Sei sulla pagina 1di 3

Il dott.

Tullio Simoncini un truffatore, cos dissero in una puntata di Mi manda RAI 3, guardandosi bene dal mandare in onda le numerose telefonate di suoi pazienti da lui curati e guariti ! remetto c!e non sono un dottore, ma nemmeno un"idiota patentato e c!e spesso la #$#%&I'($ )'*I+A e il ,%'( S$(S' spesso permettono di -edere oltre ci. c!e la scienza ufficiale sostiene e ci. c!e personalmente si conosce. Innanzitutto bisogna c!iedersi sempre / +0I +I RI+A1A +'SA da una determinata situazione 2 Alcuni !anno sostenuto oggetti-amente parlando, c!e il dott. Simoncini rica-i un compenso molto ele-ato dai suoi pazienti c!e poi -engono curati con del semplice ed economico bicarbonato ! +'(SI#$RA&I'($ $RS'(A)$ / A differenza di innumere-oli lozioni -endute nel passato ma anc!e nel presente, il cosiddetto S(A3$ 'I) 4'lio di serpente n.d.t5 c!e promettono erezioni impensabili, crescita dei capelli, e guarigioni miracolose, c!e sono sempre bre-ettate o con formulazioni segrete, il dott. Simoncini non nasconde (%))A ! %rla nelle sue conferenze c!e si usa ,icarbonato di Sodio e dun6ue non ci sono alcuni bre-etti da rispettare ! %n domani 6ualsiasi dottore -olenteroso potrebbe utilizzare lo stesso protocollo terapeutico senza do-er -ersare 7 centesimo al #ott. Simoncini. #un6ue, non la +oca +ola, c!e cela segretamente la ricetta della sua be-anda, ma li alla portata di tutti coloro c!e -ogliano usarla. ,isogna inoltre fare delle considerazioni sui protocolli terapeutici standard, delle statistic!e, e dell"opinione dei medici sulla -alidit8 di esse. ('TA / er bre-it8 riporter. solo un sunto dei concetti esposti. I testi integrali da cui !o tratto informazioni potrete tro-arli in appendice a 6uesto articolo sotto al -ideo. STATISTI+0$ 9A)SAT$ / :uando oggi si afferma c!e in linea di massima i tumori guariscono al ;< per cento dei casi = si ammette-a in un articolo pur teso a esaltare i successi della medicina con-enzionale = ci si riferisce alla media delle guarigioni dei di-ersi tipi di tumore, c!e possono andare da un >? per cento dei casi a un 3 per cento dei casi. %n piccolo passo -erso la -erit8, ma pur sempre piccolo. Anc!e perc!@ la sopra--i-enza a ; anni in una dozzina di tumori, presenta percentuali molto discutibili sul piano della credibilit8/ basti pensare c!e il tumore alla mammella -iene presentato come guaribile nel ?<,A per cento. +osa -uol dire 6uesto dato2 A 6uale stadio del tumore 46uanto grande2 metastatizzato oppure no2 6uante metastasi, con 6uali siti metastatici25 esso si riferisce2 $-identemente, si riferisce a 6uella parte di disgraziate c!e si accorgono 4grazie alla diagnosi precoce5 di a-ere un tumore 6uando esso assume una dimensione millimetrica. Ma 6uale ;<B delle guarigioni 2 )o stesso discorso si pu. fare per 6uasi tutti i tumori/ per ogni malattia esiste una statistica medica pronta a dare i suoi numeriC Ma il punto -ero un altro. )a -erit8, ancora piD sconcertante, emerge dalle parole di un esperto come 9rancesco ,ottaccioli c!e Eil ;< per cento di cui parlano gli oncologi = commenta, nella sua Inc!iesta sul cancro = non effetti-amente la met8 del numero dei malati di tumore, come si indotti a credere, ma la media delle -arie percentuali di guarigione dei di-ersi tipi di cancro. er capirci, si somma, per esempio, l"A? per cento di guarigione del cancro al testicolo con il 7<F7G per cento di 6uella del polmone e si fa la media delle percentuali di guarigione, non calcolando c!e i malati di carcinoma al testicolo in Italia, per fortuna, sono solo G<< l"anno, mentre le persone c!e si ammalano di tumore al polmone ogni anno sono attorno a H<.<<<! I nostri grandi oncologi 6uindi, 6uando parlano di progressi nella sopra--i-enza, do-rebbero essere piD precisiI Sar8 cos2 +" poi la 6uestione dell"aumentata capacit8 della nostra medicina di diagnosticare precocemente molti tumori. :uesta capacit8, c!e una importante con6uista, produce, al contempo, una falsa interpretazione del rapporto tra il numero di certi tumori 4c!e aumentato non nella realt8 ma grazie alla capacit8 di indi-iduarlo nei primi stadi5 e la mortalit8 4c!e rimasta in-ariata5. Ad esempio, ;< pazienti morti su 7<< c!e !anno il cancro indicano un ;< per cento di sopra--i-enza. Se nel corso degli anni i 7<< pazienti c!e !anno il cancro di-entano 7;< 4perc!@ le nuo-e tecnologie consentono di indi-iduare tumori c!e prima non erano indi-iduabili5, ma rimane in-ariato il numero dei morti 4;<5 allora il rapporto non piD di ;< morti su 7<< ma di ;< morti su 7;</ l"indice di sopra--i-enza, come si -ede, in 6uesto esempio aumentato considere-olmenteC:uesto effetto ottico distoglie dalla -era 6uestione c!e la mortalit8, rimasta pressoc!@ in-ariata. *li oncologi si farebbero la c!emio2 #al libro J+A(+R' S A/ leggere attentamente le a--ertenze prima dell"usoK di Marcello amio #omanda molto importante, perc!@ giusto sapere cosa farebbero i medici oncologi = 6uelli c!e usano ogni giorno i c!emioterapici su altre persone = se a-essero loro un tumore.

