Sei sulla pagina 1di 1

22 SPORT giovedì 29 ottobre 2009

SERIE D NEL BIG MATCH DI GIORNATA I GRANATA VANNO IN VANTAGGIO CON AURICCHIO, MA I MUGNANESI IMPATTANO

Somma salva il Neapolis a Pomigliano


POMIGLIANO 1 Per buona parte della gara il gioco è rore di Bianchi che, perdendo pal- LE INTERVISTE
stato interrotto per falli tattici o en- la, lascia Auricchio solo per batte-
NEAPOLIS 1
POMIGLIANO: Sorrentino 6, De
trate dure che hanno visto più volte
l’entrata dei sanitari. Il primo tem-
re il portiere ospite.
Dopo il gol i granata continuano a I due Romano:
Santo 6 (Nicoletti 6), Noviello 6, Mol- po si chiude con una grossa occa- giocare tentando la via della rete
lo 6, Mauro 6, D’Arienzo 6.5, Cini
Noya 4, Ausoni 5.5, Auricchio 6.5,
sione per Mollo che, lasciato solo a
pochi centimetri dalla porta, mette
con Davanzo che cerca di sorpren-
dere dalla distanza un attento Na-
«Che peccato»
D’Avanzo 5, Picci 6 (Guadagno s.v., la palla fuori. Nel frattempo c’erano poli che mette in calcio d’angolo. POMIGLIANO. Tutto sommato le
Alizzi s.v.). All. Nastri 6. stati dei battibecchi fra le due pan- Il Pomigliano continua ad attacca- due dirigenze sono soddisfatte per
NEAPOLIS M.: Napoli 6, Attanasio chine ed il signor Zappattore allon- re fino al 20’ per poi rallentare le il gioco espresso in campo, forse
6, Mannone 6, Daleno 6.5, Bianchi tana dal campo il medico sociale manovre. È palese che giocare ogni un pò meno da parte granata per
4, Barone 6 (Fiore s.v.), Bonanno 6, granata. Il direttore di gara a volte tre giorni non giova alle compagi- il risultato finale, come traspare
Somma 6.5 (Monticelli s.v.), Pastore perde un po il polso della situazione ni ed in questo caso il Neapolis si dal volto e dalle parole del
5.5 (Laviano 6), Moxedano 6, Fon- passando sopra su alcuni fallacci ed fa vivo con un paio di contropiede vicepresidente Luigi Romano,
tanll 6. All.: Castellucci 6. interrompendo il gioco per cose po- con il neoentrato Laviano senza amareggiato per l’occasione persa:
ARBITRO: Zappatore di Taranto co importanti. Nella ripresa si cam- creare particolari problemi alla di- «Ho il rammarico per il pari; visto
Baldo Somma, autore ieri del gol dellʼ1-1 nella sfida contro il Pomigliano
5.5. bia registro, infatti le due squadre fesa locale. I ragazzi di Castellucci quello che è successo sugli altri
RETI: 12’ st Auricchio(P), 32’ st cercano di giocare per vincere, an- aumentano la pressione iniziando campi potevamo recuperare
Somma(N) derby sono quelli più sentiti, infatti chi di Mugnano approfittano del che perché sanno stanno arrivando a creare buone trame di gioco qualche punto per avanzare in
NOTE: Ammoniti Ausoni, D’Avan- al “Gobbato” le due compagini non momento confusionario dei grana- risultati favorevoli dagli altri campi. mancando clamorosamente il pari classifica, peccato. Sicuramente
