Sei sulla pagina 1di 1

14 SPETTACOLI giovedì 29 ottobre 2009

L’ECLETTICA CANTANTE SI È ESIBITA AL “BLUESTONE” PROPONENDO I BRANI DEL SUO NUOVO LAVORO DISCOGRAFICO

“Musa”, sound innovativi con la poliedrica Marina Rei


NAPOLI. È perfettamente a suo agio seduta alla batteria Marina evoluzioni vocali. al basso, Ciro Tuzzi alla chitarra
Rei (nella foto), poliedrico talento vocale del panorama musicale La sua voce, calda e grintosa, ha, infatti, catturato la platea del e Duilio Gaioto alle tastiere,
italiano; ospite al “Bluestone”, la giovane cantante figlia d’arte, ha “Bluestone” che nella sofisticata atmosfera del salotto musicale Marina Rei ha accompagnato la
infatti presentato in anteprima alcuni brani del suo nuovo album partenopeo, ha potuto gustare brani come “Donna che parla in sua esibizione vocale con
tutto al femminile intitolato “Musa”. Nutrita di varie e fretta”, “Buona vita a te”, “Il rovescio della cura” o “Al di là di un’ottima performance alle
diversissime culture musicali che spaziano dalla classica al blues e questi anni”, uno dei suoi più popolari successi. Musicista e percussioni e alla batteria;
in perenne ricerca di una propria particolarissima dimensione cantante affermata, Marina Rei è dunque un’ artista poliedrica e preceduta da una breve
musicale, la Rei da sempre sperimenta nuovi sound, mettendo dalle mille sfaccettature; tutto il suo percorso formativo, durante il presentazione iniziale e da
man mano a fuoco il proprio obbiettivo artistico e delineando il quale grazie ad una grande sperimentazione ha raggiunto ottimi alcune registrazioni di stralci di interviste rilasciate negli anni,
suo orizzonte musicale; affascinata dalla ritmica jazz a tratti rock livelli di maturità vocale e sonora, si riflette nei suoi pezzi, volte a ricucire a sprazzi la complessa figura della cantante, la Rei
e parallelamente dalle melodie italiana, la giovane artista riesce caratterizzati da una forte carica passionale a tratti melanconica ha dato prova del suo talento e della sua passione per la musica.
sempre a creare sperimentazioni particolari e interessanti ma sempre vitale ed energica. Accompagnata da Pierpaolo Ranieri Giuliana Loperto

