Sei sulla pagina 1di 3

I PRINCIPI DELLA DINAMICA

1: Principio d inerzia
Se la forza totale applicata su un punto materiale zero, allora esso si muove a velocit costante;
Se un punto materiale si muove a velocit costante allora la forza totale che subisce uguale a zero.
La massa INERZIALE misura il grado di opposizione di un corpo al tentativo di accelerarlo.

2: Legge Fondamentale della dinamica
La forza di un corpo data dalla massa per la sua accelerazione.

3: Principio di azione e reazione
Quando oggetto A esercita una forza su un oggetto B allora anche loggetto B esercita una forza su A; le due forze
hanno stessa intensit e direzione ma versi opposti.

SENO E COSENO
Il seno di un angolo (sen ), il rapporto tra il cateto opposto allangolo e lipotenusa.
Il coseno di un angolo (cos ), il rapporto tra il cateto adiacente allangolo e lipotenusa.

MOTO RETTILINEO UNIFORME


LEGGE DEL MOTO RETTILINEO UNIFORME:






MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELLERATO



Legge della Velocit:






La legge della posizione:

Se







MOTO PARABOLICO


Il moto di un oggetto lanciato in orizzontale la sovrapposizione di due moti:
Un moto rettilineo uniforme orizzontale,
Un moto rettilineo uniformemente accelerato verticale.

{



Si chiama gittata la distanza che separa il punto di partenza di un corpo lanciato in direzione obliqua verso lalto
dal punto in cui esso torna al suolo.


LE COMPONENTI DI UN VETTORE
Quando,

ha lo stesso valore di

(cio, quando langolo tra e

acuto) si pone:

)( )
Quando

hanno versi opposti (cio, langolo tra e

ottuso) si pone:

)( )



PRODOTTO SCALARE
Si chiama prodotto scalare

tra due vettori e

il numero che si ottiene moltiplicando il modulo del primo


per la componente del secondo lungo il primo.



ESEMPIO



PRODOTTO VETTORIALE

Dati due vettori e

si dice prodotto vettoriale (

) il vettore che ha:


Modulo uguale allarea del parallelogrammo formata da e


Direzione perpendicolare al piano contenente e


Verso quello di avanzamento di una vite destrorsa che ruota da verso

descrivendo langolo minore.


Se

( )

{



Se

( )



ESEMPIO

[ ()] ( )



SOMMA E DIFFERENZA DI DUE VETTORI
ESEMPIO SOMMA

( ) ( )



ESEMPIO DIFFERENZA

( ) ( )








IL LAVORO
Il lavoro il vettore forza moltiplicato per la variazione del vettore spostamento.

(si misura in Joule=J)



LA POTENZA
La potenza la rapidit con cui avviene un lavoro, ossia, il lavoro che viene compiuto nellunit di tempo.

(si misura in Wat).



LENERGIA CINETICA
Lenergia cinetica misura la capacit di un corpo a compiere un lavoro.

(si misura in Joule=J)



FORZA CONSERVATIVE E DISSIPATIVE
Una forza si dice conservativa se il lavoro svolto per spostare un corpo da un punto A ad un punto B non
dipende dal percorso seguito (Forza peso).
Una forza si dice dissipativa se il lavoro svolto per spostare un corpo da un punto A ad un punto B dipende dal
percorso seguito (Attrito).

ENERGIA POTENZIALE GRAVITAZIONALE
Lenergia potenziale gravitazionale di un corpo uguale al lavoro compiuto dalla forza-peso quando il corpo si
sposta dalla posizione iniziale a quella di riferimento. Maggiore la massa e laltezza maggiore sar il lavoro che pu
compiere.

(si misura in Joule=J)



ENERGIA POTENZIALE ELASTICA
Lenergia potenziale elastica di una molla deformata uguale al lavoro compiuto dalla forza elastica quando la
molla ritorna nella posizione di equilibrio (o al riposo).

(si misura in Joule=J)



VARIAZIONE DI ENERGIA POTENZIALE
Si definisce la variazione di energia potenziale

uguale allopposto del lavoro

fatto dalla
forza

durante il passaggio dalla situazione A a quella B.




ENERGIA MECCANICA

Con il termine energia meccanica si intende la somma di energia cinetica ed energia potenziale attinenti allo
stesso sistema.
CONSERAZIONE: durante il moto di un sistema fisico senza attriti lenergia meccanica totale del sistema, somma
dellenergia cinetica e dellenergia potenziale, si conserva.