Sei sulla pagina 1di 7

S

Lo sport in tv

port
L’INSERTO DEL LUNEDÌ
13.00 Italia 1 Notiziario: 21.00 Sky Sport 1 Calcio: Premier
Studio Sport League Liverpool -
16.00 Eurosport Calcio: Campionato Birmingham
del Mondo U17 21.00 Sky Sport 2 Rugby: Test match
quarti di finale Inghilterra - Australia
18.10 Rai Due Notiziario: Rai TG (rep)
Sport 23.10 Rai Tre Rubrica: Rai Sport
19.00 Italia 1 Notiziario: Studio Replay
Sport 23.30 Sport Italia Rubrica: Solocalcio
19.28 Italia 1 Notiziario: Sport 1.00 Sport Italia Rubrica: NBA Tv
Mediaset web 2.30 Sky Sport 2 Basket: NBA San
20.00 Sport Italia Rubrica: Solo Calcio Antonio - Toronto
Lunedì 9 novembre 2009

Prima divisione. Nel primo quarto d’ora padroni di casa vicini al gol, nella ripresa meglio la squadra di Venturato su un campo allagato

Il Pergo spreca, la Cremo segna


Al Voltini i grigiorossi si impongono per 1-0 con gol di Guidetti

w A fine partita i giocatori della Cremonese festeggiano sotto la curva grigiorossa pagine II-VII

Serie D. Ko con il Caravaggio Vittorie sonanti per la Reima di Monti, le violarosa di Barbieri e il Team di Bacchini
Il Pizzighettone spreca
Da 2-0 a 2-3 in casa Crema si consola con volley e basket

w Il Team vince con Alghero pagina XXIV

w Campolonghi contro Gullit pagina X w La Reima esulta dopo il 3-0 su Cavriago pagina XXVII w Crema Volley, facile 3-0 pagina XXIX
II Sport La Provincia
Lunedì 9 novembre 2009

Prima divisione, giornata 12. Gialloblù generosi e spreconi, grigiorossi bravi a giocare di rimessa

La Cremo espugna il Voltini


Un gol di Guidetti decide la sfida con il Pergocrema
A sinistra il
colpo di PERGOCREMA 0
LE PAGELLE testa di Le
CREMONESE 1
Noci
di Dario Dolci Sotto una Pergocrema: Brivio, Mar-
occasione coni, Di Bella, Brambilla,
Brivio - rispolverato per per Guerci Bonfanti, Federici, Guerci
emergenza, gioca con tranquilli- A destra (dal 15'st Florean), Uliano
tà. Incolpevole sul gol incassa- nella foto (dal 26'st Galli), Crocetti,
to, per il resto se la cava pur con 6 grande Le Noci, Degano (dal 9'st
Tarallo). A disposizione:
qualche piccola sbavatura nelle l’esultanza di
Guidetti Manzoni, Angioletti,
uscite.
dopo avere Storm, Gherardi. All. Ra-
segnato la stelli.
Marconi - arretra a fare il rete decisiva Cremonese: Paoloni, Sa-
terzino per l’assenza di Ghidotti, (fotoservizi les (dal 49'st Galuppo),
incrocia Nizzetto e riesce ad ar- Ib frame e Rossi, Fietta, Viali, Cremo-
ginarne l’azione. Corre come
una littorina su e già per la fa-
6,5 Geo) nesi, Gori, Tacchinardi,
Coda, Nizzetto (dal 31'st
scia, non sempre servito dai Pradolin), Guidetti (dal
compagni. 41'st Musetti). A disposi-
zione: Bianchi, Burrai, Ma-
Di Bella - elemento di so- lacarne, Carotti. All. Ven-
stanza, bravo nelle chiusure e turato.
attento in marcatura. Riesce Arbitro: Ostinelli di Como
quasi sempre a tenere a bada 6,5 (assistenti Costanzo di Or-
gli attaccanti avversari e sfiora il vieto e Cucchiarini di Città
gol di testa. di Castello).
Rete: nel pt Guidetti al
23'.
Brambilla - non è un cam-
po per registi tecnici, ma lui se
la cava usando la testa.
6 Note: spettatori 3 mila cir-
ca. Ammoniti Bonfanti,
Crocetti, Degano; Sales.
Calci d'angolo 3-3.
Bonfanti - in difficoltà nel
breve, ma non sfigura. 6
Federici - ha di fronte Gori, di Giorgio Barbieri
costretto spesso ad arretrare a CREMA — Il derby va alla Cre-
dare manforte alla difesa. Gioca monese, i rimpianti restano an-
con determinazione e sforna an- 7 cora una volta in tasca al Pergo-
che un preciso cross per la testa crema (0-1). La squadra di Ra-
di Le Noci. stelli è generosa, corre come la
locomotiva di Guccini e quindi
ha il destino segnato. Ai grigio-
Guerci - resta in campo rossi basta un contropiede fat-
un’ora prima di pagare visibil- to bene per mettere Guidetti
mente gli sforzi. Tuttavia gioca nelle condizioni di battere il
con piglio deciso, copre e si pro- portiere di casa. Il Pergo aveva
dato il meglio prima del gol
pone e va due volte alla conclu-
sione: buona quella del primo
6,5 (un paio di occasioni nitide, un
palo sfortunato), ma una volta
tempo, fiacca quella del secon- sotto ha giocato solo di rabbia.
do, quando l’ossigeno sta ve- Tanto che nella ripresa gli uo-
nendo meno. mini di Rastelli costruiscono
una sola occasione per il pareg-
gio, mentre la Cremonese in
Uliano - disputa una gara dili- contropiede potrebbe arroton-
gente, cercando di tenere gli
equilibri del reparto.
6 dare il risultato un paio di vol-
te con Guidetti e Coda. Non è
Il gol di Guidetti al 23 del primo tempo nelle versioni di fianco e da dietro
stata una bella partita, ma que-
sto è nel dna del derby, il terre-
Crocetti - sbaglia dopo 90 no di gioco inzuppato d'acqua
secondi la palla che potrebbe e la pioggia battente non han-
