Sei sulla pagina 1di 19

Il mondo delle immagini alla portata di tutti

extra

Speciale Fotografia Digitale Fotocamere Consigli &Trucchi Tecnica


SOMMARIO

www.zdnet.it

La foto digitale svelata

Tutto ci che necessario sapere per scegliere la fotocamera pi adatta

Pag. 2

I trucchi del fotografo

Tecnica, trucchi e accorgimenti per scattare immagini di grande effetto

Pag. 8

Siamo tutti un po artisti


La fotografia digitale ormai una tecnologia alla portata di tutti; prezzi e caratteristiche delle fotocamere sono molto diversi e bisogna saper scegliere il modello pi adatto alle proprie esigenze. Tuttavia, non solo una buona macchina fotografica a essere determinante per ottenere fotografie di qualit. Spesso alcune foto devono essere ritoccate per diventare veramente perfette, eliminando imperfezioni, colori dominanti, problemi di esposizione e il fastidioso effetto occhi rossi. Se non siamo esperti
www.zdnet.it

Come migliorare le fotografie digitali Le stampanti a getto dinchiostro Memory card senza segreti

e siamo utenti alle prime armi, non preoccupiamoci: con pochi colpi di mouse e un programma di fotoritocco potremo trasformare radicalmente una foto fino a ottenere un prodotto quasi professionale. Questo primo speciale di ZDNet Italia intende aiutare il lettore a comprendere i principi della fotografia digitale, facendo comprendere il funzionamento delle fotocamere e la tecnica per ottenere le immagini migliori, senza dimenticare i trucchi e gli accorgimenti per scattare da subito ottime fotografie.

Una guida al fotoritocco per rendere perfette le vostre immagini

Pag. 11

Conosciamo le stampanti inkjet: per portare su carta le foto migliori

Pag. 13

Tutto sui supporti di registrazione delle immagini

Pag. 15

Scegliere uno scanner

Trasformiamo le foto su pellicola in fotografie digitali

Pag. 17

ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 1

Speciale Fotografia Digitale


TECNOLOGIA

La fotocamera digitale svelata


di Stefano Gargano

Ecco tutto ci che serve sapere sulle fotocamere digitali. Scoprite con noi quella pi adatta alle vostre necessit

e non avete ancora le idee chiare, possiamo comprendervi: scegliere un modello digitale adatto alle vostre necessit non semplice. Le fotocamere digitali sono pi complesse delle macchine fotografiche tradizionali, proprio come un pc pi complesso di una macchina per scrivere. In questo articolo vi spiegheremo tutto quello che occorre sapere sulle fotocamere digitali. Una volta letto, siamo certi che sarete in grado di prendere una decisione competente sul modello di fotocamera pi adatto alle vostre necessit.

della fotocamera. Pi recettori ci sono sul sensore, pi alta sar la risoluzione dellimmagine; aumentando la risoluzione dellimmagine, aumentano le dimensioni della fotografia risultante. La maggior parte delle fotocamere di alta qualit attuali usa un sensore detto CCD (Charge Coupled Device), mentre le fotocamere economiche di fascia bassa usano un sensore di tipo CMOS (semiconduttore a ossido di metallo). I chip di tipo CMOS sono pi semplici ed economici da produrre ma non raggiungono la qualit dimmagine tipica dei CCD. Il termine risoluzione si riferisce al numero di pixel presenti in unimmagine. Pixel significa picture element (elemento componente limmagine) e rappresenta lunit pi piccola di unimmagine digitale. Per capire meglio che cosa sia un pixel basta guardare una fotografia a colori su un giornale attraverso la lente dingrandimento. Si vedr che limmagine composta da piccoli punti vicinissimi tra loro; nelle immagini digitali la stessa cosa, ma i pixel sono molto pi piccoli. Le fotocamere VGA (Video Graphics Array) sono tradizionalmente le meno

Sensore e risoluzioni

Il sensore il cuore di ogni fotocamera digitale. E il chip elettronico che assorbe la luce e la traduce in un file digitale. La capacit del sensore determina la qualit di riproduzione di una fotocamera. Le fotocamere digitali hanno sensori da meno di uno uno, fino a cinque megapixel, il che significa che dispongono di milioni (il suffisso mega in megapixel significa un milione) di fotorecettori sensibili alla luce. I fotorecettori convertono in un file digitale la luce che attraversa lobiettivo

costose sul mercato. Il sensore di una fotocamera VGA registra solamente 300.000 pixel, che sono organizzati in righe e colonne. Unimmagine VGA ha 640 righe e 480 colonne di pixel, cio ha una risoluzione di 640 x 480 punti. Una immagine di questo tipo va benissimo se la si guarda sullo schermo del computer o su un sito Internet, e si pu stampare senza problemi in formato 10x15.

Ma se si cerca di ingrandirla oltre il formato 10x15 cm, la qualit peggiora notevolmente, poich i 300.000 pixel che formano limmagine non contengono abbastanza informazioni GLOSSARIO da consentire un ingrandimento. Le fotocamere XGA (ExtenCCD (Charge Coupled Device) Circuito integrato sensibile alla luce. Converte le immagini ottiche in dati elettronici. ded Graphics Array) e quelle da un megapixel, registrano da CMOS (Copper Metal Oxide Semiconductor) CCD utilizzato nelle moderne fotocamere digitali: consuma una ridotta quantit. 700.000 a 1.300.000 pixel. Una fotografia con questa risoluzioDPI (Dots Per Inch) Numero di pixel per pollice. Definisce la qualit di una stampa. ne pu essere stampata in formato 13x18 cm ma, come per ISO (International Standards Organization) Indica la sensibilit delle pellicole. Il sistema riunisce i precedenti sistemi ASA/DIN. le fotocamere VGA, aumentare ulteriormente le dimensioni di LCD (Liquid Crystal Display) Display a cristalli liquidi. E utilizzato per le inquadrature o per gestire i menu di configurazione della fotocamera. stampa causa una notevole perdita di qualit dellimmagine. PIXEL (Picture Element) Uno dei centinaia di migliaia di puntini che formano limmagine elettronica Poich le fotocamere da due e tre megapixel sono quelle magVGA (Video Graphics Array) Dimensioe dellimmagine parti a 640x480 punti giormente commercializzate, il prezzo delle XGA e di quelle SVGA (Video Graphics Array) Dimensioe dellimmagine parti a 800x600 punti da un megapixel sta scendendo rapidamente. In commercio si XGA (Video Graphics Array) ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 2

www.zdnet.it

Speciale Fotografia Digitale


trovano buone fotocamere XGA e da un megapixel attorno ai trecento euro.

La risoluzione ideale

Con una capacit di due milioni di pixel, le fotocamere da due megapixel hanno una risoluzione di 1600x1200 e oltre. Unimmagine in risoluzione 1600x1200 permette di ottenere stampe in formato 24x36 di buona qualit, quindi se desiderate una fotocamera digitale che offra stessa qualit e dimensioni di stampa di una macchina fotografica tradizionale, vi consigliamo di acquistare una fotocamera da due megapixel. Poich le fotocamere da tre megapixel sono sul mercato gi da parecchi mesi, il prezzo di quelle da due megapixel sta costantemente scendendo. Il prezzo di una buona fotocamera da due megapixel si aggira attorno ai cinquecento euro. Le fotocamere da tre megapixel registrano tre milioni di pixel e sono in grado di produrre stampe di buona qualit in formato 30x40 e oltre. Anche se la maggior parte dei fotoamatori non stampa quasi mai in formato 30x40, avere a disposizione la risoluzione sufficiente a farlo utile in caso si voglia stampare solo una parte dellimmagine mantenendo una buona qualit. Per esempio, se si stampa solamente unarea pari a due terzi della fotografia originale presa con una

mato 13x18. Poich i cinque megapixel rappresentano la tecnologia attualmente pi avanzata per quanto riguarda le fotocamere digitali, ci si pu aspettare di pagarle abbastanza salate. Anche se le fotocamere da cinque megapixel sono al top della gamma destinata al fotoamatore, la risoluzione digitale pu andare anche oltre. Ci sono fotocamere digitali professionali che costano da fino a 30.000 euro, con sensori che registrano oltre sei milioni di pixel.

asferico sembri estremamente specialistico, esso significa semplicemente (e piuttosto ovviamente) non rotondo. Le lenti asferiche producono immagini migliori, riducendo la leggera distorsione causata dalle normali lenti sferiche.

La messa a fuoco

Le ottiche

Quando si parla di ottiche di una fotocamera, si intendono sia le vere e proprie lenti sia tutte le parti elettroniche e meccaniche adibite alla messa a fuoco e allapertura e chiusura del diaframma.

