Sei sulla pagina 1di 7

La Bibbia stata politeista sino al V secolo a.C.

con Jahv il sommo degli di.



Jahv il nome personale di Dio, analogo a Pasquale o Michele. In
ebraico il nome individuale di Dio
l'incrocio di quattro consonanti (JHWH tetragramma e
vocali!!ato in Jahv, Jah"eh o #ah"eh.
$a con%erma che Dio possiede un nome nel &almo '(,)*+
&appiamo che tu hai nome ,Jah"eh-...
Ma ancor pi. esplicito il &almo ',/+ 0 Jah"eh, nostro &ignore,
quanto glorioso il tuo 1ome...
[I Salmi , G. Ravasi, Rizzoli 1986]. 1el primo 2omandamento c'
l'autopresenta!ione personale di Dio 3Io sono #HWH, tuo Dio3
modi%icato nelle tradu!ioni 3Io sono il &ignore, tuo Dio3.
1ella 4ibbia ebraica il nome Jahv presente pi. di cinquemila
volte, mentre nella 4ibbia 25I non compare mai. In verit6, il
tetragramma JHWH assente anche nelle precedenti 4ibbie
cattoliche e non c' neppure nei manoscritti del 1uovo 7estamento.
Per quale motivo8
PARTIAMO DAL DIFETTO CONGENITO
9n Dio trascendentale, ma con un nome e una
personalit6 individuale, contraddice
il principio di :ssoluto. In verit6, l'impronta umana di
Jahv presente in tante sue mani%esta!ioni+ ira,
vendetta, gelosia... e nelle sacre &critture c' persino
la simbologia del suo organismo.
In sostan!a, la stessa critica antropica rivolta agli di
ellenici la ritroviamo nella biogra%ia biblica di Jahv;.
Motivo per cui, l'abroga!ione del nome personale di
Dio
< = JHWH> era un atto 3teologicamente dovuto3 per
decontestuali!!are il &oprannaturale. 2ome eliminare,
allora, tale errore commesso proprio da Dio8
LE DUE FORME ABROGATIVE
2' stato un disegno comune tra gli esegeti della 4ibbia ebraica e
cristiana nel rimuovere il nome individuale di Dio.
$'arti%i!io ebraico+ ? lettere ine%%abili
$e quattro consonanti < JHWH> non si potevano depennare dal
testo biblico perch; erano impresse nella tradi!ione. 5 cos@ %u ideata
la soppressione orale+ il nome di Dio non va letto, n; men!ionato.
2' ma non si leggeA 5 chi trascriveva la 4ibbia ebraica, prima di
comporre il nome di Dio < >, doveva %are un'ablu!ione con
l'acqua+ un rituale per puri%icarsi <5sodo (B,/B>.
$'arti%i!io cristiano+ il nome surrogato
$e 4ibbie cristiane, sen!a %arsi troppi scrupoli, hanno
soppresso il nome individuale
di Dio sostituendolo con il generico 3&ignore3 o 3Dio3.
2ome se Pasquale o Michele li chiamassimo 3uomo3.

QUANDO AVVENUTO IL CAMBIAMENTO NELLA BIBBIA
CRISTIANA?
Cli ebrei elleni!!ati di :lessandria d'5gitto, quando tradussero la
4ibbia in greco <$a versione dei $DD>, %urono in%luen!ati dai %iloso%i
greci che avevano intrapreso una severa critica alle pseudo=divinit6
dell'0limpo EFeus, Genere.... 5 dalla critica agli di ellenici si passH
alla critica del nome Jahv sostituendolo con 3&ignore3, 3Dio3 o
3:ltissimo3. Iuesto cambiamento %u poi travasato nella Gulgata e
successivamente nelle versioni in italiano, nonostante l'hebraica
veritas.
$a %orma!ione religiosa di 2risto e degli :postoli avvenne sulla
4ibbia dei $DD. 7ant' vero che la maggior parte delle cita!ioni
dell':ntico 7estamento riprese dal 1uovo 7estamento provengono
dalla tradu!ione della &eptuaginta+ su (JB rimandi, ()B cita!ioni
dalla $DD e ?B dal testo ebraico. Kagion per cui, 2risto e gli :postoli
si sono %ormati quando era gi6 stato soppresso il nome di Dio. 5d
ecco perch; anche nel 1uovo 7estamento non c' scritto Jahv.

