Sei sulla pagina 1di 8

primo piano identità aziendale vision mission strategie risorse umane ambiente news ADR story

N E W S L E T T E R P E R I O D I C A D I C O M U N I C A Z I O N E I N T E R N A D I A E R O P O R T I D I R O M A

SOMMARIO
L’ aeroporto del futuro pag. 1
Il piano di sviluppo di Fiumicino al 2020 1
U na finestra sull’Europa 2
L’ aeroporto intercontinentale di Monaco 2
LA funzione Mobility Management 3
P ronto Soccorso ADR:
medici in prima linea 4
LE informazioni richieste 5
IL maratoneta 6
U na campionessa in famiglia 7
L’ angolo letterario 7
U n libro al mese
Lo spazio bianco 7
D agli occhi di un bambino 7
IL traffico di settembre 8
LA qualità di ADR 8
IL Safety Management ADR
è responsabile del gruppo
di lavoro di Assaeroporti 8

ilanciare il sistema aeroportuale

R laziale. Migliorare capacità delle


aerostazioni e qualità del servizio
ai passeggeri. “Fare sistema” affinché L’AEROPORTO DEL FUTURO
la crescita della realtà aeroportuale sia
direttamente proporzionale a quella

news
piani di sviluppo di SEA e ADR
I
delle infrastrutture di collegamento
(strade, autostrade e ferrovie), per mi-
gliorare la connettività col sistema dei sono stati presentati ufficialmente In alto,
una foto di Fiumicino oggi e quattro
trasporti e con la Capitale. Garantire
certezza di diritto e di regole alle socie- il 14 ottobre scorso all’Enac e quindi immagini di Fiumicino Nord, che si
chiamerà “Aeroporto Italia”.
tà di gestione che sono pronte a inve- A sinistra,
stire massicciamente per rendere gli
al Governo, nel corso di un incontro Fabrizio Palenzona,
Presidente di ADR e di Assaeroporti.
hub di Malpensa e Fiumicino definiti- istituzionale alla presenza
vamente competitivi con gli aeroporti
“best in class” europei e mondiali. del Presidente del Consiglio, Silvio a servizio di due sistemi territoriali com-
Non solo slogan ma piani concreti di plementari. Malpensa ha un bacino
sviluppo. Il futuro del sistema del tra- Berlusconi. Gli investimenti complessivi di riferimento d’eccellenza, rappre-
sporto aereo nazionale è stato delinea-
to dal Presidente della SEA, Giuseppe
annunciati dalle Società sono pari sentato dal traffico business; Fiumi-
cino ha un’elevata vocazione turisti-
Bonomi, e dal Presidente di ADR e As- a 5 miliardi di euro entro il 2020 ca, un bacino d’utenza molto vasto,
saeroporti, Fabrizio Palenzona, nel che comprende il Sud d’Italia, bari-
corso di un incontro istituzionale tenu- degli Affari Esteri, Massolo. Ma soprat- legge 102/09 (il cosiddetto decreto an- strada a una nuova politica tariffaria e centrico rispetto al Mediterraneo e
tosi il 14 ottobre scorso nella sede go- tutto la straordinaria partecipazione del ticrisi) per i sistemi aeroportuali con ol- quindi mette i due aeroporti nella pro- 30 scali collegati. I due scali investi-
vernativa di Villa Madama, in cui le due Presidente del Consiglio, Silvio Berlu- tre 10 milioni di passeggeri e dall’azio- spettiva di attivare importanti investi- ranno insieme 5 miliardi di euro entro
società di gestione hanno presentato sconi, che con la sua presenza e il suo ne di apertura degli accordi bilaterali menti in infrastrutture per restituire al- il 2020 e 15 entro il 2040. Fiumicino,
al Governo i piani di sviluppo infrastrut- patrocinio all’evento ha voluto sottoli- che ha creato le condizioni per restitui- l’aeroporto maggiore capacità e quali- in particolare, investirà 3,6 miliardi di
turale al 2020 e al 2040 degli aeropor- neare l’importanza che il Governo an- re ai due hub italiani gli strumenti per tà nei servizi al passeggero. euro entro il 2020 e 9,6 miliardi di eu-
ti di Malpensa e Fiumicino. nette a due progetti destinati a modifi- competere a livello internazionale. Questa scelta ha, secondo Matteoli, ro entro il 2040. Bonomi è poi passa-
Un evento fondamentale nella storia care radicalmente il volto dei due prin- L’emendamento consente alle due so- un unico obiettivo: far crescere il Pae- to a illustrare i rispettivi piani di svi-
del trasporto aereo italiano: ne è prova cipali scali nazionali. Il Ministro Matteoli cietà di gestione di stipulare contratti di se al quale, fino ad oggi, è mancata la luppo. Il Presidente di ADR e di Assae-
la partecipazione del Ministro delle In- ha confermato l’impegno del Governo, programma direttamente con Enac, capacità di fare sistema. ADR e SEA roporti Fabrizio Palenzona ha ringrazia-
frastrutture e Trasporti, Altero Matteoli testimoniato dall’emendamento sul superando la complessità della norma- hanno saputo cogliere appieno questa to tutte le autorità presenti, il Presiden-
e del segretario generale del Ministero nuovo modello tariffario inserito nella tiva precedente. Una scelta che apre la opportunità, presentando i piani di svi- te del Consiglio e i Sindaci di Milano,
luppo e rilancio degli aeroporti. Il Mini- Roma e Fiumicino. Ha sottolineato che
stro ha inoltre annunciato di avere fir- i piani di sviluppo degli hub italiani so-
mato un così detto “decreto-ponte” no realizzati per il bene del Paese e co-
che riconosce alle società di gestione stituiscono un patrimonio di tutti. Ma
Il piano di sviluppo di Fiumicino al 2020 (in importi diversi a seconda del volu- tutto questo deve essere inquadrato in
me di traffico) un adeguamento tariffa- un contesto nazionale più ampio. È in-
ueste le infrastrutture destina- • l’attivazione di un nuovo parcheg- Fiumicino ai 100 milioni di passeg- rio fino al momento della stipula del fatti necessario non soltanto potenzia-
Q
lità
te a migliorare capacità e qua-
di servizi:
gio multipiano e di un nuovo peo-
ple mover automatico;
geri/anno. La nuova aerostazione,
che sarà realizzata con i più eleva-
contratto di programma con Enac.
Il Presidente della SEA Bonomi ha illu-
re gli aeroporti, compresi i collegamen-
ti viari, ma anche costituire poli logistici
• la messa in esercizio del nuovo • una nuova quarta pista di volo; ti livelli di qualità, tecnologia, com- strato le modalità con le quali SEA e integrati, anche in altri sistemi di tra-
molo C; • nuove infrastrutture real estate fort ed estetica, sorgerà nell’esten- ADR vogliono concorrere per migliora- sporto, ferroviario e marittimo.
• la nuova area di imbarco A che per migliorare ricettività ed eleva- sione del sedime a Nord e avrà una re il sistema Paese, in uno scenario in Per questo, le Istituzioni dovrebbero
permetterà il completamento re il livello di accoglienza dei pas- capacità totale di 50 milioni di pas- cui riappaiono segnali di ripresa del porsi come obiettivo la realizzazione di
dell’infrastruttura dedicata ad seggeri. seggeri. La conformazione del Ter- traffico e si sta definendo un quadro re- un Piano nazionale della mobilità delle
Alitalia; Nel 2020 entrerà poi in funzione il minal sarà tale da garantire un ele- golatorio certo e stabile. Con tali pre- persone e delle merci, garantendo le
• la realizzazione dei nuovi BHS primo modulo della nuova aerosta- vato numero di gates assistiti da messe, è nata una “forte sintonia”, co- infrastrutture che consentano il movi-
(sistemi di trattamento dei ba- zione Nord che, con il raddoppio loading bridge (oltre il 70 per cen- me ha affermato Bonomi, tra le due mento in sicurezza. Tutto ciò per forni-
gagli in partenza e in transito); dell’attuale aeroporto, traguarderà to). Si chiamerà “Aeroporto Italia”.• società di gestione, che vogliono inve- re all’Italia le condizioni che la pongano
stire oggi per prepararsi al domani, in grado di superare il gap nei riguardi
realizzando nuove grandi infrastrutture degli altri Paesi europei.•

