Sei sulla pagina 1di 1

ambiente

i n f o r m a z i o n e p u b b l i c i t a r i a

Energie
Monitoraggio, rappresentano il braccio operativo dell’Agenzia nel territorio e

prevenzione e controllo svolgono il compito di coordinare ed integrare le attività di la-


boratorio, di controllo sul territorio, di vigilanza ed ispezione.

del territorio alla base Le attività operative dell’Arpac possono essere distinte in due
ceppi fondamentali: il Servizio Territoriale, che presidia le attivi-

degli impegni dell’ARPAC tà di vigilanza e controllo sul territorio; il Dipartimento Tecnico


che realizza tutte le attività di laboratorio connesse alle analisi

e della Regione ambientali.


Naturalmente ogni criticità ha una sua unità tematica spe-
cialistica quali: alimenti, acque per uso umano, acque interne e
marino costiere, inquinamento atmosferico, suolo e rifiuti.

C
ampania, terra di gradi bellezze paesaggistiche dinare le attività tecnico-scientifiche ed amministrative, non- Un’articolazione in primis territoriale e poi per materia che
ma di altrettanti scempi ambientali. Proprio a tu- ché le attività dei Dipartimenti Provinciali, delle unità di crisi e conferisce all’Arpac quelle caratteristiche di presenza territoria-
tela di un patrimonio così vasto nel 1998 è sta- dei centri e servizi tematici, di definire le strategie informative le e di specializzazione tecnica che possono garantire una fitta
ta istituita l’Agenzia Regionale per la Protezione e comunicative dell’Agenzia; i Dipartimenti Provinciali, invece, tutela a tutto il territorio della Campania.
Ambientale della Campania, un ente strumentale
della Regione Campania. Con la legge Regionale n. 10 del 29
luglio 1998, infatti, si è dato seguito a quell’attività di monito- Un marchio di qualità
raggio, prevenzione e controllo necessari per salvaguardare il per le acque campane
territorio della Campania troppo spesso vittima della negligenza e agevolazioni per le aziende
generale e delle cosche malavitose assetate di guadagno spor-
co. Nella citata legge vengono anche indicate le attività pecu-
che “investono” nel vetro
liari dell’ARPAC che si possono riassumere in varie funzioni di
Da qualche mese è entrata in vigore la legge che regola le
protezione e risanamento ambientale in sede locale: vigilanza e
acque della Campania. La norma punta ad offrire strumenti e
controllo del rispetto delle normative vigenti, supporto tecnico-
modalità per promuovere e valorizzare le attuali 15 tipologie di
scientifico agli Enti Locali, erogazione di prestazioni analitiche di
acque minerali da imbottigliamento e le sorgenti termali (circa
rilievo sia ambientale che sanitario, realizzazione di un sistema
200 concessioni) distribuite su tutto il territorio, con punte di
informativo ambientale, attività di ricerca e informazione.
Proprio per assicurare una fitta presenza su tutte e cinque eccellenza nell’isola di Ischia, nei Campi Flegrei, nell’area vesu-
le province della Campania l’Arpac si presenta con una struttura viana, nelle province di Benevento, Salerno ed Avellino.
fortemente articolata. La norma prevede l’assegnazione del “Marchio di Qualità”
L’agenzia è infatti costituita da una unità centrale con sede e la programmazione del Piano di settore, una sorta di Piano
a Napoli e che comprende la Direzione Generale, la Direzione Regolatore delle Acque Campane.
Tecnica e la Direzione Amministrativa, e da cinque Dipartimenti Tra le iniziative in difesa dell’ambiente, la Regione offre in-
Provinciali e da Centri tematici specialistici che ne assicurano centivi alle aziende di acque minerali concessionarie (sono 11
una costante presenza sul territorio regionale. in Campania) che sostituiscono parte dell’imbottigliamento in
Ogni organo ha una funzione diversa: la sede centrale ha il plastica con il vetro. Alle aziende che useranno esclusivamente
compito di definire le politiche di indirizzo e sviluppo, di coor- vetro a rendere verrà abolito del tutto il canone regionale.