(el marzo del G<<; al Senato australiano stata presentata una JInc!iesta sui ser-izi e sulle opzioni di trattamento di persone con cancroK, prodotta dal +ancer Information L Support SocietM, del St. )eonards di SMdneM. Secondo tale inc!iesta, alcuni scienziati del Mc*ill +ancer +enter di Montreal in +anada, in-iarono a 77A medici, esperti di cancro ai polmoni, un 6uestionario per determinare 6uale grado di fiducia nutrissero nelle terapie da loro applicate, nel caso essi stessi a-essero s-iluppato la malattia. Risposero ?> medici e NH di loro non a-rebbero acconsentito a sottoporsi ad un trattamento c!e contenesse +isplatino 4un c!emioterapico molto utilizzato a base di platino5. Mentre ;A dei ?> reputa-ano c!e tutte le terapie sperimentali in 6uestione fossero inaccettabili a causa dell"inefficacia e dell"ele-ato grado di tossicit8 4G5! %n risultato eclatante/ l"A7B degli oncologi inter-istati, in caso di tumore, non si farebbero somministrare un c!emioterapico, mentre il ?3B di loro reputano addirittura le Jterapie sperimentali inaccettabili per l"ele-ato grado di tossicit8K. (onostante nel mondo non ci sia molta informazione su ci. c!e riguarla il Jpianeta cancroK, stranamente una tele-isione pubblica come RAI giunge a conclusioni etic!ettando come impostore e truffatore il Simoncini. eraltro ci. c!e Simoncini sostiene, non in realt8 nulla di nuo-o e ri-oluzionario per c!i !a a-uto modo di informarsi decentemente ed in modo indipendente 4non soggiogato ed indirizzato da ambienti manipolabili come uni-ersit85, ma in realt8 si basa nel >; B nella scoperta di antellini. +ome la maggior parte delle scoperte scientific!e piD importanti, anc!e 6uesta trae origine da un caso fortuito e da un errore. (el 7>H?, il #ott. antellini consigli. ad un malato di cancro inoperabile allo stomaco, con prognosi di poc!i mesi di -ita, di bere limonate con bicarbonato di sodio al fine di calmare i forti dolori. Immaginate-i la sorpresa 6uando, dopo un anno, lo ri-ide perfettamente ristabilito 4il paziente mor infatti d"infarto -ent"anni piD tardi5. Al momento di esaminare le radiografie, pens. c!e si trattasse di 6uelle di un altro. #un6ue Ricapitoliamo / F )a cura Simoncini di pubblico dominio. F )a cura Simoncini si basa in realt8 su un concetto gi8 conosciuto 4 antellini5 F (umerosi pazienti di Simoncini pro-ano e testimoniano una sorprendente guarigione 4la scienza classica non spiega il come5 F )e terapie oncologic!e standard 4c!irurgia, c!emioterapia, irradiazione5 sono inefficaci se non addirittura dannose ! F *li oncologi non si sottoporrebbero ai protocolli terapeutici standard. F )e statistic!e c!e ci riportano in T1 sono -olutamente manipolate per dare un falso messaggio di fiducia allo spettatore F )e case farmaceutic!e guadagnano MI)IAR#I #I $%R' come riportato dal seguente elenco / 7. +osto di N cicli euro. G. +osto di N cicli G<<.>H<,<< euro 3. +osto di N cicli G7N.>H;,<< euro H. +osto di N cicli H<>.<G<,<< euro ;. +osto di N cicli ;H<.<>3,<< euro N. +osto di N cicli euro di c!emioterapia con aclitaOel associato a +isplatino 4$+'* 7;>H5 per 7<< pazienti/ 7GA.G7?,<< di c!emioterapia con 1inolrelbina associata a +isplatino 4TAP 3GN Q I)+ 5 per 7<< pazienti/ di c!emioterapia con aclitaOel associato a +arboplatino 4$+'* 7;>H Q I)+ 5 per 7<< pazienti/ di c!emioterapia con *emcitabina associata a +isplatino 4$+'* 7;>H5 per 7<< pazienti/ di c!emioterapia con #ocetaOel associato a +isplatino 4$+'* 7;>H Q TAP 3GN5 per 7<< pazienti/ di c!emioterapia con #ocetaOel associato a +arboplatino 4TAP 3GN5 per 7<< pazienti/ ;HA.>;;,<<

