Sei sulla pagina 1di 6

Il pane senza impasto - No knead bread baking

Questo pane è meraviglioso...e per ottenerlo non si deve fare praticamente niente...quello che si suol
dire, il massimo risultato con il minimo sforzo! E' da un bel pò di tempo che lo faccio, (l'ho visto
casualmente sul blog di Dandoliva), ed è sempre soddisfacente vedere la bella pagnottona che ne
vien fuori...in pratica, con pochissimo sforzo e realmente senza sporcarvi le mani, avrete il vostro

bel panozzo bello e pronto...provare per credere!!!

Ingredienti:

• 500 g di farina 00 o 0 (anche mista va bene)


• 2,5 g di lievito di birra fresco (o 1 grammo di lievito di birra liofilizzato)
• 1 cucchiaino abbondante di sale
• 350 ml d’acqua tiepida.

Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida.

In una ciotola grande mescolare la farina col sale. Unire l’acqua col lievito, mescolare velocemente
con le mani o con una forchetta. L’impasto è molto morbido e appiccicoso. Coprire la ciotola con
un foglio di pellicola e lasciar lievitare l’impasto a temperatura ambiente (circa 20°C) dalle 18 alle
24 ore.

Il giorno dopo l’impasto sarà aumentato di volume e apparirà come un blob molliccio e alveolato.
Rovesciare il blob su un piano abbondantemente infarinato. Spolverarlo con altra farina, quindi
tirare quattro lembi di impasto e ripiegarli su se stessi. Coprire con un foglio di pellicola e lasciar
riposare per circa 15 minuti.

Trascorso questo tempo cospargere la superficie dell’impasto con semini a piacere (sesamo,
girasole, zucca, papavero etc.), semolino o polenta (qui si va a gusto...io solitamente non ci metto
niente).

Trasferire l’impasto o in una ciotola (che andrà coperta) o in un canovaccio (in cui l’impasto verrà
arrotolato) e far proseguire la lievitazione per altre due ore.

Pre-riscaldare il forno a 230°C e mettervi dentro a riscaldare una pirofila dai bordi alti e col
coperchio (la pirofila può essere in qualsiasi materiale, ghisa, pirex etc.).

Rovesciare il blob nella pirofila bollente. Coprire col coperchio e infornare per circa 30-40 minuti
sempre a 230°C. Rimuovere il coperchio e continuare la cottura per altri 10-15 minuti.

Sfornare la pagnotta e lasciarla raffreddare prima di tagliarla.

P.S.:QUI potete vedere come effettivamente si deve fare...


pane cafone in pentola
La ricetta postata da renata del pane cafone mi ha fatto ricordare quest'altra ricetta trovata in rete
che non richiede il lievito madre e che da risultati soddisfacenti
farina 480 sale 2 cucchiaini
lievito 6 gr
acqua 350 gr

in una ciotola unire la farina e il sale


sciogliere il lievito nell'acqua tiepida e impastare brevemente
lasciare lievitare per almeno 14 ore coperto da pellicola e al chiuso (il microonde spento è ideale)
infarinare il tavolo da lavoro versare l'impasto lavorarlo poco quindi avvolgerlo in un canovaccio
infarinato
lasciare lievitare 2 ore.
dopo 1 ora e mezza accendere il forno a 250° , e metterE a riscaldare una pentola chiusa da un
coperchio (non devono avere elementi di plastica!), per mezz'ora.
capovolgere l'impasto nella pentola e infornare a 230° per 35 min.
dopo i 35 min, tirare fuori l'impasto dalla pentola, metterlo sulla griglia e lasciare cuocere per altri
20 min.

