Sei sulla pagina 1di 13

DIREZIONE CENTRALE SVILUPPO ECONOMICO

RICERCA E MERCATO DEL LAVORO


Servizio Mercati
MUNE DI NAPOU
SSSSORATO AL LAVORO E ALLE ATTWITA
PRODUTTIVE
Proposta di delibera prot. n. ... del / J (
Categoria Classe Fascicolo
REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI IM GIUNTA COMUNALE - DELIB. N i
ASSEN
L
Francesco MOXEDANO
Annamaria PALMIERI
Salvatore PALMA
Enrico PANINI
PSSENTE
CarniinePISCOPO
Th
(Nota bene: Per gli assenti viene apposto, a fianco del nominativo, il timbro ASSENTE
;
per i presenti viene apposta la lettera P)
Assume la Presidenza:....
.
Assiste il Segretario del Comune:..
. .
ILPRESIDENTE
constatata la legalit della riunione, invita la Giunta a trattare largomento segnato ggtt.
OGGETTO: Adeguamento della vigente disciplina normativa comunale sul commercio su aree
pubbliche e, in particolare, di quello in forma itinerante, alla nuova normativa regionale in
materia. Atto di indirizzo agli Uffici della Direzione Sviluppo economico, ricerca e mercato del
lavoro.
Atto senza impegno di spesa
11 giorno . .1.0. . . nella residenza comunale, convocata nei modi di legge, si riunita la Giunta
.
comunale. Si da atto che sono presenti i seguenti n Amministratori in carica:
SINDACO:
Luigi de MAGISTRIS
ASSESSORI:
Tommaso SODANO
Mario CALABRESE
Alessandra CLEMENTE
Gaetano DANIELE
Alessandro FUCITO
Roberta GAETA
i
LA GIUNTA, su proposta dellAssessore al Lavoro e alle Attivit Produttive, Dott. Enrico Panini,
Premesso:
> che, lesercizio del commercio su aree pubbliche nellambito del territorio del Comune di Napoli
risulta attualmente disciplinato:
V
dal Regolamento per il Commercio su Aree Pubbliche, di cui al P.A.C. del Comune di Napoli
approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 04/03/2001;
V
dal D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 114;
V
dalla Legge Regionale n. i del 7 gennaio 2000;
> che, in particolare, lo svolgimento dei commercio su aree pubbliche in forma itinerante risulta,
inoltre, sostanzialmente, disciplinato:
V
dall Ordinanza Sindacale n. 622 del 22 luglio 2002, con la quale sono state individuate diverse
fattispecie occupative, differenziate nella durata temporale, connesse a determinati eventi e/o
manifestazioni periodiche, integrata dalle seguenti Ordinanze Sindacali:
n. 480 del 24 marzo 2010;
n. 406 del 18 aprile 2012;
n. 677 del 20 giugno 2012;
n. 1328 del 14 dicembre 2012;
n. 1888 del 24 dicembre 2013;
Risulta, inoltre, disciplinato:
V
dalla deliberazione di G.C. n. 403 del 25 maggio 2012;
V
dalla deliberazione di G.C. n. 1018 dei 28 dicembre 2012.
che, sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 2 del 10 gennaio 2014 stata pubblicata
la Legge Regionale n. i del 9 gennaio 2014 sulla Nuova disczlina in materia di distribuzione
commerciale, entrata in vigore lli gennaio 2014;
che, in particolare, tale legge, tra laltro, sancisce:
V
allart. 61, rubricato (Regolamento dattuazione), lemanazione di un proprio regolamento di
attuazione, da parte della Giunta regionale, entro novanta giorni dalla data della sua entrata in
vigore;
V
allart. 64, rubricato (Disposizioni finali ed abrogazioni), al comma 2., labrogazione, tra le altre,
della Legge Regionale n. i del 7 gennaio 2000, e al comma 3., che Sonofatti salvi gli SIAD, le
autorizzazioni, le deliberazioni, le istanze, gli atti, nonch gli effetti conseguenti alla legge
regionale 1/2000.