1
Una finestra sull’Europa
ADR
eroporti di Roma ha partecipato

A ha partecipato e vinto un bando dell’Unione Europea

primo piano
e vinto un bando dell’Unione Eu-
ropea per l’adesione finanziata al per l’adesione finanziata al Programma settoriale Nelle foto in alto,
Programma settoriale Leonardo da i componenti delle due delegazioni.
Vinci, che nasce nell’ambito del più
Leonardo da Vinci. Il progetto prevede un incontro tra due delegazioni
ampio Programma per l’Apprendimen- composte da dieci rappresentanti della società di gestione dello scalo
to Permanente 2007-2013, del quale no Fiumicino. I colleghi hanno inoltre
fanno parte programmi europei quali di Monaco Flughafen Munchen GmbH e da dieci nostri colleghi, realizzato alcuni focus sul dimensiona-
per esempio il Comenius e l’Erasmus. impegnati nelle stesse aree di attività. L’obiettivo è acquisire nuove mento del traffico, il sistema dei Termi-
I progetti europei sono volti a sostene- nal, la viabilità, le infrastrutture di volo,
re coloro che partecipano ad attività di conoscenze, condividere lo stesso know how, confrontarsi l’apron management, i sistemi di sicu-
formazione e formazione continua nel- con un competitor considerato uno dei migliori aeroporti europei rezza. L’illustrazione è stata accompa-
l’acquisizione e nell’utilizzo di cono- gnata da visite presso le infrastrutture
scenze, competenze e qualifiche per zionale, che finanzia progetti specifici ha inviato dieci propri rappresentanti, Giannobile, Silvia Taurisano, Fabrizio più significative degli scali romani.
facilitare lo sviluppo personale, l’impe- per obiettivo, contenuto, destinatari e omologhi di altrettante figure professio- Bellei, Michela Meloni, Paola Greco e Fabrizio Bellei e Michela Meloni hanno
gno occupazionale e la partecipazione durata. I partecipanti devono poter nali di ADR, per un tirocinio intensivo Sabrina Martelli. descritto il funzionamento e l’utilizzo
al mercato del lavoro nell’UE. svolgere un periodo di formazione op- della durata di una settimana. L’obietti- Giovanni Andreussi e Fabio Colucci degli impianti di approvvigionamento
Il Programma Leonardo è gestito dal- pure un’esperienza di lavoro in un’im- vo di queste giornate è rappresentato hanno illustrato il funzionamento e l’uti- energetico, con particolare riferimento
l’ISFOL, incaricato dal Ministero del presa situata in un Paese diverso da dal raggiungimento di una condivisio- lizzo degli impianti elettro-meccanici agli impianti di produzione di energia
Lavoro e della Previdenza Sociale, dal quello di provenienza, scelto fra quelli ne informativa e formativa e dalla rea- (BHS, scale mobili e tapis roulant, rinnovabile, indicando gli elementi di
Ministero della Pubblica Istruzione e ammessi a partecipare al Programma. lizzazione di un benchmark tra Roma e ascensori, porte automatiche e pontili contabilità industriale (gli indici dei con-
dal Ministero dell’Università e della Ri- Il progetto gestito da ADR riguarda la Monaco per il reciproco sviluppo tecni- d’imbarco), i livelli di servizio e le moda- sumi per metro quadro e gli indici di
cerca dello svolgimento dei compiti di mobilità per professionisti nell’ambito co e professionale. Alla fine di novem- lità di stipula dei contratti di manuten- manutenzione), le politiche di risparmio
una vera e propria Agenzia nazionale. dell’istruzione e della formazione pro- bre, saranno i colleghi di ADR a recar- zione dei sistemi, con visite agli impian- energetico, la certificazione ISO
Il Programma si articola in diverse tipo- fessionale (VETPRO) ed è incentrato si a Monaco, per vivere la stessa espe- ti stessi e con la descrizione delle pe- 14.0001 acquisita da ADR in questo
logie di interventi, con l’obiettivo di fa- sul trasferimento, il miglioramento e rienza sul campo. culiarità tecniche di ciascuno. ambito e la normativa di riferimento, le
cilitare la mobilità degli individui con ti- l’aggiornamento di competenze e di Ai rappresentanti di Monaco, ciascu- Andrea Giordano, Paolo Giannobile e politiche di ingegneria ambientale (per
rocini e scambi, i progetti di trasferi- metodi innovativi nel settore della for- no per la propria specializzazione, Silvia Taurisano hanno illustrato il Ma- la salvaguardia dall’inquinamento del-
mento e sviluppo dell’innovazione, la mazione professionale. sono stati illustrati dai colleghi di ster Plan di sviluppo delle infrastrutture l’aria e acustico), le modalità per otte-
costituzione di reti di esperti e di orga- Per affermare questa mission, Aero- ADR quattro aree di attività, scelte in aeroportuali a medio e a lungo termine nere la valutazione di impatto ambien-
nizzazioni focalizzate su temi specifici. porti di Roma ha scelto un partner sul- base all’interesse manifestato dai e il complesso iter autorizzativo che tale, necessaria per qualsiasi opera in-
La partecipazione di ADR si inquadra la base di requisiti economici, tecnici e nostri interlocutori. I colleghi coinvol- ADR deve seguire per l’approvazione frastrutturale insista negli aeroporti.
in un’articolazione del Progetto Leo- operativi: si tratta della società di ge- ti sono: Giovanni Andreussi, Fabio dei piani di sviluppo, compreso il rispet- Paola Greco e Sabrina Martelli hanno il-
nardo, dedicata alla mobilità transna- stione dell’aeroporto di Monaco, che Colucci, Andrea Giordano, Paolo to dei vincoli archeologici che riguarda- lustrato le attività di assistenza passeg-
geri a ridotta mobilità, gestite da ADR
Assistance, descrivendone le modalità
di istituzione, l’iniziale difficoltà nel gesti-

L’aeroporto re un numero di assistenze superiore al-


le previsioni, i progressivi miglioramenti
intercontinentale di Monaco della struttura organizzativa, il processo
di assistenza in arrivo, partenza e transi-
aeroporto intercontinentale di Nell'edizione dei World Airports to e i livelli di servizio relativi, i sistemi in-
L’ Monaco è sempre più un im-
portante crocevia del traffico aereo di
Awards 2009, lo scalo bavarese si è
aggiudicato il quinto posto conferman-
formatici a supporto dell’attività, le infra-
strutture disponibili, sia nelle aree dei
tutta l’Europa. Nel 2008, lo scalo ha do il suo posizionamento tra i migliori terminal, sia nel parco mezzi.
registrato oltre 34,5 milioni di pas- aeroporti del mondo. Nella classifica I colleghi di ADR sono stati scelti nel-
seggeri, il 2 % in più rispetto all’anno mondiale Monaco è preceduto solo l’ambito di un processo di selezione in-
precedente. A livello europeo, l’aero- dagli aeroporti di Seoul, Hong Kong, terna, in base alle competenze profes-
porto di Monaco si posiziona tra le Singapore e Zurigo. sionali, all’attitudine relazionale e alla
top ten degli aeroporti occupando la Il sondaggio viene effettuato annual- conoscenza della lingua inglese.
settima posizione. mente, a livello internazionale, dall’isti- Al termine dell’esperienza, saranno
Importante motore di crescita per tuto di ricerca britannico Skytrax. consegnati a ciascun partecipante al-
l’aeroporto è l’ampia offerta di voli di Nell’ultima edizione ha coinvolto 8,6 cuni questionari e griglie di osservazio-
Lufthansa e dei suoi partner e, so- milioni di passeggeri nella valutazione re, il secondo Terminal, costruito nel le di manovra dello scalo. Un’ultima ne per esprimere il livello di giudizio ri-
prattutto, la continua implementazio- di 190 aeroporti di tutto il mondo. Nel- 2003, ha una capacità di 25 milioni di curiosità: nell’area di 120 metri qua- guardo il tirocinio. L’ISFOL effettuerà
ne di rotte per viaggi in luoghi esotici. le categorie Best International Transit passeggeri ed è utilizzato esclusiva- drati situata tra i dodici gate riservati un audit per misurare l’efficacia del-
I voli di linea del 2008 hanno collega- Airports e Best Immigration Service mente dalla Lufthansa. alle Compagnie del gruppo Lufthan- l’esperienza formativa. La tutor dell’in-
to l’aeroporto di Monaco con un to- l’aeroporto di Monaco si è classificato È possibile visitare lo scalo con un tour sa Regional, vi è il così detto “Spazio tero progetto è Monica Capozza, che
tale di 244 destinazioni in 71 paesi nelle prime tre posizioni. di 50 minuti, toccando ben 41 aree, Italia”, dedicato all’italianità in tutte le si occupa della formazione, supporta-
del mondo. Situato a 29 chilometri dalla capitale per un percorso di 12 chilometri. Si sue declinazioni, compreso uno spa- ta da Rosy Cavallo, entrambe della
È inoltre in corso un significativo am- bavarese e inaugurato nel 1992, lo possono visitare le palazzine merci e gli zio, la Promotional Area, dedicato al- funzione Risorse Umane. Il responsa-
pliamento dell’aeroporto, grazie ad scalo tedesco è composto da due Ter- hangar della manutenzione, le zone in le aziende e agli enti nazionali che bile del progetto è Fabrizio Mariotti, re-
una terza pista che contribuirà allo minal e da un’area centrale, utile a cui si effettuano le prove di funziona- vogliano presentare i propri prodotti sponsabile dello Sviluppo manageriale
sviluppo a lungo termine, in linea con orientarsi e ad avere informazioni im- mento motori e sono date tutte le infor- a un target mirato e selezionato qua- e strategico delle Risorse Umane.
la domanda del mercato. mediatamente accessibili. In particola- mazioni su ciò che accade nel piazza- le quello del business traveller.• L’esito della visita a Monaco sarà rac-
contato dagli stessi protagonisti nei
prossimi numeri di ADR Noi.•