zo, Picci, Nicoletti, Daleno, Barone si sono risparmiate per niente, poco ta per portar palla in avanti. Infatti Il primo a tentare il gol è D’Avanzo al 21’ con Laviano che non sfrutta tra le squadre venute a giocare
e Laviano. Espulsi: il dottore e mas- calcio giocato, molti interventi du- le prime occasioni se le creano con con una bella azione solitaria: dal la- un cross basso di Moxedano, al 32’ qui al Gobbato il Neapolis è tra
sagiatore del Pomigliano per prote- ri, tante proteste e nervosismo alle tiri dalla lunga distanza con il sem- to destro si accentra per battere a il Neapolis viene premiato dei suoi quelle più forti, può dire la sua in
ste. 200 spettatori circa, in tribuna stelle, insomma non è stato proprio pre presente Moxedano. Il Pomiglia- rete con il suo piede mancino che sforzi pareggiando con Somma questo campionato, infatti ha un
l’ex arbitro internazionale Farina. un bel match. I ragazzi di mister Na- no si fa vedere dalle parti di Napoli sfiora di poco la traversa. Gli uomi- bravo ad insaccare di testa un ottimo organico con tanti giovani
Recuperi: 3’pt; 5’st. stri scendono in campo molto tesi, al 10’ con un bellissimo tiro al volo di ni di Nastri sono ora più agguerriti, cross dal fondo di Attanasio. Le molto bravi. A noi manca sempre
capiscono che in questo periodo le Ausoni che va alto sulla traversa liberati da quel timore che si era no- due squadre continuano ad affron- quel pizzico di fortuna, anche i
POMIGLIANO. Il Pomigliano non cose non girano per il verso giusto è chiudendo un cross perfetto di Pic- tato nella prima frazione di gioco tarsi a viso aperto creando azioni rimpalli non erano dalla nostra
riesce ad invertire la rotta, ennesi- si vede dalle prime battute sbaglian- ci. I più pimpanti del Neapolis sono tentando anche tiri da fuori area con pericolose da una parte e dall’altra parte, nonostante gli sforzi non
mo pareggio tra le mura amiche do passaggi elementari, invece il Moxedano e Fontanella che creano Picci e Auricchio. Infatti la fortuna ma devono arrendersi ai crampi co- siamo riusciti a vincere, pazienza.
mentre tutta la tifoseria locale si Neapolis aspetta in modo ordinato grattacapi alla difesa granata pro- premia l’audacia di quest’ultimo che si dopo cinque minuti di recupero Ai ragazzi non posso dire nulla
aspettava una vittoria dopo la scon- l’avversario per ripartire in velocità vando a sorprendere l’estremo di- al 12’ porta in vantaggio il Pomiglia- il signor Zappattore mette fine al- visto che hanno messo in campo
fitta di domenica scorsa, si sa che i con i suoi uomini di fascia. I bian- fensore con tiri dal limite dell’area. no sfruttando l’unico clamoroso er- le ostilità. Jefferson Nelli tanta voglia e tanta volontà, ma di
fronte avevamo una grande
squadra come il Neapolis; anche
CON L’ANGRI I FLEGREI RESTANO IN DIECI AL 20’, POI FALLISCONO IL RIGORE DEL BLITZ AL 70’ CON POZIELLO se il risultato non è giusto siamo
soddisfatti lo stesso». Il ds
Agostino Romano conferma le

