Sei sulla pagina 1di 1

24 ALTRI SPORT giovedì 29 ottobre 2009

IL PERSONAGGIO - DOPO TRE ANNI PARTENOPEI IL “CAGNACCIO” CERCA NUOVI STIMOLI A NOVARA

Rosolino prepara le valigie, addio al Posillipo


NAPOLI. Il “cagnaccio” ha ancora fame di vittoria e per soddisfarla Posillipo ho conquistato nove delle mie sessanta medaglie
serve un contesto nuovo e nuovi stimoli. Massimiliano Rosolino (nella internazionali - spiega Max - ed è stato davvero un bel connubio. Ma
foto) dopo tre stagioni in rossoverde annuncia l’addio al Circolo tutti sanno come sono fatto, ho bisogno di cambiare, di variare i
Posillipo, e domani comunicherà anche la sua prossima destinazione, programmi e le motivazioni. Non è la prima volta che mi rimetto in
che segue le scelte dell’Australia, di Roma e Verona (prima del ritorno a gioco. Sono stato bene e resto legato al Posillipo. Mi ha dato
Napoli) confermando le sue attitudini di giramondo sempre a caccia di l’opportunità di stare spesso nella mia città, vicino alle persone che
motivazioni e novità. Per il futuro di Rosolino in pole position sembra amo. Ma ho bisogno di fare nuove esperienze: sono stato due settimane
esserci la Rari Nantes Novara (scelta molto probabile viste le due a Novara dove c’è un impianto fantastico e dove sta nascendo un
settimane d’allenamento trascorse dal napoletano nella struttura di progetto che mi piace molto». E la scelta manifesta una voglia che pone
Sant’Agabio che ha di frequente ospitato i raduni della nazionale Rosolino ancora lontano dall’addio al nuoto: «Non penso al ritiro, anzi,
azzurra), con l’alternativa dell’Aniene Roma non escludibile come ho nuovi obiettivi da raggiungere. E poi, non voglio fermarmi a 60
seconda scelta. Ma quello di Rosolino col circolo di Mergellina è un medaglie vinte. Il 14 novembre al meeting di Viareggio farò l’esordio
legame che si interrompe senza sofferenza, come lo stesso campione in gara, poi i campionati italiani di Riccione in vasca corta e gli Europei
vincitore di 60 medaglie a livello internazionale spiega: «Con il di dicembre a Istanbul». Il “cagnaccio” ha proprio ancora tanta fame.

