Sei sulla pagina 1di 54

Domanda individuale

e domanda di mercato
1 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Argomenti trattati nel capitolo
Come ricavare la domanda di un consumatore
Come ricavare la domanda di mercato
Cosa il surplus dei consumatori
2 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
La curva di domanda
Dalla massimizzazione dellutilit, ricaviamo il paniere di
consumo ottimale (C
*
,V
*
)

Facendo variare il prezzo del bene P


C
, ricaviamo la curva di
domanda (individuale) del bene C. Facendo variare il prezzo del
bene P
V
, ricaviamo la curva di domanda (individuale) del bene V.
Quando un prezzo varia, occorre considerare due effetti
congiunti: reddito e sostituzione
Dalla domanda individuale possibile passare a quella di mercato
3 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Effetto delle variazioni di prezzo
Dalla curva prezzo-consumo si pu ottenere la curva di domanda
individuale per labitazione
Le curve di domanda individuale sono diverse a seconda delle preferenze
del consumatore
4
5
6
U
2
U
3
A
B
D
U
1
4 12 20
10
Ipotesi:
R = ! 20

P
V
= ! 2

P
C
= ! 2, ! 1, ! 0.50
Tre diverse curve
di i ndi f ferenza,
ciascuna tangente
a un vincolo di
bilancio
Cibo
(unit al
mese)
Vestiti
(unit al mese)
40
4 G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Osserviamo la curva prezzo-consumo: allaumentare di P


C

varia la quantit consumata dei due beni C e V:

Da D a B: aumenta P
C
, si riduce sia C che V (C e V sono
complementi in questo caso)

Da B a A: aumenta P
C
, si riduce C ma aumenta V (C e V
sono sostituti in questo caso)

Se allaumento di P
C
fosse !V=0, potremmo concludere che
i due beni sono INDIPENDENTI:
E
Pc,V
= 0
5 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Beni sostituti e complementi
Ricorda:

Due beni X e Y sono sostituti se E


Px, Y
> 0. Ovvero se quando
aumenta P
X
aumenta anche la quantit domandata di Y.

Due beni X e Y sono complementi se E


Px, Y
< 0. Ovvero se
quando aumenta P
X
diminuisce la quantit domandata di Y.

Due beni X e Y sono indipendenti se E


Px, Y
= 0. Ovvero se
quando aumenta P
X
non varia la quantit domandata di Y.
6 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Come avevamo notato prima:
Se la curva prezzo-consumo positivamente inclinata
signica che i due beni sono complementi (la domanda di
entrambi aumenta o diminuisce)
Se la curva prezzo-consumo negativamente inclinata
signica che i due beni sono sostituti (la domanda di uno
aumenta, quella dellaltro cala; o viceversa)
Le due situazioni possono vericarsi nella stessa curva
prezzo-consumo
7 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Costruiamo la funzione di domanda del
bene C
La funzione di domanda del bene C di un dato
consumatore indica come varia la quantit di cibo che
quel consumatore desidera acquistare al variare del
prezzo di C.
In particolare vogliamo sapere come varia la quantit
ottima C
*

al variare del prezzo P
C
.
Quindi studiamo come varia la scelta ottimale del
consumatore al variare del vincolo di bilancio
8 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Cibo
(unit al
mese)
La curva prezzo-consumo mostra i
panieri di beni che massimizzano
lutilit a diversi livelli del prezzo del
cibo
4
5
6
U
2
U
3
A
B
D
U
1
4 12 20
10
Vestiti
(unit al mese)
40
Curva prezzo-consumo
Curva di domanda
La curva di domanda individuale
mostra la quantit di un bene che un
consumatore compra a diversi livelli
del prezzo di quel bene
Cibo
(unit al
mese)
Prezzo
del cibo
H
E
G
!2.00
4 12 20
!1.00
!.50
A grafico precedente
B graco precedente
D graco precedente
9
La curva di domanda mostra come varia la quantit ottimale
per il consumatore, C
*
,

al variare del prezzo P
C
.
La curva decrescente (legge della domanda)
Ogni punto della curva corrisponde alleguaglianza tra SMS
e P
C
/P
V
nel graco della curva prezzo-consumo

