Sei sulla pagina 1di 62

VODAFONE STATION GUIDA DINSTALLAZIONE E MANUALE DUSO

Manuale duso

INDICE 1 INTRODUZIONE
1.1 1.2 1.3 2.1 2.2 2.3 2.4 2.5 2.6 3.1 3.2 3.3 3.4 3.5 3.6 3.7 3.8 Contenuto della Confezione Vista Frontale della Vodafone Station Vista Posteriore della Vodafone Station Collegamento Collegamento Collegamento Collegamento Collegamento Collegamento della Vodafone Internet Key della Vodafone Station alla rete elettrica della Vodafone Station al PC della Vodafone Station ad apparecchi telefonici della Vodafone Station alla Rete Fissa Wi-Fi dei PC alla Vodafone Station

3
3 4 6

2 GUIDA DINSTALLAZIONE

7
7 8 9 10 11 13

3 MANUALE DUSO
Premessa Caratteristiche Funzionali della Vodafone Station Descrizione Spie Luminose e Pulsanti Requisiti Minimi del Computer Gestione della Vodafone Station Risoluzione Problemi Sicurezza e Conformit Glossario

14
14 14 15 18 18 51 53 57

Manuale duso

INTRODUZIONE
1.1 Contenuto della Confezione

Se sei un cliente aziendale, la Sim dedicata alla tua Vodafone Station (Router) non si trova nella confezione, ma ti e stata consegnata dal venditore. Utilizza la Sim contenuta nella bustina grigia.

Manuale duso

1.2

Vista Frontale della Vodafone Station

Icone presenti sul fronte della Vodafone Station:

Icona ADSL

Icona Power

Icona Wi-Fi

Icona LAN (collegamento PC via cavo)

Icona Vodafone Internet Key

Manuale duso

Manuale duso

1.3

Vista Posteriore della Vodafone Station

Tasto ON/OFF Pulsante di attivazione/disattivazione Wi-Fi Porta Alimentazione

Porta collegamento ADSL

Porta collegamento telefono/fax

Porte collegamento Ethernet

Porta collegamento USB

Manuale duso

GUIDA DINSTALLAZIONE

In questo capitolo trovi i passi necessari per installare correttamente la tua Vodafone Station. 2.1 Collegamento della Vodafone Internet Key

1. Estrai la Vodafone Internet Key dalla confezione che hai ricevuto ed estrai lalloggiamento per la Sim. 2. Gira lalloggiamento ed inserisci la Sim. 3. Capovolgilo nuovamente ed inseriscilo nella Vodafone Internet Key. Nota: La Sim non necessita dellinserimento del Pin.

4. Estrai la protezione posta sul retro della Vodafone Station ed inserisci la Vodafone Internet Key nellapposito alloggiamento.

Manuale duso

2.2

Collegamento della Vodafone Station alla rete elettrica

1. Estrai dalla confezione lalimentatore per il collegamento della Vodafone Station alla rete elettrica.

2. Collega la Vodafone Station alla rete elettrica utilizzando il trasformatore in dotazione, inserendo lo spinotto nella presa Power posta sul retro della Vodafone Station. 3. Accendi la Vodafone Station attraverso il tasto ON/OFF che trovi sul retro e verifica laccensione della icona sul pannello anteriore. Si accender licona Power di colore blu sul fronte della Vodafone Station. Dopo qualche secondo si accender anche licona Vodafone Internet Key di colore blu che ne segnala il corretto funzionamento.

Manuale duso

2.3

Collegamento della Vodafone Station al PC

1. Estrai dalla confezione il cavo con fascetta gialla. 2. Collega il PC alla Vodafone Station inserendo il cavo in una delle porte gialle Ethernet sul retro. Dopo linstallazione potrai collegare altri PC, utilizzando le altre porte gialle sul retro.

Ora puoi navigare con la tua Vodafone Station!

Manuale duso

2.4

Collegamento della Vodafone Station ad apparecchi telefonici

Collega i tuoi apparecchi telefonici alla porta Phone 1 della Vodafone Station. Per collegare piu di un apparecchio alla Vodafone Station, utilizza uno sdoppiatore di presa (non in dotazione) oppure abilita le tue prese telefoniche a muro. Gli apparecchi saranno utilizzabili alternativamente.

Ora puoi telefonare con la tua Vodafone Station! Se sei un cliente aziendale, dopo lattivazione della linea ADSL Vodafone, puoi collegare alla Vodafone Station anche apparecchi fax e pos. Se hai acquistato una linea telefonica aggiuntiva, dopo lattivazione della linea ADSL Vodafone, puoi collegare i tuoi apparecchi anche alla porta Phone 2 della Vodafone Station. Ad ogni porta e assegnato un numero di telefono differente. Un apparecchio collegato alla porta Phone 1 e un apparecchio collegato alla porta Phone 2 possono essere utilizzati contemporaneamente.

Manuale duso

10

2.5

Collegamento della Vodafone Station alla Rete Fissa

1. Collega la Vodafone Station alla linea telefonica, inserendo unestremit del cavo con fascetta rossa nella porta ADSL della Vodafone Station (porta colore rosso) e laltra estremit nella presa a muro.

2. Se vuoi continuare a parlare con il tuo vecchio operatore dalla stessa presa telefonica fino ad avvenuta portabilit del numero fisso, utilizza il filtro ADSL che trovi nella confezione.

3. Collega il filtro alla presa a muro. Inserisci il cavo con fascetta rossa collegato alla Vodafone Station nella porta ADSL del filtro e collega un telefono analogico alla porta TEL del filtro. Il telefono funzioner sulla vecchia linea telefonica finch attiva.

Manuale duso

11

N.B: Ti ricordiamo che allattivazione completa del servizio Vodafone funzioneranno solo i telefoni collegati direttamente alla Vodafone Station.

Allattivazione dellADSL Vodafone: Licona Internet Key si spegner sul fronte della tua Vodafone Station. Inizier a lampeggiare licona blu ADSL. La Vodafone Station potrebbe effettuare un aggiornamento automatico della versione del software. La fase di aggiornamento potrebbe durare alcuni minuti (potrai iniziare a navigare quando questultima icona smetter di lampeggiare!). Riceverai una e-mail e un SMS di conferma attivazione con levidenza del tuo nuovo numero Vodafone.

Nel caso in cui tu abbia richiesto la portabilit del tuo attuale numero fisso riceverai una email e un SMS di conferma a portabilit avvenuta con successo.

Manuale duso

12

2.6

Collegamento Wi-Fi dei PC alla Vodafone Station

Per il collegamento del PC alla Vodafone Station in modalit WiFi ti consigliamo di utilizzare il CD Autoinstallante presente allinterno della confezione.

Ti ricordiamo che per ogni ulteriore dettaglio sullinstallazione della Vodafone Station e sullattivazione dellofferta che hai sottoscritto puoi consultare la Guida Rapida che trovi nella confezione.

Manuale duso

13

MANUALE DUSO
2.7 Premessa

Questo manuale fornisce le indicazioni che consentono un utilizzo sicuro ed appropriato del prodotto. Vengono inoltre fornite le norme di installazione che devono essere seguite in modo da salvaguardare la sicurezza, lincolumit delloperatore ed il funzionamento della Vodafone Station (Router).

2.8

Caratteristiche Funzionali della Vodafone Station

Di seguito sono riportate le principali funzionalit tecniche della Vodafone Station: Standard ADSL/ADSL2+ ITU G.992.1/2/3/5 Annex A ANSI T1.413 Interfaccia ADSL, connettore RJ11 Interfaccia USB connettore tipo Master. Interfacce Ethernet, connettore RJ45, compatibile con lo standard IEEE 802.3 10/100 Base-T auto sensing Interfaccia Wi-Fi IEEE 802.11b/g1 Velocit di trasmissione 11/54 Mbps Cifratura WPA-PSK con chiave di 24 caratteri ASCII (256 bit) Cifratura WEP con chiave di 128 bit (13 caratteri ASCII) DHCP server Funzionalit di routing (NAT, NAPT, ) Virtual Server Configurazione e gestione locale mediante interfaccia locale web based Configurazione e gestione remota mediante protocollo CWMP (DSL Forum TR-069) Firmware aggiornabile da remoto Alimentazione 12 Vdc 2.5 A

Il Wi-Fi un marchio registrato dell'alleanza Wi-Fi. Il marchio CERTIFIED Wi-Fi un contrassegno di certificazione dell'alleanza Wi-Fi.

