Sei sulla pagina 1di 1

8 NAPOLI METROPOLI sabato 31 ottobre 2009

ACERRA AREA INAGIBILE. NUOVA SCADENZA A MAGGIO 2010 E LA SQUADRA NON PUÒ NEPPURE ALLENARSI

«Rivogliamo lo stadio», mobilitazione su Facebook


ACERRA. “Non ti voglio, ti preten- essere eseguiti (parere preventivo), e poi, dopo aver profumatamente mento delle sedute di allenamento.
do”. Trattasi sempre di “amore” e pagato chi ha svolto i lavori, di farsi rilasciare i documenti relativi ai «Il dirigente preposto è in ferie, se ne parla la settimana prossima»: que-
di “passione”, ma questa volta il ri- collaudi dello stesso. Per cui è come se i lavori non fossero stati mai sta la risposta da viale della Democrazia, quando oramai era già tutto
tornello della famosa canzone di Raf fatti. Pertanto anche quest’anno l’Acerrana non potrà giocare in casa. pronto per la nuova stagione: nuovo allenatore De Falco, staff tecnico
è dedicato ad uno sport, il calcio, e Intanto, sono stati riappaltati i lavori “per trovare le carte” che manca- e giocatori. «Una squadra abbandonata a sé stessa - aveva lamentato
all’impossibilità di poterlo vedere vano. Speriamo che anche stavolta non si dimentichino di chiedere ai il presidente Francesco Mennitto in quell’occasione -. A queste con-
giocare nella propria città. vigili del fuoco che lavori ci sono da fare. Termine dei lavori, quando dizioni proseguire è un’impresa impossibile. La sopravvivenza del club
Infatti, è diventato lo slogan di cominciano, maggio 2010: a campionato finito. Il tutto per la cifra di è in serio pericolo».
quanti chiedono a gran voce la re- 100mila euro, così come stabilito dal consigli comunale dello scorso L’agibilità, ovvero il permesso di accedere agli spalti e quindi di giocare,
stituzione dello stadio comunale, in via Manzoni. Ad oggi sono ses- settembre». è arrivata dopo qualche giorno, ma per il secondo anno consecutivo i
santasette i membri del gruppo apparso pochi giorni fa su Facebook, Momenti duri quindi per l’Acerrana che, nell’agosto di quest’anno, si granata aspettano ancora di essere acclamati dal loro pubblico e sono
destinato sicuramente ad aumentare proseliti. «Dopo aver completato era vista negare dal Comune anche l’agibilità per gli allenamenti, bloc- costretti ogni domenica a chiedere ospitalità ad una città diversa per
i lavori della messa in agibilità dello stadio comunale di Acerra in da- cando di fatto il ritiro della squadra. Nonostante il club avesse provve- le gare interne. Una condizione che comporta sacrifici anche per la ti-
ta 30 aprile 2008 – si legge nella descrizione del gruppo -, si sono di- duto al pagamento del consueto bollettino per tempo infatti, l’ufficio foseria. E provoca pesanti disagi economici, per l’insostenibilità dei
menticati prima di chiedere ai vigili del fuoco quali lavori dovessero tecnico del Comune non aveva protocollato il permesso per lo svolgi- costi, a squadra e tifosi. annaia

ACERRA STAZIONE DI VIA VANVITELLI CHIUSA DA UN ANNO PER INFILTRAZIONI D’ACQUA. PENDOLARI IN RIVOLTA: «INEFFICIENTI I BUS SOSTITUTIVI»