BASKET NUMERI IMPORTANTI PER LA GUARDIA LETTONE CLASSE ‘83 CHE ARRIVA A RINFORZARE L’ORGANICO DI NAPOLI

Martos, alla corte di Pasquini arriva Skele


di Fabrizio Giardino diventano molto importanti per il BASKET A DILETTANTI
resto della squadra. Sono molto con-
NAPOLI. Si allena Grant, si parla di tento che la società lo abbia ingag-
Gaines e Spinelli e alla fine arriva giato». Sant’Antimo, prossima tappa Trapani
Armands Skele. Dopo giorni di voci,
indiscrezioni e fumate nere, il mer-
Una soddisfazione che può trovare
riscontro anche dal curriculum del
Foglia: «Buoni segnali dopo Ostuni»
cato della Martos Napoli stupisce lettone di 193 centimetri che, impre- SANT’ANTIMO. Dopo la sconfitta di misura ad Ostuni, la Nuove
ancora una volta tutti, addetti ai visti a parte, dovrebbe indossare la Frontiere Sant’Antimo ha ripreso gli allenamenti al PalaPuca in vista
lavori inclusi, e nella serata di ieri casacca Martos già nel derby di della prossima trasferta di Trapani, la quarta nei primi sei turni di
arriva dalla società di Gaetano sabato. Cresciuto nelle giovanili del campionato per il team biancorosso, che ha avuto un calendario sino a
Papalia l’ufficializzazione della firma Broceni Riga, ha fatto il suo debut- questo momento decisamente difficile, avendo affrontato fuori dalle
della guardia lettone che proviene to in prima squadra nella stagione mura amiche ben tre delle prime quattro squadre in classifica, nel
dal Basketbola Kluba Barons. 1999/2000. L’anno successivo si girone B di A dilettanti. Dopo l’amichevole con la Serapide Pozzuoli di
Così, mentre il clima da derby con sposta in Polonia al Wtk Anwil Wlo- Gizzi e compagni, coach Alfredo Foglia prova a tracciare un primo
Caserta monta e il club continua nel- clawek con il quale vince il campio- bilancio sul momento della sua squadra, a pochi giorni dall’ostica
la sua operazione simpatia aprendo nato polacco prima di trasferirsi in trasferta al PalaIlio di Trapani: «Ad Ostuni ho visto dei concreti
le porte del PalaBarbuto agli studenti Belgio dove gioca prima con il Lie- miglioramenti, rispetto alla sconfitta casalinga con Siena. La squadra
che avranno accesso gratuito per il Armands Skele. È una guardia lettone lʼultimo acquisto della Martos Napoli
gi e poi con lo Spirou Charleroi, per ha disputato una buonissima partita, al cospetto di una delle
match di sabato con la Pepsi, la cop- poi tornare in Lettonia nella stagio- compagini migliori del torneo ed attrezzata per primeggiare, come
pia Pasi-Papalia caccia dal cilindro Dopo Damon Jones quindi il merca- Franco Marcelletti. ne 2006 a Riga. Proprio con i Barons quella pugliese. La buona sorte non ci aiuta: avevamo Vico e Gizzi in
un’altra scommessa importante per to napoletano torna a pescare dal Proprio l'assistant coach del “pro- ha vinto la Fiba Eurocup nel 2008. precarie condizioni fisiche, con Cantone che si è subito fatto male e
risollevare le sorti di una squadra serbatoio dei comunitari con la fessore” spiega le doti del giocatore: Nazionale lettone dal 2003, Armands comunque siamo stati in partita sino alla fine del match. Continuiamo
apparsa in crescita nel confronto con guardia nata a Riga nel 1983 che «È un giocatore - commenta Pasqui- Skele ha preso parte a quattro Cam- ancora a lavorare sodo, l’inserimento di Cantone prosegue con
la Virtus Bologna, ma ancora lonta- sembra subito apparire come un tas- ni - che può giocare sia da 2 che da pionati Europei (2003, 2005, 2007 e interessanti prospettive e mi aspetto anche a Trapani una buona
na da quel gioco che può consenti- sello molto duttile da inserire nelle 3, che ci allunga le rotazioni sul peri- 2009). Nell’ultima stagione ha gio- prestazione dalla mia squadra, al cospetto di un’altra compagine con
re ai partenopei di cancellare prima rotazioni di 2 e 3 della formazione metro. Abbina forza fisica alla capa- cato 17 gare nella Lega Baltica con giocatori di categoria superiore e decisamente proiettata verso il
il -2 in classifica e cominciare poi la messa nelle mani di Federico cità di tirare da lontano. Sa creare 28.5 minuti di media, 16.3 punti, il vertice della classifica. Il calendario non ci aiuta, ma sono comunque
risalita verso l’obiettivo salvezza. Pasquini dopo il siluramento di situazioni di 1vs1 dal palleggio che 57.1% da 2, 33.8% da 3, 4.9 rimbalzi. fiducioso per il futuro». Paolo Amalfi

