Sei sulla pagina 1di 32

N.

1 anno LXIX Gennaio - Marzo 2014

LA PATRONA DITALIA E DEUROPA


S. CATERINA DA SIENA

Direttore responsabile:
P.OttavioSassuo.p.

Impaginazione:
PaoloPepi

ANNOLXIX-N.1GENNAIO-MARzO2014

Direttore esecutivo:
P.LorenzoFatichio.p.

Stampa:
EdizioniCantagalli

Capo redattore:
FrancaPiccini

GiacomoFranci

CONVENTO
DI SaN DOmENICO - SIENa
Tel.0577280893
Fax0577219676
SPED.INA.P.COMMA20/C-ART.2
LEGGE662-FILIALEDISIENA

Abbonamento annuo 15,50


C.C.P. 11247533
RegistrazioneTribunalediFirenze
n.4719del20/8/97

Redazione:
P.MicheleCorvelli,o.p.
P.GiuseppeDiCiaccia,o.p.
P.ReinaldoSanchez,o.p.
P.AlfredoScarciglia,o.p.
P.AlfredWhite,o.p.
Prof.ssaNaraCoradossi

Copertina:
II e III di copertina:
VedutadiSiena,fotodiF.Muzzi

Sommario
SantaCaterinarassicuracheDiopernatura
pilargonelperdonocheluomonelpeccato pag. 4
LamoredeipapiediS.CaterinaperlaTerraSanta
6
S.CaterinadaSienapatronadItaliaedEuropa
10
Dedicazionedellanuovachiesadellaparrocchia
diS.CaterinaaRoma
12
FamigliaedeffettoeducativoinS.CaterinadaSiena 14
CaterinadaSienaDottoredellaChiesa 18
SantaCaterina:lapreghieraperipeccatori
elaforzadelSanguediGes24
IlMaestroGeneraledellOrdinedeiPredicatoriinvisitaaSiena 28
ConsiglioGenerale deiCaterinati29

La Redazione augura Buona Pasqua


Non ostante che il padre non avesse con voi usato altro che rimproverio, non dovevate per essere guida
denegando la santit sua per ogni
modo. Pure naturalmente parlando
(che, secondo virt, tutti dobbiamo
essere uguali), ma, parlando umanamente, Cristo in terra italiano, e
voi Italiani, che non vi poteva muovere la passione della patria, come
gli ultramontani: cagione non ci
veggo, se non lamore proprio. Atterratelo oggimai, e non aspettate il
tempo (che il tempo non aspetta
voi) conculcando coi piedi questo
affetto, con odio del vizio e amore
della virt.
Lettera310atreCardinaliitaliani.

EzioPollai,SantuarioCasadiS.CaterinadaSiena
CappelladelleConfessioni.
SanFrancescoeSantaCaterinasottolaCroce

Editoriale
SAntA CAterinA rASSiCurA Che Dio Per nAturA
Pi lArgo nel PerDono Che luomo nel PeCCAto

noiastancarcidelperdonoenonhaesitato a confidare che anche il Papa si


confessaogniquindicigiorniperchancheilPapaunpeccatore(cfr.LOsservatore Romano, 21/11/2013,pag.8).
Tutti, conclude, abbiamo bisogno di
questo perdono, aggiungendo successivamente,chechipraticalamisericordia
nondevetemerelamorte(LOsservatore Romano,28/11/2013pag.1).
Questoargomentocosattualeevitale, Santa Caterina lo tratt ampiamente
convintacheilperdonodiDioedellasua
Misericordiasonoilsostegnofondamentaledellavitacristiana.
Il suo pensiero ben si concilia oggi
con le accorate sollecitazioni del Papa
Francesco.Anzitutto Caterina fonda il
suodiresullacertezzadifedechelanaturadiDioessenzialmentemisericordiosa nei riguardi delluomo e questo le fa
concludere con fiduciosa certezza che
Diopiattoaperdonarechenoiapeccare e il motivo per cui noi riceviamo
tantagraziasoltantolasuainfinitamisericordia (cfr. Lettera 173, a un frate
uscitodalproprioOrdine).QuestainfinitamisericordiadiDiolaspingeadaffermareinmodoarditamentefiduciosoche
seanchetuttiipeccatisiradunasseroin
un uomo, ma gli rimanesse la viva fede
nella infinita misericordia di Dio, nulla
potr impedirgli di ricevere il frutto del
sangue del Figlio di Dio (cfr. Lettera
189, ai Monaci della Cervia, inviata da

arilettorieaffezionatiaSantaCaterinadaSiena,MadreeMaestra
divitacristiana.
Nel recente passato il Santo Padre
Francesco nella sua catechesi durante le
udienze generali del mercoled, come
nelle incisive omelie della Messa quotidianainSantaMartaeancorainoccasione della recita
domenicale dellAngelus dalpalazzo pontificio, pi
volte ritornato,
conespressionitoccanti e benefiche, a
rassicurarcisullainsondabile Misericordia di Dio, Padre di
tuttinoi,suetantodefettibilicreature.
A tal proposito ha richiamato lattenzionealministeromoltodelicatodelsacerdoteaffidatoglidirettamentedaDio.
Hapremessoanzituttochedobbiamo
ricordarecheilprotagonistadelperdono
deipeccatiloSpiritoSanto.Diseguito
ha aggiunto: Dio perdona ogni uomo
nellasuaSovranamisericordiamaquanti
appartengonoaCristoeallaChiesa,ricevonoilperdonomedianteiministridella
Comunit.Tuttaviaprecisa:LaChiesa
nonpadronadelpoteredellechiavi,ma
serva del ministero della misericordiaEnondimentichiamocheDionon
sistancamaidiperdonarci,aggiungendoquestoseveroammonimento:siamo

La Patrona dItalia

Editoriale
Genovanel1376).PapaFrancesco,asua
volta,riferendosiaqualsiasiuomodella
famigliaumana,madicredenzanoncristiana, afferma che Dio perdona ogni
uomo nella sua Sovrana misericordia
(cfr.LOsservatore Romano, cit.).
DiorendenotoaCaterinaquestasua
sovranamisericordia,rassicurandola:Io
ho dato alluomo il refrigerio della speranza.Essadalprincipiodelmondofino
adoggi,haprovvedutoeprovvederalla
salvezzadelluomoinmoltimodidiversi
secondocheIogiustoeveromedicovedonecessarioallevostreinfermit(Dialogo, 136).TuttoquestofaribadireaCaterinachesetuttiipeccatichesipossono commettere fossero radunati in una
solacreatura,sarebberomenodiunagocciadiacetoinmezzoalmare.Cossonoi
peccatirispettoallaDivinaMisericordia
(cfr. Lettera 31, a donna Mitarella da
Montepulciano). Dio stesso esalta la sua
mirabile vicinanza alluomo affermando:
ComepuluomocrederecheIomidimentichidiluiquandovedecheIonutroil
vermedentroillegnoseccoetuttiglianimalisullaterra?Comepucrederecheio
nonvoglianutrireluichelamiacreatura
fattaaimmagineesomiglianzamia?Ecomandoallaterradidareisuoifruttialpeccatoreealgiusto,anzispessoneavrpi
ilpeccatorecheilgiusto.QuestofalaMia
bont(cfr.Dialogo 141).Per,aggiunge
questa imperativa avvertenza: Io voglio
chemipreghiateperloro(peccatori)affinchfaccialoromisericordia.
Caterina allora erompe in questa preghieradiglorificazionediDio:Oh,mise-

ricordiadelPadreEterno,chegovernatutto quanto il mondo! Oh, misericordia! Il


cuoresiaffogaapensarediTe,cheovunqueiomivolgoaguardarenontrovoaltro
chemisericordia(cfr.Dialogo, 30).
PapaFrancescoeSantaCaterinasiritrovanoconcordianchesullanecessitdellabenevoladisponibilitdeisacerdotiper
le confessioni affinch abbiano massima
curaperlamministrazionedelSacramento
dellamisericordiaedelperdono.
IlSantoPadrehadetto:Ilsevizioche
ilsacerdoteprestaperperdonareipeccati
moltodelicatoedesigechesiamite,benevoloemisericordioso.TuttiifedelipenitentihannoildirittoditrovareneisacerdotideiservitoridelperdonodiDio.
Il sacerdote che non abbia questa disposizionedispiritomeglioche,finch
non si corregga, non amministri questo
Sacramento (cfr. Avvenire, 21/11/2013
pag. 17). Santa Caterina richiama caldamenteisacerdotiallozelochedevonoriservareperilsacramentodelleconfessionipoichsitrattadiundelicatoministero.
Scrivendo a don Roberto sacerdote da
Napoli,losollecitadicendoglichequandorichiestoperilserviziodelleConfessioni eviti ogni negligenza e con totale
sollecitudine si impegni per assolvere i
peccatoridagliingannidelmaligno.Questasarladimostrazionecheprocediamo
sulleormedelPadre(cfr.Lettera 342).
Allora,CaterinaierieilPapaFrancescooggi,ciricordanocheGeshadatola
suavita,acaroprezzo,perlanostrapace
eilperdonomisericordiosodeipeccati.
P. Lorenzo Fatichi O.P.

