Sei sulla pagina 1di 25

MIGLIORA TE STESSO

CHIHIRO TANAKA

ZEN

VINCERE LO STRESS CON LO

Chihiro Tanaka

VINCERE LO STRESS CON LO ZEN

ISBN 978-88-6345-511-3

2013 Il Sole 24 ORE S.p.A. Sede legale e amministrazione: via Monte Rosa, 91 - 20149 Milano Redazione: via C. Pisacane, 1 - Pero (MI) Per informazioni: Servizio Clienti 02.3022.5680, 06.3022.5680 Fax 02.3022.5400 oppure 06.3022.5400 e-mail servizioclienti.libri@ilsole24ore.com Fotocomposizione: S.E.I. Italia S.r.l. - Rovello Porro (CO) Stampa: Rotolito Lombarda, via Sondrio, 3 - 20096 Seggiano di Pioltello (MI) Prima edizione: maggio 2013 Tutti i diritti sono riservati. Le fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15 per cento di ciascun volume/fascicolo di periodico dietro pagamento alla SIAE del compenso previsto all'art. 68, commi 4 e 5, della legge 22 aprile 1941, n. 633. Le riproduzioni effettuate per nalit di carattere professionale, economico o commerciale o comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di specica autorizzazione rilasciata da EDISER Srl, Societ di servizi dell'Associazione Italiana Editori, attraverso il marchio CLEAREdi, Centro licenze e Autorizzazioni Riproduzioni Editoriali, Corso di Porta Romana n. 108 - 20122 Milano. Informazioni: www.clearedi.org.

Indice

Premessa ..........................................................................................IX Introduzione ..............................................................................XVII 1.


1.1 1.2

LIBERARSI DALLO STRESS QUOTIDIANO


Perch la vacanza anti-stress? ......................................3 Sguardi da stress zero .........................................................4 Esempio pratico 1. Una dieta a testa alta ............................4 Esempio pratico 2. Uscire dalla depressione e migliorare le proprie relazioni ..................................................................7 Il corpo A ogni postura la sua sensazione .................8 Esempio pratico 3. Il metodo da maestro di karate; Una postura per vincere la paura ..........................................8 Esempio pratico 4. in un tempio zen; Una postura corretta migliora la performance .........................................................9 Le immagine Il collegamento tra sensazioni e immagini ............................................................................12 Esempio pratico 5. bambini che non riescono a rispondere bene all'interrogazione .........................................................12 Esempio pratico 6. Unimmagine alla base della guarigione ..............................................................................13 Comprendere i propri canali sensoriali .......................15 Esempio pratico 7. Il motivo dei fraintendimenti .............16 Esempio pratico 8. Migliorare il rapporto col denaro ......17

1.3

1.4

1.5

2.
2.1 2.2 2.3 2.4 2.5

LIBERARSI DELLO STRESS ATTRAVERSO IL PROPRIO CORPO


Posture da stress e posture Stress Zero .................23 Esamina il tuo corpo nei momenti di stress ...............24 Esamina il tuo corpo nei momenti di relax.................27 Inverti le posture ................................................................29 Un utilizzo vantaggioso dello sguardo .........................29 Esempio pratico 9. Parlare in pubblico ..............................31 Esempio pratico 10. Come dare direttive ad un subordinato .................................................................32 Esempio pratico 11. Cambiare limpressione con uno sguardo ...................................................................................33 Mettiamo in pratica la postura Stress Zero ...........34 Milano Walk ...........................................................................35

2.6

3.
3.1 3.2

LIBERARSI DELLO STRESS ATTRAVERSO LE IMMAGINI


Esigenza di autodifesa ......................................................39 Immagini da stress e immagini Stress Zero............40 Esempio pratico 12. Perch si usano i coloranti? .............40 Fase 1 : Esaminare le tue immagini nei momenti di stress ..................................................................................41 Fase 2 : Esaminare le tue immagini nei momenti di relax ....................................................................................43 Fase 3 : Due modi di cambiare la qualit delle immagini ...43 1) Sostituire le caratteristiche di immagini da stress e immagini Stress Zero .................. 43 2) Ripristinare le immagini allo stato naturale ........................................................... 44 Shock da tsunami ..................................................................45 Luso concreto dellimmagine Stress Zero ..............48

3.3

4.
4.1 4.2

LIBERARSI DELLO STRESS ATTRAVERSO LE PAROLE


Comprendere il meccanismo di scelta delle parole ..........51 Cinque trappole delle parole .........................................51

