Sei sulla pagina 1di 11

Sono Giuseppina Cogliardi, meglio cono-

sciuta come Pinuccia; ho 61 anni e vivo


a Galbiate da pi di 40. Ho trascor-
so la maggior parte della mia
vita in questo luogo piacevole,
abitato da una Comunit
operosa e accogliente.
Per diversi di voi sono la
maestra Pinuccia, per-
ch insegno nel terri-
torio da 35 anni. Altri
mi conoscono per la
mia esperienza am-
ministrativa come
Assessore e come
Consigliere, prima
in Comune e adesso
in Provincia. Oppure,
molto pi semplice-
mente, sono Pinuccia,
la mamma di Lara.
Mi sono messa a dispo-
sizione dei Galbiatesi dai
tempi della nascita del Pro-
getto Giovani e dagli anni del-
la collaborazione con la Pallavolo
Galbiate.
Il tempo passato, ma, allora come oggi, mi animano entusiasmo e passione
nel mettermi al servizio della Comunit. E dunque eccomi qui, alla guida di
Galbiate Cambia, un progetto in cui credo fortemente e a cui intendo lavorare
con garbo e determinazione.
IL NOSTRO CANDIDATO SINDACO: PINUCCIA COGLIARDI
La nostra lista civica Galbiate Cambia ispirata ai valori del Centro Sinistra:
la solidariet, lequit, la sostenibilit e lattenzione affnch ci sia un futuro per
tutti. Non solo: a questo necessario aggiungere anche la capacit e la determi-
nazione nel perseguire una cultura del cambiamento, solitamente tanto invocato
quanto poco realizzato.
Siamo donne e uomini di et, competenze e sensibilit diverse che si impegnano
con entusiasmo e spirito innovativo per progettare e realizzare il futuro di Gal-
biate.
Le nostre proposte programmatiche sono il frutto di un ampio confronto con
Associazioni, gruppi e singoli cittadini. Per noi, fondamentale attuare scelte
condivise attraverso momenti di ascolto e di raccolta di informazioni, ai quali
importante si aggiunga una costante discussione sulle priorit e sulle decisioni.
Diciamo Galbiate Cambia perch cambiare una necessit: tutto cambia ve-
locemente e il futuro spesso percepito come una minaccia; al contrario, im-
portante guardare lontano, comprendere nuovi bisogni, leggere le opportunit e
attuare progetti a lungo termine. Per farsi trovare preparati occorre anticipare
il futuro.
Vorremmo andare oltre la manutenzione del presente, pur necessaria, ma non
suffciente. Intendiamo lavorare tutti insieme, in squadra, per il benessere e la
crescita sostenibile di Galbiate, un paese ricco di potenzialit ambientali e cultu-
rali, abitato da gente operosa e solidale.
Siamo consapevoli del fatto che chi amministrer si ritrover a gestire tanti pro-
blemi con poche risorse. Ciononostante, la crisi che noi tutti percepiamo pu
essere uno stimolo ad abbandonare qualche vecchia certezza e ad intraprendere,
con maggior determinazione, altre strade. La ricerca di ulteriori sinergie tra Enti
o tra pubblico e privato, la progettazione di nuovi modelli di sviluppo sostenibi-
le, la maggior consapevolezza dellimportante patrimonio galbiatese e delle sue
potenzialit turistiche possono essere sicuramente delle risposte per migliorare
il futuro.
Questo per noi il senso profondo della parola cambiare e per questo intendia-
mo impegnarci lavorando con modestia e competenza.