PALLANUOTO
BASKET FEMMINILE IL COACH: «LA RISALITA NON È IMPOSSIBILE»
IN BREVE
Silipo elogia i rossoverdi dopo Nervi:
Vomero, Gentile vuole una scossa «Stiamo crescendo, serve pazienza»
SCHERMA
Campionati cadetti U17,
NAPOLI. Tre sconfitte contro tre lo spogliatoio è quella di un gruppo NAPOLI. Serviva cancellare quanto Curatoli è d’argento
delle probabili rivali nella corsa alla che vuole assolutamente riprender- prima lo zero in classifica e la NAPOLI. Arriva un’importante e
salvezza ed una classifica che non si e sbloccarsi. Del lavoro che stiamo tanto aspirata vittoria è arrivata. preziosa medaglia d’argento per
lascia presagire nulla di buono facendo durante la settimana non Dopo l’amarezza del girone la scherma posillipina: l’ha con-
all’orizzonte. Napoli è lì giù, come posso assolutamente lamentarmi, d’Eurolega alla Scandone, il quistata Luca Curatoli ai cam-
Pozzuoli, unite nella sorte di fanalini ma è chiaro che senza la vittoria non Posillipo, che non aveva brillato pionati italiani cadetti di sciabola
di coda di una serie A che a quota si va lontano. Ci serve continuità ed all’esordio in campionato contro la che si sono svolti a Foggia. Lo
zero punti ha proprio le due squadre è una questione più mentale che Florentia, è riuscito in quel di sciabolatore posillipino, ai vertici
campane. La situazione del Vomero tecnica». Le tre sconfitte partenopee Nervi a trovare, nel recupero del della classifica under 17, dopo
Basket del presidente Panza non è infatti hanno evidenziato, oltre ad secondo turno di A1, la prestazione aver vinto tutti gli incontri di
delle più rosee, dopo una rivoluzio- una panchina corta, anche i troppi giusta per sbloccarsi e mettere un qualificazione si è arreso in finale
ne che ha ridimensionato le ambi- passaggi a vuoto del team vomere- altro tassello nel cammino di crescita di un gruppo al lavoro per soltanto a Leonardo Affede. Cu-
zioni del team e consegnato nelle E se per il momento il ricorso al mer- se: «L’aver giocato solo a sprazzi con confermarsi ai vertici della pallanuoto italiana. ratoli diventa così vice campione
mani di coach Mariano Gentile cato non sembra nelle priorità del Umbertide, Priolo e Livorno riguar- Ne è conscio coach Carlo Silipo che dopo Nervi ha elogiato i suoi: d’Italia dopo aver superato una
(nella foto) una squadra molto gio- club, che fin qui ha fatto più di una da tutte le giocatrici e vale anche per «Abbiamo interpretato bene la gara fin dall’inizio - ha detto il tecnico selezione di circa 140 parteci-
vane ma fin qui apparsa lontano da scommessa in sede di campagna quelle che partono dalla panchina. rossoverde -. Non ci siamo fatti sorprendere ma anzi abbiamo subito panti.
un rendimento buono per la salvez- acquisti. Fin qui il campionato ci dice che dato l’impronta decisiva al match». Un impronta che oltre al piglio ha
za. I ko con Umbertide, Priolo (fuori La voglia e la determinazione nel- dovremo fare la corsa proprio contro evidenziato anche progressi tecnici importanti per il prosieguo della BASKET
casa) e Livorno sono amari tanto l’obiettivo di risalire la china non queste tre squadre e forse anche con stagione: In vasca il Posillipo, come spiega Silipo ha giocato «Bene
quando i due 0-20 a tavolino com- manca a coach Mariano Gentile che Como e Parma, ma tutto passa dal anche in difesa. Poco alla volta la squadra cresce: sappiamo che
Impresa Roma a Mosca
minati dal giudice sportivo alle fle- ribadisce il suo credo di lavoro inten- nostro rendimento. Sono convinto bisognerà avere pazienza per tutto l’anno perchè con i giovani è così» Cska supeata 74-69
gree di coach Palumbo, ma in casa so con le giocatrici a disposizione: che se miglioriamo possiamo otte- ma di sicuro la via migliore è quella di Nervi, quella che passa per le MOSCA. La Lottomatica Roma
Napoli non c’è voglia di arrendersi. «L’aria che si respire all’interno del- nere anche risultati importanti». fg vittorie. firma una delle imprese più belle
della sua storia recente e sbanca
il campo del Cska Mosca. Fini-
VOLLEY - AZZURRI CON EGITTO, GIAPPONE E IRAN TENNIS LA BRINDISINA CI SARÀ IN FINALE DI FED CUP sce 74-69 con i capitolini che
controllano per quasi tutti i 40’ il
Petrucci lancia il Mondiale italiano: match e nel finale hanno il

