Sei sulla pagina 1di 14

Esame svizzero di maturità OS eco/dir

Locarno, estate 2008

Nome:……….……………………
Cognome:……………………….
Gruppo:…………….Nr.:………..

OPZIONE SPECIFICA ECONOMIA E DIRITTO

Gli orari indicati devono essere rigorosamente rispettati.


Il candidato può disporre di edizioni non commentate e non annotate del Codice civile
svizzero, del Codice delle obbligazioni, del Codice penale e della Costituzione federale
Non è permesso l'uso in comune della calcolatrice e degli altri sussidi autorizzati.
Se il tema lo richiede devono essere presentati i calcoli. La mancata presentazione
implica una riduzione del voto.
Il lavoro deve essere scritto con la penna stilografica o con la biro e presentato in modo
decoroso e corretto dal profilo linguistico. La scrittura deve essere leggibile. La
valutazione terrà conto anche della presentazione.

Non è lecito utilizzare materiale privato: si useranno, anche per la brutta copia, i fogli
ufficiali.
L'uso di mezzi illeciti o altri comportamenti scorretti saranno segnalati per i
provvedimenti del caso.
Tutti i fogli usati devono essere riconsegnati con il tema e la soluzione, la quale deve
figurare negli spazi previsti.

BUON LAVORO

Temi Punti Punti


massimi ottenuti
I Conoscenze generali 28
II Comprensione di un articolo.
Temi: politica monetaria, strumenti finanziari, 75
riserve occulte.
III Sospesi attivi e passivi 12
Totale 115

Pagina 1 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

I CONOSCENZE GENERALI
1) In contabilità cos’è il bilancio? (Punti 2)

2) Definisca e distingua il concetto di persona giuridica e persona fisica.


(Punti 4)

3) Indichi e spieghi quali sono le fonti del diritto. Citi gli articoli di legge.
(Punti 3)

Pagina 2 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

4) Quali sono le ipotesi alla base del modello della concorrenza pura e perfetta?
(Punti 3)

5) Distingua e definisca i concetti d’economia politica e politica economica.


(Punti 3)

6) Indichi un possibile intervento statale definibile di politica economica restrittiva.


(Punti 2)

7) Quali sono gli organi di una società anonima? (Punti 2)

Pagina 3 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

8) In economia politica quali e cosa sono i fattori di produzione? (Punti 2)

9) Cosa significa che un sistema fiscale si basa su un’imposizione fiscale progressiva?


(Punti 2)

10) . Cosa sono le società transnazionali? (Punti 2)

11. Distingua e definisca i concetti d’uguaglianza sostanziale ed uguaglianza formale.


(Punti 3)

Pagina 4 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

II COMPRENSIONE DI UN ARTICOLO
30 Apr 2008 09:55 ]