SEGUITECI SU WWW.FACEBOOK.COM/GALBIATECAMBIA GALBIATECAMBIA@LIBERO.IT
MODESTIA E COMPETENZA PER CAMBIARE IL NOSTRO PAESE
CAMBIARE PER... MIGLIORARE IL FUTURO
TURISMO SOSTENIBILE
Turismo per noi signica sviluppare in maniera sostenibile un potenziale inespres-
so. In un momento di difcolt, fondamentale prendere consapevolezza della
rara bellezza del nostro territorio e cogliere lopportunit (anche economica) che
questa rappresenta. un cambiamento che richiede tempo, lungimiranza e competenza
e che non pu essere improvvisato; deve passare attraverso la condivisione di un impegno
da parte dellintera Comunit. Per questo, abbiamo impostato un progetto approfondito
attraverso il quale intendiamo:
favorire con decisione tutte le sinergie. determinante che sorga una rete
tra Enti pubblici, tra pubblico e privato o tra privato e privato. Solo condivi-
dendo lo sforzo, tutti possono trarne vantaggio;
pensare in una dimensione territoriale. Favoriremo le relazioni con i Co-
muni circostanti proponendoci come Comune coordinatore e capofla di un
sistema turistico nella zona;
pensare a un marchio turistico, che permetta uneffcace e immediata
identifcazione territoriale;
creare un portale internet dedicato;
recuperare risorse investendo su una fgura che intercetti in maniera metodica
bandi europei, nazionali, regionali e di Fondazioni;
sviluppare il dialogo con le Associazioni (di volontariato e di categoria),
sia interne sia esterne al paese, anche per co-progettare eventi di
richiamo che possano essere unopportunit per la realt
galbiatese tutta;
porre la massima attenzione alla cura del
nostro territorio, usando gusto nellarredo
urbano e ampliando la cartellonistica (che
parta dai punti di accesso al paese, come
la stazione ferroviaria di Sala al Barro,
Ponte Azzone Visconti e lautostazione
di Galbiate);
favorire la costruzione di un tessu-
to di ricettivit e di servizi al turista
che sia di qualit, offrendo soste-
gno a tali iniziative attraverso tuto-
raggio, assistenza burocratica, prestiti
donore e la concessione temporanea di locali comunali;
costruire progetti mirati, per attirare investimenti in uninterazione fra
pubblico e privato;
sollecitare la nascita di cooperative che si occupino della manutenzione e
della promozione del territorio, cos da offrire opportunit di inserimento lavo-
rativo ai soggetti pi in diffcolt (giovani, precari, ecc..);
aderire al PLIS (Parco Locale di Interesse Sovracomunale) del Monte di
Brianza. Un Parco senza vincoli, che favorisce per la sinergia tra Comuni e
che farebbe di Galbiate un Comune tra due parchi e tra due laghi;
valorizzare la cooperazione con il Parco Monte Barro;
uniformarci a criteri nazionali e internazionali di sostenibilit, perch Gal-
biate divenga un Comune uffcialmente riconosciuto come sostenibile;
arricchire il materiale divulgativo relativo al nostro paese e creare un info-
point;
sviluppare i servizi per le attivit outdoor (arrampicata, escursionismo,
mountain bike, equitazione, pesca, wind-surf, kayak) che, data la conformazione
del nostro territorio, rappresentano una risorsa importante sulla quale investire;
promuovere un progetto di Econavigazione sul lago di Annone;
completare la pista ciclabile a Sala al Barro.
SOSTENIBILIT: RALLENTARE PER CRESCERE
Il nostro progetto per il futuro di Galbiate passa per il concetto di sostenibilit, che dovr
coinvolgere pi aspetti del territorio, dal sociale alleconomico, dallambientale al culturale.
Un Comune sostenibile un modello amministrativo lungimirante che non si limita
a soddisfare i bisogni di oggi, ma cerca nuove risposte senza
compromettere il futuro dei propri cittadini. In unepoca in cui
il livello di criticit dellambiente sta raggiungendo un
punto di non ritorno, ci proponiamo di fermare
questo processo con progetti che riequilibrino
il rapporto uomo-natura, quali:
aderire al progetto Spre-
cozero.net, attraverso il
quale lAmministrazione
si impegna a ridurre
gli sprechi attuando
un decalogo che
prevede program-
mi educativi
nelle scuole,
recupero di
prodotti rima-
sti invenduti
da destinarsi
ai cittadini
meno abbien-
ti e incentivi
alla ricettivit
a km zero.