Manuale duso

14

2.9

Descrizione Spie Luminose e Pulsanti 2.9.1 Pannello Anteriore

Manuale duso

15

Nel caso di autodiagnosi negativa le icone luminose corrispondenti sono accese di colore rosso. Se tale condizione persiste per diversi minuti, si suggerisce di spegnere e riaccendere la Vodafone Station (Router) e se la condizione persiste ulteriormente, anche dopo questa operazione, contattare il Servizio Clienti Vodafone.

Manuale duso

16

2.9.2

Vodafone Station: Vista Posteriore

Note pulsante attivazione Wi-Fi La configurazione iniziale della Vodafone Station prevede che linterfaccia radio Wi-Fi sia disabilitata. Per abilitare la rete Wireless: 1. Tenere premuto il tasto di attivazione Wi-Fi per 5 secondi. 2. Una volta premuto il pulsante, dopo alcuni secondi la icona Collegamento Wi-Fi si illuminer di blu fisso. Se trascorsi alcuni secondi licona Wi-Fi non si accende, ripetere la procedura. Per attivare la procedura di scambio sicuro delle chiavi in modalit WPS tenere premuto il tasto di attivazione Wi-Fi per piu di 10 secondi. Note porta collegamento USB Linterfaccia USB master riservata al collegamento di memorie esterne, Hard Disk.

Manuale duso

17

2.10

Requisiti Minimi del Computer

I requisiti per una corretta visualizzazione delle pagine Web di gestione della Vodafone Station o per lutilizzo del CD Autonstallante sono:

Intel compatibili Sistema Operativo RAM Spazio disco libero Lettore CD o DVD Scheda video Ethernet 10/100baseT Wi-Fi 802.11b/g Browser Windows 98SE/ME 32 MB 40MB presente 800x600 pixel, 256 colori Windows 2000/XP/Vista 64 MB

Apple Mac MacOS 10.1 128 MB 10MB

necessaria per collegamento Ethernet necessaria per collegamento Wi-Fi Internet Explorer 5.0 Mozilla Firefox 1.0 Internet Explorer 5.0 Apple Safari 1.0

2.11

Gestione della Vodafone Station Pagina iniziale configurazioni avanzate

2.11.1

Apri il browser (es. Internet Explorer, Firefox, Safari) e digita 192.168.1.1 nella barra dellindirizzo per visualizzare la pagina iniziale che ti permetter di effettuare le configurazioni avanzate della Vodafone Station. Scegliere Home nel men di navigazione per visualizzare lo stato corrente della Vodafone station. Saranno visualizzate le seguenti voci: Sommario: informazioni principali relative alla versione della Vodafone station (software e hardware). ADSL: informazioni principali relative all'interfaccia ADSL. Wi-Fi: informazioni principali e stato relative all'interfaccia Wi-Fi ed ai parametri di configurazione della protezione. WAN: informazioni principali e stato relative all'interfaccia WAN. Status Connessione Porte: stato di ciascuna porta LAN e USB. La Figura 1-1 mostra lo stato corrente della Vodafone Station.

Manuale duso

18

Figura 1-1 Stato corrente della Vodafone Station

Manuale duso

19

2.11.2

Wi-Fi

Configurazioni Base Questa pagina permette di attivare o disattivare la connessione Wi-Fi della Vodafone Station e di nascondere o rendere visibile la rete Wireless. Percorso: Scegliere Wireless > Configurazioni Base nel men di navigazione per visualizzare la pagina Configurazioni Base. La Figura 1-2 mostra la pagina Configurazioni Base.

Figura 1-2 Pagina Configurazioni Base

La Tabella 1-1 elenca i parametri di impostazione della pagina Configurazioni Base.

Manuale duso

20

Tabella 1-1 Parametri di impostazioni

ELEMENTO SSID

DESCRIZIONE Nome della rete Wi-Fi (WLAN). Identifica la rete wireless creata dalla Vodafone Station. Per comunicare tra loro i client Wireless devono avere lo stesso SSID del punto di accesso. Attivazione o disattivazione della rete Wi-Fi (WLAN). Nota: per attivare/disattivare la rete Wi-Fi puoi utilizzare anche il tasto Wi-Fi presente sul retro della Vodafone Station. Scelta di visualizzare o nascondere il punto di accesso. Se il punto di accesso nascosto, la Vodafone Station non invia le informazioni SSID quando vengono trasmessi i pacchetti beacon e quando vengono letti i pacchetti di risposta. E necessario immettere manualmente l'SSID quando il client Wireless si connette alla Vodafone Station.

Attiva wireless

Nascondi punto di accesso

NOTA WLAN = Wireless Local Area Network (rete locale wireless) SSID = Service Set Identifier (identificatore del gruppo di servizi) AP = Access Point (punto di accesso) Cliccare il tasto Salva per salvare e rendere effettive le impostazioni.

Protezione Questa pagina consente di configurare le funzioni di protezione per controllare i diritti di accesso degli utenti e per impedire l'accesso non autorizzato ai dati durante la trasmissione. Scegliere Wi-Fi > Protezione nel men di navigazione per visualizzare la pagina Protezione. La Figura 1-3 mostra la pagina Protezione.

Manuale duso

21

Figura 1-3 Pagina Protezione

La Tabella 1-2 elenca i parametri di Protezione.

Tabella 1-2 Parametri di Protezione

ELEMENTO Modalit di cifratura

DESCRIZIONE Attivazione o disattivazione della funzione di autenticazione di rete. Open: qualsiasi dispositivo wireless pu accedere alla WLAN (Si consiglia di non togliere mai la protezione
per non permettere laccesso di persone non autorizzate alla vostra rete.)

WEP: la Vodafone Station crittografa tutte le comunicazioni utilizzando la CHIAVE WEP. WPA-PSK (default): modalit di autenticazione WPA semplificata. La Vodafone Station crittografa tutte le comunicazioni utilizzando la chiave precondivisa WPA. WPA2-PSK: modalit di autenticazione WPA2 semplificata. La Vodafone Station crittografa tutte le comunicazioni utilizzando la chiave precondivisa WPA.

Manuale duso

22

ELEMENTO Chiave precondivisa WPA o Chaive WEP

DESCRIZIONE la chiave che dovrai inserire quando richiesto che permetter al dispositivo Wireless che stai utilizzando di accedere alla Vodafone Station in modalit Wi-Fi. Attivazione o disattivazione della funzione WPS (Wi-Fi Protected Setup) Il client prevede due modalit: PushButton: per connettere il dispositivo alla Vodafone Station via Wi-Fi in modalit WPS premendo per pi di 10 secondi il tasto Wi-Fi presente sul retro della Vodafone Station. PIN: per connettere il dispositivo alla Vodafone Station via Wi-Fi in modalit WPS immettendo il codice PIN WPS creato.

Modalit di protezione WPS Scegli modalit di attivazione WPS

PIN WPS

Codice PIN che dovrai inserire per collegare il dispositivo wireless alla Vodafone Station via WiFi in modalit WPS

Cliccare il tasto Salva per salvare e rendere effettive le impostazioni.

