Sei sulla pagina 1di 31

la

ibbia
da raccontare ai bambini per crescere insieme

M. Elisabetta Giordani Antonella Ulgelmo

CD
r
lasco

conforme alla nuova traduzione CEI della Sacra Bibbia

l to

pe

per lascolto dei brani

il CD

LAntico Testamento Il Nuovo Testamento


traccia 1:

La Creazione traccia 2: Adamo ed Eva traccia 3: No e larca traccia 4: Il diluvio e lalleanza traccia 5: Abramo traccia 6: I sogni di Giuseppe traccia 7: La nascita di Mos traccia 8: Mos scelto da Dio traccia 9: Le piaghe dEgitto traccia 10: La fuga dallEgitto traccia 11: I dieci Comandamenti traccia 12: Davide e Golia traccia 13: Daniele traccia 14: Giona

traccia 15: LAnnuncio

a Maria traccia 16: Il Censimento traccia 17: La nascita di Ges traccia 18: La visita dei Re Magi traccia 19: Il Battesimo di Ges traccia 20: Ges e i dodici apostoli traccia 21: Ges benedice i bambini traccia 22: Ges insegna a pregare traccia 23: Le nozze di Cana traccia 24: Il Padre Misericordioso traccia 25: Il seminatore traccia 26: Il buon Samaritano traccia 27: Ges entra a Gerusalemme traccia 28: La lavanda dei piedi

traccia 29: LUltima

Cena traccia 30: Sul monte degli ulivi traccia 31: La Morte di Ges traccia 32: La Resurrezione di Ges traccia 33: Ges appare sul mare di Tiberiade traccia 34: Ges sale verso il cielo traccia 35: Ges manda lo Spirito Santo

la

M. Elisabetta Giordani Antonella Ulgelmo

ibbia
da raccontare ai bambini per crescere insieme

va traduzione CEI della S acra a nuo l l a e Bi b m r bia nfo o c

Un libro dedicato ai pi piccoli per avvicinarli alla Sacra Bibbia, perch sia per loro come una bussola che indica il cammino da seguire. (Benedetto )

I luoghi ...
Il viaggio di Abramo verso la Terra Promessa

Lesodo del popolo ebraico dallEgitto

Antico Testamento

... della Bibbia

Ges e la Palestina

Nuovo Testamento

Calendario delle festivit Cristiane

Presentazione
La Sacra Bibbia la Parola di Dio, il grande libro della Storia della Salvezza dellumanit. In questo libro, pensato per i bambini e a loro dedicato, sono presentati gli avvenimenti dellAntico Testamento, con il racconto della Creazione, di No, di Abramo, di Giacobbe, di Giuseppe, di Mos..., della storia del Popolo dIsraele e dei profeti, Samuele, Davide... e gli eventi del Nuovo Testamento, con il racconto della vita di Ges e dei suoi insegnamenti, e della storia dei primi anni della Chiesa. Nel raccontare lalleanza di Dio con gli uomini, sia nel percorso di preparazione del popolo dIsraele alla venuta di Ges, raccontato nellAntico Testamento, sia nella gura di Ges, mandato da Dio Padre per la nuova alleanza, raccontato nel Nuovo Testamento, il volume adatto ai bambini della Scuola dellInfanzia, che possono goderne lascolto, per voce delladulto, ma anche ai bambini della Scuola Primaria, che possono invece gustarne individualmente la lettura. Il testo, fedele alla nuova traduzione ufciale della Conferenza Episcopale Italiana, consente una narrazione, da parte del genitore o delleducatore, che gi nellascolto o nella lettura manifesta con immediatezza il messaggio che racchiude in s. Grandi e luminose immagini fanno da sfondo al testo e sostengono con efcacia e piacevolezza la comprensione, sia che si segua il testo nella sua unit, momento dopo momento, sia che invece si proponga il singolo racconto. Ecco allora che la Parola di Dio arriva al cuore, non solo di chi ascolta, ma anche di chi legge, bambino o adulto, come guida sicura, sorgente di vita per illuminare il cammino.
M. Elisabetta Giordani
COME SONO INDICATI I TESTI ORIGINALI DELLA VERSIONE CEI