Partecipare,
inoltre, alla realizzazione di una
rete di Comuni a Sprecozero per
confrontare, condividere e rea-
lizzare le buone pratiche contro
lo spreco;
migliorare e ampliare la rac-
colta differenziata, sostenendo a
livello sovracomunale modelli di
incentivazione tesi a conferire al
rifuto un valore di scambio;
diffondere anche nelle frazioni
del paese le casette dellacqua
comunali che possono, come le
antiche fontane, svolgere anche un ruolo
di aggregazione sociale;
sostenere la diffusione della pratica del com-
postaggio sia a livello privato sia nelle scuole;
incoraggiare il diffondersi di una cultura del recu-
pero dellusato, attraverso lindividuazione di un luogo di
scambio in collaborazione anche con Associazioni locali;
rivedere il concetto di opera pubblica: non si migliori se si costruisce
di pi. Va messa al centro la capacit di rallentare, intesa come privilegiare il
recupero e la valorizzazione dellesistente;
investire sulla mobilit lenta e sostenibile: il Piedibus, le piste ciclabili e i
percorsi protetti;
valorizzare la collaborazione con Associazioni che sviluppano temi legati alla
sostenibilit;
operare affnch questo impegno si traduca in riconoscimenti ufciali
di cui fregiarsi (ottenibili attraverso il rispetto di determinati parametri) e che
possano avere un ritorno sia economico sia di immagine;
URBANISTICA
Per salvaguardare il nostro territorio con le sue potenzialit paesaggistiche e ambientali, ci
proponiamo di:
limitare le nuove edifcazioni, favorendo il recupero edilizio, leffcienza
energetica, il buon gusto architettonico e la coerenza con il paesaggio;
incentivare il recupero dei vecchi nuclei abitativi;
favorire lattraversamento in sicurezza delle nostre strade provinciali e in
prossimit di luoghi di pubblico interesse (come scuole e cimiteri) con:
- la predisposizione, dove lampiezza della carreggiata lo consente, di isole
salvagente per attraversamenti pedonali protetti;
- altrimenti, linstallazione di segnalatori luminosi dissuasori di velocit;
facilitare la mobilit lenta attraverso:
- la manutenzione e lo sviluppo della rete dei marciapiedi;
- il completamento della pista ciclabile intorno al lago di Annone;
- la creazione di un camminamento protetto che colleghi Solaro al cen-
tro di Galbiate;
- il porre attenzione alle scelte che riguardano il ponte Azzone Vi-
sconti, affnch il progetto di attraversamento pedonale ven-
ga realizzato in maniera funzionale anche alle necessit
degli abitanti della frazione;
la partecipazione a progetti sovracomuna-
li che favoriscano la costruzione di un
collegamento ciclo-pedonale tra la
frazione di Sala al Barro e il lago;
confrontarsi con le Ferrovie
dello Stato nellambito del loro
progetto di costruzione di un
sottopasso al fne delleli-
minazione del passaggio a
livello a Sala al Barro;
salvaguardare dalledif-
cazione aree strategiche
dove in futuro potrebbe
concretizzarsi un pro-
getto di attraversamen-
to del paese evitando
di passare per il centro
storico.
salvaguardare e potenziare i sottoservizi in collaborazione con gli Enti sovra-
comunali preposti, in particolare la rete idrica, fognaria e telematica;
instaurare un tavolo di confronto con Enti preposti e privati per il recupe-
ro di cava Mossini, anche al fne di restituire ai cittadini di Ponte Azzone
Visconti un contesto ambientale fruibile e sicuro;
salvaguardare il territorio con politiche forestali tese a coltivare e ripopolare i
nostri boschi con piante tradizionali;
investire nella rimozione delle barriere architettoniche negli edifci
pubblici e sulle strade.