Zitto! Non si deve menzionare il nome del Signore [Jahv]
Amos 6,10

li di nella Bibbia
1ella 4ibbia sono presenti vari personaggi divini e creanti, tra cui gli
5lohim e Jahv.
5lohim < > indica gli di, sia maschili che %emminili. plurale
numerico di 3divinit63.
Jahv < > il nome personale di un dio maschio, il personaggio
principale della 4ibbia.
Cli 5lohim compaiono sin dalla prima %rase della 4ibbia <Cen
),)>. il ter!o vocabolo in assolutoA
Jahv compare dal secondo capitolo della Cenesi <Cen /,?>.

Nella Bibbia viee !"i#a la 3$"ea%i&e3 'e(li 'i e !&i )*ella
'i Jahv
2ompaiono prima gli 'i che hanno plasmato i corpi inanimati <la
terra, il &ole...> e successivamente il 'i& Jahv che ha %orgiato gli
esseri viventi. Jahv prende il sopravvento sugli altri di perch; ha
compiuto l'opera pi. importante+ noi. Pi. esattamente, il maschio a
sua immagine e somiglian!a.
La !"i#a +"a,e 'ella Bibbia eb"ai$a [Genesi 1,1] Gli -'i ella
.e"%a !a"&la

7esto ebraico, da
destra a sinistra
La 3 !a"ola # $lo%im &
'li (#i
In primo luogo, vediamo la tradu!ione pi. %edele+ ,In principio (li
'i %ecero il cielo e la terra-.
0sserviamo, ora, cosa dice la nota della 4ibbia GulgataLMartini sulla
parola 3di3.
Iuesta voce <Dio> nel numero plurale, onde letteralmente si
tradurrebbe+ : principio gli 'ii crearono.
Ci ,parve argomento... delle pluralit6 delle persone che in Dio-.
2' un'evidente %or!atura per giusti%icare il plurale 'ii [gli di> con la
7riade, nonostante Jahv; non ha mai avuto un %iglio in tutto il
periodo dell':ntico 7estamento. Ma soprattutto c' la con%erma che
tutte
le 4ibbie u%%iciali traducono in modo men!ognero la prima %rase
della 4ibbia.
Gli (#i nella no)a nella *i++ia ,a")ini - e.e"o nella /e)0s la)ina e nella
/0l'a)a.
La ,&!!"e,,i&e 'e(li -'i
$e stesse parole che hanno sostituito il nome personale di Dio <da
Jahv a Dio o &ignore> sono state utili!!ate dalle 4ibbie cattoliche
per cambiare ,gli di-+ da 5lohim a Dio o &ignore.
2on questa manipola!ione = dal plurale al singolare = stato
eclissato il con%litto tra politeismo e monoteismo biblico. 7uttavia,
nonostante le centinaia di soppressioni, nella 4ibbia sono ancora
presenti alcuni brani con ,gli di- l@ dove gli 5lohim sono una
correla!ione e non il soggetto.

1io # il 1io (e'li (#i Jahv il Dio degli di 1e0)e"onomio 10,12
1io si alza nell3assem+lea (ivina, 'i0(i.a in
mezzo a'li (#i
Salmo 84,1 M
1io # il Si'no"e, '"an(e Re so!"a )0))i 'li (#i. Salmo 95,3
67a"la il Si'no"e, 1io (e'li (#i6 Salmo 50,1 MM
Si'no"e8 o Re (e'li (#i $s)e" 9,12"
:%i # .ome )e ;"a 'li (#i, Si'no"e< $so(o 15,11

il Si'no"e vos)"o 1io # il 1io (e'li (#i, il Si'no"e
(ei si'no"i,
il 1io '"an(e.
1e0)e"onomio 10,12

# il 1io (e'li (#i 1aniele 4,92
=i lo(e"> (avan)i a'li (#i Salmo 138,1
il nos)"o 1io # !i? '"an(e (i )0))i 'li (#i 4@:"ona.%e 4,9
Il Si'no"e 1io (isse allo"aA 6$..o l30omo #
(iven)a)o
.ome 0no (i noi, Bahv si rivolge agli di:
NOI divinit
Genesi 3,44
-"a 'li (#i ness0no # .ome )e, Si'no"e Salmo 86,8