Mano a mano che il prezzo scende si riduce anche il SMS


C,V
,
cio il valore relativo del cibo diminuisce al crescere della
quantit.
Quindi, a parit di altre condizioni, SMS
E
> SMS
G
(in G il
consumatore disposto a rinunciare a quantit inferiori di V)
10 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Le curve di domanda hanno due
importanti propriet
1. il livello di utilit raggiunto varia muovendosi lungo la
curva
2. in ogni punto della curva di domanda, il consumatore
massimizza la sua utilit in quanto il MRS tra cibo e
vestiti uguaglia il rapporto tra i prezzi del cibo e dei
vestiti.
11 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
12 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Ora vediamo cosa succede se invece del prezzo
di C facciamo variare il reddito del consumatore

E utile sapere come varia la quantit ottima C


*

al variare
del reddito del consumatore R.
Studiamo come varia la scelta ottimale del consumatore
al variare delle risorse disponibili
In questo modo otteniamo la curva reddito-consumo
(nel graco con le curve di indifferenza)
Laumento del reddito porta ad uno spostamento verso
destra della curva di domanda individuale
13 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Effetto delle variazioni di Reddito

la curva reddito-consumo traccia le combinazioni di cibo e


vestiti che massimizzano lutilit del consumatore per ogni
livello di reddito.
3
4
A
U
1
5
10
B
U
2
D
7
16
U
3
Ipotesi: P
c
= ! 1
P
v
= ! 2
M = ! 10, ! 20, ! 30
Curva reddito - consumo
Una variazione del reddito
induce il consumatore a
modicare le sue scelte, a
parit di prezzi
Vestiti
(unit al mese)
Cibo
(unit al
mese)

un aume nt o de l
reddi to sposta i l
vincolo di bilancio
v e r s o d e s t r a ,
a u me n t a n d o i l
consumo lungo la
c u r v a r e d d i t o -
consumo

al t empo st esso,
l a u me n t o d e l
reddi t o spost a a
destra la curva di
domanda
14 G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Nota che la curva D


1
la curva di domanda che avevamo
ricavato prima dalla curva prezzo-consumo. Ora,
aumentando R, abbiamo vericato come la domanda
individuale reagisce allaumento del reddito.
Abbiamo quindi motivato la variazione esogena della
domanda di mercato studiata nel capitolo 2.
Ricorda: il reddito dei consumatori era una delle variabili
esogene che poteva inuenzare la domanda di un mercato
(spostamento verso destra della domanda interpretato come
espansione della domanda nei periodi di boom economico)
16 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Osserviamo ora la curva reddito-consumo:
allaumentare di R aumenta la quantit ottimale di
entrambi i beni C e V.
Questo il caso pi frequente.
Se allaumentare del reddito aumenta la quantit di C e
V che il consumatore desidera acquistare, si dice che C
e V sono due beni NORMALI per quel consumatore
La curva reddito-consumo positivamente inclinata
per i beni normali
17 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Raramente si verica che allaumentare del reddito del
consumatore si riduce la quantit di un bene che il
consumatore desidera acquistare.
Se allaumentare del reddito R diminuisce la quantit
di C che il consumatore desidera acquistare, si dice che
C un bene INFERIORE per quel consumatore
La curva reddito-consumo negativamente inclinata
per i beni inferiori (anche per alcuni tratti soltanto)
Esempio: quando il suo reddito sufcientemente alto, il
consumatore riduce il consumo del bene di minor qualit
(hamburger) e aumenta il consumo del bene di maggior qualit
(bistecche)
18 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
quando la curva reddito-
consumo ha pendenza positiva:
la domanda aumenta con
il reddito
lelasticit della domanda
ri spet t o al reddi t o
positiva
il bene normale
Beni normali e beni inferiori
15
30
U
3
C
10 5 20
5
10
A
U
1
B
U
2
Curva reddito-consumo
tra A e B hamburger
e bistecche, si comportano
come beni normali
ma lhamburger diventa
un bene inferiore quando
la curva reddito-consumo
si piega allindietro tra
B e C
Bistecche
(unit al mese)
Hamburger
(unit
al mese)
quando la curva reddito-consumo
ha pendenza negativa:
la domanda diminuisce con il
reddito
l el asticit del l a domanda
rispetto al reddito negativa
il bene inferiore
19 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
La curva di Engel
La curva di Engel descrive la relazione esistente tra la quantit
(ottimale) consumata di un bene e il reddito del consumatore.
La curva di Engel si ricava dalla curva reddito-consumo mettendo
le quantit ottime di C ed il reddito del consumatore negli assi
Se il bene un bene normale la curva di Engel positivamente
inclinata
Se il bene un bene inferiore la curva di Engel negativamente
inclinata
20 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Curve di Engel
le curve di Engel mettono in relazione la quantit consumata con il
reddito
se il bene normale, la curva di Engel ha pendenza positiva
se il bene inferiore, la curva di Engel ha pendenza negativa
Cibo (unit
al mese)
30
4 8 12
10
Reddito
(! al mese)
20
16 0
Le curve di Engel
presentano una
inclinazione positiva
per beni normali
Bene inferiore
Bene normale
Hamburger (unit
al mese)
30
4 8 12
10
20
16 0
Le curve di Engel
presentano una
inclinazione negativa
per i beni inferiori
Reddito
(! al mese)
21
G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Lelasticit della domanda rispetto al
reddito