MONITORAGGIO MARINO
COSTIERO

La flotta dell’ARPAC si compone di un battel-


lo oceanografico, l’Helios, attrezzato per
&KTGVVQTG compiere in autonomia operazioni strumenta-
)GPGTCNG li, analitiche e di elaborazione dati, di 3 battel-
li da 26 piedi e 3 da 34 piedi impiegati principalmente per le attività di
controllo sulla qualità delle acque di balneazione lungo le coste delle Pro-
Prof. Ing. Gennaro Volpicelli vince di Caserta, Napoli e Salerno e al monitoraggio di alghe tossiche.

CENTRO REGIONALE
SITI CONTAMINATI
&KTGVVQTG 
&KTGVVQTG Situato a Pozzuoli, punto di riferimento di
6GEPKEQ #OOKPKUVTCVKXQ Istituzioni, enti e cittadini del Mezzogiorno
d’Italia e del Mediterraneo, il Centro è dotato
di attrezzature e macchinari ad alta tecnolo-
Dott. Franco Scarponi Dott.ssa Santa Brancati gia per lo studio e l’analisi delle diossine, dei microinquinanti, della qualità
dei suoli e dei rifiuti.

&KRCTVKOGPVQ

2TQXKPEKCNG QUALITÀ DELL’ARIA
#XGNNKPQ Il controllo dei parametri relativi alla qualità
dell’aria è una delle principali attività istituzio-
nali dell’ARPAC che gestisce la rete regiona-
&KRCTVKOGPVQ
 le di monitoraggio attraverso una serie di
2TQXKPEKCNG centraline dislocate sul territorio campano.
Tale rete è rafforzata ed integrata dalle attività di monitoraggio biologico
$GPGXGPVQ meteo ambientale che contribuiscono a delineare un panorama completo
della qualità della matrice aria nella regione.

&KRCTVKOGPVQ

2TQXKPEKCNG COMUNICAZIONE AMBIENTALE
ARPAC è all’avanguardia per quanto riguar-
%CUGTVC da l’informazione ambientale grazie all’attivi-
tà di reporting, al supporto scientifico del sito
internet ed alla pubblicazione e diffusione
&KRCTVKOGPVQ
 della rivista Arpa Campania Ambiente.
2TQXKPEKCNG Attraverso servizi realizzati anche in collabo-
razione con professionisti di alto livello, tutte le tematiche ambientali vengo-
0CRQNK no affrontate con particolare cura, analizzandone le cause e individuando
le possibili soluzioni.

&KRCTVKOGPVQ

2TQXKPEKCNG RIFIUTI AGENTI FISICI
5CNGTPQ Nel settore dei rifiuti, i Dipartimenti Provincia- Il monitoraggio dei campi elettromagnetici,
li dell’ARPAC svolgono attività di controllo del rumore e della radioattività è un’ attività di
sul territorio regionale e attività analitiche notevole importanza, incentrata sulla valuta-
anche su richiesta delle AA.SS.LL., della zione dei rischi per la salute dei cittadini e
Regione, degli Enti Locali, dell’Autorità dell’ambiente. ARPAC, in questo ambito,
Giudiziaria, della Prefettura, degli organismi svolge funzioni di protezione e risanamento
di vigilanza e dei privati. Inoltre, il Gruppo Emergenze Ambientali (che ambientale, controllo del rispetto delle normative vigenti, erogazione di
opera sull’intero suolo campano in situazioni ad elevato livello di priorità) prestazioni analitiche ambientali e sanitarie, realizzazione del sistema
effettua sopralluoghi ed ispezioni. informativo ambientale, nonché attività di ricerca e informazione.

CONTATTI ARPA CAMPANIA Sede centrale Via Vicinale Santa Maria del Pianto Centro Polifunzionale, Torre 1 - 80143 - Napoli
centralino: 081.2326111 - web site: www.arpacampania.it