Non è finita la crisi dei mutui subprime

Alfonso Tuor

La crisi dei mutui subprime è tutt’altro che finita. L’economia statunitense sta frenando
bruscamente (Veda domanda 1) ; la crisi del mercato immobiliare americano è «in pieno
corso»: i prezzi delle case continuano a scendere, mentre i pignoramenti sono addirittura
raddoppiati nei primi tre mesi di quest’anno. L’unico aspetto positivo è l’apparente
allentamento della tensione sul mercato interbancario, che ha subito spinto i «soliti noti
analisti» a proclamare che la crisi è finita.
Questa fase di bonaccia (ce ne sono state diverse dallo scorso agosto) non segna molto
probabilmente la fine della crisi, ma un suo salto di qualità. Infatti gli interventi pubblici, ed
in particolare il salvataggio della banca di investimento americana Bear Stearns, hanno
confermato che gli Stati non permetteranno che fallisca alcuna banca. Inoltre le iniezioni di
liquidità di miliardi e miliardi operati dalle banche centrali hanno ridato un po’ di ossigeno al
sistema finanziario (Veda domanda 2). Non molto più di una boccata d’aria, come
dimostra la persistenza del premio che le banche devono pagare per finanziarsi su un
mercato monetario, i cui operatori sono perfettamente consapevoli che deve ancora
emergere gran parte delle perdite tuttora nascosta nelle pieghe dei bilanci bancari. (Veda
domanda 3),
Ma c’è di più. Il rialzo dei rendimenti delle obbligazioni statali segnala che la politica
monetaria della Banca centrale americana sta cominciando a far crescere le aspettative di un
ritorno dell’inflazione. Infatti la Federal Reserve per aiutare Wall Street (Veda domanda 4),
da un canto ha iniettato nel sistema centinaia di miliardi di dollari (e non comunica più i dati
sulla crescita della massa monetaria) e, dall’altra, ha portato i tassi ad un livello inferiore a
quello dell’inflazione, per cui i tassi reali a breve sono negativi (Veda domanda 5). Questa
politica ha favorito il ribasso del tasso di cambio del dollaro (Veda domanda 6). e ha
contribuito ad alimentare la speculazione finanziaria che ha fatto esplodere i prezzi di
petrolio, materie prime e derrate alimentari (e in questo modo sta penalizzando la crescita
sia degli Stati Uniti sia delle economie dei paesi emergenti) (Veda domanda 7).
Continuare su questa strada sarebbe estremamente pericoloso ed infatti oggi la Banca
centrale americana annuncerà un cambio di tattica nell’impegno strategico di salvare il
sistema bancario, in cui è impegnata dallo scorso mese di agosto. La Federal Reserve
comunicherà di aver deciso di tagliare ancora di un quarto di punto i tassi di interesse,
portando quindi i Fed Funds al 2%, ma dirà anche che è decisa ad interrompere il ciclo di
continue riduzioni del costo del denaro. In pratica, la Banca centrale statunitense si prenderà
una pausa per capire quale è l’impatto sul sistema finanziario e sull’economia reale della
diminuzione di 325 punti base del costo del denaro attuata nell’arco degli ultimi otto mesi
(alla fine dell’estate scorsa i tassi negli Stati Uniti erano ancora al 5,25%). (Veda domanda
8)
Questa pausa di riflessione servirà anche alle autorità monetarie per capire quale influenza
ha il pacchetto fiscale di 110 miliardi di dollari varato dal Congresso per alleviare gli effetti
della crisi dei mutui subprime. Proprio in questi giorni sono infatti cominciati ad arrivare nelle
case delle famiglie americane i rimborsi fiscali di 1200 dollari per coppia più 600 dollari per
ogni figlio a carico. I più ritengono che la maggior parte di questi rimborsi fiscali saranno
usati dalle famiglie per ridurre il loro indebitamento. La Federal Reserve userà anche questo
tempo per capire se il Congresso riuscirà a trovare un accordo per varare un pacchetto di
alcune centinaia di miliardi teso a sostenere il mercato immobiliare. Nel frattempo, la Banca
centrale americana non rimarrà con le mani in mano, ma continuerà a finanziare le banche.
La molteplicità e soprattutto l’entità di tutti questi interventi inducono alcuni a ritenere che la
crisi finanziaria sia superata e che la recessione americana sarà leggera e soprattutto breve.
Queste previsioni non sono finora suffragate da dati di fatto.
La realtà è diversa. La politica monetaria fortemente espansiva della Banca centrale
americana e la speculazione finanziaria, che continua a far salire i prezzi di materie prime e
di derrate alimentari, inducono a ritenere che all’orizzonte si stia cominciando ad intravedere
il ritorno dell’inflazione. Se la recessione americana sarà breve e leggera, come prevedono
alcuni analisti, l’eventuale ripresa sarà ancora più breve, poiché il costo del denaro salirà e

Pagina 5 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

strozzerà la ripresa. Il ritorno dell’inflazione può essere evitato da una recessione che
deprima i prezzi delle materie prime e che eviti che si metta in moto il meccanismo di
rincorsa tra prezzi e salari.
Lo scenario che appare oggi più probabile è comunque quello della stagflazione (Veda
domanda 9), ossia di un periodo simile a quello degli anni Settanta, quando gli chocs
petroliferi e le politiche monetarie espansive delle banche centrali fecero volare i prezzi di
tutti i beni al consumo senza riuscire a far uscire le economie occidentali da una lunga fase
di bassissima crescita economica. Negli Stati Uniti questo non è uno scenario, ma è già la
realtà. In conclusione, non si può escludere che vi sia una specie di «metamorfosi» della crisi
dei mutui subprime (Veda domanda 10) e che quindi lo scoppio della bolla formatasi nel
mercato immobiliare americano e della bolla del credito vengano superate ampliando
ulteriormente la bolla finanziaria creatasi nei mercati delle materie prime e dei prodotti
agricoli e favorendo il manifestarsi di un’altra perversione economica, ossia il ritorno
dell’inflazione (Veda domanda 11) .

CORRIERE DEL TICINO 29/04/2008 19:38

Domanda 1

Il sistema economico ha, secondo molti economisti, un andamento ciclico.


a) Descriva le differenti fasi del ciclo economico.
b) Cosa significa che l’economia americana sta frenando bruscamente? Cosa
accade quando un’economia “frena”?
(Punti 8 )

Domanda 2

Secondo l’autore dell’articolo, le banche centrali hanno immesso della moneta nel
sistema economico.
a) Come si chiama la “Banca centrale” svizzera?