2
unità organizzativa Mobility tative senza farci vedere’. Il cliente

L’ Management ha due “anime”,


operativa e commerciale.
L’una garantisce ai clienti i livelli di
vuole arrivare all’interno dei parcheg-
gi e trovare con facilità e velocità uno
stallo libero dove parcheggiare;
servizio adeguati alle attese, l’altra è l’area deve essere pulita e ben illumi-
responsabile delle politiche di svilup- nata garantendo la funzionalità di
po del business, attraverso iniziative tutti gli apparati lì presenti, dagli
volte a rendere l’offerta ADR neces- ascensori, alle 32 casse automati-
sariamente più competitiva e diversi- che, alle 38 barriere di ingresso e
ficata per fasce d’utenza. Emanuele uscita per poi, alla fine della sosta,
De Gregorio, responsabile dell’unità, uscire con altrettanta rapidità.
ne illustra le attività e la struttura or- È pur vero che alcuni passeggeri
ganizzativa. contattano il nostro personale du-
“Il fatturato complessivo delle attività rante la giornata, spesso perché non
di ‘mobility’ – afferma Emanuele De si ricordano dove hanno parcheggia-
Gregorio – ha subito una flessione to la propria auto. Come li aiutiamo?
nei primi otto mesi del 2009 rispetto Gli addetti controllano la data d’in-
allo stesso periodo dell’anno prece- gresso sul biglietto, cercano la targa
dente, pari al -9%. La spesa media nel sistema automatico e poi effet-
per passeggero è scesa invece del tuano una breve intervista al cliente,
-5%, tenuto conto della diminuzione accompagnandolo per i parcheggi a
del traffico avvenuta quest’anno”. ritrovare la macchina. Per garantire
tutto questo, abbiamo istituito quat-
“Quali sono le ragioni del calo del fat- tro presidi: presso la centrale opera-
turato?” tiva, situata all’uscita dei multipiano e
“Le ragioni si devono in primo luogo il parcheggio lunga sosta di Fiumici-
alla concorrenza di nuovi operatori no, entrambi operativi nelle 24 ore;
che erodono quote del nostro mer- presso il parcheggio executive, il
cato di riferimento, quali Park and Fly parcheggio di Ciampino e il quarto
e Parking-go, che operano in aero-
porto, collegandolo con le aree di
servizio situate nel territorio del Co-
La funzione piano del multipiano E, operativi su
16 ore”.

mune di Fiumicino. In secondo luo-


go, è cambiato il comportamento dei
nostri clienti, a causa della crisi finan-
ziaria che ne ha limitato la possibilità
Mobility Management “Come vengono gestiti i parcheggi
per gli operatori aeroportuali?”
“Vengono gestiti in base ai coeffi-
cienti di riempimento e alla turnistica
di spesa. Il consumatore va oggi alla

L’ unità organizzativa Mobility Management è costituita del personale. Nell’assegnazione, si

risorse umane
ricerca di nuove aree di risparmio, tra cerca di favorire, nei limiti delle no-
le quali vi è il parcheggio in aeropor- da due “anime”, una operativa e l’altra commerciale. stre possibilità, la popolazione fem-
to. Sono aumentati i passeggeri che minile, perché è ovviamente meno
si fanno accompagnare da parenti o Vediamo cosa vuol dire gestire 16.500 posti auto problematico per un uomo attraver-
amici, eliminando così il costo del nell’aeroporto di Fiumicino e in quello di Ciampino, sare il parcheggio dopo un turno di
parcheggio. La crisi ha inciso anche notte. Complessivamente le tessere
sugli introiti provenienti da royalty per affrontare nuovi concorrenti e creare la domanda di un degli operatori aeroportuali sono
le concessioni aeroportuali, poiché i
consumatori, ad esempio, hanno ri-
servizio al quale oggi molti passeggeri, a causa della crisi 15.000”.

dotto la durata media del noleggio finanziaria, preferiscono rinunciare Ci sono delle iniziative in corso per il
auto, anche a causa di travel policy miglioramento delle infrastrutture
aziendali stringenti e tese al raggiun- noleggi con conducente, il car valet esigenze degli uomini d’affari e non, prodotti, è poi necessario presentarli parcheggi?
gimento di un risparmio complessivo (che provvede anche alle necessità che hanno la necessità di svolgere al pubblico dei potenziali fruitori at- Sì, nel corso di questi due anni, ap-
dei costi”. dell’auto, dal lavaggio al rifornimento velocemente tutte le operazioni pri- traverso campagne pubblicitarie mi- pena arrivato, è stata la prima cosa
benzina), le società di pullman per il ma dell’imbarco. L’executive per- rate alla specifica fascia d’utenza”. di cui mi sono occupato. Insieme ai
“Come vi siete attivati per rispondere trasporto persone, di cui è respon- mette di avere un posto auto all’in- colleghi Marco Iovacchini, Furio Gio-
alla crisi?” sabile Simona Bellardinelli. Insieme, terno di un’area molto limitata, con “Quanti sono complessivamente i vannoni e Mario Pacelli, abbiamo av-
“Abbiamo immesso sul mercato del- costituiscono l’anima commerciale un’hostess che indirizza al primo parcheggi negli aeroporti di Fiumici- viato e concluso un progetto di ‘ri-
le tariffe distribuite attraverso la com- della funzione di mobility”. stallo auto libero, facendo risparmia- no e Ciampino?” qualificazione dei multipiani’. Il pro-
mercializzazione diretta con grandi re così tempo prezioso al cliente. “Vi sono i 5 moduli di parcheggi mul- getto prevede interventi a tutto ton-
aziende, come Telecom, importanti “Quali sono gli obiettivi delle campa- Tutte le auto lì parcheggiate sono ga- tipiano, i parcheggi scoperti a Fiumi- do, dalla ‘guida automatica del pas-
agenzie di viaggi e tour operator (ad gne promozionali?” rantite da un’assicurazione che ADR cino e a Ciampino e quelli per opera- seggero verso il posto auto libero più
oggi più di 100 contratti attivi), com- “In questo momento di crisi econo- ha stipulato ad hoc per l’Executive. tori aeroportuali. I posti auto passeg- vicino’ alla completa caratterizzazio-
pagnie aeree e infine attraverso il mica, lo sforzo è convincere i pas- Inoltre, all’interno del parcheggio, è geri sono rispettivamente: 6.000 nei ne cromatica delle infrastrutture per
web con il booking on line di ADR. seggeri ad acquistare il parcheggio possibile effettuare anche il fast multipiano, 4.300 nei parcheggi sco- evitare, ad esempio, che i clienti di-
Ad esempio prenotare un parcheg- prima che arrivino in aeroporto. Alcu- check-in per tutti i voli Alitalia e Air perti; 4.900 per gli operatori a Fiumi- mentichino dove hanno parcheggia-
gio di una settimana al parcheggio ne ricerche di mercato mostrano che One. Di recente è stato stipulato un cino; 1.000 per i passeggeri e 200 to l’auto. •
lunga sosta ha un prezzo compreso le persone in procinto di partire si accordo con Alitalia per cui a tutti i per gli operatori a Ciampino. In un
tra 5,50 euro e un massimo di 7,50 domandano con quali modalità rag- clienti della Roma-Linate sono stati anno, solo a Fiumicino, serviamo cir-
euro al giorno. Questa politica com- giungere l’aeroporto al massimo sei riservati, in esclusiva, 100 posti auto ca un milione e mezzo di passegge- Nella foto da sinistra,
merciale ci permette di servire quei giorni prima della data del volo. A se- a tariffe scontate, con l’obiettivo di ri. Nell’area operativa sono impegna- Gianluca Belli, Simona Bellardinelli,
Emanuele De Gregorio e Mario Pacelli.
clienti che cercano il parcheggio ad guito degli accordi, invece, i tour garantire un’esperienza complessiva te 35 persone, di cui è attualmente Al centro,
un ‘prezzo inferiore’ senza ridurre i operator e le agenzie di viaggi preno- del viaggio il più efficace possibile. responsabile Mario Pacelli. Grazie al Un’immagine della sala operativa
prezzi in modo indiscriminato e rea- tano, insieme al biglietto aereo e alla Insomma abbiamo messo al ‘centro’ loro lavoro, assicuriamo il servizio ae- parcheggi. Da sinistra Antonio Zaza,
gire alla forte concorrenza esercitata vacanza, anche il posto auto. il cliente per raggiungerlo da tutti i roportuale ‘tipico’ 365 giorni all’an- Mario Pacelli, Antonio Calderoni,
Luisa Tulli.
dagli altri operatori di parcheggi che Accanto a queste iniziative, lo svilup- punti di contatto: dalle aziende in cui no, nelle 24 ore. Gli alti livelli di auto- Nella foto in basso,
sono nati in prossimità del sedime po commerciale punta alla realizza- lavorano, alle agenzie di viaggio do- mazione delle infrastrutture e dei ser- da sinistra, Antonio Zaza,
aeroportuale. Unitamente alle politi- zione di nuovi prodotti, per racco- ve acquistano i loro viaggi, al web vizi di pagamento dei parcheggi ci Francesco Raiola, Marco Palladini,
che commerciali, gestite da Gianluca gliere la domanda inespressa del dove navigano, alle compagnie ae- fanno incontrare di rado il nostro Simona Bellardinelli,
Emanuele De Gregorio, Luisa Tullio,
Belli, vi è la gestione quotidiana delle mercato. Un esempio è il parcheggio ree dove acquistano i biglietti aerei. Cliente ed è proprio questa la sfida Gianluca Belli, Antonio Calderoni,
32 concessioni, quali i rent a car, i Executive, nato per rispondere alle Ovviamente, oltre a definire i nuovi più difficile: ‘soddisfare le sue aspet- Fabio Sciosci, Mario Pacelli.

