Sei sulla pagina 1di 3

Parametri di pericolosit sismica

In funzione delle coordinate geografiche del sito e dei periodi di ritorno dellazione sismica (dipendenti dallimportanza della costruzione)

ag accelerazione orizzontale massima del terreno; Fo fattore massimo di amplificazione dello spettro in accelerazione orizzontale; Tc* periodo di inizio tratto a velocit costante dello spettro in accelerazione orizzontale. probabilit di superamento PVR vita di riferimento VR periodo di ritorno R (in anni) ! R " # VR $ln(%#PVR) Stati limite di verifica &' di (perativit &' di /anno &' di salvaguardia Vita &' di 4ollasso &'( &'/ &'V &'4 PVR " )%* PVR " -0* PVR " %,* PVR " 1* R + ,.-,. VR R + %.,,1 VR R + 2.32% VR R + %2.321 VR

Tipo di costruzione e Classe duso tipo % tipo . tipo 0 classe % classe . classe 0 classe 3 provvisorio ordinario strategico agricola normale6 importante strategica V5" %, anni V5" 1, anni6 V5" %,, anni. 45" ,.71 45" %.,, 45" %.1, 45" ..,,

8d ogni classe duso corrisponde un coefficiente amplificativo 45 della vita utile delledificio6 che consente di ricavare la vita di riferimento Vr per lazione sismica secondo la seguente relazione! VR " 45 V5 5na volta nota la vita di riferimento VR 9 possibile ricavare i periodi di ritorno dellazione sismica R6 da considerare per gli stati limite di interesse6 secondo la seguente relazione! R " # VR $ln(%#PVR)

Classe di duttilit 4lasse 8 4lasse : alta duttilit bassa duttilit

'a differenza fra i due modelli sta essenzialmente nella misura con cui si cerca di favorire lo sviluppo e il mantenimento di zone critiche o dissipative sotto carichi ciclici (ad esempio le estremit delle travi)6 tali da consentire dissipazioni di energia per isteresi. Il progetto in classe 8 ad alta duttilit 9 premiato con una maggiorazione del fattore di struttura variabile dal 00* al 1,* a seconda delle tipologie strutturali e che corrisponde ad una analoga riduzione delle accelerazioni spettrali.

Categoria stratigrafica del suolo di fondazione


'a norma distingue cin;ue categorie di suolo di fondazione (cat. 86 :6 46 /6 <)6 caratterizzati da valori predefiniti della velocit media di propagazione delle onde di taglio entro 0, metri di profondit V&0, o della resistenza penetrometrica =&P

8. :. 4. /.

>ormazioni litoidi o suoli omogenei molto rigidi /epositi di sabbie e ghiaie molto addensate o argille molto consistenti /epositi di sabbie e ghiaie mediamente addensate o di argille di media consistenza /epositi di terreni granulari da sciolti a poco addensati oppure coesivi da poco a mediamente consistenti <. Profili di terreno costituiti da strati superficiali alluvionali
In funzione della categoria stratigrafica variano i valori di riferimento per lo spettro elastico e in particolare del coefficiente stratigrafico6 che pu? subire oscillazioni da %.,, a %.016 e dei periodi di riferimento b6 c6 d6 per la componente orizzontale e verticale.

Categoria topografica del suolo di fondazione % . 0 3 &uperficie pianeggiante6 pendii e rilievi isolati con inclinazione media i @ %1A Pendii con inclinazione media i B %1A Rilievi con larghezza in cresta molto minore che alla base e %1A @ i @ 0,A Rilievi con larghezza in cresta molto minore che alla base e i B 0,A

In funzione della categoria stratigrafica variano i valori di riferimento per il coefficiente di amplificazione topografica & .

