Sei sulla pagina 1di 30

Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

Direzione Didattica di

INDIRIZZO: VIA CAP : COMUNE :


PROVINCIA: REGIONE:

TELEFONO: FAX :

E-MAIL

Piano di Studi Personalizzato


Classe terza
IL VIAGGIO CONTINUA

a.s. 200../200…

a.s. 200-0 1
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

Piano di studi per la


classe terza

INTRODUZIONE

Il presente Piano di Studi è costituito da Unità di


Apprendimento di durata quadrimestrale o annuale, in cui si
incontrano e intersecano le aree disciplinari:
LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA,
STORICO-GEOGRAFICA,
MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA .
La stesura delle U.D.A. ha tenuto conto del Piano dell’Offerta
Formativa e del Curricolo di Circolo per l’anno scolastico
corrente.
Partendo sempre dalla propria esperienza interiore o riferita al
mondo esterno l’alunno sarà condotto all’osservazione e alla
descrizione di se stesso, delle proprie emozioni e della realtà
che lo circonda elaborando una pluralità di testi che connotano
vissuti e razionalizzano la realtà dando ad essa un ordine
logico, spaziale, temporale.
INDICE DELLE UNITA’ DI APPRENDIMENTO
TITOLO PERIODO
settembre/ottobre/
novembre/
UdA n.1 Un mondo di sensazioni e scoperte.
Dicembre/
gennaio
Il mondo accanto a me : I modi per Febbraio marzo / aprile/
UdA n.2
comunicare maggio/giugno

MEDIAZIONE DIDATTICA
E SCHEDE DI ESPANSIONE DISCIPLINARE

a.s. 200-0 2
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1
Area linguistico-artistico-espressiva : ITALIANO
DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo delle OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E
competenze ATTIVITA’
Interagire in una
L’alunno partecipa e conversazione formulando
comprende scambi domande e dando risposte La comunicazione.
comunicativi attraverso pertinenti su argomenti di Le esperienze personali e/o
messaggi semplici, chiari e esperienza diretta. di gruppo.
pertinenti. Raccontare oralmente una Messaggi o istruzioni
Riferisce oralmente esperienze storia personale o fantastica Brani di autori diversi.
personali o altrui rispettando rispettando l’ordine
l’ordine cronologico e causale cronologico e/o logico. Vari tipi di testi (narrativi,
degli eventi. Comprendere e dare semplici descrittivi, informativi e
Drammatizza con buona istruzioni su un gioco o regolativi).
espressione filastrocche, un’attività che conosce bene. Tecniche di lettura
poesie, ecc. Leggere semplici e brevi testi (espressiva, silenziosa, a
Riconosce i principali tipi di letterari sia poetici sia voce alta, collettiva, per
testo (racconto realistico, narrativi, mostrando di saperne piacere…).
descrittivo, ecc.) e intuisce cogliere il senso globale. I messaggi augurali nelle
l’esistenza di linguaggi Produrre semplici testi di vario principali festività.
specifici. tipo legati a scopi concreti (per Testi narrativi reali e
Individua il senso globale e le utilità personale, per stabilire fantastici. miti e leggende..
informazioni principali nei testi rapporti interpersonali) e
descrittivi, e regolativi. connessi con situazioni
Legge testi di vario genere in quotidiane (contesto scolastico Poesie, filastrocche, conte,
modo scorrevole e utilizza e/o familiare). ecc.
tecniche di lettura diverse e Comunicare per iscritto con Discorso diretto e
funzionali allo scopo. frasi semplici, compiute, indiretto.
Individua le caratteristiche di strutturate in un breve testo
base e gli elementi del mito e che rispetti le fondamentali Difficoltà ortografiche.
della leggenda. convenzioni ortografiche. Arricchimento lessicale.
Rielabora testi Compiere semplici La punteggiatura.
completandoli ,rispettando la osservazioni su testi e discorsi Accento e apostrofo.
struttura e le principali per rilevarne alcune regolarità. Il vocabolario.
convenzioni ortografiche. Attivare semplici ricerche su Principali caratteristiche
Amplia il patrimonio lessicale parole ed espressioni presenti di: nomi, articoli,
Scopre fondamentali relazioni nei testi. aggettivi, avverbi, pronomi
logiche e grammaticali tra i Conoscere le parti variabili del e congiunzioni.
vari elementi di una frase. discorso e gli elementi L’enunciato minimo con
principali della frase semplice. espansioni.

a.s. 200-0 3
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

RACCORDI M ETODOLOGIA E VERIFICHE E


INTERDISCIPLINARI STRUMENTI VALUTAZIONE
Le attività relative alla presente Si valorizzeranno le conoscenze e Osservazione sistematica
U.D.A. riguarderanno abilità possedute dagli alunni, durante lo svolgimento di
contenuti affrontati in tutti gli dando ampio spazio alla tutte le attività didattiche e
ambiti disciplinari. partecipazione attiva dei bambini, attraverso la
alla scoperta, alle proposte e agli somministrazione di prove
apporti di tutti. Saranno dunque informali e formali,
privilegiate la didattica pratiche, orali e grafico-
laboratoriale e il problem-solving, iconiche. Queste possono
aiutando ciascuno a sviluppare un essere questionari, schede
proprio metodo per apprendere e da completare, prove
riflettere sui propri meccanismi di chiuse o aperte, domande a
acquisizione. Avranno la risposta multipla o altro, a
precedenza le attività che portino seconda degli
l’alunno a costruire autonomamente apprendimenti da
il proprio sapere a partire da quanto verificare.
già noto, a proporre soluzioni a Si terrà conto della
problemi, a esporre le proprie
correttezza degli
opinioni e riflettere su quelle degli
altri, a porsi nuovi traguardi, a elaborati e delle
lavorare in gruppo, a collaborare e
prove di verifica, dei
aiutare gli altri.
tempi necessari per
lo svolgimento degli
stessi, del grado di
autonomia e
dell’atteggiamento
complessivo degli
alunni nei confronti
del lavoro scolastico:
interesse, attenzione,
impegno,
partecipazione.

a.s. 200-0 4
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 2
Area linguistico-artistico-espressiva : ITALIANO
DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo delle OBIETTIVI DI CONTENUTI E
competenze APPRENDIMENTO ATTIVITA’

Riferisce oralmente esperienze Comprendere l’argomento e La comunicazione.


personali o altrui rispettando l’ordine le informazioni principali di
cronologico e causale degli eventi. discorsi affrontati in classe. Brani di autori diversi.
Vari tipi di testi (narrativi,
E’ cosciente dell’uso di registri Seguire la narrazione di descrittivi, informativi e
linguistici in base alla situazione e testi ascoltati o letti regolativi).
agli interlocutori. mostrando di saperne
cogliere il senso globale. Tecniche di lettura
Drammatizza con buona espressione (espressiva, silenziosa, a
piccoli testi teatrali, dialoghi, Leggere testi (narrativi, voce alta, collettiva, per
filastrocche, poesie, ecc. descrittivi e informativi) piacere…).
Individua le caratteristiche di base e cogliendo l’argomento
gli elementi della fiaba e della favola. centrale, le informazioni Vari tipi di lettere, secondo
essenziali, le intenzioni il destinatario e lo scopo
Riconosce i principali tipi di testo comunicative di chi scrive. del testo.
(fiaba, miti e leggende, racconto Fumetti con baloons e
realistico, testo scientifico, Comprendere testi di tipo didascalie.
descrittivo, ecc.) e intuisce l’esistenza diverso in vista di scopi Il cinema.
di linguaggi specifici. funzionali, pratici, di Fiaba, favola,
intrattenimento e/o di Testi descrittivi con
Legge testi di vario genere in modo svago. esperienze soggettive e
scorrevole e utilizza tecniche di oggettive.
lettura diverse e funzionali allo scopo. Produrre testi legati a scopi
Sa distinguere corrispondenza postale diversi (narrare, descrivere, Poesie, filastrocche, conte,
da quella telematica informare). ecc..
che rispettino le
Rielabora testi manipolandoli, fondamentali convenzioni Sintesi dei passi
completandoli, trasformandoli e ortografiche. fondamentali di un testo.
rispettando la struttura e le principali
convenzioni ortografiche. Attivare semplici ricerche
su parole ed espressioni Difficoltà ortografiche.
Individua le informazioni principali presenti nei testi. Arricchimento lessicale.
di un testo per sintetizzare il La punteggiatura.
contenuto in modo significativo. Conoscere le parti variabili Verbi ausiliari.
a.s. 200-0 5
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

Individua i verbi essere e avere e la del discorso e gli elementi L’indicativo delle tre
loro funzione ausiliare. principali della frase coniugazioni dei verbi
semplice. regolari.