«L’organizzazione non deluderà» Pennetta ok per la sfida contro gli Usa grande merito di essere freddi e
trovare i canestri decisivi con
Tourè e De la Fuente. Tutta la
ROMA. «A livello organizzativo ai prossimi Mondiali di pallavolo ROMA. Flavia Pennetta ci sarà. Può squadra di Gentile gioca una
faremo una gran bella figura. Ma sono convinto che anche la nostra tirare un sospiro di sollievo, il capi- grande partita, con Hutson (15
nazionale sarà all’altezza con una squadra da medaglia». Il presidente tano della nazionale italiana di ten- punti), lo stesso Tourè (13), Win-
del Coni, Gianni Petrucci, intervenuto all’Auditorium di Roma per i nis Corrado Barazzutti. La brindisi- ston (13) e Jaaber (11) in doppia
sorteggi dei gironi della fase finale, è ottimista sulla buona riuscita na, reduce da un infortunio al ginoc- cifra, ed una difesa impeccabile
organizzativa e tecnica dei mondiali di pallavolo che si disputeranno chio, ha perfettamente recuperato nei momenti decisivi.
in Italia nel 2010 in dieci città (Torino, Milano, Verona, Trieste, ed è stata quindi regolarmente con-
Modena, Firenze, Ancona, Roma, Reggio Calabria, Catania). vocata per la sfida di Fed Cup con- TENNIS
Ottimismo condiviso anche dal presidente della federvolley, Carlo tro gli Stati Uniti, valida per la finale Agassi choc: «Nel 1997
Magri: «Spero davvero che non si fallisca - ha confessato -. Da un del tabellone mondiale 2009 in pro-
punto di vista organizzativo faremo bene e non sbaglieremo nulla, gramma il 7 e 8 novembre a Reggio
assunsi droghe pesanti»
anche grazie all’impegno del Governo. Anche la nostra nazionale, Calabria (terra rossa). LAS VEGAS. Andre Agassi
seppur in difficoltà, saprà tirare fuori il meglio, come sempre riesce a A completare la squadra azzurra, ci choc. Il vincitore di 8 Grande
fare nei momenti di difficoltà. Sono orgoglioso di questo Mondiale, saranno: Sara Errani, Francesca foto), arriva anche la notizia meno le altre americane convocate sono Slam, racconta nella sua auto-
anche se ora comincio già a sentire la pressione per le partite». Schiavone e Roberta Vinci. Terza buona che anche Serena Williams Alexa Glatch, Liezel Huber, Melanie biografia che nel ‘97 durante un
E proprio a Roma sono stati ieri sorteggiati i gironi del primo turno dei finale negli ultimi quattro anni per la sarà della partita. L’americana, n. 2 Oudin. La finale si disputerà sulla ter- controllo, lo statunitense fu tro-
mondiali. Urna abbastanza favorevole per gli azzurri che nel girone nazionale femminile, che nel 2006 si del ranking mondiale, torna a gio- ra rossa di Reggio Calabria, dove le vato positivo alla metanfetamina
d’apertura della rassegna iridata se la vedranno con Giappone, Egitto è aggiudicata il titolo battendo per 3- care con gli Stati Uniti nella compe- due azzurre andranno a caccia del di tipo Crystal. «La mia carriera
e Iran dunque un terzetto di sfidanti certamente all’altezza della 2 a Charleroi il Belgio di Justine tizione a squadre dall’aprile 2007, secondo titolo, dopo quello conqui- rischiava di finiree mentii al di-
compagini azzurra. Certamente molto interessante in gruppo B, quello Henin. quando aiutò la formazione a stelle stato nel 2006 contro il Belgio e la rettivo Atp dicendo che l’avevo
dei Campioni del Mondo del Brasile che se la vedranno con Cuba, E se dall’infermeria viene fuori la e strisce a battere per 5-0 il Belgio. sconfitta dell’anno successivo con- assunta accidentalmente».
Spagna e Tunisia. buona notizia della Pennetta (nella Non ci sarà invece la sorella Venus: tro la Russia.