Sei sulla pagina 1di 2

Italiani e fido bancario, attenzione al tasso e alle spese extra

Pi dell11% degli italiani richiede il fido bancario, ma aprire una linea di credito sul proprio
conto corrente pu arrivare anche il 7% di tasso di interesse
Ecco finalmente pubblicati i dati che emergono dallultimo studio dellOsservatorio SuperMoney
che, grazie allaccesso ai dati degli utenti che effettuano le comparazioni sul sito, pu effettuare
interessanti indagini sullo stato finanziario degli italiani. In uesto caso parliamo di fido sul conto
corrente, uanti italiani lo attivano! "ome per le banche tradizionali anche lofferta di #ello $an%,
&ineco, "he$anca' e di tutte le banche online consente ai propri correntisti di aprire una linea di
credito sul proprio conto corrente.
In uesto modo, attivando il fido bancario, la banca automaticamente, nel caso il nostro conto
corrente dovesse andare in rosso, ci finanzier( di una certa cifra, decisa preventivamente. )uesto
strumento permetter( al correntista, privato o impresa, di sopportare comunue la spesa che ha
azzerrato il denaro depositato sul conto. Il fido bancario ha ovviamente un costo* la banca ci metter(
a disposizione il denaro sotto pagamento di un certo interesse. +el cercare un conto corrente
conveniente, in particolare se siamo unimpresa, dovremmo uindi tenere conto anche del costo di
un possibile fido.
,oco sopra ci eravamo domandati uanti italiani attivassero effettivamente, o meglio avessero
bisogno di attivare, un fido bancario. Secondo i dati dellOsservatorio SuperMoney, ricavati
dallanalisi di circa -- mila richieste di confronto di conti online pervenute al portale da gennaio
./01 a marzo ./02, sono l003.

4importo medio richiesto per il fido ammonta a ..5// euro, per un costo di gestione e di interessi
che pu arrivare anche a .1. euro allanno. I tassi migliori, compresi fra il -,6 e il 53, sono offerti
da Ing 7irect, "redito Siciliano e "redito $ergamasco, anche se le commissioni e8tra possono
rivelarsi anche molto onerose.
,u risultare molto utile chiedersi il motivo che spinge i correntisti a interessarsi alla possibilit( di
richiedere un fido bancario anche se in realt( le motivazioni sono molto legate al profilo del singolo
correntista e non necessariamente allattuale momento di crisi economica. 4Osservatorio ha deciso
invece di soffermarsi soprattutto sui costi di apertura e gestione di un fido, dato molto pi9
interessante per il consumatore medio.
4e tre banche che offrono le condizioni pi9 convenienti per richiedere un fido bancario sono il
"redito $ergamasco :;ruppo $anco ,opolare<, con il "onto "orrente +uovo "liente al -,63 di
interessi= il "redito Siciliano :;ruppo "redito >altellinese<, con il "onto ?rmonia ../ Oro al @,13
di interessi e infine Ing 7irect, col suo "onto "orrente ?rancio al 53 di interessi. 4a classifica
per, come mostra lottima analisi di SuperMoney, viene ribaltata, portando Ing 7irect in seconda
posizione, a causa delle commissioni e8tra.
AIl fido pu essere un aiuto nel caso in cui si cerchi liuidit( ma non si sia disposti a sottoscrivere
un prestito personale B dichiara ?ndrea Manfredi, ?mministratore 7elegato di SuperMoney B"ome
per tutti i prodotti finanziari, il problema non C tanto usarli o meno, uanto usufruirne con piena
consapevolezza riguardo a costi e condizioniD. En commento, uello di Manfredi, che potrebbe
essere allargato veramente a ualunue prodotto finanziario, sui uali C sempre necessario porre la
massima attenzione del valutare le condizioni contrattuali per evitare ogni brutta sorpresa.

A?ttenzione uindi a calcolare bene uanto ci coster( B aggiunge Manfredi B Il tasso di interesse
non C lunico elemento da valutare per capire la reale convenienza di un prodotto in base al nostro
profilo. In generale poi, C sempre meglio scegliere prodotti che non prevedono commissioni e8tra*
perchF pagare uello che altrove ci C offerto senza costi aggiuntivi!D.