RACCORDI INTERDISCIPLINARI M ETODOLOGIA E VERIFICHE E


STRUMENTI VALUTAZIONE
Le attività relative alla presente Si valorizzeranno le Osservazione sistematica
U.D.A. riguarderanno contenuti conoscenze e abilità durante lo svolgimento di
affrontati in tutti gli ambiti possedute dagli alunni, tutte le attività didattiche e
disciplinari. dando ampio spazio alla attraverso la
partecipazione attiva dei somministrazione di prove
bambini, alla scoperta, alle informali e formali,
proposte e agli apporti di pratiche, orali e grafico-
tutti. Saranno dunque iconiche. Queste possono
privilegiate la didattica essere questionari, schede
laboratoriale e il problem- da completare, prove
solving, aiutando ciascuno a chiuse o aperte, domande a
sviluppare un proprio risposta multipla o altro, a
metodo per apprendere e seconda degli
riflettere sui propri apprendimenti da
meccanismi di acquisizione. verificare.
Avranno la precedenza le Si terrà conto della
attività che portino l’alunno a
correttezza degli
costruire autonomamente il
proprio sapere a partire da elaborati e delle
quanto già noto, a proporre
prove di verifica, dei
soluzioni a problemi, a
esporre le proprie opinioni e tempi necessari per
riflettere su quelle degli altri,
lo svolgimento degli
a porsi nuovi traguardi, a
lavorare in gruppo, a stessi, del grado di
collaborare e aiutare gli altri.
autonomia e
dell’atteggiamento
complessivo degli
alunni nei confronti
del lavoro scolastico:
interesse, attenzione,
impegno,
partecipazione.

a.s. 200-0 6
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

a.s. 200-0 7
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1-2


Area linguistico-artistico-espressiva : INGLESE

DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo delle OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E
competenze ATTIVITA’
L’alunno riconosce messaggi Comprendere istruzioni, espressioni Istruzioni e indicazioni
verbali orali e frasi di uso quotidiano pronunciate Fumetti, didascalie,
Riconosce semplici testi scritti chiaramente e lentamente inviti, biglietti di auguri.
Interagisce usando frasi ed Comprendere cartoline, biglietti Formule di saluto.
espressioni di uso frequente d’auguri, brevi messaggi, Espressioni utili.
relative ad ambiti familiari. accompagnati preferibilmente da Ambiti lessicali relativi a
Interagisce nel gioco e supporti visivi. famiglia, il cibo,
comunica con espressioni e frasi Interagire con un compagno per abbigliamento, ambienti
memorizzate in scambi di presentarsi, giocare e soddisfare e materie scolastiche,
routine. bisogni di tipo concreto utilizzando animali selvatici, sport.
Descrive aspetti del proprio espressioni e frasi memorizzate Confronto delle festività
vissuto ed elementi che si adatte alla situazione, anche se del proprio paese e di
riferiscono a bisogni immediati. formalmente difettose quello straniero.
Conosce aspetti della cultura Copiare e scrivere parole e semplici Attività e ascolto sul
britannica e li confronta con i frasi attinenti alle attività svolte in libro di testo.
nostri (feste). classe.

RACCORDI M ETODOLOGIA E STRUMENTI VERIFICHE E


INTERDISCIPLINARI VALUTAZIONE
Le attività relative alla presente Si valorizzeranno le conoscenze e abilità Osservazione sistematica
U.D.A. riguarderanno contenuti possedute dagli alunni, dando ampio spazio durante lo svolgimento di
alla partecipazione attiva dei bambini, alla tutte le attività didattiche e
affrontati in tutti gli ambiti scoperta, alle proposte e agli apporti di tutti. attraverso la
disciplinari. Saranno dunque privilegiate la didattica somministrazione di prove
laboratoriale e il problem-solving, aiutando informali e formali, pratiche,
ciascuno a sviluppare un proprio metodo orali e grafico-iconiche.
per apprendere e riflettere sui propri Queste possono essere schede
meccanismi di acquisizione. Avranno la da completare, prove chiuse o
precedenza le attività che portino l’alunno a aperte, domande a risposta
costruire autonomamente il proprio sapere a multipla o altro
partire da quanto già noto, a proporre Si terrà conto della correttezza
soluzioni a problemi, a esporre le proprie
delle prove di verifica,
opinioni e riflettere su quelle degli altri, a
porsi nuovi traguardi, a lavorare in gruppo, dei tempi, del grado di
a collaborare e aiutare gli altri.
autonomia e
dell’atteggiamento
degli alunni nei
confronti del lavoro
scolastico: interesse,
attenzione, impegno,
partecipazione.

a.s. 200-0 8
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N.1-2


Area linguistico-artistico-espressiva : ARTE E IMMAGINE

DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo delle OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E
competenze ATTIVITA’
Esplorare immagini, forme e Il segno, la linea, il colore.
oggetti presenti nell’ambien-te
L’alunno utilizza gli elementi utilizzando le capacità visive, I colori primari, secondari
di base del linguaggio delle uditive, olfattive, gestuali, tattili e terziari, acromatici caldi,
immagini (linea, colore, cinestetiche. freddi, complementari.
superficie, forma, volume…).
Guardare intenzionalmente Le tonalità.
Esprimere le proprie emozioni immagini statiche e in movimento,
mediante il disegno ed altre descrivendo verbalmente le Le gradazioni cromatiche,
attività espressive. emozioni e le impressioni prodotte lo spazio, decodificati e
dai suoni, dai gesti e dalle riutilizzati in produzioni
espressioni dei personaggi, dalle grafiche.
Impara a fruire del linguaggio forme, dalle luci e dai colori e altro.
visuale e dell’arte per leggere e Riconoscere attraverso un Individuazione di campi e
interpretare le immagini approccio operativo linee, colori, piani di uno spazio e di
pittoriche, fotografiche e forme, volume e la struttura una figura
multimediali. compositiva presente nel linguaggio
delle immagini e nelle opere d’arte. Il linguaggio del fumetto
Utilizza la tecnica del fumetto Individuare nel linguaggio del
per raccontare semplici storie. fumetto, filmico e audiovisivo le IL cinema (analisi dei film
diverse tipologie di codici, le – SHREK e -L’ERA
Conosce i principali beni sequenze narrative e decodificare in GLACIALE)
culturali e il patrimonio forma elementare i diversi
artistico presente nel proprio significati. I beni culturali presenti nel
territorio e mette in atto Esprimere le proprie sensazioni proprio territorio.
pratiche di rispetto e descrivendo tutto ciò che vede in Elementi decorativi per
salvaguardia un’opera d’arte sia antica che produzioni grafico
moderna. -pittoriche.
Sviluppa le capacità creative Riconoscere nel proprio ambiente i Materiali plastici e materiali
mediante produzioni di principali monumenti e beni diversi / composti per
artistico-culturali. realizzare manufatti.
linguaggi espressivi.
Esprimere sensazioni, emozioni,
pensieri in produzioni di vario tipo
utilizzando materiali e tecniche
adeguate e integrando diversi
linguaggi.