4.3

Esempio pratico 13. Shopping come anti-stress ...............59 Toni da stress e toni Stress Zero ...............................61 Esempio pratico 14. Vincere la claustrofobia ....................61 Fase 1 : Esaminare parole e tono nei momenti di stress .62 Fase 2 : Esaminare parole e tono nei momenti di relax ...64 Fase 3 : tre modi di cambiare le parole e toni ...................64 1) Sostituire le caratteristiche .......................... 64 2) Usare le voci di altre persone ....................... 65 3) Usare la musica di sottofondo ..................... 65

5.
5.1

TRASFORMARE LA TECNICA STRESS ZERO IN ABITUDINE QUOTIDIANA


Integrare le tecniche di corpo, immagine e parole...69 Esempio pratico 15. Superare la paura di volare in aereo ..................................................................70 Ottenere la sensazione pi appropriata per ogni occasione ...............................................................................72 Esempio pratico 16. Condizionamento per performance migliore ..................................................................................74 Mind skills. Cinque tendenze dei pensieri per facilitare la tecnica Stress Zero ...............................................75 Mind skill 1: approccio "verso" e approccio "via da" ...........75 Mind skill 2: termine di tempo ..............................................76 Mind skill 3: modalit globale o dettagliata .........................77 Mind skill 4: referenza interna ed esterna ............................79 Mind skill 5: opzione o procedura? .......................................80

5.2

5.3

Postfazione dellautrice ...........................................................83

Premessa

A Kyoto, la vecchia capitale del Giappone, c un tempio vicino alla casa dove sono cresciuta. Mia madre mi ci portava spesso per fare una passeggiata. In primavera tutta la montagna diventa rosa con i ori di ciliegi, in autunno rossa con le foglie di aceri giapponesi. Ma c anche un giardino che sempre uguale, senza nessun cambiamento con le stagioni; un giardino zen. Molti di voi forse sanno come sono fatti i giardini zen. Con un po di sassi e sabbia con cui forma onde e linee sottili. Ci sono alcuni alberi bassi o piccoli con le foglie sempre verdi tutto lanno. Quando ero pi giovane, mi attiravano molto di pi i ori di ciliegi e gli aceri, che sono incantevoli con i loro colori intensi, ma con il passare degli anni ho iniziato ad apprezzare anche questo semplice giardino zen. Lo zen la semplicit, la rafnatezza e lessenziale che rimane dopo aver eliminato tutti i dettagli e contesti. Ed per questo che universale, come diceva anche Steve Jobs. Con piccoli sassi, sabbia ed alberi il giardino zen esprime un universo e se ti siedi davanti a questo giardino, sul pavimento di legno che scricchiola, come faccio io ogni volta che vado in Giappone, anche solo per 10 minuti, si ritrovano tranquillit e armonia. L il tempo si ferma.

Premessa

In questo libro, ho cercato di usare lo stesso metodo dello zen. Cinque punti fondamentali nello zen applicati con la tecnica stress zero: 1) Estrema semplicit; lo zen cerca sempre lestrema semplicit. Non complica con i concetti troppo elaborati o accademici. Per questa tecnica si usano solo tre elementi per cambiare il meccanismo con cui spesso senza neanche accorgercene creiamo lo stress. 2) Praticit; lo zen va vissuto nella vita quotidiana. Non deve rimanere solo un concetto nella testa (astratto). La tecnica viene disegnata proprio per essere usata quando e dove vuoi (non devi aspettare la vacanza!) e ti fa sentire il suo effetto immediato. Fino ad ora circa 8000 persone lhanno provata; c la conferma che anche le persone che erano allinizio molto resistenti hanno sentito gli effetti dopo al massimo un paio di minuti. Ed un effetto duraturo. 3) Essenzialit; si tratta della scienza del nostro corpo e del nostro cervello, quindi non occorrono n soldi, n strumenti, n tanto tempo di allenamento. Basta avere se stessi e non dipendere da nessuno e da nessuna circostanza. 4) Rafnatezza; quando si fa una cosa complicata e faticosa, facile farlo lamentandosi oppure facendo vedere gli sforzi e il sudore che ci si mette. Invece se si fa con disinvoltura anche se dietro ci sono ore e ore di allenamento e sforzo, questo agire in Giappone viene considerato unazione molto rafnata. un po zen. La stessa cosa si scopre con questa tecnica. Applicandola, potresti imparare molto sul tuo corpo e sul tuo cervello che in se non sono per niente facili. Potresti anche aiutare gli altri senza neanche spiegare i dettagli o i concetti. 5) Universalit; lo zen un concetto universale. Si tratta di vita, di universo, e armonia che condividiamo tutti, nessuno escluso. La tecnica funziona per tutti gli essere umani, senza distinzione di nazionalit, di et, di sesso o di attivit lavorativa prestata. Una volta capito il proprio maccanismo personale con il quale si crea lo stress, il metodo per combatterlo si pu poi usare per tutta la vita.