Lavori infiniti, Circum off-limits


di Annalisa Aiardo GIUGLIANO CONTRO GLI INGORGHI DIVIETI E SENSI UNICI
ACERRA. Quando potremmo beneficiare della circumvesuviana? Se lo
stanno ancora domandando gli abitanti della zona Spiniello e i pendola-
ri, che ogni giorno continuano ad “incappare” in forti disagi e difficoltà per
Cimiteri, per Ognissanti
riuscire a raggiungere Pomigliano e Napoli. La stazione in via Luigi Van-
vitelli, aperta il 1 febbraio 2005, è stata chiusa per motivi di sicurezza nel
maggio 2008, a causa delle infiltrazioni di acqua nella volta della galleria
via al dispositivo anticaos
sotterranea, e del conseguente cedimento di qualche parete della galle- GIUGLIANO. In occasione del giorno della commemorazione dei
ria. Da allora, non è stata più riaperta al pubblico. defunti, il Comune di Giugliano ha emesso, a firma del Comandante
«Sono stati fatti dei sondaggi – ha raccontato uno dei dipendenti della della Polizia Municipale Antonio Baldi, un’ordinanza al fine di
Cpt – ma i lavori non sono stati portati a termine. Ora esistono due na- assicurare un corretto afflusso e deflusso veicolare e pedonale
vette che percorrono la tratta Acerra – Pomigliano ed appartengono alla nell’area cimiteriale. Il dispositivo di viabilità, in vigore dalle 8 alle
Vesuviana Spa». «Quando fu progettata – ha sbottato un pendolare in 19 di domani e dalle 8 alle 13 del 2 novembre, prevede la vendita dei
collera che aspetta la sua corsa - già si sapeva che ad Acerra c’era ac- fiori nello spazio alberato antistante il cimitero vecchio, mentre è
qua a 5 metri. Si cercò di realizzare un’interconnessione tra circumve- vietata la vendita di qualsiasi altro prodotto, alimentare e non
suviana e autobus della Ctp, ma oggi esiste solo lo stazionamento degli alimentare da parte di operatori su aree pubbliche. Si adotterà per la
autobus, che fu tolto dalla città. I pullman, sempre in ritardo, sono co- regolamentazione del traffico il senso unico di marcia in via Verdi,
stretti ad attraversare i passaggi al livello. È un ingente spreco di dena- dall’angolo di via Arco Sant’Antonio a via Puccini; isola pedonale in
ro pubblico e noi utenti non possiamo nemmeno usufruire del servizio». via Verdi area cimiteriale; inversione del senso unico in via Puccini,
«Durante l’amministrazione Riemma – ha proseguito un altro cittadino - con senso di marcia da via Verdi a via Frezza. Divieto di accesso in
fu progettato un stazionamento degli autobus di linea nel rione Mado- via Sorbe Rosse, da via Verdi; senso unico di circolazione in via
nella, che prevedeva anche la costruzione di un’officina attrezzata della Cimarosa, con direzione di marcia da via Frezza a via Verdi;
Ctp, ma il progetto fu poi abbandonato con l’amministrazione Marletta». Senso unico di marcia in via Arco Sant’Antonio, dall’angolo di via I°
L’importanza della suddetta stazione è data anche dal fatto che essa rap- Maggio all’angolo di via Verdi; senso unico di marcia in via Frezza,