Lobiettivo: sotto molti aspetti, questa la parte pi importante della fotocamera, per una semplice ragione: qualunque immagine o soggetto che viene fotografato deve prima di tutto passare attraverso lobiettivo. Se questo di scarsa qualit, non importa quanti megapixel o altre qualit abbia la macchina fotografica: la fotografia sar scadente. Le lenti presenti negli obiettivi attuali sono in plastica o in vetro. Plastica: la maggior parte delle fotocamere digitali economiche (sotto i centocinquanta euro) hanno lenti in plastica. Essendo pi morbida del vetro, la plastica viene facilmente graffiata. Anche in buone condizioni, una lente in plastica non produce immagini della stessa qualit di quelle prodotte da lenti in vetro; questo semplicemente perch la plastica, dal punto di vista ottico, non altrettanto trasparente del vetro. Le lenti in plastica tendono a far apparire le fotografie come se fossero state scattate in un giorno di foschia. Se il vostro budget lo consente, evitate le fotocamere con le lenti in plastica. Lenti asferiche: le fotocamere digitali pi costose (fino a mille eruo) adottano lenti asferiche in vetro. Sebbene il termine

Se il vostro budget lo consente, evitate le lenti in plastica

Le fotocamere digitali moderne hanno unampia variet di sistemi di messa a fuoco. Se una fotocamera ha un obiettivo a fuoco fisso, ci significa che non ci sono parti in movimento allinterno del sistema ottico: la lente sempre ferma al suo posto e non pu essere regolata. Un obiettivo a fuoco fisso va bene per primi piani, paesaggi, fotografie normali, ma non esattamente il massimo poich non pu essere manualmente regolato, ad esempio, per mettere a fuoco un oggetto in primo piano e lasciare lo sfondo fuori fuoco. Un obiettivo a fuoco fisso limita parecchie scelte creative. Autofocus significa che il sistema di messa a fuoco e motorizzato e si regola autonomamente per ottenere la migliore fotografia possibile, cosicch il fotografo non deve muovere nemmeno un dito. Un obiettivo autofocus sa quanto lontano il soggetto dal centro della lente e regola automaticamente il sistema ottico in modo da mantenerlo sempre a fuoco. Ci sono per casi in cui si possiamo avere altre necessit: per esempio si pu desiderare di avere un oggetto in primo piano leggermente sfuocato e lo sfondo a fuoco. Per ottenere questo e altri effetti, serve una fotocamera che abbia la possibilit di lavorare con messa a fuoco manuale. Sono due i modi in cui le fotocamere gestiscono la messa a fuoco manuale: alcune hanno programmi prestabiliti, altre sono completamente manuali. Con un programma di messa a fuoco, si pu scegliere se mettere a fuoco il paesaggio di sfondo o un soggetto di primo piano. La maggior parte delle fotocamere che dispongono di questo tipo di programma d la possibilit di scegliere tra quattro o cinque modalit prestabilite. Se invece si ha necessit di un maggior controllo ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 4

fotocamera da tre megapixel, si hanno comunque a disposizione due milioni di pixel, cio una risoluzione sufficiente a stampare in formato 24x36. Partendo da una foto da due megapixel e togliendone un terzo, possibile ottenere al massimo una stampa di qualit in forwww.zdnet.it

Speciale Fotografia Digitale


sulla messa a fuoco, quello che serve una fotocamera che permetta di operare in completo fuoco manuale. Per esempio, se si ingrandisce al massimo un soggetto con uno zoom a ingrandimento 3x, il soggetto risulter tre volte pi grande di quando era inquadrato con la lunghezza focale pi corta, ovvero caratterizzata dal numero pi basso. La sua apertura regolabile, solitamente tramite una serie di lamelle circolari. Un numero di diaframma basso rappresenta una grande apertura, che lascia entrare molta luce; un numero di diaframma alto rappresenta una forte chiusura, che riduce la quantit di luce che entra. Se si allesterno in un giorno di sole, il diaframma chiuso evita di sovraesporre la foto. Al contrario, se si fotografa al tramonto, il diaframma aperto sar utile per lasciar entrare pi luce possibile ed evitare una fotografia sottoesposta, cio scura.

Focale e zoom

Un obiettivo zoom permette di scegliere quanto lontano o vicino far apparire un soggetto allinterno della fotografia. La maggior parte delle fotocamere ha due tipi di zoom: lo zoom ottico e quello digitale. In modalit zoom ottico, la fotocamera usa lenti motorizzate che si muovono avanti e indietro per portare il soggetto pi vicino o lontano da chi fotografa. Nella modalit zoom digitale, la fotocamera trattiene solo una parte dellimmagine registrata dallobiettivo: la ingrandisce ed elimina il resto. La fotografia risultante di qualit inferiore, poich basata soltanto su una parte dellimmagine originariamente registrata. Zoomando in modo digitale con una fotocamera da un megapixel si ottengono fotografie che hanno ben meno di un megapixel di risoluzione a volte persino la met. Lo zoom digitale non altro che un termine raffinato per indicare un semplice ritaglio dellimmagine: non si effettivamente pi vicini al soggetto. Il nostro consiglio: non usate lo zoom digitale e non comprate una fotocamera che dispone solo di zoom digitale. La lunghezza focale la distanza tra la lente e il sensore digitale. E questa distanza che causa la variazione di dimensioni del soggetto quando si usa uno zoom. Una lunghezza focale comune per gli zoom tradizionali va da 38 a 115 mm. Il numero pi basso della lunghezza focale rappresenta unottica grandangolare, quello pi alto unottica lunga, ovvero un teleobiettivo. La maggior parte delle fotocamere ha un indice di ingrandimento di 2x o 3x, il che significa che il secondo numero della lunghezza focale dello zoom (per esempio i 115mm nellesempio fatto sopra) due o tre volte pi grande del primo numero. www.zdnet.it

Lenti addizionali

Molte fotocamere digitali hanno attacchi a vite che permettono di apporre allobiettivo accessori come filtri e lenti aggiuntive particolari. Il filtro giusto pu migliorare notevolmente colore e nitidezza della fotografia, ma i filtri sono generalmente usati dai professionisti o dagli amatori esperti. Tra le lenti aggiuntive ci sono i modificatori di focale, che variano la lunghezza focale dellobiettivo. Per fare un esempio: con una lente addizionale, uno zoom 3x di 38-115mm pu essere modificato per vedere come se fosse uno zoom 57-152mm e aumentare le dimensioni del soggetto di sei volte. Le lenti grandangolari permettono di fotografare unarea pi ampia rispetto a un obiettivo normale.

La meccanica

Per ottenere una fotografia esposta correttamente, lotturatore lavora insieme al diaframma. Insieme, regolano la quantit di luce che entra nella

Esposizione

La maggior parte delle fotocamere digitali dispone di una serie di combinazioni prestabilite di apertura del diaframma/ velocit dellotturatore, adatte a differenti situazioni. Solitamente si accede a queste combinazioni tramite il menu della fotocamera. Per esempio, la fotocamera potrebbe avere una combinazione sport, cio con otturatore e diaframma programmati per catturare unazione veloce. Una combinazione sabbia e neve pu fare in modo che una foto scattata in forte luce ambiente o in presenza di superfici riflettenti (come sabbia e neve, appunto) non risulti sovraesposta. Per ottenere nitidezza, effetti artistici o altri creativi, bisogna saper gestire la combinazione di otturatore e diaframma. Avrete certamente visto qualcuna di quelle immagini scattate in grandi citt

Grazie allo schermo LCD possibile inquadrare le foto con estrema precisione e controllare subito dopo lo scatto la qualit della ripresa effettuata
fotocamera.Lotturatore come la tenda di una finestra: quando aperto la luce attraversa lobiettivo e colpisce il sensore interno. Una fotocamera con otturatore veloce pu bloccare un movimento veloce, come un giocatore di calcio in corsa o le ali di un colibr. Se lotturatore si apre e chiude troppo lentamente, lazione ripresa sar mossa. La velocit dellotturatore si misura in frazioni di secondo. Se lotturatore come la tenda di una finestra, il diaframma la finestra stessa. di notte, con gli edifici perfettamente a fuoco ma le luci delle automobili che sembrano strisce di luce. Questeffetto si ottiene posizionando la fotocamera su un treppiede, aprendo il diaframma e tenendo lotturatore aperto per un lungo periodo di tempo. Le auto sono mosse perch sono lunica cosa che si muove nella foto; tutto il resto rimane fermo. Altro elemento importante, insieme allotturatore e al diaframma, il bilanZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 5

Speciale Fotografia Digitale


ciamento del bianco, fondamentale per un corretto bilanciamento cromatico dellimmagine digitale. Il bilanciamento del bianco dice alla fotocamera come dovrebbe apparire il bianco in una fotografia. Alcuni tipi di illuminazione, per esempio al neon o a incandescenza, possono sbilanciare la sensibilit al colore della fotocamera, col risultato di una colorazione leggermente irreale (per esempio i bianchi possono diventare azzurrini). Dopo aver settato il bilanciamento del bianco per la scena da fotografare, i colori dovrebbero apparire naturali. gine sia prima che dopo lo scatto. Alcune fotocamere LCD permettono solo la visione dopo lo scatto. Naturalmente sempre meglio che non avere affatto un LCD, ma questo significa che necessario inquadrare la scena attraverso il mirino ottico della fotocamera, che non certo preciso quanto un display LCD.