Considerato:
> che, occorre necessariamente procedere alladeguamento della normativa sul commercio e,
in particolare, di quella citata che disciplina lesercizio del commercio su aree pubbliche
nellambito del temtono del Comune di Napoli, alla nuova legge regionale in matena,
> che, con Disposizione del Direttore Generale n 36 del 18/11/2013 e stato costituito un
Gruppo di lavoro interdirezionale per la rivisitazione del funzionamento del canone per
loccupazione degli spazi e aree pubbliche (C.O.S.A.P.);
Ritenuto:
> che, a tale scopo, nelle more dellemanazione del regolamento di attuazione alla legge da
parte della Regione, e dei necessari atti regolamentari, anche urbanistici, da parte del
Comune, con particolare riferimento alla dotazione dello strumento dintervento per
lapparato distributivo (SL&D) ai sensi della alla nuova legge regionale, sia opportuno, in via
preliminare, dettare alcuni indirizzi ai competenti Uffici della Direzione Sviluppo
Economico, Ricerca e Mercato del Lavoro, in materia di commercio su aree pubbliche e, in
particolare:
1) dare incarico ai citati Uffici di predisporre una proposta di nuovo Regolamento per il Commercio
su Aree Pubbliche, per ladeguamento della disciplina comunale in materia alla nuova Legge
Regionale n. i del 9 gennaio 2014, dove verranno, tra le altre, disciplinate le modalit di
svolgimento del commercio in forma itinerante secondo i dettami della citata nuova legge secondo
cui litineranza consentita su qualsiasi area se larea non espressamente preclusa dal Comune,
non prevedendosi alcuna forma di c.d. itineranza vincolata;
2) dare atto che i tempi della formulazione della citata proposta di regolamento, devono tener conto
del tempo necessario per lacquisizione dei pareri delle Municipalit cittadine nel rispetto delle
relative competenze, in modo da poter sottoporre la medesima proposta al Consiglio Comunale in
tempo utile per la relativa approvazione entro il termne del 31 dicembre 2014;
3) dare indirizzo agli Uffici di poter procedere al rilascio e/o rinnovo delle attuali autorizzazioni e
concessioni di suolo ai sensi delle predette ordinanze sindacali nelle aree ivi indicate, prevedendo,
in ogni caso, le relative scadenze al termine perentorio del 31 dicembre 2014;
4) dare incarico al Gruppo di lavoro interdirezionale per la rivisitazione del funzionamento del
canone per loccupazione degli spazi e aree pubbliche (C.O.S.A.P.), costituito con Disposizione del
Direttore Generale n. 36 del 18/11/2013, di intervenire sulle tariffe previste in materia dal vigente
Regolamento C.O.S.A.P., in ragione delle eventuali nuove tipologie occupative che saranno previste
dal nuovo Regolamento per il Commercio su Aree Pubbliche.
Visto:
lart. 49 D.Lgs. 18/08/2000, n. 267;
Si allegano quale parte integrante del presente atto i seguenti documenti, composti
complessivamente, da n9. agine, progressivamente numerate:
1) Ordinanza Sindacale n. 22 del 22 luglio 2002;
2) Ordinanza Sindacale n. 480 del 24 marzo 2010;
3) Ordinanza Sindacale n. 406 del 18 aprile 2012;
4) Ordinanza Sindacale n. 677 del 20giugno 2012;
5) Ordinanza Sindacale n. 1328 del 14 dicembre 2012;
6) Ordinanza Sindacale n. 1888 del 24 dicembre 2013;
7) Deliberazione di G. C. n. 403 del 25 maggio 2012;
8) Deliberazione di G. C. n. Q 128 dicembre 2012.
DELIBERA
1) Dare incarico agli Uffici della Direzione Sviluppo Economico, Ricerca e Mercato del Lavoro di
predisporre una proposta di nuovo Regolamento per il Commercio su Aree Pubbliche, per
ladeguamento della disciplina comunale in materia alla nuova Legge Regionale n. 1 del 9 gennaio LiTi
2014, dove verranno, tra le altre, disciplinate le modalit di svolgimento del commercio in forma
itinerante secondo i dettami della citata nuova legge, secondo cui litineranza consentita su
qualsiasi area se larea non espressamente preclusa dal Comune, non prevedendosi alcuna forma di
c.d. itineranza vincolata.