(1ioC se'n> i .on;ini (elle nazioni e (ie(e a
o'n0na 0n (io !"o)e))o"e.
1e0)e"onomio 34,8
Bibbia Interconfessionale Ed. 2001
Approvata dalla CEI
M 1io, nel sena)o (ivino, si e"'e )"a 'li (Di.
MM 1io .%e !a"la (i"e))amen)e.
La '&!!ia #a."i$e bibli$a



$a conce!ione politeisticaLelohista nacque nel regno
settentrionale di Israele dall'in%luen!a 4abilonese,
mentre quella monoteistaLNahvista successivamente
nel regno meridionale di Ciuda dalla casta
sacerdotale.
1el libro della Cenesi si intersecano le due conce!ioni
e i due testiO sono ancora presenti le due matrici con
signi%icative di%%eren!e sulla crea!ione e sulla vita nel
Paradiso.
1ei brani politeisti, in Paradiso si potevano
consumare tutti i %rutti Emela compresa, tranne
quelli sen!a semi [Gen 1,49] poich; il seme il simbolo
del maschio. Inoltre :damo ed 5va %urono creati nello
stesso momento [Gen 1,42].
Invece, nei brani monoteisti la mela del sapere non
doveva essere mangiata per introdurre la cacciata dal
paradiso e l'ipoteca del peccato originale [Gen 3,3].
Inoltre, 5va %u creata dopo l'uomo e dopo gli animali
[Gen 4,40].
Il 1uovo 7estamento ha scelto in tutto e per tutto la
seconda matrice ,Perch; prima stato %ormato
:damo e poi 5va- [1@=m 4,13].
La #&&la."ia bibli$a
Jahv un membro della numerosa %amiglia divina. 5gli non nega
l'esisten!a dei colleghi di+ pretende
la superiorit6, ma sa di non avere l'esclusivit6. 7uttavia, il duello
per la suprema!ia stato lungo e travagliato+ il dio 4aal stato il
principale antagonista di Jahv, tanto da essere men!ionato decine
e decine di volte nella 4ibbia <da Ciudici /,)( sino alla $ettera ai
Komani )),?>. Il dio 4aal intercede nella domanda materialista
Epioggia e %ertilit6, mentre Jahv riveste una %un!ione pi.
%inalistica.
In realt6, le due divinit6 rappresentano le due %acce della domanda
religiosa.
Il culto esclusivo del monoteismo si a%%ermato col trion%o di Jahv
solo dopo lPesilio babilonese Econ 5sdra, dal J(* a.2.. Di
conseguen!a, la 4ibbia stata politeista sino al G secolo avanti
2risto.
Per%ino nel 3puro monoteismo3 di :llah ci sono residui di politeismo.
5 siamo nel Q)B dopo 2risto.
Iuando l'esegesi cattolica asserisce che la 4ibbia sempre stata
monoteista, dichiara il %alsoA 5 cos@ gli 5brei, quando si proclamano
il 6popolo monoteista per eccellen!a6, mentono dimenticandosi il
trascorso di Jahv. 7ra l'altro, pi. corretto parlare di EJahvismoF
piuttosto che di EmonoteismoF.
Il !&li.ei,#& $"i,.ia&
2on l'avvento del 2ristianesimo si passati a un politeismo triadico
che lPesegesi ha truccato in 3intrinseca unit63. In realt6 su%%iciente
leggere i brani pertinenti per appurare che si tratta di una 7rinit6
gerarchica e non consustan!iale <tabella 7rinit6>.
Per di pi., la parola Etrinit6F o EtrinoF non esiste in tutta la 4ibbia,
an!i ,il &ignore uno solo- 4ibbia 25I, , un Dio solo- 4ibbia
Martini, ,Dominus unus est- Gulgata in Deuteronomio Q,?.
In ogni caso, c' una circostan!a che %a pia!!a pulita della 7rinit6.
1el libro &apien!a = l'ultimo dell':ntico 7estamento ma scritto dopo
la morte di 2risto = Dio sempre nominato al singolare+ .*. ,1on
v' in%atti altro Dio %uori di 7e- <&ap )/,)( = 4ibbia 5d. Paoline
)*Q*>. $'ultimo testo biblico ispirato da Jahv, oltre a disconoscere
la Kesurre!ione, scon%essa il dogma della 7rinit6. :nche su questo
argomento nessun biblista ne parla.
Redazione online E&P editore@utopia.it


Jahv! l"e# politeista