cambiare il corso della partita. no certo aiutato i giocatori in
Poi ci prova rasoterra e finchè campo. Difficile capire i moti-
ha fiato si dà da fare, ma alla fi- 5,5 vi per cui il Pergo continua a ri-
cevere elogi e da quattro parti-
ne, la differenza nel derby la fan- te non incamera un punto. Evi-
no il destino della sua occasio- dentemente il modulo non fun-
ne e quella di Guidetti. ziona, probabilmente si paga
un po' di presunzione nel voler
Le Noci - è autore dell’as- giocare a viso aperto contro
chiunque.
sist in avvio a Crocetti. Poi ci pro- La Cremonese ha fatto la
va due volte di testa, ma il gran
correre che fa lontano dalla por-
6 partita che doveva fare: atten-
dere gli avversari e cercare di
ta gli toglie lucidità. colpire in contropiede. Tanto
una volta o l'altra la difesa cre-
masca (molto alta) avrebbe
Degano - volitivo e final- sbagliato a fare il passo avanti.
mente determinato. Non ha for- Così è successo al 23' del primo
tuna in occasione del palo inter- tempo, quando Federici è rima-
no colpito, ma finchè un dolore 6,5 sto un po' fermo e ha lasciato
Quella che anche in classifica nea salva Nizzetto. Cremonese
al polpaccio non lo costringe ad in posizione regolare (abbia-
mo rivisto l'azione in tivù e non la vede sempre alla pari del No- bloccata, Pergo ancora vicino
uscire, offre un buon contributo. vara. al gol al 13' con Degano che col-
ci sono dubbi) Guidetti, che ha pisce il palo alla sinistra di Pao-
approfittato di un lancio verti- La giornata è grigia, piove e
Tarallo - dà il cambio a De- cale di Coda e superato con un tira vento. No, non è l'inizio di loni, palo interno con palla che
preciso rasoterra Brivio. Gol una favola di Walt Disney, si poi salta fuori dalla porta. I gri-
gano, ma la precaria condizione
atletica non gli permette di dare 5 che vale il primato in classifica tratta solo della sfida fra Pergo-
crema e Cremonese. Alle due
giorossi non riescono ad imba-
stire azioni d'attacco e i padro-
anche una mano. e che porta i grigiorossi a vince- ni di casa ne approfittano per
re sul campo del Voltini dopo squadre mancano molti gioca-
tori importanti, ma nel calcio tenere alto il ritmo e il baricen-
30 anni. tro della squadra. La Cremone-
Florean - gioca l’ultima mez- L'inizio era stato da brividi non basta un certificato medi-
zora, senza incidere. 5 per la Cremonese, con i gioca- co (come nel basket) per so-
spendere una partita. Ventura-
se passa in vantaggio al 23' con
Guidetti liberato sul filo del
tori del Pergo all'assalto alla di- fuorigioco da un assist vertica-
ligenza. E qui va segnalato il to ha scelto Tacchinardi in mez-
zo al campo e Coda al fianco di le di Coda. Cremonese ancora
Galli - in campo nel finale, si clamoroso errore di Crocetti
propone nel rilancio dell’azione. 6 dopo nemmeno un minuto e Guidetti. Formazione offensi- vicina al gol al 31' con una rove-
sciata di Coda su passaggio dal-
mezzo, con palla a lato solo da- va quella decisa da Piantoni, la destra di Gori.
vanti al portiere. Nizzetto si è anche se Le Noci è troppo arre- Nela ripresa la Cremonese si
Rastelli - c’è sempre il dub- immolato sulla linea a salvare trato per le qualità che ha. difende e gioca sul contropie-
bio di cosa potrebbe fare la sua un colpo di testa di Di Bella e Pronti via e al 2' Crocetti si de, il Pergo attacca ma fatica
squadra se iniziasse a sfruttare poi la sfortuna si è accanita su mangia una clamorosa palla ad arrivare in area. D'altra par-
le occasioni che crea. L’impres-
sione, tuttavia, è che spenda
6 Degano, che al 13' ha colpito il
palo interno ala sinistra di Pao-
gol su lancio di Le Noci. Davan-
ti a Paoloni angola molto la pal-
te la squadra di Rastelli aveva
dato molto nel primo tempo.
loni per vedersi poi la palla fi- la e mette a lato di un metro al- Da segnalare un colpo di testa
sempre molto e perda progressi- nire sul fondo dall'altra parte la sinistra della porta. Ancora
vamente di lucidità. di Le Noci alla mezz'ora parato
dopo avere attraversato tutta Perocrema al 5', Guerci costrin- da Paoloni. Ma anche due buo-
la linea di porta. ge Paoloni ad una parata in ne occasioni per Guidetti e Co-
Arbitro - direzione corretta Poi però la Cremonese ha uscita. Il Pergocrema insiste e da proprio nel finale.
al 10' Crocetti fa volare Paolo-
con decisioni nel complesso
condivisibili.
6 preso le misure, ha cominciato
a giocare palla a terra, ha stret- ni per mettere in angolo. Batte
Sotto la pioggia i cremaschi
arrotolano le bandiere, i cre-
to i denti sugli assalti gialloblù dalla bandierina Guerci, Di monesi intonano cori all’ingle-
ma non ha mai perso la testa. Rossi in contrasto con Le Noci Bella colpisce di testa e sulla li- se.
La Provincia
Lunedì 9 novembre 2009 Sport III
Il tecnico della Cremonese applaude la squadra che si scopre anche cinica