[j
2) Dare atto che i tempi della formulazione della citata proposta di regolamento, devono tener conto 0
del tempo necessario per lacquisizione dei pareri delle Municipalit cittadine nel rispetto delle
relative competenze, in modo da poter sottoporre la medesima proposta al Consiglio Comunale in
j
tempo utile per la relativa approvazione entro il termine del 31 dicembre 2014.
4
3) Dare indirizzo agli Uffici di poter procedere al rilascio e/o rinnovo delle attuali autorizzazioni e
concessioni di suolo ai sensi delle predette ordinanze sindacali nelle aree ivi indicate, prevedendo,
in ogni caso, le relative scadenze al termine perentorio del 31 dicembre 2014.
4) Dare incarico al Gruppo di lavoro interdirezionale per la rivisitazione del funzionamento del
canone per Poccupazione degli spazi e aree pubbliche (C.O.S,A.P.), costituito con Disposizione del
Direttore Generale n. 36 del 18/1 1/2013, di intervenire sulle tariffe previste in materia dal vigente
Regolamento C.O.S.A.P., in ragione delle eventuali nuove tipologie occupative che saranno previste
dal nuovo Regolamento per il Commercio su Aree Pubbliche.
LAssessore al Lavoro e alle
AtivitPiii
othrt8Panini
E1
Visto, ai sensi eper gli effetti dellart.38 Comma 5)
lettera Kdel Regolamento sull Ordinamento degli
(fJci e dei servizi
Il irettore Centrale
Ra1a
Sparano
LA GWNTA
dotta
1dZX14
Lu;gif
astS
COMUNE DI NAPOLI
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE PROT. N..,.,..................,.,.,.,, DEL , AVENTE AD
OGGETTO:AdeguamefltO della vigente disciplina normativa comunale sul commercio su
aree pubbliche e, in particolare, di quello in forma itinerante, alla nuova normativa
regionale in materia. Atto di indirizzo agli Uffici della Direzione Sviluppo economico,
ricerca e mercato del lavoro.
Ai sensi e per gli effetti dellart. 49, comma I, del D. Lgs n.267/2000, non vengono espressi i pareri
dai Responsabili dei servizi in quanto mero atto di indirizzo.
Add
>7
Pervenuta alla Direzione Centrale Servizi Finanziari il .2 I1JR. 2(334 Prot. . . . .
Il Dirigente del Servizio di Ragioneria, esprime, ai sensi dellart. 49, comma 1, del D. Lgs. 267/2000, il
seguente parere di regolarit contabile in ordine alla suddetta proposta:
-.
L -
Add IL
ATTESTATO DI COPERTURA FINANZIARIA ED IMPEGN6ONTABILE
La somma di viene prelevata dal Titolo Sez
Rubrica Cap
( )
del Bilancio , che presenta
la seguente disponibilit:
Dotazione
Impegno precedente
Impegno presente E
Disponibile
Ai sensi e per quanto disposto dallart. 151, comma 4, del D.Lgs. 267/2000, si attesta la copertura
fmanziaria della spesa di cui alla suddetta proposta.
Add IL RAGIONIERE GENERALE
/OLrP )T&ffZ tOli
COMUNE Dl NAPOLI
Direzione (entrale Servizi Finanziari
Napoli. T])3.2014
PARERE IM REGOLARITA CONTABILE reso ai sensi
dell*art,
49, comma I, O. Lgs. 267/2000 in ordine
alla proposta del Servizio Sviluppo Economico.
Prot. n. 1 del2l/03/2014
1Y214 del 25/03/2014
Letto lart, 147 bis, comma 1, del D. Lgs. 267/2000, come moc4fcato ed integrato dal D. L. 174/2012,
convertito in Legge 213/2012.
Visto il Piano di Riequilibrio Pluriennale, ai sensi dell art. 243 bi, ter e quater del D. Lgs. 267/2000, cos
come integrato e modUcato dal D. L. 174/12 convertito nella L. 213/12, approvato con Deliberazioni Consiliari
n. 3 del 28/01/2013 e n. 33 del 15/07/2013.
