Sei sulla pagina 1di 1

giovedì 29 ottobre 2009

CRONACA DI NAPOLI 5

INCONTRO A PALAZZO CHIGI NON C’È DISGELO FRA IERVOLINO E LETTA CHE VUOLE NASTASI A CAPO DEL GRANDE EVENTO

Forum delle Culture, Oddati propone due commissari


Piena collaborazione, anche se rimane da definirne la modalità. E non sva- struttura con due commissari ex equo, uno governativo, l'altro locale, che
niscono del tutto i malumori. È il bilancio dell'incontro governo-enti locali collaborino per la piena riuscita dell'evento. Ma su questo rimangono diversi
sul Forum delle Culture, tenutosi ieri mattina a Palazzo Chigi. dubbi.
In sostanza si va verso la dichiarazione di grande evento ma, se perde pe- Di certo l'incontro di ieri è soltanto un primo passo, seppur significativo: ne
so la fondazione nata poche settimane fa in consiglio comunale, non è an- seguirà al più presto un secondo durante il quale scendere nella pratica,
cora ben chiara come sarà organizzata la struttura commissariale, ormai approvando un documento «preparato di comune accordo che preciserà i
praticamente certa. E soprattutto, chi ne sarà a capo. Al tavolo ieri c'era- modi ed i termini di tale collaborazione, in un sistema di reciproco rispet-
no il ministro Bondi, i sottosegretari Letta e Bertolaso, il sindaco Iervolino to e pari dignità di ruoli e funzioni», spiega una nota congiunta di Iervoli-
(nella foto con Bassolini e Nastasi) con il presidente della consulta del Fo- no e Bassolino, che aggiungono come «sia da parte dei rappresentanti del-
rum Oddati, il governatore Bassolino e il presidente della Provincia Cesa- le istituzioni locali che da parte del Governo è stata ribadita la volontà di una
ro. Ma tra gli amici Letta e Rosetta regna ancora il gelo: il primo preme per- forte sinergia e collaborazione inter-istituzionale per facilitare al massimo
ché il commissario sia Salvatore Nastasi, nome di fiducia anche del mini- una positiva realizzazione del Forum delle Culture».
stro, la seconda vuole affidare la guida a Oddati, che dal canto suo non è E Cesaro ricorda come il 2013 sarà «un’occasione preziosa di sviluppo e di
intenzionato a cedere e accettare posizioni di subordinazione. occupazione soprattutto perché è il primo e unico grande appuntamento de-
Sul tavolo anche la proposta lanciata dallo stesso assessore comunale: una gli ultimi 15 anni che la città ha saputo conquistarsi». Antonella Scutiero

SAN GREGORIO SERRATA DEI COMMERCIANTI DELLA STORICA STRADA DI PRESEPISTI CONTRO IL NUOVO PIANO DEL COMUNE PER LA FIERA NATALIZIA