«Un successo legittimato»


Venturato: «La partenza completamente sbagliata
Siamo stati bravi a riprendere in mano la partita»
di Ivan Ghigi possibilità di esprimersi e tutti potran-
no dire di aver dato un contributo no-
CREMA — La Cremonese di Roberto
Venturato vince il derby al ‘Voltini’
tevole al campionato della Cremone-
se. Nel derby abbiamo avuto questa ul-
LE PAGELLE
dopo 30 anni. Il tecnico, ex giocatore teriore conferma, ossia che abbiamo di Giorgio Barbieri
gialloblù, è soddisfatto di come la un gruppo capace di esprimere un
squadra si è comportata perché dopo buon potenziale a prescindere dalle
un avvio claudicante sia nel primo che scelte che faccio. Adesso pensiamo al-
nel secondo tempo, si è sistemata be- l’Alessandria perché siamo solo all’ini- Paoloni - Nella prima fase
nissimo in campo. zio e la strada per arrivare alla prima- della partita è sempre attento
vera è lunga».
«Tatticamente — ammette Ventu-
rato — abbiamo sbagliato troppo nel La chiusura degli spazi è stata tatti- sulle incursioni gialloblù. Nella ri-
presa è ordinaria amministrazio-
6,5
primo tempo perché stavamo stretti camente la chiave vincente?
con gli esterni, ma il mio plauso va a «Nel primo quarto d’ora abbiamo ne
tutti perché abbiamo ugualmente sofferto la velocità offensiva del Per-
messo voglia e applicazione per porta- gocrema perché abbiamo lasciato tan-
re a casa il risultato; alla fine abbiamo ti spazi, quando abbiamo capito come Sales - Fatica a trovare le mi-
raddrizzato una gara che non era parti- disporci e muoverci abbiamo ripreso sure nella prima parte della ga-
in mano la gara, perché abbiamo scala-
ta benissimo e mi riferisco alle due oc-
casioni, palo compreso, che ha avuto il to bene». ra, spesso aiutato da Gori. Poi
prende coraggio e chiude con
6
Pergocrema». La Cremonese ha dimostrato che
giocare bene non significa costruire più facilità
«Penso che nel derby si sia vista dieci azioni da gol, anzi per una volta
una squadra che sa quello che vuole. abbiamo applaudito una squadra cini-
Per lunghi tratti abbiamo fatto girare ca che ha saputo sfruttare la prima
la palla su un campo pesante, il Pergo- Rossi - Un paio di leggerez-
limpida palla gol dell’incontro. ze nel controllo della sfera po-
crema davanti è davvero forte e ci ha «Tolto l’avvio contratto in effetti ab-
messo in difficoltà con la sua velocità
e l’unico modo per non soccombere
biamo legittimato il risultato finale, trebbero costare molto alla
squadra. Non una partita parti-
6
specialmente nel secondo tempo».
era giocare una partita del genere». Massimo Coda ha sorpreso anche colarmente ispirata
Partire con Coda e Tacchinardi tito- stavolta: non ha segnato, ma il ragaz-
lari per la prima volta dopo 12 giorna- zo, che forse sente addosso meno re-
te, per di più in un derby, non è stata sponsabilità rispetto al passato, ha gio- Fietta - A centrocampo qua-
una scelta azzardata, perché i due han- cato con intensità e consumata espe- si tutti i palloni passano da lui.
no giocato come se fossero da sempre rienza.
titolari fissi della squadra. «Coda merita giustamente conside- Come sempre si deve fare in
quattro per andare a tamponare
7
«Ormai conoscete bene il concetto, razioni positive per quanto sta facen-
cioè che abbiamo 21 giocatori, ognu- do in questo inizio di campionato. La- le falle
no importante alla stessa maniera. Pri- sciamolo tranquillo, non carichiamolo
ma o poi l’occasione verrà per tutti la troppo e facciamolo crescere bene».
Viali - La fase iniziale è anche
LA PARTITA AI RAGGI X
per lui complicata. Poi di testa
non ce n’è più per nessuno
7
Lancio in verticale di Le Noci per il taglio di Crocetti che, a tu per tu con
2’
Paoloni, angola troppo il suo diagonale. Cremonesi - E’ tornato ad
5’ Botta in diagonale di Guerci, respinta da Paoloni. essere il dominatore dell’area di
rigore. Sbaglia pochissimo, il
10’
Le Noci suggerisce per Crocetti, il cui rasoterra è deviato in angolo dal
portiere grigiorosso.
premio è la convocazione di Ca- 7
siraghi nella nazionale Under
11’
Angolo di Le Noci, colpo di testa di Di Bella e Nizzetto appostato sul 21
palo ribatte.
Uliano invita al tiro Degano che con un fendente rasoterra colpisce il
14’ palo interno; il cuoio attraversa tutto lo specchio della porta e termina a Gori - Stavolta si è visto poco
lato. in fascia perchè ha dovuto anda-
23’
Manovra della Cremonese sulla trequarti con palla che
perviene a Coda, lesto a lanciare Guidetti sul filo del
re a soccorrere i compagni in
ogni parte del campo. Una gran-
7
fuorigioco. Sull’uscita di Brivio l’attaccante mette in rete. de prestazione
29’ Rasoterra centrale di Guidetti, parato da Brivio.
Cross di Gori dalla destra e bella girata di Coda, che Brivio
32’
addomestica. Tacchinardi - Una partita
fatta di impegno e generosità.
40’
Cross di Guerci per la testa di le Noci che incorna la palla fallendo di Non molla mai, si spinge spes- 6,5
pochissimo la mira.
so anche in avanti
Robusto contatto in area tra Viali e Degano. Il gialloblù cade e viene
47’
ammonito per simulazione.
Le Noci smarca in piena area Guerci che calcia debolmente; Paoloni è Coda - Non segna ma fa se-
52’ gnare Guidetti. Lavora molto nel-
76’
superato ma Gori rimedia rifugiandosi in angolo.
Cross di Federici, testa di Le Noci parata da Paoloni.
la difesa della palla e sfiora il gol 7
un paio di volte
87’ Musetti suggerisce per Coda che da buona posizione svirgola la sfera.
Roberto Venturato, allenatore della Cremonese, sotto la pioggia
Nizzetto - Il terreno di gioco
non lo avvantaggia. Partenza
Il tecnico del Pergocrema dispiaciuto per la sconfitta ma ‘verrà il momento delle occasioni realizzate’ un po’ frenata, arrivo alla gran- 6,5
de. Nella ripresa è una spina nel

Rastelli: «Avanti su questa strada»


fianco della difesa cremasca

Guidetti - Ancora una volta


al Voltini trova la via del gol. Sta-

delle occasioni ma che pun- niera diversa avremmo potu-


volta pesa però molto di più di
quello della passata stagione.
7
di Dario Dolci
tualmente viene punita dagli to raccogliere di più? Io non Freddo al momento giusto
CREMA — E’ abbacchiato avversari. Per riassumere: ne sono convinto. Non dobbia-
per la sconfitta mister Clau- tanta fatica per nulla. mo snaturarci. Contro la Cre-
dio Rastelli, tecnico del Per- «Nel primo tempo — argo- monese qualcosa ho cambia-
gocrema, ma non perde la fi- menta Rastelli — abbiamo to, portando Degano ad agire Pradolin - Sostituisce Niz-
zetto in fascia sinistra ed entra
ducia nel proprio lavoro e nel-
la filosofia di gioco della pro-
speso tantissimo e quando al-
la fine non raccogli puoi per-
da trequartista. Vogliamo cre-
are una filosofia, un certo mo- subito nel clima della gara. Duro 6,5
pria squadra. dere l’equilibrio. Una volta do di stare in campo. C’è un e tosto al punto giusto
«Un allenatore deve lavora- passata in vantaggio, la Cre- progetto da portare avanti, se-
re per creare i presupposti monese si è difesa bene e con guiamolo».
per far bene. Siamo natural- ordine, senza buttare via la I progetti, tuttavia, necessi-
mente dispiaciuti, perchè ci palla. Nella ripresa, il terreno tano anche del conforto dei ri- Musetti - In campo nella fa-
tenevamo a fare un regalo ai non ci ha facilitato. E’ diffici- sultati. se finale se la cava bene in un
nostri tifosi e a farci un regalo le correre, pressare, conqui- «In questo momento i risul- paio di giocate. Serve a Coda la sv
in una gara come il derby. Pur- stare palla e ripartire su un tati non ci sono. Dobbiamo es- palla del possibile raddoppio
troppo è andata male, ma dob- terreno così pesante». sere bravi a non perdere l’en-
biamo continuare su questa Se pur giocando bene e tusiasmo e a continuare a la-
strada, con la convinzione che uscendo dal campo dopo aver vorare».
prima o poi tutte le occasioni dato tutto, il Pergocrema se- Rastelli predica fiducia. La Galuppo - Va a sostituire
che creiamo verranno ripaga-
te. In questo momento non
guita a non raccogliere nulla,
viene da chiedersi se non sia
stessa fiducia che sembra non
mancare nei suoi confronti da
l’infortunato Sales negli ultimi
due minuti di gara
sv
raccogliamo in misura propor- il caso di cambiare qualcosa. parte della società, almeno se-
zionale a quanto seminato. Il Non la pensa così Rastelli. condo quanto dichiarato a fi-
Pergocrema è una buona «Sarebbe un errore farci ne gara dal vice presidente
squadra, composta da elemen- condizionare dai risultati. Al- Gian Lauro Bellani. Ieri in tri- Venturato - L’allenatore
ti validi. Non deve perdere la la lunga il nostro lavoro deve buna c’era lo svincolato por- grigiorosso non si scompone al-
fiducia». pagare. Abbiamo la consape- tiere Achille Coser (ex Albino- la sfuriata iniziale dei gialloblù.
L’impressione dalla tribu- volezza di voler fare bene. leffe), insieme a Gianni Pia- Vuole che la squadra giochi nel 6,5
na è stata ancora una volta Nelle ultime quattro gare ab- centini, che lo sta allenando a solito modo e nella ripresa va
quella di una squadra che biamo incontrato le squadre Caravaggio. Il suo arrivo al proprio così
spende molto, che gioca un più forti del girone, battendo- Pergocrema sembra ormai im-
Claudio Rastelli, allenatore del Pergocrema buon calcio, che crea sempre ci alla pari. Giocando in ma- minente.
IV Sport La Provincia
Lunedì 9 novembre 2009