a.s. 200-0 9
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

RACCORDI M ETODOLOGIA E VERIFICHE E


INTERDISCIPLINARI STRUMENTI VALUTAZIONE
Le attività relative alla presente Si valorizzeranno le conoscenze e abilità Osservazione sistematica
U.D.A. riguarderanno possedute dagli alunni, dando ampio durante lo svolgimento di tutte
spazio alla partecipazione attiva dei le attività didattiche e attraverso
contenuti affrontati in tutti gli bambini, alla scoperta, alle proposte e agli la somministrazione di prove
ambiti disciplinari. apporti di tutti. Saranno dunque informali e formali, pratiche,
privilegiate la didattica laboratoriale e il orali e grafico-iconiche. Queste
problem-solving, aiutando ciascuno a possono essere questionari,
sviluppare un proprio metodo per schede da completare, prove
apprendere e riflettere sui propri chiuse o aperte, domande a
meccanismi di acquisizione. Avranno la risposta multipla o altro, a
precedenza le attività che portino l’alunno seconda degli apprendimenti da
a costruire autonomamente il proprio verificare.
sapere a partire da quanto già noto, a Si terrà conto della correttezza
proporre soluzioni a problemi, a esporre le
degli elaborati e delle
proprie opinioni e riflettere su quelle degli
altri, a porsi nuovi traguardi, a lavorare in prove di verifica, dei
gruppo, a collaborare e aiutare gli altri.
tempi necessari per lo
svolgimento degli stessi,
del grado di autonomia e
dell’atteggiamento
complessivo degli alunni
nei confronti del lavoro
scolastico: interesse,
attenzione, impegno,
partecipazione.

a.s. 200-0 10
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1-2


Area linguistico-artistico-espressiva : MUSICA

DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo delle OBIETTIVI DI CONTENUTI E
competenze APPRENDIMENTO ATTIVITA’
L’alunno gestisce diverse Usare la voce, gli strumenti, gli Pratica vocale e strumentale
possibilità espressive della oggetti sonori per produrre, attraverso l’imitazione.
voce, imparando ad ascoltare riprodurre, creare e
se stessi e gli altri. improvvisare fatti sonori ed Invenzioni ed esecuzioni di
eventi musicali di vario genere. semplici partiture ritmiche.
Esegue per imitazione canti e Eseguire in gruppo semplici
brani accompagnandosi con brani vocali e strumentali
oggetti d’uso comune e con curando l’espressività e Brani vocali e strumentali del
diversi suoni che il corpo può l’accuratezza esecutiva in repertorio didattico.
produrre. relazione ai diversi parametri
sonori. I parametri del suono.
Conosce i parametri del suono: Riconoscere e discriminare gli
intensità, timbro, altezza, elementi di base all’interno di Prime conoscenze delle regole
durata. un brano musicale. della notazione di base.
Cogliere all’ascolto gli aspetti
Ascolta i brani musicali di espressivi e strutturali di un Semplici brani musicali legati
differenti repertori e ne brano musicale, traducendoli al mondo dei bambini, a motivi
interpreta il significato. con parola, azione motoria e stagionali e alle festività.
segno grafico.

RACCORDI M ETODOLOGIA E VERIFICHE E VALUTAZIONE


STRUMENTI
INTERDISCIPLINARI
Le attività relative alla presente Si valorizzeranno le conoscenze e Osservazione sistematica durante lo
U.D.A. riguarderanno abilità possedute dagli alunni, dando svolgimento di tutte le attività
ampio spazio alla partecipazione didattiche e attraverso la
contenuti affrontati in tutti gli attiva dei bambini, alla scoperta, alle somministrazione di prove informali
ambiti disciplinari. proposte e agli apporti di tutti. e formali, pratiche, orali e grafico-
Avranno la precedenza le attività che iconiche. Queste possono essere
portino l’alunno a porsi nuovi esecuzione di canti, schede da
traguardi, a lavorare in gruppo, a completare.
collaborare e aiutare gli altri. Si terrà conto della correttezza degli
elaborati e delle prove di
verifica, dell’atteggiamento
complessivo degli alunni nei
confronti del lavoro
scolastico: interesse,

a.s. 200-0 11
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

attenzione, impegno,
partecipazione.

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1
Area storico geografica: STORIA
DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo delle OBIETTIVI DI CONTENUTI E
competenze APPRENDIMENTO ATTIVITA’
Strisce del tempo.
Utilizza gli indicatori temporali in Rappresentare graficamente e La durata del tempo.
modo pertinente per raccontare un verbalmente le attività, i fatti vissuti e Trasformazioni nel tempo.
fatto o un periodo storico. narrati, definire durate temporali e Le fonti
Riconosce fatti significativi conoscere la funzione e l’uso degli Miti e leggende sulle origini del
all’interno di un contesto storico. strumenti convenzionali per la mondo e della vita.
misurazione del tempo. La storia personale, della famiglia,
Riconosce l’utilità di alcune fonti Riconoscere relazioni di successione dela città.
necessarie per la ricostruzione del e di contemporaneità, cicli temporali, Durata dei periodi storici: anni,
passato familiare e /o locale. mutamenti, permanenze in fenomeni secoli, millenni: avanti e dopo Cristo.
Legge e interpreta le tracce storiche ed esperienze vissute e narrate.
presenti sul territorio Evoluzione dell’uomo con nuove
Individuare le tracce e usarle come scoperte e nuove tecniche.
Comincia a individuare cause e fonti per ricavare conoscenze sul Le ere geologiche.
conseguenze di una trasformazione passato personale, familiare e della
storica voluta dall’uomo. comunità di appartenenza. Le caratteristiche principali dei
Confronta informazioni diverse sullo Ricavare da fonti di tipo diverso dinosauri e teorie sulla loro
stesso evento. conoscenze semplici su momenti del estinzione.
Ricostruisce alcuni aspetti di civiltà passato, locali e non. La teoria sulla sopravvivenza dei
attraverso l’analisi, la lettura, Avviare la costruzione dei concetti mammiferi.
l’interpretazione e il confronto di fondamentali della storia: famiglia, L’evoluzione di vita degli uomini
fonti storiche. gruppo, regole, agricoltura, ambiente, primitivi fino alla formazione delle
Comincia a individuare cause e produzione, ecc. prime civiltà.
conseguenze di una trasformazione Rappresentare conoscenze e concetti Le differenze tra i diversi periodi
storica voluta dall’uomo. appresi mediante grafismi, racconti storici e le civiltà
orali, disegni.

RACCORDI M ETODOLOGIA E VERIFICHE E VALUTAZIONE


STRUMENTI
INTERDISCIPLINARI
Le attività relative alla presente Si valorizzeranno le conoscenze e abilità Osservazione sistematica durante lo
possedute dagli alunni, dando ampio svolgimento di tutte le attività didattiche e
U.D.A. riguarderanno spazio alla partecipazione attiva dei attraverso la somministrazione di prove
contenuti affrontati in tutti gli bambini, alla scoperta, alle proposte e agli informali e formali, pratiche, orali e
ambiti disciplinari. apporti di tutti. Saranno dunque grafico-iconiche. Queste possono essere
privilegiate la didattica laboratoriale e il questionari, schede da completare, prove
problem-solving, aiutando ciascuno a chiuse o aperte, domande a risposta
sviluppare un proprio metodo per multipla o altro, a seconda degli
apprendere e riflettere sui propri apprendimenti da verificare.
meccanismi di acquisizione. Avranno la Si terrà conto della correttezza degli
precedenza le attività che portino l’alunno
elaborati e delle prove di verifica,
a costruire autonomamente il proprio
sapere a partire da quanto già noto, a dei tempi necessari per lo
proporre soluzioni a problemi, a esporre
svolgimento degli stessi, del
le proprie opinioni e riflettere su quelle

a.s. 200-0 12
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

degli altri, a porsi nuovi traguardi, a grado di autonomia e


lavorare in gruppo, a collaborare e aiutare
dell’atteggiamento complessivo
gli altri.
degli alunni nei confronti del
lavoro scolastico: interesse,
attenzione, impegno,
partecipazione.