Visto la deliberazione di Giunta Comunale n. i] del 15/01/2014 avente per oggetto indirizzi per
lassunzione di impegni di spesa nellesercizio provvisorio 2014. Autorizzazione per lassunzione di impegni per
alcune tipologie di spesa
Premesso che 1 1 1 gennaio 2014 entrata in vigore la nuova Legge Regionale suWesercizio del
commercio su aree pubbliche rubricata Wuova disciplina in materia di distribuzione commerciale
Premesso, altres, che in virt di quanto succitato bisogna procedere alladeguamento dellattuale
disciplina sullesercizio del commercio nellambito del territorio cittadino alla nuova Legge Regionale.
Con il presente schema:
si da incarico agli Uffici della Direzione Sviluppo Economico, Ricerca e Mercato del
Lavoro di predisporre una proposta di nuovo Regolamento per il Commercio su Aree
Pubbliche, per ladeguamento della disciplina comunale in materia alla nuova Legge
Regionale a. i del 09/01/2014, dove verranno, tra le altre, disciplinate le modalit di
svolgimento del commercio in forma itinerante secondo i dettami della citata nuova legge,
secondo cui litineranza consentita su qualsiasi area se larea non espressamente
preclusa dal Comune, non prevedendosi alcuna forma di c.d. itineranza vincolata;
si prende atto che i tempi della formulazione della citata proposta di regolamento, devono
tener conto del tempo necessario per lacquisizione dei pareri delle Municipalit cittadine
nel rispetto delle relative competenze, in modo da poter sottoporre la medesima proposta al
Consiglio Comunale in tempo utile per la relativa approvazione entro il terminie del
31/12/2014;
si da indirizzo agli Uffici di poter procedere al rilascio e/o rinnovo delle attuali
autorizzazioni e concessioni di suolo ai sensi delle predette ordinanze sindacali nelle aree ivi
indicate, prevedendo, in ogni caso, le relative scadenze al termine perentorio del
31/12/2014;
Palauo San Giacomo Piazza Municipio- 80133 NapolI Italia tel (39) 0817954860- 7954862 fax 081 7954865
!g!Qfl9riaaSesecore1i48olit www.comune.napolLlt
____
COMUNE DI NAPOLI
Direzione Centrale Servizi Finanziari
si da incarico al Gruppo di lavoro interdrezionale per la riisitazione del funzionamento
del canone per loccupazione degli spazi e aree pubbliche (C,O.S.A.P.), costituito con
Disposizione del Direttore Generale n. 36 del 18/11/2013, di intervenire sulle tariffe previste
in materia dal vigente Regolamento C.O.S.A.P., in ragione delle eventuali nuove tipologie
occupative che saranno previste dal nuovo Regolamento per il Commercio su Aree
Pubbliche.
SI EVIDENZIA:
che trattandosi di mero atto di indirizzo, ai sensi deflart. 49, comma 1, del D.Lgs. 267/2000 non
stato espresso il parere di regolarit tecnica dal competente Dirigente.
Per quanto succitato, si esprime parere di regolarit contabile favorevole.
1lRonpIerale
Palazzo San Giacomo Plama Municipio 80133 Napoli Italia tel (+39) QPI 7954380 7954862 fao 081 7954880
Pai,ner,a oee@iconuie ruooh r www comune napoli o
i,
COMUNE DI NAPOLI
Direzione Centrale
;/uppo Economico, Ricerca e Mercato del Lavoro
/
Servizio Mercati
PG,2O14/Z_5 del
2
Alla Segreteria della Giunta
Oggetto: Parere tecnico.
S trasmette, il parere tecnico, da allegare alla proposta di Delibera di Giunta n. 01 del
21103/2014.
11 Dirigenj
Va O. Massa n. 6 - 80133 Napoli tel. 081 7953353---- tx 081 7953333
COMUNE DI NAPOU
Parere tecnico allegato alla proposta di deliberazione prot. n. Oi del
2 ?i i/
14
recante
Adeguamento della vigente disciplina normativa comunale sul commercio su aree
pubbliche e, in particolare, di quello in forma itinerante, alla nuova normativa
regionale in materia. Atto di indirizzo agli Uffici della Direzione Sviluppo economico,
ricerca e mercato del lavoro..