Bergamelli, presidente del Pergo, saluta i tifosi Il presidente grigiorosso Giovanni Arvedi ieri in tribuna al Voltini I dirigenti del Pergocrema Bellani e Iemmi

Visti al Voltini. Concari, presidente della Federazione Provinciale Gioco Calcio: «I grigiorossi hanno sofferto anche il campo stretto»

‘Meglio il Pergo, ma la Cremo è più esperta’


Così Foscarini (mister del Cittadella), Piacentini (preparatore) e il portiere Coser
CREMA — Tra i personaggi di spicco del mon- stata per riacciuffare il risultato, anche a cau- Claudio Foscarini (allenatore quella vittoria a Cittadella
do del calcio, in tribuna si scorge il preparato- sa di un terreno di gioco ai limiti della pratica- del Cittadella): «Mi è piaciu- nella finale di andata dei
re dei portieri Gianni Piacentini, vecchio cuo- bilità. Peccato, ma ho visto veramente un bel ta la partita perché ho visto playoff. Comunque la Cremo-
re gialloblù. Piacentini è deluso per il risulta- Pergo, ben messo in campo e molto propositi- due squadre propositive, che nese dopo un avvio titubante
to. «Già il pareggio ci sarebbe stato stretto, ma vo. E’ mancato solo il gol». hanno cercato di fare gioco an- si è messa bene in campo».
quello che conta nel calcio è metterla dentro e Francesco Daluiso, membro del cda giallo- che su un campo pensate sul Emilio Concari (delegato
purtroppo l’impresa è riuscita alla Cremone- blù non ha dubbi. «E’ stata una delle partite quale spesso è meglio lancia- della Figc di Cremona): «La
se. Abbiamo sprecato almeno quattro occasio- più belle della stagione del Pergo, proprio nel- re lungo. A essere sincero non Cremonese si è portata in van-
ni nitide a differenza dei grigiorossi che hanno la gara più sentita. Meritavamo sicuramente ho visto belle giocate ma il taggio ma mi è parsa molto
un Guidetti in più, giocatore che in questa ca- qualcosa di diverso da questa sconfitta amara. Pergocrema è stato impreciso più in difficoltà come gioco. Il
tegoria sa fare la differenza. Il Pergo ha creato Probabilmente il risultato più giusto sarebbe perché ha costruito più della Pergocrema ha costruito più
molto e non ha segnato, la Cremonese ha fatto Cremonese senza riuscire a se- occasioni ma penso che sia an-
stato il pareggio, ma un’eventuale vittoria no- gnare un gol. Ci è andato vici- che abituato a giocare su un
uno su uno, segnando nell’unica occasione del- stra sarebbe stata tutt’altro che un furto. Ab- no, mentre la squadra grigio- campo all’apparenza più stret-
la partita». biamo creato moltissime occasioni e addirittu- rossa è stata veramente più ci- to rispetto allo Zini. Ho l’im-
Anche l’ex portiere gialloblù Achille Coser ra al 30’ del primo tempo avremmo già potuto nica». pressione che la Cremonese
è rammaricato per i suoi ex compagni. «Nei chiudere i conti, tra l’errore di Crocetti nei mi- Chiediamo al tecnico se abbia faticato a trovare le mi-
primi 20’ c’è stato un dominio assoluto del Per- nuti iniziali e il clamoroso palo interno di De- l’episodio gli ha ricordato una sure in campo, che gli automa-
gocrema e proprio nel momento migliore la gano. Peccato. È stata davvero una partita bel- rete di Temelin nell’andata tismi si siano visti molto me-
Cremonese si è portata in vantaggio. I giallo- lissima e molto emozionante. Consiglierò a playoff di due stagioni fa. no rispetto al solito. Ha vinto
blù hanno pagato lo svantaggio e sul finale del- Bergamelli un pellegrinaggio al santuario di «Sinceramente non mi era ve- la Cremonese ma ho avuto
la prima frazione non è stato facile riprendersi Caravaggio con tutta la squadra. Impossibile nuto in mente ma a pensarci l’impressione che il risultato
dal colpo. La ripresa all’arrembaggio non è ba- essere sempre così sfortunati».(m.s.) Il dg grigiorosso Turotti bene sì, è stato un po’ come fosse rimasto aperto». (i.g.)

PISANI COSTRUZIONI
Via XX Settembre, 65 - CREMONA - Tel. 0372 31576
VENDE
● A Cremona in centro storico in fabbricato d’epoca con ampio
cortile interno e giardino, appartamenti con uno/due/tre letti, cu-
cina, soggiorno, servizi, box, ascensore, divisioni interne dell’ap-
partamento e finiture accuratissime a scelta dell’acquirente.
● A Ponte di Legno, APPARTAMENTI in costruzione di varie me-
trature (monolocali, bilocali, trilocali) MANSARDE, finiture accu-
ratissime (pavimenti in listoni di legno parquet, porte di legno
massiccio, rivestimenti bagni in pietra, camino).
● BOX vicinanze C.so V. Emanuele a Cremona.

www.pisanicostruzioni.it

Largo Paolo Sarpi, 19 - CREMONA


PER LA PUBBLICITÀ SU Tel. 0372 404511 - Fax 0372 404527
Lunedì/Venerdì: 8,30 - 12,00 / 14,30 - 18,00
Sabato: CHIUSO
Via Cavour, 53 - CREMA
Tel. 0373 82709 - Fax 0373 80848
Via Pozzi, 13 - CASALMAGGIORE
Quotidiano di Cremona e Crema Tel . 0375 202560
www.publia.it
La Provincia
Lunedì 9 novembre 2009 Sport V
Giocatori e dirigenti. Il presidente onorario gialloblù Aschedamini: «La Cremonese ha approfittato di un errore e ha segnato pur non meritando»

«Fortunati, ma abbiamo gestito bene»