Genesi 27,1-26
nome del libro capitolo da versetto a versetto

L'Antico Testamento
La Creazione .......................................... Adamo ed Eva ...................................... Caino e Abele ......................................... No e larca ............................................. Il diluvio e lalleanza .......................... La torre di Babele .............................. Abramo . . . . . . . . ................................................ Giacobbe . . . . ................................................ La storia di Giuseppe ........................
I sogni di Giuseppe ............................. Giuseppe venduto dai fratelli .......... I sogni del faraone .............................. L'incontro di Giuseppe coi suoi fratelli ....................................

pag. 6-10 pag. 11-12 pag. 13-14 pag. 15-16 pag. 17-18 pag. 19 pag. 20-21 pag. 22-23 pag. 24
pag. 24 pag. 25 pag. 26-27 pag. 28-29

La storia di Mos ................................. pag. 30


La nascita di Mos ............................. Mos scelto da Dio ......................... Le piaghe d'Egitto ............................... La fuga dall'Egitto ............................... I dieci Comandamenti ........................ pag. 30-31 pag. 32-33 pag. 34-35 pag. 36-37 pag. 38-39

Giosu e la battaglia di Gerico... La vocazione di Samuele ................ Davide e Golia ....................................... Daniele ........... ............................................ Giona ............... ............................................

pag. 40-41 pag. 42 pag. 43-45 pag. 46-47 pag. 48-49

LAntico Testamento (composto da 46 libri) - di Dio testimonia lalleanza con gli uomini e la lunga preparazione dIsraele alla venuta di Ges, Figlio di Dio, vero Salvatore.

La Creazione
In principio, quando Dio cre il cielo e la terra, il mondo era deserto e vuoto. Allora Dio disse: Sia la luce! e separ la luce dalle tenebre e chiam la luce giorno e le tenebre notte. Venne la sera e poi la mattina: primo giorno. Il secondo giorno cre una grande volta, per separare le acque che sono sopra da quelle che sono sotto, e la chiam cielo.

Il terzo giorno Dio disse: Le acque sotto il cielo si raccolgano in un sol luogo e appaia lasciutto. Cos avvenne e Dio chiam lasciutto terra e la massa delle acque mare. Poi Dio disse: La terra produca germogli, erbe che producono semi e alberi da frutto. Cos avvenne e Dio vide che era cosa buona. Il quarto giorno Dio volle che nel cielo ci fossero due luci per separare il giorno dalla notte, per distinguere le feste, i giorni e gli anni e per illuminare la terra. E cos avvenne e Dio chiam sole la luce per il giorno e luna quella per la notte. Poi Dio pose le stelle nel cielo e vide che era cosa buona.

Il quinto giorno Dio disse: Le acque brulichino di esseri viventi e gli uccelli volino sopra la terra. Dio cre allora tutti gli esseri viventi che guizzano nelle acque e tutti gli uccelli alati, e li benedisse perch si moltiplicassero.

Il sesto giorno Dio fece gli animali che vivono sulla terra: il bestiame, i rettili e gli animali selvatici. Dio vide che era cosa buona.

Poi Dio disse: Facciamo luomo a nostra immagine. Allora Dio cre luomo, maschio e femmina li cre, perch dominassero sui pesci, sugli uccelli, sul bestiame, sugli animali selvatici e sui rettili. Dopo averli benedetti, Dio vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona. Venne la sera e poi la mattina: sesto giorno. E il settimo giorno Dio si ripos dal suo lavoro: tutto era creato.
Genesi 1 - 2,3