VIABILIT
Per rendere pi agevoli, sicuri e piacevoli gli spostamenti a Galbiate, pensia-
mo di:
potenziare la realizzazione di parcheggi in-
torno al centro storico di Galbiate e conte-
stualmente vericare la possibilit
di riaprire il doppio senso di marcia in
Via Milano per il traffco leggero,
ripensando lincrocio con Via Aldo
Moro e Via Crocifsso, al fne di
alleggerire il traffco su Via IV
Novembre;
dedicare uno spazio di
sosta breve nellarea in
prossimit della farmacia;
realizzare opere di
asfaltatura delle strade
comunali e sollecitare
lintervento di manu-
tenzione per quelle
provinciali. Operare
in sinergia con il Parco
Monte Barro per la mes-
sa in sicurezza del fondo
stradale di Via Balassi
fno allEremo di Monte
Barro;
Maria Assunta Rota
56 anni, imprenditrice agricola
Alessio Dossi
26 anni, neo laureato in Scienze Filosofche
Paola Golfari
51 anni, farmacista
Ildefonso Colombo
63 anni, Dir. Azienda in pensione
Andrea Corti
26 anni, consulente informatico
Claudio Negri
39 anni, bancario
Cristina Tentori
46 anni, infermiera
Luca Benfante
24 anni, universitario, istruttore di nuoto, Cons. Comunale uscente
Matteo Riva
22 anni, universitario
Pino Zampaglione
61 anni, pensionato
Valeria Cattaneo
50 anni, docente di scuola superiore,
Cons. Comunale uscente
Giuseppina (detta Pinuccia) Cogliardi
61 anni, insegnante
Gioele Lualdi
19 anni, universitario
LAVORI PUBBLICI
La scelta delle priorit nella gestione e nella progettazione delle opere pubbliche deve essere
condivisa dai Cittadini e si inserisce in unottica di riqualicazione territoriale
legata alla vocazione turistico-culturale di Galbiate e alla necessit di razionalizzazione
delle spese.
Niente contenitori da costruire prima di aver individuato e condiviso con la Comunit il con-
tenuto. In questo ambito risultano quanto mai strategiche le sinergie tra Enti e tra pubblico e
privato. Ci proponiamo di:
dare una destinazione defnitiva a Villa Bertarelli che pu diventare un vo-
lano economico sfruttando le potenzialit culturali e turistiche di Galbiate. Rite-
niamo indispensabile instaurare una sinergia tra pubblico e privato e fra i vari
Enti sovracomunali per defnirne il futuro, che deve essere comunque condiviso
con la comunit galbiatese;
riqualifcare in tempi brevi larea dellautostazione, porta dingresso del pa-
ese; nel caso non ci fosse la possibilit di collaborazioni con il privato, occorrer
pensare a una soluzione meno impegnativa dal punto di vista economico, ma
che permetta comunque di trovare in tempi brevi una destinazione decorosa
alla struttura;
adeguare e ampliare le strutture sportive del Comune, in particolare le
palestre, per rispondere alle diverse esigenze di Associazioni sportive, culturali e
sociali;
riqualifcare le strutture scolastiche del Comune, rendendole nel tempo
adeguate alle necessit emergenti oltre che ai bisogni attuali;
in collaborazione con la Comunit Montana, portare fnalmente a termine i
lavori a Villa Ronchetti, che la prestigiosa sede di questo Ente. A suo carico
avvenuta la ristrutturazione delledifcio; mancano ancora la sistemazione del
cortile e del muro di cinta verso Via Vasena, con conseguente allargamento del
marciapiede esterno;
realizzare a Sala al Barro, ampiamente fnanziato da fondi sovracomunali,
un centro di canoa regionale per la promozione dellattivit sportiva per la
disabilit;
riqualifcare la Bocciola Libert con la relativa rimozione e sistemazione
della copertura;
mettere a norma, per un utilizzo pubblico, i servizi igienici del Circolo Arci di
Galbiate.