Premessa

XI

bello...conoscere i segreti per liberarti dello stress dove e quando vuoi...lasciarti alle spalle in un attimo quello stress cos odioso che ti porti dietro da chiss quanti giorni, mesi, anni...e non essere pi vittima delle emozioni negative! La vita breve. Ogni momento prezioso. Puoi trasformare il tempo, che nora perdevi coi tormenti dello stress, in un tempo di meraviglia, serenit e gioia. Perch te lo meriti. Se utilizzerai la tecnica Stress Zero qui illustrata, potrai vivere una quotidianit molto pi ricca e piacevole, e non dovrai pi avere paura delle tue emozioni. Ho scritto questo libro per augurarti, dal profondo del cuore, una vita sempre pi serena e piena di bellezza ed emozioni. Una vita un po zen! Una volta anch'io ero piena di stress Ricordo i giorni terribili con il mal di stomaco da stress. C stato un periodo in cui anchio ero enormemente stressata. Vivo in Italia da quasi 20 anni, lavorando a Milano; un po di pi se consideriamo anche il periodo di studio. Quando lo dico alle persone in Giappone, mi sento rispondere Forte! o Lo stress non sai nemmeno cosa sia, vero?. Invece per chi non abituato alla mentalit italiana, la vita di tutti i giorni in Italia piena di stress. Per una persona venuta dal paese dove funziona tutto, andare in stazione per comprare un biglietto e trovare il distributore automatico guasto, correre allo sportello e vedere il bigliettaio che chiacchiera beatamente con un collega o addirittura si alza e se ne va, arrivare nalmente al binario per poi sentirsi annunciare che il treno in ritardo di mezzora... in poche parole, trovarsi nella quotidianit del paese dove non funziona, era terribilmente stressante. Rispetto a venti anni fa quando sono arrivata, la situazione migliorata tanto, comunque fa ancora questo effetto; potresti immaginare che i treni superveloci Shinkansen che io prendo spesso

XII

Premessa

per spostarmi in 2 ore e 15 minuti, tra Kyoto e Tokyo che dista 500 km, arrivano ogni 10 minuti senza neanche 1 minuto di ritardo e le porte dei treni si fermano esattamente dove sono segnate le linee che indicano i numeri delle carrozze. Quel periodo ripetevo sempre dentro di me, Com possibile? Perch non funzionano?. Quindi il mondo era pieno di elementi che causavano stress che, alla ne, mi avevano portato a soffrire di mal di stomaco. Quando invece sbocciata la mia identit italiana dentro di me, ho iniziato ad accettare che cose del genere possono capitare, anzi qualche volta anche possibile approttarne. Il problema che in cambio ho iniziato a provare anche un altro tipo di stress; lo stress da italiana. Cose che in Giappone sono naturali, per esempio sorbirsi migliaia di volte lo stesso annuncio di scuse se il tuo treno rimasto fermo due, tre minuti per un qualche guasto, ha iniziato a irritarmi. In altri termini, ci che non funziona provoca stress, ma lo fa anche ci che funziona troppo. Inoltre, di solito un italiano vuole essere originale, diverso dagli altri, mentre per un giapponese generalmente avviene il contrario: vuole essere come tutti gli altri. Col crescere della mia identit italiana dentro di me, ho avuto due tendenze opposte che erano continuamente in conitto. stato per me un periodo faticoso con un doppio stress, da giapponese e da italiana. in quel periodo che sono andata negli Stati Uniti a studiare i programmi per corpo e mente. La tecnica Stress Zero qui presentata nata per caso quando lavoravo con un amico che preparava mentalmente i soldati della Nato prima di essere mandati in missione. Dopo numerosi tentativi, sono riuscita a semplicare la tecnica per portarla nella vita quotidiana di tutti. Ora non provo quasi pi alcuno stress per i treni in ritardo, per gli annunci ossessivi o per qualsiasi altro problema, o almeno, se lo sento un po, so esattamente come liberarmene. Posso esprimere quello che devo dire con serenit,e posso dire No allo stress, e dormire bene la notte. In questo libro svelo queste ricette grazie alle quali non solo non provo pi stress, ma addi-