Manuale duso

23

Access Control Questa funzione permette di limitare laccesso alla rete Wi-Fi . possibile abilitare il controllo di accesso alla Wlan definendo a quali dispositivi (identificati dal Mac address) consentito laccesso oppure a quali invece rifiutato. Percorso: Scegliere Wi-Fi > Access Control nel men di navigazione per visualizzare la pagina Access Control. Il controllo di accesso tramite MAC (Medium Access Control) controlla i diritti di accesso in base agli indirizzi MAC dei dispositivi. La Figura 1-12 mostra la pagina Access Control.

Figura 1-4 Pagina Access Control

La Tabella 1-3 elenca i parametri di Access Control.

Manuale duso

24

Tabella 1-3 Parametri di Controllo accesso

ELEMENTO Controllo di accesso

DESCRIZIONE Regola di accesso per gli indirizzi MAC. Sono disponibili tre opzioni: Disattivato: disattiva controllo di accesso. la funzione del

Attivato (Consenti accesso): solamente i dispositivi il cui indirizzo MAC risulta inserito nella Lista dispositivi possono collegarsi via WiFi alla Vodafone Station. Attivato (Blocca accesso): tutti i dispositivi possono collegarsi via Wi-Fi alla Vodafone Station ad eccezione di quelli il cui indirizzo MAC risulta inserito nella Lista dispositivi. Rimuovi Lista Dispositivi Eliminazione dellindirizzo Mac dalla Lista Dispositivi. Lista di indirizzi MAC dei dispositivi wireless ai quali Consentito/Bloccato l'accesso alla Vodafone Station. L'indirizzo MAC costituito da sei coppie di valori esadecimali. Per conoscere lindirizzo MAC ad esempio del tuo computer se hai il sistema operativo Windows sufficiente aprire il prompt di Windows e scrivere ipconfig/all per avere gli indirizzi MAC associati alle schede di rete.

Cliccare il tasto Salva per salvare e rendere effettive le impostazioni.

2.11.3

Voce

Introduzione al servizio vocale La Vodafone Station supporta il servizio vocale basato sulla tecnologia SIP (Session Initiation Protocol). Con la Vodafone Station, possibile ottenere l'interconnessione tra Internet e le reti PSTN (Public Switched Telephone Network). Chiamate Rapide Questa funzione ti permette (solo ad ADSL Vodafone completamente attiva) di chiamare numero di telefono componendo solamente un numero da 1 a 9 con il telefono collegato alla Vodafone Station. Scegliere Voce > Chiamate Rapide nella men di navigazione per visualizzare la pagina Chiamate Rapide. La Figura 1-5 mostra la pagina Chiamate Rapide.

Manuale duso

25

Figura 1-5 Pagina Chiamate Rapide

In questa pagina, possibile scegliere di associare ad ogni tasto da 1 a 9 un numero di telefono. Una volta salvato lelenco sar sufficiente digitare un tasto da 1 a 9 per chiamare il numero di telefono associato. La Tabella 1-4 elenca i parametri di Chiamate Rapide.
Tabella 1-4 Parametri di Rubrica composizione

ELEMENTO Codice da digitare

DESCRIZIONE Evidenzia il tasto da 1 a 9 che, una volta digitato, far partire la chiamata verso il numero di telefono associato. Puoi scegliere il tasto dal men a tendina. Numero telefonico che verr chiamato digitando il tasto riportato nel campo Codice da digitare

Destinazione

Manuale duso

26

ELEMENTO Rubrica composizione veloce

DESCRIZIONE Evidenzia lelenco di numeri di telefono associate ai tasti da 1 a 9.

Scegli il codice da digitare (ad esempio: 2) e il numero di telefono associato (ad esempio: 02000000000) e clicca il tasto Aggiungi per inserirlo nella rubrica composizione veloce. Una volta completa la rubrica composizione veloce clicca sul tasto Salva e riavvia per salvare e rendere funzionante la funzionalit. Nell'area Rubrica composizione veloce, vengono visualizzate le informazioni sulla composizione veloce. Fare clic su Modifica per modificare le impostazioni. Fare clic su Cancella per annullare le impostazioni.

2.11.4 DDNS

Avanzate

Il DNS Dinamico una tecnologia che permettere ad un nome DNS in Internet di essere sempre associato all'indirizzo IP di uno stesso host, anche se l'indirizzo cambia nel tempo. Percorso Scegliere Avanzate > DDNS nel men di navigazione per visualizzare la pagina DDNS. La Figura 1-6 mostra la pagina DDNS.

Figura 1-6 Pagina DDNS

Manuale duso

27

La Tabella 1-5 elenca i parametri di DDNS.

Tabella 1-5 Parametri di DDNS

ELEMENTO Attiva DDNS Provider DDNS Nome host Interfaccia Nome utente Password

DESCRIZIONE Attivazione o disattivazione della funzione DDNS. Fornitore del servizio DDNS. Nome del dominio registrato presso il fornitore. Nome dell'interfaccia connessa alla WAN in base al nome del dominio. Nome utente registrato presso il fornitore. Password registrata presso il fornitore.

Cliccare il tasto Salva per salvare le impostazioni.

Manuale duso

28

UPnP UPnP (Universal Plug and Play) supporta la funzionalit PnP (Plug and Play) e di ricerca automatica dei dispositivi di rete. Quando la funzionalit UPnP attivata, i dispositivi che supportano UPnP possono accedere in modo dinamico alle reti, ottenere gli indirizzi IP, mettere a disposizione le loro funzioni e riconoscere la presenza e le caratteristiche di altri dispositivi. possibile utilizzare anche i servizi DHCP e DNS se sono disponibili nella rete. I dispositivi che supportano la funzionalit UPnP possono disconnettersi automaticamente dalla rete senza danneggiare gli altri dispositivi della rete. Scegliere Avanzate > UPnP nel men di navigazione per visualizzare la pagina UPnP. La Figura 1-7 mostra la pagina UPnP.

Figura 1-7 Pagina UPnP

La Tabella 1-6 elenca i parametri di UPnP.


Tabella 1-6 Parametri di UPnP

ELEMENTO Attiva UPnP

DESCRIZIONE Attivazione o disattivazione della funzione UPnP.

Cliccare il tasto Salva per salvare e rendere effettive le impostazioni. DHCP Reservation Questa funzionalit ti consente di associare in modo statico uno degli indirizzi IP locali asseganti dalla Vodafone Station ad un device collegato alla tua rete Lan. Prima di effettuare questa configurazione verifica che il device non sia gi collegato alla rete LAN. In caso sia gi collegato scollegalo momentaneamente.

Manuale duso

29

Per utilizzare questa funzionalit ti occorre sapere lindirizzo MAC del device che vuoi collegare. Per conoscere lindirizzo MAC ad esempio del tuo computer se hai il sistema operativo Windows sufficiente aprire il prompt di Windows e scrivere ipconfig/all per avere gli indirizzi MAC associati alle schede di rete. A questo punto sar sufficiente immettere il nome della regola, lindirizzo MAC del device prescelto e lIP fisso (es 192.168.1.5) che verr dato dalla Vodafone Station al device prescelto ogni qual volta si collegher alla LAN. Scegliere Avanzate > DHCP Reservation nel men di navigazione per visualizzare la pagina DHCP Reservation. La Figura 1-7 mostra la pagina DHCP Reservation.
Figura 1-8 Pagina DHCP Reservation

La Tabella 1-6 elenca i parametri di UPnP.