a.s. 200-0 13
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 2 Area storico geografica: STORIA


DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo delle OBIETTIVI DI CONTENUTI E
competenze APPRENDIMENTO ATTIVITA’
.
Riordina eventi sulla linea del tempo, Riconoscere relazioni di successione Gli indicatori temporali.
sia in successione logica sia come e di contemporaneità, cicli temporali, l’evoluzione della cultura
contemporaneità. mutamenti, permanenze in fenomeni dell’uomo preistorico: cacciatori
Individua le influenze dell’ambiente ed esperienze vissute e narrate. e raccoglitori del Paleolitico.
sull’uomo e viceversa. Ricavare da fonti di tipo diverso l’evoluzione storica, artistica e
Ricostruisce alcuni aspetti di civiltà conoscenze semplici su momenti del tecnologica dell’uomo del Paleolitico.
attraverso l’analisi, la lettura, passato, locali e non. . l’evoluzione culturale dell’uomo
l’interpretazione e il confronto di Organizzare le conoscenze acquisite preistorico: agricoltori e
fonti storiche. in quadri sociali significativi (aspetti allevatori del Neolitico.
della vita sociale, politico- l’evoluzione storica dell’uomo del
Conosce gli aspetti fondamentali istituzionale, economica, artistica, Neolitico.
della preistoria e le principali tappe religiosa...). innovazioni prodotte dall’uomo
dell’evoluzione della vita sulla terra. Individuare analogie e differenze fra durante l’età Neolitica.
quadri storico-sociali diversi, lontani Sviluppo delle capacità di
nello spazio e nel tempo ( i gruppi osservazione e di formulazione
Legge e interpreta le tracce storiche umani preistorici o le società di di ipotesi nei confronti di fonti
presenti sul territorio e inizia a cacciatori/raccoglitori oggi esistenti). storiche.
comprendere l’importanza del Rappresentare conoscenze e concetti analogie con il passato nelle
patrimonio artistico e culturale. appresi mediante grafismi, racconti abitudini di vita di alcune
orali, disegni. popolazioni di oggi.

RACCORDI M ETODOLOGIA E VERIFICHE E VALUTAZIONE


STRUMENTI
INTERDISCIPLINARI
Le attività relative alla presente Si valorizzeranno le conoscenze e Osservazione sistematica durante lo
U.D.A. riguarderanno abilità possedute dagli alunni, dando svolgimento di tutte le attività
ampio spazio alla partecipazione didattiche e attraverso la
contenuti affrontati in tutti gli attiva dei bambini, alla scoperta, alle somministrazione di prove informali
ambiti disciplinari. proposte e agli apporti di tutti. e formali, pratiche, orali e grafico-
Saranno dunque privilegiate la iconiche. Queste possono essere
didattica laboratoriale e il problem- questionari, schede da completare,
solving, aiutando ciascuno a prove chiuse o aperte, domande a
sviluppare un proprio metodo per risposta multipla o altro, a seconda
apprendere e riflettere sui propri degli apprendimenti da verificare.
meccanismi di acquisizione. Avranno Si terrà conto della correttezza degli
la precedenza le attività che portino
elaborati e delle prove di
l’alunno a costruire autonomamente
il proprio sapere a partire da quanto verifica, dei tempi necessari
già noto, a proporre soluzioni a
per lo svolgimento degli
problemi, a esporre le proprie
opinioni e riflettere su quelle degli stessi, del grado di autonomia
altri, a porsi nuovi traguardi, a
e dell’atteggiamento
lavorare in gruppo, a collaborare e
aiutare gli altri. complessivo degli alunni nei
confronti del lavoro
scolastico: interesse,
attenzione, impegno,
partecipazione.
a.s. 200-0 14
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1 -2
Area matematico-scientifico-tecnologica : TECNOLOGIA
DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E
sviluppo delle ATTIVITA’
competenze
Esplorare il mondo fatto dall’uomo
Distinguere, descrivere con le parole e I bisogni primari
L’alunno sperimenta rappresentare con disegni e schemi elementi del dell’uomo, gli oggetti,
la necessità e l’utilità mondo artificiale, cogliendone le differenze per gli strumenti e le
di oggetti di uso forma, materiali, funzioni e saperli collocare nel macchine che li
comune, contesto d’uso riflettendo sui vantaggi che ne soddisfano.
trae la persona che li utilizza. L’Algoritmo.
Descrive le Usare oggetti , strumenti e materiali Calligrammi, acrostici,
caratteristiche dei coerentemente con le funzioni e i principi di rime, testi da
materiali con cui sicurezza che gli vengono dati. completare.
sono composti Prevedere lo svolgimento e il risultato di semplici Forme e colori con gli
oggetti di uso processi o procedure in contesti conosciuti e strumenti di word.
comune. relativamente a oggetti e strumenti esplorati. Immagini con il
Seguire istruzioni d’uso e saperle fornire ai programma di Paint e
Usa la scrittura in compagni. Clip Art.
modo creativo. Conoscere e raccontare storie di oggetti e processi Usa strumenti di
Gestisce e modifica inseriti in contesti di storia personale. comunicazione (mail
le immagini. Utilizzare semplici materiali digitali per ,inserimenti di
Salva e riapre i file. l’apprendimento e conoscere a livello generale le commenti sul blog
caratteristiche dei nuovi media e degli strumenti della scuola)
di comunicazione
RACCORDI METODOLO VERIFICHE E
INTERDISCIPLINARI GIA E STRUMENTI VALUTAZIONE
Le attività relative Si valorizzeranno le conoscenze e abilità possedute Osservazione sistematica durante
lo svolgimento di tutte le attività
alla presente U.D.A. dagli alunni, dando ampio spazio alla partecipazione didattiche che possono essere
riguarderanno attiva dei bambini, alla scoperta, alle proposte e agli schede da completare,
apporti di tutti. Saranno dunque privilegiate la Si terrà conto della correttezza
contenuti affrontati delle prove di verifica,
didattica laboratoriale e il problem-solving, aiutando
in tutti gli ambiti
ciascuno a sviluppare un proprio metodo per dei tempi necessari per
disciplinari. apprendere e riflettere sui propri meccanismi di lo svolgimento, del
acquisizione. Avranno la precedenza le attività che grado di autonomia e
portino l’alunno a costruire autonomamente il proprio dell’atteggiamento
sapere a partire da quanto già noto, a proporre complessivo degli
soluzioni a problemi, a esporre le proprie opinioni e alunni nei confronti del
riflettere su quelle degli altri, a porsi nuovi traguardi, a lavoro scolastico:
lavorare in gruppo, a collaborare e aiutare gli altri.
interesse, attenzione,
impegno,
partecipazione.