Viali e compagni: «Era molto importante fare punti su un campo difficile»
di Michele Silvi di Ivan Ghigi
CREMA — Non perde il sorriso CREMA — L’uomo del derby
il presidente onorario del Pergo- è ancora una volta Max Gui-
crema Massimiliano Ascheda- detti, lesto a sfruttare la pri-
mini, anche se in cuor suo si por- ma vera occasione del primo
terà l’amarezza per un’immeri- tempo scappando dalla trap-
tata sconfitta. pola del fuorigioco sistemati-
«Il pareggio ci sarebbe già cal- co gialloblù. Contro la Pro Pa-
zato stretto. Abbiamo giocato tria Max aveva provato a se-
un primo tempo eccellente sot- gnare in tutti i modi senza riu-
to tutti gli aspetti. Abbiamo avu- scirci. ‘Li avrà tenuti per il
to quattro nitide occasioni per derby’ avevano detto i compa-
portarci in vantaggio, tra le qua- gni e infatti il sigillo sul ma-
li un palo interno che novanta- tch è suo. «Quest’anno — esor-
nove volte su cento entra in por- disce Guidetti — nel derby ci
ta. Mi è sembrato per un attimo è andata bene e abbiamo rac-
di rivivere i minuti finali del der- colto tanto su un campo diffi-
by dello ‘Zini’ l’anno scorso, con cile. Inutile nascondere che
un’occasione analoga sui piedi siamo soddisfatti».
di Araboni. La Cremonese ha ap- Segni nelle occasioni impor-
profittato di un errore della no- tanti?
stra difesa nell’applicare il fuo- «I gol vengono quando è il
rigioco e si è portata in vantag-
gio, pur non meritando. Il secon- momento giusto, stavolta han-
do tempo è stato un po’ più equi- no fruttato tre punti nel der-
librato, complice anche un terre- by».
no di gioco reso impraticabile L’azione è nata dalla buona
dalla pioggia incessante. Ci so- intesa con Coda?
no state occasioni da entrambe «L’intesa c’è con chiunque
le parti, ma nessuna delle due giochi al mio fianco perché
squadre si è resa particolarmen- siamo un gruppo unito. Noi
te pericolosa. Purtroppo, per abbiamo risolto una gara par-
l’ennesima domenica, assistia- tita male e abbastanza soffer-
mo a un copione già visto, ma ta all’inizio, ma non ci siamo
ora è tempo di cambiare il mai disuniti. Quando abbia-
trend. Dobbiamo essere più inci- mo cominciato a giocare sia-
sivi e non perdonare nulla agli mo stati pericolosi».
avversari quando ci troviamo Il capitano William Viali è
sotto porta. Ci siamo presentati stato coinvolto nei tentenna-
in campo con molte assenze, ma menti iniziali della difesa, ma
non si sono fatte sentire. Una poi ha vinto i duelli con i forti.
delle note più positive della Il grigiorosso Fietta in contrasto con Le Noci Il difensore grigiorosso Viali anticipa di testa l’attaccante Degano «Il primo quarto d’ora —
giornata è Da- spiega Viali
niele Degano. — non è stato
Sarebbe stato facile perché
bello se si fos- abbiamo pa-
se sbloccato gato l’adatta-
proprio nel mento al cam-
derby, ma la po, così loro
sfortuna si è hanno creato
messa tra lui e più di un’oc-
i primo gol in casione per
maglia giallo- trovare il
blù. Ora dob- gol. Siamo
biamo rico- stati fortuna-
minciare da ti, dobbiamo
zero. Il cam- ammetterlo,
pionato è an- ma quando
cora lungo e siamo passa-
dobbiamo cer- ti in vantag-
care di levarci gio abbiamo
alla svelta dal- gestito bene
la posizione di la gara com-
classifica in
cui ci trovia- patti e tran-
mo attualmen- quilli per por-
te. La fortuna tare a casa il
non può sem- risultato».
pre girarci Una gara
contro». da capolista
C’è molta vera, non ric-
delusione tra i ca di occasio-
giocatori gial- ni ma fatta di
loblù che pre- concretezza.
feriscono non «Abbiamo
presentarsi ai messo in cam-
taccuini. Per po intensità
loro parla il vi- e agonismo.
cepresidente Questi ele-
Gianlauro Bel- menti hanno
lani: «La parti- fatto la diffe-
ta l’avete vi- renza, ma
sta tutti. Ab- d’altronde
biamo domi- questa parti-
nato il campo ta andava gio-
in lungo e in A fine partita i giocatori della Cremonese si abbracciano soddisfatti per la vittoria cata così. Nel-
largo. Non ab- l’equilibrio
biamo finaliz- CONVOCAZIONE UNDER 21 AZZURRA del primo tempo avremo avu-
zato e questo è il nostro grande
problema. Fisicamente siamo La differita alle 21 to più fortuna nel passare in
vantaggio alla prima occasio-
stati ineccepibili su un campo
davvero infame e le occasioni le
abbiamo create. Dopo un gran
primo tempo, nella ripresa ab-
biamo fatto molto possesso pal-
la, ma siamo stati raramente pe-
ricolosi. Nonostante la quarta
IlctCasiraghichiama Il derby va in tv
Per Studio 1
grande impiego
ne, ma credo che nella ripresa
la squadra abbia legittimato
senza dubbi la vittoria. Vince-
re fuori casa un derby su un
campo pesante non è facile.
Era importante fare punti an-

ildifensoreCremonesi
che perché dietro non si fer-
sconfitta di fila rimaniamo mol- ma nessuno».
to fiduciosi. Non si può imputa-
re nulla ai giocatori né al mi-
ster. Non arrivano i risultati, ma
di mezzi Da giovedì scorso Mario
Tacchinardi sentiva che
l’esordio da titolare si stava
il Pergo è una squadra che ha Grande spiegamento di mez- avvicinando. Venturato gli ha
identità e gioco. Il problema è zi di Studio 1 per seguire il dato fiducia e lui, ex di turno,
che non facciamo gol. Ci sono E’ arrivata una seconda chiamata in Under 21 derby di Lega Pro ha giocato con la dimestichez-
dei giocatori che stanno provan- per Michele Cremonesi che con la nazionale az- Pergocrema–Cremonese. za di chi non ha mai fatto una
do da noi, ma il presidente non zurra resterà lontano da Cremona più di una Poiché la Lega non ha asse- sola presenza in panchina.
fa nulla a caso. Se ci saranno de- settimana. Pierluigi Casiraghi per sostituire gnato i diritti del Pergo ad «Era importante vincere
gli acquisti saranno ben oculati,
anche se per ora rimandiamo l’infortunato Bellusci del Catania si è ricordato alcuna emittente televisiva, contro il Pergocrema che si è
tutto a gennaio. Per quanto ri- del centrale grigiorosso che dunque salterà la Studio 1 ha deciso di seguire dimostrato una buonissima
guarda la Cremonese, onore al gara contro l’Alessandria. l’evento con lo standard abi- squadra: ecco perché passare
merito. Hanno vinto soffrendo, «All’Italia non si dice no — commenta Cre- tuale delle partite giocate al- bene questo test ci dà maggio-
ma non hanno rubato nulla». monesi — ma lasciare la Cremonese sulla cre- lo Zini: la partita è stata rea- re fiducia per il futuro. La
Parole tristi quelle dell’addet- sta dell’onda un po’ dispiace. E’ la squadra del- lizzata in 16:9 con l’ausilio di squadra ha avuto il merito di
to stampa Claudio Falconi: «Ab- la mia città, stiamo facendo bene e saltare una tre telecamere e della regia interpretare bene la partita:
biamo sofferto tutti insieme, gara ora che sto bene è un dispiacere. Ma credo mobile, con replay e suppor- partenza contratta e sofferta,
dal presidente costretto alla tri- che sarà un’esperienza interessante per me». to grafico. Una scelta deriva- ma dopo, anche senza dare
buna, ai giocatori che hanno da- La chiamata di Casiraghi esalta ancora di ta dall’esigenza di fornire il spettacolo, ha tenuto il cam-
to tutto. Purtroppo abbiamo più il parco dei giovani talenti che la Cremone- miglior servizio possibile po, ha chiuso gli spazi, ha im-
avuto tanta sfortuna. In questo se vanta. Il difensore già una volta aveva rinun- agli appassionati di calcio di pedito al Pergocrema di fare
momento è così. Sembra che ciato all’Under 21 per un infortunio. Cremone- tutta la provincia. L’appun- girare i loro veloci attaccanti.
non ne vada bene una e la fortu- si partirà stamattina, lavorerà con l’Italia nei tamento è per stasera alle Abbiamo dieci punti sulla se-
na sembra essersi dimenticata pressi di Malpensa un paio di giorni, quindi an- ore 21, telecronista Mauro sta in classifica? Non stiamo a
di noi, ma speriamo di riuscire drà in Ungheria. Due le gare in programma: ve- Maffezzoni, commento tec- fare conti e non guardiamo la
ad invertire la rotta prima possi- nerdì contro l’Ungheria, martedì prossimo con- nico di Alessio Pirri. graduatoria. Non adesso, ci sa-
bile». tro il Lussemburgo poi il rientro mercoledì 18. Michele Cremonesi in contrasto rà tempo fra qualche mese».
VI Sport La Provincia
Lunedì 9 novembre 2009