Per protesta via tutti i pastori


Erminia Iadaresta LA REPLICA LUNEDÌ VERTICE A PALAZZO SAN GIACOMO
Il piano proposto dall’assessore co-
munale Mario raffa non dispiace ai
commercianti di San Gregorio Arme-
Raffa: «Piano necessario
no ma, lamentano, non ci sono i ter-
mini temporali per poterlo mettere in
paratica. Da qui la protesta e la serra-
per mettere fine all’illegalità»
ta, ieri mattina, messa in atto dai ne- Dopo la protesta dei commercianti di via San Gregorio Armeno
gozianti della storica strada. In buona arriva la replica dell’assessore allo Sviluppo, Mario Raffa (nella
sostanza, hanno spiegato «sono stati foto). «Desta stupore - commenta l’assessore - il comportamento
75 a scioperare tra esercizi commer- degli operatori dopo aver concordato con loro in numerosi incontri,
ciali e bancarelle. Il Comune ci ha pro- alcuni anche recentissimi il piano fiera natalizia del pastore,
posto poco tempo fa un nuovo pro- dell’addobbo e dei prodotti dell’ingegno». Tanti artigiani saranno
getto per la regolarizzazione di San sgravati dall’onere di realizzazione delle postazioni espositive, dal
Gregorio Armeno che prevede cam- pagamento dei canoni di occupazione di suolo pubblico, e inoltre
biamenti a partire da gazebo esterni. avranno a disposizione una pluralità di aree dove collocare i propri
Inoltre c'è stato chiesto di inoltrare una pratica per l'occupazione del suolo prodotti in modo organizzato e vigilato e giovarsi della campagna
permanente ma ora i tempi non ci sono. Noi riteniamo questo progetto vali- pubblicitaria che l’amministrazione mette in campo per il
do ma chiediamo di partire da gennaio e di essere anche partecipi di una complesso delle attività Natalizie. L’assessore spiega inoltre che
eventuale concertazione». In realtà il problema è più vecchio, risale allo scor- alcune «azioni si sono rese necessarie, anche nell’interesse degli
so Natale quando squadre di vigili urbani, su incipit dell’assessorato, anda- stessi operatori, per garantire più sicurezza e vivibilità». Insomma
rono a San Gregorio chiedendo ai commercianti di mettere ordine tra le ban- alle direttive dell’amministrazione è necessario adeguarsi. «Non
carelle, rispettando, nel contempo gli spazi di occupazione di suolo esterno. sono mancati disagi negli ultimi anni - precisa l’assessore - quindi
Un altro anno è passato e nella strada del centro storico nulla è cambiato. E non comprendo il senso e lo scopo della protesta, al punto da far
ieri mattina chi era arrivato per poter vedere gli artigiani che esponevano i nascere il sospetto che qualcuno voglia continuare a vivere
Pulcinella sul letto di morte per protesta contro il Comune
presepi, è rimasto deluso dalla chiusura delle botteghe artistiche. In com- nell’illegalità strumentalizzando chi lavora lungo la storica strada
penso c’è stata una manifestazione che molto aveva a che vedere con il fol- e costringendo l’amministrazione ad una condizione non
klore partenopeo. I negozianti hanno allestito un letto mortuario sul quale è città”. organizzata in cui diverrebbe difficile, se non impossibile, come
stata messa la maschera di Pulcinella. Accanto lumini, fiori e un cartello: “Uc- «Con la nostra presenza creiamo un indotto economico di cui ne beneficia l'in- abbiamo già sperimentato negli anni passati, procedere al
ciso dal Comune di Napoli”. «A 10 giorni dall'inizio della fiera che per noi rap- tera città - hanno commentato - C'è crisi e questo metodo che adotta il Co- controllo delle istallazioni
presenta il momento clou questo piano - hanno spiegato i commercianti - mune non è quello giusto per risollevare la città». Intanto ieri, mentre tecni- fieristiche». Per Raffa c’è,
prevede diversi cambiamenti, a partire da un diverso allestimento dei gaze- ci comunali e artigiani, metro in mano, calcolavano i cambiamenti da adot- dunque, chi soffia sul fuoco
bo esterni». tare, è scoppiata la protesta con gran disappunto dei turisti e soprattutto dei «avvantaggiando di fatto chi
“La fiera più famosa del mondo dei presepi e pastori di via San Gregorio Ar- crocieristi che hanno dovuto rinunciare. «Come al solito – ha commentato il opera in una condizione di
meno - si legge sui manifesti di protesta affissi su tutti i muri della strada - coordinatore vicario cittadino Pdl Maurizio Iapicca – i rappresentanti del- abusivismo e penalizzando la
sta morendo per la burocrazia autoritaria e repressiva del Comune. Vogliono l’amministrazione comunale brillano per tempestività. È giusto mettere in parte sana degli operatori».
imporci il loro progetto, che nessuno conosce, neanche i consiglieri comunali, regola gli artigiani di San Gregorio Armeno, che non devono essere dei pri- Ad ogni modo, lunedì prossimo,
cambiando le regole dieci giorni prima dell'inizio della fiera creandoci disa- vilegiati, ma considerato che questa situazione si protrae da tempo sarebbe alle ore 12, ci sarà un vertice a
gi nei tempi e nelle realizzazioni. Chiediamo che vengano ripristinate le oc- stato forse più opportuno affrontarla in anticipo. La querelle riflette in prati- Palazzo San Giacomo con le
cupazioni di suolo adottate sino a due anni fa dal Comune. Se ci considera- ca l’andazzo della macchina comunale, che perdendosi nei meandri delle associazioni di categoria ed i
no abusivi adesso, lo siamo stati per mezzo secolo e con noi anche l'ammi- cose inutili e di palazzo finisce poi per arrecare danno ai cittadini anche quan- maestri pastorai per fare il
nistrazione partenopea che ci ha sempre considerati fiore all'occhiello della do finalmente si ricorda di compiere il proprio dovere». punto della situazione.

L’INIZIATIVA PRIMO LABORATORIO PER NAVIGARE IN WEB L’EVENTO L’ORGANIZZAZIONE VA A GONFIE VELE. LILIANA BOCCOLINI PRESIDENTE ONORARIA