Tabella 1-7 Parametri di UPnP

ELEMENTO Nome Indirizzo MAC Indirizzo IP

DESCRIZIONE Nome regola di DHCP reservation Indirizzo MAC del device prescelto per lassociazione statica dellIP Campo in cui immettere lIP fisso che verr dato dalla Vodafone Station al device prescelto. I valori validi sono compresi tra 192.168.1.2 e 192.168.1.16

Manuale duso

30

Cliccare il tasto Salva per salvare e rendere effettive le impostazioni. Applicazioni USB FTP La Vodafone Station pu essere utilizzato come server FTP. Quando si attiva la funzione FTP, possibile dalla LAN o da remoto accedere al disco che stato connesso alla Vodafone Station tramite la porta USB. Dopo aver attivato il server FTP devi definire nome utente e password che ti permetteranno laccesso, la porta (tipicamente la porta 21) e definire se vuoi permettere laccesso anche da WAN (per questa modalit di accesso da remoto necessario aver abilitato il DNS dinamico). Cliccare il tasto Salva per salvare le impostazioni. Ora potrai accedere al server FTP digitando FTP://192.168.1.1 ed immettendo quando richiesto il nome utente e la password salvati. Scegliere Avanzate > Applicazioni USB > FTP nel men di navigazione per visualizzare la pagina FTP. La Figura 1-9 mostra la pagina FTP.
Figura 1-9 pagina FTP

Manuale duso

31

La Tabella 1-8 elenca i parametri di FTP.

Tabella 1-8 Parametri di FTP

ELEMENTO Attiva FTP Nome utente Password Accesso FTP da WAN

DESCRIZIONE Attivazione o disattivazione della funzione FTP. User name che ti permetter laccesso al server FTP Codice che assieme al nome utente ti permette laccesso al server FTP Permette laccesso anche da remoto e non solo dalla tua local area (LAN)

Cliccare il tasto Salva per salvare e rendere effettive le impostazioni. Server di stampa (disponibile solo per stampanti dotate di driver non proprietari) possibile connettere una stampante USB alla Vodafone Station e utilizzarla come stampante di rete. Tale funzionalit disponibile solo per stampanti che non abbiano driver proprietari. Scegliere Avanzate > Server di stampa nel men di navigazione per visualizzare la pagina Server di stampa. La Figura 1-10 mostra la pagina Server di stampa.

Figura 1-10 Pagina Server di stampa

La Tabella 1-9 elenca i parametri di Server di stampa.

Manuale duso

32

Tabella 1-9 Parametri di Server di stampa

ELEMENTO Attiva server di stampa su scheda Nome stampante Marca e modello

DESCRIZIONE Attivazione o disattivazione del server di stampa. Nome della stampante. Modello della stampante.

Cliccare il tasto Salva per salvare le impostazioni. Samba Samba una suite del protocollo SMB (Server Message Block). Molti sistemi operativi, inclusi Windows e OS/2, utilizzano il protocollo SMB per eseguire le funzioni di rete tra client e server. Un server abilitato a Samba pu offrire i servizi seguenti: Condivisione di uno o pi file system Condivisione delle stampanti installate sul server e sui relativi client Supporto ai client con la funzione di ricerca Network Neighbourhood Autenticazione dei client che accedono a un dominio Windows Assistenza tramite la risoluzione del server dei nomi WINS Una volta attivato il samba server e definito il nome del server (es. nicola) definisci le credenziali di accesso nella sezione account. A questo punto per accedere al server Samba denominato ad esempio nicola collegato alla porta USB della Vodafone Station sar sufficiente richiamare lindirizzo \\192.168.1.1 oppure \\nome server (es. \\nicola) oppure ricercare il nome del server (es. nicola) tra le reti del pc. Allinterno troverai una cartella con il nome dellaccount creato nella sezione account per accedere inserisci nome account e password definiti. Scegliere Avanzate > Applicazioni USB > Samba > Server nel men di navigazione per visualizzare la pagina Server Samba.

La Figura 1-11 mostra la pagina Server Samba.

Manuale duso

33

Figura 1-11 Pagina Server Samba

La Tabella 1-10 elenca i parametri di Server Samba.

Tabella 1-10 Parametri di Server Samba

ELEMENTO Attiva Samba Nome server

DESCRIZIONE Attivazione o disattivazione della funzione Samba. Nome del server Samba (nellesempio nicola)

Cliccare il tasto Salva per salvare le impostazioni. E passa alla configurazioni dellaccount per laccesso al samba server appena abilitato. Account Questa sotto funzione ti permette di creare uno o pi account (max 5) che ti consentiranno laccesso al samba server creato.

Manuale duso

34

Potrai creare Scegliere Avanzate > Applicazioni USB > Samba > Account nel men di navigazione per visualizzare la pagina Account Samba. La Figura 1-12 mostra la pagina Account Samba.
Figura 1-12 Pagina Account Samba

Cliccare il tasto Crea per visualizzare la pagina Aggiungi account Samba. La Figura 1-13 mostra la pagina Aggiungi account Samba.

Manuale duso

35

Figura 1-13 Pagina Aggiungi account Samba

La Tabella 1-11 elenca i parametri di Account Samba.


Tabella 1-11 Parametri di Account Samba

ELEMENTO Rimuovi Nome utente Privilegio

DESCRIZIONE Eliminazione dell'account corrente. Nome utente dell'account creato Autorizzazione dell'account per accedere al server Samba (lettura e scrittura o solo lettura)

La Tabella 1-11 elenca i parametri di Aggiungi account Samba.


Tabella 1-12 Parametri di Aggiungi account Samba

ELEMENTO Nome utente Password Partizione USB Privilegio

DESCRIZIONE Nome utente dellaccount creato Password che associate al nome utente permette laccesso al server samba Definisce per quale partizione laccount creato ha accesso. Autorizzazione dell'account per accedere al server Samba (lettura e scrittura o solo lettura)

Manuale duso

36

Cliccare il tasto Salva per salvare le impostazioni.

2.11.5

Firewall

Prevenzione DoS Questa funzione permette di creare una protezione da attacchi DoS (Denial of service). Questi tipi di attacchi sono volti a limitare le prestazioni della Vodafone Station inviando molti pacchetti di richieste, saturandone le risorse e rendendo tale sistema "instabile". Percorso: Scegliere Firewall > Prevenzione DoS nel men di navigazione per visualizzare la pagina Prevenzione DoS. La Figura 1-14 mostra la pagina Prevenzione DoS.
Figura 1-14 Pagina Prevenzione DoS

La Tabella 1-13 elenca i parametri di Prevenzione DoS.

Manuale duso

37

Tabella 1-13 Parametro di Prevenzione DoS

ELEMENTO Attiva Prevenzione DoS

DESCRIZIONE Attivazione o disattivazione della funzione Prevenzione DoS.

Selezionare i tipi di attacchi DoS (Denial of Service) da prevenire, impostare il limite di pacchetti al secondo e cliccare il tasto Salva per salvare le impostazioni.

Manuale duso

38

Parental Control Questa funzione permette di limitare lutilizzo del collegamento ad internet a specifici dispositivi identificati tramite mac address, in determinati giorni/orari. Per conoscere lindirizzo MAC ad esempio del tuo computer se hai il sistema operativo Windows sufficiente aprire il prompt di Windows e scrivere ipconfig/all per avere gli indirizzi MAC associati alle schede di rete. Nella sezione indirizzo MAC del browser viene gi identficato il MAC address del device che sta visualizzando la pagina. Percorso: Scegliere Firewall > Parental Control nel men di navigazione per visualizzare la pagina Parental Control. La Figura 1-3 mostra la pagina Parental Control.

Figura 1-15 Pagina Parental Control

La Tabella 1-14 elenca i parametri di Controllo genitori.

Tabella 1-14 Parametri di Controllo genitori

ELEMENTO Rimuovi Nome regola

DESCRIZIONE Eliminazione della regola corrente. Nome della regola

Manuale duso

39

ELEMENTO Fare clic per selezionare i giorni Indirizzo MAC del browser Altro indirizzo MAC Inizio ora di blocco Fine ora di blocco

DESCRIZIONE Giorni in cui deve essere applicata la regola restrittiva Seleziona questa scelta se si vuole limitare laccesso del dispositivo al momento collegato e che visualizza la pagina. Indirizzo MAC di un altro dispositivo, al momento non collegato alla LAN, che si vuole limitare nellutilizzo. Ora di inizio dell'applicazione della regola, nel formato hh:mm. Ora di fine dell'applicazione della regola, nel formato hh:mm.

possibile cliccare il tasto Crea per creare una regola oppure Cancella per eliminare le impostazioni. Regole di Protezione Questa funzione permette di abilitare il firewall definendone il livello di protezione. Inoltre, possibile creare delle regole personalizzate definendo l'IP di origine, quello di destinazione ed il protocollo da bloccare. Percorso: Scegliere Firewall > Regole di Protezione nel men di navigazione per visualizzare la pagina Regole di Protezione. La Figura 1-16 mostra la pagina Regole di Protezione.