Premessa XIII

rittura trovo il lato positivo in tutti gli innumerevoli eventi che mi capitano nella vita di ogni giorno. scomparso anche il mio conitto interiore. Non c' pi conitto tra la mia identit italiana e quella giapponese, e sono semplicemente la Chihiro Tanaka persona. A volte sono pi giapponese, altre volte sono pi italiana, ma non devo pi giusticarmi con nessuno. cos che lo stress scomparso, con grande benecio del mio stato danimo. Se sono riuscita a farlo io, potrai riuscirci anche tu! Da ormai pi dieci anni, svolgo attivit di consulenza, formazione e seminari in diversi paesi in tre lingue diverse. Non si tratta solo di gestione dello stress ma riguarda anche le communicazioni e il management interculturali, comprese le fusioni, le incorporazioni e le riorganizzazioni aziendali. A ripensarci ora, la mia esperienza personale di superamento dei problemi nellambito multiculturale si rivelata uno strumento molto efcace per trasformare le diversit in ricchezza. Vorrei dare un mio piccolo contributo per creare una vita e una societ pi ricche e pi belle. Il punto di partenza armonizzare le tre culture che sono alla base della mia persona: la creativit e larte per godersi la vita (che mi ha insegnato lItalia), la passione e le azioni per realizzare i propri sogni (gli Stati Uniti), larmonia e il rispetto per il mondo che ci circonda (il Giappone).

Cosa si intende per tecnica Stress Zero?


Gli elementi essenziali sono tre: corpo, immagine, parole. possibile eliminare lo stress attraverso il controllo di: corpo: tutto ci che attiene ai movimenti del corpo (postura, respirazione, gestualit, movimenti oculari, ecc.); immagine: caratteristiche e qualit delle immagini che costruisci nella tua mente; parole: parole che usi abitualmente, tono, timbro e velocit con cui parli nel pensiero;

XIV

Premessa

attraverso le innumerevoli combinazioni di questi tre elementi che si deniscono tutte le tue sensazioni. E sei stato tu stesso che hai creato, anche se inconsciamente, il programma che determina quale sensazione devi provare con una determinata combinazione.... Quindi sta solamente a te cambiare questo programma e, di conseguenza le tue sensazioni. Tutto qui!

Le 3 fasi della tecnica Stress Zero


Liberarsi dello stress pu avvenire in tre fasi. Fase 1: analizza le situazioni di stress. Per prima cosa ricostruisci sicamente e mentalmente le situazioni in cui provi stress, quindi verica come usi il corpo, che immagine vedi e quali parole utilizzi in quei momenti. Fase 2: analizza le situazioni di relax. Successivamente esegui lo stesso procedimento con le situazioni in cui ti senti rilassato e a tuo agio. Fase 3: sostituisci le caratteristiche. Basta sostituire le caratteristiche di corpo, immagine e parole delle situazioni di stress con quelli di relax e lo stress che hai provato sino a oggi scompare magicamente. Con lutilizzo della tecnica Stress Zero e dei suoi programmi per corpo, immagine e parole, potrai creare le condizioni in cui non potrai provare stress nemmeno se vorrai!

Vivere bene con la propria bellezza


Una volta padroneggiata la tecnica Stress Zero, anche tu smetterai di essere in bala dello stress. Anzi, avrai la serenit per meditare qualche signicato preso anche dallo stress, perch lo stress sotto il tuo controllo, conosci il modo con cui puoi liberartene quando e dove vuoi.

Premessa

XV

Vorrei essere pi chiara possibile per evitare fraintendimenti. Ci sono persone che nel sentire lespressione possibile controllare le proprie emozioni controbattono cos: umano sentire le emozioni. Controllare le proprie emozioni non mi piace, non sono mica un robot!. Essere persone equivale a provare emozioni, su questo non ci piove. Prima di tutto, la tecnica Stress Zero non va ad intaccare le emozioni positive, quelle che ci piacciono, come i sentimenti verso la persona amata o una gratitudine cos intensa ci fa piangere di gioia. Anzi, con la tecnica possibile renderle ancora pi intense. Daltra parte, anche sensazioni sgradevoli come la rabbia e la tristezza caratterizzano una parte importante della nostra umanit. Nellarco della vita accadono moltissimi avvenimenti, alcuni dei quali provocano dolore, stress o rabbia. Sono apparentemente sensazioni negative, ma spesso nascondono in s alcuni messaggi importanti. Per quanto uno ci rietta, senza provare le sensazioni negative di stress, rabbia o dolore le persone non possono crescere e migliorare. dalla rabbia che scaturisce lenergia. pensando ai momenti dolorosi che si comprende appieno il sentimento di gratitudine. dalla tristezza che emergono la tenerezza e la generosit. Ma qui vorrei fare una domanda. Dopo aver imparato i messaggi profondi, per quanto tempo ancora vuoi continuare a sentirle, le emozioni e le sensazioni negative, per esempio la rabbia, per settimane, per mesi o per anni? un male se lasci andare una volta che hai colto il messaggio? A che serve sentire lo stress ogni volta che vedi il tuo capo perch una volta ti ha sgridato? Attraverso la tecnica Stress Zero potrai liberarti delle sensazioni che non vuoi pi tenere. I sacrici dovuti a quelle spiacevoli sensazioni diverranno un ricordo e faranno spazio a un meraviglioso stato danimo del quale non potrai pi fare a meno, e questo cambier la tua vita. Da ora in avanti potrai viverla non pi sotto il tormento dello stress, ma come unesperienza di splendore e