3
“B
uongiorno capo scalo, qui mata di richiesta assistenza per un
è il Pronto Soccorso di incidente automobilistico, inviamo
Fiumicino, confermiamo sul posto un chirurgo/ortopedico, se
uscita equipaggio verso la piazzola invece si tratta di un paziente con un
indicata per assistenza passeggero”. sospetto infarto, inviamo un cardio-
Siamo nella sala operativa, la struttu- logo”.
ra è quella del Pronto Soccorso, i re-
sponsabili in turno sono al lavoro “Quali sono le informazioni che è ne-
nella gestione delle richieste d’inter- cessario dare quando si telefona per
vento, che sono le più disparate: dal- attivare un pronto soccorso?”
l’incidente sulla Roma-Fiumicino, al “Le informazioni – spiega Alessandro
passeggero che è a terra privo di co- Viola, coordinatore amministrativo
scienza o di un operatore aeropor- attività sanitarie – devono essere il
tuale che non si sente bene, all’inter- più accurate possibile.
vento in occasione di eventi speciali, In primo luogo, è necessario fornire il
com’è stata la notte della Cham- numero di telefono da cui viene effet-
pions, fino ad arrivare alla gestione tuata la chiamata: serve per richia-
delle emergenze aeroportuali. mare se cade la linea o se sono ne-
ADR ha infatti anche il compito di cessarie ulteriori informazioni. Il reca-
provvedere alla gestione medico-sa- pito non deve essere impegnato fino
nitaria degli “stati di pericolo” all’in- all’arrivo dei soccorsi.
terno del sedime, ossia all’intervento È bene precisare il luogo esatto del-
in caso di emergenze aeroportuali: l’evento e i riferimenti ben individua-
dalla “sospetta bomba a bordo”, bili per raggiungere il luogo del-
eventuali incendi infrastrutturali fino l’evento nel modo più veloce possi-
ad occuparsi della gestione dei pas- bile, il numero di persone coinvolte e
seggeri in caso di incidente aereo. da soccorrere e se sono uomini,
Il responsabile della struttura dal donne o bambini, per predisporre
1999 è il dottor Carlo Racani, cardio- l’adeguato materiale.
logo, in ADR dal 1982. A lui abbiamo È infine importante spiegare cosa
chiesto di descrivere attività e attrez- succede, il problema principale per
zature utilizzate. cui è stata effettuata la chiamata, de-
“Il Pronto Soccorso di Fiumicino – af- scrivere le condizioni della vittima:
ferma il dottor Racani – si sviluppa parla, respira, presenta ferite. Infine,
su una superficie pari a 200 metri
quadrati e comprende due sale me-
diche, due stanze per i medici, tre
Pronto Soccorso ADR: riferire le eventuali circostanze am-
bientali, quali presenza di benzina o
sostanze tossiche, nebbia, ghiaccio”.
sale degenza per i pazienti, una sala
sosta per gli autisti soccorritori adibi-
ti alla guida delle ambulanze, una sa-
medici in prima linea “Tutto questo – afferma Racani – è
necessario per portare fino al luogo
del soccorso i presidi più idonei e in-
la operativa per i responsabili in tur- viare il medico più adatto alla circo-
no. Una delle due sale mediche è stanza da gestire.

risorse umane
aeroporto di Fiumicino, come ogni città di medie
adibita alla terapia intensiva e contie-
ne tutti gli strumenti necessari allo
scopo: defibrillatori, elettrocardiogra-
fi, ventilatori polmonari, test di labo-
L’ dimensioni, cui è paragonabile, è dotato di strutture
sanitarie sia di pronto intervento che di prevenzione per
A bordo dell’ambulanza sono pre-
senti un medico, un infermiere e due
autisti soccorritori. L’ambulanza