Pagina 6 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

b) Quali sono i suoi compiti?

c) Descriva e spieghi gli strumenti di politica monetaria adottati dalla nostra


Banca centrale.

d) Descriva la struttura organizzativa della nostra banca centrale soffermandosi


su i suoi rapporti con il potere politico.

(Punti 15)

Pagina 7 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

Domanda 3

L’autore dell’articolo probabilmente si riferisce al possibile scioglimento di riserve


latenti (occulte) da parte delle banche per poter presentare un risultato più
soddisfacente.

Risolva l’esercizio dedicato sulle Riserve occulte e risponda alle domande proposte.

3.a Calcolo delle riserve latenti con l’obiettivo d’ottenere un certo risultato

Qui di seguito avete i dati dell’azienda Rossi SA per 4 esercizi consecutivi:

2000 2001 2002 2003


Stock al 1 gennaio 150 ………. ………. ……….
Acquisti 450 425 500 460
Stock al 31 dicembre 162 135 180 165
Costi generali e ammortamenti 114 118 120 133
Cifra d’affari (vendite) 580 600 610 635
Utile netto reale ………. ………. ………. ……….
Riserve occulte sullo Stock al 31.12 ………. ………. ………. ……….
Risultato netto contabile …10… …..… …..… …..…

a) Determinare il risultato netto per ogni esercizio.


b) Sapendo che l’impresa non aveva costituito delle riserve occulte sullo stock al
1 gennaio 2000, determinare le riserve latenti necessarie perché sia possibile
dichiarare un utile netto nel 2000 di 10.-. Se la riserva latente (occulta) non
varia, quale sarà il risultato dei tre esercizi?
(Punti 10)

3b Domande varie sulle riserve latenti (occulte)

a) Spieghi, senza limitarsi a fare degli esempi, cosa sono le riserve occulte.

(Punti 3)
Pagina 8 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

b) E’ possibile immaginare delle riserve occulte che si costituiscono in modo


involontario? Motivi la risposta.

(Punti 4)

c) Su quali elementi del bilancio è possibile creare delle riserve occulte?

(Punti 2)

d) Lo scioglimento delle riserve latenti porta ad un miglioramento della liquidità


aziendale? Giustifichi la risposta.

(Punti 2)

e) Consente il diritto svizzero la creazione di riserve occulte? Citi gli eventuali


articoli di legge.

(Punti 2)

Pagina 9 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

Domanda 4

Spieghi cosa sia “Wall Street” e il genere di attività che queste istituzioni svolgono.

(Punti 2)

Domanda 5

Cosa sono i tassi reali? Perché i tassi reali in questo caso sono negativi?

(Punti 4)

Domanda 6

Cos’è il tasso di cambio? Perché questa politica dovrebbe favorire il ribasso del tasso di
cambio?

(Punti 4)

Domanda 7

Perché l’aumento del prezzo del petrolio dovrebbe penalizzare l’economia dei paesi
emergenti? Quali potrebbero essere questi paesi?

Pagina 10 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

(Punti 2)

Domanda 8
Perché la FED ha diminuito il costo del denaro?

(Punti 4)

Domanda 9
Cos’è la stagflazione?

(Punti 2)

Domanda 10
Come si può definire il concetto d’inflazione? Chi sono i “perdenti” in caso
d’inflazione?

(Punti 6)

Pagina 11 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

Domanda 11
Descriva, a grandi linee, la relazione tra la crisi dei subprime e l’attuale andamento
negativo delle banche svizzere?

(Punti 5)

III SOSPESI ATTIVI E PASSIVI

a) Descriva e spieghi la funzione di questi conti.

Punti 3)

b) Si stendano gli articoli contabili per le seguenti operazioni:

I. La pigione per i locali è dovuta trimestralmente e posticipatamente a fine


febbraio, fine maggio, fina agosto e fine novembre; essa ammonta a 900.-. A fine
dicembre si tenga conto della pigione sospesa.

II. Si incassano a fine aprile e fine ottobre, posticipatamente gli interessi del 3 % sul
prestito di 20'000.- concesso al Signor Bianchi. Il 31 dicembre si tenga conto
dell’interesse in corso di maturazione.

III. Interessi anticipatamente incassati per il periodo novembre – aprile: fr 600.-. Il 31


dicembre si tiene conto dell’interesse anticipatamente incassato per l’anno
successivo.

IV. Il 1 ottobre è stato acquistato un abbonamento generale ferroviario, del costo di fr


1200.-, valido un anno. Il 31 dicembre si tenga conto del costo anticipatamente
sostenuto.

V. Si stendano gli articoli per l’apertura dei sospesi all’inizio dell’anno successivo e
per il trasferimento dei relativi importi.

Pagina 12 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

(Punti 12)

Pagina 13 di 14
Esame svizzero di maturità OS eco/dir
Locarno, estate 2008

FINE
Pagina 14 di 14