Derby al Voltini

Il tuffo nelle pozzanghere del Voltini dei giocatori della Cremonese a fine gara Prima della partita sono scesi in campo per una bella passerella ragazzini con le maglie delle due squadre

Unasfidaanchefralecurve
Tanti sfottò, ma poca tensione

Guidetti regala la maglia ai tifosi della Cremonese Uno striscione in curva grigiorossa per ricordare il secondo anno dell’omicidio di Sandri
CREMA — Come sempre il derby
fra Pergocrema e Cremonese non
si è giocato solo in campo, ma an-
che sulle due curve dello stadio
Voltini. Da una parte i ‘cannibali’
gialloblù, dall’altra il migliaio di
sostenitori grigiorossi. Stavolta
la curva del Pergo è sembrata me-
no colorata di quella dell’ottobre
dell’anno scorso, in occasione del-
la sfida del lunedì sera. Certa-
mente ha influito la pioggia bat-
tente (sequestrati ‘temporanea-
mente’ centinaia di ombrelli, ac-
catastati contro un muro), sicura-
mente ha pesato l’incertezza sul-
l’apertura o meno dello stadio al-
la tifoseria ospite, un po’ la causa
va anche ricercata nel momento
non certo positivo della squadra.
Più colorata la curva dei tifosi del-
la Cremonese, giunti a Crema in
automobile.
Ovviamente non sono mancati
gli sfottò da una parte all’altra
dello stadio, con i cremonesi a
prendersela soprattutto con il
Piacenza ed i gialloblù a risponde-
re contro Cremona. Niente di par-
ticolarmente aggressivo, anche
se i toni sono stati coloriti da una
parte e dall’altra. Ovviamente
non sono stati risparmiati i gioca- Sopra la curva colorata di gialloblù del Pergocrema, sotto quella colorata di grigiorosso della Cremonese
tori ogni volta che andavano sot-
to la curva ‘nemica’. I più bersa-
gliati il portiere Paoloni e l’attac-
cante Guidetti, che pare avere un
conto aperto con il Pergocrema.
Sull’anniversario della morte di
Gabriele Sandri c’è stato (anche
se in tempi diversi) un momento
di ricordo comune. La curva gri-
giorossa ha anche esposto uno
striscione per ricordare la morte
del tifoso laziale.
C’è stato anche un momento di
tensione, quando da un cortile
dietro il settore dei distinti (dove
c’erano le forze dell’ordine) sono
partiti due fumogeni. Il primo si è
spento sulla tettoietta dei distin-
ti, l’altro non è nemmeno arriva-
to. Alcuni poliziotti sono imme-
diatamente scattati verso il luogo
del lancio, non sappiamo con qua-
le risultato.
Comunque alla fine è andato
tutto bene, lo spettacolo si ripete-
rà il 3 aprile a campi invertiti.
● Mercoledì dalle 19,30 terzo ap-
puntamento ‘Aperitivo grigioros-
so’ al Bar Sport di Persichello.
La Provincia
Lunedì 9 novembre 2009 Sport VII
POLPACCI Nella Cremo nessuno si è estraniato dalla lotta, nel Pergo Le Noci troppo periferico, che è come tenere...
&
NUVOLE
Rambo in fureria
Suerte, leggi balistiche, sangre (troppo) caliente e derbivori
di Giovanni Ratti Max Guidetti mento di carattere di Topolino schivare il rischio di accollarsi
aggiusta la a fini commerciali, di quella responsabilità non necessaria-