La Patrona dEuropa

Cultura
lAmore Dei PAPi e Di SAntA CAterinA Per lA terrA SAntA

esareAngelini cos scriveva nel


suo libro Terrasanta quinto
Evangelo: La Terra Santa appartieneatutti,perchuntuttunocol
nostro patrimonio religioso, con la nostracoscienzacristiana,conlanostracivilt.SeAtenehacreatolaBellezzaper
sempreeRomahaistituitoilDirittoper
tuttelegenti,Gerusalemmehacreatola
Fedepersempreepertutti.Terrasanta
lapatriadeinostriprimisogni,laparola
chehaincantatolanostrainfanzia,lievitatalanostrafantasia.Queisantipaesii
cui nomi entrano nelle preghiere Betlemme, Gerusalemme, Nazaret, Cana,
Gerico, Genezaret. Sono paesi dellanima, un anticipo di quella citt che si
chiama Cielo o Gerusalemme celeste;
sonoletesseredellapiet.
SantaCaterinaamfortementecome
tuttiicristiani,iluoghisanti,manonvi
sipotmairecare.Tralesuelettere,ve
n una in cui raccomanda vivamente,
comecomportarsiquandosifaunpellegrinaggionellaterradiGes.AlMaestro
Jacomo medico inAsciano cos scrive:
Ho inteso che voi e misser Sozzo volete
andare al santo Sepolcro; la qual cosa
molto mi piace. E per duna cosa vi
prego per lamore di Cristo crocifisso,
voi e misser Sozzo, che voi vi disponiate
prima che andiate, a questo santo viaggio; e che ordiniate prima la santa confessione, e scarichiate le coscienze vostre con modo e con ordine, come se fos-

se nellestremit della morte. (L. 202)


BisognadirechedaSienaedalConven-

Gerusalemme-BasilicadelSantoSepolcro

todiSanDomenicodiversiFratiandarononellaterradiGes,pertantolaSanta
sicuramente avr sentito dalla voce dei
predicatoridiqueiviaggi.IlBeatoTancredoTancredi,senese,nel1217sifece
domenicano e fu provinciale di Terra
SantaedituttalaSiria.Nel1221andin
Palestinacondueconfratelli,fuPriorein
TolemaideefondiconventidiGerusalemme,Damasco,BetlemmeeNazaret,
mornel1241.Nel1248cifuancheun
altroseneseilBeatoGiovannniBattista
Tolomei.IlBeatoBonaventuraTolomei
nato a Siena nel 1280 simbarc per la
Palestina e visit specialmente Gerusalemme. In seguito un altro domenicano
NiccolForteguerri,distintissimoperla

La Patrona dItalia

Cultura
suasantit,ebbeancheluiachefarecon
laPalestina.Certamenteallepocaerano
viaggidifficilieimportantinellostesso
tempo e pertanto si ritevano fortunati
quantilipotevanofare.
Molti Papi, hanno desiderato come
tanti fedeli di recarsi nei luoghi santi,
senzapoterrealizzarequelsogno.IlprimoPapachecoronquelgrandedesideriofuPaoloVI,proprioilPapacheinscrisse Santa Caterina nel catalogo dei
DottoridellaChiesa.DellanostraSanta,
cos scrisse nella Lettera apostolica per
laproclamazioneaDottoredellaChiesa
Universale: Abbiamo ancora la lieta
speranza che questonore attribuito al
suo valore giovi meravigliosamente alla
Chiesa di questo nostro tempo e faccia s
che la dottrina di Caterina, il suo modo
armonioso di ragionare, infiammino la
carit nei cuori dei cristiani e, consolidando lunit della Chiesa stessa, suscitino negli uomini un pi ardente desiderio della santit, con la guida e il magistero del Vicario di Cristo.
Questannoricorreil50anniversario
diquelviaggioconsideratocomeilritorno di Pietro nella terra dellincontro col
Signore!Ilprimostoricoviaggiocherimarrimpressonelcuoredituttiicristiani.CosPaoloVIsiespressedinanziallallora Presidente della Repubblica Italiana,lOnorevoleAntonioSegniallapartenzadaRoma:Pietropartito,portatoredelMessaggiocristiano.unpellegrinaggio di preghiera e di penitenza, per
unapartecipazionepiintimaevitaleai

Misteridellaredenzione().IlPatriarca
diCostantinopoliAtenagoradefinPaolo
VIcolsuofraternoabbraccioOmegalcardos,cioilPapadalcuoregrande.
Nel radiomessaggio del 23 dicembre
1963, cos si
espresse PaoloVI Il nostro sar il
viaggio della
confessione
di Pietro: vogliamo raccogliere nella
NostralafededituttalaChiesaedirea
Ges,comePietro,aCesareadiFilippo:
si,oSignore,tuseiilCristo,figliodiDio
vivoEcosil262successoredelClavigeroripercorrerallinversoilcammino
delConduttore della Tua navicella santo
Pietro (OrazioneVI).DopoPaoloVIsi
susseguirono i viaggi di Papa Giovanni
PaoloII,giubileodel2000(cheil1ottobre del 1999
proclam
SantaCaterina Patrona
dEuropa, di
cui questanno ricorre il
15 anniversario). Nel
2009 arriv
pellegrinoPapaBenedettoXVIneiluoghi
santi, martoriati dalla guerra. Papa FrancescosirecherinterraSantail25maggioprossimoproprioinoccasionedel50
anniversariodellostoricoviaggiodiPapa

La Patrona dEuropa

Cultura
conlesuenavieisuoicittadinipresoparteattivamentealleprimecrociate,ottenne
ricchezze materiali, ma tanti soldati crociatiritornaronoinpatriaconilricordoe
la devozione dei luoghi santi, fino a trasportarenellapropriacitt,unpodiquella terra bagnata dal sangue di Cristo.
Nellanno 1203 lArcivescovo Ubaldo
deLanfranchi,fecetrasportaredallaPalestina,sucinquantatrgalere,dicuiaveva assunto personalmente il comando,
molta terra del monte Calvario bagnata
dalsanguediCristoelafecespargerenel
CamposantoinpiazzadelDuomo.Duranteilsoggiornopisano,trailfebbraioedil
settembredel1375,SantaCaterinaripetutamenteandnelCamposantoperbaciare

Montini. Papa Francesco, quarto Papa


pellegrino inTerra Santa incontrer al
SantoSepolcroilPatriarcadiCostantinopoliBartolomeoI,rafforzandocosildia-

logo ecumenico. Chiss quante volte la


mistica Senese avr ripetuto senza interruzioneconlamenteecolcuoreilbrano
delSalmo84,6Beato chi trova in te, Signore, la sua forza e decide nel suo cuore
il Santo viaggio. Possiamo essere certi
per,chepurnonpotendoandareinpellegrinaggiointerraSanta,neisuoiviaggi,la
cittdiPisa,pichealtre,servadaumentareinSantaCaterinailricordodellesofferenzediGes:perchlacittalloramarinara,conilsuotrafficointenso,avendo

Pisa-CamposantoMonumentale

laterrasanta.Provadiquestaasserzione
la conoscenza che ebbe dei due romiti,
Bartolomeo e Giacomo, piamente residentiinquelluogosacro.SemprePisaricordavaaSantaCaterinalaterradiGes
conlachiesadettadelSantoSepolcro,costruitatrail1140eil1150dallarchitetto
DiotisalvipericavalieriTemplarireduci
dallaTerra santa. Laltro ricordo pisano
della Passione del Signore stato quella

La Patrona dItalia

Cultura
Divin Crocifissoperlasalvezza degli
uomini.Tra le
suestraordinarielettere,ispirate dalla contemplazione
dellapassione
Pisa-ChiesadelSantoSepolcro
di Cristo, va
ricordataquelladirettaaunoSpirituale
diFirenze,ilcuicontenutohacosevidente allusione allinfuocato desiderio
dellestimmate,chesidirebbescrittaalla
vigiliadelprodigio:Io mi rivolgo poi, e
appoggiomi allarbore della santissima
croce di Cristo crocifisso, e ine mi voglio
conficcare; e non dubito che sio sar
confitta e inchiodata con lui per amore e
con profonda umilt, che le dimonia non
potranno contro di me, non per mia virt,
ma per la virt di Cristo crocifisso. Pisa,
pertantoconisuoiviviricordidellaterra
santaedellapassionediCristo,prepar
Santa Caterina a ricevere il gran dono
dellestimmatedelSignore.Giustamente
Paolo VI, nellomelia per la proclamazioneaDottoredellaChiesa,hadefinito
SantaCaterinalamisticadelVerboincarnatoediCristoCrocifisso.Lesaltatrice della virt redentiva del Sangue
adorabiledelFigliodiDio,effusosullegnodellaCroce,conlarghezzadamore
perlasalvezzaditutteleumanegenerazioni.CheilSanguedelSalvatorenutra,
purifichieabbelliscalinteroCorpomisticodellaChiesa.
P. Alfredo Scarciglia o. P.

Pisa-ChiesadiSantaMariadettadellaSpina

sacra spina della corona che secondo il


VangelofupostasullatestadiGescrocifisso, essa era venerata a Pisa anche al
tempo della Santa. Il Senato ed i nobili
Gualandi,nel1323,avevanovolutoinnalzare,inrivaallArno,lachiesinadiSanta
Maria,perlappuntodettadellaSpina,delicata fioritura di edicole, pinnacoli, guglieestatuediGiovanniPisano,chepare
siauscitadallemanidiungioielliereodi
unminiaturista.ComeilCamposantoela
chiesa del Santo Sepolcro, anche questa
chiesafuvisitatadaSantaCaterina,cos
inclineameditaresullapassionedelSignore. Ospite della famiglia Buonconti,
ogni mattina, passava ore in preghiera
nellaadiacentechiesadiSantaCristina,
dovepotevafissareisuoiocchisullimmagine del Crocifisso dipinto su tavola
daidiscepolidiGiuntaPisano.QuelCrocifissosiveneraogginelsantuariodella
casa di Santa Caterina. Quellimmagine
doveva dare slancio a Santa Caterina a
meditarelapassioneelamortediGes,

La Patrona dEuropa

75 (1939-2014)
Patroni ditalia

Cultura
SAntA CAterinA DA SienA PAtronA DitAliA e DeuroPA

sione che coinvolgeva anche San Francesco. Un discorso da non dimenticare.