10

Adamo ed Eva
Dio plasm luomo con la polvere del suolo, sof un alito di vita nelle sue narici e luomo divent un essere vivente. Poi Dio piant un giardino in Eden: fece germogliare alberi belli da vedere e buoni da mangiare, lalbero della vita al centro e lalbero del bene e del male. Dio prese luomo, lo pose nel giardino di Eden, perch lo coltivasse e lo custodisse, e gli diede questo comando: Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino, ma dellalbero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perch, nel giorno in cui ne mangerai, certamente dovrai morire. Dio disse: Non bene che luomo sia solo: voglio fargli un aiuto che gli corrisponda. Allora Dio plasm gli animali e li port alluomo perch desse loro un nome, ma non riusc a trovare un aiuto adatto a lui. Allora Dio fece addormentare luomo, gli tolse una costola e richiuse la carne al suo posto. Con la costola Dio form la donna e la port alluomo, che disse: Questa volta osso dalle mie ossa, carne dalla mia carne. La si chiamer donna perch dalluomo stata tolta. Perci luomo lascer suo padre e sua madre e si unir a sua moglie, e i due saranno ununica carne.

11

Ora tutti e due erano nudi e non si vergognavano. Il serpente, il pi astuto di tutti gli animali selvatici, disse alla donna che se volevano diventare come Dio, conoscendo il bene e il male, dovevano mangiare il frutto dellalbero. La donna osserv lalbero, colse un frutto e ne mangi un po, poi ne offr anche alluomo. Dopo aver mangiato il frutto, capirono di essere nudi e fecero delle cinture di foglie di co per coprirsi. Luomo chiam sua moglie Eva, madre di tutti i viventi. Quando Dio si accorse che avevano mangiato il frutto dellalbero a loro vietato, fece alluomo e a sua moglie tuniche di pelli per vestirli e poi li scacci dal giardino dellEden.
Genesi 2,7 - 3,24

12

Caino e Abele
Adamo ed Eva ebbero due gli: Caino, il primo, e Abele, il secondo. Caino divent coltivatore della terra e Abele pastore di greggi. Trascorse del tempo e Caino port in offerta al Signore i frutti della terra, mentre Abele don i primogeniti del suo gregge. Dio grad solo i doni di Abele, allora Caino si irrit, ma il Signore gli disse: Perch sei irritato e il tuo volto abbattuto? Se ti comporti bene dovresti essere sereno.

13

Un giorno, mentre erano nei campi, Caino aggred suo fratello Abele e lo uccise. Allora Dio gli chiese: Dov Abele, tuo fratello?. E Caino rispose: Non lo so, sono forse il suo custode?. Ma Dio continu: Che cosa hai fatto? Il sangue di tuo fratello mi chiede giustizia! Sarai maledetto, dovrai andare lontano e la terra che lavorerai non ti dar frutti. Caino disse al Signore: La mia colpa molto grande e so che non merito il tuo perdono. Ma, se tu mi scacci, io dovr fuggire lontano e chiunque incontrer mi uccider. Allora il Signore mise un segno su Caino, perch nessuno lo potesse colpire. Caino si allontan e and ad abitare a oriente di Eden, nella regione di Nod, dove costru una citt, che chiam Enoc, dal nome di suo glio.
Genesi 4

14

No e larca
Dopo Adamo ed Eva seguirono molte generazioni, e gli uomini si moltiplicarono sulla terra. Dio per vide che erano malvagi, che ogni loro pensiero non era altro che male, si pent di aver fatto luomo e disse: Canceller dalla faccia della terra luomo che ho creato e, con luomo, anche il bestiame e i rettili e gli uccelli del cielo. Ma No, discendente di Adamo e uomo giusto e integro tra i suoi contemporanei, trov grazia agli occhi di Dio. Allora Dio disse a No: Costruisci una grande arca, dividila in scompartimenti, rendila impermeabile, chiudila con il tetto e fai la porta.

15

Poi Dio aggiunse: Ecco, io sto per mandare il diluvio, una grande inondazione che coprir tutta la terra e che distrugger tutti gli esseri viventi. Ma con te io stabilisco la mia alleanza: entrerai nellarca con tutta la tua famiglia, tua moglie, i tuoi gli e le loro mogli e farai salire anche una coppia, maschio e femmina, di ogni specie di esseri viventi perch restino in vita. Dio disse a No di procurarsi ogni sorta di cibo e di farne provvista per nutrire s, la sua famiglia e tutti gli animali. No fece ci che Dio gli aveva chiesto. Dopo sette giorni cominci a piovere e, quello stesso giorno, No entr nellarca con la sua famiglia e gli animali. Dio chiuse la porta dietro di lui e fece cadere la pioggia per quaranta giorni e quaranta notti.
Genesi 6 - 7,17