I l calcio sa essere cinico e ba- cravatta a banda di gaglioffi che si nascon- mente sue) si è dovuto spesso
ro, se stai dalla parte sba- Fabrizio Di de sotto il nome di consiglio accentrare, Tacchinardi ha da-
gliata. Metti l’altra sera, do- Bella per i diritti umani dell’Onu). E to a Fietta un solido aiuto, men-
po il primo tempo di Kiev spe- (Ib frame) la Cremo non aveva ancora tre dall’altra parte alcuni gioca-
gni la tivù, non vuoi sapere più smesso di ballare la rumba, che tori investivano male i loro ta-
niente, ma quando cominci a si è trovata in vantaggio. Coda lenti: il caso più vistoso è quel-
pensare che la tua shadenfreu- (che ha utilizzato molto bene lo di Le Noci, tre volte in area e
de (dallo Zingarellen: gioia ge- l’occasione accordatagli da due volte pericolosissimo come
nerata dalle altrui disavventu- Venturato) ha sfruttato la scar- si addice al capocannoniere,
re) stia per fare il giro d’onore, petta alla Carla Fracci per l’im- ma spesso adibito a mansioni
nel sepolcrale silenzio condo- beccata-gol a Guidetti. Ora, il meno qualificanti. Hai presen-
miniale echeggia un urlaccio Pergo si era già messo al riparo te mettere Rambo in fureria?
belluino. Basta aggiungere sci- nelle partite precedenti dal ri- Il Pergo andava a sgroppate
roppo di tamarindo perchè il schio di essere etichettata co- come un cavallo che non vuole
tuo sangue è un ghiacciolo, me squadra fortunata, non era accettare redini e sella ma sen-
avendo tu riconosciuto la voce il caso di andarsi a cercare nuo- te le energie sgocciolare via,
di quello del terzo piano, quel- vi dispiaceri esponendosi al nella Cremo nessuno si estra-
lo col quale ti saluti a denti contropiede. Risorsa sulla qua- niava dalla lotta, nemmeno chi
stretti perchè ciascuno sa a qua- le la Cremo puntava fin dall’ini- affrontava una partita lontana
le squadra tiene l’altro. I casi so- zio senza farne mistero. Quan- dalle sue preferenze come Niz-
no due: pareggio dell’Inter, o la do non sei fortunato, ingenuità zetto, poi sacrificato da Ventu-
signorina che da sei anni lo tira e presunzione sono lussi che rato ma urticante per gli avver-
a verze ha accettato di andare non ti puoi permettere. E in ge- sari fino all’ultima palla.
al cinema con lui. Ma figurati, nerale, di partite ne vince più il Poche scintille da derby, uni-
durante la partita quello non ri- sangue freddo che il sangre ca- co accenno di rissa quando Ta-
rallo ha minacciato di regalare
sponde al telefono nemmeno liente. a Paoloni il libro di Bruno Ve-
se lo chiama il salvavita Beghel- Il Pergo aveva la faccia da spa.
li di sua mamma (regalato dal- derby, ma quella sbagliata, Poteva anche non finire così,
l’altro figlio, non interista), quella furiosa, non so se è stato ma il verdetto non è privo di lo-
quindi non c’è scampo. E quan- un investimento emotivo ecces- gica: il Pergo si voleva mangia-
do arriva un altro urlo ancora sivo (fuori luogo soprattutto re il derby d’un boccone, la Cre-
più accio e ancora più belluino, per una partita che è derby qua- mo l’ha mangiato con un certo
sei pronto per essere salvato da ve facevano del loro meglio per due o tre occasioni del tutto gola ha avuto alcuni effetti col- si solo sul piano chilometrico), metodo, masticandolo per be-
un cane antivalanga (possibil- riscaldare i bambinelli con il inopportune. E a Paoloni per laterali. Io ho lasciato in tasca un calcolo finito male o un’al- ne. E se questo era un atto del-
mente con fiaschetta piena). fiato prodigato stile bue e asi- non fare la morte del cigno è il foglietto dove avevo annota- tra rata del conto-scalogna. La la selezione naturale, lo hanno
Così capirai che andando al nello, e si vede che il Pergo si è toccato - in sequenza - votarsi al to le cose con cui riempire lo Cremo dopo un quarto di parti- vinto i derbivori con la pelle gri-
Voltini ero ancora triste come fatto riscaldare fin troppo per- santo protettore dei portieri spazio in caso di derby piatto ta ha cominciato ad assestarsi, giorossa. Sia di lezione, a qual-
un circo di periferia il giorno chè è partito come se la partita piantati in asso dalla difesa, ar- (se proprio ci tieni a saperlo, sapendo che sarebbe stato an- cuno per andare avanti così, a
che è morto l’ultimo leone. La durasse un quarto d’ora, inve- rangiarsi alla grande un paio di avrei parlato di quello che pen- cora faticoso far maturare quel qualcuno per cambiare. Per-
cornice non aiutava, cielo gri- ce di sei e spiccioli. La Cremo volte, e infine inventare una so del Ku Klux Klan italiano, di vantaggio fuori stagione. E chè in questa lotta per la so-
gio su erba gialla giù, e non mol- al contrario faceva un po’ il ca- legge balistica finora scono- quei voli a basso costo che or- Venturato ha trovato risposte pravvivenza molta differenza
tissima gente, le tribune face- scamorto, i furori avversari go- sciuta per la quale una palla mai sembrano quelle gite gra- importanti un po’ da tutti, an- finiranno per farla i punti in bi-
vano la loro figura perchè rin- devano della complicità delle che batte contro l’interno del tis in pullman sul lago di Como che se sulle fasce non si è mai lico, quelli che si possono fare e
foltite alla Cesare Ragazzi (o al- scarpine stile Carla Fracci cal- palo rimbalza fuori anzichè fini- da cui ti riportano a casa solo smesso di penare. Ma Gori non fare, chi li arraffa e chi no
la presidente del consiglio) da- zate dai grigiorossi, i quali han- re in porta. dopo che hai comprato una bat- (sempre più mister utility, qua- se diventa un’abitudine è tutta
gli ombrelli aperti. Le due cur- no fatto tutti giù per terra in Questa partenza da cuore in teria di pentole, del cambia- si sempre dove più serve, senza un’altra vita.

I TABELLINI DI PRIMA DIVISIONE

Nel 12˚ turno il Benevento continua a vincere, Arezzo e Perugia si rallentano a vicenda nello scontro diretto
Il Novara non perde un colpo, il Varese è terzo
NOVARA 3 PRO PATRIA 1 COMO 0 VARESE 2
LECCO 0 VIAREGGIO 0 BENEVENTO 2 SORRENTO 1
Novara: Ujkani; Coubronne, Lisuzzo (35’ st Pro Patria: Caglioni; Aquilanti, Pivotto, Rinal- Como: Malatesta; Maggioni, Rudi, Brioschi, Varese: Moreau; Pisano, Bernardini, Camisa,
Cossentino), Ludi, Tombesi; Porcari, Shala di, Barbagli; Baù (13’st Urbano), Passiglia, Preite; Ardito, Salvi, E. Brevi (18'pt Riva); Armenise; Zecchin, Osuji, Buzzegoli (34' st
(21’ st Juliano), Rigoni; Motta (15’ st Vento- Lombardi, Pacilli (20’ st Sarno); Serafini, Pa- Cozzolino, Bretti (24' st Guazzo); Bruno (33' Dos Santos), Carrozza (12' st Tripoli); Del San-
la); Bertani, Rubino. All. Tesser. ponetti (28’ st Bruccini). All. Cosco. st Mbida). All. Brevi-Strano. te (44' st Momentè), Ebagua. All. Bettinelli.
Lecco: Pansera; Bartolucci, Mateo, Villagat- Viareggio: Ravaglia; Benassi, Fiale, Panariel- Benevento: Gori; Cattaneo, Palermo, Ferra- Sorrento: Criscuolo; Di Nunzio, De Giosa, Fer-
ti (27’ st Francini), Santoni; Guglieri, Arrigo- lo, Briotti; Costantino (31’ st Davini), Reccola- ro, De Liguori; Landaida, Ciarcia, Pacciardi nandez, Silvestri; Vanin, Greco, Nicodemo
ni; Cortese (1’ st Sau), Giannone, Antonioni; ni, Pizza, Brini-Ferri (21’ st Taormina); Ferra- (27' st Cejas), Castaldo; Clemente (29' st Ger- (13' st Esposito), Arcidiacono (25' st Feussy);
Ciano (19’ st Parodi). All. Magoni. ri, Cristiani (37’ st. Martucci ng). All. Rossi. minale), D’Anna (43' st Colombini). All. Acori. Saranti, Bettanin. All. Novelli.
Arbitro: Affinito di Frattamaggiore. Arbitro: Peretti di Verona. Arbitro: Filippo Merchiori di Ferrara. Arbitro: Gianluca Benassi di Bologna.
Reti: pt 21’, 31’ Motta, 41’ Bertani. Rete: st 29’ Bruccini. Reti: st 9' Castaldo, 40' Ferraro. Reti: pt 47' Buzzegoli; st 67' Del Sante rig., 75'
Note: spettatori 2592. Ammoniti: Coubron- Note: spettatori 1273. Ammoniti: Pizza, Pivot- Note: spettatori 1400 circa. Ammoniti: Mag- Saranti. Note: spettatori 1200. Espulso Cami-
ne, Bartolucci, Santoni, Guglieri. to, Briotti, Panariello. gioni, Brioschi, Ardito, Cattaneo, Pacciardi. sa (49' st) per doppia ammonizione.