Premesso che sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 2 del 10 gennaio 2014 stata
pubblicata la Legge Regionale n. i del 9 gennaio 2014 sulla Nuova disczlina in materia di
distribuzione commerciale, entrata in vigore lli gennaio 2014, la quale, prevede, tra laltro:
V
lemanazione di un proprio regolamento di attuazione, da parte della Giunta regionale, entro
novanta giorni dalla data della sua entrata in vigore (art. 61);
/
labrogazione, tra le altre, della Legge Regionale n. i del 7 gennaio 2000 (art. 64, comma 2);
V
che Sono fatti salvi gli SIAD, le autorizzazioni, le deliberazioni, le istanze, gli atti, nonch gli
effetti conseguenti alla legge regionale 1/2000(art. 64, comma 3);
t
che I Comuni adeguano gli strumenti urbanistici generali ed attuativi, i regolamenti di polizia
locale e lo strumento d intervento per lapparato distributivo, se vigente, oppure si dotano dello
stesso strumento, se ancora non vigente, recependo i criteri e gli indirizzi di programmazione
stabiliti dalla presente legge entro centottanta giorni dalla sua entrata in vigore(art. i 0,comma 1);
7
che Lo strumento d intervento per lapparato distributivo, di seguito denominato SIAD,
costituisce lo strumento integrato del piano urbanistico comunale con una funzione esaustiva del
potere di programmazione e pianificazione del territorio ai fini urbanistico -commerciali.
[ I
(art. 10, comma 2);
7
che Lo SIAD, tenuto conto delle condizioni della viabilit, delle norme igienico-sanitarie e di
sicurezza, fissa i criteri per lesercizio delle attivit commerciali in aree private e in aree
pubbliche, nel rispetto delle destinazioni d uso delle aree e degli immobili dallo stesso strumento
stabilite(art. 10, comma 3);
7che Lo SIAD costituito dai seguenti elaborati:
a) planimetria in scala non inferiore a i :5.000 che rappresenta la localizzazione delle previsioni
commerciali ed il centro storico;
b) normativa di attuazione;
c) relazione giustificativa delle scelte operate;
d) regolamento per le attivit commerciali;
e) planimetria dello strumento urbanistico afferente la zonizzazione;
D
stralcio delle norme tecniche d attuazione, di seguito denominate NTA, dello strumento
urbanistico;
1/2
g} planimetria a stralcio di eventuali piani sovracomunali e relative NTA.
Da tale premessa, si evince, in maniera inequivocabile, da un lato che, emanato il citato
regolamento di attuazione da parte della Giunta regionale, occorre necessariamente procedere
alladeguamento, tra laltro, di tutta la disciplina comunale sul conmiercio alla nuova legge regionale
in materia, dallaltro che, certamente, i tempi tecnici a ci necessari, verosimilmente, non saranno
certamente brevi.
Tenuto conto, in particolare, dei principi fissati dalla nuova L.R. in materia di disciplina delle
modalit di svolgimento del commercio su aree pubbliche in forma itinerante, secondo cui
litineranza consentita su qualsiasi area se larea non espressamente preclusa dal Comune, non
prevedendosi alcuna forma di c.d. itineranza vincolata;
Dato atto, invece, che tale forma di commercio nel Comune di Napoli, risulta oggi disciplinato
da una serie di atti, dettagliatamente richiamati nella delibera in oggetto, che, partendo da una
disciplina dettata, a suo tempo, dall Ordinanza Sindacale n. 622 del 22 luglio 2002, hanno
successivamente, di volta in volta, effettuato proroghe temporali e/o inserimento di nuove aree sulle
quali consentita litineranza c.d. vincolata.
Ritenuta, pertanto, la necessit di provvedere, nelle more del citato adeguamento, da un lato a
dettare precisi indirizzi operativi agli Uffici allo scopo di procedere in modo univoco nelle
procedure di rilascio titoli concessori e/o autorizzatori di itineranza, dallaltro di stabilire un termine
unico di scadenza di tutti i citati emanandi provvedimenti, di qui, la necessit di sancire ci con la
presente proposta di deliberazione.