XVI

Premessa

bellezza. Perch, in primo luogo, negli esseri umani esiste uno splendore innito, e con la tecnica Stress Zero possibile esaltarlo nella vita di tutti i giorni, senza timore delle proprie emozioni e sensazioni. Adottala nella tua quotidianit e potrai far emergere positivit, felicit e allegria ogni volta che ne avrai bisogno. Spero che questa tecnica possa esserti daiuto per rendere la tua vita pi bella, pi serena, pi profonda.

Chihiro Tanaka

Introduzione

Il giorno in cui il terribile terremoto e lo tsunami hanno colpito il nord del Giappone, ero in viaggio. La mattina stavo andando allaeroporto di Linate a Milano per prendere il volo per Parigi e poi per Osaka. In macchina ho acceso la radio e per caso ho sentito il notiziario del mattino. Il terremoto in Giappone, Tutti i trasporti bloccati. Vi confesso che la prima frase non mi ha fatto nessun effetto. Con tutti i terremoti che succedono in Giappone e con la tecnologia anti-sismica ormai diffusa in tutto il Giappone, era difcile immaginare che un terremoto potesse causare grossi danni. Invece la seconda frase, i trasporti bloccati, mi ha lasciata perplessa. Se non a causa di grossi danni, forse hanno bloccato i trasporti solo per cautela, solo per controllare...Questa la spiegazione che mi sono data. Al banco del check-in, non potevano darmi nessuna informazione al riguardo, quindi ho telefonato a mia sorella che abita ad Osaka. La sua risposta stata S, c stato un terremoto enorme nel nord del Giappone ma non credo che ci siano danni. A Osaka non si sentita neanche una scossa, laeroporto di Kansai (Osaka, quello famoso che stato disegnato da Renzo Piano) funziona normalmente, quindi non ti preoccupare, vieni. Non era ancora arrivato lo tsunami. E cos avevo completamente dimenticato la notizia ed ero salita tranquillamente sull aereo. Pensandoci adesso, stato molto strano che io avessi cambiato la destinazione Tokyo a Osaka allultimo momento, senza un motivo

XVIII Introduzione

particolare. Se la mia destinazione fosse rimasta Tokyo, come faccio di solito, sarei rimasta bloccata a Parigi chiss quanto tempo, perch laeroporto di Narita (Tokyo) era stato chiuso per un paio di giorni e avrei avuto i problemi seri anche dopo per il problema della radioattivit. Non era per niente facile viaggiare verso quella destinazione. Quindi sono arrivata il giorno dopo tutta tranquilla. Non avevo pi pensato minimamente a quello che avrebbe potuto succedere quel giorno. Quando sono arrivata a casa di mia sorella, ho visto le immagini che sicuramente avrai visto anche tu. Davanti alle scene dellacqua che trascinava via tutto, le onde che ingoiavano ogni cosa, tutti restavano sgomenti, anche i giornalisti non sapevano come chiamare quel fenomeno. Disastro epocale, calamit naturale... Le immagini andavano avanti per ore senza avere nessun nome preciso oppure a volte, ricevevano spiegazione scentiche prive di emozioni. Guardare le immagini mi ha ricordato un avvenimento storico medioevale che ho imparato a scuola. Si parla del 13mo secolo, pi precisamente di due eventi accaduti nel 1274 e nel 1281. In quegli anni gli eserciti mandati da Fubirai Kahn (Impero Mongolo) tentarono di conquistare il vecchio Giappone. Senza dubbio erano molto pi forti, feroci e progrediti, e cos iniziarono a conquistare diverse citt nel sud del Giappone. Ma un giorno si alzarono un grande vento e onde enormi. Probabilmente un tifone ma, comunque, il vento e le onde distrussero tutte le loro navi, loro accampamenti, e tutte le truppe. Cos il Giappone, senza fare niente, vinse la battaglia due volte. Non ci fu lo tsunami, ma credo che leffetto sia stato ugualmente devastante. La gente credette che quello scatenarsi della natura, con quelle terribili onde che ingoiarono migliaia di mongoli fossero una grazia di Dio. Effettivamente la gente lo chiam il vento di Dio (kamikaze, Kami= Dio, Kaze = Vento; ecco lorigine di questa parola che purtroppo adesso ha assunto un signicato completamente diverso). Le onde che distruggono tutto, tutto quello che stato costruito e