PERUGIA 0 ALESSANDRIA 1 FIGLINE 1 MONZA 0


AREZZO 0 FOLIGNO 1 LUMEZZANE 0 PAGANESE 2
Perugia: Benassi; Zoppetti, Raimondi, Ac- Alessandria: Servili; Pucino (32‘ st Rosso), Si- Figline: Pardini; Mugnaini, Bettini, Peruzzi, Monza: Westerveld; Riboni, Cudini, Barije;
cursi, Bonomi (42’ pt Pagani); Stamilla, Per- gnorini, Briano, Ghosheh, Schettino; Damonte Pasquini; Guerri (31’ st Nazzani), Consumi, Eramo, Zebi, Iacopino (41’ st Kyeremateng),
ra, Menassi, Bondi (28’ st Ercolano); Paponi (1’ st Rodriguez), Longhi, Buglio; Fantini (11’st Campolattano, Redomi; D’Antoni (17’ st Fio- Campinoti; Samb, Russo (30’ st Chianese),
(17’ st Cazzola), Del Core. All. Pagliari. Motta) Artico. All. Foschi. retti), Frediani (27’ st Duravia). All. Torricelli. Dimas (1’ st Anghileri). All. Cevoli.
Foligno: Tomassini; Pencelli, Gregori, Guastal- Lumezzane: Gazzoli; Nicola (1’ st Pini), Paganese: Melillo; Panini, Esposito, Bacis,
Arezzo: Mazzoni; Music, Terra, Pecorari, vino, Lispi; Gallozzi, Bergese, Castellazzi; Gia- Emerson, Bonatti, Zanardini (1’ st Ciasca); Gambi; Izzo, Cucciniello, Memushaj, Scian-
Sereni; Togni , Coppola (45’ st Erpen), Veni- comelli (35‘ st Turchi), Virdis (22‘ st Sciaudone), Cinelli, Grippo, Pintori, Marconi (8’ st Galabi- namè (23’ st Monticciolo); Rana (13’ st Zari-
tucci; Fofana (39’ st Maniero), Chianese, Fer- Cavagna (16‘ st Rossini). All. Fusi. nov); Scaglia, Lauria. All. Domenichini. neh), Ibekwe (27’ st Tortori). All. Palumbo.
riera 6. All. Semplici, Arbitro: Ruini di Reggio Emilia. Reti: pt 18’ Lon- Arbitro: Romani di Modena. Arbitro: Mariani di Aprilia.
Arbitro: Massa di Imperia, ghi, 37’ Virdis rig. Note: spettatori 1600 circa. Rete: pt 26’ Frediani. Reti: st 33' Izzo, 47’ Tortori
Note: spettatori 3.834. Ammoniti: Cazzola, Espulsi Tomassini (14’st) per comportamento Note: spettatori 400. Espulsi Mugnaini e Ga- Note: espulso Cudini (35’ st) per comporta-
Venitucci. non regolamentare, Fusi (42’st) per proteste. labinov (39’ st) per reciproche scorrettezze. mento irriguardoso nei confronti dell’arbitro.

LA CLASSIFICA DEI BOMBER

Motta raggiunge Le Noci in vetta a quota otto


8 reti: Motta (Novara), Le Noci (Pergocre- Samb, Iacopino (Monza), Gonzalez (Nova- cià, D’Anna (Benevento); Guazzo, Franco, tucci, Cristiani, Marolda (Viareggio).
ma). ra), Tortorì (Paganese), Fernandez (Sorren- Cozzolino (Como), Bianchi, Fietta, Viali
7 reti: Chianese (Arezzo). to), Tripoli, Buzzegoli (Varese). (Cremonese); Fanucchi (Figline), Sciaudo-
6 reti: Ebagua (Verese). 2 reti: Rodriguez (Alessandria), Maniero ne, Gallozzi, Virdis, Castellazzi, Cavagna, I MARCATORI GRIGIOROSSI
5 reti: Coda (Cremonese), Cavagna (Foli- (Arezzo), Cattaneo, La Camera (Beneven- Gregori (Foligno); Arrigoni, Mateo, Sau 5 reti: Coda
gno). to), Gori, Nizzetto (Cremonese); Chiesa, (Lecco); Pisano, Nicola, Lauria (Lumezza- 4 reti: Musetti, Guidetti
4 reti: Castaldo (Benevento), Musetti, Gui- Frediani, Fioretti (Figline), Turchi (Foligno); ne); Campinoti, Oualembo (Monza), Saha- 3 reti: Zanchetta
detti (Cremonese), Redomi (Figline), Gia- Buda, Bartolucci, Veronese (Lecco), Sca- la, Rigoni (Novara), Tuzzo, Monticciolo, 2 reti: Nizzetto, Gori
comelli (Foligno), Pintori (Lumezzane), Ber- glia, Emerson, Marconi (Lumezzane); Ru- Ibekwe, Zarineh (Paganese); Tarallo, Ulia- 1 rete: Bianchi, Fietta, Viali
tani (Novara), Ripa (Pro Patria), Paulinho bino (Novara), Florean (Pergocrema), no (Pergocrema); Stamilla, Ercolano, Del
(Sorrento). Bondi, Menassi (Perugia), Serafini (Pro Pa- Core (Perugia), Pacilli, Bruccini, Melara,
3 reti: Artico (Alessandria), Togni (Arezzo), tria), Momentè (Varese). Aquilanti (Pro Patria); Myrtaj, Saraniti, Sil- I MARCATORI GIALLOBLU
Evacuo, Clemente (Benevento), Zanchet- 1 rete: Signorini, Lunghi, Fantini, Rosso, vestri, Lo Monaco, Pignalosa (Sorrento); 8 reti: Le Noci
ta (Cremonese), Calderini (Foligno), Cia- Ghoshes (Alessandria); Coppola, De Oli- Armenise, Del Sante, Pisano, Zecchin, 2 reti: Florean
no, Corrent (Lecco), Pesenti (Lumezzane), veira, Figliomeni (Arezzo); Ercolano, Ciar- Carrozza (Varese), Fiale, Mandorlini, Mar- 1 reti: Uliano, Tarallo, Beppe Le Noci