Ma, come ogni cosa importante, dietro
disceraunmovimentochelhafatta
maturare.Bisognaquindirisalirealsuo
predecessore,PapaPioXI,chenel1930
comparSantaCaterinaeSantaGiovannadArco:LedueSantedellaPatria.
Enel1938qualificSantaCaterinacome genio italico, occhiata di cielo
sullItalia.Anche per questa apertura si
mosseroiPadridomenicaniepoiladiocesidiSiena.Icaterinati,gruppodifedeliaRomaeaSienasimosseroefeceropervenireaPapaPioXIIunmemorialeintesoafavorirelaproclamazionedellaSantaaPatronadItalia.Sonoantefatti
preziosi che mostrano limportanza di
un dialogo nella Chiesa che parte dalla
base.A centinaia si contano i vescovi
italiani e le autorit che appoggiarono
questa petizione. Solo a Siena larcivescovo Gustavo Matteoni raccolse e tra-

ltempocorreveloceesenzaattendere i ritardatari.A questi ultimi e


possiamoesseretuttinoirestaallora la possibilit di valorizzare gli anniversaridieventichelohannoprecedentementearricchito.BastaaprireungiornaleoaprirelaTV.Ognigiornopossiamo dire che ci sono pagine dedicate a
questi revivals, anche se spesse volte
stucchevoli.Quandopoisitrattadisanti,
sperabile che la memoria del passato
facciaalmenobrillareilpresente.
proprioilcasodiSantaCaterinada
Sienache75annifastataproclamata,
conSanFrancesco,PatronadItaliaenel
1999compatronadEuropa.Datequeste
da celebrare con gioia e riconoscenza.
Passatituttiquestianni,ancheperunperiodico che si qualifica cateriniano,
forsemoltobelloricordareescoprireitinerariemotivazioni,quasiaverificarne
limpattonellamentalitdelnostrotempo.Unprimoobiettivochemipongo
quellodiricordarealcuniparticolariche
consentano di capire meglio gli interventi della Chiesa. Per Santa Caterina
Patrona dItalia si risale al 1 giugno
1939.PapaPioXIIeradasoloduemesi
Sommo Pontefice quando prese questa
decisione. Come mai questa fretta, potremmo chiederci? Lo ha spiegato lui
stesso in Santa Maria sopra Minerva
quando celebr solennemente, sulla
tomba di Santa Caterina, duplice deci-

Mons.GaetanoBonicelli,ArcivescovoEmerito
diSiena,ColleValdElsaeMontalcino

10

La Patrona dItalia

75 (1939-2014)
Patroni ditalia

Cultura
fece presente che cerano altre voci a
chiedereilsuointerventoe,inparticolare,lesuoreBrigidine,perSantaBrigida
di Svezia. E chi poteva dubitare della
bontdellaproposta?Perpartemiadissi-eprobabilmentenonceneranemmenobisogno!Lefacciaambedue,cossi
accontentailNordeilSuddellEuropa.
B,vedremo,fularispostadelSanto
Padre.ElasaggezzadiGiovanniPaolo
IIeunasantaispirazione,loportaronoa
proclamare,insiemeaSantaCaterinaea
Santa Brigida (due donne vissute nel
XIVsecolo),ancheEdithStein(martire
dellodiorazzialenelXXsecolo).Penso
checisiaunbuonlavoropertutteetre
inundesertocomeapparelanostravecchiaEuropa.

smiseaRomaben25.976firmeautenticate.Ilche,agliocchidellapiintensa
mentalit democratica dei nostri giorni,
sembraquasisbalorditivo.Bisognaforse
riconoscerechelaSantafavorinmodo
inaspettato la petizione popolare. Gi
checisiamopossiamoapporreunasempliceaggiuntaperquantosiriferiscealla
proclamazionedisantaCaterinaacompatrona dEuropa nel 1999. Giovanni
PaoloIIavevagiaggiuntoasanBenedettoiduefratellidoriente,isantiCirillo e Metodio. Era quindi da attendersi
unaestensionefemminile.Personalmente, basandomi anche sulla confidenza
concessamidaPapaGiovanniPaolo,fecipresentecheSantaCaterina,perisuoi
interventialivellodellediversepotenze
europeedelsuotempo,potevabenrappresentare una figura condivisa. Lopinione del Papa, che teneva le opere di
SantaCaterinasulsuotavolo,erascontataepositiva.Maalmenoduevoltemi

+ gaetano Bonicelli
Arcivescovo emerito di Siena Colle
val Delsa montalcino

Il 19 febbraio 2014 si spento il professor Alessandro


Falassi, antropologo, docente alluniversit per Stranieri di Siena. Per molti anni aveva insegnato in molte
universit americane, per poi tornare a Siena dove aveva ricoperto la carica di Priore della Sovrana Contrada
dellIstrice.
Era nato a Castellina in Chianti 69 anni fa e nel 1980
aveva pubblicato un libro su Santa Caterina da Siena
dal titolo: La Santa dellOca.

11

La Patrona dEuropa

Cronaca
DeDiCAzione DellA nuovA ChieSA
DellA PArroCChiA Di S. CAterinA A romA

nel Quartiere Latino, tra Porta latina e


PortaS.Sebastiano,nellevicinanzedellabasilicadiS.GiovanniinLaterano.I
lavori,iniziatinel2010,sisonoprotratti
finoadoggiperrallentamentidovutiai
continui ritrovamenti archeologici tra
cuiunastradaromana.Iltempio,progettato dagli architetti Rosario ed Ernesto
Giuffr, si presenta allesterno con la
facciataaformadilibroinomaggioai
tantiscrittidellaSantaedsovrastatoda
un alto campanile a traliccio rosso.
Laulaliturgicahalarghevetrateintutte
lepareticompresaquellacentraleedun
soffittoacassettonidilegnochesieleva
progressivamente in altezza con un effetto di grande luminosit. Linterno
ancora spoglio di arredi ma laltare
contornato dai due riquadri rettangolari
provenientidallaCappelladiviaLatina.
Quello a destra dellaltare incornicia la
statua in legno della Santa a grandezza
naturale;lastatuafuscolpitadaunartigianodellaValBadiainbasealleindicazionidellaprof.ssaGiulianaCavallinie
donata alla parrocchia dal Gruppo Romano dellAssociazione Internazionale
deiCaterinati;fucollocatanellacappellainviaLatinail1giugno1992ebenedettadaMons.MarioIsmaeleCastellanoo.p.,ArcivescovoEmeritodiSienae
dalparrocodialloradonAldozega.
Lacerimoniaperladedicazionedella
chiesastataconcelebratadalCardinale

abato 16 novembre 2013 S. E. il


CardinaleAgostinoVallinihapresieduto la solenne dedicazione
dellanuovachiesadellaparrocchiadiS.
Caterina a Roma. I parrocchiani hanno
dovutoattendere43anniperpoteravere
il proprio edificio parrocchiale. La parrocchiadedicataallaSanta,laprimanella capitale, era stata infatti decisa nel
1970,lannoincuiPaoloVIavevaproclamato Caterina Dottore della Chiesa
Universale. Nel 1971, veniva costituita
ufficialmentelaparrocchiacheperoperare ha utilizzato locali provvisori con
prefabbricatisortisulterrenodonatodai
padriMarianistiinviaCilicia;lefunzioniliturgichesonostatetenutefinoadogginellacappelladelleSuoreOspedaliere
dellaMisericordiainviaLatina29.Dopounareggenza,agliinizi,diunsacerdote in via provvisoria, don Pietro, la
parrocchia divenne pienamente operativanel1973conilprimoparrocodonAldozegacheladiressefinoal2000,(don
zega mor il 13 aprile 2005, accompagnatodalricordoedallaffettodituttii
parrocchiani).Adonzegasubentrlattuale parroco don Humberto Gomez a
cuisideveinlargaparteilmeritodiaver
portatofelicementeaterminelacostruzionedellanuovachiesa.
Ledificio parrocchiale sorge in una
ristretta porzione di terreno acquistata
dalVicariatonel2003inviaPopulonia,

12

La Patrona dItalia

Cronaca
Vicarioinsiemeavarisacerdotitracuiil
parrocodonHumbertoGomez,P.Antonio Cocolicchio o. p.,Assistente EcclesiasticodelGruppoRomano,P.Daniele
Carao.p.,donPaoloAsolan,coadiutore
di don zega e don Francesco Panizzoli,
membrodelconsigliodirettivodelGruppoRomanoeordinatosacerdoteappena
due settimane fa. Oltre ai tanti parrocchianieranopresentinumerosicaterinati
inrappresentanzadellevarieRealtCateriniane di Roma, tra cui: la Famiglia
Domenicana,convarireligiosiereligiose,ilGruppoRomanodellAssociazione
InternazionaledeiCaterinati,conilproprio stendardo, lArciconfraternita di S.
CaterinainviaGiuliaguidatadalGovernatore Paolo Vannoni, anchessa con il
proprio stendardo, il Centro InternazionalediStudiCateriniani;erapresenteancheunarappresentanzadelGruppoCaterinatidiTriestecompostadalpresidente
GiannaFumoedallAssistenteEcclesiasticodelgruppo,donMario.
Il rito della dedicazione, (i cui seguentitrattiessenzialisonoripresidalritualedellacerimonia),simodellatosul
percorsocheintroducenellaChiesatuttii
suoifigli.Unachiesanascecomenasconoallafedeicristiani.Ognunodinoiinfattistatocondottopermanoinunpercorsodigradualeiniziazionecheculminato nella partecipazione allEucarestia;
cosavvieneperquestanuovachiesache
siapprestataaricevere,percosdire,il
battesimo e la cresima e che ha accolto
per la prima volta lEucarestia. Laltare
alliniziodellacerimoniacompletamen-

tespoglio.Perorasoltantounbloccodi
marmo.Allinizio della dedicazione il
Cardinale e i sacerdoti celebranti non
hannofattoalcunariverenzaenonhanno
salutatolaltareconilbaciodivenerazione.DopocheilresponsabiledelVicariato
haconsegnatolachiesaalCardinale,questilhaaffidataallecuredelparrococonsegnandoglilachiavedeltabernacolo;il
Cardinale ha poi benedetto lacqua e ha
aspersotuttiipresentielaltare.Talegestohavolutorichiamareilbattesimoeha
sostituitolattopenitenzialedellacelebrazione.Al momento della proclamazione
dellaparoladiDio,ilCardinalehaconsegnatoufficialmenteailettoriillibrodelle
Scrittureconilmandatodifarrisuonare
sempreinquestoluogolaParolachesalva. La celebrazione proseguita quindi
comealsolitofinoallomeliaperculminarepoinellEucarestia.
Alterminediquestacerimoniamolto
coinvolgentehapresolaparolailparroco
don Humberto, visibilmente commosso,
che ha ricostruito la storia della parrocchiaehadedicatounpensieromoltotoccante al suo predecessore: rivolgendosi
versolevetrateeindicandoipalazziche
circondano la chiesa a distanza ravvicinataharilevatocheprobabilmentemolti
dei loro abitanti avrebbero potuto testimoniare la grande generosit del loro
parrocodiuntempo,donzega.
Nel corso della cerimonia non si
parlatomoltodiS.Caterina,unaccenno
nehafattodonHumbertonelsuointerventoconclusivo;laSantaerapercertamentepresentenelcuoredichiinter-