a.s. 200-0 15
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1 -2
Area matematico-scientifico-tecnologica : GEOGRAFIA
DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo Obiettivi di
delle competenze apprendimento Contenuti
Riconosce gli elementi che formano • Riconosce e descrive gli elementi Foto, immagini, testi e
il paesaggio urbano. fisici e antropici del proprio territorio sussidiari.
(paesaggio urbano). • Rappresentazioni
Comprende il rapporto tra realtà grafiche.
geografica e la sua rappresentazione • Acquisire i concetti di spazio, • Punti di
cartografica. territorio e paesaggio. riferimento.
• Orientarsi in vari
Sa orientarsi e muoversi nello spazio • Orientarsi e muoversi nello spazio luoghi e sulle carte.
utilizzando i punti cardinali e i punti utilizzando i punti cardinali e spaziali. • Muoversi in vari
di riferimento spaziali. spazi riconoscendo la
• Leggere e interpretare mappe. segnaletica e i punti di
Conosce, per sapersi muovere nello • Descrivere un paesaggio (montuoso riferimento.
spazio urbano, la segnaletica comune. collinare) nei suoi elementi essenziali. • Cartelloni stradali.
a)Riconosce le
caratteristiche del • Giochi.
• Usare una terminologia adatta a • Osservazioni e
paesaggio montuoso.
descrivere i paesaggi. descrizioni.
b)Riconosce le caratteristiche del
paesaggio collinare. • Disegni.
• Riconoscere gli elementi fisici e • Conversazioni
Usa una terminologia specifica. antropici di un paesaggio guidate.
• ( montano/collinare) cogliendone • Schede operative.
Individua e denomina i principali • le trasformazioni connesse al • I rilievi (montagne
elementi fisici e antropici del • trascorrere del tempo. e colline).
paesaggio studiato. • Carte geografiche.
a)Comprende il delicato e complesso • Riconoscere le più evidenti • Carte tematiche.
rapporto dell’uomo con l’ambiente. modificazioni apportate dall’uomo nel
• Attività di ricerca.
b) Riconosce l’importanza delle proprio territorio.
• Rilevazioni delle
risorse naturali e il loro rapporto con modifiche apportate
il lavoro e le attività dell’uomo. • Leggere semplici rappresentazioni
dall’uomo.
iconografiche e cartografiche,
• Raccolta e
Legge semplici rappresentazioni utilizzando le legende.
tabulazione dati.
iconografiche. • Riconoscere le varietà di piante e
Riconosce flora e fauna del paesaggio • Schede operative.
• animali presenti nei diversi paesaggi.
montano e collinare. • Foto e immagini.
• Descrivere il paesaggio
Descrive un paesaggio pianeggiante e • Paesaggio
pianeggiante e marino nei suoi elementi
marino nei suoi elementi essenziali pianeggiante e marino.
essenziali usando una terminologia
usando una terminologia specifica. appropriata. • Ambiente fluviale
Conosce e sa descrivere un paesaggio e lacustre.
• Riconoscere gli elementi idrografici
idrografico. del paesaggio ( fiume, lago e stagno). • Verifiche.
Riflette sull’utilità dell’acqua e • Riflettere sull’utilità dell’acqua • Piccolo acquario di
propone soluzioni. individuando le modalità del suo classe.
Riconosce gli elementi fisici e utilizzo da parte dell’uomo.
antropici di un paesaggio.
• Riconoscere gli elementi fisici e

a.s. 200-0 16
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

a)Riconosce l’importanza delle antropici di un paesaggio (pianeggiante


risorse naturali e il loro rapporto con e marino, lacustre e fluviale).
il lavoro e l’attività dell’uomo. • Riconoscere le più evidenti
b) Individua i rapporti uomo- modificazioni apportate dall’uomo nel
ambiente. territorio.
c) Conosce l’attività agricola e • Riconoscere flora e fauna
l’allevamento. dell’ambiente studiato
Riconosce flora e fauna del
paesaggio marino, pianeggiante,
lacustre e fluviale.

RACCORDI INTERDISCIPLINARI METODOLOGIA E VERIFICHE E


STRUMENTI VALUTAZIONE
Vedi: Corpo- Movimento- Sport Si valorizzeranno le conoscenze e Osservazione sistematica
Italiano. abilità possedute dagli alunni, durante lo svolgimento di
Matematica. tutte le attività didattiche che
dando ampio spazio alla possono essere schede da
.
partecipazione attiva dei bambini, completare,
alla scoperta, alle proposte e agli Si terrà conto della
apporti di tutti. Saranno dunque correttezza delle
privilegiate la didattica
prove di verifica, dei
laboratoriale e il problem-solving,
aiutando ciascuno a sviluppare un tempi necessari per
proprio metodo per apprendere e lo svolgimento, del
riflettere sui propri meccanismi di grado di autonomia
acquisizione. Avranno la
e dell’atteggiamento
precedenza le attività che portino
l’alunno a costruire complessivo degli
autonomamente il proprio sapere a alunni nei confronti
partire da quanto già noto, a del lavoro scolastico:
proporre soluzioni a problemi, a
interesse,
esporre le proprie opinioni e
riflettere su quelle degli altri, a attenzione, impegno,
porsi nuovi traguardi, a lavorare in partecipazione.
gruppo, a collaborare e aiutare gli
altri.

a.s. 200-0 17
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1
Area matematico-scientifico-tecnologica :MATEMATICA
DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:..
Traguardi per lo sviluppo OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E
delle competenze ATTIVITA’
Numeri
I numeri oltre mille:lettura e scrittura
Sa leggere,scrivere, -Sa per leggere,scrivere, sia in cifre sia in parola
confrontare e ordinare confrontare e ordinare i numeri ,composizione/scomposi-zione -
i numeri naturali entro naturali entro le unità di migliaia Ordinamento progressivo e regressivo
le unità di migliaia -Esercitazione con rappresentazione
-Rionoscere e comprendere nella grafica dei BAM per capire il valore
-Rionosce e scrittura in base 10 il valore posizionale delle cifre
comprende nella posizionale delle cifre -Manipolazione di materiale
scrittura in base 10 il strutturato
valore posizionale -Eseguire addizioni e sottrazioni - Verbalizzazione degli esercizi
delle cifre con gli algoritmi scritti usuali effettuati e dei risultati ottenuti
-Saper operare con -La terminologia relativa alle
-Esegue addizioni e moltiplicazioni e divisioni in operazioni
sottrazioni con gli situazioni problematiche -Scrittura e rappresentazione dei
algoritmi scritti usuali -Conoscere i termini della numeri in modi diversi
moltiplicazione e della divisione -Rappresentazione in basi diverse con
-Padroneggia strategie -Comprendere ed utilizzare la i B.A.M. e l’abaco
di calcolo mentale procedura della divisione in -Successione numerica
colonna -Addizioni e sottrazioni in colonna
-Riconosce situazioni con più cambi
problematiche in -Conoscere con sicurezza le -I termini e le prove dell’addizione e
ambiti di esperienza tabelline dei numeri fino a dieci della sottrazione
– -Strategie per velocizzare il calcolo:le
-Rafforza il concetto proprietà
di linee,regioni e -Padroneggiare strategie di -Risoluzione di situazioni
confini calcolo mentale problematiche con addizione e
sottrazione
-Riconoscere situazioni -Costruzione delle tabelline con gli
problematiche in ambiti di schieramenti e studio mnemonico
esperienza -I raggruppamenti
-Risolvere semplici situazioni -Moltiplicazioni e divisioni con l’uso
problematiche con dei B.A.M.e loro rappresentazione
moltiplicazioni e divisioni grafica
-Tabelle
-Schemi
GEOMETRIA -Verbalizzazione delle esperienze
-Rafforzare il concetto di fatte

a.s. 200-0 18
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

linee,regioni e confini -Rappresentazioni grafiche delle


esperienze realizzate
-Gli elementi di un solido
-Riconoscere in base a -Costruzione dei solidi
informazioni se una situazione -Lo sviluppo dei solidi con scatolette
e’certa o incerta di cartone
 -Schede operative
-Riconoscere le principali figure
solide e piane

RACCORDI METODOLOGIA E VERIFICHE E VALUTAZIONE


INTERDISCIPLINARI STRUMENTI
-Italiano: Vedi riga sottostante Le attività presentate consentono
comprensione dei di verificare se gli alunni hanno
comandi e dei
la piena consapevolezza delle
testi;
caratteristiche generali del
nostro sistema di numerazione,la
-Storia:sistemi di capacità di comprendere il
numerazione nel valore delle cifre all’interno del
tempo numero, la conocenza
dell’algoritmo delle operazioni
-Arte e immagine:
rappresentazione presentate e la capacità di
grafica e risolvere situazioni
tridimensionale del problematiche
materiale strutturato