Introduzione

XIX

la stessa vita di tante persone....pu essere interpretato un disastro epocale, ma anche il vento di Dio. Il terremoto pu essere considerato lo spostamento della crosta terrestre oppure lira di Dio. La crisi economica che ci ha colpito nell'ultimo periodo, in giapponese si scrive . signica il pericolo e signica lopportunit. Questa saggia parola ci insegna in s ci sono due modi di interpretare la situazione e spesso la conseguenza dipende da quale modo scegli tu. Sono stata due volte nella zona colpita dallo tsunami per trasmettere proprio la tecnica spiegata in questo libro. Non cera nessuno che non avesse perso persone care, la situazione era drammatica, ma la maggior parte delle persone che hanno participato sono venute per imparare la tecnica non per loro, ma soprattutto per aiutare gli altri. Eppure, alla ne dei seminari, sono stata io ad aver imparato il vero coraggio, la forza e la voglia di vivere. Io li consideravo in qualche modo vittime, ma loro no. La questione ancora della nostra percezione. Faccio un altro esempio, pi banale. Un giorno, avevo una rosa in un vaso su una tavola di casa mia. Era quasi alla ne della sua oritura ed effettivamente aveva gi perso la maggior parte dei suoi petali e io li lasciavo intorno al vaso senza toccarli. Un amico (italiano) arriva a casa mia e mi chiede: perch non butti questa rosa, che ormai sorita?. Invece per me non era ancora sorita. Godevo della bellezza dei pochi petali che erano rimasti ma anche di quelli caduti. Dai, brutta!, continuva il mio amico. Forse avrai letto che ogni primavera noi giapponesi facciamo festa sotto i ori di ciliegio. la nostra usanza per festeggiare larrivo della primavera. Sui giornali pubblicano una mappa del fronte della oritura, come quella meteo, e tutto il Giappone aspetta con ansia e gioia il suo arrivo. Ma forse non sapevi che scegliamo i momenti per la festa non allinizio della oritura, ma verso la ne, quando i petali iniziano a cadere con il vento?

XX

Introduzione

Si avverte e si apprezza la massima bellezza proprio in quel momento. Naturalmente i ciliegi nella massima oritura sono bellissimi, ma le cose diventano ancora pi belle perch sappiamo che non durano in eterno e sono destinate a scomparire. la legge della natura. Invece in occidente spesso la bellezza considerata qualcosa che si deve possedere adesso e si fa di tutto per non lasciarla andare. Non a caso, in occidente, nata una aba come quella di Biancaneve, con la matrigna che tenta di ucciderla perch vuole essere lunica a possedere la bellezza assoluta del mondo. Torniamo alla nostra rosa. Quello che volevo intendere, che la stessa rosa poteva essere brutta per lamico italiano e bella per me. Ma la rosa stessa era neutra, non era n brutta n bella. la nostra percezione che la rende brutta ma anche bellissima. Perch lo stesso capo antipatico per te e simpatico per un tuo collega? Perch una persona che credi disgustosa e non degna di rispetto sposata (e sar amata almeno da qualcuno)? Noi esseri umani abbiamo tanti limiti che vengono dalla nostra struttura sica o mentale; per esempio non possiamo raccogliere tutte le informazioni che esistono nel mondo. Poi il modo di raccoglierle e di selezionare le informazioni informazione, diventa abitudine. C chi focalizza sempre le informazioni positive, invece c chi viene attratto da novit, da scoperte scientiche, o logiche, ma c chi va a cercare, senza neanche accorgersene, sempre le criticit oppure le cose che non funzionano. Un esempio. Se ci si rompe una gamba e si porta un gesso, ecco che improvvisamente il mondo diventa pieno di persone che portano il gesso. Se si compra unauto rossa, le strade diventano piene di auto rosse; non ti mai capitato? Eppure le persone con il gesso e le macchine rosse ci sono sempre state. Quindi attenzione: se la tua vita quotidiana non piacevole, molto probabilmente signica che in questo periodo hai la tendenza a focalizzare la tua attenzione sulle cose negative (basta ricordare un giorno positivo; ad esempio, il giorno del tuo matrimonio. Anche quel giorno cerano i colleghi antipatici e il mondo era pieno di notizie negative; eppure eri felice).