ratorio per enzimi cardiaci, aspirato-


re e carrello emergenze”. coloro che vi lavorano. Abbiamo chiesto al dottor Carlo
“I mezzi e le attrezzature – continua
Racani – comprendono:
Racani – Responsabile Medico – di descrivere ruoli,
• quattro ambulanze adibite ad infrastrutture e mezzi di questo vero e proprio front line sanitario Nella foto in alto,
il parco ambulanze del Pronto
Unità Mobili di Rianimazione, at-
Soccorso di Fiumicino.
trezzate quindi con defibrillatore, Nella foto in basso a sinistra,
ventilatore polmonare, presidi e • sala Ricovero-Emergenza, situa- Come è organizzata la copertura sa - percepisca situazioni dove sia ne- all’interno dell’ambulanza, il dottor
farmaci per la rianimazione car- ta nei locali della caserma dei vi- nitaria del personale e quali sono le cessaria assistenza sanitaria. Alessandro Russo, cardiologo,
dio-polmonare e la gestione di gili del fuoco nelle vicinanze della specializzazioni dei medici presenti?” I nostri recapiti, lo ricordo a tutti, so- e Gabriella Lombardi, infermiera.
Al centro,
pazienti politraumatizzati; pista 7-25. Questa struttura ac- “Nelle 24 ore – risponde Racani – no 05-6595-3133 oppure 3134 per alcuni componenti del presidio
• quattro ambulanze posizionate in coglie in caso di necessità i feriti sono presenti nel turno diurno tre Fiumicino e 9350 per Ciampino. medico di Ciampino: da sinistra,
pista da utilizzare elettivamente da stabilizzare e trattare prima medici, di cui almeno un chirurgo e Nel corso della telefonata, è compito Alessandro Sabatino, infermiere,
il dottor Guillon Xenard,
nei casi di emergenza; del trasferimento negli ospedali spesso un cardiologo (durante il tur- del responsabile in turno, che è an- Maria Grazia Castelli, infermiera,
• un fuoristrada adibito ad ambu- di competenza. no di notte i medici sono in due, più che infermiere, effettuare un vero e Luca Pesaresi, autista soccorritore.
lanza (denominato Bianco 0), A Ciampino è garantito, come a Fiu- un terzo reperibile dalle ore 20 alle proprio ‘triage’, cioè l’attribuzione di Sotto,
che permette l’invio del medico micino, un presidio medico e infer- 08). I medici, consulenti di ADR, so- un codice colore in base alla gravità il camion fuoristrada,
chiamato “scorta intangibile”
linea di volo sul luogo dell’evento mieristico nell’arco delle 24 ore, che no tutti specialisti in branche afferen- del caso, predisponendo così l’inter- da utilizzarsi in caso di emergenza
per una prima valutazione (tria- dispone di attrezzature simili, ma più ti alle attività di Pronto Soccorso: vento del medico o del chirurgo. aeroportuale; è collocato in pista,
ge), l’assegnazione codice colo- contenute, dato anche il minor nu- cardiologia, medicina interna, chirur- Ad esempio, se riceviamo una chia- presso la caserma dei Vigili del Fuoco.
re e il coordinamento delle risor- mero di passeggeri e di personale gia, ortopedia, anestesia e rianima-
se necessarie alla corretta ge- che vi transita quotidianamente”. zione”.
stione dell’emergenza. La sua “Tutto questo – conclude Racani – ga- “Sono garantite inoltre, almeno tre
peculiarità ne permette l’uso an- rantisce il rispetto dei compiti istituzio- unità infermieristiche durante il gior-
che con avverse condizioni me- nali affidati al Pronto Soccorso e i risul- no e due durante la notte”.
teorologiche o di percorso; tati sono tangibili: nel corso del 2009,
• un camion fuoristrada, chiamato ad oggi, sono state effettuate circa “Come viene attivato il personale del
‘scorta intangibile’ da utilizzarsi nei 12.700 visite, di cui 10.500 all’interno Pronto Soccorso nei casi di emer -
casi di estrema gravità, quali gli in- della struttura, 2.200 come uscite con genza?”
cidenti aerei, collocato in pista nei ambulanza. A questi dati si aggiungo- “È necessario distinguere – risponde
pressi degli uffici Flightcare movi- no i 390 servizi di imbarco e sbarco di Racani – tra emergenze sanitarie e
mento carico, situato nei pressi passeggeri barellati, per un totale di aeroportuali. Per quanto riguarda le
del molo ovest; circa 13.100 prestazioni effettuate”. prime, siamo allertati da chiunque

4
“Come opera un cardiologo per salva-
re il paziente con arresto cardiaco?”
Nella foto, “Il meccanismo che con maggior fre-
un’immagine del defibrillatore, quenza è responsabile dell’arresto
strumento “salvavita”.
cardiaco – risponde Racani – è la fi-
brillazione ventricolare (contrazione
incoordinata del muscolo cardiaco
che non produce nessun effetto di
pompa) che può essere interrotto
solo con la defibrillazione. La possi-
bilità di salvare persone colpite da
arresto cardiaco diminuisce del 10%
ogni minuto e dopo 5 minuti dall’ar-
resto iniziano i danni irreversibili al
cervello, quindi… è essenziale l’inter-
vento tempestivo del medico con il
defibrillatore, che stabilizza la situa-
zione cardiaca. A questo punto, il
paziente viene trasferito all’ospedale
stessa funziona come centro mobile sario, all’aiuto delle forze dell’ordine. Grassi di Ostia, oppure ad altro
di rianimazione opportunamente In caso di emergenza vera e perico- ospedale di riferimento”.
equipaggiato”. lo di vita, se qualcuno è addestrato “Abbiamo ricevuto numerosissimi
avendo frequentato un corso di pri- ringraziamenti – aggiunge Alessan-
“Cosa è necessario fare nell’attesa mo soccorso, può intervenire pre- dro Viola – da parte di pazienti che
dell’intervento medico?” stando aiuto, fino al nostro arrivo. riconoscono che abbiamo salvato
“La prima regola è non nuocere – ri- Ovviamente è opportuno non chia- loro la vita”.
sponde Viola – quindi non fare nulla se mare se non in presenza di effettiva
non si sa cosa e come fare. Nel frat- emergenza. “Quali procedure vengono attivate
tempo, è giusto far allontanare even- Non dimentichiamo che il Pronto nel caso delle emergenze aeropor -
tuali curiosi, predisponendo lo scena- Soccorso è disponibile 24 ore su 24, tuali?”
rio dell’evento il più possibile agevole pertanto è possibile accedere con i “All’interno della sala operativa – ri-
per i soccorritori, ricorrendo se neces- propri mezzi per eventuali visite”. sponde Viola – oltre al centralino per
gli interventi medici d’urgenza, vi è
un apparato di emergenza, collegato
alla Torre di Controllo, alla Polizia di sms a tutti i cellulari dei responsabi-
frontiera, ai Vigili del Fuoco e al Con- li delle funzioni aziendali coinvolte
trollo Voli. La Torre ad esempio aller- nell’evento. Il Pronto Soccorso è Nella foto,
ta in caso di crash aereo, i Vigili del dunque il primo Ente in aeroporto ad nella sala operativa, Vittorio Cellupica
davanti ai telefoni per le emergenze.
Fuoco in caso di incendio, la Polizia essere allertato in caso di emergen- Nella foto in alto,
di Stato se è in corso atto terroristico za aeroportuale”. Nadia Monari, responsabile in turno
o allarme per sospetta bomba a bor- “Una volta scattata l’emergenza, e infermiera, in sala operativa. Nadia ha
do. Una volta che uno dei suddetti l’equipaggio del Pronto Soccorso già collaborato con ADR Noi, inviandoci
un articolo sul Chaaria Mission Hospital,
Enti lancia l’allarme, i responsabili in sarà presente con il così detto ‘bian- Kenya, in cui ha lavorato come volontaria.
turno del Pronto Soccorso diramano co 0’, opportunamente attrezzato,
l’informazione dettagliata ai colleghi con a bordo il medico linea di volo e
delle “macchine gialle” che controlla- l’autista soccorritore”. vono essere in grado di estrarre una
no le piste di volo, ai capi scalo, alla persona da un’auto incidentata, to-
Dogana, alla Sanità Aerea, ai Carabi- “Il personale sanitario che lavora al gliere il casco a un motociclista a ter-
nieri, alla Sicurezza Aeroportuale, al- Pronto Soccorso effettua una forma- ra, tenere la colonna vertebrale in as-
la sala operativa delle manutenzioni zione particolare?” se sollevando una persona caduta
mezzi ADR. Subito dopo, lo stesso “In generale – risponde Racani – i da grande altezza. A questi, si ag-
sistema elettronico invia una serie di corsi di aggiornamento del perso- giungono corsi di aggiornamento in-
nale sanitario, sia medici che infer- terni, che i nostri medici tengono a
mieri professionali, sono stabiliti per infermieri e autisti. Per esempio, il gi-
legge; si tratta di rispondere alla ne- necologo spiega come trattare una
Nella foto in alto, cessità di aggiornamento continuo, donna in stato interessante oppure il
Francesca Caponera in medicheria. per essere al corrente dei progressi cardiologo come leggere un’elettro-
Accanto, della scienza. In particolare, i medi- cardiogramma o trattare un’aritmia.
Gabriella Lombardi nella sala terapia
intensiva.
ci del presidio hanno un contratto Inoltre svolgiamo un’attività divulgati-
In basso, annuale con ADR e, per accedere al va più ampia con la pubblicazione di
da sinistra, in piedi: successivo, devono aver effettuato libri e della newsletter trimestrale
Giorgio Malori soccorritore, dottoressa nell’arco di un anno, tre corsi di ‘First Aid Magazine’ e la realizzazio-
Linda Poggipollini pneumologa,
Vittorio Cellupica responsabile in turno, emergenza/urgenza, validati dal Mi- ne di CD informativi”.
Gabriella Lombardi infermiera, nistero della Salute. Altro discorso è
Alessandro Olivi e Pompeo Iovini, nei riguardi degli autisti, che sono Concludiamo parafrasando la cele-
responsabili in turno, Carlo Racani anche soccorritori, poiché formati in bre serie televisiva: Pronto Soccorso
responsabile del Pronto Soccorso,
Alessandro Viola coordinatore attività sede tramite corsi BLSD (Basic Life ADR, medici in prima linea, anche
amministrativa, Claudio Patrisano Support Defibrillation) in cui vengono grazie alla collaborazione di noi ope-
soccorritore. Da sinistra, seduti, loro insegnate le manovre rianimato- ratori aeroportuali, tutti invitati ad
Dario Berdini soccorritore, rie, la defibrillazione precoce e le avere con sé il “quick reference”, di
Livio Emiliani soccorritore,
Francesca Caponera infermiera, modalità di trattamento di pazienti ADR, per avere sempre i numeri giu-
Stefano Angioni soccorritore. che abbiano subito forti traumi. De- sti a portata di mano.•

