Sei sulla pagina 1di 3

Eccellentissimi Signori Ambasciatori,

Magnifici Rettori delle Pontificie Universit ed Atenei Romani e Presidi dei


Pontifici Istituti in Urbe,
Reverendissimi Rettori dei Collegi e Superiori delle Case Religiose,
Illustrissimi Decani,
Ciarissimi Professori,
Carissimi Studenti, Dipendenti, !spiti ed Amici,
"entili Signore e Signori#
Ci siamo radunati oggi in questo chiostro storico, al centro della nostra Universit, per
ringraziare il Signore per il dono dei due Santi Papi, canonizzati due settimane fa da
parte del Santo Padre Francesco.
Infatti, San Giovanni III venne personalmente qui il ! marzo "#$% per elevare
l&allora 'Pontificio Collegio Angelicum( al rango di 'Universit Pontificia(. )ra gi
gravemente malato ed * morto in meno di tre mesi dopo la sua visita all&Angelicum. I
+ocenti e gli Studenti lo hanno accolto nell&,ula -agna, e oggi tra di noi ci sono due
testimoni di quell&evento tanto importante per la nostra sede, allora studenti ed oggi
Professori, i Padri +omenicani .oseph ,gius e /runo Caglioti.
San Giovanni Paolo II, negli anni "#0$1"#02, allora 3arol 4o5t67a, giovane sacerdote
polacco dall&,rcidiocesi di Cracovia, spese due anni della sua vita studiando qui la
teologia spirituale e difese la sua dissertazione dottorale. +opo il ritorno nella sua
patria, quando divenne vescovo ausiliare e poi arcivescovo di Cracovia e pi8 tardi
cardinale, ogni anno spendeva met delle sue vacanze nella /i9lioteca della nostra
Universit, aggiornandosi in filosofia e in teologia contemporanea. :uando divenne
Papa visit; l&Angelicum due volte, lasciando i pi8 9ei ricordi nella mente e nei cuori di
tutti coloro che avevano la grazia di incontrarlo da vicino.
Sia lodato il nome del Signore nei suoi Santi Giovanni III e Giovanni Paolo II<
Consideriamo entram9i i Santi Papi un prezioso dono di +io alla Chiesa Cattolica,
anzi, all&intera umanit.
San Giovanni III con la sua 9ont, cordialit e sincerit ha avuto il coraggio di
convocare il Concilio )cumenico =aticano II, con il quale la Chiesa ha trovato un
nuovo respiro e grazie al quale ha potuto iniziare il suo processo di rinnovamento
spirituale.
San Giovanni Paolo II con il suo carisma indimentica9ile ha avuto il coraggio di
opporsi ai pi8 potenti esponenti sia del comunismo che del capitalismo, ha difeso la
dignit umana, ha entusiasmato le folle dei giovani per i valori del =angelo ed *
riuscito a riunire insieme non soltanto i rappresentanti di tutte le confessioni cristiane,
ma anche i rappresentanti degli e9rei, dei musulmani, i rappresentanti delle altre
religioni e lo ascoltarono anche i non credenti.
In un 9uon senso siamo orgogliosi che i due nuovi Santi a99iano trascorso dei periodi
della loro vita negli am9ienti della nostra Istituzione ,ccademica.
Soprattutto San Giovanni Paolo II, studiando nostre aule e nella nostra /i9lioteca,
passando per i corridoi e nel giardino, pregando nella cappella e nella chiesa
universitaria sem9ra che sia uno di noi. Perci; gli chiediamo che intervenga presso il
+io per i nostri 9isogni personali e anche per quelli comuni necessari per il 9uon
funzionamento e la fioritura della nostra Universit.
Chiediamo a entram9i i nostri Santi la grazia speciale che anche noi diventiamo Santi,
amici di +io e degli uomini, giusti tra i popoli e messaggeri dell&amore e della pace,
della giustizia e della verit<
Santi Giovanni III e Giovanni Paolo II, pregate per noi<
$$$
4e are gathered here in this historical cloister, at the centre of our Universit6 to than>
the ?ord for the gift of the t@o Aol6 Popes, canonized t@o @ee>s ago 96 our Aol6
Father, Francesco.
In fact St. .ohn III personall6 came here on the !
th
of -arch "#$% to raise the then
'Pontifical College Angelicum( to the ran> of a 'Pontifical Universit6(. ,t the time
he @as alread6 seriousl6 ill and his death occurred in less than three months after his
visit to the Angelicum. Bhe Professors and the students @elcomed him in the ,ula
-agna, and toda6 @e have amongst us t@o @itnesses of that ver6 important event.
Bhe6 @ere onl6 students then and are no@ Professors, namel6 the +ominican Fathers,
.oseph ,gius and /runo Caglioti.
St. .ohn Paul II, in the 6ears "#0$ to "#02, as the then 3arol 4o5t67a, a 6oung Polish
priest of the ,rchdiocese of 3ra>o@, spent t@o 6ears of his life stud6ing spiritual
theolog6 here during @hich he defended his doctoral thesis. ,fter returning to his
countr6, he 9ecame the auCiliar6 and then the ,rch9ishop of 3ra>o@ and later
Cardinal. )ver6 6ear he spent half of his holida6s in the ?i9rar6 of our Universit6
updating himself in contemporar6 philosoph6 and theolog6. 4hen he 9ecame the
Pope, he visited the Angelicum t@ice, leaving a lasting memor6 in the hearts and
minds of all those @ho @ere privileged to meet him so close.
-a6 the ?ord 9e praised in his t@o Saints .ohn III and .ohn Paul II<
/oth these Aol6 Popes ma6 9e considered as a precious gift of God to the Catholic
Church, in fact to the @hole of humanit6.
St. .ohn III @ith his >indness, friendliness and sincerit6 had the courage to
convo>e the Second )cumenical Council of the =atican, in @hich the Church found a
ne@ lease of life and @as a9le to 9egin its process of spiritual rene@al.
St. .ohn Paul II @ith his unforgetta9le charism had the courage to stand up to the most
po@erful mem9ers of 9oth Communism and Capitalism, defended human dignit6,
filled the cro@ds of 6oung people @ith enthusiasm for the values of the Gospel and
managed to 9ring together not onl6 the representatives of all the Christian
confessions, 9ut also the representatives of the .e@s, -uslims and representatives of
other religions, and even non19elievers listened to him.
In a good sense @e are proud that the t@o ne@ saints have spent a part of their lives in
the surroundings of our ,cademic Institution.
-ost of all, St. .ohn Paul II, stud6ing in our classrooms and in our li9rar6, passing
through the corridors and in the garden, pra6ing in the chapel and in the universit6
church seems to 9e one of us. Bherefore @e as> him to intercede @ith God for our
personal needs and also for all those necessar6 for the proper functioning and
prosperit6 of our Universit6.
?et us as> 9oth our Saints for the special grace that @e also ma6 9ecome saints,
friends of God and men, righteous among the people and messengers of love and
peace, of 5ustice and truth<
Saints .ohn III and .ohn Paul II, pra6 for us<
Dome, -a6 #, EF"0
Prof. -iroslav 3onGtanc ,+,-, H.P.
Magnificent Rector