% . 0 3

(alla base del pendio) (alla base del rilievo) (alla base del rilievo)

& %., @ & %., @ & %., @ &

" %., @ %.. @ %.. @ %.3

(alla sommit del pendio) (alla cresta del rilevo) (alla cresta del rilevo)

'informazione della posizione rispetto alla sommit del pendio o alla cresta del rilevo viene discretizzata con tre opzioni indicate come ;uota in percentuale rispetto allaltezza del rilevo. In base a ;uesta ulteriore informazione il programma valuta il coefficiente & mediante interpolazione lineare. ,* 1,* %,,* posizione alla base posizione intermedia posizione in sommit & pari al valore minimo previsto per la categoria6 & pari al valore medio previsto per la categoria6 & pari al valore massimo previsto per la categoria.

Regolarit in altezza e fattore di regolarit Kr


'a definizione di edificio regolare in altezza 9 riportata al punto 7.... della norma6 a cui si rimanda per tutti i dettagli. 'a norma prevede una amplificazione dellazione sismica per edifici non regolari in altezza.

In sintesi richiede che! i sistemi resistenti verticali nelledificio (telai e pareti)6 siano estesi a tutta laltezza6 massa e rigidezza rimangono costanti o variano gradualmente dalla base alla sommit della costruzione! - le variazioni di massa non superano il .1* fra un orizzontamento e laltro6 - la rigidezza non si riduce piC del 0,* rispetto allorizzontamento sovrastante e aumenta piC del %,*6 le variazioni dei rapporti fra resistenza effettiva e resistenza richiesta fra un piano e laltro siano contenute6 eventuali restringimenti della sezione delledificio siano realizzati con gradualit.

Verifiche agli stati limite in zona sismica secondo &i considerano le sei seguenti com(inazioni! Duasi#permanente >re;uente Rara 5ltima non sismica 5ltima sismica /anno$(perativit sismica

! "#$%"$&%%'

per &.'. di esercizio6 per &.'. di esercizio6 per &.'. di esercizio6 per &.'. 5ltimo6 per &.'. 5ltimo6 per &.'. /anno$(perativit.

'e combinazioni Duasi#permanente6 >re;uente e Rara (stati limite di esercizio) sono utilizzate per verifiche tensionali e di fessurazione. 'e combinazioni ultime sono utilizzate per le verifiche di resistenza e per le verifiche degli spostamenti orizzontali assoluti di piano sotto azione sismica. =elle verifiche secondo il /m .,,) sono contemplate due combinazioni ultime distinte6 rispettivamente in assenza e in presenza di sisma. 'e combinazioni &ismica /anno o &ismica (perativit sono utilizzate nellambito del /m .,,) per le verifiche a deformazione (scorrimenti di interpiano) o tensionali (in analogia alle situazioni eccezionali) in funzione dellimportanza della struttura6 secondo il seguente prospetto. 4lasse duso %.agricola ..normale 0.importante 3.strategica Tipi di verifiche Per ogni combinazione di carico sono prescritte dalle norme le verifiche da effettuare6 che possono essere dei seguenti tipi! - Verifica delle punte tensionali6 - Verifiche alla fessurazione6 - Verifiche di resistenza6 - Verifiche alla deformazione. 'a verifica alle punte tensionali 9 effettuata per gli stati limiti di esercizio. 'e verifiche di resistenza vengono effettuate in relazione alla combinazione di carico ultima. <ntrambe tengono conto di opportuni fattori di sicurezza sulla resistenza dellEacciaio e del calcestruzzo. 'a verifica a fessurazione 9 svolta in funzione della aggressivit ambientale e della sensibilit delle armature. 'a verifica a deformazione comprende il controllo dello scorrimento di interpiano ai fini della verifica di espulsione dei tramezzi e di funzionalit degli impianti ed il controllo dello spostamento totale degli impalcati ai fini della verifica a martellamento. Verifiche per &'/ scorrimenti di interpiano scorrimenti di interpiano tensionali tensionali Verifiche per &'( . non richieste non richieste scorrimenti di interpiano scorrimenti di interpiano