Alla luce di quanto sopra si esprime parere favorevole.
Il Qirigente del Servi4o Mercati
)
2/2
PA Ed F REGOLARE1 CONTA E (1NTEGRALIO,1E) reso a ensi deiPart. 49. eomrema 1. E.
Lgs. 267 2000 in ordine alla rocosta del Servizio 3siluppo Lconornico.
Prot. n. I del 21 032013
1Y2l4del25 032014
Leno i arr. 14 bis, CL nia i. del D. Lgs. 26 200 come niod7caro ed integrato dal i). L. I -! 20)2.
con.ertito in Legge
7J37Q 2
I ?ro il Piano di Riequi/i i io PIwien; a/e, ai iensi dell art. 243 b ter e quote) del D. Lgs. 26 bjU, 5
com integrato e modificato dai D. L. I -I 12 comerI/to nella L. 213 72. clp[IOVatO con De iherazioni C ansi//ari
a. 3 del 28OI 2013 e n. 33 del 5 0 2013.
sIo la deliberazione di Giunta Co,unae n. il del 1501 2014 avente per oggetto Indirizzi per
1 assunzione di impegni di spesa i eIleseicizio provvisorio 2014.. lutorizzazione per lassunzione di impegni per
alcune ipologie di spesa.
Premesso che lil gennaio H4 h entrata in vigore la nuova Legge Regionale sullesercizio oel
commercio su aree pubbliche rubricata \uo-a oisciplina in materia di distribu7ione commerciale
Premesso, altres, che in virtu cii c uanto succitato bisoa procedere alladeguamento dellattuale
disciplina sullesercizio del commercio nellambito del territorio cittadino aila nuova Legge Regionale.
Letto arere tecnico ta o; e,ole dcl Dirgentc ei Servftio Svinppo Economico, Ricerca e Mercato
dcl Lavoro, si conferma il pier di regolarit contabile favorevole.
Pazzo 5a Gacomo Paczo Yir1c EJ, 3 5p5 toSo ei --39 081 754360 7954862 fto 030 7954865
-
Proposta di deliberazione del Servizio Mercati prot. 1 del 21.3.2014 pervenuta al Servizio Segreteria
della Giunta Comunale in data 27.3.2014 SG 197
Osservazioni del Segretario Generale
I ___
Sulla scorta dellistruttoria tecnica delPufficio proponente.
/
Con il provvedimento in oggetto la Giunta intende dare incarico alla Direzione Centrale Sviluppo
Economico Ricerca e Mercato del Lavoro di predisporre, in tempo utile perche venga approvata entro il
31.12,2014, una proposta di un nuovo Regolamento per il commercio sulle aree pubbliche, adeguato alla
legge regionale n. 1/20 14; si intende provvedere, nel contempo, al rilascio e/o rinnovo delle autorizzazioni
e delle concessioni di suolo, ai sensi della vigente disciplina comunale. (ordinanze sindacali),stabilendo le
relative scadenze al termine perentorio del 31/12/2014.
Il provvedimento si pone, quindi, quale atto propedeutico e di avvio di una fase preparatoria volta
allelaborazione di una nuova disciplina del commercio sulle aree pubbliche, adeguata alla nuova
normativa regionale, che trover esplicitazione nelladozione di una nuova regolamentazione da sottoporre
allesame dellorgano consiliare.
Letto il parere di regolarit tecnica, inviato con nota prot. 272745 del 2.4.2014, che recita:
[..]
Tenuta
conto, in particolare, dei princzpi fissati dalla nuova L. R. in materia di disczlina delle modalit di
svolgimento del commercio su aree pubbliche informa itinerante, secondo cui litineranza consentita su
qualsiasi area se larea non espressamente preclusa dal Comune, non prevedendosi alcunaforma di c.d
itineranza vincolata. Dato atto, invece, che tale forma di commercio nel Comune di Napoli, risulta oggi
disciplinato da una serie di atti, dettagliatamente richiamati nella delibera in oggetto, che, partendo da
una disciplina dettata, a suo tempo, dallOrdinanza Sindacale n. 622 del 22 luglio 2002, hanno
successivamente, di volta in volta, effettuato proroghe temporali e/o inserimento di nuove aree sulle quali
consentita litineranza c. d vincolata. Ritenuta, pertanto, la necessit di provvedere, nelle more del
citato adeguamento, da un lato a dettare precisi indirizzi operativi agli Uffici allo scopo di procedere in
modo univoco nelle procedure di rilascio titoli concessori e/o autorizzatori di itineranza, dallaltro di
stabilire un termine unico di scadenza di tutti i citati emanandi provvedimenti, di qui, la necessit di
sancire ci con la presente proposta di deliberazione. Alla luce di quanto sopra si esprime parere
favorevole. .
