Sei sulla pagina 1di 2

INCLUSIONE DENTARIA

INCLUSIONE DENTARIA
Si definiscono denti inclusi quegli elementi dentari che non sono erotti in arcata
nella loro et fisiologica di eruzione, una volta terminato il processo di sviluppo e di
maturazione dellapice radicolare.
Gli elementi dentari che rimangono inclusi pi frequentemente sono i terzi molari ed i
canini.
Si definiscono denti ritenuti gli elementi dentari che non sono erotti in arcata nella
loro et fisiologica di eruzione e che non hanno completato il processo di sviluppo e
di maturazione dellapice radicolare.
Spesso un dente ritenuto d origine ad un dente incluso.
Linclusione pu essere di 2 tipi
OSSEA
OSTEOMUCOSA
FATTORI EZIOLOGICI GENERALI:
!. fattori ereditari
2. disendocrinopatie
". #isostosi cleido$cranica %quadro clinico caratterizzato da iperodontia e
polinclusione&
FATTORI EZIOLOGICI LOCALI:
!. gemma dentaria
spostamento primario gemma che risiede lontano dalla sede di eruzione
spostamento secondario ostacolo nel corso del processo eruttivo
2. elemento dentario
". ostacoli meccanici
'. lesioni displastiche
(. lesioni cistiche
)*+,L,G+-
.ause locali di inclusione possono essere rappresentate
dalla presenza di un odontoma nella sede fisiologica dellelemento dentario
dalla presenza di un supplementare o di un sovrannumerario nella sede
fisiologica del dente
dallanchilosi, ovvero la fusione dellelemento dentario con il tessuto osseo
circostante
dalla permanenza del deciduo o, al contrario, da una perdita precoce del deciduo
corrispondente
!
)/+#)0+,L,G+-
Linclusione si verifica con la medesima frequenza nei due sessi.
+n percentuale maggiore possono rimanere inclusi in ordine
terzi molari inferiori
canini superiori
terzi molari superiori
canini inferiori
primi e secondi premolari sia superiori che inferiori
S+1*,0-*,L,G+- ) .,0/L+.-12)
La sintomatologia 3 di solito silente, si manifesta per linsorgenza di complicanze che
possono essere
meccaniche, ortodontiche %spostamento e compressione dei denti prossimali&
neurologiche
infettive flogosi del sacco follicolare causate da 4atteri che vi giungono attraverso
comunicazioni con il parodonto o attraverso lesioni cariose destruenti degli
elementi dentari limitrofi
displastiche %cisti follicolari&
#+-G1,S+
La presenza di uno o pi elementi dentari inclusi deve essere sospettata in caso di
discrepanza tra et anagrafica ed et dentale.
+ comuni accertamenti radiografici %ortopantomografia&, sono di solito sufficienti per
porre la diagnosi di inclusione.
/5,G1,S+
- scopo prognostico si deve considerare linclinazione del dente attraverso la misura
dellangolo compreso tra lasse maggiore del dente ed il piano occlusale. Se
questangolo 3 minore di '(6 la prognosi 3 negativa in quanto 3 difficile riposizionare
in arcata lelemento dentario. +noltre 4isogna valutare le modificazioni morfologiche
come, ad esempio, un apice ricurvo.
Se risulta difficile estrarre lelemento dentario con delle trazioni chirurgiche, sar
ancora pi difficile riposizionarlo in arcata.
-ltro fattore sfavorevole alla prognosi, 3 la presenza di lesioni pericoronali, come
cisti follicolari, che hanno distrutto lelemento osseo di supporto.
*)5-/+- chirurgica, ortodontica
2