16

Il diluvio e lalleanza
Le acque del diluvio coprirono la terra e sollevarono larca che galleggiava. Poi le acque furono sempre pi travolgenti e coprirono anche i monti pi alti e oltre. Mor ogni essere vivente che era sulla terra e si salv solo No e chi stava con lui sullarca. Lacqua rimase alta per centocinquanta giorni, poi Dio si ricord di No e di tutti gli animali che erano nellarca, fece passare un vento sulla terra e le acque si abbassarono. Trascorsi quaranta giorni, No apr la nestra dellarca e fece uscire un corvo per vedere se le acque si fossero ritirate, ma il corvo and e torn. No poi fece uscire una colomba che, non sapendo dove posarsi, torn nellarca. No aspett ancora per sette giorni e di nuovo fece uscire la colomba dallarca, che torn verso sera con una tenera foglia dulivo. No cap allora che le acque si erano ritirate.

17

Allora Dio ordin a No: Esci dallarca insieme alla tua famiglia e a tutti gli animali. No usc dallarca, costru un altare e offr olocausti a Dio che ne grad il profumo e disse: Non maledir pi n la terra a causa delluomo n ogni essere vivente. Poi Dio stabil unalleanza con No, la sua famiglia e i suoi discendenti e tutti gli esseri viventi e disse: Pongo il mio arco sulle nubi, perch sia il segno dellalleanza tra me e la terra.
Genesi 8 - 9,13

18

La torre di Babele
Dopo il diluvio, le famiglie dei gli di No si distribuirono in varie nazioni e, sulla terra, tutti parlavano ununica lingua. Emigrando da oriente, gli uomini arrivarono in una pianura e si dissero: Venite, facciamoci mattoni e cuociamoli al fuoco. Con i mattoni e la malta decisero di costruire una citt con una torre alta per toccare il cielo, e di darsi un nome, per non disperdersi su tutta la terra. Dio vide la citt e la torre che stavano costruendo e disse: Ecco, essi sono un unico popolo e hanno ununica lingua: ora quanto avranno in progetto di fare non sar impossibile. Dio allora decise di fermare il loro progetto di onnipotenza e, perch non si capissero pi, confuse le loro lingue. Non potendo pi capirsi, gli uomini smisero di costruire la citt e Dio li disperse su tutta la terra. La citt fu chiamata Babele che signica confusione, perch l Dio confuse la lingua di tutta la terra e disperse i popoli.
Genesi 10,12 - 11,9

19

Abramo
Passarono altre generazioni e uno dei discendenti di No, Abramo, and a vivere con la sua gente prima nella citt di Ur dei Caldei e poi a Carran. Un giorno, Dio disse ad Abramo: Lascia la tua terra, la tua casa e i tuoi parenti e vieni nella terra che io ti indicher. Far di te una grande nazione, ti benedir e il tuo nome sar famoso. Benedir chi ti far del bene e far del male a chi te ne fa. E attraverso te, io benedir tutte le famiglie della terra. E cos, Abramo prese tutti i suoi beni e part con la moglie Sara, il nipote Lot e alcune famiglie, che l avevano conosciuto, e sincamminarono verso la terra di Canaan. Una volta arrivati, lattraversarono no a Sichen, vicino alla Quercia di More, e l Dio apparve ad Abramo e disse: Alla tua discendenza io dar questa terra. Allora Abramo costru in quel luogo un altare.