13

La Patrona dEuropa

Cronaca
Piccario.p.,EugenioSammarco,VeraDi
Tocco,ValeriaMenconi.
PertuttiisocidelGruppoRomanolinaugurazionedelcomplessoparrocchiale
rivesteunimportanzaparticolare:trabreve verr infatti qui aperta la nuova sede
delgruppochecospotrmegliotestimoniare a Roma, insieme alle altre Realt
Cateriniane, la grande attualit del messaggiospiritualedellaPatronadItalia,PatronadEuropaeCompatronadiRoma.
Aldo Bernabei

venutoaquestoritobellissimoesconosciutoaipi;oltreaquelladiLei,molti
potrebberopertestimoniarediaversentito la presenza di tante altre persone
carecheinquestipidi40annidivita
della parrocchia hanno testimoniato anchequiilloroamoreperCaterina;inparticolare,perchiscrive,lapresenzaoltre a don zega, di: mons. Castellano,
GiulianaCavallini,AdrianaCartottiOddasso,GustavoeVeraBernabei,Cecilia
Becatti,P.AntoninoSillio.p.,P.Tarcisio

Cultura
FAmigliA eD eFFetto eDuCAtivo in S. CAterinA DA SienA

ne dello Spirito Santo; dentro di noi, se


saremo buoni imitatori e seguaci, abita
quellospite il quale disse:Confidate ergo
vici mundum (Gv16,33)1.
Mi piace riportare con quanta ferma
tenerezza Caterina comunic alla sua
Famiglia di voler essere del suo sposo
Ges Cristo,comeancherenderela,non
dimeno,tenerarispostadelPadreJacopo:Essendolamentedellavergineconsolata e confermata insieme, prese incontanentetantardireperlafidanzache
avea nel Signore, che nel medesimo
giornochiamasilpadre,lamadre,ed
i fratelli, e con grande animosit parl
loroinquestomodo:Per lungo tempo si
da voi ragionato e trattato di maritarmi ad un uomo corruttibile e mortale,
ma io per la riuerenza che per comandamento di Dio debbo avere al padre ed al-

asemprefecondoinCaterinafu
unprofondosensodigenerosit,
di dedizione al prossimo. Non
facilecercarediprecisareletappeeimodidelsuoprocedereversolambitoscopo
dellavestizionedellabitodellemantellate.Fulaprimavergine,Caterina,cheentrasseafarneparte.IsuoibiograficidiconodelledifficoltcheCaterinaebbeasuperare,aquestoproposito,infamiglia,in
cuisitentinvanodiindurlaalmatrimonio.Riuscadottenerenellacasapaterna
unaspeciedicelladomestica,dovepass
circatreannidivitaasceticaemeditativa.
Caterinanonmuovendosidatuttequeste
cose si fabbric nella mente, per ispirazionedelloSpiritoSanto,unacellasegreta.Ed invero, addentro di noi lintelletto
perspicace, la volont libera e la tenace
memoria: dentro di noi sinfonde lunzio-

14

La Patrona dItalia

Cultura
la madre, non ho fin ora apertamente
parlato. [...] Sappiate dunque che nellistessa mia infanzia io feci voto di verginit al Salvator del mondo Signor mio
Ges Cristo, ed alla sua gloriosissima
Madre, e ci non feci con animo fanciullesco, ma dopo lunga deliberazione e
con gran ragione [...] Sappiate esser ci
talmente stabilito nellanimo mio, che
pi facilmente potrebbero intenerirsi le
pietre, che da questo santo proposito rimuoversi il mio cuore [...] che non mai
sallontaner dalla sua risoluzione, imperciocch io ho uno sposo cosi ricco e
cosi potente, che verun modo non mi lascier venir meno, ma certamente mi
conceder ogni cosa a me necessaria.
Dopoqualchedimora,asciugandolelagrime,ilpadre,cheteneramentelamava,epiancoratemevaDio,lerispose:
Iddio ci guardi, dolcissima figliuola che
noi in alcun modo ci vogliamo opporre
alla volont divina, da cui conosciamo
procedere il tuo proponimento; pertanto
osserva pur liberamente il tuo voto, fa
come a te piace e secondo che lo Spirito
Santo tinsegner; voltandosi poi alla
moglie ed ai figliuoli, disse: niuno da
ora innanzi sia nojoso e molesto alla
mia dolcissima figliuola, niuno ardisca
in alcun modo impedirla, lasciate chella serva liberamente al suo sposo.
RingraziCaterinaquantopipoti
suoigenitori,disponendosicontuttolanimoaservirsiutilmentedellalicenzada
loroconcedutale2.
Lasuaesperienzadivita,improntata
aldialogo,avolteancheenergico,alri-

spetto,cidonaunaprofeticadottrinasociale,pedagogico-familiare.Ponelanostraattenzionealrealediscernimento;ci
coinvolge con la sua illuminante antropologiaeconlasuaattenzionealluomo,
sulsuoesserevalore,suisuoidoverie,
quindi,suisuoidiritti.Vuoletrascinarci,
conilsuoinsegnamentoelasuatestimonianza,versolaVeritchenellapersona
operativit,inlatinolafedechiamata
fides perilfattochequantosidicesifa
e, dunque, verso la libert che ne
espressione esplicita. Si pu definire
quella di Caterina una filosofia morale,
metaeticaepolitica,dicuioggi,piche
mai,vibisognodiriscoprirnepurezza.
sostenitrice del libero arbitrio e, di
conseguenza, della meritocrazia. La libert data da Dio alluomo si presenta
allamentedellaSenesecomeunattodi
smisuratabontediestremaresponsabilizzazione.Caterinapuntualizzachenessuno e niente, e neppure soprattutto il
demonio,pucostringereunacreaturaal
peccatomortaleselacreaturanonvuole.
Attraversolesuelettereciindicalorizzonteeducativodisensonuovo,incui
ladignitpersonaledelluomofondamento,enespiegalanaturasostanziale
nellasociet.Neisuoiscrittifrequente
linvitoasaliresopradis,adassidersisullasediadellacoscienzaetenersi
ragione, quasi giudice in tribunale.
Luomo il primo giudice di se stesso
perch la luce della ragione, confortata
dallalucedellafede,glifadistinguereil
bene e il male. responsabile verso la
societ perch il suo contributo al bene

15

La Patrona dEuropa

Cultura
zia - e non volta el capo indietro per impazienzia scandalizzandosi di quello che
Dio permette - pu godere ed essultare, e
con perfetta allegrezza aspettare la vita
durabile, per che s riposata ne la croce; e confortasi con le pene e con gli obbrobrii di Cristo crocifisso, e ragionevolmente pu aspettare leterna visione di
Dio. Per che Cristo la promette a loro,
ch coloro che sono perseguitati e tribolati in questa vita, sono poi saziati e consolati e alluminati nelleterna visione di
Dio, gustando pienamente e senza mezzo
la dolcezza sua; ed eziandio in questa vita comincia Dio a consolare coloro che
saffadigano per lui. Ma senza el cognoscimento e di noi e di Dio, non potremmo
venire a tanto bene: adunque vi prego,
quanto so e posso, che vingegniate daverlo, acci che noi non perdiamo el frutto de le nostre fadighe. Altro non dico.
Permanete ne la santa e dolce dilezione
di Dio. Ges dolce, Ges amore. (L.1)
Linsegnamento di Caterina proporzionatoaidiversistadidellesistenza,consideraeaccettalevariecondizionidivita
qualisonoinsestesse,siachesitrattadi
unamadredifamiglia,diunsacerdote,di
un gentiluomo, di un artigiano; richiede
soltanto che ognuno sia fedele ai doveri
delpropriostato.Difrontealletentazioni
ciilluminadicendo:La citt dellanima
ha tre porte principali: la memoria, lintelletto e la volont. Il nostro creatore permette che queste porte siano assalite e
qualche volta aperte di viva forza, una sola eccettuata, cio la volont. Spesso lintelletto non vede che tenebre, la memoria

comunevarierdalnegativoalpositivo
a seconda delluso che egli avr fatto
della libert. Questo principio dichiarato allinizio stesso del Dialogo: Lanima non pu fare vera utilit al prossimo, se prima non fa utilit a s, cio davere e acquistare la virt in s3.Illevare s sopra di s la pi efficace
espressione dellidea della Senese del
camminodelluomoversolasuapienezza,dicreaturadiamore,intelligenteelibera: Dio ha fatto luomo libero e potente sopra di s(L.177).
Esemplare la lettera che scrive a sua
madre Monna Lapa: Al nome di Ges
Cristo crocifisso e di Maria dolce. Carissima madre in Cristo dolce Ges, io Caterina, serva e schiava de servi di Ges
Cristo, scrivo a voi nel prezioso sangue
suo, con desiderio di vedervi con vero
cognoscimento di voi medesima e de la
bont di Dio in voi - ch senza questo vero cognoscimento non potreste participare la vita de la grazia -; e per dovete
con vera e santa sollicitudine studiare di
cognoscere voi non essere, e lessere vostro riconoscerlo da Dio, e tanti doni e
grazie quante avete ricevute da lui e ricevete tutto d. A questo modo sarete grata e cognoscente, e verrete a vera e santa
pazienzia, e non vederete le picciole cose
per grandi, ma le grandi vi parranno picciole a sostenere per Cristo crocifisso.
Non buono el cavaliere se non si pruova in sul campo de la battaglia; cos lanima nostra si debba provare a la battaglia de le molte tribulazioni, e quando allora si vede fare prova buona di pazien-

16

La Patrona dItalia

Cultura
piena di cose frivole e passeggere, di
pensieri confusi e disonesti, i sensi sono in
preda ad impressioni sregolate. Ma la
porta della volont cos ferma che n le
creature n i demoni possono aprirla, se
colui che la custodisce non lo consente.
Tenete fermo adunque e lanima vostra
sar citt sempre libera(L.313).
Ilverticediquestasupremaascesadi
Caterina la conformit attiva di dedizione totale alla volont di Dio, in
profondissima umilt e con fierissima
esigenzadituttoavereedituttodareallo
Sposonellafede.Limpetoprepotentee
irresistibiledelsuoIodolenteevittorioso, percosso da tante sciagure della
Chiesa e delle anime, non ha alcun riscontro nella storia della spiritualit se
non, forse, in qualche raro esempio di
donazionetotaledapartedellafemminilit,dicuilesempiopianticoepurorimane quello diAntigone. Lardore di

Caterinafututtoprotesonelladirezione
dellaverit,dellamareedellaresponsabilitchedaessederiva,nelladifesadella dignit, della giustizia, della libert,
poich persuasa del fatto che la societ
deveessereinfunzioneealserviziodelluomoe,perci,nonpuaverealtrafinalitchequelladifavorireedirendere
possibileilcompletosviluppodellepersoneumaneetuttocinonpuprescinderedallaFamiglia,daltradere edalleducarealbenedelconoscimentodis.
maria Francesca Carnea
NOTE
1
RaimundusdeCapua,La Vita di S. Caterina
da Siena Legenda Major,Volg.daB.Pecci,Roma,
1866,cap.IV,pp.27-32.
2
Raimundus de Capua, La Vita, cit.; cap.
V,pp.34-36.
3 Il Dialogo della Divina Provvidenza,red.aggiornatadiP.AngioloPuccetti,O.P.,Ed.Cantagalli,
Siena,1992,Proemio,cap.1,pp.25-26.