+ifre colossali c!e si riferiscono JsolamenteK ai costi dei farmaci c!emioterapici nei sei tipi di trattamenti terapeutici presi in considerazione nella J1alutazione dei costi associati alle terapie Rplatinum based"K e pubblicate nel *iornale italiano di 9armacia clinicaK. Se a 6uesto sommiamo i costi della JsomministrazioneK, JpremedicazioneK e Jreazioni a--erseK il totale !a dell"incredibile! 7. +osto N cicli di c!emioterapia 4 aclitaOel e +isplatino5 Q JsomministrazioneK, JpremedicazioneK e Jreazioni a--erseK per 7<< pazienti/ H;G.<>N,<< euro G. +osto N cicli di c!emioterapia 41inolrelbina e +isplatino5 Q JsomministrazioneK, JpremedicazioneK e Jreazioni a--erseK per 7<< pazienti/ A7H.3NN,<< euro 3. +osto N cicli di c!emioterapia 4 aclitaOel e +arboplatino5 Q JsomministrazioneK, JpremedicazioneK e Jreazioni a--erseK per 7<< pazienti/ HN?.;;<,<< euro H. +osto N cicli di c!emioterapia 4*emcitabina e +isplatino5 Q JsomministrazioneK, JpremedicazioneK e Jreazioni a--erseK per 7<< pazienti/ ?<3.G;7,<< euro ;. +osto N cicli di c!emioterapia 4#ocetaOel e +isplatino5 per 7<< pazienti/ AH7.>?A,<< euro N. +osto N cicli di c!emioterapia 4#ocetaOel e +arboplatino5 Q JsomministrazioneK, JpremedicazioneK e Jreazioni

a--erseK per 7<< pazienti/ AG;.AA?,<< euro Ricapitolando/ Sei cicli soltanto di c!emioterapia costano per '*(I paziente una cifra c!e -a da H.;G< euro a A.HG< euro. (on -oglio essere giudice o il detentore della -erit8 assoluta ma forse a 6uesto punto bene fare un salto indietro e c!iedersi / +0I +I RI+A1A +'SA dal cancro 2 A -oi la conclusione !