Variazione % di Q
D
in risposta a +1% di !R
E
D
R
> 0: beni normali
Se E
D
R
>1 beni di lusso (gioielli, auto di lusso)
Se E
D
R
<1 beni di prima necessit (cibo, medicinali)
E
D
R
< 0: beni inferiori (patate, carne grassa)
22
G. Pignataro Microeconomia SPOSI
23 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Curve di Engel per i consumatori degli Stati Uniti
24 G. Pignataro Microeconomia SPOSI

Una diminuzione (aumento) del prezzo di un bene ha due


effetti: leffetto di sostituzione e leffetto di reddito

Effetto di sostituzione: Il consumatore comprer una


quantit maggiore del bene il cui prezzo (relativo)
diminuito; una quantit minore del bene il cui prezzo
(relativo) aumentato

Effetto di reddito: Quando il prezzo di uno dei beni


diminuisce, il consumatore vede aumentare il suo potere
di acquisto
Effetto di reddito e effetto di sostituzione
25 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Effetto di sostituzione

Leffetto di sostituzione la variazione nel consumo di


un bene conseguente ad una variazione del suo prezzo,
mantenendo costante lutilit del consumatore

Quando il prezzo di un bene diminuisce, leffetto di


sostituzione porta sempre ad un aumento della
quantit domandata
Effetto di reddito

Leffetto di reddito la variazione nel consumo di un


bene conseguente a una variazione del potere di acquisto
del consumatore, mantenendo costante il prezzo del bene

Quando il potere dacquisto aumenta, leffetto di reddito


pu portare sia ad un aumento, sia ad una
diminuzione della quantit domandata
26 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
EFFETTI DI REDDITO E DI SODDISFAZIONE: BENI
NORMALI
Cibo (unit al mese)
O
Vestiario
(unit al
mese)
R
C
1
S
V
1 A
U
1
Con lef fetto di
reddito EC
2
, (da D
a B) si mantengono
cost ant i i prezzi
relativi, ma aumenta
il potere dacquisto.
Effetto di reddito
V
2
C
2
T
U
2
B
Quando diminuisce il
prezzo del cibo, il
consumo aumenta da
C
1
a