Il26febbraio2014decedutaallospedalediLavagna,
lascrittriceepoetessaElenaBono.NataaSonnino(Latina)il29ottobre1921,sieraaccostataallafiguradiSantaCaterina;autricediunQuadernocateriniano,precisamenteiln.78daltitolo:Amatevi,Amateviscambievolmente di amore puro e santo 3 liriche religiose in
omaggioallospiritocateriniano.LaprofessoressaElenaBonotenneunaconversazioneallaCattedracaterinianadiGenovail13ottobre1993.

17

La Patrona dEuropa

Cultura
CAterinA DA SienA Dottore DellA ChieSA

hannomossotuttiipassietutteleparole
diCaterina.
LesperienzafondamentaledellaSanta senese Caterina quella di sentirsi
creaturadavantialsuoCreatore,suaimmagine grazie alle tre facolt dellanima:lamemorialintellettoelavolonte
perquestopienadidigniteteneramente
amatadaDio,chesidonatocompletamentealeiattraversolamoreredentivo
delFiglioeildonodelloSpiritoSanto.
CaterinascopreerivelacheDiopazzamenteinnamoratodellasuabellezzadella Sua creatura: Tu, Trinit eterna, se
fattoreedio,tuafattura,hoconosciuto,
nellacreazionechemifacestinelsangue
del tuo Figliolo, che Tu se innamorato
della bellezza della tua fattura. (Dial.
CLXVII).
Perlasuaradicaledignitdicreatura
Caterina ha una grande fiducia nelluomo,egli,proprioperchliberopudare
una risposta damore libera allAmore
che lo chiama: ... ci amasti prima che
noifossimo...Perciiononvoglio,ineffabile fuoco, dilezione di carit, Padre
eterno, che il desiderio mio si stanchi
maineldesiderareiltuoamoreelasalutedelleanime...tumihaiinvitata,dandomi la materia del pianto e doffrire
dolci e amorosi e crociati desideri dinnanziate,conumileecontinuaorazione...adempi il desiderio dei servi tuoi.
Ohim! tu sei Colui che li fai gridare:
dunqueascoltalalorovoce.Iosobene

uando Paolo VI, il 4 ottobre


l970,presentavaufficialmentes.
CaterinadaSienaqualeDottore
dellaChiesauniversale,eglisottolineava come carattere specifico della sua
dottrina non tanto le speculazioni propriedellateologiasistematica,quantola
sapienzainfusa,ciolalucida,profondaedinebrianteassimilazionedelleveritdivineedeimisteridellafede...una
assimilazionefavorita,s,dadotinaturali singolarissime, ma evidentemente
prodigiosa,dovutaaduncarismadisapienza dello Spirito Santo, un carisma
mistico.
propriocichesiriscontraleggendoleLettere,ilDialogo,leOrazionidi
questadonnailletterata,umilefigliadel
popolosenese.Ilsuomessaggioappare
sempre limpido ed attuale nonostante i
tempicambiatiegliostacolialquantodiversichesifrappongonooggiallaluce
dellafede.Infattiilnostrotempo,sopratuttolanostraciviltoccidentale,malata
direlativismo,materialismoedefficientismo,pursempreassetatadiDio,sebbenespessoinconsciamente:DioVerit,
Bene, Felicit, cercato talvolta lontano
da Lui e in esperienze estreme: Essa
comunquedestinatariadellabuonanotiziacheDiociama,cisalva,ciattende,
come ha ribadito Papa Francesco nella
suaEvangeliiGaudium,motivochepu
caricarci di nuovo coraggio ed entusiasmo,dinuovasperanza,quellistessiche

18

La Patrona dItalia

Cultura
chelamisericordiatipropriaeperci
nonpuaccaderechetunonladiaachi
te chiede. Essi bussano alla porta della
tuaVerit,perchnellaVerittua,unigenito tuo Figliuolo, conoscono lamore
ineffabilechetuhaiversoluomo,sche
bussanoallaporta.... (Dial. CXXXIV).
Il levarsi verso Dio, implorando
misericordia,senzatenercontodeipropri interessi e delle proprie prospettive
umane,tipicodiCaterinaedesprimeil
suo sintonizzarsi con le prospettive di
Diosuciascunapersona,unsintonizzarsi che le connaturale che vuole trasmettereatutticolorocheamaeacuisi
rivolge.Diquiscaturisceilvogliocos
deciso e caratteristico delle sue lettere,
non imposizione della propria volont,
maricercaquasispasmodicaperseper
ognuno di una totale conformazione al
piano di Dio. Nellesperienza mistica
delloscambiodelcuoreCaterinahavissuto nella sua persona il possedere gli
stessi sentimenti che furono in Cristo
Ges(Fil. 2,5).Perquestolavolontdi
Caterina sempre unita e accordata
con quella di Dio (Lett. 31). Lamore
della Santa per il prossimo sgorgava
dunquedallacontemplazionedelmisterodiDioinsstessoenelsuovolgersi
versodinoi;ilprossimolesipresentava
comemezzoilpiadeguatopercorrispondereataleamorenellostessomodo
econlestessecaratteristicheconcuilo
avevaricevuto:cioliberodaognilegame con il proprio interesse o con qualsiasiprecedentemeritodichineoggetto.Caterinasivolgealprossimoconle
stese aspettative di Dio, che non vuole

altrochelanostrasantificazione:manifestalamaternasollecitudinedellaSposa di Cristo, la Madre Chiesa, verso i


suoifigli:siadoperafaraccrescereinlorolaloroconoscenzadiDioelarispondenzapienaalSuoamoresalvifico.
La spiritualit cateriniana, rispetta la
logicadellIncarnazioneepercinonsi
isoladalsoffertovissutoquotidiano,immettendoanziinessoildesideriostesso
diDio,chevuoletuttocondividereesalvare.Perciunaspiritualitadattanon
solo ad una categoria di persone, ma a
tutti,insegnaaciascunocomefarsche
ogniazionesiapermeatadipreghierae
santificatadallunioneconDiograzieallabuonavolontchelorazioneperpetuaesigitadalMaestronelVangelo:...il
desideriosantounacontinuaorazione,
cio lavere buona e santa volont...
Ognuno,secondoilsuostato,deveadoperarsi per la salvezza delle anime secondo il principio della santa volont
(Dial. LXVI).ildesideriopregaalcospetto di Dio in ci che la creatura fa
perch questo desiderio drizza al suo
onoretuttelenostreoperazionispirituali
etemporali;epercisichiamaorazione
continua. (Lett. 153).
inGeschesirendevisibilelamorediDiopernoi,inGeschefacciamo
esperienza del desiderio che Dio ha
delluomo:questaesperienzaaccendela
nostra capacit di amare, orienta il nostrodesiderioversoDiohadinoi.Esso
si compie nellEucaristia, nel riceverla
ognuno porta la candela sua, cio il
santo desiderio con il quale si riceve
questo sacramento. La candela in s

19

La Patrona dEuropa

Cultura
spenta,esiaccendericevendoquestosacramento. Spenta dico, perch da voi
nonsieteniente.verochevihodatola
materia con cui possiate nutrire in voi
questolumeericeverlo.Lamateriavostra lamore, perch Io vi creai per
amore,epercinonpoteteviveresenza
amore (Dial. CX). Siamo capaci di
amare,perchfattiaimmagineesomiglianzadelDioAmore.Maquestonon
possibile senza il papeio o stoppino,
chelafede:soloinvirtdiessaildesideriochenellaffettodellanimafas
cheilciboangelicociuniscaprofondamenteaDio:...voimidirete:Quale
questociboangelico?.Virispondo:
il desiderio, che nellaffetto dellanima;ilqualedesideriotraeasildesideriodiDio,dequalisifaunamedesima
cosalunocollaltro(Lett. 353)1.
Caterina distingue lorazione continua,cioilcontinuatosantodesiderio,il
qualedesideriopreganelcospettodiDio
incichetufai,dallorazionementale,nellaqualelapersonalevassopra
disesiunisceaDioperaffettodamoree,comeilVerboincarnato,cerca
lonorediDioelasalvezzadelleanime
con crociato desiderio, ben consapevolecheeglisipropostoquestoinogni
suaazione,finoallamorteincroce.Nellorazioneconcepiscelevirtelepartoriscenelprossimo.
IlsitiodiGescrocifissosenzaltroperCaterinasetedelleanime:Questo parve che egli volesse dire, quando
grid in croce Sitio; quasi dicesse: Io
hosgrandesetedellavostrasalute,che
iononmipossosaziare:datemibere....