Manuale duso

40

Figura 1-16 Pagina Regole di Protezione

La Tabella 1-15 elenca i parametri dei Criteri di protezione.


Tabella 1-15 Parametri dei Criteri di protezione

ELEMENTO Selezionare livello firewall Rimuovi Nome regola Indirizzo IP di origine Indirizzo IP di destinazione Selezionare protocollo da bloccare Manuale duso

DESCRIZIONE Livelli predefiniti del firewall.

Eliminazione della regola corrente. Nome della regola. Indirizzi IP al quale si desidera negare l'accesso a Internet. Indirizzi IP ai quali l'indirizzo IP di origine ha accesso negato. Protocollo IP che definisce il servizio personalizzato.

41

ELEMENTO Azione

DESCRIZIONE Scelta di autorizzazione/negazione del firewall all'accesso alla rete.

Selezionare il Livello firewall e cliccare il tasto Salva per salvare l'impostazione. Se si desidera creare un nuovo criterio di protezione, selezionare Livello personalizzato ed immettere i parametri riportati di seguito. Nell'area Tabella delle regole personalizzate, vengono visualizzate le regole personalizzate. Fare clic su Crea per creare una nuova regola. Fare clic su Cancella per annullare le impostazioni.

Filtro MAC Questa funzione permette di limitare laccesso alla Vodafone Station a singoli dispositivi (identificati tramite un Mac address) oppure di permetterne laccesso a tutti, tranne che a determinati dispositivi inseriti nelle regole. Per identificare lindirizzo mac di un pc Percorso: Scegliere Firewall > Filtro MAC nel men di navigazione per visualizzare la pagina Filtro MAC. La Figura 1-17 mostra la pagina Filtro MAC.

Manuale duso

42

Figura 1-17 Pagina Filtro MAC

La Tabella 1-16 elenca i parametri del Filtro MAC.


Tabella 1-16 Parametri del Filtro MAC

ELEMENTO Modalit filtro

DESCRIZIONE Il filtro prevede due modalit: Se si seleziona Rifiuta accesso, viene consentito laccesso a tutti i dispositivi (identificati tramite Mac address) ad eccezione di quelli presenti in una qualsiasi regola specificata nella tabella seguente. Se si seleziona Consenti accesso, viene consentito laccesso solo ai dispositivi (identificati tramite Mac address) presenti in una qualsiasi regola specificata nella tabella seguente.

Rimuovi Nome Indirizzo MAC

Eliminazione del filtro corrente. Nome del filtro. Indirizzo MAC del dispositivo da inserire in una regola. L'indirizzo MAC costituito da sei coppie di valori esadecimali.

Manuale duso

43

Selezionare la modalit filtro e cliccare il tasto Salva per salvare i filtri presenti nella sezione elenco dispositivi su cui presente il filtro. Nell'area Tabella filtro MAC corrente, sono riportati i filtri correnti. Fare clic su Crea per creare un nuovo filtro. Fare clic su Cancella per annullare le impostazioni. Blocco URL Questa funzione permette di limitare laccesso ad URL specifiche o ad URL contenenti una parola chiave (es. se si crea una regola specificando la parola gatto, ogni volta che cercher di raggiungere un sito contenente tale parola, come www.gattox.it, il sistema lo impedir). Percorso: Scegliere Firewall > Blocco URL nel men di navigazione per visualizzare la pagina Blocco URL. Utilizzare questa funzione per bloccare i siti Web che contengono determinate parole chiave nell'indirizzo URL. La Figura 1-18 mostra la pagina Blocco URL.
Figura 1-18 Pagina Blocco URL

La Tabella 1-17 elenca i parametri di Blocco URL.

Manuale duso

44

Tabella 1-17 Parametri di Blocco URL

ELEMENTO Rimuovi URL/Parola chiave

DESCRIZIONE Eliminazione della regola corrente. L'indirizzo URL o la parola chiave nell'indirizzo URL.

Cliccare il tasto Salva per salvare le impostazioni oppure Cancella per eliminare le impostazioni. Port Forwarding Le voci contenute in questa tabella vengono utilizzate per limitare la trasmissione di determinati tipi di pacchetti di dati dalla rete locale ad Internet, attraverso la Vodafone Station. In questa sezione possibile limitare a client di LAN locali l'accesso ad applicazioni o a servizi Internet che utilizzano una determinata porta per il loro funzionamento. L'utilizzo di filtri pu contribuire alla protezione o all'applicazione di restrizioni alla propria rete locale. Percorso: Scegliere Firewall > Port Forwarding nel men di navigazione per visualizzare la pagina Port Forwarding . La Error! Reference source not found. mostra la pagina Port Forwarding.

Manuale duso

45

Figura 1-19 Pagina Port Forwarding

La Error! Reference source not found. elenca i parametri di Port Forwarding .


Tabella 1-18 Parametri di Port Forwarding

ELEMENTO Rimuovi Attiva Servizi Selezionare una voce Indirizzo IP locale Inizio porta esterna Fine porta esterna Protocollo

DESCRIZIONE Eliminazione della regola corrente. Applicazione della regola corrente. Tipi di servizi. Nome dell'applicazione. Indirizzo IP interno del server. Numero di porta iniziale delle porte esterne. Numero di porta finale delle porte esterne. Tipo di protocollo per l'inoltro delle porte.

Manuale duso

46

ELEMENTO Inizio porta interna Fine porta interna

DESCRIZIONE Numero di porta iniziale delle porte interne. Numero di porta finale delle porte interne.

possibile cliccare il tasto Crea per creare una regola oppure Cancella per eliminare le impostazioni.

Port Triggering Questa funzione permette di gestire alcune applicazioni che richiedono pi connessioni, come giochi e video basati su Internet, servizi di telefonia via Internet ed altri. Alcune applicazioni non possono funzionare se attivo il NAT (Network Address Translation). Per eseguire un'applicazione che richiede pi connessioni, occorre specificare nel campo "Trigger Port" la porta normalmente associata all'applicazione, selezionare il tipo di protocollo (come TCP o UDP) e quindi immettere le porte pubbliche associate alla porta di attivazione per aprirle al traffico in entrata. E necessario riavviare la Vodafone Station (Router) per rendere effettiva la nuova configurazione. Percorso: Scegliere Firewall > Port Triggering nel men di navigazione per visualizzare la pagina di Port Triggering . La Figura 1-20 mostra la pagina Port Triggering .

Manuale duso

47

Figura 1-20 Pagina Port Triggering

La Tabella 1-19 elenca i parametri di Port Triggering .

Tabella 1-19 Parametri di Attivazione porta

ELEMENTO Rimuovi Applicazione personalizzat a Trigger Port Start Trigger Port End Trigger type Incoming port start Incoming port end incoming port type Manuale duso

DESCRIZIONE Eliminazione della regola corrente. Definizione di una nuova regola attivazione porta. Numero di porta iniziale di attivazione delle porte. Numero di porta finale di attivazione delle porte. Tipo di protocollo per l'attivazione delle porte. Numero di porta iniziale delle porte in ingresso. Numero di porta finale delle porte in ingresso. Tipo di protocollo per le porte in ingresso. di

48

possibile cliccare il tasto Crea per creare una regola oppure Cancella per eliminare le impostazioni.