LE INFORMAZIONI RICHIESTE
Alcune informazioni sono indispen- • Il numero di persone coinvolte
sabili per programmare operativa- e da soccorrere
mente l’intervento: • Cosa succede: il problema
principale per cui è stata effet-
• Il numero di telefono da cui vie- tuata la chiamata
ne effettuata la chiamata: serve • Le condizioni della vittima: par-
per richiamare se cade la linea la, respira, presenta ferite
o se sono necessarie ulteriori • Informazioni generali: età ap-
informazioni. Tale recapito non prossimativa, sesso, ecc.
deve essere impegnato fino al- • Eventuali circostanze ambientali
l’arrivo dei soccorsi (presenza di benzina e/o sostanze
• Il luogo esatto dell’evento tossiche, nebbia, ghiaccio, ecc.)
• I riferimenti ben individuabili
per raggiungere il luogo del- ATTENZIONE ALLA CHIAREZZA
l’evento nel modo più veloce DI INFORMAZIONI DURANTE LA
possibile CONVERSAZIONE!

5
S tor y in 133, di cui 6 italiani; io sono arriva-
to 94° assoluto e quinto tra gli italia-
ni in gara”.

“Chi sono stati i vincitori?”


“Data la durezza della prova, hanno
vinto tutti coloro che hanno raggiun-
to il traguardo. I primi tre posti sono
andati al quattro volte campione del
mondo nella 24 ore, di nazionalità
giapponese Ryiichi Sekiya, al danese
Lars Cristoffensen e al norvegese
Jon Bergen. Si tratta di atleti profes-
sionisti, assistiti dalla propria équipe,
con medico e massaggiatore al se-
guito. Si allenano molte più ore di
quanto non faccia io o gli altri corri-
dori per passione!”.

“Quali sono stati i momenti più emo-


zionanti della corsa?
“La partenza è stata splendida: ai
piedi del Partenone, alle 7 del matti-
no, immersi nella luce dell’alba che
rendeva la cornice ancor più sugge-
stiva. Sentivo in me una grande
adrenalina. I chilometri iniziali si per-
corrono su strade anche ad alto
scorrimento e hanno richiesto molta
attenzione. Poi hanno cominciato a
sfilare sotto i miei occhi panorami
mozzafiato: ricordo Megara al qua-
rantesimo chilometro, Corinto all’ot-
tantunesimo, con il passaggio a pic-

Il maratoneta co sullo stretto. Superata questa


tappa, lo scenario cambia completa-
mente e si entra all’interno di paesi
caratteristici, con gli abitanti in strada
adr story
ianni Migneco, collega dei Sistemi Informativi,
G ha corso l’ultra maratona tra Atene e Sparta,
compiendo 246 chilometri senza fermarsi mai
ad applaudire noi corridori, conside-
rati tutti come ‘l’emerodromo’, o
portatore di messaggio, persona sa-
cra nell’antica Grecia. Dal centesimo
chilometro, i bambini ci chiedevano
e toccando il traguardo dopo 34 ore e 50 minuti gli autografi sui loro quaderni, la par-
tecipazione della gente si è fatta
dalla partenza. Un’impresa al confine con il mito, sempre più intensa e commovente. Il
momento più importante per me, lo
che i colleghi di Giovanni ci hanno chiesto ricordo con grande precisione. Ave-
vo percorso circa 210 chilometri ed
di pubblicare e che volentieri raccontiamo con ero giunto quasi al limite della resi-
le parole di chi l’ha compiuta stenza. Ad un tratto, lungo il percor-
so, vedo una vecchietta che aspet-
tava i corridori, sembrava un’appari-
a strada tra Atene e Sparta fu passeggeri e movimento carico, ove che mi fanno lavorare meglio duran- zione nelle condizioni psicofisiche in

L percorsa per la prima volta nel


490 a.C. da Filippide, eroico
messaggero che chiese l’aiuto degli
ho avuto grandi maestri, finché, nel
1983, dopo una selezione interna per
personale programmatore, sono pas-
te tutta la giornata”.

“Dove ti alleni abitualmente?”


cui mi trovavo. Dopo aver saputo
che ero italiano, mi ha lasciato due
rametti di basilico selvatico, racco-
spartani per affrontare l’esercito per- sato nell’area sistemi informativi”. “Mi alleno non lontano da casa, abito mandando di annusarli nel momento
siano in vista della battaglia di Mara- “Allo stesso tempo – continua – ho a Centocelle, corro di solito al Parco di maggiore stanchezza. Mi sono
tona. La Spartathlon, da trent’anni, coltivato la mia passione per lo di Villa De Sanctis, dal quale prende il commosso alle sue parole e ho sen-
commemora l’evento. Nel corso del- sport, passione familiare, perché mio nome l’associazione sportiva di cui tito di nuovo affluire l’adrenalina in
l’ultra maratona, gli atleti si misurano padre è stato preolimpionico di sono tesserato. Il parco rappresenta me. Negli ultimi 30 chilometri ho su-
in un’impresa al confine con il mito, scherma nel 1940. Poi la guerra… un’area verde ricca di storia; vi è tra perato 20 persone, ho riacquistato il
non sempre riuscendo a raggiungere ma è riuscito ugualmente a trasmet- l’altro anche il mausoleo di Sant’Ele- mio passo e sono arrivato in fondo.
il traguardo. tere, a mio fratello e a me, il suo na, madre di Giustiniano. Oppure cor- L’ultimo tratto del percorso è durissi-
Gianni Migneco ce l’ha fatta: 54 anni amore per l’agonismo”. ro al Parco di Tor Tre Teste o alla Pine- mo: si sale su un sentiero di monta-
portati con grande disinvoltura, lo ta di Ostia, la doccia al campo di atle- Nella foro grande in alto, gna, tra sassi e pietrisco, ma gli ulti-
Migneco di fronte al Partenone.
sguardo limpido e aperto, la narra- “Quante ore ti alleni al giorno?” tica e alle nove in ufficio”. In alto, mi due chilometri e 100 metri, con
zione spontanea e ancora commos- “I miei allenamenti? La sveglia sul Migneco ha appena raggiunto l’ingresso a Sparta, mi sono trovato
sa per essere arrivato in fondo al cellulare parla da sé: suona alle 4,40, “Sei sempre stato un maratoneta?” il traguardo, visibilmente provato di fronte un paesaggio da ‘mal
percorso, capace di infondere quasi orario che mi permette due ore mat- “Non ho iniziato con la corsa, sono e commosso. d’Africa’, tra due ali di folla che mi in-
Nelle altre foto,
la stessa emozione provata nel cor- tutine di allenamento, quasi tutti i passato attraverso altri sport, dalla la premiazione e alcuni tra gli italiani citava, nel rispetto di una tradizione
so della gara. A lui la parola. giorni della settimana. Corro sempre scherma al calcio, giocato anche in gara, prima della partenza. millenaria. Mi hanno dato la bandiera
“Sono in ADR dal 1978 – afferma Mi- con il buio, alle 5 del mattino non c’è con i colleghi. Poi decisi di seguire Sotto, italiana, il simbolo della mia nazione
gneco – e posso dirmi un veterano: ho luce neppure in estate. È la mia ‘dro- mio fratello, che condivide la mia Migneco con gli altri 4 italiani giunti d’appartenenza, che ho portato nel-
al traguardo, tranne l’atleta
lavorato in aree operative, assistenza ga buona’ quotidiana, le endorfine stessa passione, facendo gare di con la camicia bianca, che ha dovuto l’ultimo tratto. Su tutto, le urla d’in-
maratona sempre più lunghe, fino ad abbandonare la corsa quasi alla fine. coraggiamento e gli applausi, che mi
arrivare alle ultramaratone, superiori arrivavano anche dai miei amici e
ai 42 chilometri e mezzo”. vi erano 73 check point, di cui 10 compagni di gara, che non ce l’ave-
dovevano essere raggiunti entro un vano fatta ad arrivare. Sulla spinta di
“Quali titoli è necessario avere per tempo limite, pena l’esclusione dalla quelle grida, ho tagliato il traguardo,
essere ammessi a questa competi- gara. In tutti i punti di sosta, situati toccando il piede della statua di Leo-
zione?” tra loro a circa 4 chilometri di distan- nida, l’eroe spartano della battaglia
“Per potervi partecipare, è necessa- za, vi erano diversi generi di confor- delle Termopili contro i persiani”.
rio aver corso 100 chilometri in me- to, acqua, frutta, barrette energeti- “All’arrivo – continua Migneco – due
no di 10 ore o 200 chilometri in 24 che, in alcuni anche altri alimenti più ragazze in tunica bianca, come da
ore e aver ottenuto titoli e credenziali sostanziosi, come la pasta. Ogni tradizione olimpica, offrivano una
riconosciuti a livello internazionale. Io atleta ha le sue tecniche: alcuni pre- coppa con l’acqua del fiume sacro
li possiedo entrambi”. feriscono accelerare e mangiare se- di Sparta (Eurota) e la corona d’allo-
duti per riposare, altri, invece, man- ro. Il sindaco porgeva una targa in ri-
“Per quanto tempo hai corso?” giano camminando, per guadagnare cordo della gara portata a termine.
“Ho corso per 34 ore e 50 minuti, un 500 metri anche durante il pasto”. Tutti gli atleti hanno avuto gli stessi
giorno e mezzo, senza fermarmi mai. doni, tranne i primi tre classificati,
La gara di per sé è stata durissima, “Quanti atleti hanno partecipato?” che hanno ricevuto una piccola
con prove intermedie di registrazione “Gli iscritti ammessi erano 389, di cui coppa, oltre alla targa. Segno di
dei tempi. Lungo il per sorso, infatti, 24 italiani; sono arrivati al traguardo ‘democrazia’ e rispetto per coloro