Adunque bene ci dobbiamo levare con


fameesollicitudinearagguardarelafamesua,acciocchinebriatalanimanon
possaaltrodesiderarenamare,senon
quellocheDioama...(Lett. 12).
IldesideriodiDiosiesprimenelparoladiCristosullacroce,hosete2,rivissutaintimamenteeappassionatamentedaCaterina.
LaspiritualitdiCaterinahadunque
una straordinaria dimensione dialogica,
nelsensocheidesideridelluomovengonosollecitatiaconfrontarsiconildesideriodiDiochenelafonte,ibisogni
profondidelluomosilevanoaincontrarelansiadisalvezzacheDiohaneiconfrontidellacreaturafattaasuaimmagine
esomiglianza,ciocapacedifarrimbalzarelamorecheDiohaperlei.
Nutrendosi del cibo angelico, cio
delsantoeverodesideriodiDio,levandosi in alto, luomo pu verificare i
propridesideri.Nonsitrattadiannullarli
o sublimarli, ma di imprimere in essi
limpronta(taleilterminecheCaterina
usa nelle due lettere sopra citate) dellautenticit.Agganciandosialdesiderio
cheDiohadelluomo,ilsantodesiderio e volunt permette una profonda
unit di vita3, evitando ogni forma di
spiritualismo separato dal quotidiano e
percicontrarioallalogicadellIncarnazione.
vita eucaristica come comunione
Unaspiritualittantoattualeanche
profondamente eucaristica. Una tale
orazione in verit spiega Caterina
nel Dialogo fa s che ci sia quella

20

La Patrona dItalia

Cultura
il dialogo come dimensione spirituale
dalla solitudine alla responsabilit
Solo cos il desiderio che sperona
luomo9 alevarsiversoDionontanto uno sforzo delluomo e nemmeno
unestasi dellanima risucchiata dallamoreconcuiDiolattiraas.SanBernardoavevasviluppatolaspiritualitdel
desiderio che era stata inAgostino e il
suoanelitoausciredallaregio dissimilitudinis per ritornare alla verit della
creaturafattaaimmagineesomiglianza
del suo Creatore; ma forse per influsso
dellascesi benedettina, osserva Gilson10,lestasiaffettivadiBernardonon
halaconnotazionemetafisicadiAgostino.Atalunetendenzedellamisticamedievale sembra reagire la teologia di
TommasodAquino,conlasuacontemplazioneoggettivadiDio.
La spiritualit cateriniana, profondamentetomista,pertantotuttaimperniatasuldialogotraDio(chenehaliniziativa)eluomocheaccettadiconfrontarsi
conlui:ilDialogo diCaterinadunque
sulla linea genuina delle Confessioni di
Agostino, un reale incontro di due libert,quellainfinitadiDioconquellafinita delluomo, come raccomanda il
documento della Congregazione per la
Dottrina della Fede sopra ricordato
(p.2). San Giovanni della Croce dir11
cheildesideriodellaperfezionepernon
essereundesiderioegoisticodeveavere
lasuaradiceequindiilsuoriscontro
inDio:quelDioche,osservaCaterina,
nondesideraaltrochelanostrasantificazione.

che potremmo chiamare vita eucaristicainsensolato:


Epertidissichealcunosicomunicaattualmentedelcorpoedelsanguedi
Cristo, bench non sacramentalmente,
cio comunicandosi dellaffetto della
carit...4
Si tratta di una costante comunione
con la volont di Dio, che diventa un
modo di essere, di pensare, di volere,
di agire, un fare la volont di Dio in
tutto lo spessore della nostra umanit.
Il riferimento allEucaristia consummatio totius vitae spiritualis secondo sanTommaso5 essenziale, come noto, nella vita di Caterina, perchessenzialenellaspiritualitladesione al desiderio che Dio ha delluomo,allesueperennisollecitudinieiniziativediamore,alsuovolerfarePasquacon6 luomo.Caterinanonfache
prolungare e attualizzare accanto alle
personecheleiamaveramentecolcuorediCristo.Ilbruciantedesiderioche
in Lui; cos ella scrive a fra BartolomeoDominici:
E se mai fui affamata dellanima
vostra,singolarmentesonoilddoggi.
Inquestapasquavenesetepotutoavvedere; e ogni d questa pasqua. Onde
nonpotetestaresenzame,checontinuamentepersantodesideriononsiadinanziavoi7.
Conildesiderio,fameesollicitudine
dellasalutedelprossimo,siconforma
lanimaconCristocrocifisso,mangiandoquestociboinsulapenosaeansietata
crocedeldesideriodiCristo8.

21

La Patrona dEuropa

Cultura
Il dramma dellincomunicabilit delluomodioggi, che talora spinge a mascherareilpropriosolipsismomettendoloinsiemeaquellodeglialtrioaddirittura facendo di Dio stesso uno specchio
perlapropriasolitudine,haurgentebisognodiunaspiritualitincuirisplendalaveritstessadiDioedellacreaturaibid.):
Attratto a te dalla tua bellezza, ne
ero distratto subito dopo dal mio peso...12.
IlmiobenelunioneconDio,poich,senonrimarrinlui,nonpotrrimanereneppureinme13.
Noncdialogo,alleanza,eperciio
mi anniento come persona non soltanto
se rimango asserragliato dentro la mia
solitudineesistenzialeeLuibussainutilmenteallaportadellamiaanima14,ma
anchesesonofuori(cf.ragazzifuori)
eLuidentrodime,secondolesperienza diAgostino: Tardi ti amai... Tu eri
dentro di me... e io brutto ero fuori di
me....
Lesperienzadellalimitatezzapropria
edellealtrecreaturenonlobloccmalo
innalz ad anelare allinfinita bellezza
del suo Creatore:Agostino scopr cos
lesigenza di quello che Caterina chiamer il cognoscimento di s e di
Dio15,noverim me, noverim te16.
Eidueconoscimenti,osservaCaterina, sono indivisibili: Chi non conosce
se medesimo, non pu conoscere me,
dicelEternaVeritas.Caterina17.
Ilcaterinianocognoscimentodise
diDiopurompereilcerchiodellaso-

litudine delluomo contemporaneo e ridarglicapacitdidialogoinunrinnovata


esperienza dellalterit. Di qui nasce la
responsabilitocapacitdirispondere
a un appello, e radicalmente a quella
chiamata allesistenza alla seriet
dellesistenza, direbbe Kierkegaard
dicuiscopriamotutteleesigenzeguardandoalprogettocheDioneha:
...xxxxx tu ponessi luomo in tanta
dignit?Lamoreinestimabilecolquale
raguardastiintemedesimolatuacreaturaeinnamorastitidilei;eperlacreasti
peramoreedestilelessere,accicheellagustasseiltuosommoeternobene18.
la fiducia nelluomo: dal punto di vista di Dio
La fiducia nelluomo una fiducia
chevaaldildellorrorepertuttoilmale
cheluomoarrivaafareeaescogitarein
certi momenti una fiducia che sa
guardareluomodalpuntodivistadiDio.
Mentre rischia tutto il Suo progetto di
amoreperdonarealluomoilsuospazio
di libert e perci la capacit di amare,
Diononcessadicoinvolgersinellastoria
della salvezza attraverso il Suo Figlio e
attraversotutticolorocheinLuivoglionoviveredellavolontdelPadre:tuttigli
scritti di Caterina sono pieni di questa
bruciante esperienza. E di qui nasce la
tolleranzaelapazienzacheRaimondoda
CapuaesaltainCaterinaspecienellultimapartedellasuabiografiadellaSanta:
quel sacro rispetto della coscienza di
ogniuomocheilPapaharaccomandato
questannocomestradamaestradellapa-

22

La Patrona dItalia

Cultura
ce.IncomunioneesistenzialeconlavolontdiDioCaterinaciinsegnaavedere
lungoleviedelluomotaloratortuose
o drammaticamente perverse le vie
delladivinamisericordia19 ....perverunomodopotiamondoviamogiudicare
lo intrinseco della creatura per atti che
vediamo di fuore, ma in tutti doviamo
giudicarelavolonttua...20.
Ritornaquiilgiudicarelavolontdi
Dio nel senso di leggere la realt dal
puntodivistadiDio,allunisonoconi
Suoi desideri, i Suoi progetti, le Sue
preoccupazioni e le Sue speranze. Con

unagrandelibertdicuoreeunafiducia
nelluomo che non un illudersi o un
chiudere gli occhi davanti al male, ma
unaprirliperandarealdildegliangustinostriorizzonti,ricordandolinterrogativo che Ges aveva nel cuore pensandoalleprovechelumanitavrebbe
sofferto: Il Figlio delluomo, quando
verr,troverlafedesullaterra?.
uninterrogativodelcuorediCristo,
ecitrasmetteuninterrogativodelcuore
delPadre:anoilarisposta.
gabriella Anodal

NOTE
1Gv.19,28
2Cf.Dial.LXVI
3Dial.LXVI
4STh IIIq.73,a.3c.
5Lc.22,15
6Lett.129.
7Lett. 104.
8Cf.Dial. XVIII-XIX
9E.Gilson,La thologie mystique de saint

Bernard,Paris1969,p.45n.1.
10Fiamma viva damore B,3,73-75.
11S.Agostino,Conf. VII17(23).
12S.Agostino,Conf. VII11(17).
13Cf.Ap 3,20.
14Vediades.s.CaterinadaSiena,Dial. 1e73.
Cfr.S.TeresadiGes,Castello interiore,Prime
mansioni,cap.II,inOpere,Roma,Postulazione
GeneraleO.C.D.,19553,p.780:Credochenon

arriveremomaiaconoscerci,seinsiemenonprocureremodiconoscereDio.Contemplandolasua
grandezza,scopriremolanostramiseria;considerandolasuapurezzariconosceremolanostrasozzura,einnanziallasuaumiltvedremoquantone
siamolontani.Cfr.Vita,ivi,p.140.
15S.Agostino,Solil. III,1,CSEL89,p.45:
Deus semper idem, noverim me, noverim te.
16Lett. 272.
17Dial. XIII.
18Cf.Or. XIX;Dial. C.
19Or. XIX,p.210,12-14Cavallini.
20Lc. 18,8.

23

La Patrona dEuropa

Cultura
SAntA CAterinA DA SienA:
lA PreghierA Per i PeCCAtori e lA ForzA Del SAngue Di geS

ioeterno[...]oggigridodinanzi alla misericordia tua


che tu mi dia di seguire la
verit tua con cuore schietto; [] d,
Padre, agli occhi miei fonte di lacrime,
conlequaliioinchinilamisericordiatua
sulmondoeparticolarmentesullasposa
tua1. Chipotrebbemaipalesareifiumidilacrime,iprofondisospiri,ilfervoredellorazione,ipiantiasinghiozzo,gli
incredibilisudoricoiquali,giornoenotte, si affannava per impetrare dal suo
Sposo,perciascunuomo,lasalvezza?costestimoniailsuopadreefigliospirituale,P.RaimondodaCapua-.Unavolta,inestasi,fuuditaparlarecolsuoSposo, cos: Signore, come potr essere
contentafinoacheunosolo,creatocome me a tua immagine e somiglianza,
perisca? Io non voglio che nemmeno
unodeimieifratellisiperda.Voglioche
tuliguadagnituttiamaggiorlodeegloriadeltuonome.[]Selatuaveritela
tua giustizia lo permettessero, io vorrei
che linferno fosse distrutto, o almeno
chenessunaanimaviscendesse.Se,salvalunionedellatuacarit,iofossiposta
sullaboccadellinfernoperchiuderlas
che nessuno vi potesse pi entrare, sarebbe per me cosa graditissima, perch
costuttisisalverebbero2.
IntravediamounospaccatodelcuoreardentedisantaCaterinadaSiena,la
cuipreghieraperlasalvezzadeipeccatoriunarealtchesiidentificaconla

sua vita, offerta a Dio in sacrificio di


soaveodore.PerlesperienzastraordinariacheCaterinahafattodiDio,ellaha
nel cuore la stessa volont di Dio che
vuolelasalvezzadiogniuomo3,salvezzacosviolentementevolutadaCaterina con quellaffetto materno che le
caratteristico,sgorgantedallasuaverginit,dallunionesponsaleefecondacon
il suo Sposo, Ges crocifisso, per cui
nonvuoleenondesideraaltrosenonci
cheloSpososuodesideraevuole.
Iovoglio,ellagrida,quando,inVerit,sabenecheilvolerediDioilsuo.
E ci nellesperienza sua del sangue
diGes,chesolitamentelasantadenominaconlaparolaSangue,qualepersonificazione del suo Sposo e Signore
nellasuapassioneincuidonainsacrificiosestessoperciascunodinoi.
MaperchilSanguehaquestaforza?PerchilSanguestatoversatocon
Fuoco damore, cos che lAmore la
forzadelSangue.Nessunchiodosarebbestatocapaceatenerinchiodatoecrocifisso il Figlio di Dio, se non lavesse
tenuto il suo ineffabile amore per noi,
che egli aveva per la nostra salvezza.
Coscheilsuoardenteamorelohatenutoinchiodato!4.
Amorechiamaamore!SelAmoresi
donato a noi nel Sangue con la forza
dellamore,necessitachenoicidoniamo
aLui,aprendociadaccogliereilSangue
perlostessoamoredelSangue.