SICUREZZA
Sentirsi protetti e sicuri un diritto di tutti i
cittadini. Ci proponiamo di:
potenziare le azioni di monitoraggio
del territorio attraverso: la sinergia con
i Comuni limitrof per consentire di met-
tere in rete risorse tecniche, economiche e
professionali; la collaborazione con le altre
forze dellOrdine;
potenziare gli impianti di illuminazione
nelle zone periferiche del paese;
utilizzare al meglio le telecamere;
riconoscere il ruolo di presidio del territorio svolto da
attivit commerciali e artigianali;
promuovere i corsi di autodifesa femminile;
valorizzare il gruppo comunale di Protezione Civile, supporto fonda-
mentale per lAmministrazione nella gestione di eventi calamitosi, ma anche
una realt molto attiva nella realizzazione di eventi sportivi, ricreativi e nelle
iniziative di solidariet;
vigilare affnch si realizzi pienamente il Centro di Protezione Civile
Provinciale a Sala al Barro.
CULTURA E POLITICHE GIOVANILI
In ambito culturale, la sda quella di mettere in relazione tra loro storia, saperi e
tradizioni locali, per contribuire al rafforzamento di una coscienza territoriale capace, per, di
integrarsi con le diversit e di essere un volano di sviluppo turistico ed economico del territorio.
I giovani sono il futuro della nostra Comunit: dobbiamo investire sui loro interessi e sui
loro bisogni, pensare a come trascorrono il tempo libero, ma anche al loro desiderio di realiz-
zarsi nella societ attraverso il lavoro ed il rendersi utili, Per questo ci proponiamo di:
promuovere sinergie e collaborazioni con il Parco del Monte Barro e i suoi
musei, la biblioteca e altre realt culturali;
rientrare nel circuito dei siti cluniacensi, riconoscendo al nostro sito di
Figina lappartenenza alla rete culturale di valenza sovranazionale;
realizzare itinerari tematici in collaborazione con le Associazioni e la Pro
Loco, per promuovere la conoscenza e la frui-
zione turistica del territorio;
creare degli eventi specifci legati alla peculiari-
t del territorio;
prevedere una mansione, fra i dipendenti
comunali, che si occupi di coordinare le varie
manifestazioni proposte dalle Associazioni;
facilitare lo scambio di competenze tra genera-
zioni organizzando corsi fnalizzati allapprendimento
e allo sviluppo di abilit artigianali;
proseguire e rafforzare la collaborazione con il Distretto
Culturale del Barro, Associazione sovracomunale che promuove progetti
fnalizzati ai temi della coesione sociale e dellidentit territoriale;
adeguare limpostazione attuale del Parco Ludico alle reali esigenze dei
giovani galbiatesi, aumentando le ore di apertura e favorendo anche una reale
co-progettazione con le agenzie educative e le Associazioni del territorio.
Lobiettivo che possa gradualmente diventare uneffettiva risorsa per la cresci-
ta e laggregazione delle future generazioni, con fnalit educative chiaramente
defnite;
organizzare un gruppo di studio, formato prevalentemente da giovani,
operante sul territorio, con la fnalit di documentare e ampliare la ricerca stori-
ca, artistica e antropologica su Galbiate;
favorire le collaborazioni con il mondo universitario per realizzare progetti
di ricerca (con possibilit di borsa di studio) che portino nuove risorse culturali a
Galbiate;
incoraggiare le iniziative giovanili sostenendo, anche per laspetto burocratico-
organizzativo, la progettazione di eventi ricreativi, culturali e sportivi;
coinvolgere i giovani attivando stage con riconoscimento di crediti formativi.
AGRICOLTURA E COMMERCIO
Intendiamo migliorare il futuro delle aziende agricole, delle attivit artigianali e dei negozi di
vicinato. Sono realt economiche di antica tradizione che hanno un impatto diretto sul territorio
e la sua Comunit. Ci proponiamo di:
pensare a un marchio territoriale per promuovere e rendere riconoscibili i
prodotti locali e la loro qualit;
assistere gli agricoltori e i commercianti nella compilazione di documenti e
pratiche burocratiche per facilitare la partecipazione a bandi e a richieste di
fnanziamenti;
valorizzare la Consulta del commercio ed istituire la Consulta
dellagricoltura, per facilitare la collaborazione e la realizzazione di inizia-
tive mirate a favorire il mantenimento e lo sviluppo di questi importanti settori
economici;
organizzare, in accordo con lIstituto Comprensivo di Galbiate, dei labora-
tori didattici allinterno delle aziende agricole, con lintento di salvaguardare e
diffondere un importante patrimonio di conoscenze;
sostenere e potenziare il mercatino agricolo, valutando la possibilit di
portarlo anche nelle frazioni;
incentivare la salvaguardia e la manutenzione del patrimonio boschivo, anche
per riqualifcare i sentieri e le strade in ambito rurale.