C
2
mentre il
consumatore si muove
da A a B.
\
E
Effetto totale
Effetto di
sostituzione
D
Co n l e f f e t t o d i
sostituzione C
1
E, (da
A a D), variano i prezzi
relativi ma si mantiene
costante il reddito reale
(soddisfazione).
27 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Cibo (unit
al mese)
O
R
Vestiario
(unit al
mese)
C
1
S C
2
T
A
U
1
E
Effetto di
sostituzione
D
Effetto Totale
Se il cibo un bene
inferiore, leffetto di
reddito negativo. In
questo caso leffetto di
sostituzione maggiore
delleffetto di reddito
B
Effetto di reddito
U
2
EFFETTI DI REDDITO E DI SODDISFAZIONE:
BENI INFERIORI
28 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Caso speciale: i beni cosiddetti di Giffen
Teoricamente, leffetto di reddito potrebbe portare a
una pendenza positiva della curva di domanda
Questo caso accade raramente
Afnch un bene sia di Giffen, oltre che inferiore esso
deve anche rappresentare una quota consistente della
spesa complessiva del consumatore
La curva di domanda per questi beni, che peraltro
molto difcilmente trovano riscontro nella realt,
inclinata positivamente
29 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
La curva di domanda per un bene di Giffen
30 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
EFFETTI DI REDDITO E DI SODDISFAZIONE:
BENI DI GIFFEN
Se leffetto reddito tale
da pi che compensare
leffetto di sostituzione,
allora leffetto totale della
riduzione (aumento) del
prezzo del bene conduce
a d u n a r i d u z i o n e
(aumento) nella quantit
consumata di quel bene
31 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
La curva di domanda di mercato
del bene C
Dopo aver imparato a ricavare la curva di domanda individuale
del bene C possiamo costruire la curva di domanda dellintero
mercato.
La curva di domanda dellintero mercato indica la quantit
(ottimale) di bene C che (tutti) i consumatori desiderano acquistare
al variare di P
C
Si ottiene sommando le curve di domanda individuali
32 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
La domanda di mercato
33 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
La domanda di mercato
Al prezzo P=4:
Q
A
= 0, Q
B
= 4, Q
C
= 7
Q
A
+ Q
B
+ Q
C
= 11
Ovvero Q
TOT
(P=4) = 11
34 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Nota che si tratta della somma orizzontale delle quantit: dato
ogni livello di prezzo, sommo tutte le quantit richieste a quel
prezzo.

Quindi devo partire dalla funzione di domanda diretta: Q


D
=
Q
D
(P)
La domanda di mercato si trova alla destra delle domande
individuali ed ha pendenza inferiore (in valore assoluto).
35 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Ricorda lelasticit della domanda
Elasticit della domanda
Misura la variazione percentuale della quantit
domandata al variare dell1% del prezzo
36 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Ricorda lelasticit della domanda
Elasticit della domanda
Misura la variazione percentuale della quantit
domandata al variare dell1% del prezzo
36 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Elasticit della domanda rispetto al prezzo e spesa
complessiva
S = P x Q
Lammontare complessivamente pagato dai compratori e ricevuto
dai venditori di un certo bene
!4
Domanda
Quantit
P
0
Prezzo
P X Q = !400
(spesa totale)
100
Q
37 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Domanda anelastica

E
p
minore di 1 in valore assoluto
La quantit domandata relativamente poco sensibile alle
variazioni di prezzo
La spesa totale dei consumatori (PQ) aumenta quando il
prezzo aumenta
38 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Curva di domanda anelastica
aumento della spesa se il prezzo aumenta
!1,10
Quantit
0
Prezzo
950
Spesa totale
= !1045
Domanda
!1
Domanda
Quantit 0
spesa totale = !1000
1000 litri
Prezzo
39 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
#=-0,5
Domanda elastica