Introduzione

XXI

Lo stress nasce dalla tua percezione e interpretazione. Ricordiamo che le cose sono in s sono neutrali. Spesso noi crediamo che il nostro stress diminuirebbe se le persone e le circostanze cambiassero. Si spende tantissimo tempo ed energia per cercare di cambiare gli altri. Ma la verit che le persone non cambiano nch loro stesse non lo vogliono. Abbandona quindi lidea di cambiare gli altri. Nel migliore dei casi solo uno spreco di tempo. Sei forse disposto ad aspettare giorni, settimane, e anni sperando che succeda, senza avere nessuna garanzia? Quello che invece puoi cambiare la tua percezione, il tuo meccanismo con cui, senza volerlo, crei lo stress. E non sei obbligato ad aspettare, puoi farlo anche subito. Con la tecnica stress zero, ti garantisco che puoi farlo in un modo molto semplice.

1. Liberarsi dallo stress quotidiano

1.1 Perch la vacanza anti-stress?


Ho bisogno di una vacanza! Questa frase tipica italiana credo sia il sinonimo di sono stressato!. Per gli italiani, la vacanza sacra e durante la vacanza, nonostante possano capitare diversi inconvenienti, si sta comunque bene. Come mai? Certo, alzarsi presto la mattina per andare in ufcio, stressante, ma farlo per andare al mare, non lo . Andare al lavoro in auto, trovare un ingorgo e rimanere tanto tempo in la, stressante; invece se lauto presa a noleggio destate nisce in un trafco infernale senza nessun ordine su una strada in India o in Asia, ci si diverte anche. Ci hai mai pensato? I disagi in s sono uguali, il trafco anche, ma lo si affrontano in maniera diversa. Cosa vuole dire affrontare lo stress in maniera diversa? Che cosa esattamente cambia nel tuo corpo e nella tua mente? Queste sono le chiavi per capire come si crea lo stress e come lo si pu eliminare. Fondamentalmente, come premesso, cambiano tre elementi. Il corpo, le immagini e le parole. Quando sei in vacanza, di solito usi il tuo corpo in un modo; il corpo tende ad aprirsi con le spalle aperte e il viso e gli sguardi verso lalto. Basta pensare a come prendi il sole sulla spiaggia.

Vincere lo stress con lo Zen

difcile trovare qualcuno che prende il sole sulla sdraio guardando sempre in gi, inclinando sul davanti il corpo e chiudendo le spalle. Anche nel trafco infernale in India, si guarderebbe davanti, dietro, a destra e a sinistra perch si sarebbe attratti da un risci, da una moto carica di sei persone, da un cammello o da un camion sovraccarico, ecc. Quindi gli occhi sono sempre rivolti allesterno e in alto, mai ssi su un punto verso il basso. Quando punti la sveglia alle cinque di mattina, le immagini che ti vengono in mente per il giorno che sta iniziando sono piene di colore e di luce; il mare blu e luminoso oppure nuovi posti, pieni di colore e vivacit che scoprirai in breve. Difcilmente sono immagini piccole e in bianco e nero, vero?

1.2 Sguardi da stress zero


Esempio pratico 1. Una dieta a testa alta. Quando ho incontrato Megumi, 25 anni, era depressa per una delusione damore. Si trovava in una condizione di bulimia (alimentazione incontrollata) che la portava a mangiare in continuazione. In pochi mesi era aumentata di dieci chili e non riusciva pi a concentrarsi su nulla. Aveva iniziato decine di diete ma non ne aveva portata a termine nessuna, e anzi, continuava a tamponare col cibo le crepe del suo cuore infranto. La prima cosa che faceva quando tornava a casa era aprire il frigo e iniziare a rimpinzarsi. Allora le ho dato questo consiglio: Quando torni a casa e apri il frigo, siediti sul pavimento e guarda il cibo dal basso verso lalto per circa tre minuti. Tra i 5 sensi che noi usiamo quotidianamente: vista, udito, tatto, olfatto e gusto, lappetito appartiene al gusto, ed stimolato quando portiamo il nostro sguardo verso in basso. Secondo quale direzione (alto, basso, di lato, destra e sinistra) va il nostro sguardo, cambiano i sensi che vengono maggiormente stimolati. Per questo le ho detto di guardare verso lalto, direzione che non collegata con il senso del gusto. anche in questo modo che i mec-