6
che hanno portato a termine l’intero infine, la sera, si è tenuta una cena “Ci sono ricordi da cui trai la for - d’ogni altra persona sopporta i miei nessere psicologico; sulla strada per
percorso, tutti degni degli stessi con la premiazione vera e propria, za per correre? A chi pensavi sacrifici e le lunghe ore d’allenamento Sparta, gli unici pensieri che mi pas-
onori. una medaglia con inciso il nome del- mentre gareggiavi?” dei fine settimana, dai miei amici. savano per la testa erano per i miei
Il giorno dopo, siamo stati ricevuti al l’atleta e il paese d’appartenenza, “La mia forza l’attingo dagli affetti, Ma quando corro la mia mente è figli. Pensavo a loro e all’orgoglio che
pranzo di gala delle autorità locali e, che conserverò per sempre”. dai miei figli, da mia moglie, che più sgombra, raggiungo uno stato di be- mi danno le loro esistenze”. •

Story gni volta che Elisa gareg- Questi riconoscimenti premiano la

“O gia è per noi una grande


emozione – afferma Eral-
do Blanchi, responsabile in turno di
fatica e la costanza di Elisa Blan-
chi, che fa parte del Gruppo Spor-
tivo dell’Aeronautica Militare e si al-
ADR Assistance a Ciampino – e la lena otto ore al giorno con la Na-
vittoria della medaglia d’oro ai Mon- zionale, per prepararsi fin d’ora al-
diali in Giappone è stato il giusto co- le prossime Olimpiadi di Londra del
ronamento dei nostri sogni”. 2012.
Elisa Blanchi, della quale avevamo “Vediamo nostra figlia poco tempo
già scritto su ADR Noi, figlia del no- – afferma Eraldo Blanchi – ma è un
stro collega, ha vinto con la squadra sacrificio che affrontiamo con gio-
italiana di ginnastica ritmica due me- ia, sia per i suoi successi, sia, so-
daglie d’oro e una d’argento, com- prattutto, perché la vediamo così
piendo una brillante impresa, che felice”.•
porta a quattro i titoli iridati conqui-
stati nella storia delle partecipazioni
ai campionati mondiali: prima dei
due ori ottenuti a Miè in Giappone, il
movimento azzurro si era infatti ag-
giudicato l’oro a Baku 2006 e nel
Nella foto,
lontano 1975, a Madrid nel concor- Eraldo Blanchi con la figlia Elisa.
so generale.

Una campionessa in famiglia


L’Angolo
letterario Lo spazio bianco

 “H
UN o provato. Aspettando la metropolita-
na per l’ospedale, tutti i giorni, ho pro-
Il solo intervallo tra un’attesa e l’altra è rappresen-
tato dalla sua attività di insegnante, prima-terza media
LIBRO vato a leggere saggistica. I primi tempi
ci sono riuscita, perché non avevo altro se non la mia te-
impartita a camionisti giganteschi che faticano ad entra-
re nei banchi, imparano a dare il lei invece del voi, se-
AL MESE sta. Ed era una testa molto esercitata sui libri”.
Così inizia “Lo spazio bianco”, della scrittrice Va-
condo la cadenza partenopea e devono leggere i Pro-
messi Sposi in 150 ore di lezione. Tutto il resto del tem-
leria Parrella, dal quale è stato tratto un film, dal titolo po, Maria lo trascorre con le altre donne come lei, delle
Da questo numero inauguriamo la nuova
omonimo, presentato al festival di Venezia e ora nelle quali racconta brevemente le storie, che sono più foto-
rubrica “Un libro al mese”, che può sale cinematografiche. grafie istantanee di mamme. Il libro è anche una storia
È la storia di una donna, Maria, che insegna ita- di solidarietà femminile, che si manifesta tra donne pie-
diventare un film o un racconto di liano in una scuola serale, ha da poco superato i qua- gate sulle incubatrici dei loro bambini, che bisbigliano
rant’anni ed ha appena avuto una bambina dopo solo tra loro, pur non potendolo fare per il divieto delle in-
viaggio, una cronaca di momenti di vita sei mesi di gestazione. La piccola Irene viene per que- fermiere, per rivelarsi un’ansia o mostrarsi una confer-
sto chiusa in un’incubatrice bianca, una scatola bianca, ma. Il dialogo muto con le altre mamme fa da contrap-
aziendale che creano aggregazione, uno spazio bianco in cui vivere o morire sono quasi la punto alla sorveglianza delle macchine, che tengono in
stessa cosa. “Il fatto è – scrive l’autrice – che mia figlia vita i bambini, delle quali Maria si sforza di comprende-
quali tornei sportivi, gite e tanto altro, Irene stava morendo o stava nascendo, non ho capito re il funzionamento, spiegandolo alle altre donne in una
una raccolta degli aneddoti aeroportuali, bene: per quaranta giorni è stato come nominare la stes- sorta di riunioni sediziose, perché tenute lontane dal
sa condizione”. Il libro è il racconto di questi quaranta personale medico e con parole molto più semplici di
da condividere con i lettori di ADR Noi. giorni, trascorsi nel tempo sospeso dell’attesa, la sola quelle usate nel reparto permaturi.
condizione che Maria si sente incapace di tollerare: “Io Lentamente, per Irene iniziano a dischiudersi possi-
Vorremmo realizzare una rubrica tutta non sono buona ad aspettare. Non sento curiosità nel bilità di sopravvivere e Maria fa appendere all’incubatrice
dubbio, né fascino nella speranza. Aspettare senza sape- una nuvoletta rosa, sulla quale segna il nome della bam-
da costruire, con il vostro contributo. re è stata la più grande incapacità della mia vita”. Eppu- bina, in un’ansia di vita che sente potrebbe diventare sua
re non può fare altro, se non attraversare la città di Na- e che arriva finalmente, prima con l’autonomia respirato-
Il libro di questo mese, del quale poli, in cui vive, tutti i giorni in tram, cercare di proteg- ria, poi con l’allattamento con il biberon, in uno stato
pubblichiamo una breve recensione gersi dentro ai libri di saggistica che hanno rappresenta- d’agitazione perenne, per le grandi difficoltà della bambi-
to fino ad allora la sua difesa dalle aggressioni della vi- na a deglutire, infine con le dimissioni dall’ospedale.
è “Lo spazio bianco” di Valeria Parrella, ta e sentirsi invece senza più testa, tutta racchiusa den- Il libro termina con una fine che non raccontiamo
tro l’oblò dal quale può guardare Irene che nasce o che e che lasciamo alla lettura all’ultima pagina, com’è giu-
diventato anche un film dal titolo omonimo. muore a seconda dei referti giornalieri dei medici. sto che sia.