Ergonomia

Lo schermo LCD

Il display a cristalli liquidi quel piccolo schermo a colori situato solitamente sul retro delle fotocamere digitali che permette di visualizzare in anteprima la fotografia che si sta per scattare. Con uno schermo LCD non necessario

Parlando di ergonomia di fotocamera, ci riferiamo alle sue dimensioni, peso, design e a come in generale si pu impugnare. Una fotocamera digitale pu avere la migliore qualit dimmagine del mondo, ma se scomoda da impugnare e trasportare non ci scatterete mai una foto.

Le buone fotocamere, di norma, sono anche quelle che risultano essere comode da impugnare e semplici da utilizzare
consultare e interpretare un esposimetro o cercare di intuire i tempi di esposizione: si visiona la fotografia prima di scattarla. Uno svantaggio dello schermo LCD che ha bisogno di parecchia energia per funzionare, e quindi consuma le batterie pi velocemente. Inoltre, alcuni LCD sono praticamente illeggibili se osservati alla luce diretta del sole. Le caratteristiche pi importante per giudicare un display LCD sono le sue dimensioni e la capacit di visionare le immagini prima e dopo lo scatto. Per quanto riguarda le dimensioni, la minima da prendere in considerazione di 1,8 pollici (misurati diagonalmente): ancora meglio se il display LCD di due pollici. Se inferiore a 1,8 pollici, si corre il rischio di compiere seri errori di composizione, poich lo schermo troppo piccolo per mostrare tutti i dettagli della fotografia. Inoltre, su uno schermo cos piccolo, risulta molto scomodo usare il menu della fotocamera.Un display LCD dovrebbe dare la possibilit di visionare limmawww.zdnet.it

zione che la macchina d una volta che la si tiene in mano (notate che abbiamo detto in mano, non nelle mani: nessuno apprezza il fatto di dover usare due mani per scattare una fotografia). Le buone fotocamere sono prima di tutto comode da impugnare. I design migliori dispongono di impugnature ergonomiche per le dita e di un punto dappoggio per il pollice. I pulsanti di controllo dovrebbero essere accessibili al dito indice e al pollice e i comandi della macchina dovrebbero essere posizionati razionalmente e contrassegnati da icone che indichino la funzione di ciascun pulsante. Inoltre, il display LCD non dovrebbe essere situato allaltezza del naso (quando si usa il mirino ottico): le impronte che ne risultano a seguito del contatto con la pelle sono difficili da eliminare.

Dimensioni e peso

Quasi tutte le fotocamere digitali sono abbastanza piccole da stare in una borsa e molte di esse entrano addirittura in un taschino. Nessuna cos leggera da dimenticarsi di averla addosso, ma solo poche sono abbastanza pesanti da affaticare i muscoli. Solitamente si tratta di una questione di compromessi tra prestazioni e dimensioni/peso. Le fotocamere pi grandi e pesanti sono pi versatili e dispongono di un maggior numero di accessori, per esempio lattacco per un flash esterno, capacit di registrazione audio e video, display LCD pi ampi e lenti pi grandi. Le fotocamere pi piccole devono sacrificare la versatilit a favore delle dimensioni.

Salvare le immagini

La maggior parte delle fotocamere digitali salva le foto su schede di memoria removibili (Compact Flash, Smart Media, Memory Stick e Secure Digital sono le pi diffuse). Le sottilissime Smart Media card sono fisicamente pi piccole e consentono un salvataggio delle immagini un po pi veloce, ma la loro capacit massima di 128 megabyte non paragonabile a quella dei moduli Compact Flash di 512 megabyte, al top della gamma. Una nuova possibilit data dalle Memory Stick di Sony, che hanno delle dimensioni veramente esigue, per sono disponibili solo per poche fotocamere. Le Memory Stick da 64MB sono dotate di un circuito interno che in futuro render possibili funzioni come la protezione delle copie basata sullhardware e il file locking. Attualmente la maggior capacit disponibile per memory stick pari a 128 ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 6

Aspetto e design

Le fotocamere digitali hanno una gran variet di forme e dimensioni. Alcune hanno laspetto di ingombranti macchine fotografiche tradizionali, altre sono snelle e futuristiche. Il look pu avere la sua importanza, ma quello che veramente conta la sensa-

Speciale Fotografia Digitale


megabyte. Le nuove schede SD (Secure Digital) di Panasonic hanno il pregio dei essere grandi come un francobollo e di poter raggiungere elevate capacit di memorizzazione di dati. Attualmente disponibile una scheda da 256 megabyte ma per in 2002 prevista la scheda da un gigabyte. Purtroppo questa versatile tecnologia attualmente disponibile solo per poche fotocamere digitali. Se cercate dei sistemi di memorizzazione davvero economici, potete considerare una delle meno recenti fotocamere Sony Mavica a bassa risoluzione che salvano le foto su floppy disk standard da 1.44 megabyte, oppure le mavica che registrano le immagini su CD-R da tre pollici con capienza di 156 megabyte. Molte fotocamere accettano anche moduli di memoria PC Card-compatibili con capacit fino a 1.2 gigabyte e altre possoforniscono sufficiente energia. Una soluzione pu essere comprare una fotocamera venduta con batterie ricaricabili e caricatore. Le batterie nickel-cadmio sono accettabili, le nickel-ioduri metallici durano un po di pi. Comunque la scelta migliore sono le batterie agli ioni di litio, che danno energia sufficiente anche dopo un uso prolungato. Se la fotocamera che vi piace non ha batterie ricaricabili, unaltra opzione acquistarle separatemente o comprare

Per risolovere i problemi di alimentazione delle fotocamere digitali bene acquistare una scorta di batterie ricaricabili da avere sempre a disposizione durante i viaggi
no essere equipaggiate con piccoli dischi fissi esterni, come i Microdrive di IBM da 170 e 340 megabyte. Alcune possono utilizzare i dischi Iomega PocketZip da 40 megabyte. Praticamente tutte queste possibilit soddisfano le esigenze della maggior parte dei fotoamatori. A meno che non siate presi in modo particolare da una specifica tecnologia non fate del metodo di memorizzazione il fattore determinante per la scelta definitiva. batterie alcaline di seconda generazione, come le Duracell Ultra. Bench non siano ricaricabili, queste batterie con formula ad alto rendimento durano molto pi delle alcaline standard in questo genere di utilizzo. Unultima alternativa per lutilizzo allinterno acquistare una fotocamera che supporti lalimentatore dalla rete elettrica tramite luso di un trasformatore. In questo modo non dovrete andarvene in giro con le tasche piene di pile.

file molto grandi. Le fotocamere digitali attualmente in commercio sono ormai quasi tutte dotate di interfaccia USB e i trasferimenti di file sono molto pi rapidi e affidabili rispetto alle ormai rare fotocamere con connessioni seriali. La soluzione pi semplice acquistare un adattatore che permetta di inserire la memory card in un PC Card slot o collegarla a una porta USB, SCSI o parallela. Alcune macchine hanno i loro adattatori ma nella maggior parte dei casi dovrete acquistarne uno di un produttore quale Kodak, Lexar Media, SanDisk o Imation. Molte fotocamere consentono di stampare e vedere le foto senza bisogno di un pc, essendo dotate di uninterfaccia stampante che trasmette le immagini salvate direttamente a una stampante foto compatibile o a una porta video che permette di vedere le immagini sullo schermo TV. Le fotocamere che offrono questultima possibilit, spesso hanno funzioni slideshow e altre funzioni di visualizzazione.

Alimentazione

Una delle pi diffuse lamentele riguardo alle fotocamere digitali riguarda il consumo di batterie. Quando utilizzate il flash e lLCD retroilluminato alcuni modelli esauriscono un set di pile alcaline a lunga durata in poche decine di scatti. Il problema che le fotocamere utilizzano quasi il 100% della resa massima della maggior parte delle batterie per scattare una foto. Quando sono anche minimamente scariche, le pile regolari non www.zdnet.it

Le connessioni

La foto migliore del mondo non vale gran che se non potete estrarla dalla fotocamera. Le porte pc compatibili di cui sono dotate la maggior parte delle fotocamere possono andare bene se scaricate sul computer poche immagini di formato piccolo o medio, ma sono troppo lente quando si devono trasferire ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 7

Speciale Fotografia Digitale


TRUCCHI E GUIDE

I trucchi del fotografo digitale


di Stefano Gargano

Alcuni piccoli trucchi, utili per sfruttare al meglio le possibilit offerte dalle pi moderne fotocamere digitali in commercio: ecco i consigli di ZDNet
La fotografia digitale presenta indubbiamente molte comodit in pi rispetto alla fotografia tradizionale, ma ci non vuol dire che sia semplice scattare delle buone foto appena presa in mano una fotocamera digitale.E infatti necessario seguire alcuni accorgimenti, specie se siete fotografi alle prime armi, per poter ottenere foto spettacolari grazie alle fotocamere dellultima generazione. verr catturata dal sensore della nostra fotocamera: per questo motivo preferibile al mirino ottico. Inoltre, se siamo utenti alle prime arti con la fotografia in generale, sar pi semplice e rapido apprendere dagli errori effettuati, potendo verificare se effettivamente abbiamo scattato linquadratura che avevamo in mente oppure qualche cosa andato storto durante lo scatto (riflessi di luce, soggetti in movimento, zone dombra di cui non ci eravamo accorti).

mentre per le fotografie comuni, quelle con famiglia e amici, potremmo utilizzare una risoluzione intermedia. Una risoluzione di 1.024 x 768 punti abbastanza grande da poter ottenere stampe di medio formato e di dimensione di file abbastanza contenuta. Su una scheda da sessantaquattro megabyte, sar

Lo schermo LCD

Lo schermo a cristalli liquidi della nostra fotocamera digitale un preziosissimo alleato per ottenere inquadrature di qualit e soprattutto verificare che lo scatto sia perfettamente riuscito. Molte fotocamere sono dotate dello schermo LCD e del mirino ottico tradizionale, questo per consentire un risparmio delle batterie della fotocamera. Spesso, per, il mirino ottico non riesce a catturare esattamente la stessa inquadratura che viene registrata sulla scheda di memoria, per via dello sfasamento della sua posizione con lobiettivo della fotocamera. Lo schermo LCD invece, presenta esattamente linquadratura che

Quale risoluzione?