L’ALBUM NEL CD DEL DUO, PRODOTTO DA “BRC ITALIA”, I DUETTI CON GRANDI ARTISTI DELLA CANZONE PARTENOPEA

“Dieci”, la nuova sfida dei Mr. Hyde


di Mariagrazia Poggiagliolmi girato il video “Questione ‘e core”: ria Nazionale “Questione ‘e core”, L’ATTESO RECITAL
una sorta di inno alla pace contro la con Gigi Finizio “Fammi riprova-
NAPOLI. “Dieci” come il numero guerra dilagante. Ora speriamo che re”, con Peppino di Capri “Rober-
della maglia di Diego Armando “Dieci” venga apprezzato anche ta”. Nel cd, in cui figura anche Regina Carter
Maradona, “dieci” come gli euro fuori i confini regionali». Ma come “Con gli occhi dell’amore” (testo e
del costo del lavoro discografico,
“dieci” come il voto già dato da
nasce “Dieci”? «Abbiamo scavato
nel profondo baule dei tesori della
musica Ludo Brusco-Rudy Brass)
cantato solo dai Mr. Hyde, hanno
a Sant’Elmo
buona parte degli ascoltatori al musica napoletana e così abbiamo preso parte musicisti napoletani
nuovissimo disco dei Mr. Hyde, portato alla luce brani che sentiva- come: Joe Amoruso, Gigi De Rien- NAPOLI. Stasera, alle ore 21 a Ca-
che ha come titolo appunto “Die- mo il desiderio di rileggere a nostro zo, Gianni Guarracino, Antonio stel Sant’Elmo, per la prima volta a
ci” (etichetta “Brc Italia” - produ- modo, senza però in alcun modo Annona, Pippo Seno, Rosario Jer- Napoli l’atteso concerto di Regina
zione artistica Mr. Hyde & Pippo snaturarne l’origine. “Dieci” rap- mano, Marco Zurzolo, Francesco Carter, considerata il violino jazz più
Seno). “Dieci” è stato presentato in presenta per due musicisti come Villani, Peppe Sannino, Enzo Api- importante e significativo dopo
anteprima nazionale al locale noi, non ancora conosciuti al gran- cella e tanti altri. “Dieci” si chiude quello leggendario di Stephane
“Brasserie” di Fuorigrotta in pre- de pubblico, una vera e propria sfi- con la traccia dal titolo “’O fatto” Grappelli. La sua bravura e la sua
senza di un folto numero di appas- da». Durante l’incontro è stato mo- (testo e musica: Brusco-Brasiello), fama sono state consacrate anche
sionati fans. Il disco, che sta fa- strato un simpatico backstage che nella quale l’attore Patrizio Rispo grazie alla collaborazione con Wyn-
cendo già un gran “rumore”, rag- ritrae i Mr. Hyde a lavoro con i va- dà voce ad un testo tratto dal libro ton Marsalis nel tour internaziona-
gruppa importanti eccellenze del ri artisti del progetto ed ancora so- “Sbagliando si vive” di Giuseppe le di “Blood in the fields” con la “Lin-
panorama musicale nazionale. Nel- no stati proiettati due video molto Brusco, scomparso nell’ottobre del coln Center Jazz Orchestra” e Cas-
l’album figurano artisti come Nino interessanti: quello di “Scrivimi” 2007, ed al quale i Mr. Hyde dedi- sandra Wilson per “Travelion Miles.
Buonocore, gli Audio 2, Sal Da Vin- nel quale si ritrovano gli attori Lui- cano l’intero cd. All’evento erano Regina, che ha iniziato a suonare il
ci, Enzo Gragnaniello, Tullio De Pi- sa Amatucci, Lucio Pierri e Mary presenti tra gli altri: Gianluca Man- violino a 6 anni, vanta collaborazio-
scopo, Edoardo Bennato, Maria Aruta e quello a forte impatto emo- zieri, con il quale i Mr. Hyde hanno ni con Oliver Lake, Max Roach e
Nazionale, Gigi Finizio, Peppino di tivo dal nome “Questione ‘e core”, iniziato a muovere i loro primi pas- con innumeravoli gruppi acustici
Capri, Patrizio Rispo. «Tutti gli ar- per la regia di Enzo De Vito. Con si, ed il cantautore napoletano Lu- come il celebre “Uptown String
Rudy Brasiello e Ludo Brusco compongono il duo “Mr. Hyde”
tisti che hanno collaborato con noi Nino Buonocore i Mr. Hyde canta- ca Sepe. Quest’ultimo ha sostenu- Quartet” e lo “String Trio” di New
- hanno sottolineato i Mr. Hyde - si no la nuova versione di “Scrivimi”, to l’importanza di seguire con York. La violinista presenta il suo al-
sono mostrati da subito molto di- da poco finito il Festival di Sanre- mo molto affezionati - continuano con gli Audio 2 “Neve”, con Sal Da grandi sforzi di promozione e di- bum “Paganini after a dream” che,
sponibili. Non ci aspettavamo la mo ed era nel pieno del suo suc- i Mr. Hyde - a “nonno Peppe”, alias Vinci “Fai come vuoi”, con Enzo stribuzione “Dieci”, augurandosi grazie alla collaborazione del Co-
cordialità e l’entusiasmo dimo- cesso. Con grande entusiasmo, in- Peppino di Capri, con il quale can- Gragnaniello “Un mondo che non così che il cd non rimanga in alcun mune di Genova, è stato registrato
strato, ad esempio, da Sal Da Vin- vece ci ha detto “sì”. Adesso con tiamo “Roberta”. Una grande emo- c’è”, con Tullio De Piscopo “E fatt modo un prodotto fine a se stesso, utilizzando il violino Guarnieri Del
ci. Quando gli abbiamo proposto lui stiamo realizzando anche un vi- zione l’abbiamo vissuta, poi, con ‘e sorde”, con Edoardo Bennato come purtroppo accade anche ai Gesù nel 1743 chiamato “Cannone”
di lavorare a questo disco, aveva deo dal titolo “Fai come vuoi”. Sia- Maria Nazionale quando abbiamo “Marechiaro Marescuro”, con Ma- più grandi. appartenuto a Nicolò Paganini.