20

Pass molto tempo e, una notte, mentre Abramo, ormai anziano, pensava con tristezza che non avrebbe avuto gli, Dio lo condusse allaperto e gli disse: Guarda in cielo e conta le stelle, se riesci a contarle. I tuoi discendenti saranno altrettanto numerosi. Abramo credette a Dio che aggiunse: Io ti ho fatto uscire da Ur dei Caldei per darti in possesso questa terra, che va dal ume dEgitto al grande ume Eufrate, sappi per che i tuoi discendenti saranno fatti schiavi e saranno oppressi in una terra straniera per quattrocento anni, ma torneranno qui liberi e con grandi ricchezze. Un giorno, Dio apparve nuovamente ad Abramo mentre era seduto allingresso della sua tenda. Egli alz gli occhi e vide tre uomini che si avvicinavano, allora corse loro incontro e li invit a fermarsi per riposare e per mangiare qualcosa prima di ripartire. Sara prepar alcune focacce, Abramo fece preparare un vitello, prese panna e latte fresco e li offr ai tre uomini che si sedettero sotto lalbero. Poi, uno di loro disse: Torner da te fra un anno a questa data e allora Sara, tua moglie, avr un glio. Dio mantenne la promessa e Abramo chiam il glio, che era nato, Isacco.
Genesi 11,31 - 18,15

21

Giacobbe
Isacco ebbe due gli gemelli, Esa e Giacobbe e, quando divent vecchio, i suoi occhi non vedevano pi. Un giorno, non sapendo quando sarebbe arrivato il giorno della sua morte, chiam il maggiore dei due, quello nato per primo, per dargli la sua benedizione e gli disse: Esa, vai in campagna a caccia, portami della carne e preparami un piatto di mio gusto. Ma Rebecca, che aveva sentito suo marito Isacco parlare a Esa e voleva che invece fosse Giacobbe a ricevere la benedizione del padre, dopo avergli raccontato tutto, disse al minore dei suoi gli: Giacobbe, va subito a prendere due capretti, io preparer il piatto per tuo padre, tu glielo porterai e lui ti benedir!

22

Giacobbe rispose a sua madre: Ma mio fratello peloso e io ho la pelle liscia e se mio padre mi tocca, si accorger che non sono Esa. Allora Rebecca fece indossare a Giacobbe i vestiti di Esa, rivest le sue braccia e il collo con la pelle dei capretti, per renderli pelosi, e poi gli mise in mano il piatto che aveva preparato. Giacobbe and cos da Isacco, che disse: Chi sei tu, glio mio? E lui rispose: Io sono Esa, il tuo primogenito. Ho fatto come mi hai detto, mangia il piatto che ho preparato e benedicimi. Ma Isacco disse: Avvicinati e fatti toccare. Il padre tocc le braccia pelose dicendo: La voce di Giacobbe, ma le braccia sono di Esa. E Isacco diede la sua benedizione a Giacobbe, invece che a Esa.
Genesi 27,1-26

23

I sogni di Giuseppe

La storia di Giuseppe

Giacobbe gener dodici gli, dai quali ebbero origine le dodici trib dIsraele. Giacobbe amava molto Giuseppe, il glio avuto quando ormai era molto anziano, e gli aveva fatto una tunica con le maniche lunghe. I suoi fratelli, vedendo che il padre lo preferiva a loro, erano molto invidiosi e odiavano Giuseppe. Un giorno Giuseppe raccont un sogno ai fratelli: Noi stavamo legando i covoni di grano in mezzo alla campagna, quandecco il mio covone si alz e rest diritto e i vostri covoni si piegarono e sinchinarono davanti al mio. I fratelli, odiandolo ancor di pi, gli dissero: Vuoi forse regnare su di noi o dominarci? Giuseppe fece un altro sogno e lo raccont al padre e ai fratelli: Ho fatto ancora un sogno, sentite: il sole, la luna e undici stelle sinchinavano davanti a me. Il padre lo rimprover ma continu a preferirlo agli altri gli.

24

Un giorno, mentre i suoi fratelli erano andati a pascolare il gregge del padre a Sichen, Giacobbe disse a Giuseppe: Va a vedere come stanno, poi torna a darmi notizie. Quando i suoi fratelli lo videro dissero: Ecco il sognatore! e complottarono contro di lui per farlo morire. Ruben, uno dei fratelli, voleva salvarlo e cos propose di buttarlo in una cisterna. Quando Giuseppe arriv, lo spogliarono della tunica e lo gettarono in una cisterna vuota e senzacqua. Mentre mangiavano, videro poi arrivare una carovana di mercanti madianiti che andava in Egitto a portare resina, balsamo e laudano. Allora Giuda propose ai fratelli di vendere Giuseppe come schiavo ai mercanti. I fratelli furono daccordo e poi sporcarono la tunica con il sangue di un capretto, per mandarla al padre, che la riconobbe e disse: la tunica di mio glio! Giuseppe stato divorato da una bestia feroce. Per Giacobbe fu un immenso dolore.