2.11.6

Diagnosi

L'uso delle funzioni di diagnostica consente di sottoporre a test le porte USB e la rete della Vodafone Station e di visualizzare i risultati del test. USB Scegliere Diagnosi > USB nel men di navigazione per visualizzare la pagina USB. La Figura 1-21 mostra la pagina USB.
Figura 1-21 Pagina USB

Cliccare il tasto Test per sottoporre a test le porte USB. Rete Scegliere Diagnosi > Rete nel men di navigazione per visualizzare la pagina Rete. La Figura 1-22 mostra la pagina Rete.

Manuale duso

49

Figura 1-22 Pagina Rete

Selezionare l'interfaccia e cliccare il tasto Test 1 oppure Test 2 per sottoporre a test la rete.

Manuale duso

50

2.12

Risoluzione Problemi

Di seguito sono fornite alcune indicazioni utili nella risoluzione di eventuali problemi che potrebbero presentarsi durante luso della Vodafone Station (Router).

Altre utili indicazioni per la risoluzione di eventuali problemi relativi al collegamento di un computer alla Vodafone Station, si trovano nella Guida d'installazione presente nel CD Autoinstallante (selezionare .) Se le indicazioni sopra citate non risolvono l'eventuale problema contattare il Servizio Clienti di Vodafone.

Sintomo La icona luminosa Power non si accende

Probabile Causa Il pulsante di accensione non stato premuto La Vodafone Station non alimentata

Soluzione Premere il pulsante di accensione. Verificare che lalimentatore sia collegato alla Vodafone Station ed alla presa elettrica. Riavviare la Vodafone Station.

La icona luminosa Power e accesa rosso fisso La icona luminosa ADSL continua a lampeggiare La icona luminosa ADSL e accesa rosso fisso La icona luminosa Internet non si accende

Fallimento Self Test di accensione Il collegamento telefonico non corretto Fallimento Self Test ADSL di accensione Il cavo Ethernet in dotazione non collegato alla porta Ethernet della Vodafone Station Il cavo Ethernet in dotazione non collegato al computer

Controllare i collegamenti alla linea telefonica. Consulatere le sezioni Riavviare la Vodafone Station.

Collegare il cavo Ethernet ad una delle due porte Ethernet della Vodafone Station. Collegare il cavo Ethernet al computer. Riavviare la Vodafone Station.

La icona luminosa Internet e accesa rosso fisso La icona luminosa WiFi e spenta La icona luminosa Wi-Fi e accesa rosso fisso La icona luminosa Wi-Fi e accesa blu fisso e il traffico dati assente

Fallimento Self Test Ethernet di accensione E stata spento il canale radio Wi-Fi della Vodafone Station. Fallimento Self Test Wi-Fi di accensione Sono state modificate nella Vodafone Station le impostazioni Wi-Fi di rete (SSID) o di modalit di cifratura (WPA/ WEP/ nocifratura) oppure i dispositivi terminali Wi-Fi collegati non sono configurati

Verificare ed eventualmente premere il tasto di accensione Wi-Fi posto sul retro della Vodafone Station. Riavviare la Vodafone Station. Verificare ed eventualmente modificare le impostazioni Wi-Fi di rete (SSID) o di modalit di cifratura (WPA/ WEP/ nocifratura) sulla Vodafone Station.

Manuale duso

51

Sintomo

Probabile Causa correttamente

Soluzione

impossibile accedere ad Internet

Il protocollo TCP/IP di rete non installato sulla interfaccia di rete utilizzata (Ethernet o USB)

Il browser ha impostato un server proxy Nel caso di utilizzo di dispositivi Wi-Fi, le impostazioni Wi-Fi di rete (SSID) o di modalit di cifratura (WPA/ WEP/ nocifratura) Nel caso di utilizzo di dispositivi Wi-Fi, mancata copertura radio Nel caso di utilizzo di dispositivi Wi-Fi, questi non certificati Wi-Fi

Accedere alle Opzioni Internet del browser e deselezionare il server Proxy). Verificare ed eventualmente modificare le impostazioni Wi-Fi di rete (SSID) o di modalit di cifratura (WPA/ WEP/ nocifratura) sulla Vodafone Station.

Utilizzare unicamente dispositivi Wi-Fi certificati 802.11 b o 802.11g e verificarne la corretta installazione e configurazione consultando la relativa documentazione di prodotto. Scollegare il modulo HSPA e ricollegarlo. Riavviare la Vodafone Station.

La icona luminosa Internet non si accende La icona luminosa WiFi e accesa rosso fisso

Il Modulo HSPA non e correttamente collegato Fallimento Self Test HSPA di accensione

Manuale duso

52

2.13

Sicurezza e Conformit

Esposizione alle radiofrequenze


Il vostro dispositivo contiene un ricetrasmettitore. Quando ACCESO, riceve e trasmette energia a radiofrequenza. Quando si comunica con il dispositivo, il sistema che gestisce la vostra connessione controlla il livello di potenza della trasmissione. Tasso specifico di assorbimento (SAR) Il vostro dispositivo dotato di un ricetrasmettitore radio, ed progettato in modo da non superare i limiti di esposizione alle radiofrequenze definiti dalle linee guida internazionali. Tali linee guida sono state sviluppate dall'organizzazione scientifica indipendente ICNIRP, e prevedono margini di sicurezza tali da garantire la protezione di tutti gli individui, a prescindere dalla loro et e dal loro stato di salute. Le linee guida utilizzano l'unit di misura nota come "tasso di assorbimento specifico", o SAR (Specific Absorption Rate). Il limite di SAR per i dispositivi mobili di 2 W/kg; il valore di SAR pi elevato raggiunto da questo dispositivo in fase di collaudo conforme al limite imposto dalle linee guida internazionali. Funzionamento a contatto con il corpo Importanti informazioni sulla sicurezza relative all'esposizione alle onde elettromagnetiche a radiofrequenza (RF) Per garantire la conformit alle raccomandazioni sull'esposizione alle radiofrequenze, il dispositivo va utilizzato ad una distanza minima di 20 cm dal corpo. La mancata osservanza di queste istruzioni pu far s che l'esposizione alle radiofrequenze superi i limiti dettati dalle linee guida internazionali. Informazioni legali Le approvazioni e gli avvisi di seguito indicati sono pertinenti alle specifiche regioni geografiche, come descritto. Approvazione CE (Unione Europea) Il dispositivo stato approvato per l'uso negli stati membri dell'Unione Europea. Huawei dichiara che il dispositivo conforme ai requisiti essenziali e alle altre norme pertinenti della direttiva sulle apparecchiature terminali per radio e telecomunicazioni 1999/5/EC (direttiva R&TTE).

Trattamento del prodotto


L'utente l'unico responsabile delle modalit di utilizzo del dispositivo e di eventuali conseguenze da esso derivanti.

Manuale duso

53

necessario spegnere sempre il dispositivo dovunque sia proibito lutilizzo di un dispositivo wireless. L'utilizzo del vostro dispositivo soggetto alle norme di sicurezza stabilite al fine di tutelare gli utilizzatori e lambiente in cui essi operano.

Trattare sempre con cura il dispositivo e i relativi accessori e conservarlo in un luogo pulito e privo di polvere. Non esporre il dispositivo n i relativi accessori a fiamme aperte o prodotti accesi a base di tabacco. Non esporre il dispositivo n i relativi accessori a liquidi o umidit elevata. Non lasciar cadere, non gettare, n cercare di piegare il dispositivo o i relativi accessori. Non utilizzare prodotti chimici aggressivi, solventi per la pulizia o aerosol per pulire il dispositivo o i relativi accessori. Non dipingere il dispositivo o i relativi accessori. Non tentare di smontare il dispositivo o i relativi accessori: solo il personale autorizzato pu farlo. Non esporre il dispositivo o i relativi accessori a temperature estreme, cio inferiori a 5 e superiori a +55 C. Per informazioni sullo smaltimento dei prodotti elettronici, attenersi alle norme locali.