24

La Patrona dItalia

Cultura
turgici(questapresupposta),maunascesi, tanto virile quanto elevata, nel
farsiunoconilpeccatorefinoalpeccato, escluso in quanto commesso, incluso in quanto fattosene carico. Come
hafattoGes7.CosnelcuorediCaterinanascelasupplicaaDio.
Ella ha innanzi a s il peccatore, il
qualeerimarrtalefinoaquandonon
sar amato dalla santa con quellamore
di Dio capace di creare un cuore nuovo,finoaquandoilpeccatorenontocchiconmano,tramitelasanta,lAmore
che crea. Per Caterina il peccatore non
potramareseprimanonamato,fermo
restando la libert di scelta morale del
soggetto 8 : questo il soprannaturale
istinto con il quale lopera apostolica
della santa si compie. Lefficacia della
sua preghiera per quanto dipenda da
CaterinarisiedenellacapacitdiamareconlamoredelloSposo,cosdarenderlo sperimentabile. Neseguechela
preghierasimuove,noninterminialieni
dalla necessit concreta di quanti sono i
soggetti, ma a partire dalla conoscenza
concretadellenecessitdelprossimo;conoscenza che anima laffetto e muove
perlaffettodicaritquellodellavolont
versoilbenevero-ilbenesecondoVerit
delpeccatore.
LasupplicaafavoredelpeccatorevienedaCaterinavissutacomerealtcostitutivadelsuoesseresposadellAmore,e
quindiamantedellAmoreinnaturalesoprannaturalit.LasposadellAmorenon
punonamareconlamoredelloSposo.

Si tratta di una necessit intrinseca,


costitutivadellostatodiamiciziaalquale appartiene la grazia santificante. La
chiave interpretativa la metnoia,
conversione del cuore e della vita, che
apreallapurificazionequaleinveramentodellamore5.
Caterina ha ben presente il mistero
della grazia e della libert delluomo, in
quantolibertdisceltamorale,nonsolo
per la particolare capacit di apprendimento e memoria con cui custodisce la
dottrina,maancheperlasapienza,cosin
leipeculiare,concuirifletteemeditain
dottrina, assumendone una conoscenza
eminentemente profonda tramite la sua
esperienzapersonaleedimaternitspirituale.Amorechiamaamore!unanecessit intrinseca. Se Ges sospeso sulla
croce dove il corpo solo in forza dellamoreinchiodato;selacrocepiantata
nellaterrachesiamonoi,cinecessitadi
restareaisuoipiediadaccogliere,come
piccoli vasi, il sangue dellAgnello, che
scorregidallacroce6.
Sitrattadiunrestareediunaccoglierechenonpuaccontentarsidiesserelaterranellaqualelacrocepiantata:
proprioquestaunespressionechemanifestalanecessitdiordinareperlagrazia-lanostralibert,inmodochequesta
incontriquelladiDio,conformandolanostravolontvirileaquelladivina.[]
Nellospecificodeltemapresentela
preghieradellanostrasantaperipeccatori-nonsitrattadiunapreghieracircoscrittaintempieinmodipropri,purli-

25

La Patrona dEuropa

Cultura
Alle caratteristiche suddette, la preghiera di Caterina per i peccatori va
sottolineatonutritadallacarit,che,
perchtale,Verit.LaVeritche,sola,
liberalaparolapifrequentenellaletteraturacateriniana9.
NeseguecheinCaterinanontroviamouncomportamentopastoralebuonista, ma, proprio perch pastoralmente
edificante,ilsuodiresempresecondo
Verit,perlaqualenellacaritsiunisce,
comeuntuttuno,lafedeltdottrinalee
il rispetto della libert di scelta morale
delprossimo.
Caterinanonsoloalienadaunaconoscenza meramente speculativa del tema,masoprattuttoprofondamenterealista alla luce del suo eminente stato di
sapienza,conlaqualevedenellapassioneperlasalvezzadelleanimelaVerit
chesalva,elacomunicasenzasminuirla
incomodeinterpretazionieriduzioni.
Caterinasapientementerealista.Sa
bene,elodice10,chedavantiaDioogni
uomo o per la colpa incorre nella sua
giustiziaoperlagrazianellasuamisericordia.InterminichiariefortiCaterina
chiamalecoseconilloronome:nonha
paura di chiamare colpa il comportamentocolpevole,larealtsoggettivadel
peccato con il quale il peccatore si autoescludedallacomunioneconDio;non
soggettaareticenza,cheperleisarebbecolpevoleseconchiarezzanonavvertisse sulla reale possibilit di cadere
nellinferno, come stato definitivo del
peccatore che volontariamente non si
converte11.proprioilritenerereale,e

nonipotetica,lapossibilitdelladannazionedelpeccatorechevolontariamente
non si converte12, proprio questo che
generanellasantailsantotimore,mosso
dallamore, per cui la preghiera per i
peccatoridivienesupplicaangosciosa,
implorante presso Dio la misericordia,
comemaiinaltrimomentidellasuaorazione. Supplica angosciosa non solo
versoDio,maancherivoltaalpeccatore13. Tanto tenace nel nutrire fiducia
nella misericordia di Dio, quanto
schietta nel temere, con cognizione, la
dannazione del peccatore che si chiude
allamisericordiadiDiodaleiimplorata
emeritata.Caterinacosaconoscenza
della misericordia di Dio che la vede
operante anche in coloro che sono nellinferno: se siamo morti alla grazia:
nessunbenechefacciamohavaloreper
noi, per quanto riguarda la vita eterna.
Tuttavia vero che non dobbiamo mai
tralasciare di fare il bene, in qualunque
stato morale ci troviamo, perch ogni
bene che facciamo ricompensato e
ognicolpapunita.Senonricompensato quanto a vita eterna, Dio ce lo ricambiaodandociiltempoperpoterconvertirelanostravita,[]oavendouna
penaminorequalora,dopolamorte,fossimo nellinferno. Sarebbe infatti maggiorelanostrapenanellinfernoseavessimofattodelmaleancheinqueltempo
incuifacemmounpodibene14.
inoltre convincimento di Caterina
che il meditare sulla reale possibilit
delladannazionesiaunvalidoaiutoper
il peccatore perch si converta e per i

26

La Patrona dItalia

Cultura
giusti perch vivano nella vigilanza,
cosdanoncaderenellacolpamortale15.
Il 1 aprile del 1375 Caterina a Pisa.
NellachiesadisantaCristinasulLungarno
ricevedalCrocifissosovrastantelaltarele
stigmate,segnidellapassionedelsuoSposo.IlsuosanguesiuniscealSangue16!
NelSanguelasuapassioneperlasalvezzadelleanime.
P. giuseppe Di Ciaccia o. P.

non vi sia condanna allinferno. In questa tendenza richiama lattenzione la sua somiglianza
conlateoriadellaminacciadiOrigene:itesti
neotestamentari che parlano dellinferno sarebbero paterne minacce che non sarebbero mai
messeinpratica.[]Inproposito,siricordala
reazionepatristicacontrolapropostadiOrigene.
Nel ConcilioVaticano II, rispondendo alla proposta di una correzione nella quale si chiedeva
chesiaffermassechevieranodannatidifatto,la
Commissione teologica giudic che non fosse
necessariointrodurla,poichitestievangelicicitatinellostessoConcilio[inLumenGentium,
n. 48: Mt 25,26.41; Mt 22,23 e 25,30; 2 Cor
5,10;Gv5,29;Mt25,46]hannolaformagrammaticaledifuturo. Nonsitrattadiverbiinforma
ipoteticaocondizionale,madifuturo:andranno(Mt25,46:riferitosiaaidannatisiaaisalvati)supponechequalcunoandr.[]LespiegazionidelleCommissionicostituisconolinterpretazioneufficialedeltesto.OgniPadreconciliare
che non daccordo col testo cos interpretato
deverisponderesemplicemente:nonplacet.Infatti quello che si tratta di approvare o non approvareinunConciliosempreuntestoalquale
gistatadatauninterpretazioneufficiale.Nel
nostrocaso,quindi,abbiamouninterpretazione
ufficiale del senso col quale si introducono nel
testodellaCostituzionedogmaticaLumengentiumlecitazionideipassievangelicigrammaticalmenteinfuturo:inaltreparole,dicomeiltesto conciliare intende quei passi citati. [] In
fondo,bisognerriconoscerecheDioprendesul
serio,moltosulseriolalibertdelluomo(cf.J.
Ratzinger,Eschatologie,p.177s).[]Pensareche,comunque,Diopotrebbeportareincielo,
per misericordia, un peccatore che liberamente
rimane tale, una tesi nominalistica [], tesi
chedimenticacheilcielononunposto,ma
unostatodintimaamicizia;elamicizianonsi
imponeenonpuessereimposta:offertaed
accettataorifiutataliberamente(CndidoPozo,
Teologiadellaldil,Paoline,p.425-428)
13 cf.L24,L44,L45
14 L19:o.c.,vol.2,p.481-482
15 cf.L261
16 cf.S.CaterinadaSiena,vitascrittadaB.
RaimondodaCapua,Cantagalli,nn.194-195.198