La risoluzione delle fotografie scattate pu variare da 640 x 480 punti fino a 2.048 x 1.536 e oltre per fotocamere con pi di tre megapixel. Maggiore sar la risoluzione utilizzata, minore sar la quantit di immagini registrabili sulle schede di memoria. Lacquisto di pi schede di memoria per un investimento economico considerevole. La soluzione quella di utilizzare la massima risoluzione concessa dalla vostra fotocamera per fotografie particolarmente belle, o per soggetti particolari,

Un corretto uso dello schermo LCD allunga la vita delle batterie


in questo modo possibile registrare intorno ai trecento scatti (che molto difficile fare in una sola giornata).

Il formato migliore

MEMORIE: Come noto le fotocamere digitali utilizzano schede di memoria per salvare le fotografie: ne esistono vari tipi con forme e caratteristiche differenti. La maggior differenza di cui dovete tenere conto per la capacit. In una scheda di memoria da 8Mb potranno essere registrate poche foto: allacquisto di una fotocamera digitale sar quindi consigliabile mettere in preventivo anche una scheda di memoria da almeno 64Mb, per non dover essere costretti a cancellare alcune fotografie gi salvate per fare posto a quelle nuove. BATTERIE: Le fotocamere digitali sono molto voraci in fatto di energia dato che, oltre al flash, devono alimentare il display LCD. Luso di batterie ricaricabili molto consigliato, in quanto ad una maggior durata rispetto a quelle tradizionali, aggiungono anche il fattore di risparmio economico. E utile dotarsi quindi di uno o pi set di batterie ricaricabili: con circa sette euro la coppia potremo avere molta autonomia. CUSTODIE: Le fotocamere digitali, in quanto dispositivi ad alta tecnologia, sono oggetti molto delicati. Consigliamo lacquisto di una custodia per proteggere la fotocamera da polvere, sabbia e urti. E meglio orientarsi su custodie rigide o semirigide, che consentono di attutire colpi accidentali

La maggior parte delle fotocamere in commercio consentono di selezionare non solo la risoluzione, ma anche il formato del file nel quale sar salvata limmagine. I pi comuni sono Jpeg e Tiff. Il primo lo consigliamo per le fotografie meno importanti e che necessitano di rapidit di scatto. Il Jpeg un formato di dimensioni contenute, che utilizza una compressione distruttiva: questa pu essere particolarmente evidente in stampe in grande formato. Il Tiff invece un formato non compresso, ad alta qualit, che si presta per gli ingrandimenti. Consigliamo di utilizzare questo per foto artistiche o particolarmente significative che vorrete poi stampare su carta. Il maggior spazio di cui ha bisogno il Tiff, lo rende per un formato lento durante il salvataggio e quindi poco adatto a fotografare scene in movimento.
ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 8

www.zdnet.it

Speciale Fotografia Digitale


E il nemico numero uno delle fotografie che rappresentano ritratti. Il flash, solitamente, coglie il fondo della retina del soggetto fotografato e ne riflette il colore rosso. Da qui otteniamo leffetto che fa sembrare i protagonisti delle foto come creature spiritate. Per ovviare a questo problema possibile intervenire grazie ad un programma di fotoritocco, oppure utilizzando la modalit red eye reduction (riduzione occhi rossi) ormai presente in tutte le fotocamere in commercio: in tal modo si elimina allorigine il problema. Il funzionamento molto semplice: prima di scattare effettivamente la foto,

Leffetto occhi rossi

occhi strizzati o gli occhiali da sole. Al mattino e nel tardo pomeriggio, invece la luce abbastanza tenue, con colori caldi; in tal modo possibile ottenere sfumature e contrasti ben definiti nelle nostre immagini.

ravvicinate ed particolarmente utilizzata per la fotografia a insetti o fiori. In tal modo possibile cogliere dettagli suggestivi della natura o degli oggetti che ci circondano.

Fotografare le persone

Luci e contrasti

Le foto a soggetti sono tra le pi difficili da scattare, non per imperizia del fotografo, ma per le espressioni che una persona in posa pu assumere (o perch il soggetto ha chiuso gli occhi proprio nel momento dello scatto). Per ottenere belle foto con i vostri amici o i vostri parenti non dovrete costringerli

Abbiamo scattato le nostre fotografie e sono venute anche bene, ma il fotografo digitale pu ancora fare qualcosa per avvicinare sempre di pi alla perfezione, le immagini scattate.Spesso le fotografie hanno colori dominanti oppure sono poco contrastate, in quanto il sensore della macchina non riuscito a cogliere esattamente le sfumature della ripresa che intendevamo effettuare. Per ovviare a questo problema possiamo utilizzare un qualsiasi software di fotoritocco: sia Paint Shop Pro che Photoshop danno la possibilit di gestire automaticamente i livelli di colore e di contrasto, aumentando la qualit complessiva dellimmagine grazie alleliminazione dei colori dominanti.

Per ottenere belle foto dovrete cercare di catturare un momento in cui le espressioni dei soggetti siano naturali
il flash si accende dando il tempo alla pupilla di contrarsi per non far entrare la luce durante il lampo successivo: in tal modo otterremo finalmente ritratti di qualit dei nostri amici. a restare in posa fino al momento dello scatto, ma dovrete cercare di catturare un momento in cui le espressioni dei soggetti siano naturali. Per far questo possibile scattare una sequenza continua di immagini fino ad ottenere quella migliore. I risultati pi soddisfacenti si ottengono addirittura se i soggetti non sanno di essere ripresi dal fotografo. Il bello di una fotocamera digitale anche nella possibilit di scattare numerose foto, fino a poter scegliere la migliore cancellando quelle meno riuscite e liberando in tal modo prezioso spazio sulla scheda di memoria. Anche il flash pu venire in aiuto del fotografo nella ripresa di soggetti umani: se siamo infatti costretti a fotografare controluce i nostri amici, utilizziamo il flash anche in piena luce: dar in ogni caso unilluminazione frontale ai soggetti, smorzando la luce proveniente dalle loro spalle.

Un ultimo consiglio

Quando fotografare?

Ci riferiamo ai migliori momenti della giornata per scattare fotografie. Le ore ideali per effettuare i nostri scatti sono al mattino e verso il tramonto. Bisognerebbe evitare mezzogiorno e il primo pomeriggio: in questi momenti della giornata la luce solare troppo intensa e, essendo il sole in posizione verticale, non ci sarebbero le ombre a disegnare effetti di luci sulle superfici fotografate. Inoltre anche i soggetti fotografati avrebbero gli

Per fare belle foto bisogna esercitarsi: per questo consigliamo di portare spesso in giro la propria macchina fotografica digitale: pi scatti faremo, prima sar possibile comprendere quali errori facciamo e quali sono invece le migliori inquadrature per ottenere ottimi risultati. Una fotocamera compatta da portare sempre con s, sarebbe utile a questo scopo, per imparare le basi della fotografia digitale.