questo è il risultato:
il Pane senza impasto: ricetta e preparazione

Sono passati un paio di anni, da quando Mark Bittman ha pubblicato una


ricetta per preparare il pane fatto in casa in maniera assolutamente innovativa. Ottenuta la ricetta
originale da Sullivan Street Bakery e pubblicato l'articolo, il mondo dei blog di cucina, ha avuto
dapprima un sussulto dovuto all'inusualità della preparazione, ma successivamente ha continuato
con la sperimentazione, formulando man mano piccoli aggiustamenti che hanno ormai portato la
ricetta a livelli d'eccellenza.
Il "Pane senza impasto" è quanto di più semplice e veloce da preparare e permette anche a chi non
ha dimestichezza con il mondo dei lieviti e delle farine, di sfornare un pane che non mancherà di
lasciare di stucco per primo chi lo prepara, e successivamente chi lo assaggia, dopo aver appreso il
metodo con cui è stato preparato. Il concetto è semplice: lasciare fare tutta la "fatica" al lievito e al
tempo: pochi ingredienti, tempo di preparazione di circa tre minuti, lungo riposo ed un passaggio di
cottura nel normale forno di casa.
L'unico lato negativo, se proprio vogliamo dirlo è il nome che, se in inglese "No knead bread"
suona male, in italiano riesce ancora peggio: pane senza impasto. Ma difficilmente si potrebbe
tradurre in maniera diversa, anzi ogni eventuale suggerimento è senz'altro benaccetto, nel frattempo
continueremo a chiamarlo così.
Gli ingredienti:
400 gr di farina tipo 0
100 gr di farina di semola
380 ml di acqua leggermente tiepida
3 gr di lievito di birra sbriciolato (1/8 di cubetto circa, da sciogliere nell'acqua tiepida)
5 gr di sale (un cucchiaino)
5 gr di zucchero

Come si può notare il rapporto tra acqua e farina è molto alto, non spaventatevi però, le dosi non
sono sbagliate, seguite le istruzioni ed avrete un pane dalla crosta fragrante e con alveolatura da far
invidia a quello del fornaio.
In un recipiente abbastanza capiente unite tutti gli ingredienti, con l'aiuto di un cucchiaio di legno
girate per qualche minuto, giusto per amalgamarli un minimo. Il risultato sarà un impasto
dall'aspetto veramente grezzo, ma non preoccupatevi, coprite il recipiente con pellicola trasparente e
mettete a riposare per un tempo che potrà variare da un minimo di 12 ore fino a 20.
Mettete l'impasto, che sarà molto appiccicoso, su una spianatoia infarinata e bagnatevi le mani per
evitare che si attacchi alle dita. Portate le estremità della forma verso il centro e rovesciatela quindi
in un recipiente che avrete foderato con un canovaccio molto ben infarinato. Coprite e lasciate
riposare per altre due ore, in modo da farlo lievitare ulteriormente.
Accendete il forno mezz'ora prima che finisca la lievitazione e mettete a riscaldare la pentola o il
recipiente (con coperchio) che dovrà contenere il pane durante la cottura. Fate attenzione perché la
pentola o il contenitore non dovranno avere parti in plastica e dovranno essere in grado di
sopportare l'elevata temperatura!
Dopo la mezz'ora di preriscaldamento rimuovete il recipiente dal forno e lasciatevi cadere l'impasto,
non importa se la superficie non è liscia, anzi questo darà alla pagnotta un aspetto più rustico.
Infornate con il coperchio e fate cuocere per 30 minuti, trascorsi i quali togliete il coperchio e fate
cuocere per altri 15 minuti in modo che la superficie diventi ben dorata.
Sfornate e lasciate riposare su una griglia, sentirete la crosta scricchiolare mentre si raffredda, segno
che avete ottenuto un ottimo risultato. Non cedete alla tentazione di tagliarlo subito, ma aspettate
finché sarà tiepido!

Commenti NuovoCerca

Commenta

Peter - temperatura del forno |2008-12-03 13:33:51


Ciao, la T del forno deve essere di 180 gradi, preferibilmente non ventilato

Ciao!!
franco - pane senza impasto |2008-11-12 22:18:00
scusa ma non sono un grande cuoco,a che temperatura va messo il forno ?
grazie

ps: mi piacciono molto le video ricette


Peter |2008-10-21 02:31:26
ciao Grazia! ti consiglio davvero di provarlo, anche solo per curiosità...
diciamo che non è il pane "definitivo" ma ha una "personalità"
tutta sua
Grazia.cuocapercaso - fantastico... |2008-10-21 02:23:53
DEVO farlo...