NOTE
1 Orazione19:LeOrazionidiS.Caterina

daSiena,acuradiG.Cavallini,Cantagalli,p.37
2 S. Caterina da Siena, vita scritta dal B.
RaimondodaCapua,Cantagalli,n.15
3 cf.1Tm2,4
4 L102:o.c.,vol.1,p.528
5 cf.S.CaterinadaSiena,vitascrittadal
B. Raimondo da Capua, Cantagalli, n. 31, 44,
58-60,82,83,105,344s,362,366
6 L102:o.c.,vol.1,p.528
7 cf.Mt27,45-46;Mc15,33-34;2Cor5,21;
Gal3,13-14;Gv1,29;Rm15,3;1Pt2,24
8 cf.Orazioni19,21,22
9 NumeroselecitazionisullaVerit.Propongo la seguente: Povera me! Povera me! Io
muoio, e non posso morire, vedendo che sono
prividellaVeritproprioquellichedovrebbero
essereprontiamorireperlaVerit.Iovoglioche
tiinnamoridellaVerit(L284:o.c.,vol.2,p.
129)
10 cf. Dialogo della Divina Provvidenza,
S.CaterinadaSiena,n.18
11 cf. Dialogo della Divina Provvidenza,
S. Caterina da Siena, n. 36-37; L 59, L 111, L
202;v.CatechismodellaChiesaCattolica,LibreriaEditriceVaticana,n.1033-1037
12 Purnellavolontdisalvaguardarelaveritdogmaticadellesistenzadellinferno,sinota
oggiunatendenzaapensareallinfernopiuttosto
come a unipotesi che come una realt esistenziale. [] Si inclina a pensare che, in pratica,

27

La Patrona dEuropa

Domenicani
il mAeStro generAle in viSitA A SienA

Quali sono i motivi per cui oggi un


giovane pu essere attratto dallordine dei predicatori?
Per vivere una vita come i primi discepolidiGes.VivereconGes,secondo linsegnamento del Vangelo, ma soprattuttovivereconGeseconlagente
edesseredisponibiliadascoltarelagente.ImportantefarcapirecheDiovuole
esserefamiliare.
in una societ come la nostra fortemente secolarizzata, come si pu arrivare alle persone e in modo particolare ai giovani?
Dioamicodellumanit,familiare,sideveandareadincontrareigiovani,eascoltarliperprovareacapire.
lordine dei Predicatori si avvia a
celebrare il giubileo dellordine. Alla
luce di 800 anni di storia ed esperienza
come vede la Chiesa cattolica del futuro.
VedolaChiesacomeriscopertadivita di fraternit. C una Chiesa forte
quando i credenti vivono in fraternit e
lechiesesonoincomunioneeincondivisionedellafede,perchlavitacristiana ha bisogno della condivisione della
fede.QuestoimplicaundinamismodellaChiesa.
Nel 2016 lOrdine dei predicatori,
fondatodaDomenicodiGuzman,celebrerilGiubileodellOrdine,ciolottavo centenario dallapprovazione dellOrdinedapartediPapaOnorioIIIil
22dicembre1216.

limadellegrandioccasioniaSan
Domenico di Siena luned 17
marzo scorso per unoccasione
speciale: la visita canonica del Maestro
generaledellOrdinedeiPredicatori,PadreBrunoCador.PadreBrunonatoin
FranciaaLeCreusotnel1954eil5settembre2010statoelettoottantasettesimo Maestro generale dei Domenicani.
Padre Bruno un medico ed entra nel
noviziatodeiFratiPredicatorinel1979,
vieneordinatosacerdotenel1986enel
1992 consegue il dottorato in teologia
morale. Prima dellelezione a Maestro
generaledellOrdinestatoprioredella
provinciadomenicanadiFranciaedirettoredelCentrodieticamedicadellUniversitcattolicadiLille.
Cosa significa essere alla guida di
un ordine religioso cos importante.
Vuol dire cercare lunit e la comunione,esserepresentetraifratelliedesserecostruttorediunit,sonotradivoi
aservizio.

La Famiglia domenicana nella cripta di S.


DomenicodiSiena

28

La Patrona dItalia

Domenicani
Bernardino Prella O.P., Socio del Maestro generale per le province dItalia,
Malta e Spagna, membro del Consiglio
generaliziodellOrdine.Durantelavisitacanonicacstataancheunariunione
conviviale alla quale hanno partecipato
le istituzioni che si riconoscono nella
Famigliadomenicana,comelaFraternita laica, le Comunit delle Suore domenicanediSanSisto,ilPrioreelasegretariadellAssociazioneInternazionaledeiCaterinati,eirappresentantidella
Contrada del Drago, sul cui territorio
sorgonoilconventoelaBasilicadiSan
Domenico.
Franca Piccini

Da sn. P.Aldo Tarquini Priore della provincia


domenicana romana di S. Caterina, il Pope P.
Basilio, il Maestro Generale dellOrdine dei
predicatori P. Bruno Cador, P.Alfredo ScarcigliaPriorediS.DomenicodiSiena

Durante la visita a Siena, il Maestro


generale era accompagnato da Padre

Caterinati
ConSiglio generAle

lcardinaleLeonardoSandri,prefetto
della Congregazione per le Chiese
Orientali,presiederleFesteinonorediSantaCaterinadaSienachesiterrannoil3e4maggioprossimi.LannunciostatodatodallarcivescovomonsignorAntonioBuoncristianiduranteilavori del Consiglio generale annuale
dellAssociazioneInternazionaledeiCaterinati,tenutosiaSienal8eil9marzo
scorsi.
Monsignor Buoncristiani, che anche
presidente di questaAssociazione, si
soffermatoarifletteresuSantaCaterina
eleucarestiadatochequestannonella

nostradiocesicisiapprestaavivereun
anno eucaristico dedicato al centenario
dellaricognizionedelleSacreParticole,
le ostie che si conservano incorrotte a
SienanellabasilicadiSanFrancesco.
previsto anche un pellegrinaggio delle
SacreParticolenelterritoriodiocesanoe
a maggio un convegno con Enzo Bianchi,prioredellaComunitdiBose.
Durantelariunioneivaripresidentidei
gruppihannoillustratoleattivitsvolte
durante lanno, attivit che vanno dalle
conferenze,agliincontrinellescuole,ai
ritirispirituali,aipellegrinaggifinoallinaugurazioneaRomadiunanuovachie-

29

La Patrona dEuropa

Caterinati
diSovicille,costituitosi nellottobrescorso
e frutto di un
percorsoiniziato nel 2012 e
culminato con
lofferta dellolio per la lampadavotivaper
leFeste2013.
Lassemblea
dellAssociazione stata
questannoparticolarmentevivae,comeharibaditoilPrioregenerale,
professor Paolo Nardi, alla ripresa dei
lavoriladomenicamattinadel9marzo,
stata una bella assemblea, con interventi approfonditi e con tante proposte
emerse. Dopo la discussione e la programmazionedellattivitfutura,icaterinati si sono spostati nellOratorio del
crocifisso,alSantuarioCasaperassistere alla Messa che stata concelebrata
dallarcivescovo monsignor BuoncristianiedalRettoredelSantuariomonsignor Benedetto Rossi. LAssociazione
deiCaterinatisiapprestaaviverequesto
anno2014contantoimpegnoeconimportanti iniziative che vertono tutte a
diffondere il pensiero della Santa affinchconilsuoesempiodivitapossailluminarequestonostrotempodicrisieconomicaemorale.
Franca Piccini

sa dedicata a Santa Caterina e ad altre


iniziativevolteafarconoscerelavitae
la spiritualit della Santa senese. Questanno sono settantacinque anni che
SantaCaterinadaSienaeSanFrancesco dAssisi sono stati proclamati patroniprimaridItaliaeanchelaprogrammazione per il 2014 delle varie attivit
deigruppivertepropriosuquestaricorrenza,checidlopportunitperparlare
di Caterina e per poter proporre il suo
messaggioeilsuopensiero.
Nelcorsodeilavoristatodeciso,seppure in via sperimentale, linclusione
nellaGiuntaesecutivadellAssociazione
diduenuovimembri,perquestolascelta caduta sul dottorAlberto Becca,
presidente del gruppo di Bologna e la
dottoressa Marina Delfino, presidente
delgruppodiVarazze.
Al Consiglio generale di questanno ha
partecipatoperlaprimavoltailgruppo

30

La Patrona dItalia

SE SEI AMICO DELLA RIVISTA RINNOVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO


SOSTENERE LA RIVISTA VUOL DIRE DIFFONDERE SEMPRE PIU' IL PENSIERO E L'OPERA
DI SANTA CATERINA CHE, ALL'INIZIO DEL TERZO MILLENNIO SI RIVELANO ESSERE DI GRANDE ATTUALITA'.

SE AVETE DA SEGNALARE ERRORI NEGLI INDIRIZZI, OPPURE AVETE DA DARE SUGGERIMENTI


O CRITICHE, POTETE FARLO SCRIVENDO AL SEGUENTE RECAPITO:

FRANCA PICCINI FALORNI VIA E. CIACCI, 15 - 53100 SIENA


PER ULTERIORI NOTIZIE CONSULTARE I SEGUENTI SITI WEB:
PER SAN DOMENICO DI SIENA
www.basilicacateriniana.com
e-mail: info@basilicacateriniana.com
PER ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE CATERINATI
www.caterinati.org
www.santacaterinadasiena.org
e-mail: associazione_caterinati@virgilio.it
La Patrona dItalia e dEuropa anche online.
possibile leggere la rivista collegandosi
al sito della Basilica www.basilicacateriniana.com

31

La Patrona dEuropa

Basilica Cateriniana
di San Domenico - Siena
I nostri Orari
APERTURA
Da novembre ad aprile: ore 9 - 18
(Messe e celebrazioni nella Cripta)
Da Maggio ad ottobre: ore 7 - 19
(Messe e celebrazioni in Basilica)
SANTE MESSE
Giorni feriali: Conventuale ore 7,30 - 9 - 18
Giorni festivi: ore 7,30 - 9 - 10,30 Parrocchiale ore 12 - 18
CONFESSIONI
Giorni feriali: prima delle Sante Messe
Giorni festivi: prima delle Sante Messe
LITURGIA DELLE ORE
Celebrazione delle Lodi ore 7,30 (durante la Messa conventuale)
Celebrazione dei Vespri ore 19,45
da novembre ad aprile in Cripta
da maggio a ottobre in basilica