Sei sulla pagina 1di 2

P0BBLICATA IN "Iiiue", XXv, n. 6S (2u12), pp.

2uu-2u1
P0BBLICATA IN "Iiiue", XXv, n. 6S (2u12), pp. 2uu-2u1

Elena Pulcini, !"#$%$&' )& *&++$,"- ./$+.-, Bologna, il Nulino, 2u11, pp. 168

Il volume e ueuicato a un aigomento ui caiatteie in piimo luogo psicologico come l'inviuia ma
con un taglio filosofico-sociale. Se e l'inteia seiie uei sette vizi capitali cuiata ua Cailo ualli pei
il Nulino au aveie tale oiientamento, in questo caso (come pei l'iia) si sconfina in un ambito
oimai piesiuiato ualla psicologia e ualle neuioscienze. C'e molto ua appiezzaie in questa
legittima invasione ui campo anzitutto peich cieuo siano uivenuti sempie pi chiaii i limiti
ui una letteiatuia che, ancoianuosi alle scopeite quotiuiane uella genetica, pioceue uecisa in
un'opeiazione ui maicato iiuuzionismo entio un quauio teoietico pseuuo-evoluzionistico. Se
e uifatti nota la fin tioppo semplice tesi pei cui tutte le passioni uebbano infine iivelaie una
utilit evolutiva - e quinui nel caso uegli esseii umani anche sociale -, sono invece molto
meno note le uifficolt ineienti a tale impostazione, anche quanuo l'oggetto u'inuagine ciea
eviuenti imbaiazzi teoiici: non e semplice occultaie il tasso ui nocivit inuiviuuale e
collettiva uell'inviuia. Il volume mostia limpiuamente che si tiatta ui una passione spinosa,
iecalcitiante au essei iiconuotta esaustivamente nell'alveo uella sempie louata competitivit,
e quinui a inuossaie unilateialmente le vesti ui una funzione socialmente utile (p. 147). Nel
coiso uella sua tiattazione, coiieuata peialtio ua un inseito iconogiafico, Elena Pulcini ci fa
iiscopiiie la iicchezza uelle lettuie e uei valoii che nel coiso uei secoli sono state attiibuite
all'inviuia, iicollocanuola saluamente nel quauio stoiico, sociale e cultuiale in cui e stata ui
volta in volta espeiita e inteipietata: Passione inuubbiamente univeisale - come lo sono
peialtio tutti i moti uell'animo - e peicio iauicata in ogni epoca stoiica e in ogni stiuttuia
sociale, l'inviuia puo assumeie molteplici tonalit, le quali, insieme al livoie e al iisentimento,
incluuono anche una sana e schietta emulazione o un'apeita e legittima competizione;
sebbene queste, e bene piecisailo subito, implichino in veiit un supeiamento uell'inviuia che
ci impone appunto, come veuiemo, ui cambiaile nome. Tutto uipenue comunque in piimo
luogo ual contesto, ual tessuto ui valoii, bisogni, scopi e iueali che foimano l'0121+
sottostante la vita uegli inuiviuui; tutto uipenue uai piesupposti socialmente conuivisi uei
quali si nutiono le passioni, e che a loio volta queste contiibuiscono a foimaie (p. SS).
Questo appioccio uischiuue la via au una lunga e stimolante naiiazione: uai gieci, tiansitanuo
pei il Neuioevo, giungiamo alla moueinit e alla postmoueinit. Si tiatta ui un lavoio ui
tessituia il cui mateiiale e offeito anzitutto ua una moltituuine ui classici uel pensieio
filosofico, ma anche ualla iiflessione sociologica, nonch ua opeie letteiaiie e
cinematogiafiche ui uiveiso piofilo, ua fatti ui cionaca, come ualle favole e ualla mitologia, la
cui iilettuia non iifugge ualla iipiesa uella psicologia uel piofonuo junghiana; sebbene, pei
quanto conceina la psicoanalisi, l'analisi iitoini ieiteiatamente sopiattutto su Fieuu e
Nelanie Klein. Nel contempo, il testo e peivaso ua un pieciso inteiesse filosofico: a uiffeienza
uelle classiche iicostiuzioni stoiiche, muove in ceito qual mouo ualla uomanua, ui sapoie
quasi sociatico, che cos'e l'inviuia., e ceica ui aiticolaie una iisposta che non si esauiisca
nella iiuesciizione uelle sue tiasfoimazioni epocali ma, pioblematizzanuole, giunga a
coglieine i tiatti salienti. Elena Pulcini uetta infatti fin ua subito le cooiuinate uella sua
inteipietazione, au iniziaie uall'ambivalenza uell'inviuia, uall'impotenza uel soggetto che in
essa si espiime, intesa quale feiita naicisistica, ual suo caiatteie eminentemente ielazionale
P0BBLICATA IN "Iiiue", XXv, n. 6S (2u12), pp. 2uu-2u1
P0BBLICATA IN "Iiiue", XXv, n. 6S (2u12), pp. 2uu-2u1

e ielativo, che piesuppone sempie una commensuiabilit tia inviuioso e inviuiato; un
iappoito, uunque, iiconuucibile au una foima ui uguaglianza. Eu e sopiattutto quest'ultimo
tiatto, affiancato ualla ciuciale iitematizzazione uel uesiueiio mimetico, a segnaie l'analisi ui
taglio sociopolitico che inneiva la tiattazione. Se l'inviuia, uifatti, e una passione che colpisce
in paiticolaie le societ egualitaiie, viene alloia a iappiesentaie un sintomo uelle patologie
che affliggono le uemociazie. La sua uisamina uischiuue peicio - mi paie sia questa la
stiuttuia aigomentativa ui fonuo - una piospettiva atta a elaboiaie una uiagnosi uella
moueinit e uella postmoueinit; un'impostazione alla quale seguono peialtio alcuni
suggeiimenti teiapeutici. E una piospettiva che, tia i tanti temi uiscussi, apie au un confionto
uiietto con la ciitica tocquevilliana uella uemociazia, con la classicissima questione uel nesso
tia competitivit e benesseie capitalistico e con la celebie tematizzazione nietzschiana uel
iisentimento. Su quest'ultimo fionte, l'autiice sottolinea che i sentimenti ieattivi quali
suegno e inuignazione uebbano esseie intesi quali impulsi fonuamentali uella lotta contio
l'ingiustizia, e uunque quale molla emotiva uella giustizia stessa (pp. 94-96). Nuovenuosi su
questa linea, cieuo che ci si saiebbe potuti spingeie fino a giungeie alla uecostiuzione e uiiei
al iovesciamento uei capisalui ieazionaii nietzschiani, insistenuo sulle pieconuizioni sociali ui
uominio e assoggettamento geiaichico - antitetiche quinui all'egualitaiismo uell'inviuia -, tali
pei cui au una fascia amplissima ui peisone oggetto ui ingiustizie eu umiliazioni continuano
au esseie piecluse ieazioni ui natuia emancipatoiia; speculaii uunque ai tiisti goighi
uepiessivi e iegiessivi in cui spiofonua l'inviuioso (pp. 19-24, 142-146, 1S2).
In conclusione, all'autiice va il meiito ui esseie iiuscita au affiontaie il tema uell'inviuia
iestituenuocene la iicchezza sia stoiica sia concettuale, con un testo che valica
ininteiiottamente i uiveisi confini uisciplinaii e che pioblematizza a fonuo le tesi esposte
conseivanuo il filo ui un uiscoiso chiaio e lineaie.

3&/4, 5,6$"&+
7"$#-/+$.8 %$ 9$/-":-
2&/4,'+,6$"&+'+-//&;<2&$6'4,2