Internet saloon, scuola Expo spazio finanziato con 4 milioni


di rete per gli over 50 È partita ieri la macchina organizza-
tiva per l’Expo dello spazio 2012 che
scientifico sarà la mostra d’Oltremare, ma a partecipare all’Expò sarà l’in-
tera città. Nei luoghi più rappresentativi di Napoli, infatti, verranno instal-
Apre in città Internet Saloon, la si terrò a Napoli insieme al congres- late grandi cupole trasparenti in cui verranno esposti pezzi storici del-
nuova scuola di computer per so internazionale dell’astronautica, l’astronautica. Piazza Plebiscito, Castel dell’Ovo e la Galleria Umberto le
over 50. Il progetto, nato a Milano iniziative finanziate con 3,8 milioni aree selezionate per le attività di informazione all’opinione pubblica. Ma
nel 2000 per iniziativa di euro da istituzioni pubbliche e pri- anche il Maschio Angioino e Castel Sant’Elmo, e poi il teatro San Carlo che
dell’associazione culturale Aim e vate. «Ora puntiamo a realizzare al potrebbe ospitare lo spettacolo inaugurale con Roberto Bolle, mentre il gran-
con la partecipazione di quattro meglio questo obiettivo», ha detto il de maestro Ennio Morricone starebbe preparando una musica dedicata al
partner quali Gruppo Credito sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervo- lancio spaziale dell’astronauta Roberto Vittori. Intanto la commissione or-
Valtellinese, HP, Microsoft e lino, che ieri a Roma ha partecipato ganizzatrice ha già nominato la sua presidente onoraria, Liliana Boccolini,
Telecom Italia, vanta tra le sue alla riunione del comitato organizza- moglie di Luigi Gerardo Napolitano, l’accademico e scienziato napoletano
sedi quella di Milano, Catania, tore dell’evento con il presidente del- spentosi nel 1991, cui è dedicato lo Iac 2012. La commissione è già al lavoro:
Pavia e Sondrio, oltre alla l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), En- «È al nastro di partenza organizzativo», ha detto Saggese. L’obiettivo, ha
neonata napoletana e alle rico Saggese. Il dossier sicurezza è già sulle scrivanie di Prefetto e Que- aggiunto, è definire prima possibile gli «atti formali per evitare di arrivare
prossime aperture di Bari ed store, che hanno già designato nominato il vice questore aggiunto Stefa- impreparati alle elezioni di marzo», mentre la Iervolino, il cui mandato sca-
Ancona. I corsi che la scuola offre sono gratuiti e della durata di un no Losco a garantire il rispetto di tutte le procedure. Il cuore dell’evento de nel 2011, ha assicurato che il suo successore «troverà tutto pronto». as
giorno e sono impostati in maniera tale da garantire ai corsisti
l’acquisizione, in sole sei ore di lezione, dei rudimenti per navigare
in rete ed utilizzare la posta elettronica, guidati da studenti LA BUONA AZIONE I SOLDI DELLE VENDITE DEI GADGET SARANNO DEVOLUTI AI BAMBINI DEL NORD ETIOPIA
universitari specialisti del settore. Finito il corso, sarà poi messa a
disposizione degli “studenti” una “palestra” informatica, alla quale
essi potranno accedere liberamente per mettere in pratica, assistiti
da un tutor, le nozioni apprese. Mario Massazza, in rappresentanza
Da Scampia “il cesto della solidarietà” con prodotti di coop sociali
del gruppo Telecom Italia, sottolinea come la rete sia uno «strumento Segni di ripresa dal territorio di Scampia, sinora relegato a zona reinserimento lavorativo soggetti svantaggiati, tra cui disabili ed ex
di libertà ed accesso ad un enorme patrimonio di saperi e valori, dal infruttuosa e “criminale”. Il rilancio del quartiere, messo in ginocchio tossici. Una parte del ricavato delle vendite dell’iniziativa, patrocinata
quale una generazione non educata all’informatica (quale è appunto dal degrado urbano e da una criminalità fondata soprattutto sullo dall’assessore alle politiche sociali Giulio Riccio, andrà a contribuire
quella degli over 50) non può né deve essere esclusa». Carlo Vitella, smercio della droga sta avvenendo attraverso la cooperativa sociale, alla realizzazione del secondo modulo del “ Centro per i diritti del
Pr Manager per HP e collaboratore del progetto Internet saloon da presieduta da Vincenzo Vanacore “Altro Mondo” che si è fatta bambino Gregorio Donato” nel nord Etiopia. Maria De Marco,
dieci anni, ricorda inoltre quanto sia fondamentale la tecnologia per promotrice del progetto “cesto della solidarietà”. Lo slogan è: “Per assessore alla municipalità di Scampia, dimostra tutto il suo orgoglio
mantenere aperto il dialogo tra generazioni. Per tutti coloro che Natale regala un cesto della solidarietà”, un cesto ricco di prodotti di per l’evoluzione che il tessuto sociale del quartiere sta attraversando,
fossero interessati o desiderino ricevere maggiori informazioni è agricoltura biologica, della nostra tradizione e provenienti da un cambiamento atto a rivendicare il suo ruolo sociale e a togliersi di
possibile rivolgersi al numero di telefono 081/7810130 o all’indirizzo esperienze di cooperative impegnate in campo sociale ed etico. È dosso un marchio «comodo, perché serve pensare che tutto il male è
e-mail "mailto:Napoli@internetsaloon.it". Emanuela Guarnieri proprio in queste associazioni che hanno la possibilità di concentrato solo in una zona di Napoli». Damaride Dattilo

Interessi correlati