Nelle prime due settimane di scuola le attività didattiche mireranno in primo luogo all’accoglienza
e ad accertare eventuali lacune ,predisponendo un mirato intervento di recupero,prima di procedere
con ulteriori esperienze didattiche. Le attività seguiranno l’esperienza diretta,la rappresentazione
informale con parole e immagini e la rappresentazione formale con simboli matematici. Si
proporranno esercitazioni per il consolidamento della tecnica dell’addizione e della sottrazione con
l’utilizzo dell’adeguata terminologia,delle rispettive prove e proprietà,evitando esercizi ripetitivi ed
esageratamente esecutivi. Acquisiti chiaramente i significati delle operazioni,dovranno essere
guidati ad eseguirle rapidamente in modo da applicare i procedimenti aritmetici nella soluzione dei
problemi .Partendo da situazioni problematiche reali vicine alle esperienze degli alunni, si
inviteranno gli stessi a rappresentare in tabella i dati del problema con i B.A.M.,a eseguire il
calcolo operando concretamente con il materiale strutturato e a utilizzare contemporaneamente i
numeri.
Per l’acquisizione degli algoritmi delle moltiplicazioni e delle divisioni ,prima di usare il materiale
strutturato,si lavorera’ con il materiale occasionale costruendo schieramenti per la moltiplicazione
e gruppi per la divisione

a.s. 200-0 19
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N.2


Area linguistico-artistico-espressiva : MATEMATICA
DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo delle OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E
competenze ATTIVITA’
-Esegue moltiplicazioni -Saper operare con moltiplicazioni e
con due cifre al divisioni in situazioni problematiche -Costruzione delle tabelline
moltiplicatore con i numeri -Conoscere i termini della con gli schieramenti e studio
naturali moltiplicazione e della divisione mnemonico
-Esegue divisioni con una -Comprendere ed utilizzare la -I raggruppamenti
cifra al divisore con i procedura della divisione in colonna -Moltiplicazioni e divisioni
numeri naturali con gli -Conoscere con sicurezza le tabelline con l’uso dei B.A.M.e loro
algoritmi scritti usuali dei numeri fino a dieci – rappresentazione grafica
-Risolvere semplici situazioni -Tabelle
-Conosce con sicurezza le problematiche con moltiplicazioni e -Schemi
tabelline dei numeri fino a divisioni -Verbalizzazione delle
dieci -Riconoscere in base a informazioni esperienze fatte
se una situazione e’certa o incerta -Rappresentazioni grafiche
-Risolve semplici delle esperienze realizzate
situazioni -Riconoscere le principali figure -Gli elementi di un solido
problematicheutilizzando solide e piane -Costruzione dei solidi con
moltiplicazioni e divisioni -Acquisire il concetto di frazione le cannucce da bibita e il das
come partizione e come rapporto -Lo sviluppo dei solidi con
-Riconoscere in base a -Riconoscere quantita’ frazionarie scatolette di cartone
informazioni se una -Riconoscere le frazioni decimali  -Schede operative
situazione e’certa o incerta -Saper rappresentare i numeri
decimali sulla linea dei numeri -Le frazioni
-Conoscere e utilizzare unita’ di -Le frazioni decimali
GEOMETRIA misura arbitrarie e convenzionali -I numeri decimali
-Riconosce e descrive le -Conoscere i multipli e i sottomultipli
principali figure delle unita’ di misura -Frazioni decimali
geometriche solide e -Confrontare misure espresse con -Numeri decimali
piane unita’ diverse -Unita’ di misura arbitrarie e
-Risolvere semplici problemi di convenzionali
-Conosce la frazione come calcolo con le misure -Multipli e sottomultipli
partizione e come rapporto -Osservazione nella realtà di linee,
rette,verticali ,orizzontali,parallele,
incidenti,perpendicolari con -Semplici equivalenze
-Conosce e utilizza unita’ rappresentazione grafica -Le rette e le loro posizioni
di misura arbitrarie e -Riconoscere rette nello spazio
convenzionali del sistema semirette,segmenti
metrico decimale -Riconoscere rette, -rette incidenti
semirette,segmenti
Classificare gli angoli mediante
a.s. 200-0 20
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

confronto con l’angolo retto


-Riconosce e classifica Acquisire il concetto di perimetro e perpendicolari
le linee rette area di figure piane
-Acquisire il concetto di simmetria Semirette ,segmenti

-Riconosce e denomina . L’angolo come cambio di


gli angoli direzione
-Angolo
-Ha acquisito il concetto retto,acuto,ottuso,piatto,giro-
di simmetria figure isoperimetriche
-figure isoestese
-Sa calcolare la -La simmetria
probabilita’ di un evento  -Individuazione di
eventi.

RACCORDI
METODOLOGIA E STRUMENTI VERIFICHE E
INTERDISCIPLINARI VALUTAZIONE
ITALIANO: Per l’acquisizione degli algoritmi Si verificheranno le abilita’
comprensione del delle moltiplicazioni e delle di calcolo orale e scritto ,la
significato di semplici testi divisioni ,prima di usare il materiale volonta’ e la capacita’ di
orali e strutturato,si lavorera’ con il memorizzare le tabelline e la
scritti,riconoscendone la materiale occasionale costruendo conoscenza delle
funzione e individuandone schieramenti per la moltiplicazione e proprieta’delle figure
gli elementi essenziali gruppi per la divisione geometriche
Si inviteranno gli alunni a individuare
TECNOLOGIA E nell’ambiente circostante alcuni solidi
INFORMATICA: geometrici dei quali si esamineranno
l’algoritmo in esempi gli elementi che li compongono che al
concreti momento opportuno verranno aperti
dando origine a figure piane che
ARTE E IMMAGINE: dovranno poi rappresentare sul
collocazione di oggetti quaderno
nello spazio,dopo aver Si attivera’ un lavoro di riflessione
individuato i campi e i per stimolarli e guidfarli a usare e
piani comprendere in modo sempre piu’
appropriato il linguagguio
probabilistico.Attraverso esperienze e
attivita’ manipolative si guideranno a
ragionare su una situazione incerta e
ad assumere comportamenti flessibili
in modo da formare una mentalita’
che li aiuti ad oprerare delle scelte
consapevoli nel mondo dell’incerto

a.s. 200-0 21
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1
Area matematico-scientifico-tecnologica :
SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI
DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E
delle competenze ATTIVITA’
Attraverso interazioni e
L’alunno ha capacità
manipolazioni individuare qualità e Proprietà degli oggetti
operative, progettuali e
proprietà di oggetti e materiali e e dei materiali.
manuali, che utilizza
caratterizzarne le trasformazioni, Somiglianze e
in contesti di
riconoscendovi sia grandezze da differenze tra oggetti e
esperienza-conoscenza
misurare sia relazioni qualitative tra materiali.
per un approccio
loro, all’interno di campi di Materiali naturali e
scientifico ai
esperienza. sintetici
fenomeni.
Processi di
Osservare, descrivere, confrontare, trasformazione.
Fa riferimento in
correlare elementi della realtà
modo pertinente alla
circostante: per esempio imparando
realtà, e in particolare
a distinguere piante e animali, Gli ambienti naturali.
all’esperienza che fa in
terreni e acque, cogliendone Gli elementi biotici ed
classe e in laboratorio
somiglianze e differenze e operando abiotici di un
per dare supporto alle
classificazioni secondo criteri ambiente.
sue considerazioni. .
diversi; acquisire familiarità con la La flora e la fauna
variabilità dei fenomeni atmosferici tipica dei diversi
Sa analizzare e
(venti, nuvole, pioggia,…) e con la ambienti.
raccontare in forma
periodicità su diverse scale
chiara ciò che ha fatto
temporali dei fenomeni Concetto di
e imparato.
celesti(dì/notte, percorsi del sole, ecosistema e di
fasi della luna, stagioni). equilibrio naturale.
Riconosce gli elementi
Le catene alimentari.
caratteristici di un
Riconoscere i diversi elementi di un
ecosistema e le relazioni
ecosistema naturale o controllato, e Gli esseri viventi
che intercorrono tra essi.
coglierne le prime relazioni (uscite Le parti della pianta e
Con la guida
esplorative; allevamento di piccoli le rispettive funzioni.
dell’insegnante e in
animali in classe, orticelli, L’importanza della
collaborazione con i
costruzione di reti alimentari). fotosintesi
compagni, ma anche da
clorofilliana.
solo, formula ipotesi e
Riconoscere la diversità dei viventi Gli animali vertebrati e
previsioni, osserva,
(intraspecifica e interspecifica), invertebrati.
registra, classifica
differenze/somiglianze tra piante, Gli animali in base al
animali, altri organismi. tipo di alimentazione.
Riconosce il rapporto tra
Diverse forme di
la struttura del corpo degli
Individuare il rapporto tra strutture e riproduzione degli
animali e il loro ambiente