SERVIZI SOCIALI: CUORE E COMPETENZA
Crediamo che la persona e la famiglia debba-
no essere al centro di qualsiasi scelta strategica,
organizzativa e politica. Per questa ragione,
intendiamo sicuramente impegnarci per
garantire lesistente, ma anche per es-
sere presenti in tutte le sedi
in cui saranno prese decisioni che
riguardano i bisogni sociali
e sanitari dei Galbiatesi.
Intendiamo inoltre:
valorizzare il
Centro Diurno di
Assistenza (Centro
Medico) organiz-
zando, in un unico
polo, i servizi sani-
tari e sociali attraver-
so le seguenti azioni:
- attribuzione
CAMBIARE PER... ANTICIPARE IL FUTURO
di alcuni spazi al
Gruppo di cure
primarie (gruppo
dei medici di famiglia)
garantendo ai cittadini
maggiori servizi;
- valutazione della
possibilit di mantenere
in questa sede il servizio di
sioterapia (Gimar);
- verifca della possibilit di
garantire lassistenza infermie-
ristica (anche per prestazioni quali
la somministrazione di farmaci, lesecu-
zione di medicazioni ecc..), eventualmente
in collaborazione con lASL o con il Gruppo di
cure primarie;
- continuit delle azioni rivolte alle persone anziane;
coinvolgere la R.S.A. Villa Serena nella gestione dei bisogni so-
ciosanitari della Comunit di Galbiate;
implementare la gestione associata dei servizi sociosanitari e sociali al fne
di garantire ai Cittadini galbiatesi servizi idonei per rispondere ai bisogni sem-
pre pi complessi della persona e della famiglia;
collaborare con altri Comuni del territorio per contrastare il diffondersi della
ludopatia;
investire nella formazione delle gure di supporto nellassistenza alle perso-
ne fragili;
creare reti con le Associazioni attive nellambito del volontariato al fne di
garantire un supporto a queste ultime e contemporaneamente ai cittadini, che
benefciano dei servizi offerti dalle Associazioni stesse;
coinvolgere il Centro Diurno Integrato per garantire maggiormente i servizi
sul territorio agli anziani e alle persone con fragilit;
potenziare i servizi per le frazioni per garantire la risposta ai bisogni pri-
mari (ad esempio, coinvolgere le Associazioni in attivit di consegna a domicilio
di alimenti e farmaci per le fasce deboli);
potenziare la collaborazione con le cooperative sociali, che svolgono un
ruolo importante nellambito dellinserimento sociale e lavorativo delle persone
pi fragili o in momentanea diffcolt.
SISTEMA SCOLASTICO
Pensare e progettare il
sistema scolastico signica, oggi pi
che mai, occuparsi del nostro futuro:
le giovani generazioni. Occorre investire
molto sulla loro educazione, ma anche
rispondere, nel modo pi competente e condi-
viso possibile, al problema del calo demograco.
Nello specico, ci proponiamo di:
avviare unattenta analisi della situazione
delle scuole galbiatesi: strutture e andamento delle
iscrizioni;
coinvolgere tutte le componenti (operatori e famiglie)
delle scuole pubbliche e paritarie del Comune ad un tavolo di confronto e
di pianifcazione dellofferta formativa futura;
confermare e ampliare il sostegno economico alle scuole dellinfanzia parita-
rie, al fne di calmierare il costo della retta per le famiglie;
potenziare lattrattivit delle nostre scuole primarie e secondaria di primo
grado, attraverso investimenti sulle strutture e sui servizi.