Bambini Non lasciare il dispositivo n i relativi accessori alla portata di bambini e non consentire che ci giochino. Potrebbero fare male a se stessi o ad altri oppure danneggiare accidentalmente il dispositivo. il dispositivo contiene piccole parti con bordi affilati che possono provocare lesioni, o staccarsi e dar luogo a pericolo di soffocamento. Airbag Non posizionate il dispositivo nell'area al di sopra di un airbag, n nell'area di apertura dell'airbag stesso. Riponete il dispositivo in un luogo sicuro prima di mettervi alla guida del vostro autoveicolo. Riscaldamento del dispositivo Il vostro dispositivo potrebbe surriscaldarsi durante la fase di ricarica e durante il suo normale utilizzo. Approvazione WEEE Il dispositivo wireless approvato per l'uso negli stati membri dell'Unione Europea. Huawei dichiara che esso conforme ai requisiti essenziali e alle altre norme pertinenti stabilite dalla direttiva sullo smaltimento delle apparecchiature elettriche ed elettroniche 2002/96/EC (direttiva WEEE).

Manuale duso

54

Sicurezza elettrica
Accessori Utilizzare solo accessori approvati. Non collegarli tramite prodotti o accessori incompatibili. Prodotti difettosi e danneggiati Non tentare di smontare il dispositivo n i relativi accessori. Solo il personale qualificato autorizzato ad eseguire la manutenzione o la riparazione del dispositivo e dei relativi accessori. Se il dispositivo o i relativi accessori sono stati sommersi d'acqua, perforati, o sono caduti a terra violentemente, non utilizzarli fino a quando non sono stati controllati presso un centro di assistenza autorizzato.

Interferenze
necessario fare attenzione durante l'utilizzo del dispositivo nelle vicinanze di apparecchiature mediche per uso personale come pacemaker e protesi acustiche. Pacemaker I produttori di pacemaker consigliano di lasciare almeno 15 cm di spazio tra i dispositivi wireless e il pacemaker, per evitare potenziali interferenze con il pacemaker. Protesi acustiche possibile che i possessori di protesi acustiche o altri impianti cocleari odano interferenze sotto forma di rumori durante l'utilizzo dei dispositivi wireless o quando si trovano nelle loro vicinanze. La gravit dei disturbi dipende dal tipo di protesi acustica e dalla distanza dalla fonte delle interferenze. L'aumento della distanza tra di essi pu ridurre le interferenze. anche possibile consultare il produttore della protesi acustica per consigli sulle possibili alternative. Apparati elettromedicali Vi invitiamo a consultare il vostro medico e il produttore dellapparato elettromedicale per stabilire se il funzionamento del vostro dispositivo possa interferire con il funzionamento dell'apparecchio. Ospedali Non utilizzate il dispositivo wireless nelle aree in cui si richiede lo spegnimento dei dispositivi wireless allinterno degli ospedali, delle cliniche o delle strutture sanitarie. Tali richieste hanno lo scopo di evitare le possibili interferenze elettromagnetiche con le apparecchiature mediche pi sensibili. Manuale duso 55

Ambienti con atmosfera esplosiva

Stazioni di servizio e atmosfere esplosive Nei luoghi con atmosfera potenzialmente esplosiva, rispettare tutti gli avvisi che indicano la necessit di spegnere i dispositivi wireless o altre apparecchiature radio. Fra le aree con atmosfere potenzialmente esplosive sono incluse le aree di rifornimento, le stive delle navi, le strutture per il trasporto o lo stoccaggio di carburante e prodotti chimici, le aree in cui l'aria contiene prodotti chimici o particelle come grani, polvere o polveri metalliche. Aree in cui hanno luogo esplosioni Spegnere il dispositivo wireless quando ci si trova in aree in cui hanno luogo esplosioni, o in aree in cui vi sono segnalazioni che indicano di "spegnere i ricetrasmettitori" o i "dispositivi elettronici", per evitare di interferire con le operazioni di innesco delle esplosioni.

Manuale duso

56

2.14

Glossario

ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL una tecnica di trasmissione dati che permette laccesso a Internet fino a 8 Mbps in downstream ed 1 Mbps in upstream tramite normali linee telefoniche. I collegamenti ADSL sono messi a disposizione da un Network Provider, che pu anche offrire connettivit Internet (Internet Provider). ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL una tecnica di trasmissione dati che permette laccesso a Internet fino a 24 Mbps in downstream ed 1 Mbps in upstream tramite normali linee telefoniche. I collegamenti ADSL sono messi a disposizione da un Network Provider, che pu anche offrire connettivit Internet (Internet Provider). Browser Un browser un unapplicazione software che consente di visualizzare i contenuti delle pagine web. Queste sono tecnicamente costituite da codici di vario tipo (HTML, XHTML, Javascript) che il browser traduce con una visualizzazione di tipo ipertestuale, da cui deriva lappellativo navigazione web. Client Un client ad esempio unapplicazione che richiede un servizio a un server, quale un client http su un computer in una rete locale richiede per esempio dati, cio pagine Web, da un server HTTP in Internet. Spesso i componenti di rete (p. es. il computer) su cui viene eseguita lapplicazione client, sono anchessi definiti client. DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Il DHCP un protocollo per lassegnazione automatica di Indirizzo IP ai componenti di rete. Un server DHCP assegna automaticamente, agli host che ne fanno richiesta (client DHCP) un indirizzo IP dinamico, da un determinato pool. La Vodafone Station contiene un server DHCP e pu assegnare automaticamente indirizzi IP per i computer della sua rete locale. Il metodo DHCP complementare a quello di configurazione di un indirizzo statico ed utile da applicarsi a specifici computer il cui indirizzo IP non si vuole venga mai modificato. DNS Domain Name System Il DNS un servizio di directory, ovvero una rubrica globale utilizzata per trovare lindirizzo IP univocamente correlato ad un nome di un dispositivo (es. computer) connesso in Internet. Questa funzionalit uno dei fattori abilitanti l'usabilit di Internet, visto che di pi semplice ricordare i nomi testuali dei dispositivi collegati in Internet, dato che in realt sono tecnicamente raggiungibili utilizzando gli indirizzi IP. I nomi DNS sono anche conosciuti come "nomi di domino". Ethernet Ethernet una tecnologia di rete per reti locali (LAN) ed stata definita dallIEEE come standard IEEE 802.3. Per la trasmissione di dati lEthernet utilizza un cavo con una velocit di trasmissione di 10 o 100 o 1000 Mbps.

Manuale duso

57

Kbps Kilo Bits per Second (migliaia di bit al secondo) Indicazione della velocit di ricezione o in una rete. IEEE Institute of Electrical and Electronical Engineers LIEEE un organo internazionale che si occupa della definizione di norme in ambito di reti, in particolare per la standardizzazione di tecnologie LAN, protocolli di trasmissione, velocit di trasmissione dati e cablaggio. Indirizzo IP Identificativo per un computer o un dispositivo allinterno di una rete TCP/IP. Le reti che utilizzano il TCP/IP inoltrano i messaggi dati sulla base dellindirizzo IP del destinatario. Lindirizzo IP di un host collegato alla rete Internet deve essere univoco a livello mondiale, mentre possibile utilizzare indirizzi non univoci nel caso di reti private. Il formato di un indirizzo IP un numero di 32 bit, rappresentato come quattro numeri (8 bit, per comodit nella loro rappresentazione decimale) separati da un punto. In rappresentazione decimale, ogni numero pu quindi variare da 0 a 255; un esempio di indirizzo IP 192.168.1.1 Indirizzo IP dinamico Un indirizzo IP dinamico viene assegnato automaticamente a un componente di rete mediante il protocollo DHCP o PPP per connessioni dial-up. In tal modo, l'indirizzo IP cambia a ogni connessione o a determinati intervalli di tempo. Indirizzo IP locale Vedere Indirizzo IP privato Indirizzo IP privato LIndirizzo IP privato lindirizzo di un componente nella rete locale (LAN). Pu essere assegnato a piacere e non deve essere univoco a livello mondiale. Indirizzo IP pubblico LIndirizzo IP pubblico lindirizzo di un componente di rete in Internet, e deve essere univoco a livello mondiale. Viene assegnato dal Provider Internet. Indirizzo IP statico Un Indirizzo IP statico viene assegnato manualmente a un componente di rete durante la configurazione della rete. Diversamente dallindirizzo IP dinamico, un indirizzo IP statico non cambia. Indirizzo MAC Lindirizzo MAC (Media Access Control) serve per identificare in tutto il mondo in modo inconfondibile una interfaccia di rete. composto da sei parti (numeri binari, per comodit rappresentati in esadecimale), p. es. 00-90-96-34-00-1A. Lindirizzo MAC viene assegnato dalla casa produttrice delladattatore di rete e non pu essere modificato. Internet Internet una rete ad estensione geografica (WAN) che collega vari milioni di computer. La struttura di Internet decentralizzata by design: ciascun dispositivo collegato ad Internet, chiamato host, indipendente ed identificato da un Indirizzo IP. Per lo scambio Manuale duso 58