Buone condizioni di luce migliorano la qualit generale della foto


www.zdnet.it

Per realizzare scatti a soggetti ravvicinati, come primi piani, piccoli oggetti o simpatici animali, possibile utilizzare la funzione Macro presente ormai nella maggior parte delle fotocamere digitali in commercio. E una funzione che consente la messa a fuoco delle immagini a distanze molto ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 10

Macro fotografie

Speciale Fotografia Digitale


TRUCCHI E GUIDE

Come migliorare le fotografie


di Stefano Gargano

Magia del digitale. Per fare belle foto bisogna avere occhio, ma con il computer il fotoritocco diventa unarte alla portata di tutti. Ecco una guida per utenti alle prime armi. Con i trucchi dei professionisti
Non sempre le foto che scattiamo con la nostra fotocamera digitale hanno la qualit che ci saremmo aspettati di ottenere. E fortunatamente possibile apportare piccole ma significative modifiche per ottenere un decoroso risultato nella qualit dei nostri scatti: per fare questo ci sono alcuni accorgimenti e alcuni programmi che possono correre in aiuto degli utenti alle prime armi per migliorare la qualit delle fotografie. Sia che si voglia eliminare leffetto occhi rossi, sia che si desideri eliminare o modificare una parte dellimmagine, le fotografie avranno bisogno quindi di modifiche digitali. Potete svolgere questo tipo di operazioni grazie allaiuto di numerosi strumenti, che vanno dai programmi shareware fino ai pi costosi software creati appositamente per questi scopi. Ecco quali sono le pi comuni operazioni che sar possibile utilizzare per diventare eccellenti fotografi. fuoco, non potete inserire dettagli, potete solamente rendere i dettagli gi esistenti un po meno sfocati. La cosa migliore sarebbe poter controllare manualmente la regolazione della messa a fuoco, poich si tratta di uno di quei ritocchi che richiedono un costante controllo visivo. Quando effettuate questo tipo di operazione manualmente, utilizzate uno strumento chiamato Sharpen o Unsharp Mask, disponibile in programmi come Adobe Photoshop, Corel PhotoPaint, Ulead PhotoImpact e JASC Paint Shop Pro.

Contrasto e colore

Correggere il contrasto pu rendere unimmagine molto pi bella


paragone. Gli altri prodotti non sono in grado di fornire gli stessi risultati sia perch effettuano modifiche minime, sia perch regolano semplicemente la nitidezza e il contrasto dellimmagine. Sebbene possiate avere una certa familiarit e possiate sentirvi a vostro agio lavorando con i comandi relativi a

Messa a fuoco

Un problema molto diffuso la sfumatura del colore. Questo succede quando la macchina fotografica non compensa il colore della luce. Quasi tutti i prodotti trattano questa operazione fondamentalmente nello stesso modo. Aumentano o diminuiscono la quantit di rosso, verde, blu, grigio-azzurro, giallo o magenta.

La messa a fuoco (nei software inglesi si trova sotto la voce Sharpen) , ovvero la nitidezza in una fotografia, subisce linflusso di diverse variabili, senza considerare le pi ovvie, come quando si muove la macchina fotografica al momento dello scatto. Ogni software grafico vi d la possibilit di regolare la messa a fuoco di unimmagine, mentre i software per utenti alle prime armi eseguono questo tipo di operazione automaticamente. In ogni caso, la differenza tra il prima e il dopo non significativa. Troppa nitidezza pu produrre immagini brutte e sgranate, specialmente se si tratta di unimmagine JPEG (dove il fatto di rendere la fotografia troppo nitida non fa altro che evidenziare i problemi di compressione esistenti). Mettendo a www.zdnet.it

Che si voglia eliminare leffetto occhi rossi o si desideri eliminare parte di unimmagine, le foto avranno bisogno di modifiche digitali
La maggior parte dei pacchetti fa uso di una barra scorrevole per fare questo, e sta a voi giudicare il livello pi appropriato da applicare. Purtroppo questa operazione non cos facile come pu sembrare. In ogni caso, vi sono delle eccezioni. PhotoImpact, Ulead Photo Explorer 6.0 e Adobe Photoshop (sia la versione 6.0 sia la versione LE) vi propongono una serie di piccole immagini (thumbnail) che rappresentano i vari cambiamenti in modo tale da fornire una base di nitidezza e contrasto, sono effettivamente gli strumenti peggiori per migliorare unimmagine. Per quale motivo? Perch ogni pixel riceve lo stesso grado di trattamento; per esempio, aumentare la nitidezza dellimmagine fa s che compaiano pi dettagli nelle zone dombra, ma allo stesso tempo tende a schiarire le parti dellimmagine gi chiare di per s. Le curve e gli istogrammi, che potete trovare solamente nei prodotti di livello medio-alto, sono gli strumenti ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 11

Speciale Fotografia Digitale


appropriati per migliorare la qualit della fotografia. Essi vi permettono di cambiare la brillantezza dei pixel nelle esposizioni medie senza modificare i valori pi chiari o pi scuri. Se desiderate provare ad utilizzare tali strumenti, potete cominciare con programmi come Ulead PhotoImpact 6.0 e JASC Paint Shop Pro 7. Deskew non necessita di una linea di riferimento poich effettua questa operazione automaticamente. Lunico appunto che si pu fare alla tecnica del riallineamento delle immagini e al ripristino della simmetria che dopo aver effettuato questo genere di operazioni sar necessario modificare gli angoli delle immagini. Infatti, latto di rotazione dellimmagine taglier via alcuni angoli e ne aggiunger altri con un colore sullo sfondo. Per far fronte a questo problema si dovranno ritagliare gli angoli dellimmagine in modo da includere solamente le parti originali della fotografia.

Rotazione

Conosciuta anche come deskewing (ripristino della simmetria), la tecnica di riallineamento delle immagini, consiste in una leggera rotazione dellimmagine fino a che questa non risulti in asse. Sebbene questa tecnica sia stata progettata per immagini scansite che sono state posate su superfici deformate, pu capitare, a ognuno di noi, di scattare delle fotografie leggermente sproporzionate, o non perfettamente in asse. Questo particolarmente evidente nelle immagini che presentano linee orizzontali, come per esempio scale antincendio o steccati. I pacchetti come Ulead Photo Explorer e PhotoImpact offrono il metodo migliore per il riallineamento delle foto. E sufficiente agire selezionando due punti nellimmagine che vadano a formare una linea di riferimento (per esempio gli angoli di uno steccato) e il software ruota limmagine in modo da compensare gli squilibri. Photo Paint

Il ritaglio utile per eliminare soggetti indesiderati


essere quindi necessario eseguire un ridimensionamento dell immagine. Ridimensionare una fotografia potrebbe essere unoperazione un po pi complicata. Sebbene la maggior parte dei programmi mostrino uninterfaccia simile per la funzione Resize (modifica della dimensione), i calcoli basilari eseguiti dal programma per avviare tale operazione possono rendere limmagine finale qualitativamente diversa. Per quale motivo? Perch quando rimpicciolite unimmagine, il programma deve scegliere quali pixel eliminare e quali mantenere; di conseguenza, a seconda della scelta, il livello di dettaglio mantenuto subisce dei cambiamenti. Allo stesso modo, per ingrandire unimmagine necessario che il programma sia in grado di capire dove e come aggiungere pixel extra, pur mantenendo un ragionevole livello di dettaglio.

Il ritaglio

Eseguire la funzione Ritaglio (nota anche come Crop), per ritoccare una foto vuol dire semplicemente ritagliare i soggetti estranei che si trovano ai bordi della fotografia; dal momento che il software non apporta cambiamenti alla parte che avete selezionato, la qualit dellimmagine non subir modifiche. Il ritaglio comporta per una variazione di dimensione delle immagini: togliendo un soggetto o una porzione di paesaggio da unimmagine sicuramente si eliminano parti dellimmagine stessa e si ottiene una fotografia pi piccola: potr

Il deskewing consente di raddrizzare una foto scattata male


www.zdnet.it ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 12

Speciale Fotografia Digitale


GUIDE

Stampanti Inkjet: Tecnologia e qualit di stampa


di Luca Ruiu

Le stampanti a getto di inchiostro sono in assoluto le pi vendute, ma non tutti conoscono i segreti della loro tecnologia. Vediamo da vicino il funzionamento di una stampante a getto di inchiostro, le principali caratteristiche e come si definisce la qualit di stampa.
La stampante una delle periferiche pi diffuse, lo strumento attraverso il quale possiamo rappresentare molti dei lavori realizzati con un personal computer. In commercio ne esistono di differenti tipologie che vengono classificate per tecnologia di stampa, fascia di prezzo, funzioni implementate e altro ancora. La variet dellofferta dettata da una altrettanto differenziata richiesta da parte degli utenti. Non facile individuare il prodotto ideale per le singole esigenze duso dato che, oltre allaspetto qualitativo dei documenti realizzati, entrano in campo importanti fattori quali, ad esempio, la velocit di stampa, definita in ppm (pagine per minuto), oppure il costo per pagina e la durata nel tempo delle stampe realizzate. Vennero immesse sul mercato negli anni ottanta contemporaneamente alle stampanti laser. Le InkJet si basano su una tecnologia non a impatto. Il processo di stampa avviene, infatti, senza nessun contatto fisico tra testina e foglio. Il principio di funzionamento di queste periferiche assai semplice, anche se la loro complessit costruttiva notevole. Il processo di stampa consiste nel proiettare delle minuscole gocce di inchiostro, con dimensioni nellordine di processo, una di tipo termico e una di tipo piezo-elettrico. Lelemento base che le accomuna quello che linchiostro allinterno della testina deve essere portato ad una pressione ottimale per essere poi inviato con elevata velocit (circa 7-8 m/s) verso il foglio di carta. Nella tecnologia termica questo aumento di pressione ottenuto riscaldando, allinterno della testina e con appositi termistori percorsi da corrente, linchiostro, mentre con la tecnologia piezo-elettrica si sfruttano le caratteristiche piezoelettriche di alcuni cristalli che sono in grado di deformarsi se opportunamente polarizzati da un campo elettrico. In pratica nella stampa piezo-elettrica linchiostro contenuto in apposite celle che si trovano a contatto con elementi piezoelettrici; il passaggio della corrente provoca la deformazione di questi elementi che si traduce in una compressione dellinchiostro e relativo aumento della pressione. ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 13