DOMANI NELLA VERANDA DI VILLA PIGNATELLI AL “TOTÒ” STASERA LA COMMEDIA CON ROSARIO VERDE E FABIO BRESCIA
Concerto della pianista Ilia Kim
per il “Maggio della Musica”
NAPOLI. Domani, alle ore 20 nella veranda di Villa Pignatelli,
“Caffè corretto” per la De Santis
ultimo concerto della stagione “Maggio della Musica”, organizzata di Valerio D’Angelo ex moglie che lo ospita in attesa
in collaborazione dall’associazione “Maggio della Musica” e dalla che lui trovi un’altra sistemazione;
Sovrintendenza Speciale per il Polo Museale. Protagonista della NAPOLI. La stagione 2009-2010 Marco, nuovo convivente di Bar-
serata la pianista Ilia Kim vincitrice del “Premio Città di del teatro Totò si apre con una bara che agli occhi di Felice ha un
Senigallia” e ormai da qualche anno lanciata in una carriera commedia comica dalla trama fan- enorme difetto: è milanese! Felice,
internazionale. Enfant prodige a soli 11, giovanissima ha tasiosa e, nel contempo, moderna stravagante ed esuberante, co-
debuttato alla Carnegie Hall di New York conquistando il pubblico e tradizionale: “Caffé corretto”, in stringe Barbara e Marco a soppor-
e la stampa americana e da allora la sua carriera è stata tutta in scena da stasera all’8 novembre, la tare tutti gli espedienti a cui ricor-
salita. Nel 2002, durante il Tiroler Festspiele di Erl, ha suonato in cui trama si fonda sui tipici mec- re per trattenersi quanto più è pos-
prima assoluta Virginal Dream di Giovanni Sollima. A Villa canismi della commedia all’italia- sibile in casa. E in questo lo aiuta
Pignatelli, per il “Maggio della Musica”, la Kim presenta un na con l’aggiunta dell’inventiva ti- Speranza, portinaia e sua amica
programma particolare, dal titolo Nel salotto bella epoque, che picamente napoletana. La prota- d’infanzia. I due s’inventano addi-
prevede l’ascolto di Emmanuel Chabrier, Scherzo-Valse, di gonista è Caterina De Santis, coa- rittura un’attività imprenditoriale
Maurice Ravel À la manière de… Chabrier, di Léo Delibes diuvata da Rosario Verde e con la abbastanza singolare: decidono di
Caterina De Santis in scena al teatro Totò
Passepied, da Le roi s’amuse, di Gabriel Fauré un brano raramente partecipazione di Fabio Brescia. fare i maghi per aiutare le coppie in
eseguito nei concerti Romance sans paroles op. 17 n. 2, di Lili L’azione si svolge proprio a Napo- crisi. E per rendere più efficace l’ef-
Boulanger, artista tutta da scoprire che fu la prima donna a li dove, in un moderno apparta- fetto dei loro consulti, sommini- to” che lo trasforma in filtro d’amo- tori fino al finale inatteso. Tonino
vincere il “Prix de Rome” nel 1913, D’un vieux jardin, di Cécile mento vivono tre persone: Felice, strano ai clienti una bevanda cul- re. Il perfetto intreccio, i perso- Di Ronza ha collaborato per la rea-
Chaminade Pierrette (Air de Ballet) op. 41, di Claude Debussy sudista, napoletano, scommettito- to per i napoletani: il caffé! Ovvia- naggi di contorno, la bravura degli lizzazione delle scene, Maria Pen-
Douze Préludes. re e disoccupato; Barbara, la sua mente si tratta di un “caffé corret- interpreti, divertiranno gli spetta- nacchio per i costumi.