E
p
maggiore di 1 in valore assoluto
La quantit domandata molto sensibile alle variazioni di
prezzo
La spesa totale dei consumatori (PQ) diminuisce quando il
prezzo aumenta
40 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Curva di domanda elastica
riduzione della spesa se il prezzo aumenta
Domanda
Quantit 0
Prezzo
!2
100 kg
Domanda
Quantit 0
Prezzo
Spesa totale = !187
!2,20
85 kg
Spesa totale = !200
#=-1,5
41 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Domanda perfettamente anelastica (rigida)
!5
4
Domanda
Quantit 100 0
1. Un
aumento
del prezzo
2. lascia inalterata la quantit domandata
Prezzo
Domanda perfettamente elastica

! =
"q
q
"p
p
= #$
!4
Quantit 0
Domanda
A 4 euro i consumatori sono
disponibili ad acquistare
qualunque quantit
Prezzo
Iperbole: elasticit costante (in questo caso =1)
Lelasticit pari a 1 in
ogni punto della curva: la
spesa dei consumatori PQ
costante in ogni punto
della domanda
43 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Elasticit e spesa totale dei consumatori
Domanda Se !P allora: Se "P allora:
Anelastica La spesa aumenta La spesa diminuisce
Isoelastica (=1) La spesa non varia La spesa non varia
Elastica La spesa diminuisce La spesa aumenta
44 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Con una funzione di domanda lineare
Q
P
|E
P
| =1
|E
P
| > 1 # un aumento di P riduce la spesa
|E
P
| < 1 # un aumento di P
aumenta la spesa
45 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
La domanda tende ad essere pi elastica
se il bene di lusso
quanto pi lungo il periodo che consideriamo
quanto pi elevato il numero di beni sostituti
La domanda tende ad essere pi anelastica (pi rigida)
se il bene di prima necessit
quanto pi breve il periodo che consideriamo
quanto pi ridotto il numero di beni sostituti
46 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
47 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Surplus del consumatore
Il surplus del consumatore misura quanto
acquistare un prodotto aumenta il benessere del
consumatore
Lo scambio volontario
Il consumatore acquista beni e servizi perch ci
aumenta il suo benessere
48 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Denizione di surplus del consumatore
Il surplus del consumatore la differenza tra il
prezzo massimo che un consumatore disposto a
pagare per ottenere un bene e il prezzo
effettivamente pagato per acquistarlo
Possiamo calcolare il surplus del consumatore a
partire dalla curva di domanda
49 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
La rendita (surplus) del consumatore
Consideriamo un consumatore. Il
primo biglietto vale per lui 20 Euro.
Il prezzo 14. Il surplus 6. Il
secondo biglietto vale 19 Euro.
Sommando il surplus per ogni
biglietto trovo il surplus totale
6+5+4+3+2+1=21 Il consumatore
acquista al massimo 7 biglietti
50 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
La rendita (surplus) dei consumatori
Considerando tutti i consumatori
i ns i eme rendi amo l e uni t
innitesime e otteniamo una curva
di domanda di mercato senza
discontinuit
51 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Il surplus del consumatore quindi larea compresa tra
la curva di domanda e il prezzo di mercato.
A cosa serve il surplus? Ad effettuare analisi di
welfare:
Ad analizzare costi e beneci di diverse strutture di mercato
A valutare politiche pubbliche che alterano i comportamenti
di individui e imprese (vedi esempio dellimposizione di un
prezzo minimo)
52 G. Pignataro Microeconomia SPOSI
Domanda di aria pulita
Clean Air Act (1977):
i n a s p r i me n t o d e l l a
normativa sulle emissioni
delle automobili.
Questa regolamentazione
stata vantaggiosa?
Il triangolo rappresenta il surplus del consumatore
generato da una riduzione dellinquinamento
dellaria. Il surplus si crea perch la maggior parte
dei consumatori disposta a pagare pi di !1000 per
ogni riduzione unitaria dellossido di azoto.
Il benecio di unaria pi
pulita stato sufciente a
bilanciare i costi imposti
direttamente ai produttori
d e l l e a u t o mo b i l i e d
i n d i r e t t a me n t e a g l i
acquirenti delle auto?
53 G. Pignataro Microeconomia SPOSI