Liberarsi dallo stress quotidiano

canismi cerebrali impediscono linsorgere dellappetito. Ecco cosa mi ha detto un mese dopo: Da quando guardo il cibo dal basso non mi sembra pi cos invitante, pian piano mi scappata la voglia di mangiarlo. So cosa stai pensando, cos facile fare la dieta? Impossibile.... Allora facciamo un esperimento: immagina di masticare un limone. Il succo aspro ti riempie la bocca, il tuo viso si contorce in una smora. Scommetto che la tua salivazione aumentata. Cerca di concentrare i tuoi sensi soprattutto sul gusto aspro del succo. La salivazione aumentata ancora di pi, vero? Ora ti faccio una domanda: in che direzione guardi? Quasi sicuramente verso il basso, con una leggera inclinazione a destra (a sinistra per i mancini). Solitamente non prestiamo attenzione ai nostri movimenti oculari. noto che essi sono essenzialmente controllati a livello inconscio. In altre parole vi un collegamento diretto tra occhi e cervello: attraverso i movimenti oculari stimoliamo determinate zone cerebrali. Tali movimenti sono estremamente rapidi, a volte del tutto impercettibili. Di solito quando lo sguardo rivolto verso il basso (inclinato a destra), viene stimolato lappetito e la salivazione maggiore. Facciamo un altro esperimento: torniamo al limone. Assapora ancora una volta il succo di limone e quando aumenta la salivazione, alza gli occhi verso il soffitto per circa trenta secondi. Che cosa succede? Per caso la salivazione diminuita? Avverti la stessa sensazione di acidit che provavi poco fa? Forse no. Nella struttura sica umana lappetito stimolato se lo sguardo rivolto verso il basso, mentre lo stimolo cessa se rivolto verso lalto. Perci naturale che venga fame quando ci si trova davanti al frigorifero e si abbassa lo sguardo per guardare il cibo. La dieta di Megumi ha funzionato perch lo sguardo verso lalto non collegato allappetito. Cos come giustamente notava lei, il cibo diventato meno invitante. Basata sulle scienze umane, la tecnica Stress Zero fa largo uso delle applicazioni dei movimenti oculari che, oltre ad essere molto semplici, dimostrano di possedere unincredibile efcacia.

Vincere lo stress con lo Zen

Collegamento occhi-cervello. immagini immaginate o del futuro immagini ricordate o del passato

alto alla tua destra

alto alla tua sinistra

suoni e voci immaginati o del futuro

suoni e voci ricordati o del passato

alla tua destra

alla tua sinistra

sensazioni (odori e gusti)

dialoghi interni

basso alla tua destra

basso alla tua sinistra

Desideri conoscere i segreti per liberarti dallo stress dove e quando vuoi? Vorresti lasciarti alle spalle in un attimo quello stress cos odioso che ti porti dietro da chiss quanti giorni, mesi, anni? Ti piacerebbe non essere pi vittima delle emozioni negative? Proverai una sensazione meravigliosa e ineguagliabile. Puoi trasformare il tempo che nora hai perso nei tormenti dello stress in un tempo di meraviglia, di serenit e pieno di gioia. Se utilizzerai la tecnica Stress Zero qui illustrata, potrai vivere una quotidianit molto pi ricca e piacevole, e non dovrai pi avere la paura delle tue emozioni. Dalla prefazione dellautrice, la consulente Chihiro Tanaka, ecco la dichiarazione di intenti di questo libro. Vincere lo stress, annullare le emozioni negative, capitalizzare i propri tesori emotivi attraverso i metodi di una delle pi antiche saggezze umane: lo zen. Raccontato in prima persona da una giapponese, vera autentica voce di serenit e pienezza, anche nelle difcolt e nella crisi che stiamo vivendo.
Chihiro Tanaka, nata a Kyoto, Giappone, vive da 20 anni a Milano. Da 10 anni offre consulenza e formazione in 3 lingue diverse in tutto il mondo. esperta nella gestione di emozioni (lo stress) e nel training-management multi-culturale, totalizzando pi di 10.000 presenze con destinatari di 25 nazionalit diverse. stata insegnante di yoga e ha collaborato a diverse trasmissioni radio e TV. autrice di libri e DVD. Fondatrice di Human Skills Academy (Giappone), socio Rotary International Milano. Per contatti, www.humanskills.jp e infotop@humanskills.jp/it/