Nelle stampe fotografiche, risoluzione, inchiostri e tecnologia definiscono la qualit


La tecnologia attualmente pi apprezzata dallutente domestico, cos come dallappassionato di fotografia digitale, quella a getto di inchiostro. Le stampanti a inkjet, a differenza di quanto si possa immaginare, non sfruttano una tecnologie recentissima. 3 - 6 pl (picolitri - 10-12 litri), su un foglio di carta sul quale rimarranno impresse dopo la fase di essiccazione. Il processo di formazione delle gocce avviene direttamente nella testina di stampa. Le periferiche in commercio sfruttano due differenti tecnologie per attivare il

I VANTAGGI DELLE STAMPANTI INKJET I vantaggi offerti da una stampante InkJet si possono riassumere in pochi, ma importanti punti. In primo luogo la possibilit di utilizzare i colori nella stampa di documenti e foto, il basso prezzo di acquisto (le entry price si trovano a partire da 30 Euro), la possibilit di stampare foto digitali in alta risoluzione, lottima qualit di stampa con luso di supporti ottimizzati per InkJet, la gestione dei fogli A3 con investimenti contenuti, la velocit di stampa che pu raggiungere valori superiori alle 20 ppm. Gli svantaggi legati alluso di queste periferiche sono lalto costo di gestione, essendo elevato il prezzo di acquisto dei consumabili, la velocit di stampa che si riduce drasticamente allaumentare della risoluzione impostata, autonomie duso limitate e, in genere, scarsa durata nel tempo delle stampe

www.zdnet.it

Speciale Fotografia Digitale


Il processo piezo-elettrico , in generale, meglio controllabile rispetto al termico, e offre il vantaggio di svilupparsi a freddo, senza aumento di temperatura per linchiostro. Canon fu la prima societ a sviluppare la tecnologia termica per le periferiche InkJet, tecnologia denominata Bubble Jet, mentre la tecnologia a freddo, piezoelettrica, stata sviluppata e utilizzata attualmente in forma esclusiva da Epson. Il vantaggio della stampa a freddo quello che linchiostro arriva sul foglio a temperatura ambiente garantendo tempi di essiccazione, in genere, inferiori rispetto alla stampa a caldo. Il tutto si traduce in una minore diffusione dellinchiostro sul foglio e quindi in una maggiore qualit di stampa. Questo effetto era comunque pi evidente anni fa dato che il perfezionamento degli inchiostri, della tecnologia e dei supporti hanno portato le attuali stampanti termiche allo stesso livello delle piezoelettriche. parametro che definisce la qualit. Aspetti quali la tipologia degli inchiostri, dei supporti e della testina di stampa, la tecnologia adottata per la formazione della goccia e altro ancora, possono condizionare, e non poco, lintero processo. In generale, quando realizziamo documenti di testo, o combinati testo e grafica, il parametro indice della qualit del processo proprio la risoluzione espressa in dpi. Nelle stampe fotografiche, invece, la sola risoluzione limitativa, dato che sorge la necessit di ottenere, come caratteristico per le foto sviluppate dai laboratori fotografici, una grana molto fine e una continuit nelle sfumature. Il problema di base che una stampante dispone di un numero limitato di inchiostri, solitamente quattro, o sei o sette al massimo, tramite i quali generare colori intermedi per rendere continue e realistiche le sfumature. Durante il processo di stampa si possono ottenere le variazioni tra chiaro e scuro combinando punti di colore base, cio quelli degli inchiostri presenti nelle cartucce, con punti di colore nero o bianco, ma questa soluzione crea da un lato un effetto cosiddetto granulare e dallaltro un minor dettaglio nelle stampe. La soluzione ottimale sarebbe quella di ridurre il pi possibile le dimensioni delle gocce di inchiostro e di aumentare il numero dei colori disponibili. Ovviamente esistono limiti fisici per entrambi questi aspetti. Molti produttori hanno www.zdnet.it

La qualit di stampa

La velocit di stampa indicata dal produttore sempre riferita alla modalit bozza, quella che predilige le prestazioni alla qualit, e sono spesso valori sovrastimati. Quando parliamo di qualit di stampa facciamo riferimento alla risoluzione con la quale il documento stesso viene realizzato, cio il numero massimo di punti per pollice espresso in dpi (dots per inches). Nelle stampe fotografiche la risoluzione non rappresenta lunico

sviluppato tecnologie in grado di associare alle limitate dimensione delle gocce di inchiostro la capacit del processo di stampa di variare localmente la concentrazione dei punti di colore. Un ruolo fondamentale viene ovviamente svolto dalla tipologia degli inchiostri utilizzati, dalla testina di stampa, dai sincronismi tra movimentazione foglio, posizione testina e generazione della goccia, dal software di gestione del processo e altro ancora. Appare evidente che dietro la semplicit di una stampante c uno sviluppo tecnologico non indifferente

ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 14

Speciale Fotografia Digitale


TECNOLOGIA

Memory card senza segreti


di Stefano Gargano

Conosciamo da vicino le schede di memoria a stato solido che hanno ormai sostituito dischi e cd per la memorizzazione di file nei dispositivi digitali portatili grazie alle loro ridotte dimensioni e allalta capacit
La tecnologia digitale ha ormai preso piede nella fotografia e nella musica, creando tutta una serie di nuovi prodotti (che includono anche i computer palmari) che hanno bisogno di supporti adatti a poter registrare e riprodurre i file. Sono stati quindi introdotti sul mercato nuovi supporti di memoria, di dimensioni estremamente compatte per poter essere utilizzati allinterno di questi dispositivi portatili.

Smart Media

E il secondo supporto come diffusione e mercato: allalta capacit disponibile, la scheda Smart Media affianca un ingombro ridottissimo, grazie allo spessore di un millimetro circa, e prezzo

Secure digital

I supporti di memoria sono di dimensioni estremamente compatte per poter essere utilizzati allinterno dei dispositivi digitali
Compact flash
E il formato pi ingombrante tra quelli esistenti, nonostante le comunque ridotte dimensioni: questa scheda di memoria ha il pregio di essere utilizzata in moltissimi dispositivi che comprendono computer palmari, lettori MP3 e soprattutto molto diffusa come supporto di registrazione per fotocamere digitali. Ha il grande pregio di essere il formato che presenta il maggiore taglio di memoria attualmente disponibile sul mercato: ben 512 megabyte di memoria sono disponibili su un supporto quadrato largo poco meno di tre centimetri di lato. IBM ha presentato anche microdrive, un piccolo disco fisso con la forma di una scheda Compact Flash che pu contenere fino a un gigabyte di dati: utilizzata soprattutto nelle fotocamere digitali e, per funzionare, occorre che il prodotto supporti questo piccolo disco fisso in modo nativo. www.zdnet.it al megabyte estremamente contenuto rispetto agli altri formati. E principalmente utilizzata in lettori MP3 e fotocamere digitali, soprattutto in quelle pi compatte. Non trova invece praticamente nessun utilizzo nellambiente dei computer palmari, la cui industria ha optato per differenti formati.

Sviluppato e proposto da Panasonic, Secure Digital un formato estremamente compatto, delle dimensioni di un francobollo e dello spessore di poco pi di un millimetro. La sua compattezza lo ha fatto diventare uno standard nellambito dei computer palmari. Prima Palm, poi Compaq e in seguito altri produttori di hardware hanno incluso nei loro dispositivi slot che consentono lespansione di memoria e lo scambio di file tra palmari. Il formato attualmente raggiunge tagli fino a 256 megabyte di memoria, ma entro il 2004 sono previste schede della capacit di un gigabyte. Troviamo Schede SD in misura minore in lettori MP3 e fotocamere digitali (in predominanza di Panasonic).

Memory stick

Multimedia card

Multimedia Card un formato estremamente simile alle schede Secure Digital in quanto a forma e ingombro. E un formato estremamente compatto, grande non pi di un francobollo e consente di contenere dati fino a 256 megabyte. Questo formato molto utilizzato nellambito dei computer palmari e nei lettori mp3, tutti dispositivi di piccole dimensioni che sfruttano le altrettante compatte dimensioni della scheda Multimedia Card.

Memory Stick un formato di memorie estremamente compatto, delle dimensioni di un chewing gum sviluppato e proposto dalla giapponese Sony, che ha incluso la possibilit di lettura di tale supporto nei prodotti pi svariati, dai lettori di musica digitale ai cani robot: sono molto utilizzate nelle fotocamere digitali e nei computer palmari, sempre di Sony. Attualmente proprio Sony il maggior utilizzatore di questo formato, la cui diffusione diventata uno standard proprio per la massiccia possibilit di utilizzo in numerosissimi prodotti. Memory Stick ha un taglio massimo che, attualmente, di 128 megabyte di memoria; purtroppo questo formato quello che ha il maggior costo per megabyte tra quelli ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 15

Speciale Fotografia Digitale


attualmente esistenti. Ognuna di queste schede pu essere indifferentemente utilizzata su ogni dispositivo in grado di accettare un determinato formato: potrete quindi utilizzare la vostra scheda compact flash con il vostro lettore digitale MP3, sulla fotocamera e per espandere o scambiare dati con il palmare.