MUSICA PRESENTATO AL “BLUESTONE” IL NUOVO PROGETTO CHE VEDE PROTAGONISTA LA BAND “SUD EXPRESS”

Franco Del Prete ritorna con “L’ultimo apache”


ad un artista come Franco Del Pre- disco: Salvatore Lampitelli come to che prende vita dalla creatività nemesi dei nostri tempi: un epoca
te che, dopo tanti anni di carriera seconda voce e chitarra elettrica di Franco Del Prete. Un ragazzino fatta da euro star e da inter city.
alle spalle, ha deciso di ricomin- e Raffaele Vitiello alla chitarra. Un di sessant’anni che sul palco da Treni veloci che si contrappongo-
ciare con questo nuovo progetto disco davvero energico e ricco di tutto se stesso per esprimere una no al Sud Express che sembra un
artistico. L’esibizione che i Sud collaborazioni dei più grandi arti- passione che da anni lo porta ad qualcosa di obsoleto, un dinosau-
Express hanno offerto agli ospiti sti napoletani; cantanti e musici- esternare questo suo strepitoso ta- ro in estinzione che come ha det-
dell’evento è stata decisamente sti del calibro di Raiz, Daniele Se- lento musicale. Una carriera ricca to Franco Del Prete «è solo un tre-
superba: un mix di suoni impe- pe, Ernesto Vitolo, Sasà Mendoza che lo ha visto a capo di altri pro- no che va lento, è solo questione di
I protagonisti alla presentazione del nuovo lavoro discografico
tuosi e incalzanti conditi e diretti e Corrado Paonessa. “L’ultimo getti musicali con gli Showman e tempo, arriverà». Uno sguardo di-
dal sound della batteria di Franco apache” si presenta come un al- i Napoli Centrale. Una carriera che verso sul mondo che si sofferma
di Lorenzo Iadicicco re quattro tracce di questo album Del Prete. Merito e omaggio va da- bum forte ma allo stesso tempo dura da quarant’anni e che lo ha sulle piccole cose della vita, per-
d’esordio che si intitola “L’ultimo to al resto della band che si è esi- sensibile nel descrivere estratti di portato a solcare palcoscenici im- ché per scrivere della buona mu-
NAPOLI. Al “Bluestone” Franco apache”. A questa cerimonia di bita sul palco: Piero Gallo al man- vita quotidiana, per raccontare ciò portanti, anno dopo anni fino ad sica non servono esperienze estre-
Del Prete ha presentato il suo nuo- presentazione hanno inoltre par- dolino, Paola Damiano voce e che avviene lontano dai riflettori. arrivare a questa nuova avventu- me o eventi eccezionali: il vero ar-
vo progetto musicale: i “Sud Ex- tecipato alcuni tra i big della mu- Francesco Iadicicco al basso. Bi- Un modo per rivivere il vissuto de- ra con i Sud Express. Un treno im- tista riesce a rendere magico il
press”. A presentare la band del sica napoletana: Sal Da Vinci, Cic- sogna inoltre menzionare il resto gli uomini e delle donne comuni. maginario che prova a scuotere gli quotidiano che è ciò che mag-
noto batterista partenopeo è stato cio Merolla, Enzo Gragnaniello, del gruppo che non ha presenzia- Tredici canzoni per tredici storie, animi delle persone che vivono in giormente ci rappresenta, una di-
Gianni Simioli che ha introdotto i Raiz, Daniele Sepe e tanti altri an- to l’evento ma che comunque ha l’una diversa dall’altra ma tutte fa- un mondo lontano dalla tradizio- mensione dove il nostro essere
musicisti sul palco per interpreta- cora. Tutti per rendere omaggio lavorato per l’incisione di questo centi parte di uno stesso proget- ne. Un titolo che rappresenta la prende vita e si manifesta.