Una bella Sibilla si mangia le mani parole del vicepresidente


«Nonostante la bella gara dei
ragazzi raccogliamo soltanto un
punto, siamo stati un po’
ANGRI 0 billa Bacoli. Non che il pareggio su IL TECNICO: «MA LA PRESTAZIONE MI INCORAGGIA» sfortunati infatti avevo pensato di
SIBILLA BACOLI 0 un campo difficile come quello di acquistare un esorcista perché in

ANGRI (4-4-2): Inserra 7, Lam-


Angri sia da buttare, soprattutto
se conquistato con un uomo in La rabbia di Carannante: questo periodo ci gira tutto male.
C’è il rammarico di non aver
biase 6.5, Cascella 6 (8’ st Carni- meno per oltre un’ora, ma l’occa- sfruttato questa giornata positiva
celli 6), Cacace 6, Alterio 6.5, Del-
la Femina 7, Amarante 6.5, Vita-
sione buttata al vento da Poziello
a venti minuti dal 90’ lascia un bel
«Sono due punti persi» per i risultati che sono arrivati
dagli altri campi, ma non mi sento
gliano 7, Galdi 6 (40’ st Falcone po’ di amaro in bocca. Il centro- ANGRI. C’è rammarico nelle dell’atteggiamento. Credo che di dire niente ai ragazzi perché
s.v.), Ferraioli 7, Incoronato 6.5. A campista flegreo, infatti, ha avuto parole di Enzo Carannante a in almeno un paio di occasioni vedo tutta la loro intensità
disp. Carotenuto, Cuomo, Marug- la possibilità di portare in vantag- fine partita: «Quando a pochi abbiamo sottovalutato i nostri quando si allenano in settimana
gi, Barone, Marrocco. All. Criscuo- gio i suoi, ma si è fatto parare il minuti dal termine della gara avversari, finendo per ed oggi c’era bisogno di una
lo 6.5. calcio di rigore da Inserra. Quello hai a disposizione un calcio di rilassarci troppo e perdere gratificazione. Ora devono
SIBILLA BACOLI (4-4-2): Mon- è stato il momento clou di un der- rigore per sbloccare la gara e punti importanti. Ma di tempo ricordarsi che sono una squadra
teleone 6, Rainone 6.5, Rea 6.5, Di by campano chiuso a reti inviola- non lo sfrutti è naturale a disposizione ce n’è ancora importante, fatta di giocatori
Domenico 6 (33’ st Zinno 6), Pon- te. pensare di aver perso due tanto e miglioreremo anche in importanti, aspettiamo che le cose
ziano 6.5, Costagliola 6.5, Dinolfo La prima occasione capita agli punti. È un peccato, anche questo». inizino a girare per il verso
6.5, Poziello 6.5 (25’ st Napolitano ospiti al 16’, quando Rea su puni- perché la squadra stava Vuole una Sibilla operaia giusto; complimenti al Neapolis
6), Giriberti 6, Solimene 7, Bavero zione sfiora il palo della porta di- giocando davvero bene, Carannante, almeno per il per la prestazione fatta, sono una
6 (20’ pt Annunziata 7). A disp. fesa da Inserra. Quattro minuti do- riuscendo a coprire bene gli momento: «è un campionato bella squadra, forse la più forte
Carannante, Barone, Esposito, po per la Sibilla la gara si mette po un primo tiro di Ferraioli. spazi seppur in inferiorità difficile, nel quale bisogna vista qui al Gobbato.
Ingenito. All. Carannante 7. male, perché il portiere Monteleo- Nella ripresa l’Angri parte all’at- numerica». Anzi, secondo lottare partita dopo partita Il direttore sportivo Manco è
ARBITRO: Calogiuri di Lecce 6.5. ne viene espulso per un fallo su In- tacco ma, come detto, è la Sibil- Carannante la prestazione di perché ad ogni scontro si soddisfatto della prestazione dei
NOTE: Spettatori 500 circa; an- coronato lanciato a rete. Mister la a sfiorare il gol al 24’: fallo in ieri è una delle migliori dei nasconde una trappola, basta suoi ragazzi: «È un bel punto
goli 7-3 per la Sibilla, al 24’ st Po- Carannante fa uscire una punta area di Cacace su Poziello, e l’ar- flegrei dall’inizio de torneo: vedere i risultati di oggi. Se poi guadagnato su un campo ostile
ziello (S) si fa parare un calcio di (Baviello) per inserire il secondo bitro assegna il rigore che Poziel- «Sicuramente. I ragazzi hanno a dicembre dovessimo trovare come questo, contro una
rigore da Inserra. Espulso al 20’ pt portiere Annunziata. Da quel mo- lo fallisce. Passa un minuto ed è fatto tutto quello che c’era da un attaccante in grado di farci compagine molto forte in casa. Da
Monteleone (S) per fallo da ultimo mento l’Angri avanza il proprio ba- l’Angri ad imprecare per la tra- fare; ma devo dire che in fare il salto di qualità elogiare il comportamento dei
uomo; ammoniti Della Femina (A) ricentro, ma la Sibilla non si fa versa colpita da Della Femina. Nel generale in trasferta stiamo potrebbero anche cambiare i ragazzi che non si sono smontati
e Solimene (S). Recuperi 1’ pt, 5’ schiacciare rispondendo in con- quarto d’ora finale, invece, suc- giocando sempre piuttosto nostri obiettivi. Per ora però dopo il gol preso. È uno dei pregi
st. tropiede. Al 37’ l’angri trova il gol, cede davvero poco, così Angri e bene, al limite è in casa che c’è dobbiamo fare di necessità di questa squadra. Ritengo sia un
ma grazie ad un evidente fallo di Sibilla devono accontentarsi di qualcosa da rivedere, virtù e conquistare quanti più risultato giusto per i valori
ANGRI. Si mangia le mani la Si- Incoronato sul portiere flegreo, do- un punticino. soprattutto dal punto di vista punti è possibile». espressi in campo». jefnel

AL “PINTO” CHISENA FA ESULTARE GLI OSPITI, GUADAGNUOLO FIRMA L’UNO A UNO LAZIC AMMETTE: «SIAMO STATI ANCHE FORTUNATI»

Il Francavilla mette il freno alla Casertana Feola “rimanda” i suoi falchetti:


CASERTANA 1 scente e molliccia quella che nel pri- zione di Guadagnuolo. Nel primo
«Non è ancora la squadra che voglio»
mo tempo ha dovuto soggiacere al- tempo, tra l’incredulità dei tifosi che, CASERTA. È deluso a fine gara Feola. L’allenatore rossoblù, però,
FRANCAVILLA S. 1 la migliore e più razionale armonia comunque, si sgolavano per dare lin- fa buon viso a cattivo gioco, elogiando il Francavilla: «Temevo più
CASERTANA: Schiavella 6, Castel- tattica del Francavilla che ha detta- fa ai rossoblù, il comando delle ope- questa partita - commenta il mister - che non quella con il
lano 5.5, Stigliano 6, Mastroianni 6, to legge in lungo e in largo. Ed an- razioni era tutto nelle mani del Fran- Neapolis. Abbiamo incontrato un avversario con giocatori esperti e
Florindo 5.5, Criscuolo 6.5, Lucarel- che quando al 32’ l’arbitro ha espul- cavilla, squadra bella e piacevole a di categoria che, inoltre, hanno il vantaggio di stare assieme da un
li 6 (41’ pt Bencardino 6), Torrens 5.5 so il difensore Tarantino per aver vedersi. Subito al proscenio Schia- paio d’anni. Un gruppo bene affiatato e con lo stesso allenatore che
(1’ st Monaco 5.5), Olcese 6, Guada- mandato KO Olcese, i lucani hanno vella (6’) imperiale nel deviare a vo- sa il fatto suo e può armonizzare, così, la recita a memoria del
gnuolo 6, Falco 6 (29’ st Cappelletti). sovrastato il collettivo rossoblù. Una lo d’angelo una maligna punizione collettivo». Come dire: troppo superiore il Francavilla. Il che
A disp. Merola, Raucci, Simone, G. supremazia più virtuale che reale se di Manzillo. La partita si snoda con dovrebbe assolvere la Casertana e i suoi paladini in campo. Poi,
Feola. All. V. Feola 6. è vero - come è vero - che sono pas- vibrante battaglie a centrocampo offre la sua riflessione sulla prestazione non esaltante della
FRANCAVILLA SUL SINNI: Di sati in vantaggio (46’ pt) grazie ad dove i baby Mastropianni e Luca- squadra. Non cerca alibi ma propone un esame globale soprattutto
Vincenzo 6.5, De Santo 6, Tarantino una sfortuna deviazione di Florindo relli vengono intrappolati dai volpo- sullo stato di salute, fisica e mentale, dei giocatori. «Va detto
5, Manzillo 6, Cesareo 6, Di Giorgio sorpreso dalla violenta sassata dalla ni Chisena, Manco, Verdesca il cui innanzitutto che la squadra ha speso molto domenica scorsa a
6.5, Verdesca 5.5 (26’ st Di Sanza 6), distanza del possente Chisena. Uno incedere creava spazi per Del Prete Mugnano. Poi, dobbiamo tenere in giusto conto la condizione non
Manco 5.5, Del Prete 6.5, Chisena 6 dei mancati acquisti (troppo onero- te ma soffocate dal disordine del e Di Senso che con rapide stratto- ottimale di alcuni giocatori. Per questo, tutto sommato, non ho
(12’ st Marziale 5.5), Di Senso 6.5 (39’ so l’ingaggio) della Casertana. Solo centrocampo molliccio, nonostante nate creavano non pochi fastidi al- nulla da recriminare. Nonostante tutto abbiamo incassato un buon
st Bocconi sv). A disp. Masi, Cocina, nella ripresa i ‘falchetti’ hanno di- le zampate di Torrens, e il solito pen- la retroguardia rossoblù. Al 32’ punto. Nel primo tempo la squadra è apparsa contratta. Forse
Scavone, La Neve. All. Lazic 6.5. steso le ali al vento dell’orgoglio e, dolarismo di Guadagnuolo il quale l’espulsione di Tarantino. Ma il van- avvertiva più del dovuto la stanchezza. Però, voglio ribadire che, al
ARBITRO: Bellotti di Verona 6. con il più solido passo di Bencardi- accusa il logorio dello sfiancante im- taggio numerico non arrecava frut- di là del risultato, stiamo facendo bene. Non è ancora la Casertana
RETE:.46’ pt Chisena, 22’ st Gua- no, subentrato sul finire del primo pegno profuso in questa prima fase ti alla Casertana che, anzi, subisce il che ho in mente. Ma non possiamo pretendere dai giocatori più di
dagnuolo. tempo a Lucarelli, e poi con il dina- del campionato. Ma è stato proprio gol nel minuto di recupero. Nella ri- quello che possono dare».
NOTE: Ammoniti Manzillo e Mo- mismo, pur se fumoso, di Manco, e il flipper rossoblù (68’) a mettere den- presa la flebile ma continua escala- A lenire il malumore che incupisce il volto di Feola il conforto
naco. Espulso Tarantino al 32’ pt. dal ultimo con le strattonate di Cap- tro, con fredda cattiveria e devastan- tion rossoblù pur se lì davanti le ver- morale di Lazic. «Non siate severi più di tanto con la Casertana che
Spettatori 1500 circa. pelletti, sono riusciti a estirpare dal te rabbia, un calibrato e ben taglia- ticalizzazioni sono un optional an- è pur sempre una squadra ben attrezzata e guidata da un tecnico
vivaio dei lucani il fiore del pareg- to cross di Falco che costringeva il che se Falco, soprattutto, e Olcese, di provato valore. Noi - e lo dico con estrema sincerità - siamo stati
CASERTA. Una Casertana disordi- gio. Primo tempo da dimenticare. portiere ad una disperata smanac- tentano qualche estemporanea sor- fortunati a trovare il gol al 45’. Certo mi sarebbe piaciuto vedere la
nata, claudicante, a tratti evane- Squadra statica, manovre abbozza- ciata che dava il ‘la’ per la realizza- tita. mia squadra in parità numerica fino al temine della partita».

Potrebbero piacerti anche