SPORT
Crediamo nel valore dello sport come momento educativo di crescita personale e collettiva. Per
questa ragione, riteniamo importante:
valorizzare il ruolo della Consulta dello sport come luogo di confronto e
di progettazione condivisa per lofferta di attivit sportive e la gestione degli
impianti comunali;
ottimizzare lutilizzo e la fruibilit degli impianti sportivi attraverso inter-
venti di manutenzione e ampliamento volti a risolvere, per quanto possibile, le
problematiche esistenti;
potenziare Galbiate per lo Sport, per promuovere e incentivare la collabo-
razione tra le diverse realt sportive presenti nel nostro territorio;
sostenere il Campus Sport Galbiate come possibile proposta estiva per i gio-
Campus Sport Galbiate,
Polgina.
vani; contestualmente riconoscere e sostenere il ruolo aggregativo e formativo
svolto dagli oratori feriali;
favorire la realizzazione di nuovi corsi sportivi, cercando di essere vicini alle
esigenze degli adolescenti;
reintrodurre il Piano di Offerta Sportiva Scolastica rivolto a tutte le scuo-
le di Galbiate, pubbliche e paritarie.
PARI OPPORTUNIT
Perch il futuro possa essere migliore per tutti e non solo per alcuni, ci proponiamo di:
supportare progetti di integrazione rivolti a persone diversamente abili,
anche nellambito sportivo;
promuovere la partecipazione di persone diversamente abili in attivit social-
mente utili e favorire il loro inserimento lavorativo;
sostenere lattivit dello Sportello Antiviolenza, da poco insediato al Con-
sultorio di Galbiate;
attivare un corso di alfabetizzazione per stranieri, realizzato nellambito
del progetto Vivere in Italia e fnanziato da Regione Lombardia con fondi
europei.
COMUNICAZIONE E GESTIONE DELLA MACCHINA COMUNALE
Riteniamo un obiettivo prioritario rispondere alla richiesta di trasparenza e partecipazione
della cittadinanza. Linformazione diffusa, il confronto e il coinvolgimento vogliono essere
i nostri principi ispiratori, soprattutto in occasione delle scelte pi importanti.
nostra intenzione lavorare in modalit di co-progettazione con altri Comuni, Coope-
rative e Associazioni presenti sul territorio, coinvolgendoli sin dalla fase progettuale iniziale e,
per quelli che saranno disponibili, anche nelle fasi di gestione ed erogazione del servizio
stesso. Per questo, riteniamo fondamentale:
individuare tra i Consiglieri Comunali una fgura delegata alla comunicazio-
ne;
valorizzare gli strumenti di comunicazione classici e arricchirli, adeguandosi
alle nuove forme di comunicazione:
- utilizzo dei social network per diffondere in tempo
reale le informazioni sulle novit;
- riproposizione del Notiziario comu-
nale in formato digitale con la pos-
sibilit di stamparlo in formato
cartaceo;
- diffusione in streaming
del Consiglio Comunale;
istituire sportelli multi-
funzione nelle frazioni
come luoghi di con-
sulenza e supporto
anti-burocratico (ad
esempio, sostegno
alla compilazione
di moduli per pa-
gamenti o richieste
di fnanziamento);
investire nellam-
bito del personale
del Comune in una
fgura che si occupi
in modo sistemati-
co di intercettare ban-
di a favore di categorie
specifche e di progetti di
interesse pubblico;
valorizzare momenti di
confronto e di proposta nei vari
reparti del territorio comunale, da
riportare a sintesi non solo allinterno
dellAmministrazione comunale, ma mante-
nendo aperta la discussione allintera cittadinanza.
CAMBIARE PER... CONDIVIDERE IL FUTURO
STAMPATO SU CARTA 100% RICICLATA
Nominativo di un candidato in lista
25 MAGGIO 2014
LISTA N.3
Stampato Su Carta 100% Riciclata