di dati stata definita una serie di protocolli riuniti sotto il nome di TCP/IP. Tra i servizi pi importanti che utilizzano Internet per la comunicazione dati troviamo: la posta elettronica (e-mail) il World Wide Web (WWW) il trasferimento di dati (FTP) i forum di discussione (usenet / newsgroups) trasferimento dati peer-to-peer chat streaming di contenuti e comunicazione audio/video IP Il protocollo IP (Internet Protocol) fa parte dellinsieme dei protocolli TCP/IP. responsabile dellindirizzamento (routing) degli utenti di una rete complessa in base agli Indirizzi IP e consente il trasferimento dati da un mittente a un destinatario. LAN Local Area Network = rete locale Una rete locale una rete di dispositivi localizzati in unarea relativamente ridotta, per lo scambio di dati e utilizzo di risorse in modo condiviso, senza luso di servizi di collegamento geografico o la rete Internet per linoltro del traffico dati. Una rete locale pu essere collegata ad altre reti locali oppure a una rete ad estensione geografica (WAN) come Internet. Maschera di sottorete La maschera di sottorete determina quante parti di un indirizzo IP rappresentano il numero della rete (es. una LAN) e quante parti il numero degli host attestati alla rete. Ad esempio, una maschera di sottorete configurata per le interfacce LAN 255.255.255.0. Questo significa che le prime tre parti dellindirizzo IP formano il numero della rete e solo lultima parte pu essere utilizzata per lassegnazione dellindirizzo dei computer della LAN. Le prime tre parti dellindirizzo IP di tutti i computer saranno, quindi, sempre uguali. Mbps Million Bits per Second (milioni di bit al secondo) Indicazione della velocit di ricezione o trasmissione in una rete. NAPT NAPT = Network Address Port Translation E una tecnologia residente su dispositivi di interconnessione IP che consente di servire molteplici dispositivi IP nellambito di una rete locale LAN pur disponendo di un unico indirizzo IP pubblico. Consente labilitazione per laccesso ad Internet da parte di computer o dispositivi senza attivare una connessione PPPoE diretta. PPPoE PPPoE = Point-to-Point Protocol over Ethernet. E un metodo di instaurazione di una connessione Internet da un dispositivo IP (es. computer) con interfaccia Ethernet attraverso una Vodafone Station ADSL in modo totalmente trasparente. Protocollo Un protocollo descrive le convenzioni per la comunicazione tra elementi in una rete. Il protocollo contiene le regole per aprire, gestire e interrompere una connessione nonch Manuale duso 59

informazioni sui formati dei dati, gli intervalli temporali e uneventuale gestione degli errori. Per la comunicazione tra due applicazioni sono necessari diversi protocolli a vari livelli che svolgano differenti funzioni, p. es. i protocolli TCP/IP in Internet. Proxy http Un proxy http un server che svolge il ruolo di intermediario per il trasferimento dati con determinati protocolli (es. HTTP). Scheda di rete La scheda di rete lhardware che realizza il collegamento di un componente a una rete locale o geografica. Una scheda di rete p. es. una scheda Ethernet o USB, che possiede un indirizzo univoco MAC ed IP. Server Un server mette a disposizione un servizio ad altri componenti della rete (client). Spesso la parola server indica un computer o computer. Pu anche essere intesa solamente come unapplicazione che offre un determinato servizio quale DNS o Web. TCP Transmission Control Protocol Il protocollo TCP fa parte della famiglia di protocolli TCP/IP. Il TCP esegue il trasporto di dati punto-punto tra due host/applicazioni. Per quanto riguarda il TCP, si tratta di un protocollo di trasmissione protetto, questo significa che per la trasmissione dei dati viene aperta, sorvegliata e nuovamente interrotta una connessione. TCP/IP Famiglia di protocolli su cui basa Internet. LIP costituisce la base per ogni collegamento da computer a computer. Il TCP mette a disposizione delle applicazioni un collegamento per la trasmissione affidabile sotto forma di un flusso continuo di dati. TCP/IP la base su cui si basano servizi quali WWW, mail e news. Esistono anche altri protocolli. UDP User Datagram Protocol UDP un protocollo della famiglia TCP/IP che effettua il trasporto dati punto-punto tra due host/applicazioni. Contrariamente al TCP, nel caso dellUDP si tratta di un protocollo non protetto. UDP non stabilisce alcuna connessione fissa. Il mittente dei pacchetti dati non riceve alcun avviso di ricezione. URL Universal Resource Locator Indirizzo univoco globale di un dominio in Internet. USB Universal Serial Bus USB una tecnologia di rete per reti locali (LAN) ed utilizza un cavo con una velocit di trasmissione che dipende dallo standard USB supportato da entrambe le terminazioni. Lo standard 1.0 dell'USB supporta collegamenti fino ad una velocit teorica di 1,5 Mbps, la versione 1.1 innalza la velocit a 12 Mbps, mentre la recente versione 2.0 la innalza fino a 480 Mbps. Virtual Server E una tecnologia residente su dispositivi di interconnessione IP che consente laccesso Manuale duso 60

diretto e la fruizione diretta di contenuti di dispositivi IP interni alla LAN da parte di altri dispositivi distribuiti in Internet. VoIP VoIP = Voice over Internet Protocol (Voce tramite protocollo Internet) una tecnologia che consente di effettuare conversazioni telefoniche attraverso una connessione Internet o un'altra rete dedicata utilizzante il protocollo IP, anzich utilizzare le normali trasmissioni telefoniche. WAN Wide Area Network una rete ad estensione geografica, es. Internet, che non pu essere limitata a un determinato ambito spaziale. Una WAN viene gestita da uno o pi provider pubblici che permettono laccesso a utenti privati. Laccesso a Internet si ottiene attraverso un Provider Internet. Wi-Fi E il nome commerciale delle reti locali senza fili (WLAN) basate su standard IEEE 802.11. WPA-PSK WPA-PSK = Wi-Fi Protected Access-Pre Shared Key una recente tecnologia di cifratura per i collegamenti Wi-Fi che garantisce un maggiore livello di sicurezza rispetto ad altre ed in particolare rispetto alla pi diffusa modalit WEP. La chiave di cifratura WPA costituita da una sequenza di 24 caratteri e cifre. WEP WEP = Wired Equivalent Privacy una tecnologia di cifratura peri i collegamenti wireless Wi-Fi che garantisce un minore livello di sicurezza rispetto alla modalit WPA. La chiave di cifratura WEP costituita da una sequenza di 13 caratteri e cifre. Esistono modalit di cifratura WEP a 128bit e a 40bi

Manuale duso

61

Vodafone Omnitel N.V.

pagina:

62/62