime #$elle <.inite= tra d$e istanti
t
1
e t
2
0 ossia v
1
(t
2
) v
1
(t
1
) e v
2
(t
2
) v
2
(t
1
) la rela"ione 122 diventa
dott. Picerno %alvatore & a.a. 2013/14 & 'ela"ione di Fisica (enerale & pa) 3 di *
m
1
( v
1
(t
2
) v
1
(t
1
))=m
2
( v
1
(t
2
) v
1
(t
1
)) 132
cio>
m
1
v
1
(t
2
)m
1
v
1
(t
1
)=m
2
v
1
(t
2
)m
2
v
1
(t
1
) 142
De.iniamo quantit di moto di $n p$nto materiale

Q=mv il prodotto della massa per la


velocit possed$ta dal p$nto materiale. ?$esta n$ova )rande""a
dott. Picerno %alvatore & a.a. 2013/14 & 'ela"ione di Fisica (enerale & pa) 4 di *
Indice generale
!ndica"ioni didattic/e...........................................................................................................................2
!ntrod$"ione..........................................................................................................................................2
Indice delle illustrazioni
dott. Picerno %alvatore & a.a. 2013/14 & 'ela"ione di Fisica (enerale & pa) * di *