Giuseppe venduto dai fratelli

25

Indice

Indice ......................................................... La Creazione traccia 1.............................. Adamo ed Eva traccia 2........................... Caino e Abele ............................................ No e larca traccia 3............................... Il diluvio e lalleanza traccia 4................. La torre di Babele...................................... Abramo traccia 5...................................... Giacobbe .................................................... La storia di Giuseppe. ................................. I sogni di Giuseppe traccia 6 ............ Giuseppe venduto dai fratelli ............ I sogni del faraone............................... Lincontro di Giuseppe coi suoi fratelli La storia di Mos........................................ La nascita di Mos traccia 7.............. Mos scelto da Dio traccia 8. ........ Le piaghe dEgitto traccia 9............... La fuga dallEgitto traccia 10............. I dieci Comandamenti traccia 11........ Giosu e la battaglia di Gerico. ................ La vocazione di Samuele .......................... Davide e Golia traccia 12......................... Daniele traccia 13..................................... Giona traccia 14........................................

LAntico Testamento

pag. 4 pag. 6-7 pag. 11-12 pag. 13-14 pag. 15-16 pag. 17-18 pag. 19 pag. 20-21 pag. 22-23 pag. 24 pag. 24 pag. 25 pag. 26-27 pag. 28-29 pag. 30 pag. 30-31 pag. 32-33 pag. 34-35 pag. 36-37 pag. 38-39 pag. 40-41 pag. 42 pag. 43-45 pag. 46-47 pag. 48-49

Indice . ........................................................ LAnnuncio a Maria traccia 15................. Maria ed Elisabetta.................................... Il Censimento traccia 16........................... La nascita di Ges traccia 17................... La visita dei Re Magi traccia 18............... La fuga in Egitto......................................... Linfanzia di Ges....................................... Ges al Tempio............................................ Il Battesimo di Ges traccia 19............... Ges e i primi discepoli.............................. Il discorso sul monte................................... Ges e i dodici apostoli traccia 20.......... Ges benedice i bambini traccia 21......... Ges insegna a pregare traccia 22......... Le nozze di Cana traccia 23..................... La pecora smarrita..................................... La tempesta sedata.................................... Il Padre Misericordioso traccia 24.......... Il seminatore traccia 25........................... Ges moltiplica i pani e i pesci. ................. Il buon Samaritano traccia 26................. Il cieco di Gerico........................................ Il ricco Zaccheo.......................................... Ges entra a Gerusalemme traccia 27... La lavanda dei piedi traccia 28. .............. LUltima Cena traccia 29. ........................ Sul monte degli ulivi traccia 30............... La Morte di Ges traccia 31.................... La Resurrezione di Ges traccia 32........ Ges appare sul mare di Tiberiade traccia 33.............. Ges sale verso il cielo traccia 34.......... Ges manda lo Spirito Santo traccia 35 I primi cristiani............................................ Preghiera di ringraziamento e di lode.......

Il Nuovo Testamento

pag. 50 pag. 52-53 pag. 54 pag. 55 pag. 56-57 pag. 58-59 pag. 60 pag. 61 pag. 62-63 pag. 64 pag. 65 pag. 66-67 pag. 68-69 pag. 70-71 pag. 72 pag. 73 pag. 74 pag. 75 pag. 76-77 pag. 78-79 pag. 80-81 pag. 82-83 pag. 84-85 pag. 86-87 pag. 88-89 pag. 90-91 pag. 92-93 pag. 94-95 pag. 96-97 pag. 98-99 pag. 100-101 pag. 102-103 pag. 104-105 pag. 106-107 pag. 108