Compatibilit

Abbiamo visto come alcuni degli standard per le schede di memoria, attualmente in commercio, siano altamente specializzati, ossia come ogni formato sia prevalentemente utilizzato in uno degli ambiti di utilizzo: fotografia digitale, computer palmari e lettori digitali. Questo dipende da alcuni fattori, come capacit e dimensione: una scheda ad alta capacit trover una maggior applicazione nella fotografia digitale, che necessita di molto spazio per registrare gli ingombranti file grafici nei quali vengono salvate le foto. Formati compatti come Secure Digital troveranno un camp di applicazione prevalentemente come memorie per dispositivi palmari. Qualunque sia lutilizzo di ogni scheda, bisogna sottolineare come questa possa essere utilizzata indifferentemente in differenti dispositivi, a patto che utilizzino lo stesso formato. Se la mia fotocamera digitale ed il mio lettore MP3 utilizzano schede Compact Flash, sar possibile utilizzare la stessa scheda in entrambe i dispositivi. Nello stesso modo se il mio palmare e la mia fotocamera digitale utilizzano lo standard Secure Digital, potr rivedere le fotografie scattate sulla fotocamera nel pi grande e colorato schermo del palmare.

Un lettore di memory card pu aiutarci a gestire pi formati attraverso il pc


di leggere tutti i formati di memorie esistenti al mondo, consentendo di scambiare i dati tra luno e laltro formato. Il PC in questo caso viene utilizzato come ponte per far transitare i file dalluno allaltro formato. se lo spazio sulla memoria della nostra fotocamera digitale terminato: sar sufficiente estrarre la scheda dal nostro lettore MP3 per inserirla nella fotocamera e continuare a scattare. Successivamente, sul PC di casa, potrem-

Lo standard delle schede di memoria va scelto tenendo conto del dispositivo digitale che si intende acquistare
Come acquistare
Qual la memoria ideale? Esiste un tipo di memoria da preferire a un altro? Ovviamente la vera scelta va effettuata solamente tenendo conto del prodotto che si intende acquistare, ovvero il dispositivo digitale (fotocamera, lettore digitale o palmare). Ogni tipo di memoria ha pregi e difetti in relazione alle dimensioni oppure al prezzo. Non esiste quindi un vero vincitore in questi formati, ma possiamo solamente consigliare di utilizzare il pi possibile prodotti digitali che utilizzino lo stesso formato per le schede di memoria. In tal modo sar possibile scambiare dati tra un dispositivo e laltro o, in casi di emergenza, di utilizzare la scheda di un dispositivo su un altro. Utilizzando lo stesso tipo di memorie infatti non dovremo pi preoccuparci mo fare ordine nei nostri dati, ma non avremo perso la possibilit di catturare nuove immagini. Per quanto riguarda la capacit delle schede da acquistare, noi consigliamo di partire da un taglio di sessantaquattro megabyte, che ormai pu considerarsi una soglia minima per poter scattare abbastanza fotografie in una giornata (circa duecento alla massima risoluzione) oppure per ascoltare due o tre ore di musica continua sul nostro lettore digitale (dipende dalla compressione utilizzata per i nostri file MP3). I prezzi, nonostante siano ancora alti, si stanno comunque abbassando e gi possibile trovare schede di memoria da centoventotto megabyte sotto i centocinquanta euro.

Utilizzare pi formati

Lutilizzo di pi formati tendenzialmente sconsigliato. Sarebbe bene comprare dispositivi che utilizzino lo stesso standard per consentire uno scambio di file tra gli stessi oppure per ridurre la spesa nellacquisto di diverse schede per ognuno degli apparecchi. Se proprio non possibile fare a meno di acquistare dispositivi che utilizzino il medesimo standard, non dobbiamo preoccuparci. In commercio esistono infatti numerosi adattatori universali sotto forma di periferiche esterne USB: questi sono in grado www.zdnet.it

ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 16

Speciale Fotografia Digitale


GUIDE

Come scegliere uno scanner


di Stefano Gargano

Gli scanner sono ormai alla portata di tutti, ma acquistarne uno non sempre facile. Ecco i suggerimenti fondamentali per districarsi tra risoluzione e profondit di colore, con un occhio al portafoglio
Quale uso volete fare per il vostro scanner? Il primo e pi importante aspetto dellacquisto di uno scanner risiede nella valutazione delle proprie necessit. E necessario avere ben chiaro il fine che giustifica lacquisto di questa periferica, in modo da non buttare via denaro a causa dellacquisto di uno scanner sovradimensionato alle nostre esigenze, n spendere pochissimo per avere tra le mani risultati che non incontrano le nostre aspettative.

Creare pagine web

Copiare documenti

Avete bisogno di uno scanner che sia dotato di un programma OCR (per il riconoscimento della scrittura su carta) in modo che i caratteri stampati possano essere convertiti in testo modificabile dallutente. Non necessario che lo scanner abbia propondit di colore, ma deve avere sicuramente unalta risoluzione e una buona velocit di scansione delle pagine, per non perdere eccessivo tempo durante la scansione di ogni pagina.

Per il Web, non avete bisogno di uno scanner ad altissima risoluzione. La natura stessa delle immagini su web, fa si che una risoluzione di 100 dpi (punti per pollice) sia sufficiente a produrre immagini in formato 640 x 480 pixel, ovvero il formato comunemente utilizzato per le foto e le immagini sulle pagine web. Sicuramente deve essere buona la qualit del colore e la sua fedelt alle tonalit dellimmagine originale. Uno scanner di fascia bassa (intorno ai cento euro) pu benissimo fare al caso vostro.

Realizzare depliant

pagine web e faxare documenti In questo caso avete sicuramente bisogno di uno scanner che abbia una buona velocit di scansione: a questo proposito consigliamo sicuramente scanner con connessione USB, semplici da installare ma, soprattutto con unalta velocit di trasferimento dei dati.

Uno scanner per diapositive: con questo dispositivo si ottengono scansioni di altissima qualit di negativi e diapositive
Probabilmente sar consigliabile utilizzare scanner dedicati alla sola scansione delle diapositive: il lato negativo che in tal modo non avrete un dispositivo universale in grado di scansire anche documenti, ma il risultato finale sar sicuramente allaltezza delle aspettative. Uno scanner piano con adattatore per diapositive, pu essere utilizzato per chi ha lucidi e diapositive e vuole pubblicarle su una pagina web: questo tipo di scanner non raggiungono per la qualit dei dispositivi dedicati alla sola scansione delle diapositive.

Prma di acquistare uno scanner necessario capire luso che ne volete fare: in tal modo eviterete di acquistare un dispositivo sottodimensionato alle vostre esigenze
A tal proposito, lecito considerate la possibilit di acquistare uno scanner con alimentatore di documenti automatico (ADF). Se avete molti documenti, lADF potrebbe essere una manna dal cielo. Ma molte volte, un ADF pu essere dato per disponibile, ma i tempi per ottenerlo potrebbero essere molto lunghi. Per questo tipo di utilizzo consigliamo uno scanner di fascia media, con un prezzo che si aggira intorno ai duecentocinquanta euro. www.zdnet.it Anche il colore pu essere importante ma non cos tanto la risoluzione. Uno scanner di fascia media pu benissimo soddisfare tutte le esigenze che si presenteranno a una piccola azienda.

Fotografie e fotoritocco

Scansire diapositive

Sicuramente avrete bisogno di uno scanner ad alta risoluzione e con unottima fedelt del colore per meglio sfruttare la qualit delle diapositive.

Per ottenere immagini di qualit da fotografie per il fotoritocco, dovete sicuramente scegliere scanner al top della gamma, di livello professionale, con grande fedelt della gamma cromatica, alta risoluzione e, ovviamente, unalta velocit di scansione. Sicuramente si pu pensare a uno scanner con connessione SCSI o addirittura a uno dei nuovi scanner con connessione ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 17

Speciale Fotografia Digitale


FireWire che consentono alte velocit di trasferimento dei dati. La spesa prevista per un acquisto di scanner professionale si aggira intorno ai mille euro. su interfacce standard SCSI. Se prendete uninterfaccia SCSI, potete utilizzarla per connettere hard drive esterni e anche unit a nastro. Le versioni SCSI sono molte, ma sono comunque pi veloci e pi affidabili. Uno dei problemi relativi allinterfaccia SCSI risiede nel fatto che molti computer non la possiedono. Ci vuol dire che, se questo il vostro caso, dovete acquistare una scheda interfaccia SCSI e installarla. Se lidea di aprire il computer non vi piace molto, considerate la possibilit di acquistare unaltra interfaccia o di far installare la scheda SCSI dal negoziante. Unaltra considerazione da fare che molti PC hanno una capacit di espansione molto limitata, e potreste riscontrare qualche difficolt vengono anche usate da periferiche come unit a nastro, hard disk esterni removibili e, ovviamente, stampanti. Avere una stampante, uno scanner, ununit a nastro e un hard disk esterno operanti contemporaneamente su una porta parallela una cosa abbastanza improbabile che pu dare problemi di funzionamento e di compatibilit dei singoli componenti.