presenta il terminale della diramazione Pomigliano-Acerra (della linea dall’angolo di via della Resistenza all’angolo di via I° maggio nonché
Lʼesterno della stazione della Circum di Acerra, chiusa da un anno per lavori
Napoli - Nola - Baiano), lungo la quale si trovano altre due stazioni sot- divieto di circolazione a tutti gli autoveicoli nel viale centrale del
terranee, che servono lo stabilimento Alfa Lancia. Nel piazzale accanto, cimitero. E ancora, divieto di sosta e di fermata, ambo i lati, a tutti gli
è stato istituito il capolinea di alcune linee di autobus, con ampia dispo- letta. autoveicoli in via Arco Sant’Antonio, dall’angolo di via I° maggio
nibilità di parcheggio auto gratuito. La realizzazione della nuova linea a doppio binario Alfasud – Acerra con all’angolo di via Casacelle e in via
«Il macchinista aveva fretta di farci raggiungere la nuova stazione da i relativi lavori di ammodernamento e potenziamento della circumvesu- Sorbe Rosse area cimiteriale;
inaugurare, ma il sistema di sicurezza del treno ha rallentato la corsa. Non viana – ampliamento Via Olmitelli, è un progetto cofinanziato dalla Regione deviazione percorso autobus di
ci sono ovunque simili sistemi di sicurezza – aveva commentato l’asses- Campania e dall’Unione europea. Come si legge nel bollettino ufficiale linea provenienti da Parete e
sore regionale ai Trasporti Ennio Cascetta l’anno scorso, durante l’inau- della Regione del marzo 2008, rientra nel completamento del “Sistema di diretti a Giugliano, per via
gurazione - . Finalmente stiamo lavorando con lo spirito giusto, insieme metropolitano regionale”, per «l’indispensabile ed urgente miglioramen- Casacelle. All’interno del cimitero
con l’amministrazione di Acerra, la Rfi e la Tav, e si sta realizzando un’ope- to dell’accessibilità alla stazione di Acerra della ferrovia circumvesuvia- il giorno 2 novembre alle 11,30
ra necessaria non solo per questa città, ma per tutta la Campania. Spero na, in quanto, dall’analisi della trama viaria e del tessuto urbano circo- sarà celebrata la Solenne
che Acerra diventi uno dei perni del grande sistema di trasporti della no- stante, questa stazione presenta una ridotta accessibilità derivante dal- Concelebrazione Eucaristica
stra regione. Questa stazione deve fungere anche da strumento di rilan- la insicurezza dell’accesso pedonale, dal degrado socio-ambientale delle presieduta da Mario Milano,
cio dell’industria napoletana e campana». Cascetta aveva inaugurato la strade e degli spazi urbani circostanti e dalla difficoltà di realizzare una vescovo di Aversa, alla presenza
nuova tratta ferroviaria partendo in treno da Pomigliano d’Arco, con gli adeguata intermodalità tra le diverse forme di trasporto: gomma, pubbli- del sindaco Giovanni Pianese e
allora sindaci di Pomigliano, Michele Caiazzo, e di Acerra, Espedito Mar- co, privato e su ferro». Il finanziamento è stato pari a 336.255 euro. delle autorità locali.