a.s. 200-0 22
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

di vita. funzioni negli organismi animali.


osservati/osservabili, in quanto
Osserva e descrive le caratteristica peculiare degli La struttura del corpo
trasformazioni ambientali organismi viventi in stretta relazione degli animali, in
di tipo stagionale. con il loro ambiente. relazione al loro
ambiente di vita.
Ha atteggiamenti di cura Osservare e interpretare le
verso l’ambiente trasformazioni ambientali sia di tipo Comportamenti di
scolastico e di rispetto stagionale, sia in seguito all’azione difesa e di adattamento
verso l’ambiente sociale e modificatrice dell’uomo. alle variazioni
naturale. climatiche da parte
degli esseri viventi.
Regole per il rispetto
dell’ambiente
circostante.
RACCORDI ME VERIFICHE E
INTERDISCIPLINARI TODOLOGIA E STRUMENTI VALUTAZIONE
Le attività relative alla Si valorizzeranno le conoscenze e abilità Osservazione sistematica
presente U.D.A. possedute dagli alunni, dando ampio durante lo svolgimento di tutte
le attività didattiche e attraverso
riguarderanno contenuti spazio alla partecipazione attiva dei la somministrazione di prove
affrontati in tutti gli ambiti bambini, alla scoperta, alle proposte e informali e formali, pratiche,
disciplinari. agli apporti di tutti. Saranno dunque orali e grafico-iconiche. Queste
privilegiate la didattica laboratoriale e il possono essere questionari,
problem-solving, aiutando ciascuno a schede da completare, prove
chiuse o aperte, domande a
sviluppare un proprio metodo per risposta multipla o altro, a
apprendere e riflettere sui propri seconda degli apprendimenti da
meccanismi di acquisizione. Avranno la verificare.
precedenza le attività che portino Si terrà conto della correttezza
l’alunno a costruire autonomamente il degli elaborati e delle
proprio sapere a partire da quanto già prove di verifica, dei
noto, a proporre soluzioni a problemi, a
esporre le proprie opinioni e riflettere su tempi necessari per lo
quelle degli altri, a porsi nuovi svolgimento degli stessi,
traguardi, a lavorare in gruppo, a del grado di autonomia e
collaborare e aiutare gli altri. dell’atteggiamento
complessivo degli alunni
nei confronti del lavoro
scolastico: interesse,
attenzione, impegno,
partecipazione.

a.s. 200-0 23
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N.2


Area linguistico-artistico-espressiva :
SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI
DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo delle OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E
competenze ATTIVITA’
Individuare qualità e proprietà di Proprietà degli oggetti e
L’alunno ha capacità
oggetti e materiali e dei materiali.
operative, progettuali e
caratterizzarne le trasformazioni, Somiglianze e differenze
manuali, che utilizza in
riconoscendovi sia grandezze da tra oggetti e materiali.
contesti di esperienza-
misurare sia relazioni qualitative Materiali naturali e
conoscenza per un
tra loro, all’interno di campi di sintetici
approccio scientifico ai
esperienza. Processi di
fenomeni.
Osservare, descrivere, trasformazione.
confrontare, correlare elementi
Fa riferimento in modo della realtà circostante: per Gli ambienti naturali.
pertinente alla realtà, e in esempio imparando a distinguere
particolare all’esperienza piante e animali, terreni e acque, Gli elementi biotici ed
che fa in classe e in cogliendone somiglianze e abiotici di un ambiente.
laboratorio per dare differenze e operando
supporto alle sue classificazioni secondo criteri La flora e la fauna tipica
considerazioni. . diversi; acquisire familiarità con dei diversi ambienti.
la variabilità dei fenomeni
Sa analizzare e raccontare atmosferici (venti, nuvole, Concetto di ecosistema e
in forma chiara ciò che ha pioggia,…) e con la periodicità di equilibrio naturale.
fatto e imparato. su diverse scale temporali dei Le catene alimentari.
fenomeni celesti(dì/notte,
Riconosce gli elementi percorsi del sole, fasi della luna,
caratteristici di un stagioni). Gli esseri viventi
ecosistema e le relazioni Le parti della pianta e le
che intercorrono tra essi. Riconoscere i diversi elementi di rispettive funzioni.
un ecosistema naturale o L’importanza della
Con la guida controllato, e coglierne le prime fotosintesi clorofilliana.
dell’insegnante e in relazioni Gli animali vertebrati e
collaborazione con i invertebrati.
compagni, ma anche da Riconoscere la diversità dei Gli animali in base al tipo
solo, formula ipotesi e viventi ,differenze/somiglianze di alimentazione.
previsioni, osserva, tra piante, animali, altri Diverse forme di
registra, classifica organismi. riproduzione degli
animali.
Riconosce il rapporto tra Individuare il rapporto tra
la struttura del corpo degli strutture e funzioni negli

a.s. 200-0 24
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

animali e il loro ambiente organismi osservati/osservabili, La struttura del corpo


di vita. in quanto caratteristica peculiare degli animali, in relazione
Osserva e descrive le degli organismi viventi in stretta al loro ambiente di vita.
trasformazioni ambientali relazione con il loro ambiente. Comportamenti di difesa
di tipo stagionale. e di adattamento alle
Osservare e interpretare le variazioni climatiche da
Ha atteggiamenti di cura trasformazioni ambientali sia di parte degli esseri viventi.
verso l’ambiente tipo stagionale, sia in seguito Regole per il rispetto
scolastico e di rispetto all’azione modificatrice dell’ambiente circostante.
verso l’ambiente sociale e dell’uomo.
naturale.