Collegamento al pc

Al giorno doggi vengono utilizzate quattro tipi di interfaccia per la connessione al computer di uno scanner: vediamo le caratteristiche:

Connessione USB

FireWire (IEEE 1394)

La nuova interfaccia USB ha cominciato ad apparire sui computer nel 1997. Essa stata progettata come interfaccia facile da usare, semplice ed economica che pu collegare varie periferiche al computer. Uno dei vantaggi dellinterfaccia USB la presenza di piccoli cavi flessibili. Chiunque abbia lottato con i pesanti cavi SCSI o paralleli apprezzer i piccoli cavi e connettori USB. Se state prendendo in considerazione linterfaccia USB, controllate che il

Come linterfaccia USB, Firewire fa uso di piccoli cavi flessibili. A differenza dellinterfaccia USB, per, Firewire estremamente veloce, cos veloce che potrebbe tranquillamente sostituire IDE o SCSI per interfacce hard disk. Firewire utilizzato prevalentemente per la connessione tra computer, telecamere e macchine fotografiche digitali, nasce quindi come interfaccia di scambio per dati relativi a immagini. Firewire, una volta ampiamente difusa, diventer uninterfaccia per scanner molto popolare: per il momento utilizzata solamente su scanner di fascia alta e per scanner per diapositive di livello professionale.

Per gli scanner esistono due accessori di primaria importanza: lADF, lalimentatore di documenti automatico e lXPA , ladattatore per la scansione di diapositive
vostro computer ne sia dotato. Se il vostro computer era uno dei primi disponibili con interfaccia USB, potreste aver bisogno di installare alcuni driver supplementari o adattatori hardware. Da notare: installare uninterfaccia USB su un computer pi vecchio pu essere abbastanza complicato. nellaggiungervi un adattatore SCSI. Le interfacce SCSI possono essere molto veloci: 1.2 megabyte al secondo per il trasferimento dati allordine del giorno.

Gli accessori

Per gli scanner, esistono due accessori basilari, lADF, lalimentatore di documenti automatico e lXPA o adattatore per diapositive.

Alimentatore automatico
Se avete in progetto la scansione di una grande quantit di pagine, potreste considerare la possibilit di acquistare un ADF (alimentatore di documenti automatico). Un ADF molto utile se desiderate scansire molte pagine per OCR, fax, fotocopie o archivio documenti. La maggior parte degli ADF a basso costo contengono da 10 a 20 pagine. Laffidabilit e la capacit di un ADF a basso costo di alimentare una grande quantit di pagine senza intoppi sono abbastanza variabili. Provatene uno. Potreste anche riscontrare qualche difficolt nel trovare un ADF per un determinato tipo di scanner. Pi costosi, gli ADF da 50 a 100 pagine sono ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 18

Scanner paralleli

SCSI

SCSI (pronunciata scasi) uninterfaccia ampiamente utilizzata che fornisce alta velocit e connessioni affidabili. Per alcuni anni, le interfacce SCSI sono state considerate standard per gli scanner. Le interfacce SCSI possono collegare fino a sette dispositivi al vostro computer, e molti computer di un certo livello hanno tale tipo di interfaccia gi installato. Se possedete uno di questi computer, probabilmente uno scanner SCSI fa al caso vostro. Assicuratevi che lo scanner di vostra scelta sia supportato www.zdnet.it

Linterfaccia parallela sa ormai per essere soppiantata dallinterfaccia USB per gli scanner di fascia medio-bassa, a causa dei problemi di funzionamento che spesso si costretti ad affrontare a causa di un collegamento che stato progettato per loutput di dati (la stampa) e non per linput (la scansione di immagini o documenti). Un grosso problema con le interfacce parallele risiede nel fatto che esse

Speciale Fotografia Digitale


ovviamente pi affidabili e robusti. Possono arrivare, per, a costare quasi come lo scanner. Alcuni ADF posizionano la pagina sul piano dappoggio dello scanner e in seguito lasciano allo scanner il compito di eseguire una normale scansione, quasi come accade con le fotocopiatrici. Tali ADF possono essere pi robusti e permettere pi scansioni di una singola pagina, ma ovviamente il prezzo aumenta.
GLOSSARIO RISOLUZIONE OTTICA (Ppi) Anche chiamata Vera Risoluzione Il numero di pixel (punti) reali scansiti per pollice. Se esiste una caratteristica in stretta relazione con la vera risoluzione, proprio questa. RISOLUZIONE HARDWARE Solitamente la velocit di avanzamento della direzione Y (verso la parte bassa della pagina) dello scanner. In genere essa due volte la risoluzione ottica. Tale caratteristica fornisce informazioni minime o nulle. RISOLUZIONE MASSIMA Colitamente un numero molto grande (come 9600), tale caratteristica mette in relazione il massimo numero di pixel che uno scanner o un software possono creare utilizzando linterpolazione. Si tratta di una caratteristica insignificante. Il software di elaborazione immagini che si trova con la maggior parte degli scanner pu effettuare fondamentalmente infinite interpolazioni. Dovete usare uno scanner di qualit a 36 bit per: BIT DI PROFONDIT DEL COLORE Giudicando dalle apparenze, una caratteristica in bit sembra non aver nulla a che fare con il numero di colori scansiti da uno scanner. In realt il motivo della presenza di tale caratteristica che essa esprime la tecnologia negli scanner. Allinterno di uno scanner vi un dispositivo chiamato convertitore analogico digitale (A/D). Questo dispositivo converte la tensione dal CCD in un numero che il com La scansione di lucidi fotografici di alta qualit. La scansione di originali per uso professionale qualitativamente elevati. puter in grado di leggere. Una delle caratteristiche di un A/D il numero di bit trasformati. Tuttavia se uno scanner possiede un A/D a 8 bit e scansisce 3 colori (rosso, verde e blu) allora lo definiamo a 24 bit (8 x 3 = 24). Di quali bit di profondit colore avete bisogno? Uno scanner di qualit a 24 bit adatto per: La scansione di stampe fotografiche per quasi ogni scopo. La scansione per OCR (in realt non molto usata). La maggior parte delle scansioni per il Web.

Diapositive

Un XPA o adattatore di diapositive vi permette di scansire fotografie trasparenti con una qualit medio-bassa. Alcuni scanner sono dotati di XPA semplici e passivi (utilizzano la luce dello scanner) che permettono la scansione di diapositive da 35 mm. Da notare: queste scansioni sono probabilmente utili per piccole riproduzioni, o forse per il Web, ma non forniscono risultati da professionista. Potete acquistare XPA attivi (hanno la propria sorgente luminosa) che permettono di scansire originali trasparenti di formato pi grande con una maggiore qualit. Questa potrebbe essere lunica alternativa per grandi formati come radiografie o i lucidi fotografici 4x5. Siate prudenti, la qualit pu variare. Per ottenere buoni risultati con diapositive da 35 mm o con dei negativi, potreste considerare la possibilit di acquistare uno scanner adatto a questo scopo.

Con uno scanner di qualit a 30 bit avete: La scansione di stampe fotografiche per quasi ogni scopo. La scansione per OCR (in realt non molto usata). La maggior parte delle scansioni per il Web.

In realt per la maggior parte delle persone uno scanner di qualit da 24 o 30 bit soddisfa appieno qualsiasi necessit.

OCR di testi con dimensioni normali Scansione di disegni, grafici, logo e grafica. Scansione di quasi qualsiasi immagine per il World Wide Web. Archiviazione di semplici documenti. Fare copie sulla vostra stampante (a colori o in bianco e nero)

Scansione di disegni originali piccoli e qualitativamente elevati per riproduzioni dettagliate o ingrandimenti. OCR di testi molto piccoli. Da notare: lOCR di testi molto piccoli abbastanza impegnativo.

Risoluzione e PPI

La risoluzione la capacit dello scanner di definire minimi dettagli delloriginale Quanti Ppi fanno al caso nostro? I Ppi, o pixel per pollice, dovrebbero indicarvi in che modo lo scanner in grado di definire il dettaglio. Questo il motivo per cui i grafici e i designer sanno che i Ppi e la nitidezza ottica dovrebbero essere in relazione tra loro. Si usano 300 ppi per: Scansione di fotografie stampate 1: 1 o fino a un ingrandimento di due o quattro volte.

Oltre 600 ppi servono per: Per scansire diapositive da 35 mm e dei negativi per ingrandimenti.

Si usano 600 ppi per: Ingrandimenti di fotografie qualitativamente elevate fino a quattro volte loriginale, per esempio, per i poster. Scansione di piccoli originali, come diapositive da 35 mm, per leditoria Web. ZDNet - Speciale Fotografia Digitale - 19

www.zdnet.it