L’EVENTO KERMESSE NEL PARCO MONUMENTALE CERCOLA UCCISO PER ERRORE DA UN PROIETTILE DI RIMBALZO A SOLI 14 ANNI

A “Land Art Baia ‘09” Partita di calcio in memoria di Giuseppe


connubio tra arte e natura CERCOLA. Nel giorno del suo 33esi-
mo compleanno hanno voluto dedi-
to. Erano da poco trascorse le 19 e nella piazza dove ha sede il Munici-
pio, a quell’ora gremita di persone, per qualche attimo il tempo sembrò
BAIA. La “Terra del fuoco” prende vita attraverso gli artisti di “Land cargli una partita di calcio che si è paralizzarsi mentre il ragazzo si accasciava al suolo, portando con sé il
Art Baia ‘09”. Il prossimo weekend, 7 artisti napoletani e flegrei, escono svolta nello stadio comunale che suo più grande sogno: diventare un calciatore professionista. Il proietti-
dagli spazi tradizionali, e con a disposizione 13 ettari di macchia porta il suo nome (nella foto la lo- le vagante andò a conficcarsi in un occhio del malcapitato che morì il 1
mediterranea del Parco Monumentale di Baia, interverranno candina). Una ricorrenza speciale aprile, dopo quattro giorni di agonia. A diciannove anni di distanza, men-
direttamente sullo spazio macroscopico della natura, dandogli forma e quella con cui, giovedì sera, gli ami- tre monta la rabbia dei familiari che sanno ancora a piede libero i colpe-
creando, sotto gli occhi degli spettatori, le loro opere “effimere”, ci di Giuseppe Piccolo, il 14enne uc- voli di quell’assurda morte gli amici di Giuseppe, su iniziativa di uno di
composte con materiali trovati sul luogo. L’intento sarà ristabilire un ciso per errore da un proiettile di loro, Luigi Sorrentino, hanno voluto organizzare il primo memorial a lui
contatto profondo e diretto con i Campi Flegrei, facendo vivere agli rimbalzo durante un agguato, han- intitolato. «Volutamente – fanno sapere - abbiamo scelto il giorno del suo
spettatori una esperienza emozionale, attraverso un evento dai tratti no voluto ricordare la sua giovane compleanno e non quello del suo assassinio per far si che il 29 ottobre di-
spettacolari, che ha come cornice e fonte di ispirazione il fascino della vita spezzata per “sbaglio” in una venti una data rappresentativa, un giorno che possa segnare una sorta di
natura, del mito e della storia, di cui questa terra è impregnata. «Land sera di primavera. Era il 27 marzo “rinascita” per un ragazzo pieno di talento, con tanta voglia di vivere ed
Art Baia ‘09 è stato ideato e programmato per fare promozione 1990 quando il ragazzo, in forza al Club Azzurro, una piccola squadra del una grande passione per il calcio e la sua squadra del cuore, il Napoli». Tra
territoriale – afferma il direttore artistico del progetto Davide Carnevale centro vesuviano, fu raggiunto da un colpo di pistola, tra i tanti esplosi in gli altri vi hanno aderito Ciro Caruso, ex giocatore del Napoli e Luigi Ami-
– l’intento è quello di creare uno stile di accoglienza flegrea che non piazza Libertà da due uomini a bordo di una Fiat 127 di colore amaran- co, titolare della nazionale under 16. Assia Filosa
riguardi solo l’enogastronomia, ma anche la flora, la fauna e l’arte, che
faccia vivere ai visitatori una lenta esperienza diretta, per una fruizione
attiva del territorio». L’evento Land Art Baia ‘09, rientra nell’ambito di POGGIOMARINO LA CERIMONIA OGGI A PARTIRE DALLE 10. CI SARÀ ANCHE IL PARLAMENTARE PDL PAOLO RUSSO
una serie di appuntamenti programmati, ogni fine settimana nel Parco
Monumentale di Baia, dall’associazione “Il Dorso Del Delfino”, che
riunisce in se circa 60 associazioni dei Campi Flegrei che hanno
stipulato una convenzione nell’ambito del Forum del partenariato del
Il presidente Cesaro inaugura il parco dei bimbi in piazza Mazzini
Parco dei Campi Flegrei. Il loro intervento è stato possibile grazie al POGGIOMARINO. Il presidente della giochi era stato progressivamente
Protocollo d’Intesa stipulato lo scorso Luglio tra il Parco dei Campi Provincia di Napoli Luigi Cesaro (nella vandalizzato e reso inagibile dall’incuria.
Flegrei e la Soprintendenza Archeologica di Baia, in cui l’Ente Parco si è foto) ed il parlamentare Pdl Paolo Russo Non era più un luogo di ritrovo per mamme
impegnato alla valorizzazione e alla manutenzione del Parco saranno presenti all’inaugurazione del e bambini ma, piuttosto, uno spazio da
Monumentale. Il Parco dei Campi Flegrei, in seguito, ha affidato in via nuovo parco giochi del Comune di evitare perché considerato pericoloso.
sperimentale, nell’ambito dei lavori del Forum, all’Associazione “Il Poggiomarino, in piazza Mazzini. La L’amministrazione comunale diretta dal
Dorso del Delfino”, il compito di progettare una serie di eventi atti cerimonia si terrà oggi a partire dalle 10. sindaco Vincenzo Vastola ha provveduto
all’educazione ambientale e alla valorizzazione del territorio nel Parco Viene, dunque, restituita ai cittadini alla riqualificazione della zona, al recupero
Monumentale. La manifestazione, che è gratuita, sarà supportata da una un’area giochi che da anni era stata delle giostrine e alla loro messa in
degustazione di vini e prodotti tipici locali, e saranno distribuiti abbandonata e riversava nel degrado. sicurezza. La gestione e la sorveglianza
opuscoli sulla flora, sulla fauna e sui percorsi naturalistici flegrei. Costruito nel 2005 con i fondi della Provincia di Napoli, il parco dell’area viene, ora, affidata al locale nucleo di Protezione civile.