La poesia è stata inviata alla redazione da Alessandro Solo il suo stupore li mantiene sospesi, ma è lui la garanzia del ritorno.
Sementilli, Addetto Sicurezza Aeroportuale. L’autore è la sua piccola mano li innalza, Ogni aeroporto deve avere un bambino incollato ai
Alexis Diaz Pimienta, il titolo è: il suo cuore li muove e li allontana. vetri, accanto agli
Senza un bambino appiccicato ai vetri, altoparlanti, dovunque si acquatti la paura.
alle alte ringhiere di una terrazza adulta, Grazie a lui durerà meno lacrime il rientro di tutti,
gli aeroporti morirebbero d’orrore. dorrà meno baci l’addio delle madri
Dagli occhi di un bambino Un bambino non potrà mai pronunciare la parola e le hostess potranno prescindere da avvisi insulsi.
“aeronautica”
Dagli occhi di un bambino decollano gli aeroplani. ma da lui dipenderà l’imitazione dell’uccello. Un aeroplano per aria
Se chiudesse gli occhi cadrebbero. Un bambino non saprà calcolare le distanze sono molti bambini che guardano l’orizzonte...

7
Il traffico
di settembre SISTEMA AEROPORTUALE ROMANO - TRAFFICO DEI PASSEGGERI
Il Sistema Aeroportuale Romano ha re-
gistrato nel mese di settembre 2009
SETTEMBRE 2009 ANDAMENTO ANNUO
una riduzione dei passeggeri traspor-
tati del -4,3%, confermando il negativo
trend cominciato da inizio anno, sep-
Totale Roma Roma Totale Roma Roma
pure con un miglioramento rispetto ai sistema Fiumicino Ciampino sistema Fiumicino Ciampino
risultati registrati nei mesi precedenti.
La contrazione dei volumi si evidenzia Totale Totale
sia per quanto riguarda il traffico do- Pax Totali 3.588.762 3.161.482 427.280 Pax Totali 29.412.370 25.759.128 3.653.242
mestico (-2,5%) che quello internazio- Differenza Differenza
nale (-5,2%, con rispettivamente UE anno precedente -4,3% -5,2% 2,6% anno precedente -5,9% -6,6% -0,7%
-7,0% ed extra UE -2,0%). La causa
principale della contrazione che si sta Nazionali Nazionali
registrando a inizio anno è ancora da Pax Totali 1.237.784 1.153.174 84.610 Pax Totali 10.299.833 9.563.282 736.551
attribuire al negativo quadro congiun- Differenza Differenza
anno precedente -2,5% -5,6% 76,6% anno precedente -6,6% -9,7% 68,7%
turale e, in particolare per lo scalo di
Fiumicino, alla riduzione della flotta ae-
UE UE
romobili della nuova Alitalia, con la Pax Totali 1.486.277 1.161.109 325.168 Pax Totali 12.389.321 9.616.116 2.773.205
conseguente diminuzione del network Differenza Differenza
servito. anno precedente -7,0% -6,7% -8,0% anno precedente -7,7% -6,7% -10,8%
Analizzando singolarmente gli scali di
Fiumicino e Ciampino, il traffico ha re- Extra UE Extra UE
gistrato a Fiumicino un risultato negati- Pax Totali 864.701 847.199 17.502 Pax Totali 6.723.216 6.579.730 143.486
vo (-5,2%) mentre Ciampino registra Differenza Differenza
anno precedente -2,0% -2,3% 15,6% anno precedente -1,5% -1,6% 5,6%
anche a settembre un incremento dei
volumi trasportati (+2,6%) conferman-
do il trend positivo iniziato a maggio
2009.•

La qualità di ADR
Nell’ambito dell’attività di benchmark • tempi di riconsegna bagagli; 2003 e rivisitato a marzo 2009, che nelle zone d’imbarco, pulizia dei
gestita dalla Qualità di ADR, il 7 ot- • tempi di attesa al check-in; si ispira al nostro futuro accordo di servizi igienici), disponibilità del
tobre scorso si è riunito a Fiumicino • tempi di attesa al controllo sicu- programma. servizio (loading bridge, nastri ri-
l’European Airports Benchmarking rezza e bagaglio a mano; In base a tale sistema, il gestore ae- consegna bagagli) e tempi di at-
Group on Service Quality (EABSQ). • tempi di attesa al controllo pas- roportuale (BAA - British Airports Au- tesa.
Questo gruppo, costituito a giugno saporti; thority), in caso di mancato rispetto Un momento singolare del workshop,
2007 per iniziativa di Aeroporti di • puntualità di scalo. degli standard di qualità stabiliti dalla che ha catturato l’attenzione dei
Roma, nasce dalle esigenze di 8 Civil Aviation Authority (l’ENAC ingle- partecipanti, è stata la presenta-
aeroporti europei di confrontarsi si- In questo ultimo incontro, agli aero- se), è tenuto a pagare delle penalità zione dell’architettura e arreda-
stematicamente sui livelli di qualità porti già partecipanti (Amsterdam, sotto forma di sconti alle compagnie mento interno delle toilette dell’ae-
condividendo esperienze e idee Copenaghen, Francoforte, Parigi, aeree per un importo massimo pari roporto Charles de Gaulle che
nell’ottica di una dinamica di miglio- Monaco, Zurigo, Malpensa) hanno al 7% dei diritti aeroportuali. spiccano per creatività e originalità.
ramento. chiesto di unirsi anche gli aeroporti di In caso di “overperformance” il ge- Ogni toilette, infatti, si ispira a dei
In particolare, il gruppo ha focaliz- Londra Heathrow, Madrid e Vienna. store riceve, invece, un bonus mas- paesaggi tipici della campagna
zato l’attenzione su alcuni proces- Interessante è stato l’intervento di simo pari al 2,24% dei diritti aeropor- francese e a dei monumenti sim-
si critici relativi al funzionamento Mr G. Efkolides dell’aeroporto di tuali. bolici di Parigi.
dell’aeroporto analizzando, su ba- Londra Heathrow che ci ha presen- Gli standard di qualità si riferiscono Il prossimo appuntamento con gli
se trimestrale, l’andamento dei se- Un’immagine delle toilette tato il “quality rebate scheme”, si- ad elementi di percezione del pas- undici aeroporti è previsto per il
guenti indicatori: dell’aeroporto Charles de Gaulle stema tariffario introdotto a luglio seggero (disponibilità delle sedute 2010.•

Il Safety Management ADR


è responsabile del gruppo di lavoro di Assaeroporti
unità organizzativa Safety
L’ Management di ADR, di cui è
responsabile Nunzia D’Auria, ha
assunto la funzione di coordina-
mento del gruppo di lavoro Safety
di Assaeroporti. Il gruppo di lavoro
guidato da ADR consentirà di rac-
cogliere e di effettuare uno scam-
bio sui dati della sicurezza operati-
va, sia per creare un archivio, utile
a ricostruire le dinamiche di even-
tuali incidenti, sia per un confronto
costruttivo tra le società di gestio-
ne, volto a individuare le modalità
necessarie per la prevenzione de-
NEWSLETTER PERIODICA DI COMUNICAZIONE
gli stessi. Tra i partecipanti al INTERNA DI AEROPORTI DI ROMA
gruppo di lavoro è stato firmato un
protocollo d’intesa che stabilisce Aut. del Tribunale civile di Roma n. 87/08 del 6 marzo 2008
le norme di comportamento cor-
rette per il trattamento di dati sen- Redazione: Vito Mangano,
sibili. Il gruppo ha già attivato alcu- Fabrizio Mariotti, Silvia Rosati
ne iniziative a tutela della safety, Collaboratori: Gianfranco Concutelli,
relative alla valutazione del rischio Arianna Di Martino, Daniele Occhiato
sul tema del rifornimento carbu-
Contatti: comunicare@adr.it
rante con passeggeri a bordo ed
alla formulazione di uno standard, Direttore Responsabile: Silvia Rosati
Foto: Virginio Favale
unico per tutti gli aeroporti, per il Progetto grafico: ATON Srl - Roma
processo di emissione delle pa- Stampa: ATON Srl - Roma
tenti aeroportuali.• ottobre 2009