Letto il parere di regolarit contabile espresso successivamente alla ricezione del sopra richiamato parere
di regolarit tecnica, che recita:
[..]
Letto il parere tecnicofavorevole del Dirigente del Servizio Sviluppo
Economico, Ricerca e Mercato del Lavoro, si conferma il parere di regolarit contabile favorevole. .
Richiamati:
la L.R. n. 1/2014 (modificata con L.R. 10/2014), recante la Nuova disciplina in materia di
distribuzione commerciale;
il decreto dirigenziale regionale n. 55/2014, di approvazione della nuova modulistica relativa alle
attivit commmerciali, la quale include, fra gli altri, anche i modelli che i Comuni dovranno utilizzare
per lautorizzazione allattivit di commercio itinerante su aree pubbliche e per lautonzzazione
allattivit di commercio su aree pubbliche su posteggio, non prevedendo la Legge Regionale 1/2014
una disciplina transitoria per lapplicazione delle nuove normative.
Si ricorda che la responsabilit in merito alla regolarit tecnica viene assunta dalla dirigenza che
sottoscrive la proposta, sulla quale ha reso il proprio parere di competenza in termini di favorevole ai
sensi dellart. 49 TU, attestando, quindi, a mente del successivo art. 147 bis, la regolarit e la correttezza
dellazione amministrativa nellambito del controllo di regolarit amministrativa e contabile assegnato alla
dirigenza stessa nella fase preventiva della formazione dellatto, al fine di garantire, ai sensi deIlart. 147, la
legittimit, la regolarit e la correttezza dellazione amministrativa medesma.
Spettano allorgano deliberante le valutazioni concludenti con riguardo al principio costituzionale di buon
andamento e imparzialit cui si infcjrma lazione amministrativa.
I Il S greta i e rale
C
L

I ij
/
O CI
7/
_
Deliberazione dj G.C. n.
da ny/ pagine progressivamenera
I
nonch da allegati dichiarati nellatto.
SI ATTESTA:
,- - (
- Che la presente deliberazione stata pubblicata allAlbo Pretorio
e vi rimarr per
quindici
giorni (art. 124, comma 1, del D.Lgs. 267/2000).
- Che con nota in pari data stata comunicata in elenco ai Capi Gruppo Consiliari (art.125 del
D.Lgs.267/2000).
j}
Il Fun4ionario Respo abile
//
DICHIARAZIONE DI ESECUTIVITA
Constatato che sono decorsi dieci giorni dalla pubblicazione e che si provveduto alla prescritta
comunicazione ai Capi Gruppo consiliari, si d atto che la presente deliberazione divenuta da oggi esecutiva, ai
sensi dellart. 134, comma 3, del D.Lgs.267/2000
Addi
IL SEGRETARIO GENERALE
11 presente provvedimento viene assegnato a: Data e firma per ricevuta di copia del presente
atto da parte delladdetto al ritiro
per le procedure attuative.
.ttestazione di conformit
Addi (da utzli::are e compilare, con le dicirure del caso, solo perle copie
conformi della presente deliberazwne)
IL SEGRETARIO GENERALE
La presente copia, composta da n
j3,
pagine,
progressivamente numerate, t conforme alVoriginale della
deliberazione di Giunta Comunale n, del
...tOJL1
Attestazione di compiuta pubblicazione:
divenuta esecutiva in data
Gli allegati dichiarati nellatto:
sono rilasciati in copia conforme unitamente alla
presente:
sono visionabili in originale presso larchivio in cui
sono depositati:
li Funzionario responsabile