RACCORDI VERIFICHE E
INTERDISCIPLINARI METODOLOGIA E STRUMENTI VALUTAZIONE
Le attività relative alla Si valorizzeranno le conoscenze e Osservazione sistematica
presente U.D.A. abilità possedute dagli alunni, dando durante lo svolgimento di
riguarderanno contenuti ampio spazio alla partecipazione tutte le attività didattiche e
affrontati in tutti gli ambiti attiva dei bambini, alla scoperta, alle attraverso la
disciplinari. proposte e agli apporti di tutti. somministrazione di prove
Saranno dunque privilegiate la informali e formali,
didattica laboratoriale e il problem- pratiche, orali e grafico-
solving, aiutando ciascuno a iconiche. Queste possono
sviluppare un proprio metodo per essere questionari, schede
apprendere e riflettere sui propri da completare, prove
meccanismi di acquisizione. chiuse o aperte, domande a
Avranno la precedenza le attività risposta multipla o altro, a
che portino l’alunno a costruire seconda degli
autonomamente il proprio sapere a apprendimenti da
partire da quanto già noto, a verificare.
proporre soluzioni a problemi, a Si terrà conto della
esporre le proprie opinioni e
correttezza degli
riflettere su quelle degli altri, a porsi
nuovi traguardi, a lavorare in elaborati e delle
gruppo, a collaborare e aiutare gli
prove di verifica, dei
altri.
tempi necessari per
lo svolgimento degli
stessi, del grado di
autonomia e
dell’atteggiamento
complessivo degli
alunni nei confronti
del lavoro scolastico:
interesse, attenzione,
impegno,
partecipazione.

a.s. 200-0 25
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1-2


Area linguistico-artistico-espressiva : CORPO, MOVIMENTO,SPORT

DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E
delle competenze ATTIVITA’
L’alunno Riconoscere e denominare le varie parti del
acquisisce corpo su di sé e sugli altri e saperle Lo schema corporeo
consapevolezza di rappresentare graficamente.
sé attraverso Riconoscere, classificare, memorizzare e I propri sensi e le
l’ascolto e rielaborare le informazioni provenienti dagli modalità di
l’osservazione del organi di senso (sensazioni visive, uditive, percezione
proprio corpo. tattili, cinestetiche). sensoriale.

Padroneggia gli Coordinare e utilizzare diversi schemi motori Simulazione di


schemi motori e combinati tra loro (correre, saltare, afferrare, situazioni entro cui
posturali in lanciare…). sviluppare specifiche
funzione di spazio Sapere controllare e gestire le condizioni di abilità motorie
e di tempo. equilibrio statico-dinamico del proprio corpo. ( corsa, salto…).
Organizzare e gestire l’orientamento del
Utilizza il corpo e proprio corpo in riferimento alle principali Percorsi con
il movimento per coordinate spaziali temporali l’utilizzo degli
comunicare ed (contemporaneità, successione e reversibilità ) indicatori spaziali
esprimere i propri e a strutture ritmiche. (avanti, indietro, a
stati d’animo. Riconoscere e riprodurre semplici sequenze destra, a sinistra…).
ritmiche con il proprio corpo e con attrezzi.
Giochi di espressività
Conosce e applica Utilizzare in modo personale il corpo e il corporea.
modalità esecutive movimento per esprimersi, comunicare stati Danza.
di gioco e sport, d’animo, emozioni e sentimenti, anche nelle
cooperando e forme della drammatizzazione e della danza.
interagendo con gli Giochi singoli, a
altri. Conoscere e applicare correttamente modalità squadre, a coppie.
esecutive di numerosi giochi di movimento e
presportivi, individuali e di squadra, e nel Le corrette modalità

a.s. 200-0 26
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

Utilizza in modo contempo assumere un atteggiamento positivo esecutive per la


corretto e sicuro di fiducia verso il proprio corpo, accettando i prevenzione degli
per sé e per gli altri propri limiti, cooperando e interagendo infortuni e la
attrezzi e spazi. positivamente con gli altri, consapevoli del sicurezza nei vari
“valore” delle regole e dell’importanza di ambienti di vita.
rispettarle.

Conoscere e utilizzare in modo corretto e


appropriato gli attrezzi e gli spazi di attività.
Percepire e riconoscere “sensazioni di
benessere”legate all’attività ludico-motoria.

METODOLO
RACCORDI GIA E STRUMENTI VERIFICHE E
INTERDISCIPLINARI VALUTAZIONE
Le attività relative alla Si valorizzeranno le abilità possedute dagli Osservazione sistematica
presente U.D.A. alunni, aiutando ciascuno a sviluppare un proprio durante lo svolgimento di
tutte le attività pratiche.
riguarderanno metodo per migliorarle. Avranno la precedenza le Si terrà conto della
contenuti affrontati in attività che portino l’alunno a costruire
correttezza delle,
tutti gli ambiti autonomamente la propria formazione a partire da
disciplinari. quanto già noto, a proporre soluzioni a problemi, dei tempi
a esporre le proprie opinioni e riflettere su quelle necessari per lo
degli altri, a porsi nuovi traguardi, a lavorare in svolgimento degli
gruppo, a collaborare e aiutare gli altri.
stessi, del grado di
autonomia e
dell’atteggiamento
complessivo degli
alunni nei
confronti del
lavoro scolastico:
interesse,
attenzione,
impegno,
partecipazione.

a.s. 200-0 27
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

a.s. 200-0 28
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

UNITA’ DI APPRENDIMENTO N. 1-2


Educazione civica e alla cittadinanza
DATI IDENTIFICATIVI
1° Circolo Didattico … PLESSO … DOCENTE:Ins….
TITOLO: Un mondo di sensazioni e DISCIPLINE:italiano – storia - arte e
scoperte. immagine– inglese…
ANNO SCOLASTICO: 200../20… DESTINATARI: alunni della classe III
TEMPI DI REALIZZAZIONE:
Traguardi per lo sviluppo OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E
delle competenze ATTIVITA’
L’alunno Riconoscere e denominare le varie parti del
acquisisce corpo su di sé e sugli altri . Lo schema corporeo
consapevolezza di Riconoscere, classificare, memorizzare e I propri sensi e le
sé attraverso rielaborare le informazioni provenienti dagli modalità di percezione
l’ascolto e organi di senso (sensazioni visive, uditive, sensoriale.
l’osservazione del tattili, cinestetiche). Giochi di espressività
proprio corpo. Percepire e riconoscere “sensazioni di corporea.
benessere”. Il diario.
Utilizzare in modo personale modalità di Danza.
esprimersi, comunicare stati d’animo, emozioni La tv e il dialogo
Comunica ed e sentimenti, anche nelle forme della mancato.
esprime i propri drammatizzazione e della danza.
stati d’animo. Conoscere e applicare correttamente Giochi singoli, a
modalità esecutive di giochi di squadra, e squadre, a coppie.
nel contempo assumere un atteggiamento Le corrette modalità
Conosce e applica positivo di fiducia verso sé stesso, esecutive per la
modalità esecutive cooperando e interagendo positivamente prevenzione degli
di gioco, con gli altri, consapevoli del “valore” delle infortuni e la sicurezza
cooperando e regole e dell’importanza di rispettarle. nei vari ambienti di
interagendo con gli Riconoscere e rispettare la diversità tra i generi. vita.
altri. Conoscere diritti e doveri nella scuola e Conoscere esercizi
nell’ambiente in cui si vive. pubblici della città
Conoscere documenti internazionali sui diritti e e la sua storia.
Utilizza in modo doveri dei fanciulli. Rispetto dell’ambiente.
corretto e sicuro Conoscere e utilizzare in modo corretto e Conoscere le feste
per sé e per gli altri appropriato gli attrezzi e gli spazi in cui si locali .
attrezzi e spazi. vive..
Conoscere e rispettare le tradizioni locali.
RACCORDI METODOLO VERIFICHE E
INTERDISCIPLINARI GIA E STRUMENTI VALUTAZIONE
Le attività relative alla Si valorizzeranno le abilità possedute dagli Osservazione sistematica
presente U.D.A. alunni, aiutando ciascuno a sviluppare un durante lo svolgimento di
tutte le attività pratiche.
riguarderanno proprio metodo per migliorarle. Avranno la Si terrà conto del grado di
contenuti affrontati in precedenza le attività che portino l’alunno a
autonomia e
tutti gli ambiti costruire autonomamente la propria formazione,
disciplinari. a proporre soluzioni a problemi, a esporre le dell’atteggiamento
proprie opinioni e riflettere su quelle degli altri, complessivo nei
a porsi nuovi traguardi, a lavorare in gruppo, a confronti relazionali
collaborare e aiutare gli altri.
con gli altri.

a.s. 200-0 29
Circolo Didattico …- piano per il secondo anno del primo biennio –plesso ….

a.s. 200-0 30